Sei sulla pagina 1di 9

ESERCIZI - BAMBINO INTERIORE

Ritengo che operare con il bambino/bambina interiore sia la tecnica pi efficace per
guarire le ferite del passato; non sempre siamo a contatto con i sentimenti del
bambino/bambina, atterrito e abbandonato, che sta in noi .
Se abbiamo trascorso un infanzia difficile, dominata dalla paura e dai conflitti, da adulti
continuiamo ad abbatterci spaventando il bambino/bambina interiore esattamente come i
nostri genitori facevano con noi.
Egli, tuttavia, non ha dove rifugiarsi ed un nostro dovere superare i limiti dei genitori e
instaurare un dialogo con il bambino/bambina, che ha bisogno delle nostre amorevole
cure.
Adulto e bambino/bambina dovrebbero instaurare un rapporto, comunicarsi ogni cosa: pu
sembrare sciocco ma funziona. E' bene far capire al bambino/bambina che, qualsiasi cosa
accada, l'adulto non scapper n lo rifiuter: sar sempre pronto in caso di necessit.

Proviamo anche in questo instante a dirgli che gli vogliamo bene veramente, che
desideriamo prenderci cura di lui: forse finora lo abbiamo detto solo al genitore ed ,
pertanto, bene iniziare a dirlo anche al bambino/bambina. Immaginiamo di prenderlo per
mano e di andare via, trascorrendo insieme un po' di giorni in gioia e tranquillit.

E' necessario comunicare con questa parte di noi stessi. Quali sono i messaggi che
vogliamo sentire?
Sediamoci in silenzio, chiudiamo gli occhi e parliamo al bambino/bambina: se non lo
abbiamo fatto per 62 anni, pu essere necessario un po' di tempo prima che egli risponda.
L'importante insistere: "Voglio parlarti. Voglio vederti. Voglio amarti." Alla fine i nostri
sforzi verranno premiati: il bambino/bambina si far vedere, percepire o udire..
Possiamo fare questo esercizio guardandoci allo spechio negli occhi.
Mettiti davanti a uno specchio e guardati negli occhi, guardati veramente... nel profondo
dei tuoi occhi e comincia a comunicare con il tuo bambino/bambina interiore...
Le prime frasi da rivolgersi sono senz'altro di scusa: scusiamoci per non avergli parlato o
per averlo rimproverato a lungo. Diciamogli quindi che vorremmo recuperare il tempo
perduto chiedendogli come potremmo renderlo felice, appurando che cosa lo spaventa e
che cosa potremmo fare per evitare tutto ci.
E' importante adoperare parole ed espressioni semplici: "Che cosa posso fare per renderti
felice? Che cosa ti piacerebbe oggi?" Possiamo, ad esempio, dirgli che vorremmo fare un
po' di jogging e invitarlo con noi; se risponde che preferisce andare al mare, vuol dire che il
dialogo iniziato.
In questa fase bene essere coerenti; se, anche per pochi istanti al giorno, riusciamo a
entrare in contatto con il bambino/bambina, la nostra vita migliorer considerevolmente.
dialogo con il bambino/bambina interiore
Sedetevi comodamente e davanti a voi, a circa 60 cm. Mettete un cuscino e ad occhi
aperti, osservate solo la respirazione e fate scorrere le mani sulle cosce, diventate
consapevoli della vostra posizione nell'ambiente.
Immaginate che sul cuscino si trovi il vostro bambino/bambina interiore. Guardatelo,
osservatelo, prendete coscienza della sua presenza. E quando lo desiderate parlate con
lui, chiedetegli quello che avete sempre voluto dirgli, parlategli di qualsiasi cosa interessi
tutte e due. Potrebbe non aver voglia di parlare, chiedetegli perch, potete iniziare con un
"buonasera come stai?" E invitare il bambino/bambina a raccontare tutto cio' che prova.
Poi fisicamente cambiate posto, sedendovi sul cuscino e chiudete gli occhi.
Diventate quel bambino/bambina innocente. Respirate e sentite questa dimensione Poi
rispondete o porgete una domanda all'adulto, non censurate nulla ma dite le cose come
sono. Potete parlare a voce alta o piano.
Continuate a conversare, cambiando di posto ogni volta che cambiate ruolo, continuate il
dialogo.
E quando riterrete opportuno concludere la conversazione, concludetela stando nella
realt' dell'essere attuale, salutatelo ditegli arrivederci......
divertirsi con il bambino interiore
IL TUO ELENCO CRITICO
Fai un elenco di cinque cose che critichi di te stessa:
1 ....
2 ....
3 ....
4 ....
5 ....
A fianco ad ogni voce segna una data, il giorno in cui ha iniziato ad aggiungere quella
voce al tuo elenco di cose "sbagliate".
Un bambino/bambina, per crescere e maturare, ha bisogno di essere amato, accettato e
lodato.
Si possono mostrare dei modi migliori di fare una cosa senza per questo far sembrare
sbagliati i modi in cui veniva fatta prima. Il bambino/bambina dentro di voi ha ancora
bisogno di essere amato e accettato.

FAI UN DISEGNO
Prendi delle matite, dei pennarelli o dei pastelli. Usa la mano non dominante e fai un
disegno che rappresenti te da bambino/bambina. Cosa ti dice questo disegno? Che colori
hai usato? Cosa sta facendo il bambino/bambina?
Descrivi il tuo disegno.

PARLA AL TUO BAMBINO INTERIORE
Ora dedica un po' di tempo per parlare con il tuo bambino/bambina interiore. Cerca di
scoprire di pi su di lui. Fagli delle domande.
1. Cosa ti piace?
2. Cosa non ti piace?
3. Cosa ti spaventa?
4. Come ti senti?
5. Di cosa hai bisogno?
6. In che modo posso aiutarti a farti sentire al sicuro?
7. Come posso farti sentire felice?
Fai una bella chiacchierata con il tuo bambino/bambina interiore. Sii disponibile nei suoi
confronti. Abbraccialo, amalo e fai tutto quello che puoi per soddisfare i suoi bisogni.
Fai in modo che sappia che indipendentemente da ci che accadr, tu sarai sempre con
lui. Puoi iniziare a creare un'infanzia felice.
Questo esercizio riuscir meglio se lo praticherai ad occhi chiusi.

DIVERTITI CON IL TUO BAMBINO INTERIORE
Elenca 15 modi in cui puoi divertirti con il tuo bambino/bambina interiore. Forse ti fa
piacere leggere un buon libro, andare al cinema, fare un po' di giardinaggio, tenere un
diario o fare un bel bagno caldo.
E che ne dici di qualche attivit infantile? Prendi tutto il tempo necessario per pensarci.
Puoi correre in spiaggia, andare ai giardini e giocare sull'altalena, puoi fare dei disegni o
arrampicarti su di un albero.
Dopo aver fatto il tuo elenco, cerca di praticare almeno una di queste attivit ogni giorno.
Cos inizia la guarigione!

IL TUO ELENCO DELLA GRATITUDINE
Per cosa ti senti grato? Come inizi la tua giornata? Cos' la prima cosa che dici quando ti
svegli? E' positiva o negativa? Elenca almeno 10 cose della tua vita per cui ti senti grato.
Chiudi gli occhi e pensaci bene prima di scrivere.
guarire il bambino interiore
Chiudi gli occhi e porta la tua attenzione al respiro calmo e regolare. Segui il ritmo del tuo
respiro lento e profondo, e lentamente e gentilmente comincia a percepire il respiro in
maniera circolare, vale a dire senza pausa.
Il respiro sempre lento, profondo e circolare. Chiedi alla tua guida interiore di aiutarti in
questo processo Senti la sua presenza, ti sta accantoti senti sicura e protettaMentre
il tuo respiro lento, profondo e circolare
Ora, comincia a parlare alla tua bambina/bambino interioredigli: "Voglio parlarti, voglio
vederti, voglio amarti." Digli che la vuoi bene veramente e che vuoi prenderti cura di lei.
Rivolgi alla bambina/bambino frasi di scusa: tipo, ti chiedo scusa per non averti parlato e
per averti rimproverato per cos tanto tempoDigli che vuoi recuperare il tempo perduto
appurando che cosa la spaventa e che cosa potremmo fare per evitare tutto ci
Lascia che la tua guida interiore ti dia dei suggerimenti per entrare in contatto con le
emozioni della tua bambina/bambino Il respiro sempre lento, profondo e circolare, e
focalizza la tua consapevolezza sulle sensazioni che ti trasmette la tua
bambina/bambino
E' cos importante comprendere come la tua bambina/bambino si sentita Tutti gli
schemi d'amore li abbiamo imparati da bambiniComincia a raccontarle qualcosa di te
alla tua bambina/bambino, parlale delle tue paure, le tue aspirazioni e i tuoi desideri
Digli che sei il suo futuro, che c' l'hai fatta non ostante tuttoc' la pu fare anche lei e
tu sei qui per aiutarlae le sarai sempre accanto, qualunque cosa accada, non scapperai
n la rifiuterai, ma sarai sempre pronta in qualunque momento
Il respiro sempre lento, profondo e circolare, e focalizza la tua consapevolezza sulle
sensazioni che ti trasmette la tua bambina/bambinoe dille "Che cosa posso fare per
renderti felice?"Sii ricettiva all'ascolto di quello che ha da dirti la bambina/bambino
Se hai una sensazione di disagio, dolore o tensione a livello del corpo fisico, ricorda che
queste sono manifestazioni dell'emozione trattenuta nel corpo porta la tua attenzione al
disagio e respira lentamente, profondamente e circolarmentefocalizza la
consapevolezza sulla sensazione non un lavoro mentale, ma fisico
Anche se non ricevi un messaggio vero e proprio, il semplice fatto di voler iniziare a
dialogare con la tua bambina/bambino interiore e di permetterti di sentirla, incoragger
qualunque energia vi sia rimasta bloccata a muoversi pi facilmente e facendo questo per
qualche minuto ogni giorno ti permetter di entrare in contatto con la tua
bambina/bambino
Quando senti che per il momento l'esperienza di stare insieme compiuta, ringrazia la tua
guida per il suo grande aiuto, e per il senso di protezione e sicurezza che ti ha pervaso
e ringrazia la tua bambina/bambino interiore ed esprimili il tuo apprezzamento, ed
incoraggiala a dialogare con te ogni volta che ne avr voglia
Tu sei sempre disponibile per leiin ogni momentodille che sei felice di essere in
contatto con leie che la vostra vita migliorer considerevolmente Apri gli occhi e torna
in questa stanza
perdonare il bambino - la bambina che dentro di noi

Chi viaggia su un sentiero spirituale prima o poi si imbatte sul bisogno di perdonare sia s
stesso sia gli altri. Il perdono una delle lezioni pi importanti che abbiamo bisogno di
conoscere. Potete non sapere ancora come perdonare, ma potete coltivare la disponibilit
a perdonarvi e ad entrare in uno spazio positivo della mente nel quale includere persone e
situazioni del passato. Con gli angeli al vostro fianco, state coltivando una protezione
interiore che vi aiuter a rimediare.
Pensate al vostro bambino interiore come a un bambino affidato alle vostre cure. Non sa
ancora cos' il calore e si brucia toccando il camino, forse che non fate del vostro meglio
per consolarlo, baciandolo, cullandolo e coccolandolo? Vi sembra strano? Non lo ,
naturalmente.
E il bambino che in voi? Quello di cui vi vergognate? Quello che continua a saltare fuori
e fare o dire la cosa sbagliata? Quello che ha paura di crescere? L'adulto che in voi
consola questo bambino invece di criticarlo o, peggio, di scacciarlo? Pensate di poter
cominciare ad amare questo bambino?
Allora sedetevi in pace e lasciate che il vostro bambino/bambina "da amare in modo
speciale" vi ritorni in mente. Portatelo a fare una passeggiata, guardate dove va a finire,
giocate con lei, chiedetele cosa vorrebbe fare per divertirsi, mettetela a letto, curatevi di
lui/lei quando malato/a (e rendetevi conto di cosa l'ha sconvolto al punto di farlo
ammalare). Cercate quindi di conoscerla e di amarla. Potete anche aver trovato il bambino
che, come Peter Pan, non vuole crescere, o potete scoprire che cambia e diventa una
parte adulta di voi. Bello, senza regole, solo amore.
Un mio esempio personale di esercizio di perdono:
Durante l'adolescenza sono andata da un dentista per fare una pulizia di denti, che
sicuramente non avevo bisogno di fare, ma consigliata dalle amiche decise di andare.
Appena arrivo, mi siedo nella fatidica sedia del dentista e vedo che questo prepara una
iniezione di anestetico, penso.
Ovviamente rimango un po' stupita che per fare una semplice pulizia di denti serva una
iniezione non lo avevo mai sentito. Ora, sorpresa gli chiedo perch mi voleva fare quella
iniezione, il dentista mi risponde che per la pulizia era necessaria, dandomi come scusa
che senza anestetico avrei sentito dolore, ma che se io non volevo non me l'avrebbe
fatta
Io non ero per niente convinta della spiegazione, ma non sapendo cosa fare gli ho detto
che se lui la riteneva necessaria allora O.KCos lasciai che il dentista mi facessi
l'iniezione e dopo la quale la pulizia dei denti.
Dopo questo fatto, non sono pi tornata da quel dentista e non fece pi una pulizia di denti
fino a poco tempo fa.
Mi sent fregata, umiliata ed arrabbiata per anni con quel dentista. Fino a quando scoprii
che la persona con la quale ero veramente arrabbiata ero proprio io, era con me che ce
l'avevo, e non con il dentistace l'avevo con me perch non avevo saputo dire di no, dire
quello che sentivo veramente, che fare una iniezione per fare una pulizia di denti era una
stupidaggine, e che lui lo faceva solo per soldimi sentivo che avevo sbagliato, e questo
mi faceva arrabbiare tantissimo, soprattutto perch lui mi aveva in qualche modo dato la
scelta a me, io potevo dire che non la volevo.
Quando scoprii questo decisi di utilizzare le mie conoscenze riguardo agli esercizi sul
perdono. Mi perdonai perch ero giovanissima, inesperta, e perch avevo fatto il meglio
che avevo potuto fare e che sapevo fare in quel momento, con la conoscenza e la
consapevolezza che avevo in quel momento.
Parlai con la mia bambina interiore e la perdonai, le chiesi scusa per tutto il tempo che
sono stata arrabbiata. Le dissi che al contrario di quello che avevo pensato per anni lei era
stata molto brava, era una situazione non semplice da gestire per un ragazzina di fronte
all'esperto in materia, e la ringraziai di quanto aveva fatto.
A questo punto sent una forza incredibile dentro di me e mi sentii finalmente pi leggera,
finalmente questo vecchio carico, che condizionava ancora oggi il mio comportamento, se
ne era andato.
TRATTO DA: http://www.suonodiluce.com/pensiero/bambinointeriore.htm


gioved 19 maggio 2011
5 COSE CHE IL BAMBINO INTERIORE VUOLE VOI
SAPPIATE
1.Io sono reale! Io esisto e voglio un rapporto con te.

Per molti anni abbiamo sentito parlare del Bambino Interiore ed alcuni di noi hanno passato del
tempo a lavorare sui problemi per guarire le ferite del passato. Una volta finito, ce ne andiamo
sentendoci in qualche modo meglio, pur tuttavia non ancora capaci di provare quel profondo senso
di amore per noi stessi, quel sentimento che pensavamo dovesse essere l ogni giorno per noi.
Tristemente, ci accorgiamo che c ancora dellaltro da dover guarire, altro lavoro da fare, e cos
continuiamo nella nostra ricerca. Io ero una di quelle persone che uscivano dalla terapia
sentendosi in qualche modo meglio, ma soffrendo ancora di un vuoto che non potevo riempire.
Le mie guide mi diedero infine la risposta per riempire quel vuoto; ed era di avere un continuativo,
quotidiano rapporto con lei. Tu sei il genitore della tua Bambina Interiore, e perci devi farle da
tale esattamente come faresti per un bambino in carne ed ossa. 5 soli minuti al giorno ti porteranno
quellamore per te stessa che hai sempre desiderato. Cinque minuti al giorno riempiranno il
bisogno di legame del vostro Bambino Interiore. Al Bambino Interiore non interessa se poi vi
focalizzate su altre cose o persone, quando emotivamente soddisfatto.
2. Io sono il tuo corpo fisico.
Ora, questa cosa mi apr realmente gli occhi. Non avevo idea che la mia Bambina Interiore (la
chiamo Jessie) credesse di essere il mio corpo fisico unaltra chicca di saggezza
multidimensionale, cortesemente lasciatami cadere tra le braccia dalle mie guide. Apprendere
questo mi ha portato avanti anni luce nella mia guarigione emozionale, perch a quel punto ho
capito il collegamento tra la mia Bambina Interiore ed i miei dolori fisici.
Il libro di Louise Hay, Guarisci il tuo corpo, ora aveva pi significato che mai.
Quando ho preso le interpretazioni delle probabili cause che ella aveva associato ai vari sintomi
fisici, e le ho applicate alla mia Bambina Interiore, ho scoperto il Linguaggio del Bambino
Interiore. In altre parole, egli ci parla attraverso il linguaggio delle sensazioni fisiche ed emotive.
Ottenere questo strumento mi rese finalmente capace di comprendere quello che la mia Bambina
Interiore stava cercando di trasmettermi.
Ora, come si collega tutto questo ad un blocco della prosperit economica? Se siete bloccati
economicamente e state contemporaneamente vivendo una malattia fisica o del dolore, cercate il
tipo di malattia o la posizione del dolore nel libro di Louise Hay, prendetene la probabile causa e
leggetela come se fosse il vostro Bambino Interiore a parlarvi.
Esempio: Problemi alle ginocchia il significato dato da Louise quello di ego caparbio,
incapacit a piegarsi, paura e inflessibilit . Usando il linguaggio del Bambino Interiore, vediamo
che come se egli ci stesse dicendo Ho paura e scelgo di essere inflessibile e rigido nel mio
resistere al cambiamento che tu vuoi fare. Inoltre, non mi sentir al sicuro cambiando direzione,
cos continuer a resistere finch non riterrai che il farlo non mi dannegger.

3. Io sono il tuo compagno, perci ti prego, discuti dei cambiamenti con me prima di attuarli
e sii certo che non mi danneggino!
Dal momento che il vostro Bambino Interiore vede se stesso come il vostro corpo fisico, e quindi
come un vostro compagno in questa incarnazione, egli desidera essere consultato prima che
venga ingaggiato qualsiasi grande cambiamento o impresa. Io stessa non lo avevo ancora capito,
finch non me lhanno indicato le mie guide, una volta in cui, presa da gran frustrazione, le invocai
affinch mi aiutassero a vedere perch i miei tentativi di andare avanti venivano ostacolati ad ogni
angolo. Mi accorsi che non solo non avevo consultato la mia Bambina Interiore per chiederle come
si sentiva rispetto ai cambiamenti che avevo in mente, ma non avevo neanche creato una
protezione tramite degli accordi su come avremmo gestito gli effetti di tali cambiamenti.
Una delle cose che scordiamo quando avanziamo lungo il nostro sentiero di vita, che sia spirituale
o meno, che anche se ci sentiamo pronti per fare un cambiamento, il nostro Bambino Interiore
potrebbe non esserlo. Se egli non pronto perch non ne abbiamo parlato con lui o fatto nulla
come, per esempio, trovare accordi per prenderci cura del dolore fisico o emotivo che potrebbe
risultare dal cambiamento.
Per esempio, se decidiamo di lasciar andare le vecchie rabbie ed eseguire una Depurazione del
Fegato, per liberare questo e la cistifellea dai calcoli, senza per parlarne al nostro Bambino
Interiore n prendere accordi su come gestire insieme quella rabbia una volta che sar venuta a
galla, egli bloccher la fuoriuscita dei calcoli. Ho avuto numerosi clienti che hanno sperimentato
proprio questa cosa. Una volta fatto un passo indietro e trovato un accordo, la depurazione
successiva stata piuttosto semplice.
Quindi, quello che sto dicendo a proposito di abbondanza e Bambino Interiore di assicurarvi di
prendere degli accordi, circa il modo in cui vi prenderete cura di lui e di voi stessi durante e dopo il
cambiamento che volete conseguire.
4. E mio compito proteggerti e mantenerti felice.
Il Bambino Interiore crede che il suo scopo esistenziale sia di tenervi al sicuro e felici. Cio al
sicuro dalle sofferenze fisico/emotive e felici in ogni momento. Noi tutti abbiamo un limite al dolore
fisico/emotivo che siamo intenzionati a provare coscientemente. Senza accorgercene, insegniamo
tale limite al Bambino Interiore. Di conseguenza, egli sa che qualsiasi cosa travalichi
quel limite deve essere compresso in modo che noi non lo si percepisca. Quando le cose vanno
bene facile da farsi, ma quando entra in gioco la paura le cose prendono unaltra piega. Quando
qualcosa vi minaccia in un qualsiasi modo, fisicamente, emotivamente o mentalmente, il Bambino
Interiore entra in modalit Superman... cos da potervi proteggere. Alcune volte questo significa
che user la paura come uno strumento per tenervi al sicuro. In quei momenti attinge alla propria
parte oscura ed usa le capacit correlate al chakra inferiore o maschile per attuare la protezione.
Questa parte Oscura sinonimo dellEgo. Quando imparai questa cosa dalle mie guide, fu come
se mi avessero lanciato una bomba. Non avrei mai collegato la mia dolce Bambina Interiore al mio
Ego..
La protezione, nel linguaggio del Bambino Interiore, pu assumere diverse forme: da unistintiva
sensazione di allarme o di qualcosa che non va, per rendervi ciechi davanti ad una opportunit,
fino allo svilupparsi, nei casi pi estremi, di pesanti malattie fisiche, emotive o mentali. Nel mezzo
si trovano tutti i tipi di dipendenze (la depressione - il grande medicamento emozionale - la droga,
lalcool, il lavoro, il cibo, ecc.)... tutti strumenti che lEgo/Bambino Interiore usa per mantenervi
preoccupati, cos che non facciate la cosa che, nella sua idea, potrebbe causare il vostro
allontanamento.
5. Quello che pensi di te stesso, lo pensi di me.
Il nostro Bambino Interiore ascolta ogni pensiero, sentimento e parola che abbiamo su noi stessi.
Essendo un bambino per natura narcisista, proprio come un bimbo, e perci ritiene che quel
pensiero, sentimento o parola lo riguardi. Ecco perch la chiave per cambiare la propria auto-
immagine risiede nel Bambino Interiore.
Parlare a questo Bambino con un positivo dialogo interiore, sostenuto da degli accordi e dal loro
completamento, tramuter la vostra stessa avversione, la bassa autostima e la scarsa
valorizzazione che vi date, in amore per voi stessi. Se il Bambino Interiore sente che unoccasione
di abbondanza economica potrebbe in qualunque modo procurargli una responsabilit, far di tutto
per bloccarla.
Per esempio, se la vostra missione di divenire un insegnante ma siete uno che mette in grado gli
altri di fare qualcosa (noi lo definiamo un custode - qualcuno che soccorre altri), il vostro Bambino
Interiore bloccher ogni sforzo facciate per allestire dei seminari od ottenere un lavoro da qualcun
altro. Perch? Perch egli sa che otterreste eccessivamente il vostro amore e laccettazione dal
dare troppa energia agli altri nel tentativo di soddisfare i loro bisogni, cos da non lasciarne
abbastanza di riserva per voi stessi, n dareste veramente amore ed accettazione a voi stessi
(cio al Bambino Interiore). Inoltre, dal momento che avete paura di essere rifiutati se non avete
tutte le risposte o se non riuscite a soddisfare le esigenze di qualcuno, il Bambino

Interiore sa che quella paura generer in voi dei sensi di colpa. Quando vi sentite in colpa il
Bambino Interiore la vive come se steste biasimando lui. Il Bambino Interiore vive il biasimo come
rifiuto ed abbandono.
Come vediamo, quindi, ci sono parecchie cose che facciamo, di cui possiamo non essere proprio
consapevoli, che inducono il nostro Bambino Interiore a bloccare la nostra abbondanza. Vi sono
molti altri tipi di fattori, e per determinare quali siano quelli applicabili a voi, vi suggerisco di leggere
gli articoli elencati tra le Letture aggiuntive.
Il nostro Bambino Interiore, seppur apparentemente complicato, di fatto abbastanza semplice.
Egli vuole solo essere amato e sentirsi protetto allinterno di quellamore, e lamore a cui
maggiormente interessato proprio il vostro, il suo genitore. A questo scopo, egli muover mari e
monti per ottenerlo e preservarlo.
In conclusione, se volete vivere una grande prosperit, connettetevi alla Terra col cuore e amate il
fatto di trovarvi qui, perch quando amate la Terra amate il vostro Bambino Interiore, che
convinto di essere fatto di Terra e di esistere in questa dimensione. Non solo inizierete a vivere
labbondanza economica, ma riceverete anche il bonus aggiuntivo del pi grande amore che
abbiate mai conosciuto.
Al vostro servizio,
MEDITAZIONE E MASTURBAZIONE
La scienza medica ha stabilito con assoluta evidenza il fatto che la masturbazione
non conduce alla pazzia. Ma le religioni continuano a ripetere che troppa
masturbazione distrugge lintelligenza e conduce a una morte prematura.
Ebbene, nessuno pu masturbarsi troppo: impossibile. possibile masturbarsi solo
quel tanto nel tuo corpo c solo una certa quantit di sperma e puoi rilasciare solo
quel tanto di pi non puoi. Qualsiasi cosa tu faccia, non puoi produrre
immediatamente altro sperma. Ci vuole tempo. Esiste quindi una prevenzione
naturale al farlo troppo, e se i monaci di tutte le religioni mi ascoltassero, direi loro:
Masturbatevi e meditate.
Potrei anche intitolare un libro: La meditazione attraverso la masturbazione. Se
possibile giungere alla supercoscienza attraverso il sesso, perch non si dovrebbe
giungere alla meditazione attraverso la masturbazione? sicuramente possibile.
Occorre semplicemente guardare con occhi nuovi.
Quando una persona si sta masturbando e inizia a sentire che sta per raggiungere
uno stato orgasmico, i suoi pensieri scompaiono. Sperimenta lo stesso stato
orgasmico che accade facendo lamore con una donna. Non c differenza. A livello
biologico non c differenza. Che lo sperma venga rilasciato in un meccanismo, in un
corpo o da qualche altra parte, non ha alcuna importanza. Si tratta di portare la
tensione sessuale al suo compimento, il che pi facilmente attuabile con la
masturbazione, poich con una donna anche laltro presente. Nella masturbazione
tu sei il padrone.
Puoi andare piano, o in fretta, puoi arrivare allorgasmo molto lentamente. Lo stato
orgasmico meditazione, diventane consapevole. Da solo sar pi facile, perch non
c nessun altro che ti disturba, sei tu, solo.
Perci fai sapere al mondo intero che la masturbazione non porta alla pazzia; il
celibato pu condurre alla pazzia, non la masturbazione.
E se gli omosessuali non provano interesse per le donne, allora forse la
masturbazione pi vicina alla natura dellomosessualit. E la masturbazione pu
essere unita alla meditazione.
Sto dicendo queste cose per il tuo bene, perch ti troverai di fronte a questi
problemi e non dovrai commettere gli stessi errori di sempre. Se vedi un bambino
che si masturba, non commettere la stessa sciocchezza che viene fatta ovunque.
Digli semplicemente: Va benissimo. Medita anche, e ne riceverai pi piacere. E non
c niente di sbagliato, perci non c bisogno che ti nasconda. Ma luomo un tale
vigliacco. Non in grado di affrontare la realt
Puoi unire molto facilmente meditazione e masturbazione, e ne riceverai molta
gioia. Se la meditazione viene associata a una grande gioia, la tua intera esistenza
sar diversa. Tutte le religioni hanno fatto lesatto opposto. Hanno distrutto la tua
gioia e ti hanno insegnato la meditazione, perci la meditazione non ottiene
risultati. Puoi riuscire solo se unesperienza gioiosa, perch allora non collegarla
con una gioia biologica tanto facilmente disponibile? Ma la gente mi vuole uccidere,
vuole assassinarmi perch dico queste cose, anche se mi limito a ribadire fatti
assolutamente scientifici.
tratto da: Osho, The Last Testament, Vol. 2, # 23