Sei sulla pagina 1di 1

Senza nome

L' ombr a del l a l uce di Fr anco Bat t i at o


Di f endi mi dal l e f or ze cont r ar i e,
l a not t e, nel sonno, quando non sono cosci ent e,
quando i l mi o per cor so, si f a i ncer t o,
E non abbandonar mi mai . . .
Non mi abbandonar e mai !
Ri por t ami nel l e zone pi al t e
i n uno dei t uoi r egni di qui et e:
E' t empo di l asci ar e quest o ci cl o di vi t e.
E non mi abbandonar e mai , , .
Non mi abbandonar e mai !
Per ch, l e gi oi e del pi pr of ondo af f et t o
o dei pi l i evi anel i t i del cuor e
sono sol o l ' ombr a del l a l uce,
Ri cor dami , come sono i nf el i ce
l ont ano dal l e t ue l eggi ;
come non spr ecar e i l t empo che mi r i mane.
E non abbandonar mi mai . . .
Non mi abbandonar e mai !
Per ch, l a pace che ho sent i t o i n cer t i monast er i ,
o l a vi br ant e i nt esa di t ut t i i sensi i n f est a,
sono sol o l ' ombr a del l a l uce,
1agi na p