Sei sulla pagina 1di 1

10 NAPOLI METROPOLI giovedì 29 ottobre 2009

TORRE ANNUNZIATA IL MANUFATTO INTESTATO ALLA PARENTE DEL COLLABORATORE DI GIUSTIZIA: DENUNCIATI 8 OPERAI

Sigilli alla villetta della nonna del pentito Nasto


TORRE ANNUNZIA- cina città di Pompei. Al momento della irruzione erano al lavoro otto ope- no in questa direzione. I carabinieri di Torre Annunziata, peraltro, sono
TA. Una villetta com- rai che sono stati identificati e denunciati a piede libero. Analoga sorte molti attivi i questo settore, specie nelle caserme “periferiche” di Trecase
pletamente abusiva è toccata alla intestataria. Una dettagliata relazione di servizio, corre- e Boscoreale, dirette, rispettivamente dal maresciallo Francesco Giu-
(nella foto) è stata se- data da numerosi rilievi fotografici, è stata trasmessa alla Procura della seppe Martorana e dal suo omologo Renato Varriale, dove fioccano le
questrata dai carabi- Repubblica di Torre Annunziata per il seguito di competenza. Le im- denuncie a piede libero e gli arresti nel caso di violazione dei sigilli. Gli
nieri di Torre An- magini hanno evidenziato che al cottage di muratura ancora grezza, del- inquirenti hanno dimostrato, per l’ennesima volta, di non voler in alcun
nunziata nel corso di l’ampiezza di 140 metri quadri, erano stati affiancati lavori di amplia- modo abbassare la guardia e di non guardare in faccia a nessuno. Nel
un blitz insieme agli mento e completamento. All’interno, poi, i manovali, muniti degli at- mese di gennaio scorso il personale del presidio di piazza Enrico de Ni-
agenti della polizia trezzi da lavoro come pale, scalpelli, una piccola impastatrice di cemento, cola, sempre coordinato dal tenente colonnello Andrea Paris e dal capi-
locale del comune di Torre Annunziata. Il manufatto risulta intestato al- stavano effettuando alcuni ritocchi esterni. In questo periodo si sta in- tano Luca Toti, pose sotto sequestro una villetta oltre 1500metri qua-
la 83enne nonna del collaboratore di giustizia, Anello Nasto, «gola pro- tensificando l’azione di contrasto al fenomeno della cementificazione drati, intestata ad un personaggio eccellente. Una megastruttura sor-
fonda» che, con le sue rivelazioni, ha consentito ai magistrati ed alle for- selvaggia. Proprio in queste ore, peraltro, le forze dell’ordine stanno ese- vegliata dagli occhi di videocamere interne, il cui valore, secondo cara-
ze dell’ordine di ricostruire molti retroscena all’interno del clan Gionta, guendo le ordinanze di abbattimento, ormai inappellabili, emesse dalla binieri ed ufficio tecnico del Comune, si aggirava attorno ai cinque mi-
decapitato dalle inchieste “Alta Marea 1 e 2” e “Forte Apache”, poi riu- magistratura per quelle costruzioni, i cui titolari non hanno rimedi giu- lioni di euro. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane.
nite in sede processuale. È accaduto in via Plinio, al confine con la vi- diziari da esperire. L’intento è quello di scongiurare che altri si spinga- Carmine Alboretti

SAN GIORGIO TRAGEDIA ALLA MEDIA GUGLIELMO MARCONI DI VIA SALVATOR ROSA. IL RAGAZZINO ERA IN ATTESA DI TRAPIANTO AL MONALDI

Infarto a scuola, muore 15enne


di Angela Saracino TORRE DEL GRECO SMENTITI I DUE PRESUNTI CASI
SAN GIORGIO A CREMANO. Un ragazzo umile, carino, sempre sor-
ridente e ben integrato. Così chi lo conosceva descrive Alexey Deni-
sov, il 15enne di nazionalità bielorussa che ieri si è accasciato, du-
Al liceo Nobel rientra
rante l’ora di matematica, sul suo banco colpito da un arresto cardio-
circolatorio.
Il tutto è accaduto nella III L della scuola media Guglielmo Marconi, in
l’allarme per l’influenza
via Salvator Rosa. Alexey stava ascoltando l’insegnate di matematica TORRE DEL GRECO. Rientrato l’allarme che nei giorni scorsi aveva
che spiegava. Erano da poco trascorse le 11 e la giornata, uguale a creato preoccupazione tra i genitori degli studenti che frequentano il
tante altre, stava scorrendo tra interrogazioni, spiegazioni e momen- liceo scientifico Nobel di Torre del Greco a causa di due presunti casi
ti di svago. All’improvviso però tutto cambia, il capo di Alex si recli- di influenza A. Casi però smentiti ieri mattina dalla neo-preside
na sul banco, il ragazzino sta male. Silenziosa, ma roboante nello stes- dell´istituto di via De Gasperi, Concetta Mirabella. «A tutt’oggi- spiega
so momento, la vita del ragazzo si ferma lì, nel luogo dove aveva tro- la dirigente scolastica- non sono a conoscenza di casi di influenza A
vato tanti amici, dove sentirsi “a casa” seppur a migliaia di chilome- che coinvolgono i nostri ragazzi. D’altra parte non è compito della
tri dalla sua terra. I compagni lo chiamano, lo scuotono, provano a ri- scuola interessarsi. Il processo è inverso e parte dall’Asl». La preside
svegliarlo, ma Alex non parla e non sente più nessuno. Non c’è più infatti sottolinea che i casi di influenza A, sono monitorati, verificati e
nulla da fare, il piccolo Alex è morto. tenuti sotto osservazione direttamente e solo dalla rete sanitaria
I professori hanno così immediatamente allertato il vicino comando facente capo all’Asl di Torre del Greco. È dunque la stessa Asl, qualora
della polizia municipale ed il commissariato, anch’esso ubicato a po- fosse necessario, ad effettuare sopralluoghi presso le strutture
chi passi dall’istituto scolastico, contemporaneamente giunge sul po- scolastiche e, in caso di situazioni critiche, ad informare il sindaco.
sto anche un’ambulanza del 118. ma i medici, giunti per rianimarlo Solo quest’ultimo può poi provvedere a prendere le misure necessarie
non possono far altro che costatarne il decesso. compresa l’eventuale sospensione delle lezioni. «Su alcuni giornali-
Il giovane, giunto in Italia da pochi anni insieme alla madre, viveva continua la preside Mirabella- sono state pubblicate notizie false e non
con questa ed il suo compagno in via Pittore. La famiglia non vuole verificate che hanno creato inutili allarmismi. Non so spiegarmi come
parlare, si stringe nel proprio dolore. Il compagno della madre di Ale- possano essere state diffuse queste voci e vorrei si venisse a capo
San Giorgio a Cremano. La scuola media “Marconi”. Oggi i funerali del 15enne
xey, Claudio Venezia è scon- della fonte». Proprio per questo, ieri la scuola ha provveduto a
volto. «È una tragedia enorme diramare una circolare rivolta non soltanto al personale e agli alunni
- racconta l’uomo autista di trapianto di cuore all’ospedale Monaldi di Napoli. del liceo ma anche ai genitori per informarli e per ribadire le norme
mezzi pubblici - adesso vo- Tra il pianto dei compagni, Alexey è stato poi portato via per il suo ul- comportamentali e di profilassi. In tutti i bagni della scuola sono stati
gliamo soltanto essere lascia- timo ritorno a casa. «Tutto è accaduto in poco tempo - commenta il installati dispenser di sapone antibatterico e sono state messe nelle
ti in pace, la nostra famiglia è preside Gennaro Salzano - non abbiamo nemmeno la forza di parlare, bacheche del personale e degli alunni avvisi per informare sulle
sconvolta». Dalla famiglia si è siamo distrutti». Gli alunni della scuola media Marconi, così come i precise norme comportamentali da tenere. Inoltre in caso di assenza
appreso da parenti e cono- docenti lo chiamavano “Alex”, tutti sono sotto choc per la triste mor- da scuola superiore a 5 giorni, i genitori degli alunni interessati sono
scenti che già soffriva di una te del ragazzo e in tanti vogliono ricordare in qualche modo il loro com- tenuti a presentare un certificato medico di avvenuta guarigione. Se i
grave patologia dilatativa al pagno di classe. «Alex - spiega uno dei suoi amici - era uno in gam- giorni di assenza sono inferiori a 5, va comunque presentata una
cuore, tale da costringerlo ad ba, è a scuola da appena due mesi, ma tutti gli volevano un gran be- autocertificazione inerente alle motivazioni dell’assenza. «In merito
un primo intervento già alcuni ne. Era in gamba e studiava molto, a lui la matematica piaceva». Da ad alcune assenze dei ragazzi nei giorni scorsi- conclude la dirigente-
anni fa. Ma quella prima ope- quell’appartamento al pian terreno dell’ampio parco residenziale, sta- ribadisco che sono legate a manifestazioni che si sono svolte in questo
razione non era stata suffi- mani partiranno i funerali che saranno celebrati alle ore 11 nella par- periodo e a cui gli alunni hanno deciso autonomamente di prendere
ciente e così Alexey, era in li- rocchia di Santa Maria dell’Aiuto al Villaggio Corsicato. parte e non hanno nulla a che fare con la problematica dell’influenza
sta d’attesa per ricevere un A». Elisa Scarfogliero

TORRE DEL GRECO PRESTO AMPLIAMENTO STRISCE BLU SOMMA VESUVIANA ORDINANZA DEL SINDACO ALLOCCA: «STOP ALLE LEZIONI, SI RIPARTE VENERDÌ»

Piano traffico, ancora caos: Lavori alla rete idrica, chiuse sei scuole
proteste in viale Campania SOMMA VESUVIANA. Scuole chiuse fino a domani a Somma Vesuviana
a causa della mancanza d’acqua. Il provvedimento, contenuto in una or-
Scuola Media di via Bosco”. Copia dell’ordinanza è stata notificata al pre-
sidente della Provincia di Napoli, al provveditore agli Studi di Napoli, alle
TORRE DEL GRECO. Continua il malcontento dei cittadini contro il dinanza firmata dal sindaco Allocca, riguarderà sei istituti del territorio direzioni didattiche dei Circoli presenti sul territorio, ai dirigenti scolasti-
nuovo piano traffico entrato in vigore lunedì scorso. Dopo le proteste di sommese. Una decisione forte, ma necessaria, quella del primo cittadino. ci delle scuola medie, ai presidi degli istituti superiori, al Servizio Edilizia
un gruppo di residenti di via Giovanni Battista e di via Purgatorio che La Gori ha, infatti, comunicato che “per improcrastinabili ed urgenti la- Scolastica , al Servizio Pubblica Istruzione , al Comando Polizia Munici-
martedì mattina avevano bloccato la circolazione per oltre un’ora vori di manutenzione straordinaria sospenderà il flusso idrico del Canale pale. Intanto sulla cronica mancanza d’acqua che periodicamente colpisce
costringendo a ripristinare temporaneamente il doppio senso in via Principale del Serino” dalle ore 11 del 28/10/09 e fino alla tarda serata del Somma Vesuviana, ed alcuni paesi limitrofi, è intervenuta la Commissio-
Nazionale, anche nella mattina di ieri si sono registrate nuove 30 ottobre 2009 . Da qui la scelta di serrare i cancelli dei plessi. “Conside- ne nazionale per la vigilanza sulle risorse idriche presieduta dall’ingegner
manifestazioni di dissenso da parte dei torresi che sembrano non aver rato che in funzione della succitata carenza idrica non è possibile provve- Roberto Passino. Chiamata in causa per far luce sulla ripetitività anomala
gradito affatto il provvedimento fortemente voluto dere al fabbisogno idrico di alcuni edifici scolastici”, scrive Allocca nella dei disservizi, sia dall’associazione dei consumatori Codici e sia da alcu-
dall’amministrazione comunale. Questa volta ad essere interessato sua disposizione, “per garantirne le normali attività didattiche e l’espleta- ni cittadini sommesi il 17 luglio scorso ha ammesso che “Il totale delle ore
dalla protesta è stato il primo tratto di viale Campania, una delle mento delle pulizie dei seguenti edifici ; ordina la chiusura dei seguenti edi- d’interruzione di servizio per il Comune di Somma Vesuviana è risultato su-
arterie coinvolte nella rivoluzione della viabilità targata Ciro Borriello, fici scolastici Scuola Materna dell’Infanzia Pomintella, Scuola Elementare periore alle cinquecento ore e appare quindi rilevante. Di conseguenza”
con l’istituzione del senso unico di marcia in direzione di Torre ex Bertona di Santa Maria del Pozzo, Scuola Materna dell’Infanzia ed Ele- si legge tra le righe “questa Commissione ha provveduto ad inviare una ri-
Annunziata. Un gruppo di residenti della zona, infatti, intorno alle 8, è mentare di rione Trieste, Scuola Materna dell’Infanzia ed Elementare Ter- chiesta alla Giunta Regionale per un innalzamento del livello di servizio
sceso in strada bloccando la circolazione. Sono stati gettati, in mezzo mini, Scuola Elementare e Media Plesso Di Sarno Santa Maria del Pozzo, della rete acquedottistica di adduzione”. Gaetano Di Matteo
alla carreggiata, sacchetti di spazzatura e rovesciati i contenitori
dell’umido mandando il traffico letteralmente in tilt. Lungo viale
Campania si trovano la sezione torrese del tribunale e due scuole. I POMPEI DAL 28 NOVEMBRE ALL’8 DICEMBRE UNA VETRINA MODERNA E COMPLETA NELL’AREA ESPOSITIVA DEL SANTUARIO
residenti lamentano dunque eccessivi disagi sorti all’indomani
dell’istituzione del nuovo piano. Alla protesta hanno preso parte anche
un gruppo di mamme degli alunni della scuola “Francesco D’Assisi” che
si preoccupano soprattutto dell’aumento del traffico e dell’eccessiva
Promessi sposi, al via l’Expo: idee per le nozze e per la casa
velocità delle auto in una zona frequentata da molti bambini. È stato POMPEI. Anche quest’anno Pompei si conferma come punto di attrezzata area espositiva del Santuario di Pompei, costituita da uno
necessario l’intervento della polizia e dei vigili. Successivamente gli riferimento per le coppie di futuri sposi: dal 28 novembre all’8 spazio di circa 2.500 mq., suddiviso su due livelli, piano rialzato e piano
addetti della società che gestisce lo smaltimento dei rifiuti, hanno dicembre 2009, infatti, torna Pompei Expo, una vetrina completa e seminterrato, e da una superficie esterna di circa 1.000 mq. Nel corso
ripulito la strada dalla spazzatura. E nuove proteste si profilano in vista moderna per chi sogna il matrimonio e progetta la nuova abitazione. dell’evento i riflettori saranno puntati sulle eccellenze del matrimonio
dell’aumento delle strisce blu che delimitano le zone di parcheggio a “Soluzioni per la casa, idee per la sposa” resta il tema dominante all’italiana, ma anche wedding planner, centri estetici, pasticcerie,
pagamento. Dopo circa otto mesi, l'amministrazione, infatti, sta dell’evento espositivo, ispirato al Made in Italy, che giunge alla sua noleggi auto, fotografi, artigiani della ceramica e della pietra lavica.
preparando un nuovo piano per l'ampliamento. Tra le stade coinvolte: terza edizione consecutiva. Pompei Expo 2009 è promosso e Pompei Expo 2009 si propone ai promessi sposi come una pratica e
corso Vittorio Emanuele; via Calastro; via Monsignor Felice Romano; organizzato dall’associazione Pompei Now, con il patrocinio della Città utile guida al matrimonio, ma in questa edizione sarà dato ampio
piazzale Ferrovia; via Aldo Moro; viale Ungheria; via Madonna del di Pompei e del Santuario di Pompei. Anche quest’anno sono partner spazio anche alla “moda nuziale” e al simbolo del matrimonio per
Principio; via Marconi; via Lecco De Guevara e alcune zone periferiche. d’eccezione dell’evento: Msc Crociere, Pompei Resort e Di Paolo eccellenza, ovvero l’abito da sposa. Tutto, senza dimenticare una casa
I comitati di quartiere cittadini, però, sono già sul piede di guerra. es Allestimenti. Cornice della fiera, come sempre, sarà la moderna e “intelligente” e confortevole, all’insegna del risparmio energetico.