Sei sulla pagina 1di 16

COMPENSI SPETTANTI AL CONSULENTE TECNICO D'UFFICIO D.P.R. 30.05.2002 n.

115 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia" Nella parte II - T t!l! "II si elencano le disposizioni riguardanti gli onorari e le spese per incarichi giudiziari conferiti agli A#$ l ar %el Ma& $trat!

Agli Ausiliari del Magistrato spettano, ai sensi dall'art. 49: 1. l'onorario che pu! essere fisso, varia"ile ed a tempo# $. l'indennit% di viaggio e di soggiorno &. le spese di viaggio 4. il rim"orso delle spese sostenute per l'adempimento dell'incarico

ONORARIO

' compensi spettanti al (.T.). sono determinati dal D. M n. ' #$t ( a 30 )a&& ! 2002 emanato di concerto con il Ministero dell'*conomia e delle +inanze# "Adeguamento dei compensi spettanti ai periti, consulenti tecnici, interpreti e traduttori per le operazioni eseguite a richiesta dell'autorit% giudiziaria in materia civile e penale" 'l ,.M. &-.-..$--$ ridetermina la misura degli !n!rar * $$ + ,ar a- l ! a ,a.a( !ne a tempo# con riferimento alla Le&&e / l#&l ! 10/0 n. 310 " (ompensi spettanti spettanti ai periti, consulenti tecnici, interpreti e traduttori per le operazioni eseguite a richiesta dell'autorit% giudiziaria" a"rogata dal ,./.0. &-.-..$--$ n. 11. tranne l'art. 1 relat ,! a&l 2!n!rar .!)) $#rat al te)p!2 3,a.a( !n 4 ed al D.P.R. 11 n!,e)-re 10/3 n. /20 "Approvazione delle ta"elle contenenti la misura degli onorari fissi e di 1uelli varia"ili dei periti, consulenti tecnici, interpreti e traduttori per le operazioni eseguite a richiesta dell'autorit% giudiziaria in materia civile e penale"

2li onorari * $$ e ,ar a- l sono determinati da Alle&at! al D.M. 30.05.2002 Art. 15 2Per la %eter) na( !ne %e&l !n!rar a per.ent#ale $ 6a r &#ar%! per la per ( a al ,al!re %el -ene ! % altra #t l t7 !&&ett! %ell'a..erta)ent! %eter) nat! $#lla -a$e % ele)ent !- ett , r $#ltant %a&l att %el pr!.e$$! e per la .!n$#len(a te.n .a al ,al!re %ella .!ntr!,er$ a8 se non 3 possi"ile applicare i criteri predetti gli onorari sono commisurati al tempo ritenuto necessario allo svolgimento dell'incarico e sono determinati in "ase alle vacazioni". ,all'art. $ all'art. $4 sono elencati, suddivisi per materie di consulenza: valori ta"ellari percentuali suddivisi per scaglioni: gli onorari si calcolano applicando le percentuali indicate fino al totale delle attivit%5 valori minimi e massimi cui commisurare gli onorari. Ad esempio: Art. 1&: "/er la perizia o consulenza tecnica in materia di estimo spetta al perito o al consulente tecnico un onorario a percentuale calcolato per scaglioni sull'importo stimato: fino a euro da euro da euro da euro da euro da euro da euro ..164,.7 .,164,.4 e fino a euro 1-.&$9,14 1-.&$9,1. e fino a euro $..4$$,44 $..4$$,4. e fino a euro .1.64.,69 .1.64.,7- e fino a euro 1-&.$91,&4 1-&.$91,&9 e fino a euro $.4.$$4,4. $.4.$$4,46 e fino e non oltre euro .16.4.6,9dall' dallo dallo dallo dallo dallo dallo 1,-$648 -,9&168 -,4&698 -,.6448 -,&79-8 -,$44$8 -,-4748 al all' all' all' allo allo allo $,-64.8 1,479-8 1,649.8 1,1$118 -,7.798 -,.6448 -,-9478

9el caso di stima sommaria spetta al perito o al consulente tecnico un onorario determinato ai sensi del comma precedente e ridotto alla met%5 nel caso di semplice giudizio di stima lo stesso 3 ridotto di due terzi. *' in ogni caso dovuto un compenso non inferiore a euro 14.,1$". Art. 1$ "/er la perizia o la consulenza tecnica in materia di verifica di rispondenza tecnica alle prescrizioni di progetto e:o di contratto, capitolati e norme, di collaudo di lavori e forniture, di misura e conta"ilit% di lavori, di aggiornamento e revisione dei prezzi, spetta al perito o al consulente tecnico un onorario da un minimo di euro 14.,1$ ad un massimo di euro 97-,4$. /er la perizia o consulenza tecnica in materia di rilievi topografici, planimetrici e altimetrici, compresi le triangolazioni e poligonazione, la misura dei fondi rustici, i rilievi di strade, canali, fa""ricati, centri a"itati e aree fa""rica"ili spetta al perito o al consulente tecnico un onorario minimo di euro 14.,1$ ad un massimo di euro 97-,4$".

*' importante 1uanto riportato all'art. $9 che cos; recita: "Tutti gli onorari, ove non diversamente sta"ilito nelle presenti ta"elle, sono comprensivi della relazione sui risultati dell'incarico espletato, %ella parte. pa( !ne alle #% en(e e % !&n altra att , t7 .!n.ernente 9#e$ t ".

<a materia di riferimento dei vari articoli 3 la seguente: in &ra$$ett! sono evidenziati gli articoli di n!r)ale e% #$#ale appl .a( !ne n C.T.U. a** %ata dal 2iudice a In&e&ner + Ar.6 tett + 'e!)etr e...#. Art. $ Art. & Art. 4 Art. . Art. 6 Art. 7 Art. 4 Art. 9 Art. 1Art. 11 materia amministrativa, conta"ile e fiscale valutazione di aziende, enti patrimoniali, situazioni aziendali, patrimoni, avviamento, diritti a titolo di risarcimento di danni, diritti aziendali e industriali, nonch3 relativi a "eni mo"ili "ilancio e relativo conto dei profitti e perdite inventari, rendiconti e situazioni conta"ili avarie comuni e particolari espletamento con metodo attuariale in materia di ricostruzione di posizioni retri"utive o previdenziali, di prestiti, di nude propriet% e usufrutti, di ammortamenti finanziari, di adeguamento al costo della vita e rivalutazione monetaria accertamento di stato di e1uili"rio tecnico finanziario di gestioni previdenziali e assistenziali, analisi tecniche sui "ilanci consuntivi o preventivi di enti previdenziali, assicurativi o finanziari opere di pittura, scultura e simili accertamento di retri"uzioni o di contri"uti previdenziali, assicurativi, assistenziali e fiscali e ogni altra 1uestione in materia di rapporto di lavoro .!$tr#( !n e% l ( e+ )p ant n%#$tr al + )p ant % $er, ( &eneral + )p ant elettr . + )a..6 ne $!late e l!r! part + *err!, e+ $tra%e e .anal + !pere %ra#l .6e+ a.9#e%!tt e *!&nat#re+ p!nt + )an#*att $!lat e $tr#tt#re $pe. al + pr!&ett % -!n * .a a&rar a e $ ) l ,er * .a % r $p!n%en(a te.n .a alle pre$.r ( !n % la,!r e *!rn t#re+ % ) $#ra e % .!nta- l t7 % t!p!&ra* . plan )etr . e alt )etr . + .!)pre$ r l e, % $tra%e+ .anal + *a--r .at + .entr a- tat e$t )! cave e miniere, minerali, sostanze solide, li1uide e gassose % pr!&ett! e:! % .!ntratt!+ .ap t!lat e n!r)e+ % .!lla#%! la,!r + % a&& !rna)ent! e re, $ !ne %e pre(( + r l e, le tr an&!la( !n e p!l &!na( !ne+ la ) $#ra %e *!n% r#$t . + e aree *a--r .a- l

Art. 12

Art. 13 Art. 14

Art. 1. Art. 16 Art. 17 Art. 14 Art. 19 Art. $Art. $1 Art. $$ Art. $& Art. $4 Art. $. Art. $6 Art. $7 Art. $4

valutazione, riparazione e trasformazione di aerei, navi e im"arcazioni, salvataggi e recuperi funzioni conta"ili amministrative di case e "eni rustici, di curatele di aziende agrarie, di e1uo canone, di fitto di fondi ur"ani e rustici, di redazione di stima dei danni da incendio e grandine, di ta"elle millesimali e riparto di spese condominiali infortunistica del traffico e della circolazione esplosivi, armi, proiettili, "ossoli e simili geomorfologia applicata, idrogeologia, geologia applicata e sta"ilit% dei pendii medico=legale, nel caso di immediata espressione del giudizio raccolta a ver"ale accertamenti medici, diagnostici, identificazione di agenti patogeni, riguardanti la persona esame alcoolimetrico ricerca del tasso percentuale car"ossiemoglo"inemico materia psichiatrica o criminologica diagnosi su materiale "iologico o su tracce "iologiche ovvero indagini "iologiche o valutazioni sui risultati di indagini di la"oratorio su tracce "iologiche accertamenti diagnostici su animali, nel caso di immediata espressione del giudizio raccolta a ver"ale consulenza tecnica tossicologica su reperti non "iologici o "iologici consulenza tecnica chimica=tossicologica avente ad oggetto la ricerca 1uantitativa o 1ualitativa completa generale incognita delle sostanze inorganiche, organiche volatili e organiche non volatili nonch3 di agenti patogeni

2li onorari a ,a.a( !ne sono determinati da art. 1 %ella Le&&e / l#&l ! 10/0 n. 310 cos; come aggiornati dal D.M. 30.05.2002 Tale articolo non 3 stato a"rogato dal ,./.0. &-.-..$--$ n. 11. Testo )nico#. "<a vacazione 3 di %#e !re. <'onorario per la prima vacazione 3 di ; 11+</ e per ciascuna delle vacazioni successive 3 di ; /+15. ............ <'onorario per la vacazione non si divide che per met%5 trascorsa un'ora ed un 1uarto 3 dovuto interamente Il ' #% .e n!n p#= l 9# %are p > % 9#attr! ,a.a( !n al & !rn! per ciascun incarico. ............. ... 'l magistrato 3 tenuto, sotto la sua personale responsa"ilit%. a calcolare il numero della vacazioni da li1uidare con rigoroso riferimento al numero delle ore che siano state strettamente necessarie per l'espletamento dell'incarico, indipendentemente dal termine assegnato per il deposito della relazione ...." >uanto esposto, e tuttora vigente, 3 in contrasto con l'art. .- del ,/0 &-.-..$--$ n. 11. che individua il concetto di "compenso orario" anzich3 di 1uello temporale di "vacazione" determinato in due ore#

INDENNITA' DI "IA''IO E DI SO''IORNO <'art. .. del ,./.0. &-.-..$--$ n. 11. Testo )nico# prevede, per le indennit% dovute al (onsulente Tecnico di )fficio, l'applicazione del trattamento per i dirigenti statali di seconda fascia del ruolo unico di cui al ,.<gs. &-.-&.$--1 n. 16.# 'l (onsulente 3 pertanto e1uiparato a tale 1ualifica, indipendentemente dal titolo di studio. (on le norme sopra citate 3 stata eliminata la distinzione, prima operante, tra il consulente laureato ed il consulente diplomato, in 1uanto i rim"orsi economici sono stati collegati al tipo di incarico e non al titolo di studio. <e indennit% dovute al consulente si determinano in "ase alla Le&&e 1/ % .e)-re 10?3 n. /3< Trattamento economico di missione e di trasferimento dei dipendenti statali# cos; come modificata dalla Le&&e 2< l#&l ! 10?/ n. 11? con gli aggiornamenti operati dal Ministero del Tesoro ,ecreto /residente del (onsiglio dei Ministri#. <'art. 1 della legge n. 417:74 sta"ilisce, al punto $# l' n%enn t7 & !rnal era spettante ai dirigenti cui sono e1uiparati i periti consulenti tecnici, interpreti e traduttori, 1uantificandola in ; 21+12.

SPESE DI "IA''IO+ "ITTO E ALLO''IO <'art. .. del ,./.0. &-.-..$--$ n. 11. Testo )nico# prevede che "le spese di viaggio, anche in mancanza di relativa documentazione, sono li1uidate in "ase alle tariffe di pr )a .la$$e $# $er, ( % l nea, esclusi 1uelli aerei. <e spese di viaggio con mezzi aerei o con mezzi straordinari sono rim"orsate se preventivamente autorizzate dal magistrato". 'n aggiunta alle spese di viaggio 3 dovuta un' n%enn t7 $#pple)entare art. 14 legge 4&6:74# pari al: 1-8 del costo del "iglietto a tariffa intera per il viaggio in ferrovia ed altri servizi di linea terrestri o marittimi# senza applicare la maggiorazione ai supplementi per treno rapido, "iglietto per vagone letto e tutti gli altri eventuali supplementi in aggiunta al prezzo del normale "iglietto di viaggio, ancorch3 ammesso a rim"orso# .8 del costo del "iglietto se il viaggio 3 compiuto ed autorizzato# in aereo.

9ormalmente il (.T.). ha necessit% o comodit% di poter utilizzare il )e((! pr!pr ! autovettura#: come sopra riportato, tale facolt% deve essere a#t!r ((ata %al ' #% .e in sede di udienza fissata per la formulazione del 1uesito e del giuramento ed esplicitamente riportata nel ver"ale di udienza#. <'uso del mezzo proprio 3 rim"orsato, ai sensi dell'art. 4 della legge 417:1974, come n%enn t7 .6 l!)etr .a ra&&#a&l ata ad #n 9# nt! %el pre((! % #n l tr! % -en( na $#per+ , &ente nel te)p!. *' rim"orsata l'eventuale $pe$a per l pe%a&& ! a#t!$tra%ale.

<e $pe$e % , tt! e all!&& ! sono determinate dal ,./.(.M. 1. fe""raio 199- "Trattamento di missione per i dirigenti dello ?tato"#, modificato dal ,./.(.M. 1. fe""raio 199. "0ideterminazione del limite di spesa per i pasti giornalieri rim"orsa"ili al personale dirigenziale per incarichi di missione"# e sono rim"orsa"ili solo se documentate mediante fattura o ricevuta fiscale. <'importo massimo che pu! essere ammesso a rim"orso 3: di complessivi ; <1+10 per due pasti giornalieri di @ &-,.. per un solo pasto# a il prezzo di una camera singola in al"erghi a 4 stelle 1 categoria# 'n caso di rim"orso delle spese di vitto e alloggio, l'indennit% di viaggio e di soggiorno 3 ridotta art. 9 legge 4&6:7&#: di un terzo se sono rim"orsate le spese di alloggio della met% se sono rim"orsate le spese di vitto di due terzi se sono rim"orsa"ili sia le spese di vitto che 1uelle di alloggio .

RIM@ORSO DELLE SPESE SOSTENUTE PER L'ADEMPIMENTO DELL'INCARICO <'art. .6 del ,./.0. &-.-..$--$ n. 11. Testo )nico# prevede le modalit% di esposizione delle spese necessarie per l'adempimento dell'incarico. "2li ausiliari del magistrato devono presentare una n!ta $pe. * .a %elle $pe$e sostenute per l'adempimento dell'incarico ed alle&are la .!rr $p!n%ente %!.#)enta( !ne. 'l magistrato accerta le spese sostenute ed esclude 1uelle non necessarie. ?e gli ausiliari del magistrato sono stati autorizzati ad avvalersi di altri prestatori d'opera per attivit% strumentale rispetto ai 1uesiti posti con l'incarico, la relativa spese 3 determinata sulla "ase delle ta"elle di cui all'art. .- ..." <e ta"elle da applicarsi sono 1uelle definite dall'art. .- e determinate dal ,.M. &-.-..$--$# *' importante, come nel caso delle spese di viaggio, che il (.T.). sia a#t!r ((at! %al ' #% .e in sede di udienza fissata per la formulazione del 1uesito e del giuramento e che tale autorizzazione sia esplicitamente riportata nel ver"ale di udienza#.

<'art. .6 prevede anche il caso in cui il magistrato possa autorizzare prestazioni aventi, per caratteristiche intellettuali o tecniche, propria autonomia rispetto all'incarico di (.T.). affidato, conferendo incarichi autonomi.

'M/A0TA9T*:

gli artt. .. e .6 del ,./.0. $-.-..$--$ n.11. indicano espressamente che le indennit%, le spese di viaggio e per l'espletamento dell'incarico devono essere presentate con una "nota specifica": non possono essere esposte come "spese forfetarie conglo"ate" determinate in percentuale, in analogia alla vigente Tariffa /rofessionale#.

<a li1uidazione delle spettanze dell'ausiliario 3 fatta con decreto motivato del magistrato, che lo ha nominato, ed 3 comunicato al "eneficiario ed alle parti dal cancelliere a mezzo dell'ufficiale giudiziario o altro mezzo di notifica#. 'l %e.ret! % l 9# %a( !ne nel processo civile# .!$t t# $.e t t!l! pr!,, $!r a)ente e$e.#t ,! nei confronti delle parti a carico delle 1uali 3 posto il pagamento.

COMPENSI SPETTANTI AL CONSULENTE TECNICO DI PARTE

<e parti, a fronte della nomina da parte del 2iudice di un (onsulente Tecnico d')fficio, possono nominare, nel termine assegnato dal 2iudice stesso, propri consulenti tecnici. <a nomina 3 facoltativa e tende ad assicurare alle parti un efficace strumento di difesa, ovvero un contraddittorio durante le operazioni compiute dal (.T.). 'l (onsulente Tecnico di /arte 3 l'espressione di un rapporto li"ero e fiduciario con la parte stessa. 'l (onsulente Tecnico di /arte 3 un difensore tecnico affiancato al difensore legale: le consulenze tecniche di parte non possono essere considerati mezzi legali di prova, ma assumono il valore di difesa tecnica della parte o di mezzi di controllo per l'attendi"ilit% dell'esito della consulenza tecnica d'ufficio.

/remesso 1uanto sopra, i compensi e le spese spettanti al (onsulente Tecnico di /arte sono regolate dalla vigente Tariffa /rofessionale dell'Ardine o del (ollegio di appartenenza, in 1uanto il rapporto che si 3 venuto ad instaurare con il committente 3 di tipo privatistico.

/er le consulenze si applicano pertanto tre tipi di onorario:


!n!rar ! a ,a.a( !ne in ragione del tempo impiegato# !n!rar ! a % $.re( !ne a criterio del professionista# !n!rar ! a per.ent#ale in rapporto dell'importo dell'opera o di 1uanto oggetto di stima#.

<e spese sostenute, ai sensi della vigente Tariffa /rofessionale 'ngg. e Archh., possono essere esposte: analiticamente conglo"ando, ai sensi dell'art. 1&, le spese ed i compensi accessori di cui agli articoli sopra citati# in una misura percentuale calcolata sull'onorario risultante.

'M/A0TA9T*:

<a facolt% data dall'art. 1& della vigente tariffa professionale 'ngg. e Archh. di poter operare il conglo"amento delle spese e dei compensi accessori 3 possi"ile solo 1uanto gli onorari sono determinati a percentuale sull'importo delle opere oggetto di causa.

On!rar a ,a.a( !ne ?ono onorari valutati in ragione di tempo 1 ora# per prestazioni alle 1uali non sono applica"ili le tariffe a percentuale. <'art. 4 della tariffa professionale legge 14&:49# indica i casi tipici in cui sono applica"ili le vacazioni, specificando che " n!n $ p!$$!n! .al.!lare p > % 10 !re $#lle 21" salvo casi di effettiva maggiore prestazione professionale#. Le ,a.a( !n %e,!n! e$$ere e$p!$te n #n elen.! %etta&l at!+ per & !rn!+ %#rata e t p! % pre$ta( !ne. ' compensi orari sono i seguenti:

professionista incaricato aiuto iscritto all'Al"o 'ngg. Archh. altro aiuto di concetto

5<+/1 @:ora 3?+0< @:ora 2/+11 @:ora

Le $pe$e $!$ten#te %e,!n! e$$ere e$p!$te anal t .a)ente ai sensi dell'art. 6 della tariffa professionale.

On!rar a % $.re( !ne ?ono onorari, previsti dall'art. . della tariffa professionale, applica"ili preferi"ilmente in casi particolari 1uali, ad esempio: giudizi ar"itrali amichevoli componimenti

Le $pe$e e% .!)pen$ a..e$$!r art. 4 e 6 della tariffa professionale# %e,!n! e$$ere & 7 r .!)pre$ nel .!)pen$! % $.re( !nale di cui pertanto sono parte integrante#.

On!rar a per.ent#ale /er il consulente tecnico di parte il caso tipico 3 rappresentato dalla stesura della propria perizia con contenuti estimativi rispetto all'oggetto di causa. 'n tal caso normalmente si applica la ta"ella + della tariffa professionale onorari dovuti al professionista per perizie estimative particolareggiate#, con le avvertenze di cui all'art. $4: perizie particolareggiate si intendono 1uelle "asate su specifici criteri di valutazione e corredate di relazione motivata, di descrizioni, di computi ....

0ispetto a tale perizie si operano le seguenti correzioni: il compenso viene ridotto alla met% per perizie sommarie, cio3 in forma di giudizio "asato su elementi sintetici e glo"ali, esposto in una "reve relazione riassuntiva5 il compenso viene raddoppiato per perizie analitiche, cio3 integrate da specifiche e distinte dello stato e del valore dei singoli elementi oggetto di perizia.

Le $pe$e $!$ten#te p!$$!n! e$$ere e$p!$te:

anal t .a)ente .!n&l!-an%! le $pe$e e% .!)pen$ a..e$$!r in una misura percentuale calcolata sull'onorario risultante

<a scelta tra le due ipotesi deve essere valutata preventivamente in ragione delle prestazioni e della pro"a"ile incidenza delle spese.