Sei sulla pagina 1di 2

Prot. n. _____________/ 2013 Ord.

n 240 del 31 ottobre 2013

OGGETTO: Disposizioni per lapertura di sale da gioco e spazi per il gioco finalizzate alla tutela dei soggetti maggiormente vulnerabili e per la prevenzione della ludopatia.

IL SINDACO Visto il regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza); Visto il decreto legislativo 14 aprile 1948, n. 496, (Disciplina dellattivit di gioco); Visto il decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158 (Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un pi alto livello di tutela della salute), convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2012, n. 189, il cui art. 7 ha istituito un Osservatorio per valutare le misure pi efficaci per contrastare la diffusione del gioco dazzardo ed il fenomeno della dipendenza grave ; Vista la L.R. 18 ottobre 2013, n. 57, (Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia) ; Visto lart. 50 del D. Lgs. 18 agosto 2000, n.267; Considerato: - che la Corte Costituzionale, con sentenza del 10 novembre 2011, n. 300, ha dichiarato non fondata la questione di legittimit costituzionale in riferimento allart. 117, secondo comma, lett. h) della Costituzione, sollevata dal presidente del Consiglio dei Ministri avverso la Legge della provincia di Bolzano 22 novembre 2010, n. 13; - che la stessa Corte Costituzionale ha evidenziato che le norme volte alla regolamentazione degli spettacoli e degli esercizi commerciali, dettando precipuamente limiti alla collocazione nel territorio delle sale gioco e di attrazione delle apparecchiature per giochi leciti sono dichiaratamente finalizzate a tutelare soggetti ritenuti maggiormente vulnerabili, o per la giovane e et o perch bisognosi di cure di tipo sanitario o socio assistenziale, e a prevenire forme di gioco cosiddetto compulsivo, nonch ad evitare effetti pregiudizievoli per il contesto urbano, la viabilit e la quiete pubblica; - che, nelle considerazioni in diritto, la Corte Costituzionale ha confermato Le caratteristiche ora evidenziate (ovvero quelle di cui al punto precedente) valgono a differenziare le disposizioni impugnate dal contesto normativo, in materia di giocorendendo la normativa provinciale in esame non riconducibile alla competenza legislativa statale in materia di ordine pubblico e sicurezza ; - che la ludopatia una patologia che rientra nella categoria diagnostica dei disturbi del controllo degli impulsi, descritta nella classificazione internazionale delle malattie dellOrganizzazione mondiale della sanit, come affermato nel preambolo della novella L.R. 18 ottobre 2013, n. 57; - che la sentenza della Corte costituzionale n. 300/2011, sopra citata, ha riconosciuto alle regioni la possibilit di legiferare in materia di regolamentazione delle sale da gioco, al fine di tutelare categorie di persone socialmente a rischio e per la prevenzione della ludopatia;
Comando del Corpo: via Tanzini 31 - 50065 Pontassieve (FI) - Pronto Intervento 055.8368888 Centralino 055.8360244 Fax 055.8367454 - polizia.municipale@comune.pontassieve.fi.it - www.comune.pontassieve.fi.it Comando Territoriale di Pelago: via Bettini 9 - 50060 S. Francesco/Pelago (FI). Tel. 055.8313860 - Fax 055.8368029 - poliziamunicipale@comune.pelago.fi.it Comando Territoriale di Rignano sullArno: p.zza Stazione - 50067 Rignano (FI). Tel. 055.8347821 - Fax 055.8347808 - vigili@comune.rignano-sullarno.fi.it

- che, in attesa della imminente entrata in vigore della legge regionale, pubblicata sul BURT n. 50, parte prima, il 28 ottobre 2013, cui far seguito lapprovazione di un Regolamento Comunale sulle sale da gioco e sui giochi leciti, si rende opportuno anticipare la norma specifica di cui allart. 4 della citata legge regionale, a titolo Collocazione delle sale da gioco e degli spazi per il gioco, sia per evitare situazioni critiche e pregiudizievoli dei valori che si vogliono tutelare, dovute alla eventuale apertura di nuove sale da gioco in difformit dai presupposti della legge regionale richiamata nel periodo in cui la stessa non ancora entrata in vigore, sia per evitare future posizioni conflittuali tra la pubblica amministrazione e i titolari di tali esercizi che di fatto diverrebbero non rispondenti alla normativa solo dopo pochi giorni dal loro insediamento; ORDINA vietata, fino allentrata in vigore delle disposizioni di cui alla Legge Regionale 18.10.2013, n. 57, lapertura di sale da gioco e di spazi per il gioco che siano ubicati in un raggio di 500 metri da istituti scolastici di qualsiasi grado, luoghi di culto, centri di aggregazione sociale, centri giovanili o altre strutture culturali, ricreative e sportive frequentate principalmente dai giovani, o da strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale. Per la violazione del presente provvedimento si applicheranno le sanzioni amministrative previste dalla legge, nonch la chiusura della sala da gioco, ovvero la chiusura degli apparecchi per il gioco lecito, mediante sigilli. Gli Agenti e Ufficiali della Polizia Municipale e della Forza Pubblica sono incaricati di far rispettare il presente provvedimento. DISPONE La trasmissione del presente provvedimento, per quanto di rispettiva competenza: - AllAlbo comunale sede - Al Corpo di Polizia Arno-Sieve Comando Territoriale di Pontassieve - Al S.U.A.P. associato (suap.ucvv@postacert.toscana.it) - Al Comando Stazione Carabinieri Pontassieve (stfi241810@carabinieri.it)

COMUNICA

CHE

Avverso il presente atto ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo della Toscana, da parte degli aventi interesse, entro 60 giorni dalla pubblicazione, oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla pubblicazione.

Il Sindaco (Dott. Marco Mairaghi)

Comando del Corpo: via Tanzini 31 - 50065 Pontassieve (FI) - Pronto Intervento 055.8368888 Centralino 055.8360244 Fax 055.8367454 - polizia.municipale@comune.pontassieve.fi.it - www.comune.pontassieve.fi.it Comando Territoriale di Pelago: via Bettini 9 - 50060 S. Francesco/Pelago (FI). Tel. 055.8313860 - Fax 055.8368029 - poliziamunicipale@comune.pelago.fi.it Comando Territoriale di Rignano sullArno: p.zza Stazione - 50067 Rignano (FI). Tel. 055.8347821 - Fax 055.8347808 - vigili@comune.rignano-sullarno.fi.it