Sei sulla pagina 1di 1

TIMIDEZZA Ciao! Arrossisco fino a divampare le mie gote.

Una ragazza sconosciuta appena salutata ma comunque che stabilisce un dialogo con me seppur io sia sempre sulle nuvole. Non ridere, mi fa imbarazzare ancor di pi! Dico dentro me stesso mentre la guardo e scorgo nei suoi occhi una luce di umanit e gentilezza. Io mi ricordo di te! Sei quel ragazzo che mi indico una via mentre mi ero persa in paese! Breve sorriso abbassando lo sguardo da parte di lei mentre io mi gratto timidamente la fronte come se fossi sulle spine. Dentro me sono tutto un fremito, le mani sudano e il fatto di non conoscere cosa possa succedere mi inquieta notevolmente. Ti ringrazio, per la scorsa volta! Sei stato gentilissimo! Voglio sdebitarmi offrendoti qualcosa al bar! Disse lei. Ma guarda io adesso sono di fretta non saprei: imbarazzato e sudante. Accetto! Quando mai mi capita un'altra occasione dove una bellissima e gentilissima ragazza mi inviti a bere qualcosa? E' pura follia questa, sogno o son desto? Il camminare accanto a lei mi fa star bene e mi mette a mio agio. Smetto di sudare e la mia voce tremolante si quieta sempre pi. Grazie! Certo ti ringrazio perch questa la prima volta che comunicare mi rende felice e accende una speranza nel mio cuore dubbioso mentre tu lo hai preso e invitato insieme al tuo a creare un'intesa di amicizia reciproca. Te ne sar sempre riconoscente perch nel mio animo un barlume di calore entrato e s' depositato all'interno fino ad accendermi la mia umanit. Marco Samaritani Comacchio '85