Sei sulla pagina 1di 24

Valutazione differenziale formare i sottogruppi Gianpiero Capra FT DO

La valutazione del paziente


Esame soggettivo Storia

Descrizione dei sintomi Anamensi remota

Esame oggettivo Osservazione Movimenti attivi direzione del dolore Movimenti passivi schema capsulare Movimenti contro resistenza S.N.P. Esame neurologico S.N.C. R.O.T.

La valutazione del paziente


Escludere il paziente dal trattamento
Suggerire una ulteriore valutazione

medico chirurgica Trattamento inappropriato Altro operatore della equipe sanitaria

La valutazione del paziente


Problema meccanico Trattamento muscolo scheletrico indicato Problema non meccanico Trattamento muscolo scheletrico non indicato o controindicato Paziente ipomobile Trattamento muscoloscheletrico passivo di mobilizzazione Paziente ipermobile Trattamento muscoloscheletrico attivo

La valutazione del paziente


Problema adattativo Attraverso la disfunzione muscoloscheletrica il paziente sta compensando una patologia importante frattura, compressione nervosa periferica, artrite infiammatoria Il trattamento non indicato o controindicato
Problema maladattativo La disfunzione muscoloscheletrica non funzionale alla protezione dellintegrita organica ma genera una cattiva biomeccanica ed allorigine della sintomatologia Il trattamento indicato

SCHEMA CAPSULARE
Artrite Cambia da unarticolazione allaltra Consiste in una limitazione del

movimento in proporzione fissa che varia da unarticolazione allaltra E sempre uguale indipendentemente dalla causa dellartrite

SCHEMA NON CAPSULARE


Dislocazione intra articolare

Lesione legamentosa
Lesione extra articolare

Regole del dolore riferito segmentario


Unilaterale
Non supera la linea mediana E riferito distalmente Segmentario Occupa tutto o una parte del

dermatoma

Fattori in grado di influenzare il dolore riferito


Intensit dello stimolo
Posizione nel dermatoma Profondit Natura della struttura

Eccezione alle regole del dolore riferito


Dura madre
Struttura mobile Sensibile anteriormente Dolore riferito extrasegmentario

Classificazione del dolore


Somatico
Stimolazione nocicettiva su una delle componenti

muscoloscheletriche della colonna Stimolazione di terminazioni nervose su Osso Legamento Muscolo Articolazione Dolore profondo, diffuso, scarsamente localizzabile

Classificazione del dolore


Dolore radicolare
Dolore derivato dalla irritazione di un nervo o una radice

spinale Il dolore radicolare pu essere associato a radicolopatia (blocco della conduzione nervosa) ma non necessariamente E un dolore lancinante a forma di striscia La compressione radicolare deve essere abbinata ad un processo infiammatorio

N Bogduk (2005)

Le strutture vertebrali

Valutazione differenziale
Pressione sulla dura madre Pressione sul midollo spinale

Valutazione differenziale
Pressione sulla guaina durale della radice

nervosa Pressione sulla radice nervosa


Pressione sul tronco nervoso Pressione sul nervo periferico

Dermatomeri

Dermatomeri

Dolore durale

Localizzazioni discrepanti

Diaframma C3,4,5 Cuore C8,T1,2,3,4 Scapola & muscoli adiacenti C4,5,6,7 Gran dorsale C6,7,8 Gran pettorale C5,6,7,8,T1 Glutei L5,S1,2 Testicoli T10,11

Clinical Red Flags


Patologia organica

Problemi medici concorrenti


Iatrogenesi

Controindicazioni
Osteoporosi (corticosteroidi per via sistemica per

lungo tempo) Malattie della coagulazione - Farmaci antiaggreganti Sindrome S4 Lesione nervosa centrale - Babinski positivo Instabilit vertebrale - Sintomi instabili

Clinical Yellow Flags


Strategie di coping
Internal/external locus of control

Stress Illness behaviour Desiderio di cambiare

Occupational Blue Flags


Rinforzo familiare
Status lavorativo Benefici Pensione di invalidit Cause legali Scarso sostegno sociale dai colleghi Scarsa soddisfazione sul posto di lavoro

Socio-occupational Black Flags


Condizioni lavorative Caratteristiche dellimpiego Politiche sociali Salario Cassa mutua Turni di lavoro Sostegno sindacale