Sei sulla pagina 1di 1

10

Pavia

LA PROVINCIA PAVESE DOMENICA 1 LUGLIO 2012

Ancora nervi tesi nel Pdl Nola, voci di dimissioni


Lui smentisce: C qualche problema nel partito, ma fa parte del mio incarico Il caso Voghera crea tensioni, linedito asse Abelli-Pesato sposta gli equilibri
il Congresso
PAVIA

Nessuno fermer la Lega Nord dice Roberto Mura


PAVIA

Ieri ad Assago, a seguire i lavori congressuali della Lega Nord, cera anche il senatore Roberto Mura: stata ufficializzata la candidatura di Roberto Maroni e si lavorer per avere indicazioni sulla politica di un movimento che sta cambiando, ma che resta fedele ad alcuni punti fermi. Ad esempio la questione settentrionale, che molti sembrano scoprire solo ora in periodi di crisi. Ultimamente abbiamo vissuto momenti difficili, ma noi non cerchiamo mai di insabbiare i problemi. Discuteremo anche dei comportamenti moralmente non accettabili, non solo di quelli a rilevanza penale. Lenfasi mediatica data a queste vicende, in un momento in cui facevamo paura, non ci fermer.

Una lettera lunga almeno sei pagine per motivare la rinuncia alla carica di coordinatore provinciale. Secondo i bene informati della politica, Carlo Nola sarebbe pronto a dimettersi, stanco di una situazione nella quale non riesce a imporre definitivamente la propria linea al partito. Il diretto interessato, come ovvio, nega. Certo dice la situazione politica non delle migliori. Ci sono delle tensioni, ma questo fa parte del peso che un segretario deve portare. Se qualcuno pensa di poter fare ancora il bello e il cattivo tempo, come quando non cera un segretario eletto da un congresso, si sbaglia. Il riferimento , evidentemente, alla fase abelliana. Una parentesi che sembrava dovesse essersi conclusa quando, domenica 4 marzo, 3636 iscritti al Popolo della Libert avevano affidato la responsabilit della guida provinciale a Carlo Nola, togliendola dalle mani di Marco Bellaviti, da sempre fedelissimo sostenitore di Giancarlo Abelli.

Vittorio Pesato

Giancarlo Abelli

Per Carlo Nola un incarico difficile da gestire allinterno del Pdl provinciale

Sembrava dovesse essere la fine di unepoca. Invece, nelle ultime settimane, alcuni segnali lasciano intendere una realt diversa. Il caso pi eclatante stato, senza dubbio quello del blitz allinterno della giunta di Voghera. Il sindaco Carlo Barbieri, senza avere prima concordato una linea con il partito, ha improvvisamente ritirato le deleghe agli assessori Vincenzo Giugliano e William Tura, per sostituirli con Gianpiero Rocca e Giuseppe carbone.

Il giorno dopo, dalla segreteria provinciale sono arrivati tuoni e fulmini. Carlo Nola ha fatto sapere di avere scritto ad Angelino Alfano per chiedere che i ribelli vogheresi venissero messi fuori dal Pdl. Tra laltro, Giugliano stato uno dei pi accesi sostenitori di Nola e Pesato in fase precongressuale. Sono bastati pochi giorni, e al brontolio di tuono seguita una lettera del coordinamento provinciale (allunanimit) con la quale,l in sintesi, si dice-

va a Barbieri di non farlo pi. A questo episodio, i pi avvezzi alla dietrologia ne hanno aggiunti altri. Ad esempio il voto di Mitsopoulos (consigliere di Asm espresso da Pesato) a favore di Claudio Tedesi, da sempre vicinissimo ad Abelli. O, ancora, il fatto che due consiglieri comunali di area pesatiana, come Carlo Alberto Conti e Cristiano Facciotto, abbiano disertato il Consiglio comunale di luned scorso. A fronte del sospetto di essersi avvicinato

al Faraone, per, Pesato reagisce con una metafora sportiva: Io sono tifosissimo della Juventus, mentre mi risulta che Abelli tifi per lInter. Speriamo solo che lItalia vinca la finale degli Europei. Netto anche il commento sullipotesi di dimissioni da parte di Nola: Si dimetter sicuramente dice Pesato ma nel 2064. A microfoni spenti, per, c chi conferma: Nola deve riuscire a tenere insieme il partito. E non si tratta di un abelliano. (f.m.)

Si gioca ma solo in inglese


Settanta bambini al centro estivo con tutor madrelingua
PAVIA

Con lo spettacolo di venerd si chiuso il Pavia City Campus, progetto rivolto a tutti i bambini della citt per l apprendimento della lingua inglese. Liniziativa nata grazie allassociazione Genitori@scuola, il Comune e il quarto circolo di Pavia ha coinvolto circa 70 bambini e sei tutor (et media 20 anni) provenienti da paesi anglofoni, scelti da Acle, ente italiano impegnato nella diffusione della lingua inglese. Si tratta di unopportunit molto importante per i piccoli spiega Franca Maino, presidente di Genitori@scuola per tutto il giorno parlano solo in inglese, il modo migliore per iniziare lapprendimento di questa lingua fondamentale per il futuro. A coordinare il progetto, Marisa Bisson, insegnante dinglese della scuola elementare Pascoli. I bambini leggono piccoli racconti e compilano brevi questionari spiega ma soprattutto fanno attivit di comunicazione, cantano e giocano e tutto viene spiegato in inglese. I nostri tutor conoscono solo poche frasi ditaliano, in questo modo i bambini imparano a pensare in modo nuovo, il tutto in unatmosfera serena e tranquilla, di amicizia, senza tensioni o paure. Clima che i bambini apprezzano. Questa lattivit pi bella che abbia mai fatto dice Emanuele ci si deve impegnare, ma si impara tanto e ci si diverte. Bellissimo dice Livia mi piace parlare questa lingua e la nostra insegnate molto brava. I genitori sono soddisfatti conclude la Bisson speriamo di poter ripeter liniziativa anche il prossimo anno. (al.mon.)

aperti oggi
dalle 9 alle 14
Una delle attivit del Pavia City Campus che si svolto alla Pascoli

Broni
strada Padana Inferiore

ore 8 il buongiorno dei pavesi

La foto del giorno di Enrico

Pavia
alla Minerva, via Fabio Filzi

Vigevano
via Santa Maria (ang. statale Vigevanese)

Voghera
viale Montebello
s s Il giallo e il nero segno di pericolo e di bellezza: la foto del

giorno per la nostra iniziativa Ore 8 il buongiorno dei pavesi di Enrico Semplici. Mandate le vostre foto sul sito, tramite Facebook o con Twitter usando #buongiorno #pavia.