Sei sulla pagina 1di 1

OSSIFICAZIONE Processi di formazione delle ossa che comporta sempre la trasformazione di un tessuto connettivo preesistente.

OSSEINA Proteina sintetizzata dagli osteoblasti simile al collagene del tessuto connettivo, frammista a Sali minerali nella composizione del substrato organico del tessuto osseo. OSSIFICAZIONE CONNETTIVALE (losso si trasforma direttamente sul connettivo giovane) Si parte con un notevole aumento della vascolarizzazione per proliferazione dei capillari con comparsa di cellule mesenchimali che si trasformano in osteoblasti capaci di elaborare la sostanza fondamentale per trasformarla in osseina attivano la deposizione dei Sali di calcio (calcificazione). Gli osteoblasti rimangono inclusi nella sostanza fondamentale che calcifica, diminuiscono e emettono lunghi prolungamenti trasformandosi in osteociti o cellule ossee. Le parti ossee neo forate vengono raggiunte da altri osteoblasti che continuano la deposizione di matrice calcificata in lamelle che costituiranno il tessuto compatto o spugnoso a seconda di come si posizioneranno. Alcune cellule mesenchimali rimaste imprigionate nella matrice neo formata acquistano la propriet di erodere losso per modellarlo queste cellule sono dette osteoclasti. OSSIFICAZIONE CONDRALE (losso si sviluppa si un modello cartilagineo preesistente) Le ossa in un primo tempo sono costituite da cartilagine ialina costituita da una matrice cartilagine, da cellule cartilaginee dette condrociti e dal pericondrio che molto irrorato e ha il compito di nutrire la cartilagine oltre ad avere propriet osteogene. In corrispondenza del nucleo di ossificazione c un aumento del volume dei condrociti per accumulo di glicogeno e lipidi nel loro citoplasma. Laumento del volume va a scapito della matrice circostante che diminuisce. Le cellule ipertrofiche retrocedono fino a degenerarsi creando spazi vuoti affiancati dalle lacune lasciate dalla matrice scomparsa. Lacune dette setti fenestrati. Si attivano le potenzialit osteogene del pericondrio che inizia a depositare uno strato di tessuto osseo. Vasi sanguigni penetrano in quantit e invadono i setti fenestrati trasportando Sali minerali e cellule mesenchimali le quali si trasformano in osteoblasti che iniziano a sintetizzare losseina e a cementificare la matrice di sostanze fondamentali rimanendone intrappolate. Nellosso lungo deporranno le lamelle di sostanza fondamentale dalla periferia al centro con tessuto compatto e spugnoso. Alcuni condrociti della cartilagine ialina si dispongono in colonne e subiranno le stesse modificazioni. Contemporaneamente altre cellule mesenchimali penetrano con i vasi nella cartilagine. Alcuni si differenziano in elementi emopoietici del midollo osseo altre in osteoblasti che deporranno nuovo materiale e altre in osteoclasti che modelleranno losso. Alcuni osteoblasti cementificati in precedenza si trasformano in osteoclasti e inizieranno ad erodere losso nella formazione dei canali midollare, di Wolkmann e di Havers.