Sei sulla pagina 1di 5

Proposta progetto lavoro

Azioni per favorire linserimento sul mercato del lavoro degli immigrati

Le premesse del progetto

La crisi economica degli ultimi anni ha determinato una contrazione della richiesta di manodopera poco qualificata anche da parte delle aziende e dalle famiglie padovane, mettendo in difficolt soprattutto i lavoratori immigrati presenti nel territorio che prevalentemente coprono mansioni di basso profilo nel campo delledilizia e dellassistenza alla persona. In pi, la mancanza di una rete sociale e familiare che possa sostenerli in questo periodo difficile crea fenomeni di emarginazione sociale ed economica.

Lo scopo del progetto

Il Coordinamento dei Romeni di Padova, pur non avendo una struttura giuridica, si propone con laiuto delle associazioni che ne fanno parte- di promuovere azioni che possano agevolare linserimento sul mercato del lavoro degli immigranti presenti sul territorio padovano.

Lobiettivo del progetto

Consiste nel creare una cultura del lavoro tra gli immigrati idonea con le richieste specifiche del mercato, migliorando il loro profilo di base, mettendo a loro disposizione degli strumenti e delle conoscenze che possano renderli pi competitivi. In questo modo si cerca di superare le mancanze dovute alla diversa provenienza geografica e culturale dei lavoratori immigrati.

I destinatari del progetto

I destinatari finali del progetto sono cittadini stranieri presenti sul territorio padovano alla ricerca di lavoro oppure interessati a migliorare il loro grado di integrazione sociale ed economica.

Eventuali partner del progetto

Sono invitati a partecipare al progetto qualsiasi associazione/istituzione locale/associazione di categoria interessate a migliorare il livello di integrazione degli immigranti sul mercato del lavoro.

Gli obiettivi specifici

Il Coordinamento dei Romeni di Padova, per raggiungere lobiettivo generale stabilito, si propone i seguenti obiettivi specifici da raggiungere tramite le azioni messe in campo all' interno del progetto:

- fornire ai destinatari del progetto nozioni fondamentali di diritto del lavoro e mettere a loro disposizione degli strumenti base necessari utili nella ricerca di un impiego (obiettivo 1).

-creare sinergie tra le categorie datoriali (imprese e famiglie) e i destinatari del progetto (obiettivo 2).

-creare una rete con le associazioni e categorie sociali che lavorano nel mondo dell'immigrazione per ottenere un miglior grado di inserimento lavorativo degli immigrati (obiettivo3).

Le azioni del progetto

In base agli obiettivi specifici stabiliti, metteremo in campo azioni di aula (obiettivo 1)e azioni di sensibilizzazione istituzionale e di orientamento formativo e lavorativo (obiettivi 2 e 3).

Azioni formative e di orientamento, da realizzare in forma interattiva:

incontro con le rappresentanze sindacali per conoscere le nozioni fondamentali del diritto del lavoro italiano e dei contratti nazionali di categoria.

incontro dedicato alla ricerca del lavoro (come redazione del curriculum vitae, quali canali di ricerca utilizzare e come preparare il colloquio di lavoro, come trovare corsi di lingua, di formazione professionale).

incontro con rappresentanti delle categorie datoriali (associazioni di categoria, cooperative e agenzie di lavoro interinale), per facilitare l'incontro tra le esigenze dei datori di lavoro e dei lavoratori immigrati.

Azioni di sensibilizzazione istituzionale:

incontri con l'assessorato al lavoro del Comune di Padova, con l'Unit di Progettazione ed Immigrazione per valutare azioni possibili per sensibilizzare le agenzie interinali e le cooperative sulla discriminazione nei confronti dei lavoratori immigrati.

azioni pubbliche per sensibilizzare e informare l'opinione pubblica sui rischi del lavoro nero nel campo della assistenza alle famiglie (banchetti ed incontri con le associazioni dei datori di lavoro nel ambito dell'assistenza alla persona, incontri a livello di quartieri).

creare e pubblicizzare una data base on-line certificata con i curriculum vitae dei partecipanti al progetto a disposizione dei eventuali datori di lavoro.

Figure professionali necessarie

Il progetto necessita certe figure professionali per il buon andamento e il raggiungimento degli obiettivi proposti.

-coordinatore del progetto, gestisce e coordina le azioni del progetto in linea con gli obiettivi stabiliti.

-responsabili di settore,visto il carattere volontario dei partecipanti e per una buona gestione del progetto, ogni azione sar gestita da un responsabile.

-formatori, sostengono le attivit formative ed orientative

-mediatori culturali, partecipano e sostengono alle azioni di sensibilizzazione ed informazione (nella misura in cui il Comune pu assicurare la loro partecipazione. In caso contrario le loro funzioni saranno sostenute dai operatori volontari).

-operatori, assicurano il sostegno logistico delle azioni.

Le fasi del progetto

Il progetto avr tre fasi:

preparatoria - redazione del progetto, identificare i partner e realizzare la rete, decidere i ruoli all'interno del progetto, decidere la tempistica delle azioni, identificare le persone implicate e le loro responsabilit, preparare le azioni

esecutoria realizzazione delle azioni

conclusiva valutazione del progetto

Il monitoraggio e la valutazione

Ogni azione sviluppata verr monitorata (anche in fase preparatoria) e valutata in base ad un breve questionario qualitativo compilato dai partecipanti al progetto. Il questionario sar realizzato nella fase preparatoria del progetto.

Teodor A. http://padovaromania.wordpress.com padovaro@gmail.com