Sei sulla pagina 1di 6

DOUG - RACCONTO DI GIOVANNI CLAUDIO. QUEST'OPERA E' COPERTA DALLA LICENZA GRIGIA , VERSIONE 1.

2 DI TIPO B REPERIBILE ALL'INDIRIZZO INTERNET : http://www.00800800 .com/licenza.php ed in coda a questo stesso testo. "Il mattino ha l'oro in bocca, dovreste saperlo gente! non poltrite nei vostri l etti saltate gi e fate qualcosa di buono della vostra giornata. Io sono Roger Per ry e questa la sveglia di Metropolitan Network, gentilmente offerta da..." CLICK. Meno male che qualcuno aveva spento quel maledetto aggeggio. Guarda tu se tutte le mattine, alle sette, nel bel mezzo del sogno pi bello, uno deve essere sveglia to da quella voce da tacchino. Doug si stiro' e penso' che In ogni caso era megl io godersi in pace gli ultimi attimi di riposo e cercare di distendere i propri nervi malridotti. Ultimamente stava attraversando un periodo decisamente brutto. Chiss, forse era per la luna piena. Lui non aveva mai dato molto credito a quel genere di argomenti ma molti sostenevano che il vecchio satellite riuscisse a ma ndar fuori di testa anche i tipi piu' tranquilli. Quello che sentiva lui era la voglia di mollare tutto e di andarsene da qualche altra parte. Certo, a pensarci razionalmente, non c'era motivo per lamentarsi: aveva una casa bella e, fatta e ccezione per l'arcaica tradizione di avere i servizi all'esterno, anche molto co nfortevole. Quello del bagno, del resto, era un finto problema: in un posto come l'Arizona, dove la temperatura non scende mai al di sotto dei venti gradi, dove r uscire di casa per pisciare diventa solo un'abitudine come un'altra. Anche in famiglia tutto andava liscio. Quanti avrebbero potuto dire lo stesso? O ramai era pi di un anno che non si verificava una vera lite sotto quel tetto ed i bambini, una gioia donata dal cielo, crescevano a vista d'occhio; sani, robusti , e sempre piu' vitali. Eppure anche loro, benche' Doug li amasse alla follia, cominciavano a dargli sui nervi: sempre intorno, sempre addosso ogni minuto per cercare di coinvolgerlo i n qualche nuovo gioco, e sempre pronti a piangere per qualsiasi stupidata. Doug si rendeva conto che il problema non veniva dall'esterno ma da se stesso. D el resto come poteva non essere stressato senza un lavoro in cui realizzarsi? Fa re il baby sitter a tempo pieno non era precisamente quello che sognava di fare della propria vita. Forse avrebbe dovuto seguire le sue fantasie di bambino: ent rare nel soccorso alpino. Ricordava ancora in modo vivido i pomeriggi passati ad immaginare eroici salvataggi, in cui solo lui era in grado di ritrovare le vitt ime di una terribile valanga. Gi, probabilmente per uscire da quella mezza crisi non avrebbe dovuto far altro che agire, fare qualcosa di veramente costruttivo. Beh, per quella mattinata non aveva comunque piu' tempo per rimuginare. Ormai er a ora di uscire: aveva appena sentito i bambini prendere gli zaini dalla cameret ta e, a momenti, avrebbe sentito la voce di Linda chiamare.... "Doug vieni qua! Accompagna i bambini a scuola e quando torni fai la guardia alla casa, da bravo. " Ecco, forse era quello il suo vero problema: era troppo debole. Bastavano due ca rezze ed eccolo subito a scodinzolare.... Forse se fosse stato un pastore tedesco anzich un bastardino... FINE.

LICENZA GRIGIA - VERSIONE 1.2 : 21 Maggio 2005 Copyright (C) 2004-2005 Giovanni Claudio

cldgnn71m22f205y nato il 22-8-1971 a Milano, Italia Questa licenza puo' essere duplicata, applicata e distribuita liberamente ma non modificata senza l'esplicito consenso dell'autore. E' consentito tradurla a patto che la traduzione sia integrale e non alteri il s enso di quanto scritto nel presente documento. INTRODUZIONE Questa licenza rappresenta il tentativo di trovare un punto di incontro tra le d ue modalit, diametralmente opposte, di tutela della propriet intellettuale: Le licenze del software libero, come la GNU, da un lato, e le classiche licenze "Commerciali" dall'altro. Perche' ho formulato questa licenza? Perche' qualcuno dovrebbe decidere di usarla al posto di una tradizionale licenz a commerciale o di una licenza di tipo GNU? La mia risposta e' : perche' spesso la via di mezzo e' la migliore. Da qui la definizione di "Grigia", per una licenza che cerca di conservare le pa rti positive di entrambi gli approcci. Dal mio punto di vista il problema piu' grosso nella tutela della propriet intell ettuale di tipo tradizionale NON e' il fatto che venga garantita una controparte economica, a fronte dello sfrutt amento di un opera. La vera anomalia, cio' che e' in grado di fare realmente danno, e' il fatto che per tutelare chi crea qualcosa si sia scelto, a livello legale, di utilizzare lo strumento dell'esclusivita' e del monopolio. Questo fa s che chi detiene i diritti di una propriet intellettuale possa, per ass urdo, impedire che la sua scoperta venga utilizzata, indipendentemente dall'utilit che la scoperta stessa possa avere per la societ. Allo stato attuale delle leggi se un genio eccentrico scoprisse un farmaco per c urare il cancro, lo brevettasse e poi decidesse di non volerlo ne' produrre in p roprio ne autorizzare altri a produrlo su licenza l'umanit non potrebbe giovarsen e fino allo scadere dei diritti intellettuali sul brevetto stesso, cioe' decine di anni di attesa. Inoltre l'approccio "monopolistico" fa si che il prezzo di vendita, distribuzion e, fruizione di alcune Opere sia assurdamente alto, completamente al di fuori di quelli che sarebbero determinati dai costi di produzione e distribuzione. Infine il tenere "segreta" la conoscenza connessa con un brevetto rende molto pi u' lenta la ricerca e l'evoluzione della conoscenza. D'altro canto e' anche vero che difficilmente una grossa azienda investir cifre c onsistenti nella ricerca sapendo di non poter trarre alcun vantaggio competitivo dall'avere realizzato un nuovo brevetto . Una casa discografica o cinematografica difficilmente spender centinaia di migliaia di dollari per produrre un disco o un film sapendo che chiunque poi potr sfruttare gratuitamente il suo lavoro.

La soluzione che prospetto io e' quella di dividere i due problemi. Mantenere ci o il concetto delle Royalties per chi inventa o scopre qualcosa di innovativo, ma smettere di utiliz zare lo strumento del "monopolio di una idea" per farlo. Con la LICENZA GRIGIA chi inventa qualcosa avra' comunque un vantaggio economico sui concorrenti perche' gli utilizzatori della sua scoperta gli dovranno versare una parte dei guadagni. Contemporaneamente pero' la LICENZA GRIGIA lascia la libert al mercato di stabilire il prezzo corretto per la vendita e lo sfruttamento di un'opera. Questa licenza inoltre potrebbe incentivare molti "inventori" che attualmente, p er quanto affascinati dalle idee del software libero, continuano ad usare licenze di tipo commerciale perche' dominati da questo pensi ero: "Perche' devo aver sacrificato tempo e fatica per realizzare questo eccellente p rodotto per poi lasciare che altri se ne impossessino e diventino ricchi al posto mio?" Quello che spero venga percepito come un punto di forza e' che se il software li bero piu' famoso in circolazione fosse stato rilasciato con una licenza grigia al posto della GNU gli utilizzator i non ne avrebbero subito alcun danno mentre il movimento avrebbe ricevuto una grande spinta economica. GLOSSARIO All'interno di questo documento verranno utilizzate le seguenti parole Opera : Qualsiasi realizzazione dell'ingegno umano caratterizzata dal fatto di p ossedere un livello di unicit o di innovazione tale da renderla assoggettabile ad una delle varie forme di tutela d ella propriet intellettuale quali, a titolo di esempio, il diritto d'autore o il brevetto. Ese mpi di opere, non esaustivi sono: Romanzi, saggi, manuali, brevetti, software, fotografie, format televisivi, canz oni, prototipi etc. Soggetto : Qualsiasi entit che abbia la facolt di esercitare una propriet intellett uale di qualsiasi tipo. Esempi non esaustivi: qualsiasi persona fisica o giuridica, ente privato, governativo o sovragovernati vo, ente a fine di lucro o no profit, associazioni o cooperative di ogni tipo, ente religioso. Modificata : Un'opera si considera modificata quando una qualsivoglia parte, per quanto piccola, dell'opera stessa risulti distinguibile dall'opera originale Estesa : Un'opera si considera estesa quando la parte originale rimane immutata ma ad essa vengono aggiunte nuove parti. Ad esempio un romanzo del quale viene scritto un seguito, oppure un software al quale venga aggiunto un nuovo modulo od uno strumento che venga accoppiato ad un secondo per ottenere nuove caratteristiche Derivata : Un'opera si considera derivata quando da un mezzo viene trasferita in un altro. Ad esempio un film tratto

da un romanzo e' considerato un'opera derivata, cosi' come un manuale tecnico ca rtaceo trasformato in un ipertesto multimediale Sfruttamento : Si intende l'utilizzo di un'opera sotto qualsiasi forma. Beneficio economico : Un miglioramento del bilancio finanziario attraverso un in cremento di entrate o una diminuzione di spese o l'incremento dei beni posseduti. Inoltre lo sfruttamento di un'opera in ambito professionale viene sempre considerato Beneficio economico. TERMINI E CONDIZIONI DI APPLICAZIONE DELLA LICENZA GRIGIA 1- Questa licenza puo' essere applicata a qualsiasi Opera. 2- Questa licenza puo' essere applicata con tre varianti di seguito indicate: tipo A : L'opera coperta dalla LICENZA GRIGIA puo' essere liberamente mo dificata,estesa,tradotta e derivata in ogni modo tipo B : L'opera coperta dalla LICENZA GRIGIA NON puo' essere modificata , ma puo' essere "estesa", tradotta e "derivata" tipo C : L'opera coperta dalla LICENZA GRIGIA NON puo' essere modificata , ne estesa ne derivata in nessun modo senza esplicito permesso del titolare della propriet intellettuale. Riman e libera la possibilit di traduzione (ove applicabile) Qualora venga applicata la licenza grigia ma non sia espressamente specificato d i quale tipo verra' applicata la licenza di tipo A 3- L'opera coperta dalla LICENZA GRIGIA puo' essere liberamente studiata, duplic ata, e distribuita con le modalit indicate di seguito. Tutte le parti dell'opera e tutti gli strumenti conoscitivi necessari per realiz zarla devono essere inseriti o allegati o resi facilmente disponibili, in ogni duplicato, estensione,derivazione e/o distribuzione. Una copia di questa licenza deve essere allegata in ogni distribuzione. Lo sfruttamento dell'opera e' altresi' libero con una unica restrizione: qualora un soggetto, attraverso lo sfruttamento di un'opera coperta dalla LICENZA GRIGIA , ricevesse un beneficio economico sara' tenuto a versare un compenso al titolare della propriet intellettuale dell'opera stessa. Le modalit di tale compenso sono illustrate di seguito nell'appendice A APPENDICE A : compensi dovuti al titolare della proprieta' intellettuale dell'op era 1- Quando il beneficio economico derivante dallo sfruttamento di un'opera copert a dalla LICENZA GRIGIA fosse direttamente quantificabile il compenso dovuto sar calcolato equivalente al 15% d el guadagno/beneficio economico netto generato. Quando tale introito non fosse ascrivibile ad un unica opera ma ad un insieme di opere differenti la cifra equivalente al 15% del guadagno/beneficio economico netto dovr essere suddivisa in parti ugua li per ogni propriet intellettuale differente inclusa nell'insieme. Questo indipendentemente dal tipo di licenza utilizzata da lle altre opere facenti parte dell'insieme.

2- Quando un beneficio economico derivante dallo sfruttamento dell'opera risulta sse evidente, ad esempio la scelta da parte di un soggetto di usare un software in ambito professionale, ma non fosse quantificabile in modo esatto o quando l'applicazione del punto 1 di questa appendice (A) creas se problemi o conflitti di interpretazione e' consigliabile stabilire una licenz a forfettaria per ogni utilizzatore. L'utilizzatore potra' decidere se corrispondere la cifra derivante dall'applicaz ione di detta licenza forfettaria oppure erogare un compenso quantificabile nell a cifra equivalente al guadagno lordo di due ore di lavoro della persona a capo della struttura che utilizza l'opera (presidente, amministratore delegato,respon sabile di area,responsabile di una sede,etc.). 3- Accordi diretti con il titolare della propriet intellettuale possono possono a lterare le cifre determinate dall'applicazione dei punti precedenti. 4- Esempi: a) Un editore pubblica una raccolta di racconti. La raccolta e' composta da 5 ra cconti, 2 sono stati scritti dall'autore A, 1 dall'autore B, 1 dall'autore C e 1 scritto a quattro mani dagli autori C e D. A,C e D hanno posto i loro racconti sotto la LICENZA GRIGIA mentre l'autore B si accorda personalmente con l'editore con una classica licenza commerciale. l'edi tore vende 1000 copie del libro al prezzo di listino al pubblico di 50 EURO l'uno per un guadagn o netto totale di 25000EURO. Il 10% di questa cifra equivale a 2500EURO. La quota di A equivarrebbe a 1000EURO La quota di B equivarrebbe a 500EURO La quota di C equivarrebbe a 750EURO La quota di D equivarrebbe a 250EURO B non percepir la sua quota avendo stipulato un diverso e specifico accordo con l 'editore. A,C e D percepiranno invece il compenso calcolato nel modo visto sopra. Ipotizziamo ora che un lettore apprezzi in modo particolare il racconto scritto dagli autori C e D. La licenza grigia gli da la facolt di pubblicarlo liberamente su internet o di fotocopiare il racconto da un libro preso in biblioteca. Il lettore non dovr niente al titolare della propriet intellettuale a meno che non decida di usare il racconto per guadagnare denaro a sua volta, ad e sempio vendendo le fotocopie o incassando introiti pubblicitari per l'accesso de i visitatori alle opere pubblicate su internet. b) Una azienda trova su internet un software che utilizza la LICENZA GRIGIA. La licenza forfettaria per ogni utilizzatore e'fissata dal titolare della propriet i ntellettuale in 50 Euro. L'azienda installa il software su un singolo computer u sato da un singolo impiegato. Fino a quando il software verra' semplicemente val utato o usato a scopo di studio nulla sar dovuto. Nel momento in cui invece l'imp iegato inizier ad utilizzare il software in modo professionale l'azienda dovra' c orrispondere al titolare della propriet intellettuale : la cifra di 50 Euro oppure l'equivalente a due ore di guadagni lordi dell'impiegato che utilizza il softwar e. Questa decisione verra' presa dall'azienda in modo assolutamente libero. Se dopo un certo periodo di tempo la filiale decidesse di installare il software su due computer differenti usati da una decina di impiegati, tutti dello stesso reparto, l'azienda dovra' corrispondere una cifra equivalente a : 50 Euro per ogni impiegato oppure

una cifra equivalente al guadagno lordo per due ore di lavoro per ogni impiegato di quel reparto oppure una cifra equivalente al guadagno lordo per due ore di lavoro percepito dalla pe rsona a capo di quel reparto. Il processo puo' proseguire in questo modo fino a ipotizzare l'utilizzo di un so ftware da parte di una multinazionale con conseguente compenso per il titolare d ella propriet intellettuale equivalente a 50 euro per ogni singolo utilizzatore oppure una cifra equivalente al guadagno lordo per due ore di lavoro per ogni singolo u tilizzatore oppure due ore di guadagno lordo del presidente o amministratore delegato della multina zionale stessa. Tutte le controversie derivanti dallo sfruttamento di opere coperte da licenza g rigia dovranno essere risolte da un qualsiasi organo legale tenendo a mente che deve essere tutelata prima di tutto la libert di accesso e sfruttamento dell'oper a e quindi il diritto del titolare della propriet intellettuale a ricevere un com penso per lo sfruttamento economico delle proprie idee. FINE