Sei sulla pagina 1di 2

DIPLOMA 2012 LISBONA - LIMITE CITT /ACQUA

Nellordine naturale delle cose, il fiume precede la citt. Se fosse possibile fotografare dal cielo lestuario del Tejo (Tago) nel corso della sua esistenza millenaria, i fotogrammi montati in sequenza rivelerebbero un tracciato dinamico, che serpeggia a un ritmo frenetico. Sotto linfluenza degli astri, dei movimenti della Terra, dei successivi cambiamenti climatici e delle conseguenti alterazioni del livello dei mari, questa linea dacqua avanza e si ritrae, stende braccia, inonda bacini, crea e abbandona meandri, ritagliando differenti profili di territorio. Del tempo che durerebbe questo film, sarebbe necessario osservare con speciale attenzione, magari al rallentatore, quei pochi secondi che corrispondono agli ultimi millenni. LUomo, nella brevit della sua storia, un poderoso agente trasformatore di questa realt, attraverso un insieme di azioni, coscienti o involontarie, continue o isolate. Agendo a distanza, per esempio a livello dellimboschimento o deforestazione del bacino idrografico, altera gli indici di erosione e con essi la qualit e quantit di sedimenti trasportati dal corso dacqua; agendo pi in prossimit, erge dighe e difese contro le piene, promuove ostruzioni o drenaggi per costruire ponti e moli, costruisce edifici. Il fiume precede la citt, ma la citt che disegna il fiume, attribuendogli funzioni e significati. Lultimo della sequenza di fotogrammi, che ritrae lestuario in questo inizio di XXI secolo, il punto di partenza di questa analisi. Loggetto dello studio, commissionato dallamministrazione del Porto di Lisbona, comprende tutta larea di sua competenza, da Belem fino a Matinha: la frontiera tra Lisbona e il Tejo (Tago), in una estensione di circa 14 km. Al contrario di ci che ci si potrebbe aspettare da un limite meramente giuridico, esso non si riduce ad una linea: si tratta di una frontiera con spessore, una fascia di terreno con caratteristiche proprie, una terza entit in dialogo con entrambi i suoi lati. Si tratta di un territorio al quale le quote del fiume e della piattaforma terrea garantiscono una forte continuit, dallorientamento radicalmente orizzontale. Questa condizione anche rafforzata dai grandi tracciati che si sommano al paesaggio, giustapposti o sovrapposti: le strade, la linea elettrica dei tram, la linea ferroviaria, il ponte, gli aerei, la metropolitana. Al di l dei segni trasversali che lo unificano, un territorio di queste dimensioni non pu che essere eterogeneo nel suo sviluppo. Il rilievo storico effettuato permette di conoscere il processo di crescita e di consolidamento del fronte fluviale, identificando e inquadrando il patrimonio deccezione nel suo contesto spaziale e temporale e comprendendo la logica soggiacente le differenti unit morfologiche e funzionali che oggi si riconoscono.

Il periodo del Diploma si concentra nel semestre primaverile 2012, per un totale di 17 settimane. Nel semestre autunnale sono previste talune attivit propedeutiche finalizzate alla conoscenza del luogo e del tema. Nel semestre primaverile gli studenti lavoreranno distribuiti in 12 atelier, diretti ciascuno da un professore di progettazione, coadiuvato da un architetto collaboratore. ISCRIZIONE Ogni atelier prevede un numero medio pari a 8/9 studenti con un minimo di 3 e un massimo12. La richiesta discrizione avviene tramite candidatura diretta dello studente al professore. Gli assistenti comunicheranno al coordinamento diploma le liste definitive prima dellinizio del semestre primaverile. Professori ateliers di diploma: F. e M. Aires Mateus, W. Angonese, M. Arnaboldi, M. Boesch E. Bonell, M. Botta, M. Burkhalter e C. Sumi, A. Citterio, M. Collomb, Q. Miller, V. Olgiati, J. Sergison SEMESTRE AUTUNNALE - Incontri e conferenze sul tema di progetto Rispetto agli anni passati non ci sar un corso pre-diploma con esame finale, ma solo alcuni incontri. Mercoled 12 ottobre dalle 16.30 alle 18.15 (aula C.061) Proiezione del Film di Wim Wenders: Lisbon Story, Introduzione di Marco Mller Mercoled 26 ottobre dalle 16.30 alle 18.15 (aula C.061) Cattedra del Prof. Christoph Frank, Christoph Frank, The Rebirth of Lisbon: From Catastrophe to Romanticism Mercoled 2 novembre dalle 18.30 alle 20.15 (aula C.063-64) Cattedra del Prof. Franz Graf, Costruzioni in Portogallo: due casi studio. Carlo Dusi, La ricostruzione di Lisbona dopo il terremoto del 1755 Carlo Nozza, Stadio di Souto de Moura a Braga, 2000 Mercoled 23 novembre dalle 16.30 alle 18.15 (aula C.061) Presentazione e scelta degli atelier e dei temi di progetto SEMESTRE PRIMAVERILE progetto (seguir calendario dettagliato) Viaggio sui luoghi del progetto Lavoro di progettazione individuale Critiche personali con il professore di atelier e lassistente Critica intermedia con il professore di atelier e i direttori del Diploma Incontri con docenti delle diverse aree disciplinari teoriche Critica finale con il professore di atelier e lintera Commissione.