Sei sulla pagina 1di 33
“Caratterizzazione e valorizzazione di ecotipi autoctoni piemontesi di peperone” Carmagnola 25 marzo 2011 Michele
“Caratterizzazione e valorizzazione di ecotipi autoctoni piemontesi di peperone” Carmagnola 25 marzo 2011 Michele
“Caratterizzazione e valorizzazione di ecotipi autoctoni piemontesi di peperone” Carmagnola 25 marzo 2011 Michele

“Caratterizzazione e valorizzazione

di ecotipi autoctoni piemontesi di

peperone”

Carmagnola 25 marzo 2011

Michele Baudino, Ezio Portis, Giancarlo Chiesa

Il peperone

in Piemonte

Stimata una superficie di coltivazione di peperone in

Piemonte su 320 ettari con una produzione di 63.000 q c.a ( valore stimato della PLV regionale prossima ai 9 milioni di )

Negli ultimi anni la coltivazione del peperone si è

sviluppata in tunnel a scapito del pieno campo con significativi miglioramenti per quanto attiene agli aspetti qualitativi delle bacche ed alla produttività

Aree di maggior coltivazione: carmagnolese braidese fossanese astigiano

Tipologie utilizzate:

cultivar ibride a bacca semi allungata

ecotipi locali nel segmento a bacca quadrata e/o corno di bue

Quale lo scenario attuale?

Fattori positivi

Ambiente idoneo alla coltura

Diffusione di coltivazioni in ambiente protetto

Elevata professionalità degli

operatori di settore

Assistenza tecnica specializzata

Disponibilità di germoplasma

locale di particolare qualità

Buona recettività del mercato locale e attività di supporto al comparto svolta dai “Consorzi di Tutela e Valorizzazione:

“peperone di Carmagnola” e

“peperone Cuneo”

Fattori negativi

Scarsa omogeneità dei lotti di seme degli ecotipi autoctoni

A volte problemi di

rispondenza varietale

Perdita costante di germoplasma locale ( es quadrato d’Asti / braghese)

Assenza di tolleranza / resistenza genetica ad alcune avversità tra cui il temibile TSWV

Quali le linee di azione adottate

per sostenere questo comparto

produttivo?

Diffusione delle tecniche di produzione del

materiale vivaistico in vivai specializzati ed

accreditati.

Studi finalizzati alla valutazione di applicazione

di tecniche di controllo biologico / integrato (

controllo tripidi piralide – difesa del suolo …)

Recupero di germoplasma locale con selezioni di linee afferenti ai diversi gruppi varietali che

meglio si adattino alle nostre realtà produttive

Riproduzione del seme di base da destinare alle aziende aderenti ai Consorzi di Tutela

Selezione e recupero germoplasma

Ecotipi autoctoni di peperone

Selezione e recupero germoplasma – Ecotipi autoctoni di peperone
Selezione e recupero germoplasma – Ecotipi autoctoni di peperone
Selezione e recupero germoplasma – Ecotipi autoctoni di peperone

Attività di ricerca condotte da

CReSO

Confronti varietali - Tecnica colturale Progetto di

ricerca finanziato dalla Regione Piemonte Ass. Agricoltura

Coordinamento tecnico scientifico Dr. Falavigna CRA Montanaso Lombardo Lodi

Selezione germoplasma di peperone -Progetto di

ricerca regionale

/ Progetto sementiero finanziato

dalla Regione Piemonte Ass. Agricoltura ( “cuneo”-

“trottola”; “quadrato di Carmagnola”; “corno di Carmagnola”; “tumaticot”) Coordinamento tecnico scientifico del Prof. Sergio Lanteri - Di.Va.PRA Genetica Agraria Università agli Studi di Torino

Attività di ricerca condotte da

CReSO

• Sostegno, dato all’attività di selezione su ecotipi

autoctoni di peperone carmagnolese, del Comune di Carmagnola che ha cofinanziato la ricerca

• Fattiva collaborazione, all’attività di selezione, da parte del tecnico della Coldiretti carmagnolese (Chiesa) e dei tecnici della Coldiretti cuneese ( Pettiti / Bergia / Ternavasio / Bertello …)

Disponibilità delle aziende a fornire la semente ed a

collaborare alle attività di selezione

Disponibilità dei vivaisti ( in particolare vivai Ricca di

Carignano) alla preparazione dei materiali di

propagazione per le prove di campo.

Come si è operato?

Negli anni sono state condotte selezioni sia presso il Centro Sperimentale Orticolo di Boves ( peperone “cuneo” e , ultimamente, “tumaticot” ) che presso alcune aziende del carmagnolese ed, in particolare, l’az Ghirardo Susanna (

“trottola – quadrato e corno”)

• L’attività è iniziata andando a reperire, sul territorio, nuclei di seme proveniente da aziende dell’areale coinvolgendo i tecnici della Coldiretti ed i produttori dei Consorzi di Tutela e

Valorizzazione sorti a livello locale.

Valutazione del comportamento vegeto produttivo di linee di peperone locale; rilievo dei parametri di omogeneità di sviluppo delle piante nella parcella; definizione dei parametri qualitativi

delle bacche ( dimensione forma colore – piccantezza …);

definizione dei livelli di produttività dei singoli ecotipi in situazioni ambientali tradizionali di coltivazione

Caratterizzazione feno / genotipica delle linee più interessanti

Come si è operato?

• All’inizio i nuclei di seme utilizzati nelle prove evidenziavano una marcata variabilità genetica. In particolare si evidenziava, per le accessioni del carmagnolese, una scarsa omogeneità di sviluppo delle piante / forma della bacca e presenza marcata

del carattere piccantezza dei frutti.

• Per alcuni anni si è operato andando a selezionare, all’interno delle singole popolazioni, i soggetti migliori ( “selezione massale”)

Successivamente, utilizzando il seme di una singola bacca /

pianta giudicata positivamente, si sono allestite attività di selezione per “progenie pianta fila” andando a selezionare

entro e tra le progenie

• Un impulso particolare all’attività di selezione è giunto grazie

alla caratterizzazione molecolare condotta dal Di.Va.PRA Genetica Agraria, sulle diverse progenie consentendoci di raggiungere, in un tempo relativamente breve, una spiccata

uniformità dei lotti.

CornoC2-1/1 CornoC2-1/2 CornoC3-3/9 CornoC3-3/1 Quadrato5/1F Quadrato2/2C Quadrato2/2D CuneoG11 CuneoR24 CuneoR10
CornoC2-1/1
CornoC2-1/2
CornoC3-3/9
CornoC3-3/1
Quadrato5/1F
Quadrato2/2C
Quadrato2/2D
CuneoG11
CuneoR24
CuneoR10
CuneoR21
CuneoR36
Trottola24E
Trottola24C
CuneoR30
Trottola24F
Trottola24G
0.20
0.40
0.60
0.80
1.00
Quadrato di Carmagnola
Cuneo e Trottola
Corno di Carmagnola

Coefficient

di Carmagnola Cuneo e Trottola Corno di Carmagnola Coefficient Dendogramma ecotipi autoctoni piemontesi di peperone
di Carmagnola Cuneo e Trottola Corno di Carmagnola Coefficient Dendogramma ecotipi autoctoni piemontesi di peperone

Dendogramma ecotipi autoctoni piemontesi di peperone

di Carmagnola Cuneo e Trottola Corno di Carmagnola Coefficient Dendogramma ecotipi autoctoni piemontesi di peperone

Obiettivi

Individuare linee di ecotipi autoctoni di

peperone meglio rispondenti alle esigenze

del mercato

Buona omogeneità di sviluppo delle piante e

buona produttività;

Stabilità della colorazione della bacca con tonalità intense e brillanti

Dimensioni regolari dei frutti nelle diverse

staccate e rispondenza all’ideotipo di peperone ricercato

Elevato spessore del pericarpo

– Assenza di “piccantezza” nella polpa

Peperone “quadrato di

Carmagnola”

Peperone “quadrato di Carmagnola” • Selezione diffusa nell’areale a partire dagli anni ’30 – ’40; •
Peperone “quadrato di Carmagnola” • Selezione diffusa nell’areale a partire dagli anni ’30 – ’40; •

• Selezione diffusa nell’areale a

partire dagli anni ’30 – ’40;

Presenta bacche caratteristiche per forma e colore con elevate dimensioni;

Forma quadrilobata, apice

significativamente infossato;

Medio elevato spessore del pericarpo;

Buona aromaticità della polpa;

Colore giallo rosso con forte contrasto di colore in fase di viraggio;

Media presenza del carattere

piccantezza della bacca.

Obiettivi raggiunti

           

Rese

Rese

 

Indice

N°

Produzion

Produzion

stimate

stimate

Indice

produttiv

N°

bacche /

e comm a

e al 14

ettaro al

ettaro al

produttiv

o al 14

N° piante

bacche

pianta

pianta g

nov.

4 nov

11 nov

o al 4 nov

nov.

2/2 E

7

63

9,00

2359,23

2944,10

589,81

736,03

5,86

2,02

2/4 A

6

43

7,17

2394,68

3241,90

598,67

810,48

7,45

12,34

2/4 C

7

47

6,71

2101,14

2534,90

525,29

633,73

-5,72

-12,16

2/4 D

7

54

7,71

2059,51

2821,90

514,88

705,48

-7,59

-2,21

media

     

2228,64

2885,70

557,16

721,43

   

Obiettivi raggiunti

 

Peso

     

Larghez

Larghez

Larghez

Altezza

   

Medio

Peso

Peso

Variazio

za media

za

za

media

Altezza

Altezza

Ponderat

massimo

minimo

ne di

bacca

massima

minima

bacca

massima

minima

o g

g

g

peso g

cm.

cm

cm

cm.

cm

cm

2/2 E

336,00

472

286

186

9,58

13,0

7,0

9,5

13,5

8,0

2/4 A

450,69

598

311

287

11,09

13,5

7,5

10,9

12,5

9,0

2/4 C

393,67

563

238

325

10,54

12,5

9,0

10,3

13,0

8,0

2/4 D

360,84

547

282

265

9,95

12,5

7,0

10,7

13,5

7,5

media

       

10,29

12,88

7,63

10,32

13,13

8,13

Obiettivi raggiunti

   

Spessore

pericarpo

Spessore

pericarpo

Spessore

pericarpo

     

%

piccantezza

della polpa

valore

valore

valore

Indice di

medio

massimo

minimo

Precocità

mm

mm

mm

Brix °

Lucentezza

Chroma

2/2 E

14-set

7,33

9

7

6,85

49,58

55,86

0

2/4 A

21-set

7,88

10

7

7,25

32,10

31,80

0

2/4 C

25-set

8,01

10

6

7,05

36,71

41,97

0

2/4 D

15-set

7,39

10

6

7,20

35,45

40,15

7.7

 

18-set

7,65

9,75

6,50

7,09

38,46

42,45

 

Peperone “corno di Carmagnola”

Peperone “corno di Carmagnola” • Selezione afferente al gruppo “corno di bue”; • Presenta bacche di
Peperone “corno di Carmagnola” • Selezione afferente al gruppo “corno di bue”; • Presenta bacche di

Selezione afferente al gruppo

“corno di bue”;

Presenta bacche di elevate dimensioni;

Forma allungata con apice

estroflesso, collettatura marcata

tri quadrilobata;

Elevato spessore del pericarpo;

Elevata aromaticità della polpa, adatto al consumo come prodotto fresco;

Colore giallo rosso con buon contrasto di colore in fase di viraggio, elevata stabilità del

colore alla cottura

conservazione;

Assenza del carattere piccantezza della bacca.

Obiettivi raggiunti

       

Produzione

         

N°

comm a

Produzion e comm. A

Rese stimate

Rese stimate q/ ettaro al 11 nov

Indice produttiv o al 4 nov

Indice produttiv o al 14 nov.

N°

bacche /

pianta

pianta g.

q/ ettaro

N° piante

bacche

pianta

g

al 14 nov.

al 4 nov

C2/1-3

7

96

13,71

1708,20

2204,40

427,05

551,10

-9,12

-10,03

C2/1-4

7

92

13,14

1878,70

2187,40

469,68

546,85

-0,05

-10,73

C2/1-6

6

86

14,33

1908,50

2588,00

477,13

647,00

1,54

5,62

C2/1-7

7

97

13,86

1744,80

2375,40

436,20

593,85

-7,17

-3,05

C3/3-2

6

96

16,00

2069,60

2861,60

517,40

715,40

10,11

16,79

C3/3-6

7

86

12,29

1967,70

2484,70

491,93

621,18

4,69

1,41

media

     

1879,58

2450,25

469,90

612,56

   

Obiettivi raggiunti

         

Larghezz

         

a al

Larghezz

Peso

Peso

Peso

Variazio

colletto

a

Larghezz

Lungh.

Lungh.

Lungh.

Medio

max.

minimo

ne di

valori

massima

a minima

Media

massima

minima

Pond. g

g

g

peso g

medi cm

cm

cm

bacca cm

cm

cm

C2/1-3

173,02

238

107

131

5,2

6,5

3,5

19,2

26,5

12,0

C2/1-4

181,88

255

112

143

5,2

7,5

4,0

19,7

27,0

13,0

C2/1-6

195,33

258

129

129

5,5

8,0

4,0

20,2

26,5

15,0

C2/1-7

184,51

261

113

148

5,4

6,5

4,0

20,5

26,5

14,0

C3/3-2

197,82

277

128

149

5,3

7,5

4,0

19,7

26,0

13,5

C3/3-6

203,63

269

130

139

5,5

7,0

3,5

20,9

26,0

12,0

media

     

139,83

 

7,17

3,83

 

26,42

13,25

Obiettivi raggiunti

   

Spessore medio pericarpo

     

Indice di Precocità

mm

Brix °

Lucentezza

Chroma

C2/1-3

29-set

5,8

6,7

31,4

31,9

C2/1-4

14-set

6,2

6,6

32,1

31,8

C2/1-6

16-set

6

6,2

31,5

31,6

C2/1-7

16-set

5,6

6,6

32,6

31,7

C3/3-2

17-set

5,4

6,6

32,1

30,1

C3/3-6

22-set

6,1

6,3

35,8

33,6

media

     

32,58

31,78

Peperone “trottola”

Peperone “trottola” • Selezione di peperone prossima alla linea “cuneo”; • Presenta bacche di medio elevate
Peperone “trottola” • Selezione di peperone prossima alla linea “cuneo”; • Presenta bacche di medio elevate

Selezione di peperone prossima

alla linea “cuneo”;

Presenta bacche di medio elevate dimensioni;

Forma tri quadrilobata;

Elevato spessore del pericarpo;

Buona aromaticità della polpa;

Adatto alla cottura;

Colore giallo rosso con forte

contrasto di colore in fase di viraggio;

Media presenza del carattere

piccantezza della bacca.

Obiettivi raggiunti

           

Rese

Rese

 

Indice produttiv o al 14 nov.

N°

Produzion e comm a pianta g

Produzion e al 14 nov.

stimate

stimate

Indice produttiv o al 4 nov

N°

bacche /

ettaro al

ettaro al

N° piante

bacche

pianta

4 nov

11 nov

2/2 C

 

6 62

10,33

2688,30

3224,70

672,08

806,18

1,50

3,76

4/3 C

 

7 60

8,57

2608,90

2990,80

652,23

747,70

-1,50

-3,76

media

     

2648,60

3107,75

662,15

776,94

   

Obiettivi raggiunti

 

Peso

     

Larghezz

Larghezz

 

Altezza

   

Medio

Peso

Peso

Variazion

a media

a

Larghezz

media

Altezza

Altezza

Ponderat

massim

minimo

e di peso

bacca

massima

a minima

bacca

massim

minima

o g

o g

g

g

cm.

cm

cm

cm.

a cm

cm

2/2 C

318,59

387,5

276

112

10,20

12,0

8,9

9,4

10,2

8,0

4/3 C

346,87

404,5

304

101

10,70

11,3

10,0

9,3

10,6

8,1

media

332,73

     

10,45

11,65

9,44

9,35

10,43

8,05

Obiettivi raggiunti

   

Spessore

Spessore

Spessore

     

pericarpo

pericarpo

pericarpo

Indice di

valore medio

valore max

valore

Precocità

mm

mm

minimo mm

Brix °

Lucentezza

Chroma

2/2 C

24-set

7,9

9

6,56

6,00

49,10

39,10

4/3 C

17-set

8

9

7

6,70

32,80

33,00

Media

20-set

7,95

9,00

6,78

6,35

40,95

36,05

Peperone “cuneo”

Peperone “cuneo” • Selezione di peperone individuata nell’areale cuneese e, forse, ottenuta da incrocio di

Selezione di peperone individuata nell’areale cuneese e, forse, ottenuta da incrocio di “trottola cuneo” x “ gigante di

Napoli”

Presenta bacche di medio elevate dimensioni;

Forma tri quadrilobata;

Elevato spessore del pericarpo;

Buona aromaticità della polpa;

Adatto alla cottura;

Colore giallo rosso con forte contrasto di colore in fase di

viraggio;

Presenza della classica colorazione antocianica ( “baffo”) nella zona distale; presenza del pedicello terminale

Obiettivi raggiunti

   

Prod.

Peso medio ponderat o bacca g

         
 

Selezione

n° bacche

/ pianta

Commerc

. Totale

Pianta g

Rese

stimate/h

a (q)

Indice di

Precocità

Spessore

Larghezz

a (cm)

Altezza

(cm)

G

15

5,7

1796,8

318,3

449,19

15-set

9,0

10,2

8,5

G

16

5,6

1729,1

310,4

432,28

16-set

9,1

10,2

8,5

R

10

6,0

1923,5

326,16

480,88

17-set

8,9

10,3

8,1

R

24

5,9

1906,5

320,17

476,63

20-set

8,8

10,4

8,1

Media

 

1839,0

318,7

459,7

17-set

8,9

10,3

8,3

Obiettivi raggiunti

Selezione

Peso

Peso

Variazione

% Piante con il

%

piante

senza

Presenza piccantezza nelle

massi

mini

di peso

caratteristico

“baffo”

bacche ( %bacche piccanti )

mo g

mo g

g

“baffo”

 
 

452

178

244

87.8

 

12.2

0.8

%

G

15

   
 

428

188

240

82.6

 

17.4

0.5

%

G

16

   
 

481

192

289

91,8

 

8.2

0

%

R

10

   
 

488

168

220

86.2

 

13.8

0

%

R

24

   

Peperone “tumaticot”

Peperone “tumaticot” • Selezione che nel tempo ha mantenuto inalterate le sue caratteristiche; • Presenta bacche
Peperone “tumaticot” • Selezione che nel tempo ha mantenuto inalterate le sue caratteristiche; • Presenta bacche

Selezione che nel tempo ha

mantenuto inalterate le sue caratteristiche;

Presenta bacche di medio contenute dimensioni;

Forma tri quadrilobata

particolarmente schiacciata ai poli;

Elevato spessore del pericarpo;

Adatto alla conservazione

sotto vinacce;

Colore giallo rosso con forte contrasto di colore in fase di

viraggio;

Media presenza del carattere piccantezza della bacca.

Obiettivi raggiunti

 

N° piante

N° bacche

N° bacche / pianta

Produzione comm a pianta g

Rese stimate ettaro q

Indice di Precocità

Tosco 4

11

94

8,55

1866,30

466,58

07-set

Tosco 8

8,6

64

7,44

1894,50

473,63

08-set

Tosco 9

12

99

8,25

1953,80

488,45

07-set

Tosco

           

10

7

50

7,14

1934,10

483,53

05-set

Tosco

           

12

11

86

7,82

1551,50

387,88

10-set

media

     

1840,04

460,01

7-set

Obiettivi raggiunti

 

Peso

           

Altezza

   

Medio

Peso

Peso

Larghezza

Larghezza

Larghezza

media

Altezza

Altezza

Ponderato

massimo

minimo

Variazione

media

massima

minima

bacca

massima

minima

g

g

g

di peso g

bacca cm.

cm

cm

cm.

cm

cm

Tosco 4

220,26

280

141

139

10,17

12

8

4,19

5,5

3

Tosco 8

258,53

341

170

171

10,51

12

9

5,14

7

3,5

Tosco 9

238,57

314

146

168

10,54

12

9

4,31

5,5

3,5

Tosco

10

273,71

340

167

173

10,73

12

9,5

5,18

6,5

3

Tosco

12

198,65

270

113

157

10,47

12

8

4,28

5,7

2,5

media

237,94

309,00

147,40

161,60

10,48

12,00

8,70

4,62

6,04

3,10

Obiettivi raggiunti

   

Spessore pericarpo valore medio mm

Spessore pericarpo valore max. mm

Spessore pericarpo valore minimo

Lucentezz

Chrom

piccantezza

mm

a

a

Tosco 4

0,00

7,61

10

5

45,55

36,99

Tosco 8

0,00

9,18

12

6

29,71

21,01

Tosco 9

0,00

7,79

10

6

46,72

39,56

Tosco

10

0,00

8,62

10

7

31,28

26,99

Tosco

12

0,00

8,33

11

6

45,98

37,24

Media

 

8,31

10,60

6,00

39,85

32,36

Grazie per l’attenzione!

Grazie per l’attenzione!
Grazie per l’attenzione!
Grazie per l’attenzione!