Sei sulla pagina 1di 5
Società Chimica Italiana Divisione di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali col patrocinio di: Seminario

Società Chimica Italiana Divisione di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali

col patrocinio di:

Seminario Scientifico–Tecnico Dipartimento Scienza dei Materiali Università del Salento

Dipartimento Scienza dei Materiali Università del Salento X X C C O X C O O

XX CCO

X C

OON

NNG

GGR

SSS

RRE

EES

SSO

OO NNA

N

AAZ

ZZI IIO OON NNA AAL LLE EE

DDI II CCH

D

HHI IIM MMI IIC CCA AA DDE

C

D

EEL

LLL

LLA AAM MMB BBI IIE EEN NNT TTE EE EE DDE

E D

EEI II BBE

B

EEN

NNI II CCU

C

UUL

LLT

TTU

UUR

RRA

AAL

LLI II

AA EE CCR

OON

CCO

C

CCE

SSC

OOS

NNO

EEN

NNZ

ZZA

E C

TTI IIV VVI IIT TTA AA

AAT

RRE

EEA

I T T T A A A ’ ’ ’ ” ” A A T R

Acaya Golf Hotel

Acaya, Vernole (Lecce), 11 - 15 Giugno 2007

ATTI DEL CONGRESSO

SCOPO DEL CONGRESSO

La Chimica è una tra le più importanti discipline scientifiche in grado di fornire elementi conoscitivi per lo sviluppo di azioni atte a salvaguardare l’uomo, la qualità della vita e l’habitat naturale. La Chimica, inoltre, è in grado di supportare politiche di sviluppo sostenibile e affrontare emergenze planetarie, spesso legate a un irrazionale uso delle risorse. La Chimica, come scienza al servizio dell’umanità, dimostra dunque la sua forza creativa nell’innovazione tecnologica, nei nuovi materiali e nei processi industriali puliti e, allo stesso tempo, nel settore dei Beni Culturali, offre strumenti metodologici per la salvaguardia e valorizzazione. In questo senso, la Chimica si propone come “Scienza di Vita” a difesa degli equilibri naturali e per la tutela delle opere frutto dell’ingegno umano.

Il X Congresso Nazionale della Divisione di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali vuole, dunque, mettere in risalto questi aspetti, confrontando le più avanzate esperienze scientifiche in campo nazionale. La scelta di Acaya, esempio di cittadella medioevale fortificata, vuole esaltare il connubio tra “Ambiente e Beni Culturali” in un’area, il Salento, dove la conservazione del patrimonio naturalistico e storico-culturale diventano strumenti di un armonico sviluppo del territorio. I temi del Congresso riguardano aree come “ metodi innovativi di conoscenza e indagine, prevenzione, protezione e qualità”. All’interno di queste trovano spazio importanti problematiche come “la bonifica dei siti contaminati e la valutazione del rischio ambientale, gli inquinanti prioritari e le nuove direttive per le sostanze chimiche, l’ inquinamento di aree urbane e la salute umana, la depurazione delle acque e gestione dei rifiuti, la conservazione e valorizzazione dei beni culturali.

Nicola Cardellicchio Presidente della Divisione di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali

2

COMITATO SCIENTIFICO

Angelo Albini, Università di Pavia Ezio Bolzacchini, Università Bicocca, Milano

Luigi Campanella, Università La Sapienza, Roma Nadia Marchettini, Università di Siena

Nicola Cardellicchio, CNR-IAMC, Taranto Antonella Casoli, Università di Parma Alfredo Castellano, Università del Salento Maria Perla Colombini, Università di Pisa Massimo Del Bubba, Università di Firenze Gianluigi De Gennaro, Università di Bari Angelo Dell’Atti, Università del Salento

Franco Dell’Erba, CRC - Taranto Paola Gramatica, Università dell’Insubria, Varese

Gioacchino Micocci, Università del Salento Luciano Morselli, Università di Bologna, Rimini Fabrizio Passarini, Università di Bologna Roberto Ramadori, CNR-IRSA, Roma Corrado Sarzanini, Università di Torino Antonio Tepore, Università del Salento Pietro Tundo, Università di Venezia

COMITATO ORGANIZZATORE

Cristina Annicchiarico, CNR-IAMC, Taranto Alessandro Buccolieri, Università del Salento Giovanni Buccolieri, Università del Salento Micaela Buonocore, Università di Bari Antonella Di Leo, CNR-IAMC, Taranto Vittorio Esposito, Consorzio INCA, Lecce

Santina Giandomenico, CNR-IAMC, Taranto Floriana Pizzulli, Università di Bari Stefania Santoro, CNR-IAMC, Taranto Mariella Siciliano, Università del Salento Lucia Spada, Università di Bari

SEGRETERIA SCIENTIFICA E ORGANIZZATIVA

Nicola Cardellicchio CNR - Istituto per l’Ambiente Marino Costiero, via Roma 3, 74100 Taranto Tel. 099 4542208/206/207, Fax 099 4542215, e-mail: n.cardellicchio@iamc.cnr.it

CON IL PATROCINIO DI:

Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comune di Vernole, ARPA Puglia, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Consorzio Interuniversitario INCA, Ordine Interprovinciale dei Chimici di Lecce e Brindisi, Ordine dei Chimici di Taranto, S.C.I. – Gruppi Interdivisionali Green Chemistry e Scienza e Tecnologia degli Aerosol, WWF.

ARTICOLAZIONE DEL CONGRESSO

Il Congresso è articolato in conferenze plenarie, comunicazioni orali e poster. Le comunicazioni orali hanno la durata di 20 minuti, compresa la discussione. Il formato dei poster non deve superare la dimensione di 80 x 100 cm. I poster saranno affissi il primo giorno e per tutta la durata del Congresso.

3

Si ringraziano gli sponsor:

Analitica S.a.s., CEM, Chebios, Consorzio Interuniversitario INCA, Ecomondo, FKV, Italgest, Labozeta, LabService, Lenviros S.r.l., Levanchimica, Monticava, Osservatorio di Campi Salentina, Perkin Elmer, Sea Marconi Technologies S.a.s., Seminario Scientifico Tecnico - Università del Salento, Shimadzu, Solvay Chimica Italia S.p.a., STD Italia S.r.l., Systea, Varian, Zanichelli.

S.p.a ., STD Italia S.r.l., Systea, Varian, Zanichelli. C C H H E E B B
S.p.a ., STD Italia S.r.l., Systea, Varian, Zanichelli. C C H H E E B B
S.p.a ., STD Italia S.r.l., Systea, Varian, Zanichelli. C C H H E E B B

CCHHEEBBIIOOSS SSuudd

Chemistry

and

Biochemistry

Solutions

s s rr ll

Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S
Varian, Zanichelli. C C H H E E B B I I O O S S

4

SM04

ENVIRONMENTAL SUSTAINABILITY OF AGRO-INDUSTRIAL PROCESSES TOWARD THE EXTRACTION OF FINE CHEMICALS: UTILITY OF A WEB GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM

Giuseppe Mele, Mario Fiorentino, Eleonora Margapoti, Marco Palazzo, Matteo Serafino, Lorenzo Vasanelli, Giuseppe Vasapollo

Università del Salento, Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, via Arnesano, 73100, Lecce e-mail: giuseppe.mele@unile.it

There is nowadays an increasing interest in the preparation of natural products and new fine chemicals based on renewable organic materials using sustainable processes. At the same time innovative developments associated to main local productions (e.g. olive oil and wine

industries) as well as to the extraction fine chemicals from less important local cultivar (e.g. mulberry, black-berry, bilberry etc.), are of topical importance in view of a sustainable “green chemistry”. Emerging technologies for simulating, controlling, and optimizing complex systems are nowadays considered, crossing a long list of disciplines such as, botanical, chemical, computational, material science and process simulation. In this context we report our studies concerning a planned sampling of local agri-food and non-food species (traditional and/or minor cultivar), which could be interesting for this purpose. With this sampling we are able to trace the real distribution of local cultivations and to map these on a Geographic Information System (G.I.S.). Then, each sample will be listed depending on its own biological properties and physical condition of the selected cultivar. So that, because our main objective is to build a relationships between cultivar and fine- chemicals we had to develop a Web-Based Information System in order to provide the following services:

– Supporting and controlling the project processes and their progress.

– Taking trace relationships between fine chemicals, raw materials, extraction processes and geographical cultivation placements.

– Selecting kind of plants from which can be pull out fine-chemicals with different rate

distribution and characteristics, depending on the species and the extraction processes.

– Comparing all the results and pointing out performance production.

– Providing a base knowledge for researchers, and agricultural and chemical industries.

CUIS and Consorzio di Comuni support

“Valle della Cupa” are acknowledged for the financial

237