Sei sulla pagina 1di 3

Esame di

Biocompatibilit Elettromagnetica
Carlo Guarnieri Gaetano Sciacovelli

Soluzione numerica del sistema di equazioni differenziali ordinarie non lineari del modello di Hodgkin e Huxley per il potenziale di membrana

Problema di Cauchy:
2 dV m 1 d Vm = C V mV NA G NA V m ,t V m V K G K V m , t V m V L G L 2 K dt dt V 'm 0 = 0 [mV / s] V m 0 = 55 [mV ]

Come previsto dal modello di Hodgkin e Huxley ricavato da studi sperimentali condotti utilizzando

gli assoni giganti dei calamari squid giant axon, tre meccanismi distinti sono responsabili dellaumento di permeabilit del Na+, del K+ e dellinattivazione della permeabilit al Na+.
Secondo tale modello, un potenziale dazione comporta la seguente successione di eventi. Una depolarizzazione della membrana induce la rapida apertura dei canali Na+ e la comparsa di una corrente entrante dello stesso ione; tale corrente, scaricando la capacit della membrana, provoca unulteriore depolarizzazione che fa aprire un numero ancora maggiore di canali Na +, a cui consegue un ulteriore aumento della corrente entrante.

Dunque, si innesca un processo rigenerativo che sospinge il potenziale di membrana verso VNA e che rappresenta la base fisiologica della fase ascendente del potenziale dazione: si tratta evidentemente di un

fenomeno di tutto-o-nulla che funzione del superamento di una soglia di Vm. Il processo rigenerativo scatta solo se si supera la soglia corrispondente a quel valore di V m = VTH al quale la corrente ionica netta cambia di senso, diventando entrante da uscente che era.

Per quanto riguarda lampiezza dei potenziali dazione, essa indipendente dallintensit dello stimolo applicato: il potenziale insorge con le sue caratteristiche standard, compresa lampiezza, solo se lo stimolo depolarizzante sopra la soglia. La depolarizzazione, per, innesca anche meccanismi autolimitanti, che sono alla base della fase discendente del potenziale dazione: da una parte, linattivazione dei canali Na+ voltaggio-dipendenti con ordine stocastico; dallaltra, lapertura dei canali K+ voltaggio-dipendenti, che promuovono i flussi ionici in grado di ripolarizzare rapidamente la membrana. Nella maggior parte delle cellule nervose la chiusura ritardata dei canali K+ (dopo che Vm tornato al potenziale di riposo VR) causa una iperpolarizzazione transitoria detta potenziale postumo, per cui Vm si avvicina ad VK. Inoltre, linattivazione residua dei canali Na+ e laumento del numero dei canali K+ aperti causano anche un periodo di refrattariet della durata di pochi millisecondi, che pu essere distinto in due fasi: refrattariet assoluta, in cui impossibile eccitare la cellula, e refrattariet relativa, in cui sono richiesti stimoli di intensit maggiore, affinch insorga un nuovo potenziale dazione. Il periodo refrattario fissa la frequenza massima del codice nervoso, che sar costituito da segnali discontinui e discreti: il potenziale dazione un evento a frequenza limitata. Di seguito vengono riportate alcune simulazioni parametriche che mostrano l'impulso d'azione al variare della condizione iniziale su Vm(0):

Risulta interessante notare come al di sotto della tensione di riposo VR non avvenga alcuna risposta da parte del sistema (in accordo con il modello). L'equazione di NerstPlank

= = D k c k Jk J kD J ke

ck z k F RT

descrive il flusso del k-esimo ione sotto l'influenza, nello stesso istante, sia di un gradiente di concentrazione che di un campo elettrico; imponendo la condizione di equilibrio Jk = 0, risulta immediato capire come solo raggiungendo una tensione VTH inferiore a quella richiesta per equilibrare il gradiente di concentrazione di Na+ , si possa innescare uno squilibrio tale da permettere la propagazione del potenziale d'azione.

Istruzioni per l'utilizzo del risolutore: 1) 2) 3) 4) Avviare Matlab Aprire la directory: Inserire il seguente comando: Seguire le istruzioni [CD]:\ODE\ solveWave