Sei sulla pagina 1di 12

MISURA 121 Ammodernamento delle aziende agricole

Riferimento normativo
Articolo 20, lettera b), punto i) e Articolo 26 del Reg. (CE) n. 1698/2005

Giustificazione logica alla base dellintervento


La misura punta a migliorare la competitivit delle aziende agricole regionali attraverso la realizzazione di processi di ammodernamento strutturale, realizzati mediante investimenti in capitali materiali ed immateriali che migliorino il rendimento globale dellazienda e siano conformi alle norme comunitarie applicabili allinvestimento.

Obiettivi e collegamento con le strategie dellAsse


La misura finalizzata allammodernamento delle aziende agricole con lo scopo di migliorarne la competitivit e il rendimento globale, in termini di miglioramento sia del rendimento economico, sia della qualit delle produzioni, della sostenibilit ambientale e della situazione aziendale in termini di sicurezza sul lavoro e di igiene e benessere degli animali. La Misura, pertanto, concorre direttamente al conseguimento degli obiettivi Sostenere le imprese agricole e gli operatori forestali attraverso lintroduzione di innovazioni di prodotto, processo e organizzative; Consolidare e sviluppare i sistemi locali rurali, agroforestali ed agroalimentari. Inoltre la Misura contribuisce indirettamente allobiettivo prioritario dellAsse 2 Riduzione dei gas serra attraverso il sostegno alla realizzazione di impianti con specie a rapida crescita per la produzione di biomasse a scopi energetici.

Obiettivi operativi
Gli obiettivi specifici della Misura sono: ridurre i costi di produzione, anche attraverso lintroduzione di innovazioni di processo e di prodotto e lottimizzazione dei fattori di produzione; migliorare la qualit dei prodotti agricoli; diversificare le attivit agricole verso il "no food" e le biomasse agroforestali; promuovere il risparmio energetico e l'autoproduzione di energia per i fabbisogni aziendali; promuovere l'uso sostenibile delle risorse naturali (risparmio idrico e mantenimento della fertilit del suolo); favorire ladattamento strutturale delle aziende per la partecipazione a sistemi di qualit.

Descrizione della misura


Le tipologie di investimenti ammissibili sono le seguenti: A. Costruzione, ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento di fabbricati rurali, per la lavorazione, trasformazione e commercializzazione delle produzioni CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it Pagina1di12

B. C. D.

E. F. G. H.

I.

J.

K.

esclusivamente aziendali, compresa la realizzazione di punti vendita allinterno dellazienda. Acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature, anche per i punti vendita aziendali e comprese le dotazioni funzionali allintroduzione di sistemi volontari di certificazione. Sistemazioni idraulico-agrarie dei terreni finalizzate al drenaggio delle acque superficiali nel rispetto delle vigenti norme ambientali. Rinnovo varietale degli impianti arborei, anche mediante realizzazione di nuovi impianti con la predisposizione per lesecuzione meccanica di tutte le operazioni colturali; detti interventi di miglioramento dovranno essere in linea con gli orientamenti comunitari, con particolare riferimento alle limitazioni ed esclusioni settoriali; sono esclusi in ogni caso gli investimenti di mera sostituzione come definiti al capitolo 5.2. Acquisto di terreni entro il limite massimo del 10% dellimporto progettuale. Interventi di realizzazione ed ammodernamento di strutture di protezione e relativi impianti tecnologici funzionali alla riduzione dellimpatto ambientale. Investimenti per il miglioramento delle condizioni di igiene e benessere degli animali, oltre i requisiti minimi obbligatori previsti dalla vigente normativa comunitaria, nazionale e regionale. Costruzione e adeguamento di manufatti per stoccaggio e trattamento degli effluenti di allevamento e di acque reflue aziendali comunque destinate allutilizzazione agronomica oltre gli obblighi previsti dalle norme vigenti, salvo i casi di deroga sui requisiti minimi. Investimenti per la produzione di energia da biomassa agro-forestale, dimensionati in base ai fabbisogni energetici dellazienda e con priorit per gli impianti di cogenerazione. Nel caso di progetti collettivi a servizio di pi aziende, linvestimento deve essere dimensionato sulla base della somma delle esigenze energetiche delle aziende aderenti al progetto collettivo. In nessun caso limpianto pu superare 1MW di potenza. Miglioramento dellefficienza dei sistemi irrigui aziendali mediante la realizzazione di nuovi impianti o ladeguamento di quelli esistenti, finalizzato allottimizzazione delluso dellacqua nel rispetto delle norme vigenti in materia di tutela delle risorse idriche (Dir. 2000/60/CEE). Sono ammissibili anche interventi finalizzati al recupero e al riutilizzo di acque meteoriche, e alla potabilizzazione dellacqua per uso aziendale . Realizzazione di impianti con specie a rapida crescita per la produzione di biomasse a scopi energetici (Short rotation forestry).

Il sostegno della presente Misura concesso esclusivamente agli investimenti aziendali il cui prodotto finale rimane un prodotto agricolo di cui allAllegato I del Trattato. Sono ammissibili anche le spese per investimenti immateriali, riferiti esclusivamente ad attivit direttamente connesse agli investimenti materiali ammessi a finanziamento, quali acquisizione di know-how, acquisto di software, creazione e/o implementazione di siti internet, acquisto di brevetti e licenze, onorari di professionisti e consulenti, studi di fattibilit connessi al progetto presentato. Le spese per investimenti immateriali non possono superare il 20% degli investimenti materiali. CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it Pagina2di12

Localizzazione
La misura applicata sullintero territorio regionale. Nel caso di attuazione della misura attraverso lapproccio LEADER, la localizzazione sar definita anche sulla base delle aree regionali interessate dallazione dei Gruppi di azione Locale, nellambito delle strategie di intervento per lo sviluppo locale (Programmi di Sviluppo Locale) sostenute dallAsse 4 del presente programma. Nella tabella successiva vengono riportati gli interventi prioritari per ciascun settore, coerentemente con quanto indicato nel paragrafo 3.1.2.5, e correlati alle aree di intervento prioritario come definite nella territorializzazione regionale.

Linee prioritarie per gli investimenti aziendali


Aree di intervento prioritario COMPARTO Investimenti prioritari in base alle esigenze di ammodernamento e ristrutturazione Riconversione produttiva e varietale degli impianti senza incremento della superficie coltivata. Investimenti finalizzati al miglioramento della qualit dei prodotti in funzione delle certificazioni comunitarie. Acquisto di macchine ed attrezzature funzionali alla riduzione dell'impatto ambientale ed alla diffusione dei sistemi di certficazione Adozione di sistemi irrigui ed energetici ad alta efficienza, anche con l'impiego di fonti alternative CEREALICOLO Acquisto di macchine ed attrezzature funzionali alla riduzione dell'impatto ambientale ed alla diversificazione produttiva Certificazione e tracciabilit di filiera a vantaggio della qualit del prodotto. Completamento delle strutture di stoccaggio e prima lavorazione con lintroduzione di sistemi innovativi di conservazione.
OLIVICOLO B D1 D2

ORTOFRUTTA

Diffusione della raccolta meccanizzata Introduzione di sistemi di gestione e controllo finalizzati al miglioramento della qualit Acquisizione di hardware e software finalizzati alla razionalizzazione

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Pagina3di12

della gestione e della comunicazione (ICT) Investimenti diretti alla protezione dellambiente, al riutilizzo dei sottoprodotti della lavorazione, allutilizzo di fonti di energia rinnovabile, al miglioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro.
VITIVINICOLO

Acquisto macchine per la distribuzione di fitofarmaci con minore impatto ambientale o adatte a nuovi sistemi di allevamento. Introduzione di sistemi di gestione e controllo finalizzati al miglioramento della qualit Acquisizione di hardware e software finalizzati alla razionalizzazione della gestione e della comunicazione (ICT) X X

LATTIERO CASEARIO

Ammodernamento strutturale e dotazionale per la riduzione dellimpatto ambientale delle attivit, per il miglioramento del benessere degli animali, per lautomazione delle operazioni di allevamento. Realizzazione e adeguamento di strutture ed impianti per lo stoccaggio, il trattamento e lutilizzazione dei reflui aziendali, a scopo agronomico ed energetico oltre gli obblighi previsti dalle norme vigenti, salvo i casi di deroga sui requisiti minimi. Investimenti strutturali e dotazionali finalizzati alla vendita diretta di prodotti tipici e di qualit. Investimenti per la certificazione e tracciabilit di filiera.

ZOOTECNIA DA CARNE

Ammodernamento strutturale e dotazionale per la riduzione dellimpatto ambientale, per il miglioramento del benessere degli animali, per lautomazione delle operazioni di allevamento. Realizzazione e adeguamento di strutture ed impianti per lo stoccaggio, il trattamento e lutilizzazione dei reflui aziendali, a scopo agronomico ed energetico oltre gli obblighi previsti dalle norme vigenti, salvo i casi di deroga sui requisiti minimi . Adeguamento strutturale e dotazionale finalizzato alla tracciabilit, alla sicurezza alimentare ed ai sistemi di qualit riconosciuti. Investimenti finalizzati alla diversificazione ed ampliamento dellofferta dei prodotti lavorati e trasformati.

FUNGHI E TARTUFI

Realizzazione e ammodernamento tecnologico degli impianti di produzione, finalizzato alla riduzione degli input produttivi. Introduzione di sistemi di gestione e controllo finalizzati al miglioramento della qualit. Acquisizione degli strumenti dellICT finalizzati alla gestione aziendale. X X

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Pagina4di12

MIELE

Ammodernamento tecnologico degli impianti di produzione, finalizzato alla diminuzione dei costi al risparmio energetico. Realizzazione di strutture ed impianti finalizzati allincremento delle produzioni di qualit.

FLOROVIVAISMO

Riduzione dei costi di produzione e dellimpatto ambientale degli impianti colturali Investimenti per la certificazione del materiale da riproduzione e di propagazione Adeguamento tecnologico degli impianti di prima lavorazione e confezionamento Investimenti per lintegrazione di sistemi ecocompatibili di smaltimento e di produzione di imballaggi ecocompatibili. X X

FORESTA LEGNO

Ammodernamento strutturale e dotazionale finalizzato alla gestione ecosostenibile e alla produzione di assortimenti di pregio. Acquisto di macchine e attrezzature funzionali alla diversificazione produttiva "marketing oriented" Investimenti aziendali funzionali al riutilizzo a fini energetici dei residui forestali X X

Beneficiari
Imprese agricole singole o associate che: - effettuano investimenti sul territorio regionale - presentano un piano di investimenti coerente con gli obiettivi del presente programma e conforme alle indicazioni di seguito riportate - rispettano le condizioni di ammissibilit di seguito riportate. Sar accordata priorit ai giovani agricoltori che usufruiscono del sostegno della Misura 112 Insediamento di giovani agricoltori

Condizioni di ammissibilit
Il conduttore deve rispondere alla definizione di imprenditore agricolo professionale (IAP), ai sensi del D.Lgs n. 99/2004 e s.m.i. e del D.Lgs 101/2005 . Inoltre le condizioni richieste, al momento della presentazione della domanda, per accedere agli aiuti previsti dalla presente misura sono: 1. Iscrizione al registro delle imprese agricole presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura. 2. Iscrizione allINPS ai fini previdenziali ed assistenziali. 3. Conformit dell'investimento alle norme comunitarie applicabili allo stesso. CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it Pagina5di12

4. Possesso di conoscenze e competenze professionali adeguate. 5. Presentazione di un Piano di Sviluppo aziendale che dimostri il miglioramento del rendimento globale dell'azienda agricola tramite linvestimento proposto. 6. Rispetto degli standard vigenti in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali, sicurezza alimentare e sicurezza sul lavoro. 7. Possesso del livello di redditivit annua aziendale di seguito evidenziato:

RLS PIANURA

RLS COLLINA Colture intensive 9.684 Euro Colture estensive 6.972 Euro

RLS MONTAGNA Tutte le colture 6.972 Euro

Colture intensive 13.170 Euro Colture estensive 9.684 Euro

Relativamente al requisito di cui al punto 6, se gli investimenti sono effettuati allo scopo di ottemperare ai requisiti comunitari, il sostegno pu essere concesso solo per gli investimenti finalizzati ai requisiti comunitari di nuova introduzione. In tal caso, allazienda agricola pu essere accordata una proroga non superiore a 36 mesi dalla data in cui il nuovo requisito acquista efficacia vincolante nei confronti del beneficiario affinch possa conformarsi ad esso. Per poter beneficiare degli aiuti previsti dalla presente misura, i richiedenti devono impegnarsi a non distogliere gli investimenti programmati per un periodo di tempo (continuo e consecutivo) non inferiore a dieci anni per quanto riguarda i beni immobili e non inferiore a cinque anni per quanto riguarda le attrezzature e le macchine, a partire dalla data di accertamento di avvenuta esecuzione dellinvestimento.

Requisiti comunitari di nuova introduzione:


Direttiva Nitrati 91/676/CE relativa alla Protezione delle dallinquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole.
1

acque

Il Reddito Lordo Standard aziendale si calcola moltiplicando i redditi lordi standard unitari delle colture e degli allevamenti (dati

Istat 1994 per ettaro e per capo di bestiame) rispettivamente per gli ettari di superficie coltivata e per il numero dei capi allevati in azienda, in base allubicazione delle superfici interessate ed allordinamento produttivo. Sommando i singoli valori cos ottenuti si perviene allammontare complessivo del Reddito Lordo Standard Aziendale. Le aziende zootecniche, che siano state interessate nel corso dellultimo anno da abbattimenti di capi disposti dallAutorit sanitaria, potranno utilizzare come base di calcolo la situazione pi favorevole degli ultimi tre anni.

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Pagina6di12

La Regione Basilicata ha approvato il Programma dAzione per le zone vulnerabili ai nitrati di origine agricola, delimitate con DGR 258/2002, con Delibera del Consiglio regionale n. 119 del 6/06/2006 Il Programma entrato in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale delle Regione Basilicata (avvenuta in data 10/07/2006): da tale data decorrono obblighi e divieti per le aziende agricole. Le aziende agricole zootecniche regionali presentano una situazione strutturale caratterizzata dalle ridotte dimensioni aziendali e da diffuse difficolt di bilancio che rendono pi oneroso il ricorso al mercato dei capitali per autofinanziare gli investimenti necessari; pertanto necessario consentire un periodo di proroga della durata di 36 mesi per conformarsi alle prescrizioni previste nel Programma, a condizione che tale proroga sia necessaria per risolvere i problemi specifici inerenti losservanza delle stesse. Gli investimenti necessari per ladeguamento a tale norma, da realizzarsi con il sostegno della presente Misura, possono pertanto essere completati entro 36 mesi dalla data di approvazione del Programma e quindi non oltre il 09/07/2009. Per le aziende che non fanno domanda di accesso al PSR, i tempi di completamento degli investimenti necessari per ladeguamento a tale norma scadono il 31.12.2008. Nel caso di giovani agricoltori beneficiari del sostegno accordato dalla misura 112 Primo Insediamento, il sostegno della presente misura pu essere concesso anche per quegli investimenti che siano finalizzati al rispetto dei requisiti comunitari esistenti, se specificati nel piano aziendale. La proroga entro cui occorre conformarsi ai requisiti suddetti non pu superare i 36 mesi dalla data di insediamento.

Dimostrazione del miglioramento del rendimento globale dell'azienda agricola


Il Piano Aziendale di cui al punto 5 delle Condizioni di ammissibilit dovr contenere: - La descrizione della situazione iniziale dellazienda agricola, - La descrizione degli elementi cardine specifici e degli obiettivi per lo sviluppo delle attivit aziendali; - la descrizione della situazione dellazienda agricola al termine del periodo di esecuzione del piano; - i dettagli relativi ai fabbisogni e gli investimenti proposti per il raggiungimento degli obiettivi individuati, compresa la formazione, i servizi di consulenza o eventuali altre azioni necessarie allo sviluppo delle attivit dellazienda agricola ed alladeguamento delle competenze dellimprenditore in materia di adeguamento normativo ambientale e di utilizzo razionale dei fattori della produzione; - il cronoprogramma degli investimenti materiali ed immateriali previsti; - il calcolo, riferito alla situazione iniziale dellazienda ed alla situazione risultante al termine del periodo di esecuzione del piano stesso del reddito aziendale e della capacit occupazionale (in termini di unit lavorative); - il piano finanziario degli investimenti con lindicazione: della componente di aiuto pubblico richiesta per le tipologie di intervento previste (misure 111, 114, 121) CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it Pagina7di12

della componente privata e delle modalit di copertura della stessa con eventuale indicazione della richiesta di garanzie per la stipula di un mutuo.

Criteri per il calcolo del reddito e del volume di lavoro aziendale


La redditivit dellazienda sar determinata mediante il calcolo: del Reddito Lordo Aziendale (RLA), da computarsi in termini di UDE (1 UDE = 1.200) sulla base dei Redditi Lordi Standard (RLS) e in funzione dellordinamento produttivo aziendale della campagna di riferimento e sulla base di coefficienti tecnici, appositamente rappresentati in tabelle approvate dalla Giunta Regionale; delle Unit Lavorative Aziendali (ULA), calcolate in ore di lavoro, in funzione dellordinamento produttivo della campagna di riferimento e sulla base di coefficienti tecnici, appositamente rappresentati in tabelle approvate dalla Giunta Regionale, in conformit con le normative nazionali e regionali, e vigenti alla data di presentazione della domanda di aiuto; dellindicatore RLA/ULU

Limitazioni, esclusioni
Il sostegno agli investimenti per lo sviluppo rurale dovr tener conto di qualsiasi limitazione o restrizione settoriale e sar limitato ai prodotti dellAllegato I del Trattato. Il sostegno previsto dalla presente misura non concesso in alcun caso a favore di interventi sovvenzionati in virt delle Organizzazioni Comuni di Mercato (v. successivo paragrafo: Coerenza ed interrelazioni con altri interventi di sostegno pubblico) Non sono ammissibili al sostegno della presente misura le spese relative allacquisto di diritti di produzione agricola, di animali, di piante annuali e la loro messa a dimora. Gli investimenti destinati a semplice sostituzione, come definiti nel paragrafo iniziale del presente capitolo, non sono ammissibili al sostegno. Relativamente alla linea di azione I, non sono ammessi investimenti per impianti di produzione di energia superiori a 1 Megawatt di potenza. Per la realizzazione di tali impianti saranno rispettate, ove pertinenti, le normative e le procedure in materia di Valutazione di Impatto Ambientale. Lazione K Realizzazione di impianti con specie a rapida crescita per la produzione di biomasse a scopi energetici (Short rotation forestry) verr realizzata previa unattenta valutazione dellincidenza di tale investimento sullambiente. In alcun caso potr essere realizzata nelle zone Natura 2000, nelle aree protette ed in quelle ad alta valenza naturalistica.

Modalit attuative
La presente misura sar attivata mediante bandi pubblici regionali nellambito di progetti singoli o collettivi e allinterno di progetti di filiera e di programmi di sviluppo locale.

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Pagina8di12

La domanda dellaiuto per laccesso al sostegno della presente misura corredata da un apposito piano atto a dimostrare il miglioramento del rendimento globale dellazienda in relazione agli investimenti proposti; tale piano potr prevedere anche la contestuale richiesta di sostegno erogato da altre misure del presente PSR, per la realizzazione di attivit connesse allesecuzione del programma di investimenti inerenti il capitale fisico aziendale; in tal caso il beneficiario potr presentare, contestualmente alla domanda di aiuto di cui alla presente misura, anche tutte le informazioni occorrenti per supportare listruttoria della richiesta di sostegno relativa alle altre misure del PSR correlate; in caso di sussistenza delle condizioni di accesso, ci consentir al titolare della domanda di aiuto, di accedere simultaneamente al sostegno della presente misura e delle altre misure richieste sulla base dei contenuti del piano di sviluppo aziendale. In particolare, le misure del PSR correlate sono: Misura 111 Azioni nel campo della formazione professionale e dellinformazione Misura 112 Primo insediamento per i giovani agricoltori Misura 114 Utilizzo da parte degli agricoltori e dei detentori di aree forestali di servizi di consulenza.

Entit e intensit dellaiuto


Laiuto concesso nella presente misura sar erogato sottoforma di contributo in conto capitale o in conto interesse o in una combinazione degli stessi. Il cofinanziamento degli investimenti sostenuti dalla Misura , potr essere assistito dalla garanzia concessa da uno specifico Fondo di garanzia per laccensione delloperazione di prestito. Lintensit del contributo pubblico definita in base alla natura del soggetto proponente (giovani agricoltori al primo insediamento; altri imprenditori agricoli) ed allubicazione aziendale (zone montane e svantaggiate, altre zone del territorio regionale), come riportato nel prospetto che segue.

Zone

Beneficiari

Giovane al insediamento 60%

primo

Zone montane e (Direttiva 75/268/CEE) Altre

svantaggiate

50%

40%

50%

E previsto un anticipo pari al 20% del totale del contributo concesso, dietro rilascio di garanzia fidejussoria corrispondente al 110% dellimporto anticipato.

Coerenza ed interrelazioni con altri interventi di sostegno pubblico

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Pagina9di12

Gli interventi previsti nellambito dello sviluppo rurale devono essere coerenti e complementari agli interventi strutturali ed agli interventi per la qualit delle produzioni finanziabili allinterno di alcune OCM. I controlli relativi allaccertamento di non duplicazione del sostegno sono garantiti dallOrganismo Pagatore (ARBEA). Nei settori sottoposti a restrizioni della produzione o limitazioni al sostegno, linvestimento non ammesso qualora comporti il superamento di dette restrizioni o limitazioni. In particolare, per le singole OCM, sono adottati i criteri di demarcazione riportati di seguito:
OCM Latte
Gli aiuti previsti nellambito dellOCM sono totalmente disaccoppiati, mentre permane la limitazione alla produzione, regolata attraverso le quote latte. LOCM latte non prevede aiuti agli investimenti, pertanto il sostegno della misura 121 Ammodernamento delle aziende agricole pu integrare gli aiuti derivanti dal primo pilastro: gli investimenti dovranno essere commisurati alle quote legalmente detenute. Coloro che sono oggetto di una procedura di recupero e/o blocco dei titoli non potranno accedere alle misure previste dai PSR.

OCM Ortofrutta
E necessario che gli interventi previsti dal PSR siano coerenti e complementari agli interventi strutturali e per la qualit delle produzioni finanziabili dalle OCM. Nello specifico, il PSR interviene: in favore di aziende agricole ortofrutticole che non aderiscono alle OP, per tutte le tipologie di intervento previste dalla Misura; in favore delle aziende agricole che aderiscono alle Organizzazioni dei Produttori (OP) riconosciute e/o in corso di riconoscimento ai sensi del Reg. (CE) n. 2200/96, per le stesse tipologie di intervento ammissibili alla presente misura, il criterio generale utilizzato per scongiurare il rischio di duplicazione degli interventi,si basa sullimporto progettuale: gli investimenti materiali ed immateriali saranno finanziabili solo nellambito del PSR nel caso in cui la dimensione finanziaria dellinvestimento superi 100.000. Le OP non finanzieranno i interventi al di sopra dei 100.000 euro. Oltre alle disposizioni amministrative ordinarie, tese ad accertare ladesione del beneficiario ad una OP e la mancata sovrapposizione con altri finanziamenti sullo stesso intervento, la garanzia di non duplicazione del finanziamento in ogni caso assicurata dal controllo effettuato dallOrganismo Pagatore - ARBEA

OCM Vino
Non si rileva alcuna forma di sovrapposizione tra i campi di applicazione dellOCM Vino e del PSR, in quanto gli investimenti aziendali finanziati dal PSR escludono interventi sul potenziale viticolo (impianti e reimpianti) e sono esclusivamente limitati alla trasformazione e commercializzazione del prodotto aziendale, allaumento del valore aggiunto dei prodotti vitivinicoli, alle operazioni colturali ed alla meccanizzazione aziendale.

OCM Olio dOliva

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Pagina10di12

Al fine di assicurare uno sviluppo adeguato al settore necessario che le misure sovvenzionabili a norma della OCM Olio di oliva siano rinforzate da azioni complementari sostenute dal PSR. A regime (dal 1 aprile 2009), in linea con quanto previsto dal PSN, gli interventi strutturali realizzati nellambito dellOCM riguarderanno azioni di carattere collettivo da realizzare su iniziativa delle O.P. Tali programmi non prevederanno gli stessi interventi finanziabili con la presente Misura. In via transitoria, fino al 31 marzo 2009, non essendo possibile applicare la distinzione tra azioni collettive e azioni aziendali, occorre prevedere una specifica eccezione ai sensi dellart. 5 comma 6 del Reg. (CE) 1698/05 che consenta alle O.P. ed ai loro soci di beneficiare del sostegno previsto nellambito del PSR Per evitare il rischio di duplicazione degli interventi, si far riferimento ad un criterio basato sullimporto progettuale: il PSR non sosterr interventi di importo inferiore a 10.000; lOCM non finanzier progetti di importo superiore a 10.000 .

OCM Apicoltura
Le azioni sostenute dalla OCM non sono comprese fra quelle ammissibili al sostegno del FEASR.

Demarcazione con altri fondi


Il FESR non interviene negli ambiti di intervento della presente misura. Nellambito energia la demarcazione con il FESR sar assicurata attraverso il criterio della scala degli interventi: il FEASR finanzia le iniziative a monte della produzione di energia ed impianti di potenza fino ad 1 MW e finalizzati a soddisfare unicamente le esigenze dellazienda agricola.

Controlli
Il Piano sar controllato in sintonia con la tempistica prevista nel cronoprogramma degli investimenti. Entro 36 mesi successivi dalla concessione individuale del sostegno il Piano aziendale pu essere oggetto di verifica intermedia. Qualora il titolare della domanda di aiuto risulti inadempiente allatto della suddetta verifica, la Regione Basilicata intimer di procedere senza indugio agli adempimenti previsti dal Piano aziendale, assegnando un tempo perentorio, variabile in funzione delle caratteristiche del Piano e comunque non superiore a due anni dalla data della comunicazione; decorso inutilmente tale periodo, saranno attivate le procedure di recupero dellammontare del sostegno gi erogato. Sono inoltre previsti i seguenti ulteriori controlli: Verifica del possesso dei requisiti individuali, dell'impresa e dellazienda. Verifica del possesso dei requisiti minimi per linvestimento. Nel caso di giovani agricoltori al primo insediamento, verifica dei requisiti previsti per laccesso alla Misura Insediamento di giovani agricoltori qualora gli stessi abbiano usufruito della priorit nellaccesso alla Misura, e delleventuale deroga al possesso dei requisiti della Misura Ammodernamento delle aziende agricole. Verifica, in fase istruttoria e nelle fasi successive di controllo, dell'effettiva presenza in azienda delle coltivazioni e degli allevamenti in relazione alla tipologia degli interventi ammissibili. Pagina11di12

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Verifica dell'effettivo utilizzo degli investimenti realizzati secondo le prescrizione fissate in sede di concessione dellaiuto. Verifica - per il settore dei bovini da latte - che la capacit produttiva sia nei limiti quantitativi delle quote legalmente possedute dalla singola azienda richiedente.

Descrizione delle operazioni in corso


Non sono presenti operazioni in corso

Quantificazione degli obiettivi Indicatori comuni (QCMV)

Codice 121

Misura Ammodernamento agricole delle aziende

Indicatori di prodotto Numero di aziende agricole che hanno ricevuto un sostegno agli investimenti Volume totale di investimenti Indicatori di risultato Aumento del valore aggiunto lordo nelle aziende beneficiarie Indicatori di impatto (incidenza %) Produttivit del lavoro Crescita economica

Valore previsionale 400 89.111.956

3,9%

32,7 22,4

(indicatori specifici di Programma)


Codice 121 Misura Ammodernamento agricole delle aziende Indicatori di risultato Numero di aziende e % di investimenti per il risparmio energetico (autoproduzione di energia da fonti rinnovabili) Numero di aziende e % di investimenti per lintroduzione di sistemi volontari di certificazione della qualit Numero di aziende e % di investimenti per il risparmio idrico Valore previsionale 20 20%

20 5% 50 20%

CopiadisponibilesulportaleARBEAhttp://www.arbea.basilicata.it

Pagina12di12