Sei sulla pagina 1di 20

A scatola chiusa

I risultati dei test genetici condotti su 165 scatolette di tonno

A SCATOLA CHIUSA
Risultati dei test genetici commissionati da Greenpeace su scatolette di tonno provenienti da diversi paesi del mondo

Novembre 2010

Premessa Il tonno utilizzato nelle scatolette che vengono vendute sul mercato europeo proviene prevalentemente dallOceano Pacifico o dallOceano Indiano, dove vivono diverse specie di tonno. La pi abbondante il tonnetto striato o skipjack tuna (Katsuwonus pelamis), che il tonno pi utilizzato nelle conserve, soprattutto nel Nord Europa. Per quanto al momento gli stock di questa specie si trovino in buona salute, a causa di una pesca decisamente eccessiva in alcune regioni si iniziano gi a registrare i primi segni di declino. Ben diversa invece la situazione di altre due specie, anchesse comunemente usate nelle scatolette di tonno: il tonno pinna gialla (Thunnus albacares), particolarmente utilizzato sul mercato italiano, e il tonno obeso (Thunnus obesus), i cui stock sono sotto pressione e presentano ormai chiari segni di sovrasfruttamento. Tuttavia, per quanto lo skipjack possa sembrare la scelta pi sostenibile, si deve comunque prestare attenzione al metodo con cui viene pescato. E, infatti, sempre pi diffusa la pesca con reti a circuizione che utilizza sistemi di aggregazione per pesci o FADs (Fishing actractive devices). I FAD sono oggetti galleggianti che insieme a esemplari giovanili di tonno attirano varie specie minacciate come tartarughe marine, squali quali lo squalo balena e specie ittiche non bersaglio (cio non oggetto della pesca) che finiscono regolarmente nelle reti come catture accidentali i . I pescatori dovrebbero essere i primi a preoccuparsi del fatto che i FAD stanno contribuendo a portare rapidamente le risorse verso il sovrasfruttamento, impedendo il recupero di popolazioni gi in crisi come il tonno obeso o il tonno pinna gialla. Si consideri che oggi giorno luso di FAD diffusissimo e oggi i FAD sono usati dal 70% dei pescherecci che utilizzano reti a circuizione (le cosiddette tonnare volanti) ii . Nonostante lutilizzo di FAD sia aumentato rapidamente negli ultimi anni non vi sono dati sul loro impatto e ben poca ricerca stata fatta per determinare leffetto che essi potrebbero avere sulle popolazioni di tonni, sulle catture accessorie e su tutto lecosistema marino. Metodologia Abbiamo sottoposto ad analisi del DNA, per identificare le specie di tonno presenti al loro interno, scatolette di tonno vendute nei supermercati di 12 Paesi in cui questi prodotti sono particolarmente diffusi: Australia, Austria, Canada, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Nuova Zelanda, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti. Per ogni paese sono stati testati 4 o 5 prodotti e per ogni prodotto si sono analizzate tre diverse scatolette di tonno iii . Il laboratorio indipendente che ha eseguito le analisi, il laboratorio spagnolo di biologia molecolare AZTI-Tecnalia. In totale sono state analizzate 165 scatolette di tonno di 50 diverse marche di tonno in scatola (vedi Allegato I). In Italia sono stati testati 5 prodotti (3 scatolette per ognuno di loro) appartenenti ai tre marchi pi diffusi sul mercato nazionale: Riomare, Nostromo
Vedi rapporto: Tonno in Trappola. Gennaio 2010. Disponibile a: http://www.greenpeace.it/tonnointrappola/REPORT-TONNO.pdf ii Hallier J-P & Gaertner D (2008). Drifting fish aggregation devices could act as an ecological trap for tropical tuna species. Marine Ecology Progress Series 353: 25564. Accessed May 2010 at: http://hal.ird.fr/docs/00/26/91/72/PDF/Hallier_GaertnerMEPS7180_Prev2.pdf iii Nota: questo valido per la maggior parte dei prodotti testati.
i

e MareAperto STAR. Oltre a essere le compagnie che occupano la fetta pi grande del mercato italiano, queste aziende non hanno fatto nulla, fino ad oggi, per garantire la sostenibilit dei propri prodotti. Si trovano, infatti, tutte nella fascia rossa della classifica Rompiscatole di Greenpeace iv . Per la descrizione dettagliata della metodologia e la lista completa dei prodotti testati leggi il rapporto integrale del laboratorio, che pu essere scaricato al seguente sito: http://www.greenpeace.org/international/Global/international/publications/ocean s/2010/azti_tinned_tuna_report_IA10GP1A%20FINAL.pdf Risultati Una scatoletta di tonno su tre (50 campioni su 165, cio il 30,3% delle scatolette testate) contiene specie diverse di tonno mescolate insieme o diverse da quanto indicato in etichetta o che possono variare a seconda del lotto di provenienza v . Insomma vi una totale mancanza di trasparenza: i risultati ottenuti dimostrano che nelle scatolette ci pu finire di tutto e che ben poche garanzie sono offerte ai consumatori sul tipo di tonno che portano sulle loro tavole. I test hanno rivelato tre situazioni diverse: 1. per alcuni marchi abbiamo ritrovato due specie diverse di tonno mescolate nella stessa scatoletta; 2. per altri abbiamo invece rilevato che diverse scatolette di uno stesso prodotto possono contenere differenti specie di tonno. E questo stato osservato sia in scatolette provenienti dallo stesso lotto che da lotti differenti; 3. in altri prodotti, la specie di tonno identificata con il DNA nelle scatolette semplicemente non corrispondeva a quella indicata in etichetta. NellAllegato II si trova la lista dei risultati che evidenziano le situazioni indicate sopra. Il rapporto integrale prodotto dal laboratorio con lelenco completo dei risultati pu essere scaricato al seguente sito: http://www.greenpeace.org/international/Global/international/publications/ocean s/2010/azti_tinned_tuna_report_IA10GP1A%20FINAL.pdf Per quanto riguarda le scatolette di tonno testate in Italia abbiamo riscontrato problemi nei seguenti prodotti: - Nostromo tonno al naturale prima scelta: scatolette di lotti differenti contengono diverse specie di tonno anche se si tratta della stessa tipologia di prodotto ; - Mare Aperto STAR tonno allolio doliva: oltre alla presenza di specie diverse, in lotti differenti dello stesso prodotto, stata verificata in una delle scatolette la presenza di tonno obeso specie che presenta chiari segni di sovrasfruttamento.

Nota: per entrambi i marchi tutte le scatolette testate presentavano sulle etichette una generica indicazione: ingredienti: tonno, e provenivano da stabilimenti di produzione spagnoli
Visita la Classifica Rompiscatole alla pagina: http://www.greenpeace.it/tonnointrappola/ Bisogna comunque tenere in considerazione che il campione di scatolette analizzate per ciascun prodotto stato relativamente piccolo (di solito tre scatolette per tipologia di prodotto). Inoltre la qualit del DNA in 56 campioni risultata cos deteriorata che non stato possibile per il laboratorio identificare con precisione la specie di tonno utilizzata, ma solo escludere con sicurezza che si trattasse di tonno pinna gialla o obeso.
v iv

Prodotto testato per tonno MareAperto STAR

Altri risultati interessanti riguardano marchi di cui sono state testate scatolette provenienti da altri paesi, ma che vengono venduti anche sul mercato italiano: - Riomare prodotti testati in Germania e Olanda hanno rivelato la presenza di specie diverse di tonno in scatolette provenienti dallo stesso lotto e addirittura di due specie diverse di tonno mescolate nella stessa lattina. Anche in Austria stata verificata la presenza di specie differenti nello stesso lotto e tra esse si scoperta la presenza di tonno obeso, una specie sovrasfrutatta; - Calvo (compagnia proprietaria del marchio Nostromo): nelle scatolette analizzate in Spagna si accertata la presenza di tonno obeso e tonno pinna gialla mescolati nella stessa scatoletta; - Carrefour in Grecia si sono trovate diverse specie di tonno in scatolette di uno stesso prodotto provenienti da lotti diversi. E stata accertata la presenza di tonno obeso in scatolette che indicavano sulletichetta la presenza di tonno pinna gialla. Discussione dei risultati I risultati dei nostri test evidenziano quindi una serie di problematiche nella tracciabilit del prodotto tonno da conserva che possiamo schematicamente ripartire in due casi distinti: a) E difficile distinguere esemplari giovani di tonno pinna gialla e obeso se non al momento della loro pesca Distinguere tra diverse specie di tonno in caso di esemplari freschi e adulti piuttosto semplice. Invece, abbastanza comune che si faccia confusione tra esemplari giovani (medio-piccoli) di tonno obeso e tonno pinna gialla (che sono spesso catturati con reti a circuizione) vi . Questo vero in particolare quando le diverse specie di tonni non vengono separate subito dopo la cattura: il colore della pelle diventa infatti molto simile in entrambe le specie dopo la morte. Ancora pi difficile distinguere tra esemplari di tonno pinna gialla e tonno obeso congelati a causa della decolorazione, dei possibili danni alle pinne, di distorsioni

Itano DG (2004). A handbook for the identification of yellowfin and bigeye tunas in brine frozen condition. 17th Meeting of the Standing Committee on Tuna and Billfish, Majuro, Marshall Islands 918 August 2004. SCTB17 Working Paper, FTWGINF4. Accessed November 2010 at: www.spc.int/DigitalLibrary/Doc/FAME/Meetings/SCTB/17/INF_FTWG_4.pdf

vi

dovute alla fase di stoccaggio o trasporto vii . Una volta congelati, stoccati e trasportati, gli esemplari giovani di queste due specie appaiono davvero molto simili viii . b) Una tardiva separazione dei tonni di specie diversa riduce la possibilit di identificare le specie in maniera corretta Sembra che le diverse specie di tonno catturate con reti a circuizione siano spesso conservate e congelate nella stiva della nave tutte insieme, per essere separate solo in una fase successiva. Secondo Itano e Fukofuka il fatto che esemplari giovani di tonno pinna gialla e obeso vengono venduti sul mercato a prezzi piuttosto simili non aiuta certo a incentivare i pescatori a separarli ix . In un rapporto pubblicato lo scorso anno dalla Commissione per la pesca nellOceano Pacifico Centrale e Occidentale (WCPFC) si mette in evidenza come in alcune industrie per linscatolamento del tonno visitate a Bangkok, i tonni vengono separati direttamente sul sito di produzione e non sui pescherecci o in porto. Le stesse aziende ammettono che cos facendo per loro molto difficile distinguere esemplari giovani delle due specie e che possibile che una certa quantit di tonno obeso passi come tonno pinna gialla nel processo di produzione x . La stessa problematica riportata in uno studio condotto in altre tre industrie conserviere in Tailandia xi .

Itano DG (2005). A handbook for the identification of yellowfin and bigeye tunas in fresh condition.Version2. Originally submitted as Version 1 to the 17th Meeting of the Standing Committee on Tuna and Billfish, Majuro, Marshall Islands, 918 August 2004. Fishing Technology Working Group, INF-FTWG-5. Accessed November 2010 at: www.mexfish.com/fish/beyetuna/ItanoBigeyeTunaID.pdf Itano DG (2004). A handbook for the identification of yellowfin and bigeye tunas in brine frozen condition. 17th Meeting of the Standing Committee on Tuna and Billfish, Majuro, Marshall Islands 918 August 2004. SCTB17 Working Paper, FTWGINF4. Accessed November 2010 at: www.spc.int/DigitalLibrary/Doc/FAME/Meetings/SCTB/17/INF_FTWG_4.pdf Fukofuka S, Itano DG (2006). A handbook for the identification of yellowfin and bigeye tunas in fresh, but less than ideal condition. Version 6. Originally submitted as Version 4 to the 1st Meeting of the Scientific Committee of the Western and Central Pacific Fisheries Commission, Noumea, New Caledonia, 819 August 2005. Fishing Technology Specialist Working Group FT IP-1. Accessed October 2010 at: ftp://ftp.soest.hawaii.edu/PFRP/itano/3_BE-YF%20ID%20Less%20Ideal_ENGLISH_v6_logo.pdf viii Itano DG (2004). A handbook for the identification of yellowfin and bigeye tunas in brine frozen condition. 17th Meeting of the Standing Committee on Tuna and Billfish, Majuro, Marshall Islands 918 August 2004. SCTB17 Working Paper, FTWGINF4. Accessed November 2010 at: www.spc.int/DigitalLibrary/Doc/FAME/Meetings/SCTB/17/INF_FTWG_4.pdf Fukofuka S, Itano DG (2006). A handbook for the identification of yellowfin and bigeye tunas in fresh, but less than ideal condition. Version 6. Originally submitted as Version 4 to the 1st Meeting of the Scientific Committee of the Western and Central Pacific Fisheries Commission, Noumea, New Caledonia, 819 August 2005. Fishing Technology Specialist Working Group FT IP-1. Accessed October 2010 at: ftp://ftp.soest.hawaii.edu/PFRP/itano/3_BE-YF%20ID%20Less%20Ideal_ENGLISH_v6_logo.pdf ix Itano DG, Fukofuka S (2006). Handbook for the identification of yellowfin and bigeye tunas in fresh, frozen and fresh but less than idea condition. Western and Central Pacific Fisheries Commission Scientific Committee Second Regular Session, Manila, Philippines, 718 August 2006. WCPFC-SC2-2006/FT IP-4. Accessed November 2010 at: www.spc.int/DigitalLibrary/Doc/FAME/Meetings/WCPFC/SC2/SC2_FT_IP4.pdf x WCPFC (2009). Report of field surveys on unloading from a cargo vessel and sorting process at the site of canneries at Bangkok. Technical and Compliance Committee Fifth Regular Session, Pohnpei, Federated States of Micronesia, 16 October 2009. WCPFC-TCC5-2009/DP-07 (Rev.1). Accessed November 2010 at: www.wcpfc.int/system/files/documents/meetings/technical-and-compliance-committee/5th-regularsession/delegation-papers/WCPFC-TCC5-2009-DP-07%20%28Rev.1%29%20%5BJapanReport%20of%20field%20surveys%20at%20Bangkok%5D.pdf xi Satoh K, Okamoto H, Fukuda T, Kenji N, Sasaki Y, Oshima T (2010). Accuracy of species identification of yellowfin and bigeye in three canneries of Kingdom of Thailand. Scientific Committee Sixth Regular Session, Nukualofa, Tonga, 1019 August 2010. WCPFC-SC6-2010/ST-WP-04. Accessed November 2010 at: www.wcpfc.int/doc/st-wp-04/accuracy-species-identification-yellowfin-and-bigeye-three-canneries-kingdomthailand

vii

Greenpeace in azione contro lAlbatun Tres, uno dei pi grandi pescherecci per la pesca al tonno ( Paul Hilton / Greenpeace)

Errori nellidentificazione delle specie potrebbero quindi aver portato alle situazioni evidenziate dalle analisi genetiche condotte sul contenuto di vari prodotti tonno in scatola. Per lo pi si tratta di: 1. Diverse specie in una stessa scatoletta di tono: Si pu presumere che normalmente due specie di tonno diverse non vengano mescolate intenzionalmente nella stessa lattina di tonno ma che ci avvenga perch durante il processo non si stati in grado di distinguere tra le due specie. Ci nonostante, per quanto non intenzionale, questo contro la legge per prodotti venduti sul mercato Europeo xii .
Mixing of two species in one tin is contrary to European Union Regulation (EEC) No 1536/92 of 9 June 1992, which lays down common marketing standards for preserved tuna and bonito. Article 2(2) of this Regulation says that when marketing preserved tuna, [d]ifferent species may not be mixed in the same container. (An exception is made for culinary preparations using tun[a] or bonito flesh entailing disappearance of the muscular structure. In Spain products sold aslight tuna may contain yellowfin or bigeye tuna (but not a mix of the two because of the EU Regulation). This regulation is also valid in Switzerland since the adaption of the respective legislation to EU legislation in 2009. European Commission (1992). Council Regulation (EEC) No 1536/92 of 9 June 1992 laying down common marketing standards for preserved tuna and bonito. Accessed November 2010 at: http://eurlex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:31992R1536:EN:HTML Boletn oficial del estado (2009). Sbado 12 de septiembre de 2009, Nm. 221, Sec. I. Pg. 76738, Real decreto 14505. Accessed November 2010 at: www.boe.es/boe/dias/2009/09/12/pdfs/BOE-A-2009-14505.pdf
xii

2. Diverse specie utilizzate in uno stesso lotto o in lotti differenti: Anche se questo potrebbe essere dovuto al fatto che spesso difficile distinguere le diverse specie di tonno, luso di specie differenti in uno stesso lotto - o in lotti diversi di uno stesso tipo di prodotto - significa che i consumatori non possono sapere che tipo di tonno acquistano e poi mangiano xiii . In Europa non vi lobbligo di specificare sulletichetta la specie di tonno contenuta nella scatoletta e i consumatori sono lasciati totalmente alloscuro sul tipo di tonno presente nei prodotti che comprano. Lo stesso vale per la provenienza del tonno o per il metodo di pesca utilizzato per pescarlo. Tutto ci reso ancora pi grave da quanto abbiamo scoperto con queste analisi, ovvero che scatolette con lo stesso nome e marchio possono contenere specie differenti: la verit che le industrie conserviere, non assumendo alcun impegno rispetto al tipo di tonno venduto (visto che la norma non impone una chiara indicazione della specie in etichetta), non hanno alcun obbligo verso il consumatore e possono quindi permettersi di mettere nelle loro scatolette qualsiasi tonno a basso costo disponibile in quel momento sul mercato. I consumatori hanno quindi solo lillusione di comprare sempre lo stesso prodotto ma in realt ogni volta potrebbero teoricamente (una volta su tre, secondo il nostro campione) portarsi a casa una cosa diversa. Nel corso degli ultimi anni diversi supermercati e produttori si sono impegnati su base volontaria ad indicare sulle proprie scatolette il nome della specie e in certi casi anche larea e il metodo di pesca utilizzato: sono passi necessari per garantire trasparenza ai consumatori. 3. Specie diverse da quanto indicato in etichetta: La presenza di unindicazione errata sulletichetta (in questo caso di una scatoletta di tonno) una frode in vari Paesi. LArticolo 2 della Direttiva Europea 2000/13/EC del 20 Marzo 2000 - parlando delletichettatura, presentazione e pubblicit di prodotti alimentari - afferma che letichetta non pu confondere il consumatore rispetto alle caratteristiche del prodotto, riferendosi in particolare alla sua natura, identit, propriet, composizione, quantit, durata, origine o provenienza, metodo di produzione, xiv Ci sottolineato anche dal regolamento Europeo (EC) No 178/2002 del 28 gennaio 2002, the General Food Law Regulation, in Articolo 16 xv .
UFAG Laboratorien (2007). Schweizerisches Lebensmittelrecht: Anpassung an die EG-Gesetzgebung. E-news. Accessed November 2010 at: http://www.ufag-aboratorien.ch/index.aspx?Language_ID=1&Navigation_ID=149 xiii Nota: Non vi un obbligo legale ad utilizzare la stessa specie di tonno nellambito dello stesso loto o in lotti diversi di uno stesso prodotto. xiv European Commission (2000). Directive number 2000/13/EC of the European Parliament and the Council of 20 March 2000 on the approximation of the laws of the Member States relating to the labelling, presentation and advertising of foodstuffs . Accessed November 2010 at: http://eurlex. europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CONSLEG:2000L0013:20070112:EN:PDF The labelling and methods used must not: (a) be such as could mislead the purchaser to a material degree, particularly: (i) as to the characteristics of the foodstuff and, in particular, as to its nature, identity, properties, composition, quantity, durability, origin or provenance, method of manufacture or production; xv European Commission (2002). Regulation (EC) No 178/2002 of the European Parliament and of the Council of 28 January 2002 laying down the general principles and requirements of food law, establishing the European Food Safety Authority and laying down procedures in matters of food safety. Accessed November 2010 at: http://eurlex. europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:32002R0178:EN:HTML Without prejudice to more specific provisions of food law, the labelling, advertising

Scrivere sulletichetta di una scatoletta di tonno il nome di una specie quando, in effetti, ne contiene unaltra confonde il consumatore sulla natura, lidentit e la composizione del prodotto. Questa situazione particolarmente grave anche perch confonde il consumatore attento che vorrebbe evitare di comprare tonno proveniente da stock in crisi, impedendogli di farlo. Per approfondimenti su questi risultati vedi rapporto internazionale, disponibile al seguente indirizzo: http://www.greenpeace.org/international/Global/international/publications/ocean s/2010/briefing_paper_genetic_tuna.pdf Per una descrizione approfondita delle specie identificate mediante le analisi, consultare lAllegato III. Conclusioni e raccomandazioni Numerosi studi scientifici indicano che comunemente la pesca a circuizione che utilizza i FAD cattura, contemporaneamente, diverse specie di tonno. Se unazienda utilizza tonno pescato con questi metodi di pesca piuttosto evidente che essa decide di non sapere con esattezza che tonno ci vender. A ci si aggiunga il fatto che la distinzione di esemplari giovani di tonno di specie diverse molto difficile dopo che il tonno stato congelato e conservato per lunghi periodi. Insomma, lesperienza suggerisce, e i risultati di questa ricerca confermano, che non vi alcuna possibilit per il consumatore di sapere con certezza cosa sta comprando quando acquista una scatoletta di tonno pescato in questo modo. I nostri test hanno rivelato che nei vari prodotti, sotto lo stesso nome commerciale e marchio, possono essere presenti specie di tonno differenti. Difficile stabilire se ci sia la causa o leffetto del fatto che la vigente normativa non impone di specificare la specie di tonno contenuta nella scatoletta. Fatto sta che le etichette di tonno in scatola non presentano nella maggior parte dei casi n il nome della specie n il metodo di pesca utilizzato e ci rappresenta un grave problema per le catene di distribuzione e per i consumatori che, senza saperlo, sono cos complici della distruzione degli oceani. Tutto questo, in prospettiva, rappresenta una seria minaccia per lindustria del tonno visto che la cattura di un elevato numero di esemplari giovanili causata dalluso dei FAD sta avendo un impatto negativo sulla salute degli stock di tonno e in particolar modo sulla capacit di recupero di specie in declino come il tonno pinna gialla e il tonno obeso. Recenti studi scientifici hanno messo in evidenza che la pesca al tonno su banchi in libero movimento senza lutilizzo di FAD lunica soluzione che abbiamo a disposizione per ridurre il numero delle catture accessorie. xvi Considerando che la pesca con i FAD rappresenta circa il 70% delle catture con reti a circuizione (di gran lunga il sistema pi utilizzato per questo tipo di pesca), si pu concludere che le questioni sollevate da questi test rappresentano un
and presentation of food or feed, including their shape, appearance or packaging, the packaging materials used, the manner in which they are arranged and the setting in which they are displayed, and the information which is made available about them through whatever medium, shall not mislead consumers. xvi Harley, Williams and Hampton (2010). Characterization of purse seine fishing activities during the 2009 FAD closure. WCPFC-SC6-2010/MI-WP-03

problema generalizzato, che interessa tutta lindustria del tonno in scatola mondiale, e che va al di l delle specifiche compagnie oggetto di questo studio. A quasi un anno dal lancio della classifica Rompiscatole Greenpeace chiede che lindustria del tonno e le grandi catene di distribuzione garantiscano piena tracciabilit e trasparenza ai propri consumatori, ripuliscano i loro prodotti da specie a rischio e si impegnino a vendere solo tonno pescato in maniera sostenibile. Solo in questo modo si potranno realizzare cambiamenti positivi anche in mare. Se vogliamo salvare gli stock di tonno tropicale prima che essi vengano totalmente compromessi, come successo per il tonno rosso del Mediterraneo, necessario eliminare i metodi di pesca pi distruttivi, ridurre lo sforzo di pesca e tutelare con riserve marine le aree pi importanti per i cicli biologici di queste specie. In particolare ora che le principali aziende del settore smettano di utilizzare nelle proprie scatolette tonno pescato con i FAD. E necessario che i consumatori e le aziende della grande distribuzione manifestino subito un chiaro rifiuto a comprare prodotti che contengono tonno pescato con questo sistema. Allo stesso tempo le organizzazioni che gestiscono la pesca su base regionale devono stabilire una moratoria immediata per lutilizzo di FAD nei diversi oceani del mondo. Ci ridurrebbe significativamente le catture di specie accessorie, e diminuirebbe anche il rischio di mescolare specie diverse durante il processo di trasformazione. Ma soprattutto darebbe agli stock di tonno in declino, cos come a tutte le altre specie marine catturate e uccise con i FAD, la possibilit di recuperare. Greenpeace chiede che, alla prossima riunione della Commissione che gestisce la pesca nellOceano Pacifico Centrale e Occidentale (West and Central Pacific Fisheries Commission - WCPFC) che si terr agli inizi di dicembre alle Hawai, vengano prese efficaci misure di gestione per salvare gli stock di tonno obeso e pinna gialla le cui condizioni destano ormai serie preoccupazioni. E importante che si vieti ogni tipo di pesca in quelle zone dalto mare conosciute come Pacific commons (o high seas pokets) dove la pesca selvaggia permessa dallassenza di regole (si tratta di acque internazionali) e che si decida per una moratoria permanente delluso dei FAD. Le aziende e le grandi catene di distribuzione con le loro scelte possono influenzare positivamente questi processi politici e contribuire cos alla tutela degli stock di tonno e di tutto lecosistema marino.

Allegato 1: Lista dei marchi di tonno in scatola testati: Albo Alfabeta Vassilopoulos Almare Asda Bumble Bee Calvo Campos Carrefour Century Chicken of the Sea Chop Chop! Clover Leaf Coles Dolores Gold Seal Grand Grard Great Value Greenseas Gut & Gnstig Hacendado Isabel John West (sia il marchio venduto sul mercato europeo che Australiano) Kaiser's Tengelmann Star Marke La Miranda Mare Aperto Star Morrisons value Nixe Nostromo pams President's Choice Raimond Frres Riomare Saupiquet Schlemmer Kche Sea Harvest Sealord Sirena Sole Mare Conga Foods Spar Spar Budget Starkist Statesman Supremo Tesco Toni Trata Tuna Vier Diamanten Woolworths (marchio proprio)

10

Annesso 2: Prodotti che hanno rivelato discrepanze per le specie di tonno contenute Tonno pinna gialla e tonno obeso mescolati nella stessa lattina: Nome prodotto Atn claro aceite vegetal Atn claro aceite vegetal Atn claro aceite vegetal Atn claro aceite vegetal Atn claro aceite vegetal Tuna in brine Tuna in brine del Marchio en CALVO xvii en CALVO en CALVO en CAMPOS en CAMPOS Toni Toni Lotto L-T155 07:35 L-T102 09:09 L-T140 08:25 Specie di tonno trovata ALS3 Thunnus obesus/ Thunnus albacares ALS4 Thunnus obesus/ Thunnus albacares ALA/BLS3 Thunnus obesus/ Thunnus albacares Thunnus obesus/ Thunnus albacares

LE51YGL5 AB20109

LE42YGL4 A10109 Thunnus obesus/ 00:40A Thunnus albacares MI 2 YFW KC1ED MI 2 YFW L1LED Thunnus obesus/ Thunnus albacares Thunnus obesus/ Thunnus albacares

Possibile presenza di tonnetto striato (Katsuwonus pelamis) e Euthynnus spp. mescolati nella stessa scatoletta: xviii Nome prodotto Tuna Chunks sunflower Oil Tuna Chunks sunflower Oil Tuna Chunks sunflower Oil TONIJN
xvii xviii

del Marchio in NIXE

Lotto 2 50701K

Specie di tonno trovata Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp. Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus

in NIXE

2 5J801K

in NIXE

2 50605J

met Grand Grard

SDNONLB

Calvo produce scatolette di tonno che vengono vendute in Italia con il marchio Nostromo.

Per questi prodotti il laboratorio ha riscontrato risultati (a double peak where there should have been a single one) che probabilmente puntano alla presenza di Euthynnus specie (probably points out the presence of Euthynnus species in the same sample - Fish Species Identification in canned product. Final report. November 2010 Dusponibile a: http://www.greenpeace.org/international/Global/international/publications/oceans/2010/azti_tinned_tuna_repo rt_IA10GP1A%20FINAL.pdf

11

groente in pikante saus TONIJN met Grand Grard groente in pikante saus Insalatissime Mexicana au thon Insalatissime Mexicana thunfisch Riomare SDNONLD

pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp

09H46/3 A

Riomare mit Saupiquet

17H26/3 A

Thunfischnaturaleohne l

USJ23B7 J1B

Thunfisch in Saupiquet Sonnenblumenl Thunfisch-Stcke LA MIRANDA (Skipjack, Katsuwonus pelamis) in eingenem Saft und Aufguss Differenti specie nello stesso lotto: Nome prodotto del Marchio

USI26J6

LE11SNC1 101E

Lotto SDNONL A PROD: 2009 SDNONL B PROD: 2009 SDNONL D PROD: 2009 17-08-

Specie di tonno trovata Euthynnus spp.

TONIJN met Grand Grard groente in pikante saus TONIJN met Grand Grard groente in pikante saus TONIJN met Grand Grard groente in pikante saus

Katsuwonus pelamis/Euthynnus 17-08spp. Katsuwonus pelamis/Euthynnus 17-08spp.

Insalatissime Mexicana au thon Insalatissime Mexicana au thon

Riomare Riomare

11H04/3 PROD28/07/09 09H46/3 PROD04/08/09

A Katsuwonus pelamis A Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp.

12

Insalatissime Mexicana thunfisch

Riomare mit

17H26/3 PROD16/06/09

A Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp. Thunnus obesus Thunnus albacares Thunnus albacares

Tonno al Naturale Tonno al Naturale Tonno al Naturale

Riomare Riomare Riomare

L9358 31/12/2012 L9358 31/12/2012 L9358 31/12/2012 L9358 31/12/2012 L9358 31/12/2012 L9358 31/12/2012

Differenti specie in diversi lotti dello stesso prodotto:


Nota: in giallo sono evidenziati i prodotti campionati in Italia

Nome prodotto

del Marchio

Lotto L-10-053-E 7EMAR5 L-10-053-F 7EMAR5 L-09-348-D 8EMAR5 CJGBC H97GW CJGBC BBE

Specie di tonno trovata Katsuwonus pelamis Katsuwonus pelamis Thunnus obesus

Martinique style NIXE salad with tuna Martinique style NIXE salad with tuna Martinique style NIXE salad with tuna Tunfisch schnitzel STATESMAN (flakes) in aufguss Tunfisch schnitzel STATESMAN (flakes) in aufguss Tunfisch schnitzel STATESMAN (flakes) in aufguss American style NiXe salad with tuna American style NiXe salad with tuna American style NiXe salad with tuna Tonno al naturale NOSTROMO

Thunnus albacares

49DAX. Thunnus tonggol Thunnus tonggol

CJGBC 3031W

L-10-123-G BEAME5-21:32 L-10-123-G BEAME5-21:49 L-10-159-H 7EAME4-17:35 L T050

Thunnus obesus Thunnus obesus Katsuwonus pelamis

L1LP1A Thunnus albacares

13

Prima Scelta Tonno al naturale NOSTROMO Prima Scelta Tonno al naturale NOSTROMO Prima Scelta Tonno oliva Tonno oliva Tonno oliva allolio di MareAperto STAR

11:14 L T134 19:59 L T138 06:11 L1ME1B No Thunnus albacares or xix Thunnus obesus PLM1B Thunnus albacares

A 249010 220558

No Thunnus albacares or Thunnus obesus Thunnus obesus No Thunnus albacares or Thunnus obesus

allolio allolio

di MareAperto STAR di MareAperto STAR

A 237409 380558 A 008009 150558

Flacked Light Tuna CLOVER LEAF DILL & LEMON Flacked Light Tuna CLOVER LEAF DILL & LEMON Flacked Light Tuna CLOVER LEAF DILL & LEMON

VT104R LJ4201 No Thunnus A1511 APR 2012 albacares or Thunnus obesus VT104R LIC152 Thunnus obesus DO210 DEC 2011 VT104R LJ4201 No Thunnus D1615 APR 2012 albacares or Thunnus obesus Thunnus albacares Thunnus obesus Thunnus albacares

Tuna salad for ALFA BETA MI 2 BFO K1VFD mexicana AB VASSILOPOULOS Tuna salad for ALFA BETA MI 2 BFO L6AHD mexicana AB VASSILOPOULOS Tuna salad for ALFA BETA MI 2 BFO J3Z3D mexicana AB VASSILOPOULOS Tvog oe vep Tvog oe vep Tvog oe vep Tuna in brine Tuna in brine CARREFOUR CARREFOUR CARREFOUR Toni Toni MI 2 YFW KC2ED MI 2 YSW L5FCD MI 2 YSW L4TCD MI 2 YFW KC1ED MI 2 YFW L1LED

Thunnus albacares Thunnus obesus Thunnus obesus Thunnus obesus/ Thunnus albacares Thunnus obesus/ Thunnus albacares

xix

Lanalisi non ha permesso di identificare con precisione la specie di tonno presente nella scatoletta, ma pu escludere con sicurezza che si tratti di tonno pinna gialla (T. albacares) o tonno obeso (T. obesus)

14

Tuna in brine

Toni

MI 2 YFW L33DD

No Thunnus albacares or Thunnus obesus

Specie di tonno diverse da quanto indicato in etichetta: Nome del Marchio prodotto Lotto Specie di tonno Specie di indicate trovata sulletichetta
tra nome stato da

tonno

(se posto parentesi, il latino aggiunto Greenpeace)

Tuna Chunks NIXE in sunflower Oil Tuna Chunks NIXE in sunflower Oil Tuna Chunks NIXE in sunflower Oil American NiXe style salad with tuna American NiXe style salad with tuna ThunfischLA Stcke in MIRANDA eingenem Saft und Auguss Tvou vep Tvou vep

2 50701K

Katsuwonus pelamis Katsuwonus pelamis Katsuwonus pelamis Katsuwonus pelamis

Katsuwonus pelamis/ Euthynnus spp. Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp. Katsuwonus pelamis/Euthynnus spp. Thunnus obesus

2 5J801K

2 50605J

L-10-123G BEAME521:32 L-10-123G BEAME521:49

Katsuwonus pelamis

Thunnus obesus

LE11SNC1 Skipjack, 101E Katsuwonus 15:48 pelamis

Katsuwonus pelamis/ Euthynnus spp.

oe CARREFOUR MI 2 YSW Yellow (Thunnus L5FCD albacares) oe CARREFOUR MI 2 YSW Yellow L4TCD (Thunnus albacares) Toni MI 2 YFW Yellowfin KC1ED (Thunnus albacares)

fin Thunnus obesus

fin Thunnus obesus

Tuna in brine

Thunnus obesus/Thunnus albacares


15

Tuna in brine

Toni

MI 2 YFW Yellowfin L1LED (Thunnus albacares) MI 2 YFW Yellowfin L33DD (Thunnus albacares) Yellowfin (Thunnus albacares) Yellowfin (Thunnus albacares)

Thunnus obesus/Thunnus albacares No Thunnus albacares or Thunnus obesus No Thunnus albacares or Thunnus obesus No Thunnus albacares or Thunnus obesus

Tuna in brine

Toni

Tuna in olive SOLE MARE MU58CG oil chunk CONGA LMPSEW style FOODS 3DA1H Tuna in olive SOLE MARE MU58CG oil chunk CONGA YLMPSEW style FOODS 2MMCS

16

Annesso 3: Informazioni relative alle specie di tonno identificate nelle scatolette (in inglese) Yellowfin tuna (Thunnus albacares) o Tonno pinna gialla Yellowfin tuna is found throughout the worlds tropical and subtropical seas except in the Mediterranean. All four stocks are known to be declining, they are all being fished at a high rate, and the Indian Ocean stock is being overfished, overfishing is also occurring in the area of Western and Central Pacific where catches are the highest xx, xxi , xxii , xxiii 60% of yellowfin are caught by purse seine, and an increasing number of these are using FADs (e.g. over 40% of seiners in the Indian Ocean) which have a wide range of problems as well as killing endangered sharks, turtles, cetaceans. About 15% of yellowfin tuna are caught by longline fishing which a) can have a discard rate of 40% for large long-range boats and b) kill endangered sharks, turtles, cetaceans, seabirds xxiv . Bigeye tuna (Thunnus obesus) o Tonno obeso Bigeye tuna is a tropical and subtropical species found in the Atlantic, Indian and Pacific oceans. All stocks of bigeye tuna are in a long-term decline. All stocks except the Atlantic stock are considered overfished, and catches of juvenile bigeye in purse seine FAD fisheries is a major problem for stock recovery xxv . Bigeye fisheries have similar bycatch issues to other tuna fisheries. They are mainly caught by longline fishing and purse seining. Atlantic longline fisheries also impact upon bluefin tuna and declining billfish stocks. Purse seiners setting

xx WCPFC (2009). The Commission for the Conservation and Management of Highly Migratory Fish Stocks in the Western and Central Pacific Ocean. Scientific Committee Fifth Regular Session, 10-21 August 2009, Port Vila, Vanuatu. Western and Central Pacific Fisheries Commission (WCPFC), Kolonia, Pohnpei. Accessed November 2010 at: www.wcpfc.int/doc/summary-report-pre-edited-version xxi WCPFC (2010). The Commission for the Conservation and Management of Highly Migratory Fish Stocks in the Western and Central Pacific Ocean. Scientific Committee Sixth Regular Session, 10-19 August 20010, Nukualofa, Tonga. Summary Report. Western and Central Pacific Fisheries Commission (WCPFC), Kolonia, Pohnpei. Accessed November 2010 at: http://www.wcpfc.int/node/2751 xxii IATTC (2010). The Fishery for Tunas and Billfishes in the Eastern Pacific Ocean in 2008. Fisheries Status Report No 7. Inter-American tropical Tuna Commission (IATTC), La Jolla California, USA. Accessed November 2010 at: http://www.iattc.org/PDFFiles2/FisheryStatusReports/FisheryStatusReport7ENG.pdf xxiii IOTC (2009). Report of the Eleventh Session of the IOTC Working Party on Tropical Tunas. Mombasa, Kenya, 1523 October, 2009. Indian Ocean Tuna Commission (IOTC), Victoria, Seychelles. Accessed November 2010 at www.iotc.org/files/proceedings/2009/wptt/IOTC-2009-WPTT-R%5BE%5D.pdf xxiv Marsh J (2010). Yellowfin tuna, Thunnus albacares. Monterey Bay Aquarium Seafood Watch Seafood report. Monterey Bay Aquarium, CA, USA. Accessed November 2010 at www.montereybayaquarium.org/cr/cr_seafoodwatch/content/media/MBA_SeafoodWatch_YellowfinTunaReport.p df xxv WCPFC (2010). The Commission for the Conservation and Management of Highly Migratory Fish Stocks in the Western and Central Pacific Ocean. Scientific Committee Sixth Regular Session, 10-19 August 20010, Nukualofa, Tonga. Summary Report. Western and Central Pacific Fisheries Commission (WCPFC), Kolonia, Pohnpei. Accessed November 2010 at: http://www.wcpfc.int/node/2751 ICCAT (2010). Report of the Standing Committee of research and Statistics, Madrid, Spain, October 4-8, 2010. International Commission for the Conservation of Atlantic Tunas (ICCAT), Madrid, Spain. Accessed November 2010 at: www.iccat.int/Documents/Meetings/Docs/2010_SCRS_ENG.pdf ICCAT (2008). Report of the 2007 ICCAT Bigeye Tuna Stock Assessment Session. Madrid, Spain, 512 June, 2007. SCRS/2007/013. Collect. Vol. Sci. Pap. ICCAT; 62(1): 97239. Accessed November 2010 at: www.iccat.int/Documents/SCRS/DetRep/DET_bet.pdf IATTC (2009). The Fishery for Tunas and Billfishes in the Eastern Pacific Ocean in 2008. 80th Meeting of the Inter-American tropical Tuna Commission (IATTC), La Jolla California, USA, 8-12 JUNE 2009. Document IATTC80-05. p946. Accessed November 2010 at: www.iattc.org/PDFFiles2/IATTC-80-05-Tunas-and-billfishes-in-theEPO-2008.pdf

17

on FADs have the potential to cause serious problems particularly for juvenile bigeye. xxvi Longtail tuna (Thunnus tongol) Longtail tuna is a small tuna species living in tropical waters. Its main distribution area is the Indo-West Pacific. No quantitative stock assessments for longtail tuna have been performed by the regional fisheries management organisations (RFMOs) that manage tuna fisheries in these regions, therefore the status of its stocks in uncertain. Recorded catches of longtail tuna have been increasing recently xxvii . As for other tuna fisheries, there are bycatch concerns associated with longline fisheries for longtail tuna xxviii . Skipjack tuna (Katsuwonus pelamis) o tonnetto striato Skipjack stocks worldwide are generally considered to be in a healthy state. However, fishing rates continue to increase and recently initial concerns over the status of some of the stocks have started to emerge xxix . Since the early 1990s skipjack is mainly, and increasingly, fished by purse seiners targeting FADs xxx .

xxvi Marsh J (2009). Bigeye tuna, Thunnus obesus - update. Monterey Bay Aquarium Seafood Watch Seafood report. Monterey Bay Aquarium, CA, USA. Accessed November 2010 at: www.montereybayaquarium.org/cr/cr_seafoodwatch/content/media/MBA_SeafoodWatch_BigeyeTunaReport.pdf xxvii IOTC (2009). IOTC. Report of the Twelfth Session of the Scientific Committee. Victoria, Seychelles, 30 November-4 December, 2009. IOTC-2009-SC-R[E]. Accessed November 2010 at www.iotc.org/files/proceedings/2009/sc/IOTC-2009-SC-R%5BE%5D.pdf xxviii IOTC (2009). IOTC. Report of the Twelfth Session of the Scientific Committee. Victoria, Seychelles, 30 November-4 December, 2009. IOTC-2009-SC-R[E]. Accessed November 2010 at www.iotc.org/files/proceedings/2009/sc/IOTC-2009-SC-R%5BE%5D.pdf Gilman, E. et. al. (2006). Reducing sea turtle by-catch in pelagic longline fisheries. Fish and Fisheries; 7 (1): 223. xxix IOTC (2009). IOTC. Report of the Twelfth Session of the Scientific Committee. Victoria, Seychelles, 30 November-4 December, 2009. IOTC-2009-SC-R[E]. Accessed November 2010 at www.iotc.org/files/proceedings/2009/sc/IOTC-2009-SC-R%5BE%5D.pdf xxix ICCAT (2008). Skipjack executive summary. In: Report of the 2008 ICCAT yellowfin and skipjack stock assessments meeting. Florianpolis, Brazil, 2129 July 2, 2008. SCRS/2008/016 YFT & SKJ Assessment. Accessed November 2010 at: www.iccat.int/Documents/SCRS/ExecSum/SKJ_EN.pdf xxix IATTC (2010). Fishery Status report 7. Tunas and billfishes in the Eastern Pacific oceans in 2008. InternAmerican tropical tuna commission. La Jolla, California 2010. Accessed July 2010 at: www.iattc.org/PDFFiles2/IATTC-80-05-Tunas-and-billfishes-in-the-EPO-2008.pdf xxix IOTC (2009). IOTC. Report of the Twelfth Session of the Scientific Committee. Victoria, Seychelles, 30 November-4 December, 2009. IOTC-2009-SC-R[E]. Accessed November 2010 at www.iotc.org/files/proceedings/2009/sc/IOTC-2009-SC-R%5BE%5D.pdf ICCAT (2008). Skipjack executive summary. In: Report of the 2008 ICCAT yellowfin and skipjack stock assessments meeting. Florianpolis, Brazil, 2129 July 2, 2008. SCRS/2008/016 YFT & SKJ Assessment. Accessed November 2010 at: www.iccat.int/Documents/SCRS/ExecSum/SKJ_EN.pdf IATTC (2010). Fishery Status report 7. Tunas and billfishes in the Eastern Pacific oceans in 2008. InternAmerican tropical tuna commission. La Jolla, California 2010. Accessed July 2010 at: www.iattc.org/PDFFiles2/IATTC-80-05-Tunas-and-billfishes-in-the-EPO-2008.pdf WCPFC 2010. Commission for the Conservation and Management of Highly Migratory Fish Stocks in the Western and Central Pacific Ocean Scientific Committee Fifth Regular Session Port Vila, Vanuatu 1021 August 2009. Summary report. Accessed July 2010 at: http://www.wcpfc.int/meetings/2009/5th-regular-session-scientificcommittee xxx Marsh J (2009). Skipjack tuna, Katsuwonus pelamis. All regions. Monterey Bay Aquarium Seafood Watch Seafood report. Monterey Bay Aquarium, CA, USA. Accessed November 2010 at: www.montereybayaquarium.org/cr/cr_seafoodwatch/content/media/MBA_SeafoodWatch_SkipjackTunaReport.p df

18

Euthynnus species The Euthynnus genus are tuna-like fish, that includes species such as black skipjack (Euthynnus lineatus) and kawakawa (E. affinus) and little tunny (E. alletteratus). Kawaka and little tunny are coastal species. Black skipjack is found in coastal and offshore waters and forms multi-species schools with yellowfin and skipjack (K. pelamis). Little is known about the stock status of these species.

19