Sei sulla pagina 1di 3

PRIMAVERA IN TRINACRIA

2 amici a cavallo di 2 datate vecchiette a spasso per le campagne sicule in pieno fiore allinizio della Primavera che, sicuramente rappresenta la stagione migliore per godere strade, panorami e gastronomia di questa splendida regione. ITINERARIO- Palermo, San Martino delle Scale, Monreale, Partinico, Alcamo, Segesta, Castellammare del Golfo, Palermo LUNGHEZZA- 174km PERIODO CONSIGLIATO- praticamente tutto lanno, ma la primavera sicuramente la stagione migliore per godere colori, profumi e temperature miti. FONDO STRADALE- prevalentemente buono a parte il tratto della sp57 da Brucanova allintersezione con la ss187, che diventa sterrata. Va detto che negli ultimi anni comunque la qualit del fondo stradale va complessivamente migliorando.

Testo e foto di Giovanni Lamonica Mi sono sempre chiesto perch i garage dei collezionisti sono sempre bui, come se lintenzione dei proprietari fosse quella di voler nascondere oggetti che ormai non essendo pi in produzione debbano essere preservati da luci e sguardi indiscreti. Anche lamico Vito, palermitano purosangue rientra in questa categoria, conservando e proteggendo una15ina di pezzi storici in un buio scantinato dalle parti di Via Notarbartolo. ma funzionano anche? la domanda sorge spontanea, nonostante alcune di esse siano bellissime a davvero ben tenute. La testa grigia, piegata su di un motore Piaggio di una vespa del , smontato sul bancone, si volge rapidamente, la sigaretta perennemente accesa si protende in tono di sfida. se vuoi possiamo fare un giro. Dove, scegli tu!! Le moto incaricate della prova vengono personalmente reclutate da Vito: una fiammante MV 250 del 69 ed una Benelli Sport Special del 71. Coinvolgiamo un terzo amico, Angelo, e lindomani di prima mattina dopo la solita colazione a base di cannoli un gruppo abbastanza eterogeneo dribbla il caotico traffico palermitano dirigendosi verso Monreale. La vista si apre sulla Conca Doro. Ma se il panorama superlativo che dire del magnifico duomo? In una parola: un capolavoro. Risalente allepoca normanna, rappresenta una delle pi alte creazioni del medioevo italiano nel quale si fondono le espressioni della cultura islamica, bizantina e romanica. Famosissimi i mosaici a fondo doro che rivestono quasi interamente linterno della chiesa. Ma ora di mettere un po di strada sotto le nostre ruote. La ss186 ci porter a Partinico. Il percorso assai bello e probabilmente anche la qualit dellasfalto fra le migliori dellintero tracciato. Meglio approfittarne senza farsi distrarre troppo dalla bellezza del panorama che si apre sul golfo di Castellammare. Invece, i 15km che ci separano da Alcamo sono probabilmente i meno interessanti, ma la cittadina merita una visita concedendosi una passeggiata per corso VI aprile, lantica strada imperiale, sul quale si affacciano numerose chiese ed edifici in stile tardo barocco e neo classico, ma anche gelaterie e pasticcerie. Naturalmente nella sosta verr inclusa la classica brioche con gelato. Ma Segesta l ad attenderci, una tappa obbligatoria nel panorama archeologico regionale. Il centro fu insieme ad Erice, tra i principali insediamenti degli elimi, una popolazione mista di indigeni sicani e di stranieri, probabilmente anatolici, immigrati. Il tempio sicuramente la parte pi impressionante dellintero sito: incredibilmente intatto, rappresenta lunico esempio di struttura aperta conosciuta nel mondo antico. Anche il teatro, seppur rimaneggiato unico nel suo genere in quanto rivolto verso nord, anche se qui la spiegazione assai semplice: dallalto del monte Barbaro da questa angolazione si gode un incredibile panorama sulle colline circostanti e sul mare che si vede in lontananza. Litinerario ci porta adesso in direzione del mare, ma decidiamo sotto consiglio dei 2 locali di arrivarci transitando per la sp57, una stradina sterrata che panoramicamente attraversa colline desolate dove in un mare ondulato di verde, le ginestre in fiore si intervallano a campi di fichi dindia. Il traffico inesistente, la pace assoluta. Fra laltro facendo cos, si arriver a Castellammare dal punto pi scenografico, avendo la possibilit di sostare al belvedere che si affaccia a strapiombo sulla cittadina e lo splendido golfo da cui prende il nome, in uno dei tratti di costa (e ce ne sono tanti) pi spettacolari di tutta la Sicilia. Contemplazione, foto di rito ma la sosta non pu essere tale senza una visita alla Sorgente, bar famoso per la qualit dei suoi arancini. Siamo gi sulla via del ritorno, i motori delle 2 arzille vecchiette girano rotondi e regolari. Guideremo ancora per strade statali vicini al mare che nonostante unurbanizzazione piuttosto, ed uso un eufemismo, selvaggia, offre in alcuni tratti scorci davvero notevoli. Palermo si avvicina, come al solito tardi ma Vito non sembra accorgersene. Gastronomicamente, Sferracavallo unaltra meta da non perdere. La fama delle panelle di Rosolino hanno valicato i confini urbani, impossibile resistere: panelle (farina di ceci), cardi fritti e cazzilli (crocchette di patate). Angelo scomparso nel traffico cittadino, a noi non resta che terminare la birra e rientrare in citt.

INFORMAZIONI
Per qualsiasi curiosit, Regione Siciliana, via E. Notarbartolo, 90141 Palermo, www.regione.sicilia.it e-mail turismo@regione.sicilia.it

Per informazioni sulla citt di Palermo, contattare il numero verde 800003388, www.provincia.palermo.it e-mail stampa@provincia.palermo.it Frequenti piccoli chioschi del comune, ubicati in prevalenza nelle zone di maggior interesse, dove personale gentile e disponibile mette a disposizione materiale ed opuscoli informativi. Per la guida, ci siamo rivolti alle affidabilissime guide verdi del Touring Club Italiano, sicuramente un punto di riferimento in campo nazionale, www.touringclub.it A Palermo, non pu mancare una visita al museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, via Butera 1, tel. 091328060, fax 091328276, www.museomarionettepalermo.it email mimap@museomarionettepalermo.it Per qualsiasi problema meccanico Motomondo, via Circonvallazione 13, Monreale, tel. 0916402660, fax 0916403640 www.motomondo.com e-mail info@motomondo.com . Effettuano anche il recupero soccorso dei mezzi in avaria (sono aperti anche il sabato): la tariffa su Palermo di 26, per distanze superiori contattare direttamente la concessionaria. Se invece volete unofficina ufficiale per la vostra Honda, contattate Lorenzo Stimolo allHonda Service in via De Spuches 58,60, tel. 091324467, e-mail stimolo.honda@tiscali.it Per qualsiasi necessit www.siciliamotoservice.it dove troverete tutte le aziende di motoservizi presenti sullisola. Il moto club Conca Doro, organizza escursioni e corsi di guida in fuoristrada, tel. 091905201, cell. 3282499580, risponde il presidente dellassociazione Roberto Riolo, www.crosshop.it Per sviluppi e stampe della vostra vacanza, studio fotografico Scafidi Pucci e Nicola via Gaetano Daita 42/b, tel. 091326339 o 0916128316. Gli Scafidi, sono una famiglia, fotografi da generazioni e possiedono larchivio storico fotografico pi importante della regione. Pu essere unoccasione per acquistare uno scatto indimenticabile e suggestivo, davvero bellissime le foto in bianco e nero. Palermo e dintorni Pasticceria New paradise, tutto buono, fantastici i cannoli, via Campolo 7, tel. e fax 0916818283. Sfincione, la tipica pizza siciliana con caciocavallo, pomodoro, aglio ed olio di oliva, arancini, spiedini? Carmen Museum dei fratelli Di Giovanni, via L. Da Vinci 6/8, tel. 0916828541 La sera per uno spuntino aperitivo (ottimi i cocktail, gli stuzzichini sono liberi ed ottimi, noi in un paio di occasioni abbiamo trasformato laperitivo in un vero e proprio pasto) o dei buoni bicchieri di vino, Robinson, via Artiosto 11/a, tel. 0916252014. Pesce? Ristorante Marino Domenico & c, via Messina Marine 204, tel. 091471699, la zuppa di cozze ed i frutti di mare sono da svenimento gastronomico. A Sferracavallo, focacceria Rosolino, le panelle migliori della citt (farina di ceci) e cazzilli (crocchette di patate), via Dammuso 2, tel. 091530390. Castellammare del Golfo bar tabaccheria la sorgente, c/da Gemma doro 92, tel. e fax 092432800. Sono specializzati nelle cassatelle di ricotta ma anche gli arancini, soprattutto quelli al burro non sono niente male, anzi probabilmente i migliori che abbiamo assaggiato in questa trasferta.
e-mail: giovanni.lamonica@gmail.com web: www.landsails.it http://landsails.blogspot.com/