Sei sulla pagina 1di 2

In fatto alimentare la parola dordine

CONFONDERE LE IDEE
Franco Libero Manco

Quando ognuno suggerisce una strada diversa leffetto che si ottiene che nel dubbio uno segua la via di sempre. Cambiare tutto per fare in modo che nulla cambi, questa era ed la politica della mafia e siccome coloro che sono in grado di influenzare lopinione comune hanno capito che un meccanismo che funziona, il proposito, mal celato, di confondere le idee in campo alimentare in modo da ostacolare il cambiamento e la presa di coscienza in atto delle nuove generazioni.

Anche le diete alimentari concorrono a confondere le idee ognuna delle quali d definizioni e soluzioni diverse al medesimo problema. C la dieta macrobiotica di Ohsawa che fa grande uso di riso integrale stracotto e di bistecche alla soia, demonizzando tutto il resto. C la dieta South Beach che esalta lutilizzo di pesce, frutti di mare, bistecche magre, prosciutti, pollo e uova in abbondanza e non si cura degli effetti deleteri che possono procurare. C la dieta a zone del biochimico Barry Sears, la dieta Strand, la dieta Agatson, la dieta a Gruppi Sanguigni del dr Peter DAdamo ecc. ecc.. Tutti pi o meno fanno largo uso di vitamine sintetiche e di integratori minerali.

A cadenza quasi costante, a questo diffuso allarmismo alimentare nessun prodotto si salvato da incriminazioni e conclamati danni per la salute. Dal momento che non pu essere taciuta la dannosit della carne, per bilanciare gli effetti commerciali era necessario evidenziare i danni che possono causare i prodotti trattati del mondo vegetale. I nutrizionisti televisivi aggiungono un carico da 90; se da una parte c chi irresponsabilmente sostiene che la carne necessaria, dallaltra viene denunciata come la causa delle peggiori patologie; se da una parte c chi afferma che il pesce necessario per il suo contenuto di Omega 3, dallaltra c chi sostiene che lOmega 3 reperibile in abbondanza nel mondo vegetale senza gli effetti collaterali del pesce; se da una parte c chi in modo martellante ripete che necessario consumare latte e formaggi per assicurare il calcio al nostro organismo, dallaltra c chi sostiene che siano proprio i latticini la causa dellosteoporosi, e cos via.

In sostanza, se la carne viene considerata dannosa perfino da chi la vende, il pesce non si salva a causa dellinquinamento da mercurio, piombo, cadmio e scarichi industriali; anche i formaggi agli ormoni e antibiotici e le mozzarelle blu hanno avuto la loro cronaca nera, le uova alla salmonella, molluschi e crostacei non lasciano tranquilli. Ultimo in ordine di tempo il terribile batterio dellEscherichia Coli, resistente a tutta la gamma degli antibiotici, prima individuato nei cetrioli della Germania, poi nei germogli di soia, poi nella lattuga, poi negli hamburger, ed infine nelle feci di animali allevati. Negli alimenti convenzionali troviamo ogni possibile veleno: diossine,

nitrati, radioattivit, mercurio, cadmio, piombo, alluminio, fluoro, nichel, vaccini, antibiotici, Ogm, microonde ecc., ma naturalmente il tutto viene addebitato allalimento e non ai disonesti e criminali trattamenti cui vengono sottoposti gli alimenti in commercio.

Anche se in un mondo cos penalmente inquinato estremamente difficile trovare alimenti biologici, vale sicuramente la pena far riferimento ai marchi riconosciuti dallo Stato, quali: ICEA, SUOLO E SALUTE, BIOAGRICERT, BIOS, BIOZERD, CODEX, CONTR. BIOL., ECOCERT ITALIA, IMC, Q.C.&I., ECOLABEL, FAIRTRADE, COPYLECT. E anche se non si ha mai la certezza assoluta che anche questi prodotti siano realmente privi di contaminati chimici sicuramente saranno molto, ma molto meno dannosi di quelli convenzionali.

La paura e il panico fanno capolino e naturalmente il popolo disorientato: in sostanza si vuole dimostrare che non esistono alimenti sicuri, che non vale la pena cercare prodotti incontaminati e che tanto vale continuare a mangiare alla maniera convenzionale e alloccorrenza integrare la propria dieta con integratori di sintesi considerati sicuri perch controllati(?).

Lintento a mio avviso quello di arrivare a tre obiettivi: generare confusione in modo che la gente comune e meno informata si convinca che tutto ugualmente inquinato e tossico e che non vale la pena cercare prodotti incontaminati del mondo vegetale; il secondo quello di arrivare alla sterilizzazione di tutti i prodotti alimentari prima di essere immessi sul mercato; il terzo quello di una vaccinazione generalizzata con la falsa pretesa di immunizzare lorganismo umano allo scopo di assoggettare la popolazione allindustria chimico-farmaceutica.

Ma noi non cadremo nella trappola del dubbio su quale siano gli alimenti giusti e benefici per il nostro organismo e la nostra buona salute. Il punto di riferimento deve essere losservazione delle leggi naturali, dei meccanismi chimico-biologici che governano la vita, lo studio degli istinti, limmunologia, lanatomia comparata che senza ombra di dubbio confermano che il nostro organismo stato strutturato per nutrirsi di alimenti vegetali, freschi, biologici, incontaminati, profumati, colorati, esteticamente belli ed attraenti. Il resto raggiro e demagogia.

Il carattere di una persona si valuta nel momento della prova, nel momento in cui gli oppositori sono pi numerosi ed agguerriti. Solo chi ha le idee chiare e crede nelle capacit riposte della propria intelligenza e nella sensibilit della propria coscienza ha la possibilit di conservare il suo senso critico, la lucidit del suo pensiero, la coerenza con i suoi principi che gli consentiranno di neutralizzare il nefasto martellamento psicologico dei media.