Sei sulla pagina 1di 1

RESTAURATO L’AUTOBUS A DUE PIANI DI ITALIA ‘61

Dopo 50 anni torna a viaggiare per le strade di Torino


Torino, 28 aprile 2011

Torna a viaggiare per le strade di Torino uno dei simboli dei festeggiamenti di Italia ‘61, l’autobus a
due piani “Viberti CV 61”. A distanza di cinquant’anni, Gtt e Atts hanno deciso di restaurare uno
degli storici veicoli per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, come segno di
continuità con le celebrazioni del Centenario. Nei prossimi mesi l’autobus sarà una delle attrattive
di Torino 2011, per poi diventare una presenza culturale e turistica costante nella vita cittadina.
Ben impresso nella memoria dei torinesi, questo modello così particolare ha effettuato servizio di
linea dal 1961 al 1980.
Il restauro dell’autobus matricola 2002, unico superstite dei dodici esemplari che componevano il
parco circolante originario, è stato affidato ad una carrozzeria specializzata; le Officine GTT ne
hanno, invece, revisionato alcune parti meccaniche.
Un po’ di storia: per portare i visitatori all’area espositiva di Italia “61”, dove si svolsero i
festeggiamenti del Centenario dell’Unità Nazionale, venne scelto un veicolo scenografico e di forte
impatto che a Torino non si era mai visto; le vetrate panoramiche e il colore che ricordava i tram
torinesi di inizio secolo, lo rendevano infatti unoco nel suo genere.
Atm ordinò alla Viberti 12 mezzi, che entrarono in servizio su 4 linee speciali denominate “E –
Italia ‘61”. Terminata l’esposizione i veicoli vennero destinati alla linea 64 che collegava, in un
primo tempo, piazza Castello alla Città Giardino, per poi essere prolungata a Grugliasco. Vi
rimasero fino al 1977, quando la maggioranza di essi fu ritirata dal servizio. Quattro autobus
vennero revisionati, con lievissime modifiche estetiche, e utilizzati su una linea speciale per la Fiat
Mirafiori, fino al 1980. Negli anni successivi due bus furono utilizzati come biglietteria mobile e
per ospitare alcune mostre.
Nel 1998, un gruppo di appassionati recuperò a proprie spese due di questi autobus (2002 e 2006)
in precario stato di conservazione e li affidò in custodia all’ allora Atm, che li accantonò in attesa di
tempi migliori.
Ed eccoci ai nostri giorni: nel 2010, lo stesso gruppo di appassionati ha donato i mezzi ad Atts e a
Gtt , che hanno assicurato ed effettuato il completo restauro funzionale di uno di essi, l’autobus
matricola 2002, utilizzando l’altro come fonte di pezzi di ricambio.
In occasione della mostra "Pier Luigi Nervi - Architettura come sfida", l'autobus sarà utilizzato per
una serie di tour guidati alla scoperta delle opere di Nervi a Torino: il Palazzo del Lavoro,
l’officina di manutenzione Gtt di Via Manin e il palazzo di Torino Esposizioni, dove è allestita la
mostra. I tour sono organizzati da Urban Center Metropolitano in collaborazione con la
Associazione Pier Luigi Nervi Project.

GTT - Ufficio Stampa


tel. (011) 5764.395
mail ufficio.stampa@gtt.to.it
http://www.gtt.to.it/press/