Sei sulla pagina 1di 6

BIBLIOGRAFIA

COPERTINA AUTORE TITOLO ANNO ABSTRACT

Quanto i cambiamenti climatici influiscono sulle migrazioni e sulle crisi


internazionali? Più il deserto avanza più le ondate migratorie
aumentano. Più cresce il pericolo di guerre. Un analista diplomatico
(Grammenos Mastrojeni) e un fisico del clima (Antonello Pasini)
Effetto serra, indicano la strada per gestire cooperativamente il futuro che ci aspetta
effetto e che sarà segnato dalla rivoluzione climatica già in atto. Continue
guerra. ondate migratorie aprono scenari a cui non eravamo preparati, e
paiono il preludio a esodi di interi popoli. Le aree dove questi
G. Mastrojeni Clima, Chiarelettere 2017 sommovimenti si originano hanno tutte qualcosa in comune: il clima
A. Pasini conflitti, che cambia, il deserto che avanza e che sottrae terreno alle colture
migrazioni: mettendo in ginocchio le economie locali. Clima e guerre, clima e
terrorismo. È difficile tracciare una precisa concatenazione di cause ed
l'Italia in effetti fra il riscaldamento globale e i singoli eventi che ci hanno
prima linea traumatizzato recentemente, ma una cosa è ormai certa: il clima che
cambia contribuisce al disagio e all’aumento della povertà di intere
popolazioni, esposte più facilmente ai richiami del terrorismo e del
fanatismo. In tutto questo, l’Italia è in prima linea: lo sanno bene a
Lampedusa.

La plastica ha praticamente invaso la nostra vita quotidiana: nel


bene, a supporto di ogni nostra attività, e nel male, quando diventa
rifiuto altamente inquinante. Ma soprattutto quando si frammenta in
micro e nanoplastiche che entrano nella catena alimentare. Oggi non
possiamo fare a meno di questi materiali, che trovano applicazioni in
tutti i settori: i computer, gli hard disk portatili, i cd e quasi tutti gli
oggetti di uso domestico sono costituiti da polimeri sintetici, e sono
La plastica nel prodotti plastici sofisticati le anche protesiche, le articolazioni del
S. Greco Slowfood 2020 ginocchio, gli stent cardiaci... Il risvolto della medaglia è che con i
piatto
milioni di tonnellate di plastiche che scarichiamo ogni anno nei mari
non solo abbiamo distrutto gli habitat marini trasformandoli in
discariche, ma ci stiamo esponendo all'assunzione attraverso il pesce
di frammenti e di altri elementi nocivi per la salute, con i danni tutti da
indagare da parte della ricerca medica. Tuttavia le strade della
sostenibilità ci sono e sono percorribili. In questo libro Silvio Greco
offre molti spunti di riflessione su una criticità che abbiamo il dovere
di affrontare con comportamenti diversi, sia come individui sia come
istituzioni, se vogliamo migliorare la qualità della nostra vita.
BIBLIOGRAFIA

COPERTINA AUTORE TITOLO ANNO ABSTRACT


Un green Una nuova visione sul futuro dell'umanità sta rapidamente
new deal guadagnando slancio. Di fronte a un'emergenza climatica planetaria,
globale. Il una giovane generazione sta promuovendo un dibattito sull'ipotesi di un
Green New Deal e dettando il programma di un audace movimento
crollo della politico capace di rivoluzionare la società. Sono i Millennial a farsi
civiltà dei carico del problema del cambiamento climatico. Se il Green New Deal
combustibili è diventato un tema fondamentale nella sfera politica, nel mondo delle
imprese sta emergendo un movimento parallelo che nei prossimi anni
J. Rifkin fossili entro Mondadori 2017 scuoterà le fondamenta dell'economia globale. Settori chiave
il 2028 e dell'economia si stanno prontamente sganciando dai combustibili fossili
l'audace a favore dell'energia solare ed eolica, più a buon mercato e
accompagnate da nuove opportunità di business e occupazione. Nuovi
piano studi stanno suonando l'allarme: migliaia di miliardi di dollari in
economico combustibili fossili per i quali non esiste più un mercato potrebbero
creare una bolla suscettibile di scoppiare entro il 2028, provocando il
per salvare la
crollo della civiltà dei combustibili fossili. Il mercato sta parlando e i
Terra governi, se vogliono sopravvivere e prosperare, dovranno adattarsi. In
questo libro Jeremy Rifkin, teorico dell'economia, espone il pensiero
politico e il piano economico per il Green New Deal di cui abbiamo
bisogno in questo momento critico.

Le piante consumano pochissima energia, hanno un'architettura


modulare, un'intelligenza distribuita e nessun centro di comando: non
c'è nulla di meglio sulla Terra a cui ispirarsi. Un libro che esplora il
mondo vegetale per immaginare il futuro dell'umanità.
Una pianta non è un animale. Sembra la quintessenza della banalità,
ma è un'affermazione che nasconde un dato di fatto di cui sembriamo
essere inconsapevoli: le piante sono organismi costruiti su un
Plant revolution Giunti Editore
S. Mancuso modello totalmente diverso dal nostro. Vere e proprie reti viventi,
2017 capaci di sopravvivere a eventi catastrofici senza perdere di
funzionalità, le piante sono organismi molto più resistenti e moderni
degli animali. La loro struttura corporea modulare è una fonte di
continua ispirazione in architettura. E ancora: producono molecole
chimiche di cui si servono per manipolare il comportamento degli
animali (e degli umani) e la loro raffinata rete radicale formata da
apici che esplorano l'ambiente può tradursi in concrete applicazioni
della robotica.
SITOGRAFIA

COPERTINA AUTORE TITOLO ANNO ABSTRACT

The year 2020 was incredibly rough, but with one big bright spot at the
end.
How Did
A once-in-a-century global pandemic — an unfathomable tragedy —
Business’s Harvard Business devastated lives and economies. But in a miraculous display of
A.Winston Role in Review scientific prowess, Pfizer, Moderna, and other pharmaceutical
Society 29/12/2020 companies produced what appeared to be highly effective Covid-19
vaccines by December. After a year of loss, there was a fresh glimmer
Change in of hope.
2020? Per leggere l'articolo

Companies’ priorities are rooted in the culture of their times. The East
India Company, for example, systematically asset-stripped the Indian
subcontinent for more than 200 years — and was largely celebrated
G.Karageorgiou Successful Harvard Business by its shareholders as a roaring success. Now we look back in horror
D. Selwood Companies Live at the bloodshed, slavery, drug money, corruption, and exploitation
Review that were its daily currency, and we note that today’s leading
Up to This Ancient 2/11/20202 companies (hopefully) have strikingly different definitions of success.
Greek Ideal
Per leggere l'articolo
SITOGRAFIA

COPERTINA AUTORE TITOLO ANNO ABSTRACT

Bill Gates, dopo avere costruito un patrimonio netto di ben oltre 100
miliardi di dollari, ha dedicato le sue energie e i suoi dollari per cercare
“Dovrà di risolvere alcuni dei problemi più pressanti del nostro tempo:
essere la HIV/AIDS, tubercolosi e malaria, Covid-19. Si è anche fortemente
cosa più Harvard Business concentrato sul cambiamento climatico e ha appena pubblicato un
nuovo libro, How to Avoid a Climate Disaster, nel quale sostiene, con
Conversazione incredibile Review argomentazioni molto decise, che il mondo deve arrivare a zero
con che l’umanità 03/2021 emissioni di carbonio entro il 2050.
B. Gates abbia mai Per leggere l'articolo
fatto”
FILMOGRAFIA

COPERTINA AUTORE TITOLO ANNO ABSTRACT

Realizzato da Di Caprio con Stevens alla regia, messo a disposizione


Before the 2016 da National Geographic sul suo canale YouTube, visibile gratuitamente
F. Stevens in streaming, è un documentario sull'ambiente: un viaggio dell'attore in
flood
giro per il mondo - dai ghiacciai della Groenlandia alle foreste tropicali -
per raccontare i cambiamenti climatici provocati dagli interventi
dell'uomo. Immagini di immenso interesse, interviste con i più
importanti scienziati del mondo, interventi di capi di stato, politici,
importanti imprenditori. Terribile e istruttivo.

Mentre va in cerca della rara balena blu, il giornalista Craig Leeson


scopre montagne di plastica in quello che dovrebbe essere un oceano
limpido. Dopo anni di ricerche, viaggi e riprese, è uscito nelle sale
C. Leeson A plastic oceans 2016 cinematografiche del mondo il film documentario sulla plastica che
inquina gli oceani "A Plastic Ocean", prodotto dalla rete internazionale
di fondazioni "Plastic Oceans": nel lavoro, che racconta gli studi
scientifici sull'inquinamento degli oceani portati avanti da ricercatori dei
cinque continenti, una parte è dedicata al progetto "Plastc Busters"
dell'Università di Siena.
FILMOGRAFIA

COPERTINA AUTORE TITOLO ANNO ABSTRACT


Una scomoda verità (An Inconvenient Truth) è
un film-documentario sul problema mondiale del riscaldamento
D. Guggenheim Una scomoda globale, diretto da Davis Guggenheim, e avente quale protagonista
2006 l'ex vicepresidente degli Stati Uniti d'America, Al Gore. Si basa in
verità larga parte su una presentazione multimediale Keynote creata da
Gore e da lui utilizzata per molti anni durante la sua campagna di
informazione sui cambiamenti climatici.
Il film ha vinto il premio Oscar 2007 come miglior documentario e per
la migliore canzone originale. Sia Gore, sia la Paramount Classics,
distributrice del film, si sono impegnati a continuare in futuro la
realizzazione e la diffusione di altri documentari per la campagna di
sensibilizzazione sul riscaldamento globale