Sei sulla pagina 1di 49

Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.

it

La vendetta di Marduk

Un murder party di Antonello Lotronto

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 1


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çw|vx
Indice ................................................................................................................................................. 2
Copyright ........................................................................................................................................... 3
Versioni.............................................................................................................................................. 3
Le regole del gioco ............................................................................................................................. 4
Premessa............................................................................................................................................. 4
Preparativi .......................................................................................................................................... 4
La Serata in Giallo ............................................................................................................................. 5
Introduzione al “caso” ....................................................................................................................... 8
Invito per una Serata in Giallo (Hassan) ......................................................................................... 9
Invito per una Serata in Giallo (Prof. Harold Stone).................................................................... 10
Invito per una Serata in Giallo (Prof. William Carr) .................................................................... 11
Invito per una Serata in Giallo (Nabila Jussouf) ........................................................................... 12
Invito per una Serata in Giallo (Beate Hill) .................................................................................. 13
Invito per una Serata in Giallo (Lory Moore) ............................................................................... 14
Invito per una Serata in Giallo (Erich Berger) .............................................................................. 15
Copione di Hassan .......................................................................................................................... 16
Copione del Prof. Harold Stone ..................................................................................................... 19
Copione del prof. William Carr ..................................................................................................... 23
Copione di Nabila Yousouf ............................................................................................................ 26
Copione di Beate Hill ..................................................................................................................... 30
Copione di Lory Moore .................................................................................................................. 33
Copione di Erich Berger ................................................................................................................. 36
Informazioni per le Squadre Investigative ...................................................................................... 40
Gli indizi da dare subito................................................................................................................. 43
Gli indizi da dare nell’intervallo tra il primo e il secondo atto .................................................... 47

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 2


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑçÜ|z{à

Il testo che segue è depositato alla SIAE ed è di proprietà esclusiva dell’autore.


Ne sono assolutamente vietate la copia e la diffusione anche telematica se non espressamente autorizzate.
Il suo utilizzo è consentito agli abbonati al “Taccuino della Murderparty” (sito internet www.murderparty.it) unicamente a
fini ludici e per intrattenimenti privati non commerciali.

ixÜá|ÉÇ|
Ci si riserva la possibilità– anche grazie ai vostri suggerimenti e alle vostre segnalazioni - di rendere
disponibili versioni migliorate e corrette di questo testo. Vi invitiamo pertanto a visitare
periodicamente il sito della Murderparty per verificare la disponibilità di eventuali aggiornamenti.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 3


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

_x ÜxzÉÄx wxÄ z|ÉvÉ

cÜxÅxáát
Murderparty vi offre la possibilità di vivere assieme ai vostri amici, un'esperienza ludica molto vicina
ad una piccola rappresentazione teatrale. Ma non spaventatevi: non bisogna essere attori per giocare!
Le uniche doti richieste sono un po’ di curiosità per il mistero, per l’indagine e una piccola dose di
autoironia: quella necessaria per calarsi nei panni di un personaggio, magari molto diverso da voi e
dal vostro carattere.

cÜxÑtÜtà|ä|
Chi propone il gioco viene automaticamente nominato “Organizzatore”. L’organizzatore, un po’
animatore e un po’ arbitro, deve innanzitutto:
a) Scegliere il tipo di gioco. Se non volete invitare troppa gente optate per il gioco con i soli
personaggi; altrimenti se avete molti amici e non volete escluderli dalla Serata in Giallo, scegliete la
versione con squadra investigativa.
- gioco con soli personaggi: in questa formula gli “attori” diventano anche investigatori e potranno
esaminare gli indizi. Il numero degli amici da invitare coinciderà pertanto con i personaggi della
vicenda. La scheda con le informazioni per la “squadra investigativa” viene accantonata.
- gioco con squadra investigativa: questa versione si adatta alle compagnie numerose. Pertanto, se
avete molti amici e non desiderate escluderli dalla serata, fateli partecipare come investigatori. Con
questa formula gli attori (quelli che interpretano uno dei personaggi della vicenda) devono limitarsi a
recitare e ad essi non saranno nemmeno mostrati gli indizi che verranno letti solo dagli investigatori.

b) Decidere chi invitare. L’Organizzatore può aprire e leggere il contenuto degli inviti (deve invece
astenersi dal leggere quello delle schede “copioni” e “indizi”). Dopo essersi fatto un’idea dei
personaggi del “caso” sarà più facile per lui decidere chi invitare e quale parte affidargli. Si tenga
presente che nel gioco con soli personaggi, l’Organizzatore può riservare l’interpretazione di una parte
a sé stesso a patto che non conosca il contenuto delle schede “copioni” e “indizi”.
Nel gioco con la squadra investigativa l’Organizzatore può sempre riservare una parte a sé stesso
anche se conosca a fondo la vicenda perché solo gli investigatori sono tenuti a ricostruire i fatti e a
individuare il colpevole.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 4


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

c) Scegliere tra un invito a cena ed un dopo cena. Se vi piace cucinare una buona cena può essere un
divertente preludio alla rappresentazione, utile tra l’altro a creare la giusta atmosfera. Altrimenti
optate per un dopo cena.
d) Consegnare gli inviti. Fate pervenire con almeno un giorno di anticipo gli inviti contenenti le
notizie fondamentali sul rispettivo personaggio. Facendo così darete la possibilità agli attori di
giungere sulla scena preparati e con il vestiario adatto. Nelle “convocazioni” vengono infatti fornite
succinte informazioni su: luogo e tempo, cos’è accaduto, chi sei, gli altri personaggi, suggerimenti per
il vestiario.
Nota: non è indispensabile consegnare gli inviti prima della Serata in Giallo. Se per qualunque
motivo non potete farlo, cercate di comunicare telefonicamente le indicazioni più importanti sul
personaggio da interpretare ed i suggerimenti sul vestiario da indossare. Se poi anche questo vi è
impossibile, date gli inviti all’inizio della Serata e comunque un po’ prima dei copioni.

_t fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ
Se avete optato per un invito a cena servite pure, tenendo presente che per il gioco occorreranno poi
un paio di ore. Pertanto fate i vostri conti e cercate di terminare in tempo per poter procedere alla
rappresentazione ancora ben svegli.
Se gli invitati si presenteranno in costume e la cosa vi diverte, potete iniziare anche subito il “gioco
delle parti” comportandovi come se foste il personaggio che interpretate. Naturalmente, in questa fase
le informazioni che si potranno scambiare sono pochissime: quelle contenute negli inviti.
Terminata la cena l’organizzatore distribuirà il relativo copione a tutti gli attori e alla squadra
investigativa (se ha optato per la versione con gli investigatori). L’organizzatore concederà dieci minuti
circa per l’assimilazione delle informazioni contenute nel copione. Si tenga presente che in questa
fase del copione vanno letti solo i seguenti paragrafi: Avvertenze, Antefatti, Primo atto. I paragrafi che
riguardano i successivi atti devono essere letti negli intervalli che li precedono. L’Organizzatore
raccomanderà ai giocatori la massima riservatezza sul contenuto dei copioni e consiglierà di leggerli e
consultarli tenendoli dentro i rispettivi inviti.
Nota bene: solo il colpevole sa di esserlo, tutti gli altri personaggi “vedono” la vicenda dal loro punto
di vista e, come gli investigatori, conoscono solo una parte dei fatti.
Gli Indizi: sono distribuiti a cura dell’Organizzatore nel momento indicato sulle relative schede.
- nel gioco con soli personaggi sono dati in visione a tutti gli attori;
- nella versione con squadre investigative sono consegnati solo ai componenti di queste ultime.
E’ però possibile che un indizio sia destinato ad uno specifico personaggio (indicato nel frontespizio
della relativa scheda). In tal caso deve essere consegnato solo a quest’ultimo e non può essere visto né
dagli investigatori, né dagli altri personaggi.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 5


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Introduzione e Primo Atto: dopo i preparativi di cui sopra, l’Organizzatore leggerà ad alta voce
l’Introduzione alla vicenda e darà il via al Primo Atto annunciandone il titolo, l’argomento e
fissandone la durata massima (indicata nel “promemoria per l’Organizzatore”).
Gli atti: se è presente la squadra investigativa saranno i componenti di quest’ultima a condurre gli
interrogatori. In caso contrario saranno gli stessi attori ad interrogarsi a vicenda. La formulazione
delle accuse è riservata all’ultimo atto: l’epilogo.
Ogni ATTO (tranne l’epilogo) si svolge allo stesso modo: i componenti della squadra investigativa (o
in mancanza gli stessi attori) pongono domande attinenti all’argomento dell’atto. Gli “attori”
rispondono o intervengono secondo le indicazioni dei propri copioni. A questo proposito si ricorda
che:
- le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che si possono rivelare di propria
iniziativa o su domanda specifica.
- Tutte le frasi in corsivo sono INFORMAZIONI RISERVATE, che non si vorrebbero rivelare.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece INFORMAZIONI CHE SI DEVONO RIFERIRE
anche se non sono espressamente richieste.

Compiti dell’organizzatore durante gli Atti


- all’inizio di ogni atto ne annuncia il titolo, l’argomento e ne fissa la durata massima (indicata nel
“promemoria per l’Organizzatore”);
- fa da moderatore e, se necessario, stimola o dà ordine alla discussione;
- controlla i tempi di gioco. Dopo aver fissato per ogni atto il tempo limite, ne annuncia la chiusura
con cinque minuti di anticipo per dar modo agli attori di fornire le eventuali informazioni
obbligatorie.
Gli Intervalli: ad ogni atto segue un intervallo che verrà utilizzato dai giocatori per preparare l’atto
successivo. Spesso, nel corso degli intervalli giungono degli INDIZI. Ogni Intervallo dura circa 10
minuti.
Consegna delle soluzioni: alla fine del secondo atto l’organizzatore concede una decina di minuti
affinché gli attori (nel gioco con soli personaggi) o le squadre investigative (nel gioco con squadre
investigative) scrivano su un foglio di carta “chi, come e perché” ha commesso il crimine assieme al
proprio nome così da identificare l’autore della soluzione. Scaduto il tempo concesso, l’organizzatore
ritira i fogli perché nessuno possa più alterarli nell’atto conclusivo (Epilogo).
Nota bene:
• nel gioco con soli attori: il colpevole non deve ovviamente scoprirsi e fornirà, come tutti, una
sua soluzione del “caso” anche se di pura fantasia. Il suo obiettivo è solo quello di rimanere
impunito;

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 6


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

• nel gioco con squadre investigative, l’organizzatore può concedere anche agli interpreti la
possibilità di fornire una loro soluzione del “caso” se è la prima volta che giocano e non
vogliono rinunciare al piacere dell’indagine.

Epilogo: è quello della classica riunione conclusiva con la ricostruzione della vicenda e l’indicazione
del colpevole o dei colpevoli. L’organizzatore inviterà gli investigatori ad illustrare le proprie soluzioni
in modo dettagliato e secondo un ordine che può anche essere deciso per sorteggio.
Alla fine del “giro” di ricostruzioni, e solo alla fine, l’organizzatore inviterà il colpevole ad alzarsi in
piedi e dare una dettagliata spiegazione dell’accaduto. Il “Premio per la migliore investigazione andrà
a chi ha indicato il vero colpevole ed ha fornito la ricostruzione dei fatti più vicina alla verità.
In mancanza, vincerà il colpevole.
Si potrà anche decidere di assegnare un “Premio per la migliore interpretazione” (che tenga presente
anche il “vestiario” indossato e la sua inerenza all’epoca e al personaggio interpretato), la cui
consistenza sarà lasciata alla fantasia e alla generosità dell’organizzatore.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 7


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\ÇàÜÉwâé|ÉÇx tÄ ÂvtáÉÊ
Poiché nell'universo regnava il Caos, la dea Tiamat e il dio Marduk si scontrarono. Marduk voleva mettere
ordine nell'universo e combatté fino a quando non uccise la malvagia Tiamat. Poi Marduk prese il corpo della
sua nemica Tiamat e lo divise in due parti: con metà formò il firmamento celeste, con l'altra metà formò le
fondamenta della terra. Poi Marduk assegnò a tutti gli altri dei i loro posti e creò il Sole, la Luna, le stelle. Ma gli
dei gridarono: - Signore Marduk tu hai affidato un compito a ciascuno di noi ma non hai dato a nessuno
l'incarico di servirci e di sostenerci mentre noi lo eseguiremo. Rispose Marduk: - Prenderò sangue di Kingu e fango
e ne formerò un piccolo fantoccio. Il suo nome sarà Uomo. Uomo servirà gli dei. Allora gli dei soddisfatti
gridarono: - Signore Marduk, noi vorremmo mostrarti la nostra gratitudine costruendoti un santuario sulla terra.
Per due anni interi lavorarono ed al terzo anno la città di Babilonia fu innalzata e, sopra a tutti, si ergeva il
santuario di Marduk. (Il mito della fondazione di Babilonia - Wikipedia)

Negli anni ’20 l’Iraq è un Regno sotto il protettorato britannico che controlla di fatto tutti gli aspetti
politici del Paese. La nomina del Re Faysal avvenne infatti a seguito di un plebiscito gestito ed
organizzato dal Colonial Office britannico. Faysal operò perché il mandato britannico fosse convertito
in un trattato di amicizia o di alleanza fra i due paesi che garantisse gli interessi britannici nella
regione. Tale trattato fu firmato solo nel 1930…
Nel 1928 giunge a Babilonia (Iraq) una spedizione organizzata dalla Archeological Society di New York.
Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce un antichissimo tempio dell'epoca di
Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo viene ritrovata una impressionante quantità di
oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi, tutti ottimamente conservati.
Gli scavatori arabi, tuttavia, temono che gli scavi possano scatenare l’ira di Marduk, cui il tempio è
dedicato e interpretano il ritrovamento di una statua del dio in grandezza naturale, come il segno
tangibile della sua collera.
Dopo il ritrovamento, tra l’altro, cominciano a circolare voci di “apparizioni” del dio Marduk in varie
zone del tempio. Naturalmente i responsabili della spedizione non danno molto credito a queste
dicerie, ma accade che anche il professor Carr sia testimone di una di queste apparizioni e ne informa
incautamente anche la stampa. Il professor Hill è furioso per l’episodio e teme ripercussioni che non
tardano a venire: gli arabi, spaventatissimi, incrociano le braccia.
Hill deve far ricorso ad ogni espediente per convincere i lavoratori a riprendere il lavoro: aumenta
loro il compenso; garantisce maggiore sorveglianza e fa officiare un rito propiziatorio per placare l’ira
del dio offeso.
Quando le cose sembrano essersi calmate, la sera del 13 maggio del 1929, verso le 19,00 il professor
Hill viene trovato morto, con una antica lancia babilonese conficcata nel petto!

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 8


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çä|àÉ ÑxÜ âÇt fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ ;[táátÇ


;[táátÇ<
[táátÇ<
LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929
CHI SEI
Arabo di circa 40 anni, sei il fiero capo dei lavoratori al servizio di una spedizione americana a
Babilonia. Odi gli usi e costumi occidentali. Purtroppo, per vivere, sei costretto ad accettare il lavoro
che gli infedeli offrono a te e alla tua gente, ma la cosa ti umilia moltissimo. Sei molto rispettato
perché parli un po’ l'inglese e fai da tramite tra i membri della spedizione archeologica e gli scavatori
arabi. Vivi da solo con tuo fratello Samir e una madre malata in una catapecchia nei sobborghi di
Babilonia.
CHE COSA E’ ACCADUTO
Nel gennaio del 1928 giunge a Babilonia (Iraq) una spedizione organizzata dalla Archeological Society
di New York. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce un antichissimo tempio
dell'epoca di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve viene ritrovata una impressionante
quantità di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi, tutti ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio 1929, il professor Hill, capo della spedizione, viene ucciso, colpito mortalmente
da una lancia, mentre lavorava negli scavi.
GLI ALTRI PERSONAGGI
- Prof. Hermann Hill: la vittima, 50 anni e capo della spedizione archeologica;
- Erich Berger: 31 anni, assistente del professor Hill;
- Prof. William Carr: archeologo di 37 anni;
- Prof. Harold Stone: archeologo di 54 anni;
- Nabila Jussouf: 28 anni, dipendente del Protettorato Inglese e interprete della spedizione
archeologica.
- Beate Hill: la moglie quarantenne del professor Hill.
- Lory Moore: 33 anni, segretaria dell'Archeological Society

SUGGERIMENTI PER IL VESTIARIO


Indossi il tipico cappellino orientale, il fez.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 9


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çä|àÉ ÑxÜ âÇt fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ ;cÜÉyA


;cÜÉyA [tÜÉÄw fàÉÇx<
fàÉÇx<
LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929
CHI SEI
Sei uno dei partecipanti alla spedizione a Babilonia organizzata dalla Archeological Society. Hai 54
anni, una corporatura piuttosto robusta e solida, un tic all'occhio destro. Hai sempre amato fare sport
e costituzionalmente sei quel che si dice un uomo “forte”. Sei una persona assolutamente razionale: i
misteri ti possono anche affascinare ma sei arciconvinto che in questo mondo tutto abbia una sua
spiegazione logica. Hai un carattere piuttosto collerico e non ami assolutamente essere contraddetto
da chi ritieni abbia meno competenze di te!
Nel 1924 hai ottenuto la cattedra di storia delle religioni a New York e sei autore di diverse
monografie nonché direttore della rivista specializzata "Civilization trails" edita dalla Archeological
Society.
COSA E’ ACCADUTO
Nel gennaio del 1928 giungi a Babilonia (Iraq) al seguito della spedizione organizzata dalla
Archeological Society di New York. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce un
antichissimo tempio dell'epoca di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo viene
ritrovata una impressionante quantità di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi,
tutti ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio del 1929, il professor Hill, responsabile della spedizione, viene ucciso, colpito
mortalmente da una antica lancia, mentre si trova nella zona degli scavi.
GLI ALTRI PERSONAGGI
- Prof. Hermann Hill, la vittima, 50 anni e capo della spedizione archeologica;
- Erich Berger, 31 anni, assistente del professor Hill;
- Hassan, capo degli scavatori babilonesi.
- Prof. William Carr, archeologo di 37 anni;
- Nabila Jussouf, 28 anni, dipendente del Protettorato Inglese e interprete della spedizione
archeologica.
- Beate Hill, moglie del professor Hill. 40 anni.
- Lory Moore, 33 anni, segretaria dell'Archeological Society

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 10


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çä|àÉ ÑxÜ âÇt fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ ;cÜÉyA


;cÜÉyA j|ÄÄ|tÅ VtÜÜ<
VtÜÜ<
LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929
CHI SEI
Un uomo di 37 anni, con una folta barbetta ed i capelli tirati all'indietro, sempre serissimo. Insegni
archeologia all'Università di Philadelphia. Non sei un "razionale" a tutti i costi e rispetti moltissimo le
credenze di ogni popolo, anche i più superstiziosi. Sei stato testimone di manifestazioni paranormali
di alcuni stregoni africani e di guru orientali ed hai perciò assunto verso questi problemi un
atteggiamento molto aperto e per nulla critico, ritieni anzi che certi aspetti dell'esistenza siano
inesplicabili con la razionalità dell'uomo occidentale.
COSA E’ ACCADUTO
Nel gennaio del 1928 giungi a Babilonia (Iraq) al seguito della spedizione organizzata dalla
Archeological Society di New York. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce un
antichissimo tempio dell'epoca di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo viene
ritrovata una impressionante quantità di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi,
tutti ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio del 1929, il capo delle spedizione, il professor Hill, viene ucciso, trafitto da una
antica lancia, mentre è intento alla pulitura di alcuni reperti in una zona degli scavi.

GLI ALTRI PERSONAGGI


- Prof. Hermann Hill, la vittima, 50 anni e capo della spedizione archeologica;
- Erich Berger, 31 anni, assistente del professor Hill;
- Hassan, capo degli scavatori babilonesi.
- Nabila Jussouf, 28 anni, dipendente del Protettorato Inglese e interprete della spedizione
archeologica.
- Beate Hill, moglie del professor Hill. 40 anni.
- Lory Moore, 33 anni, segretaria dell'Archeological Society
- Prof. Harold Stone, archeologo di 54 anni;

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 11


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çä|àÉ ÑxÜ âÇt fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ ;atu|Ät


;atu|Ät ]â
]âááÉây<
áÉây<
LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929
CHI SEI
L’interprete che il protettorato inglese ha messo a disposizione degli archeologi americani. Hai 38
anni e sei figlia di un ricco notabile libanese emigrato in Iraq, sei di religione cristiana. Hai studiato
ad Oxford, dove ti sei laureata in economia e commercio. Attualmente sei dipendente dell'Ufficio
del Protettorato inglese che si occupa dell'assistenza archeologica. I tuoi atteggiamenti occidentali non
ti hanno sempre valso il favore della gente del luogo, ma hai cercato di lottare contro questi pregiudizi
con la tua naturale gentilezza e comprensione.
COSA E’ ACCADUTO
Nel gennaio del 1928 giunge a Babilonia (Iraq) una spedizione organizzata dalla Archeological Society
di New York. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce un antichissimo tempio
dell'epoca di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo viene ritrovata una
impressionante quantità di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi, tutti
ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio del 1929, il capo delle spedizione, il professor Hill, viene ucciso, colpito
mortalmente con una lancia, mentre si trova nella zona degli scavi.

GLI ALTRI PERSONAGGI


- Prof. Hermann Hill, la vittima, 50 anni e capo della spedizione archeologica;
- Erich Berger, 31 anni, assistente del professor Hill;
- Hassan, capo degli scavatori babilonesi.
- Prof. William Carr, archeologo di 37 anni;
- Beate Hill, moglie del professor Hill. 40 anni.
- Lory Moore, 33 anni, segretaria dell'Archeological Society
- Prof. H. Stone, archeologo di 54 anni;

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 12


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çä|àÉ ÑxÜ âÇt fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ ;Uxtàx


;Uxtàx [|ÄÄ<
[|ÄÄ<
LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929
CHI SEI
Di nazionalità tedesca (il tuo cognome da nubile è Shultz), vivi a Berlino. Sei la moglie del professor
Hill, una donna decisa, molto attiva. Hai circa 40 anni. Laureata in Lettere e esperta di letteratura
orientale.
COSA E’ ACCADUTO
Nel gennaio del 1928 giungi a Babilonia (Iraq) al seguito della spedizione organizzata da tuo marito
per conto dalla Archeological Society di New York. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano
alla luce un antichissimo tempio dell'epoca di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo
viene ritrovata una impressionante quantità di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili
preziosi, tutti ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio del 1929, tuo marito viene ucciso, colpito mortalmente da una antica lancia,
mentre è intento alla pulitura di alcuni reperti nella zona degli scavi.

GLI ALTRI PERSONAGGI


- Prof. Hermann Hill, la vittima, 50 anni e capo della spedizione archeologica;
- Erich Berger, 31 anni, assistente del professor Hill;
- Hassan, capo degli scavatori babilonesi.
- Prof. William Carr, archeologo di 37 anni;
- Lory Moore, 33 anni, segretaria dell'Archeological Society
- Prof. Harold Stone, archeologo di 54 anni;
- Nabila Youssouf, interprete del protettorato Inglese in Iraq

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 13


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çä|àÉ ÑxÜ âÇt fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ ;_ÉÜç


;_ÉÜç `ÉÉÜx<
`ÉÉÜx<
LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929
CHI SEI
Una ragazza di 33 anni, dal carattere deciso e senza scrupoli (quando si tratta della tua carriera). Sei la
segretaria del professor Hill, membro autorevole della Archeological Society, una associazione
culturale sovvenzionata in parte dai soci ed in parte dal Governo degli Stati Uniti, molto attiva nel
campo della ricerca archeologica.
COSA E’ ACCADUTO
Nel gennaio del 1928 giungi a Babilonia (Iraq) al seguito della spedizione organizzata dal professor
Hill per conto dalla Archeological Society. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce
un antichissimo tempio dell'epoca di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo viene
ritrovata una impressionante quantità di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi,
tutti ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio del 1929, il professor Hill, viene trovato morto in una zona degli scavi, trafitto
da una lancia,

GLI ALTRI PERSONAGGI


- Prof. Hermann Hill, la vittima, 50 anni e capo della spedizione archeologica;
- Erich Berger, 31 anni, assistente del professor Hill;
- Hassan, capo degli scavatori babilonesi.
- Prof. William Carr, archeologo di 37 anni;
- Prof. Harold Stone, archeologo di 54 anni;
- Nabila Jussouf, 28 anni, dipendente del Protettorato Inglese e interprete della spedizione
archeologica.
- Beate Hill, moglie del professor Hill. 40 anni.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 14


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\Çä|àÉ ÑxÜ âÇt fxÜtàt |Ç Z|tÄÄÉ ;XÜ|v{


;XÜ|v{ UxÜzxÜ<
UxÜzxÜ<
LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929
CHI SEI
31 anni, di nazionalità tedesca. Sei l’assistente del Prof. Hill. Sei iscritto alla facoltà di archeologia ma
non ti sei ancora laureato sostenendo tra l’altro pochissimi esami e con voti mediocri.
COSA E’ ACCADUTO
Nel gennaio del 1928 giungi a Babilonia (Iraq) al seguito di una spedizione organizzata dalla
Archeological Society di New York. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce un
antichissimo tempio dell'epoca di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo viene
ritrovata una impressionante quantità di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi,
tutti ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio del 1929, il capo delle spedizione, il professor Hill, viene ucciso, colpito
mortalmente da una lancia, mentre è intento alla pulitura di alcuni reperti.
GLI ALTRI PERSONAGGI
- Prof. Hermann Hill, la vittima, 50 anni e capo della spedizione archeologica;
- Hassan, capo degli scavatori babilonesi.
- Prof. William Carr, archeologo di 37 anni;
- Prof. Harold Stone, archeologo di 54 anni;
- Nabila Jussouf, 28 anni, dipendente del Protettorato Inglese e interprete della spedizione ar-
cheologica.
- Beate Hill, moglie del professor Hill. 40 anni.
- Lory Moore, segretaria dell'Archeological Society. 33 anni;

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 15


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑ|ÉÇx w| [táátÇ
AVVERTENZE PER LA LETTURA DEI COPIONI
- Le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che puoi rivelare di tua iniziativa o su
domande specifiche. Qui troverai la tua versione dei fatti. Nel rilasciare le tue dichiarazioni tieni
d’occhio questi paragrafi.
- Tutte le frasi in corsivo sono informazioni riservate, che non vorresti che fossero rivelate. Tuttavia,
di fronte a prove o testimonianze evidenti puoi anche renderle note. Naturalmente, se sei l’assassino o
un complice puoi confessare il tuo delitto o le circostanze che lo riguardano unicamente nell’ultimo
atto, l’epilogo.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece informazioni che DEVI fornire con la massima
precisione ANCHE SE NON TI SONO ESPRESSAMENTE RICHIESTE. Aspetta il momento
giusto, ma FALLO!
- Le domande devono essere attinenti all’argomento dell’atto. Se alcune di esse non trovano risposta
nella scheda, dai spazio alla tua fantasia rispondendo in modo coerente con il personaggio, oppure in
modo generico.

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Hai sempre temuto che gli scavi potessero scatenare l’ira di Marduk, il Dio in onore del quale
il tempio era stato eretto ma, dopo il ritrovamento nella sala dell’altare (area C) di una statua
raffigurante il dio a grandezza naturale, ne avevi la certezza. Ed infatti, da quel momento, Marduk in
persona è apparso più volte nel corso degli scavi, perfino al più ragionevole degli infedeli, il professor
Carr che ha raccontato l’episodio alla stampa.
A questo punto avete messo in pratica una sorta di “sciopero”. Per convincervi a riprendere il lavoro
Hill vi ha promesso maggiori compensi e la celebrazione di un rito propiziatorio in onore di Marduk.
Ma è solo grazie alla mediazione di Carr (l’unico degli archeologi che vi rispettava) che avete deciso di
interrompere lo sciopero. Ma sapevi che il dio, prima o poi, sarebbe riapparso per punire la
profanazione della sua dimora. Ed infatti, così è stato.
Informazioni riservate
Da quando gli scavi avevano portato alla luce il tempio dedicato a Marduk temevi che prima o poi
la sua vendetta si sarebbe abbattuta su di voi. Tuo padre era stato uno degli ultimi sacerdoti del dio
e, prima di morire, ti aveva fatto giurare che ne avresti rispettato e continuato il culto.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 16


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

I tuoi timori erano fondati. Ne hai avuto la certezza quando è stata trovata quella che gli infedeli chiamavano
“la statua” di Marduk. Altro che “statua”! Quello era il dio in persona, che si era materializzato per compiere la
sua vendetta!
Più di una volta, in piena notte perché gli infedeli non vedessero, ti sei prostrato davanti al dio (la statua che era
stata ritrovata), pregandolo di punire gli infedeli, così come tuo padre ti aveva insegnato. Una volta sei stato
anche interrotto da qualcuno mentre pregavi e sei fuggito lasciando sul posto una invocazione a Marduk incisa su
pergamena.
Ma le tue preghiere sono erano state vane, ed infatti il dio ha iniziato ad apparire nelle vesti di un essere taurino
armato di lancia.
Nabila era stata la tua fidanzata ma, quando è partita per l’occidente, l’hai lasciata. Tu glielo avevi proibito ma
ti ha disobbedito, ha studiato all’estero ed è diventata una infedele nei modi e nei costumi e non si è fatta scrupoli
di offendere il tuo onore. Sei inviperito e disprezzi i suoi atteggiamenti occidentali. In più hai il sospetto che
attualmente abbia delle simpatie per il prof. Carr. Hai comunque cercato di convincerla ad abbracciare la tua
religione, a diventare anche lei una sacerdotessa di Marduk (era tra l’altro anche l’unica possibilità che aveva per
sfuggire alla sua ira. Ma non sei riuscito a convincerla.

Che cosa devi dire:


- Nabila non è una vera araba. Ha tradito te e la sua gente andandosene in occidente,
assumendo i costumi degli infedeli. Critica lo "shador" (il velo orientale), non si occupa
di cose femminili ma pretende di fare cose che solo gli uomini possono fare osando perfino
contraddirli. Le sue relazioni con gli occidentali porteranno sventura non solo su di lei, ma su tutti
coloro che la frequentano e le parlano!
- Carr è l'unico archeologo che vi tratta con rispetto e cerca di capire i vostri costumi. Ma proprio
per questo non è ben visto dagli altri membri della spedizione che lo trattano con sufficienza.
- Il Prof.H. Stone è sempre intrattabile, nervoso e insoddisfatto. Litiga continuamente e
furiosamente con Hill per motivi di lavoro. Sono gelosi l’uno dell’altro.

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Hai trascorso il pomeriggio del 13 maggio a lavorare assieme ad Hill e a Stone nella sala
dell’altare (area C). Ad un certo punto il professor Stone ha trovato qualcosa che sembrava
molto importante. Quando Hill ha esaminato l’oggetto ha esultato, chiamava l’oggetto “lo scettro di
Marduk” e continuava a ripetere quella scoperta lo avrebbe reso famosissimo. Naturalmente Stone
non l’ha presa tanto bene. “Sono stato io a trovarlo!” ha puntualizzato. “Ma sono stato io che ti ho
detto di scavare lì!” replicava Hill. Stizzito, (saranno state le 17,30), Stone se ne è andato. Poco dopo
sono arrivati Erich Berger e Beate, la moglie di Hill.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 17


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Erich è rimasto pochi minuti, il tempo di capire cosa fosse successo, mentre Beate, eccitata anche lei
per il ritrovamento, è rimasta ad aiutare il marito nella pulitura del reperto.
Alle 18,45 circa, il prof. Hill vi ha detto che doveva andare perché aveva un appuntamento con
Nabila e si è allontanato, non prima di essersi raccomandato di restare a guardia dello scettro.
Qualche minuto dopo, tuttavia, Beate è stata morsa ad una mano da uno scorpione. Conoscevi
quell’insetto: non era pericoloso ma dovevi medicare subito la ferita con un unguento che il professor
Hill aveva in tenda. Quando siete entrati nella tenda di Hill, lui era lì, assieme a Nabila e le stava
consegnando qualcosa, ti è sembrato un foglio. Quando vi ha visti, Hill si è infuriato: come avevate
potuto lasciare incustodito lo scettro di Marduk? Non avete fatto in tempo a giustificarvi che già stava
correndo verso gli scavi. Sentendoti un po’ in colpa, dopo averle prestato le prime cure a Beate, la
lasci per raggiungere Hill.
Tornato nella sala dell’altare ti trovi di fronte ad una scena incredibile: Hill sta lottando corpo a
corpo con il dio Marduk in persona armato di una lunga lancia! Il professore non sembra avere paura
e lotta alla pari. Ma, ad un certo punto, lo vedi cadere a terra con la lancia conficcata nel petto. E’
allora che, vinto dall’emozione, cadi a terra svenuto.
Quando rinvieni ti senti le mani legate dietro la schiena. Davanti a te tutti ti osservano come se si
trovassero di fronte ad un mostro mentre, alle tue spalle, Erich Berger ti blocca le braccia
impedendoti di muoverti. Sul volto, hai qualcosa che ti infastidisce, vorresti liberartene ma non ci
riesci. E’ Stone a liberarti di quel peso e quando questo avviene ti accorgi finalmente di cosa si
trattava: della maschera taurina del dio Marduk! E, come se non bastasse, indossi anche la sua tunica
fiammeggiante! “Non sono stato io!“ Continui a frignare ma nessuno sembra crederti. Ed è
comprensibile: ti trovi davvero in un brutto guaio!
Suggerimenti
Non sai spiegare il perché tu abbia addosso i vestiti del dio. L’ultima cosa che ricordi è la lotta di
Marduk con Hill. Ma forse Marduk si è servito di te per colpire gli infedeli…

Cosa devi dire:


- Quel che è accaduto è la vendetta di Marduk! Il dio era certamente molto arrabbiato.
Era apparso già diverse volte e non eravate stati presi sul serio. Apparendo poi al prof.
Carr aveva voluto dare un ultimo avvertimento a coloro che non avevano dimostrato di temerlo
abbastanza. Se il Prof. Hill non avesse sottovalutato l’apparizione e avesse interrotto gli scavi, non
avrebbe pagato con la vita il prezzo della profanazione del tempio. Ha avuto una giusta punizione.
- “Lo scettro” che era stato trovato nel pomeriggio è certamente stato preso da Marduk. Il dio
appariva proprio per riappropriarsi degli oggetti che la spedizione archeologica voleva trafugargli.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 18


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑ|ÉÇx wxÄ cÜÉyA [tÜÉÄw fàÉÇx


fàÉÇx
AVVERTENZE PER LA LETTURA DEI COPIONI
- Le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che puoi rivelare di tua iniziativa o su
domande specifiche. Qui troverai la tua versione dei fatti. Nel rilasciare le tue dichiarazioni tieni
d’occhio questi paragrafi.
- Tutte le frasi in corsivo sono informazioni riservate, che non vorresti che fossero rivelate. Tuttavia,
di fronte a prove o testimonianze evidenti puoi anche renderle note. Naturalmente, se sei l’assassino o
un complice puoi confessare il tuo delitto o le circostanze che lo riguardano unicamente nell’ultimo
atto, l’epilogo.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece informazioni che DEVI fornire con la massima
precisione ANCHE SE NON TI SONO ESPRESSAMENTE RICHIESTE. Aspetta il momento
giusto, ma FALLO!
- Le domande devono essere attinenti all’argomento dell’atto. Se alcune di esse non trovano risposta
nella scheda, dai spazio alla tua fantasia rispondendo in modo coerente con il personaggio, oppure in
modo generico.
GLI ANTEFATTI

Informazioni riservate
Sei una persona ambiziosissima e nutri molto rancore verso il prof. Hill che ti ha danneggiato in tutti
i modi per ostacolare la tua carriera di esperto di civiltà mesopotamiche: cercando non coinvolgerti
nelle iniziative importanti, ridicolizzando le tue teorie nelle conferenze. E così, nonostante le decine di
pubblicazioni, la fondazione della rivista “Civilization Trails”, devi rinunciare, per il momento, a quel posto che
sogni: direttore di uno dei più importanti musei mesopotamici del mondo. Pensi di ottenere quel piccolo credito
che ancora ti manca lanciando l’idea della spedizione a Babilonia. Ma Hill non si è limitato a finanziarti, come
speravi, ha voluto partecipare in prima persona alla spedizione, assumendone, come era prevedibile, il comando!
Assapori con ansia il momento nel quale lo vedrai precipitare nella polvere e tu siederai al suo posto nella
poltrona di direttore!
Informazioni archeologiche che puoi riferire
- Marduk era il dio babilonese più venerato. Fu proprio Hammurabi a restringere il Pantheon
babilonese ad una ventina di divinità, tra cui la più importante era proprio Marduk che aveva anche il
potere supremo su tutti i popoli. Il suo culto finì per diventare quasi esclusivo.
- Il luogo per eccellenza consacrato a Marduk era il tempio di Esagila, ma un luogo altrettanto
venerato era il tempio innalzato nella Torre di Babele.
- della stanza dell’altare si dice che avesse le mura coperte di oro e che brillassero come il sole. C’era
una grande statua di Marduk seduto su un trono tutto d’oro dal peso di circa circa 22 tonnellate.
Naturalmente non si trattava della statua che invece era stata rinvenuta, che era in semplice pietra.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 19


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

- Lo scettro di Marduk, era probabilmente uno dei simboli del dominio della statua d’oro. Si narra di
oggetti anch’essi d’oro e tempestati di pietre preziose e quindi di inestimabile valore.
- Il toro era uno degli animali sacri di Babilonia e i sacerdoti indossavano spesso maschere taurine
durante le cerimonie religiose.

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Nel corso degli scavi il ritrovamento di maggior importanza è stato tutto merito tuo: nella sala
dell’altare (area C) hai rinvenuto una statua in grandezza naturale di un uomo dalla testa
taurina. La scoperta ha messo in agitazione gli arabi che hanno scambiato la statua per il dio Marduk
in persona, venuto a punire i profanatori della sua dimora.
La cosa farebbe sorridere se delle strane "apparizioni" non disturbassero poi davvero gli scavi. Sono gli
arabi a riferire di aver visto apparire un essere con la testa di toro, ma, naturalmente, non date nessun
peso a queste testimonianze, che ritenete frutto della loro superstizione. Ma l’essere appare anche al
professor Carr, che lo annuncia perfino alla stampa! L’episodio getta nell’imbarazzo più totale l’intera
spedizione e Hill intima Carr di abbandonarla entro giugno.
Per calmare gli animi dei lavoratori arabi suggerisci ad Hill di raddoppiare la sorveglianza, aumentare
il loro compenso in denaro e officiare un rito propiziatorio a Marduk. Devi ammettere che comunque
tutto queste promesse non sarebbero bastate se non ci fosse stata la mediazione di Carr che era
l’unico archeologo che gli arabi rispettavano. Comunque, dal momento in cui gli arabi riprendono gli
scavi, le apparizioni cessano... fino al 13 maggio del 1929.

Cosa devi dire


La reazione degli arabi con la scoperta statua di Marduk era prevedibile, ma certo non
ti aspettavi che Carr ci cascasse in pieno! Le dichiarazioni di Carr alla stampa hanno
davvero fatto cadere le braccia sia a te che ad Hill. Aveva ragione Hill a chiamarlo “l’astrologo”! Ad
ogni modo sei un po’ dispiaciuto per il suo licenziamento. Dopo tutto è un bravo archeologo.
Hill ti aveva confidato che Lory Moore era gelosa pazza di Nabila e voleva che la sostituisse con
un'altra persona, ma lui si era sempre rifiutato di fare una cosa del genere.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 20


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Hai trascorso il pomeriggio del 13 maggio a lavorare assieme ad Hill nella sala dell’altare (area
C). C’era anche Hassan con voi. Ad un certo punto hai trovato qualcosa. Non potevi credere
ai tuoi occhi! Si trattava certamente di uno scettro, uno dei simboli del dominio della grande statua
d’oro di Marduk che si trovava nel tempio di Esagila. “Lo scettro di Marduk”. Una scoperta davvero
sensazionale! Sei rimasto con Hill fino alle 17,30 quando sei tornato a lavorare nell’area che ti era
stata assegnata (E2).
Verso le 19 ti trovavi ancora nella tua area a scavare quando hai sentito Berger gridare aiuto. Le grida
provenivano dalla zona sud degli scavi. Sei andato a vedere cosa stesse accadendo e per poco non ti
veniva un colpo! Nella stanza dell’altare erano tutti accanto al cadavere di Hill che giaceva per terra
trafitto da una lancia. Poco distante, Berger stava bloccando un essere con una maschera taurina sul
volto e una tunica di lino coperta da perline rosse! Tutti dicevano che era stato lui ad uccidere Hill. Ti
sei allora avvicinato, gli hai strappato la maschera e con somma sorpresa ti è apparso il volto spaurito
di Hassan! Ma… che fine aveva fatto lo scettro che avevi trovato?

Informazioni riservate
Quando avete trovato lo scettro, hai avuto un litigio piuttosto acceso con Hill che come al solito
voleva appropriarsi di tutti i meriti. Hai allora puntualizzato che eri stato tu a trovare l’oggetto.
“Ma se sono stato io che ti ho detto di scavare lì!” ti ha replicato. Come al solito avete cominciato a litigare e
allora te ne sei andato.
Verso le 18,45 hai incrociato Hill nel cortile (A1). Ancora piuttosto seccato, lo hai affrontato e avete ripreso la
discussione. Sareste forse venuti alle mani se non fosse intervenuto Berger per separarvi! Sei allora tornato nella
tua zona.

Cosa devi dire


Lo scettro di Marduk, era probabilmente uno dei simboli del dominio della statua
d’oro del dio che si trovava originariamente nel tempio di Esagila. Era quindi una
scoperta sensazionale e l’oggetto in sé era di inestimabile valore.
Hai notato che ogni volta che “appariva” il dio Marduk agli scavatori arabi, mancava poi sempre
qualche importante reperto. Gli arabi dicevano che il dio appariva proprio per quello, per
riappropriarsi dei suoi oggetti.
Hassan è un fanatico che ha sempre fatto di tutto per ostacolare gli scavi. Inoltre lo hai sorpreso di
notte a pregare sulla statua di Marduk. Quando ti ha visto è scappato ma ha lasciato per terra una

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 21


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

pergamena su cui era incisa una strana preghiera (vedi indizi). Non ti piace quell’individuo,
secondo te è lui a sobillare i suoi uomini contro la spedizione.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 22


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑ|ÉÇx wxÄ ÑÜÉyA j|ÄÄ|tÅ VtÜÜ


AVVERTENZE PER LA LETTURA DEI COPIONI
- Le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che puoi rivelare di tua iniziativa o su
domande specifiche. Qui troverai la tua versione dei fatti. Nel rilasciare le tue dichiarazioni tieni
d’occhio questi paragrafi.
- Tutte le frasi in corsivo sono informazioni riservate, che non vorresti che fossero rivelate. Tuttavia,
di fronte a prove o testimonianze evidenti puoi anche renderle note. Naturalmente, se sei l’assassino o
un complice puoi confessare il tuo delitto o le circostanze che lo riguardano unicamente nell’ultimo
atto, l’epilogo.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece informazioni che DEVI fornire con la massima
precisione ANCHE SE NON TI SONO ESPRESSAMENTE RICHIESTE. Aspetta il momento
giusto, ma FALLO!
- Le domande devono essere attinenti all’argomento dell’atto. Se alcune di esse non trovano risposta
nella scheda, dai spazio alla tua fantasia rispondendo in modo coerente con il personaggio, oppure in
modo generico.

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il ritrovamento di maggior importanza della spedizione è sicuramente una statua in pietra in
grandezza naturale di un essere con il corpo umano e la testa di toro. Gli scavatori arabi credono si
tratti del dio Marduk in persona venuto per punire i profanatori della sua dimora.
La cosa farebbe sorridere se delle strane "apparizioni" non disturbassero davvero gli scavi. Tutti
credono naturalmente che si tratti del frutto di sciocche superstizioni, ma una sera, mentre stai
scavando nella zona che ti è stata assegnata (A2), alla luce incerta delle torce ti appare un essere dal
corpo fiammeggiante e dalla testa taurina, con in mano una lunga lancia che sembra ordinarti di
andartene dalla sua dimora! Confidi quanto ti è accaduto ad una tua amica giornalista che, a tua
insaputa, pubblica immediatamente la notizia facendola passare come un intervista!
In seguito a questo episodio gli arabi si rifiutano di continuare gli scavi e Hill ha il suo da fare per
convincerli a riprendere il lavoro: viene promessa più sorveglianza, un compenso più alto e un rito
propiziatorio a Marduk. Devi però aggiungere che senza il tuo fondamentale apporto (eri l’unico
archeologo con i quali gli arabi avevano un dialogo), tutte quelle misure non avrebbero avuto
successo. Tutto sembra tornare alla normalità. Anche le apparizioni cessano… almeno fino alla sera
del 13 maggio 1929.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 23


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Informazioni archeologiche
- Marduk era il dio babilonese più venerato. Fu proprio Hammurabi a restringere il Pantheon
babilonese ad una ventina di divinità, tra cui la più importante era proprio Marduk che aveva anche il
potere supremo su tutti i popoli. Il suo culto finì per diventare quasi esclusivo.
- Il luogo per eccellenza consacrato a Marduk era il tempio di Esagila, ma un luogo altrettanto
venerato era il tempio innalzato nella Torre di Babele.
- della stanza dell’altare si dice che avesse le mura coperte di oro e che brillassero come il sole. C’era
una grande statua di Marduk seduto su un trono tutto d’oro dal peso di circa circa 22 tonnellate.
Naturalmente non si trattava della statua che invece era stata rinvenuta, che era in semplice pietra.
- Lo scettro di Marduk, era probabilmente uno dei simboli del dominio della statua d’oro. Si narra di
oggetti anch’essi d’oro e tempestati di pietre preziose e quindi di inestimabile valore.
- Il toro era uno degli animali sacri di Babilonia e i sacerdoti indossavano spesso maschere taurine
durante le cerimonie religiose.

Informazioni riservate
Una notte hai sorpreso Hassan a pregare davanti alla statua del dio Marduk che era stata
rinvenuta. Recitava una specie di maledizione contro i profanatori della sua dimora. Non hai detto
a Hill e a gli altri componenti della spedizione per evitare che lo allontanassero. In fondo Hassan è solo
superstizioso e non credi che sarebbe davvero capace di far del male a qualcuno.
Dopo l’infortunio della “intervista” alla giornalista (che non avevi mai concesso), Hill era letteralmente furioso
con te e ti ha praticamente licenziato. Entro la fine di giugno dovrai lasciare la spedizione. Hai cercato in tutti i
modi di farlo ragionare, di giustificarti dimostrando che non era stata colpa tua. Hill è stato irremovibile e ti sei
rassegnato. Sei solo preoccupato per il tuo futuro perché un precedente del genere non gioca a tuo favore.
Una volta Nabila ti ha raccontato di essere stata molestata da Hill. Lo hai allora affrontato e gli hai mollato un
memorabile pugno in piena faccia. Così imparerà a star lontano dalla interprete! L’episodio ha suscitato molto
clamore e probabilmente molti lo hanno inteso come una tua reazione al licenziamento, ma si trattava di ben
altro. Speravi che la cosa fosse finita lì ma recentemente Nabila ti ha confidato di essere stata avvertita da alcuni
amici al protettorato che Hill ha spedito alcune note molto negative su di lei e sul suo lavoro. La cosa ti stupisce
un po’ perché Hill, comunque, si era sempre espresso positivamente sulle capacità professionali di Nabila.

Che cosa devi dire


Si vede lontano un miglio che tra Beate e Erich Berger c’è un’intesa. Dopo tutto non
fa che rendere al marito pan per focaccia. Perché lo sanno tutti che Hill non le è mai
stato fedele! Erich Berger dal canto suo più che un archeologo è uno studentello viziato. Se
non fosse per i buoni “rapporti” con Beate, Hill non avrebbe mai assunto un individuo così
frivolo.
Non è giusto prendere in giro gli scavatori per la loro superstizione. In fondo non hanno
tutti i torti nell’odiare gli occidentali che hanno sempre sfruttato le loro terre e li hanno

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 24


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

derisi come popolo.


Sei preoccupato per Nabila perché potrebbe perdere il suo lavoro. Sembra che Hill abbia
spedito delle note molto negative sul suo conto al protettorato inglese.

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il 13 maggio, hai trascorso il pomeriggio nell’area che ti è stata assegnata (A2). Verso le 19,
con tua sorpresa perché non ti aveva detto che sarebbe passata, è venuta a trovarti Nabila.
Subito dopo avete sentito Berger gridare aiuto come un ossesso. Le urla provenivano dalla zona sud
degli scavi e vi siete precipitati a vedere cosa stesse accadendo.
Giunti nella stanza dell’altare (C) vi è sembrato di vivere un incubo: Hill era a terra, trafitto da una
lancia. Accanto a lui Beate e Lory piangevano. Poco distante Berger teneva stretto tra le braccia un
essere con una maschera taurina e una tunica di lino coperta da perline rosse che cercava di
divincolarsi. Tutti dicevano che era stato lui ad uccidere Hill. Poco dopo è arrivato Stone, si è
avvicinato all’essere che Berger stava bloccando e gli hai strappato la maschera. Con somma sorpresa
vi è apparso il volto spaurito di Hassan!

Informazioni riservate
Quando Nabila ti ha raggiunta era un po’ strana. Ha avuto appena il tempo di dirti che aveva
avuto un chiarimento con Hill, che avete poi sentito le urla di Berger e siete accorsi. Tutto si è svolto poi come nel
paragrafo “Informazioni che puoi rendere pubbliche”.

Cosa devi dire


Hai sorpreso Hassan mentre recitava in piena notte uno strana preghiera davanti alla
statua di Marduk. Non ne avevi mai fatto parola con nessuno ma ora non ti sembra il
caso di nascondere questo particolare.
L’essere che ti è apparso qualche giorno fa e che ti è costato il licenziamento indossava la stessa
tunica di lino coperta da perline rosse che è stata trovata addosso ad Hassan

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 25


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑ|ÉÇx w| atu|Ät lÉâáÉây


AVVERTENZE PER LA LETTURA DEI COPIONI
- Le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che puoi rivelare di tua iniziativa o su
domande specifiche. Qui troverai la tua versione dei fatti. Nel rilasciare le tue dichiarazioni tieni
d’occhio questi paragrafi.
- Tutte le frasi in corsivo sono informazioni riservate, che non vorresti che fossero rivelate. Tuttavia,
di fronte a prove o testimonianze evidenti puoi anche renderle note. Naturalmente, se sei l’assassino o
un complice puoi confessare il tuo delitto o le circostanze che lo riguardano unicamente nell’ultimo
atto, l’epilogo.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece informazioni che DEVI fornire con la massima
precisione ANCHE SE NON TI SONO ESPRESSAMENTE RICHIESTE. Aspetta il momento
giusto, ma FALLO!
- Le domande devono essere attinenti all’argomento dell’atto. Se alcune di esse non trovano risposta
nella scheda, dai spazio alla tua fantasia rispondendo in modo coerente con il personaggio, oppure in
modo generico.

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Uno dei ritrovamenti di maggiore importanza è stato sicuramente quello, nella sala
dell’altare, di una statua in grandezza naturale del dio Marduk che i lavoratori arabi credono
la reincarnazione del dio adirato per la profanazione della sua dimora.
Delle strane apparizioni, tuttavia, cominciano a disturbare gli scavi. Anche William Carr afferma di
aver visto apparire un essere dalla testa taurina, armato di lancia. Le sue dichiarazioni alla stampa
scatenano l’ira di Hill per il quale è evidente che qualcuno vuole sabotare gli scavi. Tu però ritieni
Carr una persona affidabile e, a questo punto, sei propensa a credere che qualcosa di soprannaturale
stia realmente accadendo nel corso degli scavi. Per calmare gli animi degli scavatori che hanno ancora
una volta incrociato le braccia, Hill ordina di raddoppiare la sorveglianza e officiare un rito
propiziatorio davanti alla statua del dio Marduk.
Informazioni riservate
Hassan, con il quale in passato hai avuto una relazione, è ancora offeso con te perché nonostante il
suo divieto, sei andata a studiare in occidente. Ora, da quando sei tornata, ha cercato in tutti i
modi di convincerti a tornare con lui. Veramente ti ha anche fatto una richiesta che ti sembra assurda: quella di
diventare una Sacerdotessa di Marduk! Forse le “apparizioni” lo hanno molto suggestionato. Ma sei stata

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 26


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

irremovibile. Se poi sapesse che ti sei innamorata del prof. Carr, non sai davvero quali potrebbero essere le sue
reazioni. Carr ti ha proposto varie volte di portarti con lui in America, ma sei titubante. Sei una persona aperta
ma non sai come la tua famiglia potrebbe prendere reagire davanti ad una decisione del genere. Per tutte queste
ragioni state cercando di tenere nascosti i vostri sentimenti.
Hai ricevuto delle attenzioni pesanti da parte di Hill. Una volta ha cercato di baciarti e sei stata costretta a
mollargli un sonoro ceffone del quale non ti sei mai pentita. La cosa che più ti ha ferito è stato il suo
atteggiamento da “padrone” con la sua “serva”. Come se fosse ovvio che tu dovessi sottostare alle sue richieste.
In quella occasione, tra l’altro, Lory Moore, la segretaria ed amante di Hill, aveva equivocato e immaginava una
relazione tra te e Hill che non solo non esisteva ma che ti era del tutto sgradita.
Ti è molto dispiaciuto che Hill avesse licenziato Carr in seguito a quelle sue dichiarazioni alla stampa. Sai che
entro giugno dovrà andarsene e questo ti rattrista molto. Sei anche preoccupata per il suo futuro e vorresti fare
qualcosa per aiutarlo.
Ma anche tu hai i tuoi problemi lavorativi. Degli amici al protettorato ti hanno confidato che hai ricevuto delle
note molto negative da parte del prof. Hill sul tuo lavoro e temi di perdere il lavoro. Forse Hill si sta vendicando
dopo la faccenda della molestia ma a questo punto gli hai chiesto un appuntamento per chiarire la faccenda.
Devi vederti con lui nella sua tenda alle 18,45 del 13 maggio. Potrebbe anche essere un occasione per fare un
estremo tentativo per convincerlo a revocare il licenziamento di William Carr.

Cosa devi dire


Tutti sapevano che Lory Moore era l’amante del professor Hill e non capisci come
Beate potesse sopportarlo.
Carr è una persona sensibile, che riusciva a capire e a rispettare le culture più diverse. Non hai mai
avuto la sensazione che vi prendesse in giro o che disprezzasse il vostro modo di concepire i
rapporti sociali.
Lory ti odia per qualche motivo che non conosci: forse gelosia, per via delle attenzioni che Hill
aveva nei tuoi confronti. Temi che stia tramando qualcosa alle tue spalle.

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il 13 maggio 1929 alle 19,45 avevi un appuntamento con il professor Hill per parlargli di certe
note negative che aveva inviato al protettorato sul tuo conto. Volevi chiarire la faccenda
perché non credevi di lavorare così male. Quando gli hai parlato della cosa, Hill è caduto dalle
nuvole. Ti ha detto che, nonostante le passate “incomprensioni”, non aveva mandato nessuna nota e

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 27


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

non l’avrebbe nemmeno fatto perché professionalmente ti stimava molto. Eri contenta di quello che
ti diceva ma potevi credergli?
Ma c’era un altro argomento che ti premeva: il licenziamento di William Carr. Sei andata subito al
punto e lo hai pregato di ripensarci perché William era la persona che più di ogni altra permetteva a
quei due mondi così distanti: quello arabo e quello occidentale, di continuare a dialogare. Senza la
sua mediazione sarebbe stato difficile convincere gli arabi a riprendere il lavoro.
Temevi di non sortire nessun effetto con le tue parole: Hill sapeva essere inflessibile quando voleva.
Con tua sorpresa, invece, ha preso un foglio di carta ed ha iniziato a scrivere (vedi allegato). Lo ha
ripiegato e te lo ha consegnato. “Lo dia lei stessa a William”. Così capirà che senza di lei non so se
sarei riuscito a scriverlo.
A quel punto sono entrati Beate ed Hassan e Hill si è imbufalito. “Ma come! Avete lasciato
incustodito lo scettro!”. Ha gridato. Ed è andato via correndo verso gli scavi. Beate ti sembrava
dolorante ad una mano e Hassan aveva fretta di curarla. Nonostante tutto Beate ti ha gettato una
occhiataccia, come se ti avesse colto in flagrante a far chissà che cosa con il marito. Quando sei andata
via volevi confidarti con Carr e sei andata a cercarlo nella zona dove era solito scavare.
Quando lo hai trovato hai fatto appena in tempo a dirgli che avevi avuto un chiarimento con Hill che
avete sentito Berger gridare aiuto. Le urla provenivano dalla zona sud degli scavi e vi siete precipitati a
vedere cosa stesse accadendo.
Giunti nella stanza dell’altare (C) vi è sembrato di vivere un incubo: Hill era a terra, trafitto da una
lancia. Accanto a lui Beate e Lory Berger piangevano. Poco distante Berger teneva stretto tra le braccia
un essere con una maschera taurina sul volto e una tunica di lino coperta da perline rosse che cercava
di divincolarsi. Tutti dicevano che era stato lui ad uccidere Hill. Poco dopo è arrivato Stone, si è
avvicinato all’essere che Berger stava bloccando e gli hai strappato la maschera. Con somma sorpresa
vi è apparso il volto spaurito di Hassan!

Cosa devi dire


Trova il momento migliore per dare a William Carr la bella notizia della revoca del
suo licenziamento consegnandogli materialmente la lettera che ti ha dato il professor Hill.
Il professor Hill ti ha giurato di non aver mai mandato delle note negative sul tuo conto al
protettorato inglese. Eppure sono arrivate. Ha mentito o le qualcuno le ha falsificate per farti
licenziare?

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 28


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Prof. H. Hill Lettera per Carr che il professor Hill affida a Nabila.
Archeologica Society

Professor. Carr,
deve ringraziare Nabila se le scrivo queste righe. Mi ha
commosso constatare come abbia preso a cuore più la sua
vicenda che quella che la toccava più direttamente. Solo
una persona innamorata si comporta così. Ero molto
arrabbiato con lei ma devo anche ammettere che senza la
sua mediazione a nulla sarebbero serviti le mie misure. Gli
scavatori arabi non avrebbero ripreso il lavoro così presto e
i buoni risultati che abbiamo ottenuto fino a qui non
sarebbero mai arrivati.
Stia attento alle sue frequentazioni la prossima volta,
soprattutto quando si tratta di giornalisti. Una razza infida
e traditrice.
Strappi la lettera che le avevo fatto recapitare. Si
consideri ancora dei nostri a tempo indeterminato.
Suo H. Hill.,

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 29


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑ|ÉÇx w| Uxtàx [|ÄÄ


AVVERTENZE PER LA LETTURA DEI COPIONI
- Le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che puoi rivelare di tua iniziativa o su
domande specifiche. Qui troverai la tua versione dei fatti. Nel rilasciare le tue dichiarazioni tieni
d’occhio questi paragrafi.
- Tutte le frasi in corsivo sono informazioni riservate, che non vorresti che fossero rivelate. Tuttavia,
di fronte a prove o testimonianze evidenti puoi anche renderle note. Naturalmente, se sei l’assassino o
un complice puoi confessare il tuo delitto o le circostanze che lo riguardano unicamente nell’ultimo
atto, l’epilogo.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece informazioni che DEVI fornire con la massima
precisione ANCHE SE NON TI SONO ESPRESSAMENTE RICHIESTE. Aspetta il momento
giusto, ma FALLO!
- Le domande devono essere attinenti all’argomento dell’atto. Se alcune di esse non trovano risposta
nella scheda, dai spazio alla tua fantasia rispondendo in modo coerente con il personaggio, oppure in
modo generico.

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il ritrovamento di maggior importanza della spedizione è certamente una statua in grandezza
naturale di un essere con la testa di toro che mette in agitazione gli scavatori arabi che pensano
che il dio Marduk in persona sia venuto a punire coloro che hanno osato profanare la sua dimora.
Delle strane "apparizioni" cominciano tuttavia a disturbare gli scavi. Perfino il prof. Carr giura di aver
visto un essere dal corpo fiammeggiante e dalla testa taurina, armato di una lunga lancia e rilascia
delle imbarazzanti dichiarazioni alla stampa. Tuo marito è furioso e licenzia Hill (dandogli tempo fino
a giugno per lasciare la spedizione). Poi, preoccupato dalla piega che stanno prendendo gli
avvenimenti, tuo marito fa raddoppiare la sorveglianza nell’area degli scavi, aumenta il compenso per
gli scavatori e fa officiare un rito propiziatorio a Marduk. Dopo queste misure le apparizioni cessano
e gli arabi riprendono a lavorare.

Informazioni riservate
Herman Hill, tuo marito, non era mai stato un modello di fedeltà. Sapevi che l’amante di turno era
la giovane e bella segretaria Lory Moore e la cosa ti umiliava, soprattutto perché Lory non

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 30


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

nascondeva le sue simpatie per tuo marito e si comportava come fossi tu quella di troppo. Ma non sei tipo da
piangerti addosso e hai deciso di restituire a quell’ingrato di tuo marito pan per focaccia. Hai così ceduto alla
corte spietata di Erich Berger, un bel giovanotto tedesco che con la tua raccomandazione ha fatto carriera ed è
diventato l’assistente di tuo marito.
Cosa devi dire
Lory Moore è una vera e propria vipera. Non faceva altro che tubare con tutti ma come
segretaria non valeva nulla e cercava solo di guadagnarsi le simpatie di Hill andandoci a
letto;
Erich Berger è sempre stato sottovalutato come archeologo perché non è ambizioso come Stone che
fa il diavolo a quattro per mettersi in mostra.

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il 13 maggio 1929 hai trascorso il pomeriggio a lavorare nell’area che ti è stata assegnata (la 3).
Verso le 17,30 è venuto a trovarti Berger per avvertirti di aver sentito Stone e tuo marito litigare.
Andate a vedere cosa sta succedendo e mentre vi recate nella zona dove è solito lavorare tuo marito
incrociate il prof. Stone che, nervosissimo, si dirige a larghi passi verso l’uscita degli scavi. Trovate poi
tuo marito nella sala dell’altare assieme ad Hassan mentre pulisce, euforico, uno strano oggetto. Dice
di aver trovato “Lo scettro di Marduk”, uno dei simboli del potere del dio ed aggiunge che con quella
scoperta sarebbe diventato l’archeologo più famoso del secolo.
Mentre Erich torna a lavorare nella sua area, tu decidi di restare a lavorare con tuo marito. Verso le
18,45 Hermann ti lascia con Hassan dicendo che ha un appuntamento con Nabila. Vi prega di non
lasciare per nessun motivo lo scettro incustodito. Cinque minuti dopo tuttavia, vieni morsa ad una
mano da uno scorpione. Piangi per il dolore ma Hassan ti soccorre subito dicendoti che ti curerà con
certi unguenti che Hill conserva nella sua tenda. Quando arrivate, Hill sta consegnando qualcosa a
Nabila. Non appena vi vede si infuria: come avete potuto lasciare incustodito lo scettro di Marduk?
Non ti chiede nemmeno cosa ti sia successo e si mette a correre verso il tempio. Mentre Nabila va
via, Hassan ti cura e poi corre negli scavi per raggiungere tuo marito. Anche tu ti dirigi verso gli scavi
ma con più calma.
Poco più tardi delle 19, sei quasi arrivata nella sala dell’altare dove lavora tuo marito quando senti
Berger gridare aiuto come un ossesso. Quando entri ti sembra di vivere un incubo: Berger sta
lottando con un essere che indossa una maschera a forma di testa di toro e una tunica di lino coperta
da perline rosse; sembra il dio Marduk in persona! E quando ti accorgi del cadavere di tuo marito
che giace poco distante con una lancia che gli trapassa il petto per poco non svieni.
Subito dopo arrivano Lory, quindi Carr e Nabila, quindi Stone che si avventa sull’essere che Berger
sta bloccando e gli strappa la maschera: “Ora vediamo un po’ chi è il nostro Marduk!” - grida. Con
sorpresa vi appare il volto piagnucolante di Hassan!

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 31


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Cosa devi dire


Verso le 17,30 hai sentito Stone litigare ferocemente con tuo marito.
Carr è forse il vero responsabile indiretto della morte di Hill. Aveva sempre difeso Hassan
impedendo ad Hill di licenziarlo, ma se lo avesse fatto a quest’ora, forse, sarebbe ancora vivo. Con
le sue dichiarazioni alla stampa aveva gettato nel ridicolo tutta la spedizione e sicuramente tuo
marito aveva fatto bene a rimproverarlo
Dopo tutto tuo marito stimava molto Nabila e che non l’ avrebbe mai licenziata.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 32


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑ|ÉÇx w| _ÉÜç `ÉÉÜx


AVVERTENZE PER LA LETTURA DEI COPIONI
- Le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che puoi rivelare di tua iniziativa o su
domande specifiche. Qui troverai la tua versione dei fatti. Nel rilasciare le tue dichiarazioni tieni
d’occhio questi paragrafi.
- Tutte le frasi in corsivo sono informazioni riservate, che non vorresti che fossero rivelate. Tuttavia,
di fronte a prove o testimonianze evidenti puoi anche renderle note. Naturalmente, se sei l’assassino o
un complice puoi confessare il tuo delitto o le circostanze che lo riguardano unicamente nell’ultimo
atto, l’epilogo.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece informazioni che DEVI fornire con la massima
precisione ANCHE SE NON TI SONO ESPRESSAMENTE RICHIESTE. Aspetta il momento
giusto, ma FALLO!
- Le domande devono essere attinenti all’argomento dell’atto. Se alcune di esse non trovano risposta
nella scheda, dai spazio alla tua fantasia rispondendo in modo coerente con il personaggio, oppure in
modo generico.

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il ritrovamento di maggior importanza della spedizione è certamente una statua in grandezza
naturale di un essere con la testa di toro che mette in agitazione gli scavatori arabi che
pensano che il dio Marduk in persona sia venuto a punire coloro che hanno osato profanare la sua
dimora.
Delle strane "apparizioni" cominciano davvero a disturbare gli scavi. Perfino il prof. Carr giura di aver
visto un essere dal corpo fiammeggiante e dalla testa taurina, armato di una lunga lancia e rilascia
delle imbarazzanti dichiarazioni alla stampa. Hill è talmente arrabbiato che lo licenzia. Poi,
preoccupato dalla piega che stanno prendendo gli avvenimenti, fa delle concessioni agli arabi per
convincerli a riprendere gli scavi: fa raddoppiare la sorveglianza, aumenta loro il compenso e fa
officiare un rito propiziatorio a Marduk. Per cercare di farsi perdonare anche Carr mette la sua buona
parola e finalmente gli arabi si convincono a riprendere gli scavi.
Informazioni riservate
Sei una donna molto ambiziosa e con pochi scrupoli. Abbracci in pieno il motto “il fine giustifica il
mezzi” e il tuo fine è quello di riscattarti da una posizione sociale che ti vede partire quasi in
ultima fila e da segretaria del prof. Hill sei diventata quindi la sua amante “ufficiale”.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 33


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

A causa di questa situazione, più di una volta hai avuto delle “discussioni” con la moglie di Hill, Beate, che fa la
gelosa senza, a tuo giudizio, averne il diritto perché non è innamorata del marito e se la fa con Berger. Ma Hill
non sopporta questo tipo di alterchi e ti ha minacciato di abbandonarti per sempre al tuo destino se solo avessi
osato discutere con Beate un’altra volta.
Nabila la odi perché Hill la tiene in grande considerazione (Nabila di qua, Nabila di la… ). Ed una volta l’hai
addirittura sorpresa assieme a Hill, in un atteggiamento fin troppo intimo. Hai faticato tanto per raggiungere la
tua posizione ed entrare nelle grazie di Hill e non ti farai prendere per il naso dall’ultima Nabila venuta. Ad
insaputa di Hill e per conto di quest’ultimo, hai cominciato così ad inviare delle relazioni sempre più negative sul
conto di Nabila ai responsabili del protettorato inglese. In fin dei conti, non fa altro che sobillare gli scavatori
arabi contro di voi! Poiché fino ad ora non hai ottenuto nulla, hai preparato un’altra falsa lettera a firma di Hill
che chiede al protettorato di sostituire Nabila con un'altra interprete. Ma non l’hai ancora mandata.

Cosa devi dire


Carr ha sbagliato mestiere. Poteva fare l’astrologo con maggior successo. E’ un
credulone che non merita di restare. Ha fatto bene Hill a licenziarlo. Era l’unico modo per ridare
credibilità alla spedizione.
Beate è proprio una puttanella. Lo sanno tutti che è l’amante di Berger. Che poteva fare il povero
Herman Hill se non cercarsi una ragazza seria come te?
Nabila faceva di tutto per sedurre il prof. Hill. Una volta l’hai sorpresa che lo baciava.
Hill aveva assunto Berger solo per fare un piacere a Beate. Perché, è inutile negarlo, Berger è uno
dei componenti della spedizione solo grazie alle insistenze della moglie che ha perseguitato lette-
ralmente il marito fino a quando non è riuscita nel suo intento.
Non credi che Hassan abbia la cultura e l’intelligenza per sabotare gli scavi. Solo Nabila poteva
inculcare agli arabi la cultura dell’astensionismo dal lavoro!

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Hai trascorso il pomeriggio del 13 maggio nell’area che ti è stata assegnata (area 7). Verso le
17,30 hai sentito in lontananza Stone e Hill litigare furiosamente. Non era la prima volta che capitava
e hai continuato a lavorare. Dopo qualche minuto (le 17,45) ti è venuto a trovare Berger che ti ha
riferito che il motivo del litigio tra Stone e Hill era stato il ritrovamento di un importante reperto
archeologico. Entrambi si contendevano l’onore della scoperta.
Verso le 19,00 hai sentito Berger gridare aiuto come un forsennato. Doveva essere successo qualcosa
di grave questa volta e sei andata a vedere. Giunta nella stanza dell’altare ti sembra di vivere un
incubo: Hill è per terra con una lunga lancia che gli trafigge il corpo mentre non lontano Berger ha

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 34


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

bloccato un essere con addosso una maschera taurina e gli stessi vestiti del dio Marduk! Subito dopo
arrivano Carr e Nabila, e infine, Stone che strappa la maschera all’essere gridando “Ora vediamo un
po’ chi è il nostro Marduk!” Tra la sorpresa generale sorpresa vi appare il volto piagnucolante di
Hassan!

Cosa devi dire


Hill e Carr sono venuti alle mani a causa di Nabila. Carr accusava Hill di averla
importunata, mentre semmai era vero il contrario, e gli ha dato un pugno davanti a
tutti.
Stone è una spina al fianco di Carr. Herman non lo sopportava proprio. Voleva emergere a tutti i
costi ma doveva capire che il responsabile della spedizione era Herman e non lui. Se qualcosa fosse
andato storto il professor Hill sarebbe stato il capro espiatorio. Era pertanto giusto che si prendesse
anche tutti i meriti dei risultati positivi della spedizione.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 35


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

VÉÑ|ÉÇx w| XÜ|v{ UxÜzxÜ


AVVERTENZE PER LA LETTURA DEI COPIONI
- Le “informazioni che puoi rendere pubbliche” sono notizie che puoi rivelare di tua iniziativa o su
domande specifiche. Qui troverai la tua versione dei fatti. Nel rilasciare le tue dichiarazioni tieni
d’occhio questi paragrafi.
- Tutte le frasi in corsivo sono informazioni riservate, che non vorresti che fossero rivelate. Tuttavia,
di fronte a prove o testimonianze evidenti puoi anche renderle note. Naturalmente, se sei l’assassino o
un complice puoi confessare il tuo delitto o le circostanze che lo riguardano unicamente nell’ultimo
atto, l’epilogo.
- Le frasi in grassetto sottolineato sono invece informazioni che DEVI fornire con la massima
precisione ANCHE SE NON TI SONO ESPRESSAMENTE RICHIESTE. Aspetta il momento
giusto, ma FALLO!
- Le domande devono essere attinenti all’argomento dell’atto. Se alcune di esse non trovano risposta
nella scheda, dai spazio alla tua fantasia rispondendo in modo coerente con il personaggio, oppure in
modo generico.
ANTEFATTI

Informazioni riservate
Per diventare immeritatamente l’assistente del prof. Hill, direttore del Museo delle Civiltà
Mesopotamiche di New York sei diventato l’amante di sua moglie Beate. Nonostante l'età (ora hai
31 anni) non ti sei ancora laureato e continui a studiare senza molto profitto e con scarsa voglia; ti piace molto
la bella vita, le donne ed il lusso. La tua nuova posizione, in effetti, ti ha dato la possibilità di guadagni facili e
abbondanti. In qualità di assistente di Hill hai avuto libero accesso ovunque nel museo e hai potuto effettuare
alcuni "prelievi" nei magazzini che ti fruttano moltissimo: uno dei "colpi" più importanti è stato quello della "Stele
di Ninive", un importantissimo reperto che hai trafugato simulando un furto da parte di ignoti. Beate sembra
comunque aver capito di che pasta sei fatto e prima di partire per Babilonia ti ha detto di voler troncare la vostra
relazione.

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il ritrovamento di maggior importanza della spedizione è sicuramente una statua in grandezza
naturale di una delle più importanti divinità babilonesi, Marduk che mette in agitazione gli

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 36


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

scavatori arabi che pensano che il dio in persona sia venuto a punire coloro che hanno osato
profanare la sua dimora. Delle strane "apparizioni" disturbano però davvero gli scavi. Carr giura di
aver visto un essere dalla testa taurina, vestito con una tunica ricoperte di perline rosse e armato di
una lunga lancia e rilascia imbarazzanti dichiarazioni alla stampa. Hill, furioso, lo licenzia (dovrà
lasciare la spedizione entro giugno) e deve fare delle concessioni agli arabi perché si convincano a
riprendere il lavoro (aumento del compenso agli scavatori, aumento della sorveglianza e rito
propiziatorio per placare l’ira di Marduk).

Informazioni riservate
La superstizione degli scavatori arabi ti suggerisce un’idea; grazie alla loro ingenuità ti saresti
impossessato dei reperti più importanti per rivenderli al mercato nero.
Il tuo piano non era difficile: dovevi procurarti un costume adeguato, nasconderlo in un area degli scavi poco
frequentata (C4) e indossarlo per “apparire” davanti agli scavatori arabi. Sarebbe stato più che sufficiente per
farli scappare a gambe all’aria lasciando incustoditi i preziosi reperti.
Il “giochetto” funziona benissimo e ti diverte talmente tanto che decidi di burlarti anche del più credulone degli
archeologi, il prof. Carr, “apparendo” anche a lui . Ma quello che per te era solo una “bravata” porta a
conseguenze inaspettate perché Carr informa dell’accaduto perfino alla stampa, ipotizzando che qualcosa di
sovrannaturale si aggiri davvero nell’area degli scavi. Hill, furioso anche per la figuraccia a cui l’intera spedizione
viene esposta, fa raddoppiare la sorveglianza costringendoti a interrompere le tue apparizioni perché sarebbero
troppo rischiose.
Cosa devi dire
Carr ha sbagliato mestiere: poteva al massimo mettersi un turbante in testa e predire il
futuro con i tarocchi. Ha fatto bene Hill a licenziarlo!
Stone ambiva alla direzione del Museo delle Civiltà Mesopotamiche di New York, e quando
l’incarico è stato invece affidato ad Hill ci è rimasto malissimo. Gli hanno dato un "contentino" con
la direzione della rivista dell'Archeological Society, ma si è trattato comunque di una sconfitta
bruciante. E' da allora che i rapporti tra i due si sono deteriorati.
Stone non ha gradito affatto che Hill, durante la conferenza stampa, si sia preso tutto il merito del
ritrovamento della statua di Marduk. Tuttavia sei convinto che se era stata trovata era proprio
grazie ad Hill che si era intestardito a scavare in un certo posto.
Lory Moore è gelosissima di Nabila perché ti ha confidato che una volta ha sorpreso lei e Hill che si
baciavano ed ha tutte le intenzioni di sbarazzarsi di lei.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 37


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

Informazioni che puoi rendere pubbliche


Il 13 maggio 1929 trascorri il pomeriggio nell’area che ti è stata assegnata (la E1). Verso le
17,30 senti Stone e Hill che stanno litigando ferocemente. Avverti Beate che sta lavorando
nella vicina area 3 e vi dirigete assieme verso la sala dell’altare, dove Hill sta lavorando. Poco prima di
arrivare a destinazione incrociate Stone che si sta allontanando a larghi passi, nervosissimo. Giunti
nella sala dell’altare trovate Hill stranamente euforico. Assieme ad Hassan sta pulendo un reperto che
sembra entusiasmarlo, una sorta di scettro tempestato da pietre preziose. “Lo scettro di Marduk”,
continua a ripetere Hill, aggiungendo che quella scoperta lo avrebbe fatto diventare famosissimo. La
scena ti sembra più comica che altro e te ne vai. Prima di tornare nella tua area passi da Lory Moore
per metterla al corrente dell’accaduto. Rimani con lei fino alle 18 e poi te ne torni nell’area E1.
Verso le 18,45 senti di nuovo Stone e Hill litigare nel cortile principale proprio davanti alla zona in
cui tu stai scavando. Ti precipiti a separarli e torni a lavorare.
Poco dopo le 19 ti sembra di sentire delle grida provenire dall’area di Hill. Pensando ad un altro
litigio con Stone, ti dirigi verso la sala dell’altare passando dalla sala dove lavora Beate (area 3) (che tra
l’altro non trovi) .
Giunto a destinazione ti sembra di vivere un incubo: Hill è per terra, trafitto da una lancia, accanto a
lui c’è un essere demoniaco con la testa taurina. Ti avventi su di lui e lo blocchi. Poco dopo giunge
Beate che quasi sviene alla vista del marito morto. Poi arrivano Lory Moore e Carr, quindi Stone che
dopo aver constatato la morte di Hill strappa la maschera all’essere che stai bloccando.
Con sorpresa vi appare il volto piagnucolante di Hassan! Proprio in quel momento arriva anche
Nabila.

Informazioni riservate

Nel pomeriggio del 13 maggio 1929, dalle 14,00 alle 17,45 gli avvenimenti sono quelli stessi raccontati nel
paragrafo “Informazioni che puoi rendere pubbliche”. Ma dopo aver riferito a Lory Moore del ritrovamento dello
scettro, un tarlo ti rode il cervello. Quell’oggetto era estremamente prezioso e potevi ricavarne un utile altissimo
vendendolo al mercato nero. I tuoi “canali” malavitosi, erano anzi piuttosto nervosi e ti avevano anche fatto
recapitare un messaggio un po’ inquietante perché era ormai da qualche settimana che le tue periodiche forniture
si erano interrotte a causa dell’aumento delle misure di sorveglianza.
E’ vitale che quell’oggetto cada nelle tue mani.
Verso le 18,45 senti Stone e Herman Hill litigare nel cortile principale proprio davanti alla zona in cui tu stai

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 38


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

scavando. Ti precipiti a separarli. Tuttavia, quando noti che Hill se ne va verso l’uscita, ti viene in mente che lo
scettro è probabilmente rimasto in custodia del solo Hassan! Sembra il momento opportuno per un’altra
apparizione del dio Marduk! Hassan si sarebbe talmente spaventato che prendere lo scettro e farlo sparire sarebbe
stato un gioco da ragazzi.
Ti rechi pertanto nell’area C4 dove hai nascosto i vestiti di Marduk e li indossi. Da lì ritorni sui tuoi passi e, dal
corridoio 5, entri nella sala dell’altare. Sono le 19 circa. La situazione è ancora migliore di quello che pensassi:
nella sala dell’altare non c’è proprio nessuno! Con un balzo felino recuperi lo scettro e stai per andartene quando
con tua amara sorpresa appare Hermann Hill! Per nulla impaurito ti fronteggia minacciosamente: non ha
alcuna intenzione di lasciarti andare. Ne nasce una colluttazione durante la quale arriva anche Hassan che vi
osserva letteralmente terrorizzato e quando trafiggi Hill con la lancia, uccidendolo, l’arabo cade a terra svenuto.
Non hai nemmeno il tempo di riprendere fiato: senti dei passi si fanno sempre più vicini. Fai appena il tempo a
nascondere alla meglio lo scettro, toglierti i vestiti di Marduk e metterli ad Hassan che è ancora svenuto. Non ti
resta che assumere un’aria sconcertata e gridare aiuto come un ossesso: proprio in quel momento nella sala
irrompe Beate che lancia un urlo di terrore alla vista della terribile scena. “E’ stato lui” spieghi indicando l’essere
con la maschera taurina...
Cosa devi dire
Verso le 18,45 hai sentito Hill e Stone litigare nel cortile degli scavi (A1). Se ne
dicevano di tutti i colori a proposito del merito del ritrovamento di un certo scettro.
Se non fossi intervenuto a separarli sarebbero venuti alle mani.

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 39


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

\ÇyÉÜÅté|ÉÇ| ÑxÜ Äx fÖâtwÜx \Çäxáà|ztà|äx


\Çäxáà|ztà|äx
AVVERTENZE
- Gli investigatori possono interrogare i personaggi a loro piacimento ma devono formulare domande
attinenti all’argomento dell’atto.
- L’atto di accusa può essere rivolto ad uno o più personaggi solo nell’Epilogo. Inoltre, gli
investigatori devono spiegare chi è l’assassino e come e perché ha compiuto il delitto: un po’ come
Poirot nelle sue riunioni finali! Una buona idea è quella di accusare il colpevole solo dopo aver
scagionato tutti gli altri personaggi spiegandone il motivo.

LUOGO E TEMPO
Babilonia, Iraq, 14 maggio 1929

CHE COSA E’ ACCADUTO


Nel 1928 giunge a Babilonia (Iraq) una spedizione organizzata dalla Archeological Society di New
York. Gli scavi hanno un immediato successo: riportano alla luce un antichissimo tempio dell'epoca
di Hammurabi (circa il 1750-1700 a.c.) ed in breve tempo viene ritrovata una impressionante quantità
di oggetti antichi, tavolette cuneiformi, anfore, monili preziosi, tutti ottimamente conservati.
La sera del 13 maggio del 1929, vi giunge notizia che il professor Hill, il capo delle spedizione, è stato
ucciso nella zona degli scavi. Vi recate immediatamente sul posto per iniziare le indagini.

CHI SIETE
Siete poliziotti in forza al protettorato britannico in Iraq.
I SOSPETTI
- Hassan, capo degli scavatori arabi.
- Erich Berger, 31 anni, assistente del professor Hill;
- Prof. William Carr, archeologo di 37 anni;
- Prof. Harold Stone, archeologo di 54 anni;
- Nabila Jussouf, 28 anni, dipendente del Protettorato Inglese e interprete della spedizione
archeologica.
- Beate Hill, la moglie quarantenne del professor Hill.
- Lory Moore, 33 anni, segretaria dell'Archeological Society

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 40


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

SUGGERIMENTI PER L’INDAGINE


- Porgete solo domande attinenti all’argomento dell’atto. Per es. il primo atto è riservato agli
avvenimenti precedenti al giorno del delitto. Il momento per approfondire le circostanze relative al
delitto è invece il secondo atto.
- Non sottovalutate i retroscena della vicenda e ciò che è accaduto nei giorni precedenti al delitto.
- Ascoltate con attenzione tutto quello che i personaggi dicono spontaneamente, anche ciò che può
sembrare irrilevante;

PROGRAMMA

I ATTO: Degli scavi travagliati


ARGOMENTO: Avvenimenti dei giorni precedenti a quello del delitto

SECONDO ATTO: Una tragedia misteriosa


ARGOMENTO: Avvenimenti del giorno del delitto

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 41


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

© Copyright Antonello Lotronto e Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - 42


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

ZÄ| |Çw|é| wt wtÜx áâu|àÉ


Ritagli di giornale

© Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - Pagina 43 di 49


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

© Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - Pagina 44 di 49


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Mappe

Area di Babilonia

Zona degli scavi

© Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - Pagina 45 di 49


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Mappa del tempio (*) Posizione dichiarata dai personaggi


nel momento del delitto

(*) Le mura che dividono i vari ambienti sono molto alti


Legenda
A1. cortile principale
A2 – A3 cortili interni
B anticamera all’altare
C altare con statua di Marduk (s)
E1 –3 vestiboli
C1-3-4 camere di servizio agli altari
S camera della Statua
1-3 camere di preghiera dei sacerdoti
4-5 corridoi
6-7 appartamenti dei sacerdoti
8-9 ingresso agli appartamenti dei sacerdoti
10-15 camere dei sacerdoti
16 ingresso ai cortili interni
17-21 camere dei sacerdoti
Nell’area C4 vengono ritrovate alcune perline rosse

© Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - Pagina 46 di 49


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

ZÄ| |Çw|é| wt wtÜx ÇxÄÄË|ÇàxÜätÄÄÉ àÜt |Ä ÑÜ|ÅÉ x |Ä


áxvÉÇwÉ tààÉ
Hassan!
Traduzione di un messaggio trovato nella
Nostra madre ha bisogno di tenda di Hassan
cure, lo sai!
Riprendi il lavoro e porta a
casa qualche soldo. I miei da
soli non bastano.
Samir

Erich, non ci arriva nulla da un


pezzo.
Lettera trovata nella tenda di
Problemi? Berger

Soprattutto non fare il furbo con


noi. Non siamo stati forse
abbastanza riconoscenti?
Hans

© Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - Pagina 47 di 49


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

Pergamena rinvenuta accanto alla statua di


L’ultimo dei sacerdoti di invoca, Marduk che è stata trovata nell’area
O Marduk, saggio tra gli dei, dell’altare
valoroso.
Torna nella tua casa per punire il
peccatore per il suo peccato e il
malvagio per la sua malvagità. Che
la tua potenza allontani il blasfemo
e la tua lancia trafigga il sacrilego.

Dott. Y.K. Jones


Protettorato Inglese
Bagdad

Vi sarei sommamente grato se poteste sostituire Nabila con altra persona, più capace e
in grado di svolgere meglio il proprio lavoro.
Grazie e con preghiera di provvedere al più presto.
Prof. H. Hill

Lettera trovata nella tenda di Lory Moore

© Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - Pagina 48 di 49


Il taccuino della Murderparty – Caso n. 5 – La vendetta di Marduk– www.murderparty.it

MINUTA

Prof. H. Hill
Archeologica Society

Professor. Carr, Lettera trovata nella tenda di Hill


è del tutto superfluo che le dica quanto siano imbarazzanti
le dichiarazioni che ha rilasciato alla stampa. Ma il danno
non è solo di immagine. Le sue inopportune esternazioni
non gettano purtroppo solo nel ridicolo l’intera spedizione
ma i nostri finanziatori si chiederanno se i soldi che hanno
investito sono ben spesi e affidati a veri archeologi degni
di questo nome, persone razionali e concrete, o se invece li
hanno messi nelle tasche di stupidi creduloni che si lasciano
impressionare dalla superstizione dei locali.
Lei mi ha deluso professor Carr e a nulla varranno le sue
giustificazioni. La sua permanenza nella spedizione sarà
tollerata fino alla fine di maggio giugno di quest’anno.
H. Hill.

© Murderparty – ver. 1.0 - Vietata la riproduzione - Pagina 49 di 49