Sei sulla pagina 1di 1

URL :http://www.panoramasanita.

it
panoramasanita.it
PAESE :Italia
TYPE :Web International

15 aprile 2021 - 09:59 > Versione online

Regione Marche: settore salute in prima


linea per innovazione e sviluppo
regionali
All’Università di Urbino Tavolo tematico per strategie
di Specializzazione Intelligente
Approcci terapeutici innovativi, nuovi metodi
diagnostici, dispositivi medici e medicina telematica
– questi i temi previsti del Tavolo tematico sulla
Salute convocato ieri all’Università di Urbino,
nell’ambito di una campagna della Regione Marche
per definire una strategia di “Specializzazione
Intelligente” per i prossimi sette anni. “Tra pochi
mesi l’Europa ci chiederà come spenderemo le
risorse della prossima programmazione 2021/2027 e
le Marche non possono permettersi di replicare il
passato. Dobbiamo avere la forza e l’intelligenza di
capire quali sono i settori innovativi da introdurre e valorizzare all’interno del sistema
economico marchigiano” – ha spiegato il vicepresidente della giunta regionale e
assessore alle Attività Produttive, Mirco Carloni.
L’appuntamento è parte di una serie di incontri dell’Osservatorio regionale sulla
Specializzazione Intelligente, avviati lo scorso febbraio e appena ripresi dopo lo stop
forzato a causa della pandemia. Gli incontri passati hanno trattato svariati ambiti,
spaziando dall’ingegneria alla cultura, con l’obiettivo di un “confronto condiviso sulle
linee di sviluppo su cui indirizzare le risorse regionali, a supporto della ricerca e
dell’innovazione nel prossimo periodo di programmazione 2021-2027”, come annunciato
da Carloni.
Nell’incontro di ieri, tenutosi in presenza ed in remoto presso l’Aula Magna
dell’Università di Urbino, si sono riuniti esponenti della giunta regionale,
dell’Università e rappresentati del mondo delle imprese marchigiane. “Il mondo
accademico e produttivo devono guidare le istituzioni nelle scelte da compiere – ha detto
il vicepresidente. L’area salute, dati alla mano, non può non ricoprire un ruolo centrale
nelle nostre strategie perché è quella che ha maggiori margini di crescita nel prossimo
futuro”. Ruolo che si è specialmente consolidato durante la gestione dell’attuale
pandemia e che “assicura un elevato fatturato nelle esportazioni marchigiane e si pone a
metà classifica della nostra regione per numero di imprese presenti”.
“L’errore che, come sistema Marche, possiamo compiere – ha poi ammonito Carloni – è
quello di rincorrere il modello economico del passato legato al metalmezzadro. Non
possiamo permetterci di perdere il treno delle risorse europee rivivendo un amarcord a
cui saremo sempre legati e riconoscenti, ma dobbiamo progettare il futuro con tutta
l’intelligenza richiesta dai tempi che stiamo vivendo”.

Tutti i diritti riservati

Valuta