Sei sulla pagina 1di 2

Sumeri ed Egizi

I Sumeri e gli Egizi erano entrambe grandi civiltà che fiorirono nell'antichità nello stesso periodo e furono
tra i primi gruppi nomadi a insediarsi in un posto "la culla della civiltà". I Sumeri erano un popolo che si
stabilì nelle pianure alluvionali dei possenti fiumi Tigri ed Eufrate intorno al 4000 a. C. in quella che oggi è
parte dell'Iraq. L'antica società egiziana aveva preso forma sulle banche ricche di nutrienti del fiume Nilo.
La religione sumera era basata sul culto di quattro divinità che danno vita "" il dio del cielo, la dea della
terra, il dio dell'aria e il dio dell'acqua. Nel pantheon egiziano c'erano circa 2000 dèi e dee riconosciuti. In
Egitto il faraone era adorato come un dio vivente, ma la società sumera non era una teocrazia. Un'altra
differenza tra i Sumeri e gli Egiziani è il modo in cui si avvicinarono alla morte e si prepararono per
l'aldilà. Gli egiziani erano ragionevolmente ben protetti dall'attacco e quindi vivevano vite che
abbracciavano il futuro e facevano grandi preparativi per il loro passaggio nell'aldilà. Al contrario i Sumeri
erano vulnerabili agli attacchi e vivevano un'esistenza molto più instabile. I loro riti funebri non erano
complicati per il loro passaggio nell'aldilà. I Sumeri furono uno dei primi popoli a sviluppare un sistema di
scrittura. Il loro sistema di scrittura era chiamato cuneiforme e prese il nome dall'attrezzo di scrittura a
forma di cuneo usato. È stato inciso su tavolette di argilla, che sono state poi sparate in fornaci per
rendere la scrittura dura. Gli egiziani hanno sviluppato geroglifici, che erano uno stile molto diverso di
informazioni sulla registrazione e hanno anche scritto su papiri fatti con le ance. I governi sumero e
egiziano erano molto diversi. Il governo egiziano tendeva ad essere più autoritario con il potere assoluto
che risiedeva con il faraone; comunque a Sumer la politica delle città-stato permetteva più input dai
nobili che agivano come consigli.

Sumeri Assiri e Babilonesi


innanzitutto le origini sono diverse: mentre i babilonesi e gli assiri erano di stirpe semitica (come gli
ebrei) in quanto discendenti degli Accadi, le origini dei sumeri sono ancor'oggi dibattute, quel che è
certo è che non si trattava di semiti. Le zone abitate da questi popoli erano diverse: i sumeri prima e i
babilonesi poi occupavano l'area compresa tra i fiumi Tigri ed Eufrate mentre gli Assiri vivevano più a
nord; per questo motivo la Babilonia era molto calda mentre l'Assiria era decisamente più fredda,
specialmente in inverno. La lingua parlata da questi tre popoli era differente: il sumero è una lingua
isolata che non presenta somiglianze con nessun'altra lingua del mondo, mentre gli Assiri e i Babilonesi
parlavano l'Accadico, una lingua semitica a sua volta divisa in numerosi dialetti locali 4. - Il periodo
storico in cui sono esistiti questi popoli sono differenti: Babilonesi e Assiri sono tra di loro praticamente
contemporanei (di fatti si sono scontrati più volte nel corso della storia), mentre i Sumeri vissero in
Mesopotamia in tempi più remoti. I Babilonesi, seppur appartenti ad una stirpe diversa, possono essere
considerati i diretti discendenti dei Sumeri in quanto vennero ampiamente influenzati dai loro
predecessori e raccolsero la loro ricca eredità culturale. Ti basti pensare che il più famoso poema della
Mesopotamia, l'epopea di Gilgamesh (che ti consiglio di leggere, è una storia molto bella), venne scritto
dai Sumeri ma l'ultima edizione del testo, la più conosciuta, fu opera proprio dei Babilonesi. Le
differenze si estendono anche in campo religioso: chiaramente molte divinità erano corrispondenti tra di
loro come lo erano Era per i Greci e Giunone per i Romani (nello specifico la dea madre sumera Inanna
veniva adorata sotto il nome Ishtar da Babilonesi e Assiri) ma con il tempo le divinità "autoctone"
assunsero particolare importanza. Ne è un esempio il fatto che gli Assiri dapprima veneravano gli stessi
dèi babilonesi per poi, in concomitanza con la loro egemonia in Mesopotamia, eleggero come dio
"principale" Assur, padre di tutti gli dèi. Il dio principale del pantheon babilonese era invece Marduk,
mentre i Sumeri adoravano la triade composta da An, dio del cielo, Enlil, dio dell'aria e del vento, ed Enki,
dio del suolo.