Sei sulla pagina 1di 4

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA

Anno Accademico 2014 - 2015


Corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale COGNOME e NOME:
Corsi di Analisi Matematica I FIRMA:
(Proff. R. Cirmi S. D’Asero) MATRICOLA:
Prova del giorno 2 aprile 2015
Compito A

Non sono consentiti formulari, appunti, libri e calcolatori; non è consentito comunicare con i colleghi; ogni mezzo di comunicazione elettronico deve essere tenuto
spento. Durante la prova non è possibile uscire dall’aula prima di avere consegnato definitivamente il compito.

Rispondere ai seguenti quesiti. Il punteggio viene attribuito nel modo seguente: punti 20 se vi sono almeno cinque risposte corrette; punti 2 per ciascuna
risposta esatta in aggiunta alle prime cinque; punti -1 per ciascuna risposta errata; punti 0 per ogni risposta non data. Tempo disponibile: 90 minuti.

r
4 log(x2 − 3x + 2)
1) Il dominio della funzione reale f definita dalla legge f (x) = è
1 − x2
h √ h h √ h
 a) ]−∞, −1[ ∪ 3−2 5 , 1 ∪ 3+2 5 , +∞ ;
i √ i
 b) −1, 3−2 5 ∪ ]1, 2] ;
i √ i
 c) −1, 3−2 5 ;
i √ i i √ i
X
 d) −1, 3−2 5 ∪ 2, 3+2 5 .
n o n o
(−1)n π

2) L’insieme dei punti di accumulazione dell’insieme numerico X = n2 +1
, n ∈ N ∪ sen 2 + nπ , n ∈ N è

 a) − 1, 0, 1 ;

 b) − 1, 1 ;

X
 c) 0 ;
 d) nessuna delle precedenti risposte è corretta .
q
3) La derivata della funzione f definita dalla legge f (x) = arcsen 1 − log2 (2x + 3) è uguale a
2 1
 a) √ ;
1−log2 (2x+3) 2x+3

 b) √ −22 1
;
1−log (2x+3) 2x+3
log(2x+3) 1 1
X
 c) −2 | log(2x+3)|
√ ;
1−log2 (2x+3) 2x+3
1 √ 1 1
 d) −2 .
log(2x+3) 1−log2 (2x+3) 2x+3
|x+2|
4) Data la funzione f : [−4, 0[→ R definita dalla legge f (x) = e x , è vero che:
 a) f ammette massimo relativo ma non assoluto in [−4, 0[ ;
1
 b) max = e− 2 , min = 0 ;
[−4,0[ [−4,0[
 c) max = 1, min = 0 ;
[−4,0[ [−4,0[
X
 d) max = 1 e f non è dotata di minimo in [−4, 0[ .
[−4,0[
r  2 
1 − 7 1 + arcsen logx3 x
5) Il limite lim log2 x
è uguale a:
x→+∞
e x4 −1
x
 a) − 17 ;
 b) +∞ ;
 c) 0 ;
X
 d) −∞ .
h   i 1+(−1)n
 nπ 2
6) Data la successione an di termine generale an = sen 3n+1 . È vero che:
 i 1+(−1)n
( )
h 
nπ 2
 a) 1 è punto di accumulazione per l’insieme numerico X = sen 3n+1 , n∈N ;

 b) è limitata e ammette limite ;



3

X
 c) la sottosuccessione a2 , a4 , a8 , a16 , a32 , . . . è convergente a 2 ;
 d) esiste una sottosuccessione divergente a +∞ .

7) Quali delle seguenti serie numeriche sono convergenti?


+∞ +∞ h +∞ +∞  √
X (−1)n 1 X (−1)n  1 i X 2n X 1 n n

(1) tan ; (2) − n 1 − cos ; (3) ; (4) 1+


n3 n 3n+2 n (2n)! n
n=1 n=1 n=1 n=1

 a) (1) e (2) ;
 b) (1) e (4) ;
 c) solo la (1) ;
X
 d) (1) e (3) .
(
x log x se x > 0
8) Sia f : R → R definta dalla legge f (x) = , quale delle seguenti affermazioni è vera?
−x2 se x ≤ 0
 a) f è limitata in R ;
 b) f è derivabile nel punto x = 0 ;
X
 c) x = 0 è un punto di massimo relativo per f ;
 d) f è lipschitziana in ]0, +∞[ .


Z4
| cos x|
9) L’integrale definito dx
sen2 x + 2 sen x + 2
0
 a) è uguale a 0 ;
√ 
2
 b) è uguale a 2 log 2 − log 2 +1 ;
√ 
2
X
 c) è uguale a 2 arctan 2 − π4 − arctan 2 +1 ;
√ 
 d) è uguale a arctan 22 + 1 − π4 .

10) Sia f : ]0, 1] → R una funzione reale. La condizione “f continua in ]0, 1]” è
 a) è necessaria e sufficiente ;
 b) è necessaria ma non sufficiente ;
 c) è sufficiente ma non necessaria ;
X
 d) non è necessaria né sufficiente .
affinché f sia limitata in ]0, 1].
(
x log x se x > 0
11) Sia f : R → R la cui legge è f (x) = . Quale delle seguenti affermazioni è vera?
sen x se x ≤ 0
 a) f non è dotata di primitive in ] − ∞, 1] ;
( 2
x x2
log x − +1 se x > 0
 b) una primitiva di f è F (x) = 2 4 ;
− cos x se x ≤ 0
 c) le primitive di f ammettono limite per x → −∞ ;
( 2 2
x
log x − x4 se x > 0
X
 d) una primitiva di f è F (x) = 2 .
− cos x + 1 se x ≤ 0
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA
Anno Accademico 2014 - 2015
Corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale COGNOME e NOME:
Corsi di Analisi Matematica I FIRMA:
(Proff. R. Cirmi S. D’Asero) MATRICOLA:
Prova del giorno 2 aprile 2015
Compito B

Non sono consentiti formulari, appunti, libri e calcolatori; non è consentito comunicare con i colleghi; ogni mezzo di comunicazione elettronico deve essere tenuto
spento. Durante la prova non è possibile uscire dall’aula prima di avere consegnato definitivamente il compito.

Rispondere ai seguenti quesiti. Il punteggio viene attribuito nel modo seguente: punti 20 se vi sono almeno cinque risposte corrette; punti 2 per ciascuna
risposta esatta in aggiunta alle prime cinque; punti -1 per ciascuna risposta errata; punti 0 per ogni risposta non data. Tempo disponibile: 90 minuti.


4
!
x2 − 4x + 3 − 1
1) Il dominio della funzione reale f definita dalla legge f (x) = log è
4 − x2
 √   √ 
X
 a) −2, 2 − 2, ∪ 3, 2 + 2
 √ 
 b) −2, 2 − 2 ∪ ]2, 3] ;
 √   √ 
 c) ]−∞, −2[ ∪ 2 − 2, 2 ∪ 2 + 2, +∞ ;
 √   √ 
 d) −2, 2 − 2 ∪ 2, 2 + 2 .
n o n n
o
cos(nπ)
2) L’insieme dei punti di accumulazione dell’insieme numerico X = √
n n+1
, n ∈ N ∪ 2(−1) , n ∈ N è

 a) 0, 2 ;
b) 12 , 0, 2 ;


c) 12 , 2 ;


X
 d) nessuna delle precedenti risposte è corretta .
q
3) La derivata della funzione f definita dalla legge f (x) = arctan log3 (2x + 5) − 1 è uguale a
3 1 log2 (2x+5)
 a) 1+x2
√ 3 2x+5 ;
log (2x+5)−1

X
 b) √ 3 3 1 1
;
log (2x+5)−1 log(2x+5) 2x+5
1 1 √ 1 1
 c) 2 log3 (2x+5) ;
log3 (2x+5)−1 2x+5
3 1 √ 3 1
 d) 2 log(2x+5) .
log (2x+5)−1
 
|x−3|
4) Data la funzione f : ]0, 6] → R definita dalla legge f (x) = arctan x , è vero che:
X
 a) min = 0 e f non è dotata di massimo in ]0, 6] ;
]0,6]

b) max = arctan 21 , e f non è dotata di minimo in ]0, 6] ;




]0,6]
 c) max = π2 , min = 0 ;
]0,6] ]0,6]
 d) f ammette minimo relativo ma non assoluto in ]0, 6] .
p
4
1 + sen2 (ex ) − 1
5) Il limite lim
x→−∞ ex tan (ex )
 a) è uguale a 0 ;
 b) è uguale a − 14 ;
 c) è uguale a +∞ ;
X
 d) è uguale a 14 .
h   i 1−(−1)n
 nπ 2
6) Data la successione an di termine generale an = 1 + cos 2n+1 . È falso che:
 i 1−(−1)n
( )
h 
nπ 2
 a) 1 è punto di accumulazione per l’insieme numerico X = 1 + cos 2n+1 , n∈N ;

X
 b) è limitata e non ammette limite ;

 c) la sottosuccessione a1 , a5 , a9 , a13 , a17 , a21 , . . . è convergente a 1 ;
 d) tutte le sottosuccessioni sono convergenti ad uno stesso valore .

7) Quali delle seguenti serie numeriche NON sono convergenti?


+∞ +∞  +∞ h +∞  √
X (−1)n 2n X
2 1
 X
n π
n 1i X 1 n n

(1) ; (2) 1 − cos ; (3) (−1) + ; (4) 1+


n3 n 22n n! 2n
n=1 n=1 n=1 n=1

 a) (2) e (3) ;
X
 b) (1) e (4) ;
 c) (2) e (4) ;
 d) (1) e (3) .
(
xex se x ≤ 0
8) Sia f : R → R definta dalla legge f (x) = , quale delle seguenti affermazioni è falsa?
x3 se x > 0
 a) f è illimitata in R ;
 b) f è uniformemente continua in ] − ∞, 0] ;
X
 c) f è continua e derivabile nel punto x = 0 ;
 d) f ammette minimo relativo .

π
Z2
| sen x|
9) L’integrale definito √ dx
cos2 x + 2 3 cos x + 4
− π3
√  π  √ 
X
 a) è uguale a 2 arctan 1 + 3 − 3 − arctan 1+22 3 ;
√ 
 b) è uguale a 2 arctan 1 + 3 ;
 √ 
 c) è uguale a arctan 1+22 3 − π3 ;
√ 
 d) è uguale a π3 − arctan 1 + 3 .

10) Sia f : ]0, 2] → R una funzione reale. La condizione “f limitata in ]0, 2]” è
 a) è necessaria e sufficiente ;
 b) è necessaria ma non sufficiente ;
 c) è sufficiente ma non necessaria ;
X
 d) non è necessaria né sufficiente .
affinché f sia continua in ]0, 2].
(
2x arctan x se x > 0
11) Sia f : R → R la cui legge è f (x) = . Quale delle seguenti affermazioni è falsa?
sen x se x ≤ 0
 a) f è dotata di primitive in R ;
 b) tutte le primitive di f non ammettono limite per x → −∞ ;
(
(x2 + 1) arctan x − x − 1 se x > 0
X
 c) una primitiva di f è F (x) = ;
1 − cos x se x ≤ 0
(
(x2 + 1) arctan x − x + 1 se x > 0
 d) una primitiva di f è F (x) = .
2 − cos x se x ≤ 0