Sei sulla pagina 1di 11

0474

EN 250

BOMBOLE

SEAC SUB

CYLINDERS

SEAC DIVING PRO S.r.l.


Via D. Norero, 29
16040 S. Colombano Certenoli (Ge), Italy.
Tel. ++ 39 (0185) 356.301 Fax ++39 (0185) 356.300
ATTENZIONE !

Per prevenire la corrosione all'interno


della bombola è assolutamente
obbligatorio eseguire le seguenti
operazioni:

1. Prima dell'utilizzo della bombola leggere


attentamente l'apposito libretto di istruzioni

2. Ispezionare l'interno della bombola almeno ogni


100 ricariche o comunque ogni 6 mesi

3. Prima di ogni ricarica spurgare l'acqua


eventualmente presente in ogni attacco della
rubinetteria

4. Scaricare la bombola sempre lentamente. Una


scarica veloce causa la formazione di condensa e
quindi accelera la corrosione

5. Evitare in ogni caso di far entrare nella bombola


acqua e/o umidità

2
ATTENZIONE ! denti anche mortali a causa di incen-
dio o esplosioni, o deteriorare grave-
Leggere l'intero manuale prima di mente le attrezzature.
utilizzare questa attrezzatura ! Se non siete esperti nell'uso di
questa apparecchiatura vi consigliamo
! di familiarizzare con il suo funziona-
Questo libretto non è un mento durante immersioni di prova in
bassa profondità e condizioni favore-
manuale di immersione. Prima di
voli; eventualmente contattate un
utilizzare la bombola o qualsiasi
istruttore qualificato per un corso di
altro prodotto per l'immersione
aggiornamento.
subacquea è necessario seguire un
Durante la costruzione delle
corso tenuto da istruttori qualificati bombole sono stati attuati tutti gli
e conseguire il relativo brevetto. accorgimenti possibili per fornire un'a-
L'uso dell'attrezzatura subacquea da deguata protezione contro la corrosione
parte di persone non brevettate è sia interna che esterna.
pericoloso e può essere causa di Tali accorgimenti possono però esse-
gravi incidenti anche mortali per il re resi inefficienti e conseguentemen-
subacqueo ed i suoi accompagnatori. te la bombola può essere soggetta
La rubinetteria di questa bom- alla corrosione qualora l'utente non
bola subacquea è stata certificata la utilizzi in maniera corretta e non
secondo la norma UNI EN 250 che provveda ad una adeguata manuten-
prevede una lunga serie di test funzio- zione. La SEAC SUB declina ogni
nali fino alla profondità di 50 metri. responsabilità per qualsiasi proble-
Questa bombola subacquea è ma di corrosione esterna o interna
stata progettata per essere utilizzata dovuta alla mancata osservanza delle
con normale aria atmosferica conforme raccomandazioni riportate nel pre-
ai requisiti della norma EN 132, sente libretto.
Appendice A. Per qualsiasi altro problema
potete rivolgervi al vostro negoziante
! di fiducia o direttamente alla SEAC
Non usate questo o qualsiasi SUB. Ogni intervento di riparazione o
altro prodotto della linea SEAC SUB manutenzione può essere svolto unica-
con altri gas o miscele di aria arric- mente da laboratori autorizzati dalla
chita di ossigeno (comunemente chia- SEAC SUB.
mate NITROX). Le bombole subacquee SEAC
SUB nascono da una ricerca portata a
! compimento in stretta collaborazione con
numerosi operatori subacquei professio-
Non rispettare questa racco- nali. Gli aspetti innovativi garantiscono
mandazione può causare gravi inci- un'affidabilità che rimane inalterata anche

3
dopo una lunga serie di immersioni. Nello seguono 5 strati di fondo epossidico
stesso tempo la facilità di funzionamento bicomponente e 3 strati di vernice
permette una manutenzione economica poliuretanica bicomponente di finitura.
ed estremamente semplice. Questo trattamento, dello spessore tota-
le di oltre 200 micron, unisce la bril-
LA RUBINETTERIA lantezza del colore alla grande resisten-
za agli agenti chimici e meccanici.
La rubinetteria é realizzata in Prima del montaggio della rubinetteria
ottone stampato a caldo; successiva- i tecnici SEAC provvedono a lubrifica-
mente viene protetta da tre strati di re l'interno della bombola con olio di
rivestimento elettrogalvanico con spes- vaselina alimentare ad ulteriore prote-
sore superiore a 12 micron. Le parti zione dalla corrosione.
interne sono in ottone cromato e/o
nichelato, con guarnizioni in teflon e
gomme nitriliche. Le due torrette indi- RACCOMANDAZIONI PER
pendenti portano ciascuna un attacco L'USO E LA MANUTENZIONE
INT; svitando l'apposito raccordo con DELLE BOMBOLE IN ACCIAIO
una chiave a brugola da 6 mm. trovia- PER AUTORESPIRATORI
mo una filettatura idonea ad alloggiare SUBACQUEI
l'attacco DIN 232 bar. Le manopole
sono di grandi dimensioni per poter Per la stesura delle seguenti
essere facilmente impugnate anche con raccomandazioni sono state prese a
i guanti. La valvola di chiusura è tradi- riferimento le seguenti normative inter-
zionale, a battuta su pastiglia in nylon. nazionali:
La filettatura è del tipo standard - EN 132
M25X2. - British Standard BS 4001
(Care and maintenance of
LA BOMBOLA underwater breathing apparatus)
- DIN 3188 (Druckluft für
La bombola é realizzata in Atemgeräte)
acciaio 34 CrMo4 con pressione massi- - CGA (Compressed Gas
ma di esercizio 232 bar (220 bar il Association: Pamphlet P-5;
modello da 18 litri). Il peso è tale da Suggestions for the care of
rendere l'assetto leggermente negativo high pressure air cylinders
a bombola scarica. La filettatura è del for underwater breathing)
tipo standard M25X2.
La verniciatura ha un supporto di base Durante la costruzione delle
in metallo anticorrosivo (alluminio) bombole per autorespiratori subacquei
riportato con la tecnica della flamizza- sono stati attuati tutti gli accorgimenti
zione che raggiunge uno spessore di possibili e compatibili con la vigente
oltre 100 micron. Successivamente legislazione per fornire adeguata prote-

4
zione contro la corrosione sia interna rapidamente in quanto l'abbassamento
che esterna. della temperatura che ne consegue
Tali accorgimenti possono però essere causa la condensa dell'umidità presente
resi inefficienti e conseguentemente le nell'aria all'interno della bombola.
bombole possono essere soggette alla Prima della ricarica, aprire il
corrosione, qualora l'utente non le uti- rubinetto facendo uscire liberamente
lizzi in maniera corretta e non provve- una piccola quantità d'aria compressa
da ad una adeguata manutenzione. in modo da liberare l'ugello da acqua
E' consigliabile che la manuten- ed eventuali corpi estranei.
zione venga eseguita da personale La bombola non deve mai esse-
esperto presso centri specializzati. re completamente scaricata per evitare
che l'acqua possa entrare all'interno.
- Movimentazione: Subito dopo l'utilizzo, soprat-
Le bombole devono essere tutto in acqua di mare, la bombola va
manipolate con attenzione e trattate lavata accuratamente con acqua dolce
delicatamente. Durante il trasporto per rimuovere la salsedine e le tracce di
devono essere fissate saldamente al sporco. Tale operazione deve essere
fine di evitare cadute, rotolamenti e fatta rimuovendo anche il fondello e
sfregamenti. l'eventuale retino di protezione.
Successivamente asciugare accurata-
- Carica: mente sia la bombola che la rubinette-
La carica deve essere effettuata ria.
solo con compressori muniti di filtri Non lasciare mai la bombola
che assicurino che l'aria compressa sia carica per un lungo periodo di tempo,
libera da umidità olio ed altre impurità. soprattutto se si presume che all'interno
L'aria compressa per autorespiratori vi sia condensa salina o acqua di mare.
può al massimo contenere 50 mg/m3 di
acqua per pressioni di carica di 232 bar. - Manutenzione:
E' importante che la carica Nei casi in cui:
venga fatta in maniera graduale per - la bombola deve essere immagazzinata;
evitare una sovraccarica di pressione - si suppone che all'interno sia entrata
e/o un surriscaldamento della bombola. dell'acqua o ristagni condensa;
- la bombola è rimasta ferma per un
lungo periodo di tempo;
!
sarà necessario eseguire le seguenti
Sovraccaricare le bombole è alta- operazioni:
mente pericoloso ! * scaricare l'aria
* togliere la rubinetteria
- Durante l'utilizzo: * eliminare accuratamente l'acqua di
Evitare di scaricare le bombole mare o la condensa all'interno della
bombola
5
* risciacquare con acqua dolce ed dere in questo modo.
asciugare soffiando dell'aria Controlliamo la guarnizione
secca e pulita O-Ring che si trova incassata nella
* controllare lo stato di ossidazio- rubinetteria: deve essere in perfetto
ne interna con l'ausilio di una stato ed è consigliabile portarne con sé
lampadina un paio di ricambio per poter procedere
* lubrificare l'interno della bombo- alla sostituzione non appena si notano
la con olio di vaselina alimentare danni anche minimi come piccoli tagli
* rimontare la rubinetteria o porosità.
Un leggerissimo strato di ossi- Apriamo il rubinetto facendo
dazione può essere rimosso a mezzo di uscire liberamente una piccola quantità
risciacquo con acqua dolce e successi- d'aria compressa in modo da liberare
va asciugatura; se il risciacquo non l'ugello da eventuali corpi estranei.
fosse sufficiente è necessaria una bari- Rimuoviamo dalla staffa del
latura seguita da risciacquo, asciugatu- primo stadio il tappo di protezione svi-
ra ed oliatura con olio di vaselina ali- tando la vite antagonista. Controlliamo
mentare. il filtro. Posizioniamo il primo stadio
ed avvitiamo a fondo la manopola di
- Immagazzinamento: serraggio.
La bombola deve essere imma- Apriamo il rubinetto della bom-
gazzinata con la rubinetteria montata e bola in senso antiorario lentamente per
può essere leggermente in pressione o evitare un flusso violento ed improvvi-
scarica (dopo la manutenzione) ma so d'aria attraverso l'erogatore; il rubi-
sempre con il rubinetto chiuso per evi- netto deve essere completamente
tare che all'interno entri l'umidità pre- aperto prima di iniziare l'immersio-
sente nell'atmosfera ed eventuali ne. Premiamo due o tre volte il pulsan-
sostanze dannose. Condizione necessa- te di scarico del secondo stadio in
ria per una buona conservazione del- modo da scaricare polvere o materiale
l'interno della bombola è che questo sia estraneo. Infine proviamo a respirare
ben asciutto e pulito. nel secondo stadio per essere sicuri di
La bombola deve essere prefe- un funzionamento normale.
ribilmente immagazzinata in posizione
verticale in un luogo fresco, protetto DOPO OGNI IMMERSIONE E
dagli agenti atmosferici e lontano dalla MANUTENZIONE PERIODICA
luce diretta del sole o da eccessivi
riscaldamenti. La vostra bombola è realizzata
in materiali di eccellente qualità prova-
PRIMA DI OGNI IMMERSIONE ti a lungo in acqua di mare. Ciò non
toglie però che si debbano mettere in
Per montare correttamente gli erogatori pratica tutti gli accorgimenti che sono
sulla rubinetteria si consiglia di proce- abituali quando dobbiamo salvaguarda-

6
re uno strumento dall'azione corrosiva senti all'interno della rubinetteria
della salsedine. Vediamo quindi cosa si possono essere sospinte all'interno
deve fare dal momento in cui si risale della bombola nel momento della
in barca procedendo punto per punto. ricarica.
Non appena la bombola è stata E' importante dopo ogni immersione
issata in barca si deve staccare l'eroga- procedere ad un accurato controllo
tore. Chiudiamo quindi il rubinetto visivo di tutta la superficie esterna; in
ruotando in senso orario, scarichiamo presenza di graffiature o ammaccature
l'aria residua agendo sul pulsante al che hanno provocato asportazione di
centro del secondo stadio e svitiamo la vernice é necessario eseguire un ritoc-
manopola della vite antagonista che co con vernice antiruggine in modo da
tiene in posizione il primo stadio. preservare la superficie esterna dall'at-
Sdraiamo la bombola per evitare rovi- tacco della corrosione.
nose cadute. Puliamo ed asciughiamo Se riteniamo di non usare la
bene con un debole getto d'aria com- bombola per qualche settimana, scari-
pressa il filtro del primo stadio ed il chiamo lentamente tutta l'aria residua;
suo alloggiamento. Ripetiamo la stessa è importante evitare sempre un flusso
operazione sul tappo di protezione che troppo abbondante che causerebbe la
deve andare a coprire il filtro. Poniamo formazione di condensa all'interno.
il tappo di protezione sul filtro e lo
blocchiamo serrando la vite antagoni-
sta. Non appena si rientra a terra è !
opportuno sciacquare accuratamente la
bombola in acqua dolce; ricordiamo Consigliamo vivamente di
che in presenza del retino di protezione procedere ogni 100 ricariche o alme-
questa operazione deve essere partico- no ogni 6 mesi ad un'accurata ispe-
larmente curata in quanto il retino stes- zione esterna ed interna della bom-
so trattiene nelle sue maglie forti quan- bola in modo da identificare allo
tità di salsedine che può innescare il stato iniziale eventuali segni di cor-
processo di corrosione. rosione.

Ricordate di conservare accura-


! tamente il certificato di collaudo che
dovrete presentare unitamente alla
Successivamente scarichiamo bombola per le periodiche verifiche di
una piccola quantità di aria com- legge, la prima dopo 4 anni dalla pro-
pressa da entrambi gli attacchi in duzione e le successive ogni 2 anni. Lo
modo da liberare l'ugello dall'acqua smarrimento del certificato non con-
residua. Questa raccomandazione è sente di effettuare ulteriori collaudi di
estremamente importante in quanto legge.
piccole quantità di acqua salata pre-

7
MONTAGGIO BOMBOLA RUBINETTERIA

! NO

FILETTO RUBINETTERIA
25 X 2 UNF

FILETTO BOMBOLA
3 / 4 GAS

MAI ACCOPPIARE
FILETTATURE
DIVERSE

8
ATTENZIONE!

!
Solo personale qualificato ed autorizzato può
intervenire nella manutenzione o nella sostituzione di
una rubinetteria.

In caso di sostituzione di una rubinetteria,


controllate scrupolosamente che le filettature
gambo/bombola coincidano perfettamente.

Assolutamente non forzate mai la


rubinetteria durante l'avvitamento!

La filettatura delle rubinetterie e delle bombole


SEAC SUB è del tipo M 25X2, ma esistono ancora
rubinetterie e bombole prodotte nel passato
da altre aziende con filettature 3/4 gas: queste
due filettature non sono assolutamente
compatibili tra loro!

Non rispettare questa raccomandazione


può causare incidenti anche mortali
a causa di esplosioni, o deteriorare
irreparabilmente le attrezzature.
9
1
2 3 5

8
9

4 10
6

13
14

13

12

Rubinetteria monoattacco 1999


11
1) Dado fermo molla S101015
2) Molla manopola 0S101010
3) Manopola 1999 S101057
4) Premistoppa valvola S101029
5) O-Ring 2056 70 SH S101024
6) Rondella teflon S101011
7) Alberino valvola S101014
8) Anello antiestrusore BK2031 S101020
9) O-Ring 2031 70 SH S101017
10) Valvola completa 1/4''' S101050
11) Tubetto pescaggio S101016
12) O-Ring 4093 90 SH S101019
13) O-Ring 3050 90 SH S110011
14) Adattatore DIN S101027
10
1

2
3

4
5 6

7 5
6
8
7
9
10 8

10 9

13

14

13

12

Rubinetteria biattacco 2001

1) Dado fermo molla S101015


2) Molla manopola S101010 11

3) Manopola 1999 S101057


4) Premistoppa valvola S101029
5) O-Ring 2056 70 SH S101024
6) Rondella teflon S101011
7) Alberino valvola S101014
8) Anello antiestrusore BK2031 S101020
9) O-Ring 2031 70 SH S101017
10) Valvola completa 1/4'' S101050
11) Tubetto pescaggio S101016
12) O-Ring 4093 90 SH S101019
13) O-Ring 3050 90 SH S110011
14) Adattatore DIN S101027
11