Sei sulla pagina 1di 22

DISPARITÀ DI GENERE

DISPARITÀ DI GENERE

Lavoro di Mariam, Elena.Vasco & Louai


COS’ È LA DISPARITÀ DI GENERE??

La disparità di genere è la differenza tra


uomo e donna in qualsiasi
contesto,come il lavoro per la parità di
salario. La disparità di genere è essere
diverso da uomo senza avere i suoi
stessi diritti. Nessun paese ha sconfitto
la disparità di genere nonostante alcuni
progressi.
Cosa significa
essere donna !
Essere donna significa avere una
vita piena di pesi e pregiudizi .
Significa vivere in un mondo
maschilista dove anche se non
sembra le donne hanno meno
diritti degli uomini . Essere donna
è essere tante cose in una .
I DIRITTI DELLE
DONNE
1) Diritto di voto
2) Divieto di licenziamento per
matrimonio o maternità
3) Accesso alle professioni dei Pubblici
Uffici
4) Divorzio
5) Riforma del diritto di famiglia
6) Diritto d’ aborto
7) Delitto d’ onore e matrimonio
riparatore
8) Pari opportunità
9) Quote rosa nell’ aziende
10) Violenza contro le donne
MATRIMONI FORZATI E
GRAVIDANZE PRECOCI
IN MOLTI PAESI,SOPRATTUTTO IN AFRICA E
ASIA ESISTONO I MATRIMONI FORZATI.
QUANDO SI PARLA DI MATRIMONI FORZATI,SI
PARLA DI MINORENNI DI SOLITO,CHE
VENGONO FATTI SPOSARE CONTRO LA
PROPRIA VOLONTÀ. IN QUESTO CASO LE
DONNE SONO IL SOGGETTO N°1. LA
PERCENTUALE DI MATRIMONI FORZATI E
SPOSE BAMBINE NEL MONDO SONO ALTISSIME.
DI SOLITO LE CAUSE SONO PER FATTORI
ECONOMICI. I GENITORI FORZANO LE PROPRIE
FIGLIE PER UN PÒ DI DENARO.I MATRIMONI
FORZATI SONO ANCHE LE CAUSE DI
GRAVIDANZE PRECOCI CHE CAUSANO LA
MORTE DI BAMBINE DAI 11 AI 17 ANNI.
MATRIMONI FORZATI GRAVIDANZE PRECOCI

-Asia meridionale Le gravidanze precoci sono


invece concentrate in gran
(191.000), -Africa parte in Africa, 282.000 nell’area
centrale e meridionale e orientale del
occidentale (90.000) continente e 260.000 in quella
centrale e occidentale, e
-nell’America Latina nell’America Latina e Caraibi
e Caraibi (73.000). (181.000)

Fonte:WWW.VITA.IT
Circa 120 milioni di bambini non hanno mai messo

L’istruzione
piede a scuola. Di cui 65 milioni 54% sono femmine.
Gli ostacoli per la scuola scolarizzazione femminile
nascono discriminazione e pregiudizi numerosi
culture, la maggior parte degli analfabeti adulti

femminile
appunto sono donne. Negare la scuola alle
ragazze/bambine non è solo una negazione di un
diritto umano ma è un gran punto interrogativo sul
futuro della società. Le regioni in cui si esercita la
maggioranza di bambine/ragazze mai è andate a
scuola solo l'Africa Subsahariana, l’Asia meridionale
e certe regioni dell'estremo Oriente.Le donne
istruite tengono evitare gravidanze precoci o rischio
contagio HIV anche perché la scuola è l'unico luogo
sicuro per lo studente. Il contrario invece è per una
ragazza mai andata a scuola e le probabilità di
essere sposata e rimanere incinta in modo precoce
sono molto più elevate. L'istruzione è il miglior
mezzo per promuovere l'uguaglianza tra due sessi
garantire pari opportunità là dove l'istruzione inizia
è il primo passo da compiere per raggiungere
questo ambizioso traguardo..
DISPARITÀ DI
GENERE IN Nella politica c’è ancora una scarsa
partecipazione
POLITICA. femminile,specialmente nei ruoli di
maggiore responsabilità,anche nei
paesi industrializzati per le donne è
più difficile raggiungere posizioni di
leadership. Nonostante le donne
svolgono compiti fondamentali negli
uffici della politica di tutto il
mondo,la loro rappresentanza nei
parlamenti nazionali è ferma
23,7%,molto lontana dalla metà.

Fonte:MODULO PROF
DISUGUAGLIANZA Nonostante le braccia delle donne lavorino
instancabilmente per coltivare la terra soltanto il 13% della

NEL MONDO DEL agricoltrici è anche proprietario terriero. Anche se le donne


rappresentano il 39% dei lavoratori mondiali, soltanto il

LAVORO 27% delle posizioni manageriali sono state occupate dalle


donne nel 2018 e una volta conquistato ruolo è ancora
difficile ricevere un salario equiparabile a quello dei
colleghi maschi. Un altro dei problemi irrisolti è riguardo al
lavoro non retribuito. Le donne dedicano in media 3 volte la
quantità di ore al giorno rispetto agli uomini a compiti
fondamentali per la famiglia ma non vengono pagati,come
faccende domestiche,la cura degli anziani e dei figli.
Questo sforzo non lascia tempo a tempo
libero,divertimento ecc.

Questi fatti si traducono in un ulteriore elemento di


disuguaglianza sociale ed economica. Riconoscere e
valorizzare questi compiti come fondamentali per la
pubblica utilità ,promuovendo la condivisione degli oneri in
famiglia,istituendo strutture che possono alleviare questo
carico, è uno degli obiettivi dell'Agenda 2030.

Fonte:MODULO PROF
UNIFEM

Il Fondo di sviluppo delle Nazioni Unite per le donne


(UNIFEM, United Nations Development Fund for
Women) è un fondo delle Nazioni Unite, dipendente dal
Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, che offre
assistenza finanziaria e tecnica per i programmi e le strategie
che promuovono i diritti umani di donne, l'emancipazione
femminile, la partecipazione politica, la sicurezza
economica, la prevenzione delle malattie sessualmente
trasmissibili e lo sviluppo della parità tra i sessi.
Il Fondo venne creato nel 1976, con la risoluzione 31/133
dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, come
programma decennale sperimentale delle Nazioni Unite,
reso permanente nel 1986.
La sede dell'organizzazione è a New York, ma può contare
su 16 comitati nazionali.
La violenza sulle donne è un grave
problema che affligge ancora il
mondo oggi . Migliaia di donne nel
mondo vengono picchiate e
maltrattate da compagni geloso o
possessivo o da ex vendicativi , ma in
alcuni casi anche da padri,fratelli o
cugini . La violenza sulle donne in
alcuni paesi è addirittura permessa !!
Per combattere questo orrore e
ricordare i morti si è decisa la
giornata del 25 Novembre.

Violenza sulle donne


AGENDA 2030...
● Porre fine a ogni forma di ● Garantire alle donne la piena
discriminazione nei confronti di ed effettiva partecipazione e
tutte le donne , bambine e pari opportunità di leadership a
ragazze nel mondo. tutti i livelli del processo
● Eliminare ogni forma di professionale
violenza e sfruttamento contro ● Avviare riforme per dare alle
tutte le donne. donne pari diritti di accesso alle
● Eliminare tutte le pratiche risorse economiche.
nocive ( matrimoni nelle ● Adottare e rafforzare politiche e
bambine e mutilazioni genitali) leggi applicabili per
● Riconoscere e valorizzare il l’egualianza di genere e
lavoro d’assistenza e il lavoro l’empowerment di tutte le
domestico non retribuito. donne,bambine e ragazze.

Agenda 2030
ISLANDA,PAESE DELLE DONNE
L’Islanda è definito il paese piu femminista del
mondo . Dal 2018 infatti le aziende devono
assicurarsi che tutte le donne siano pagate
come gli uomini e che non co sia differenza di
salario . In fatti l’Islanda è da prima in classifica
nel Global Gender Gap del World Economic
Forum. Essa è stata il primo stato #metoo che
ha approvato un sacco di leggi per aiutare le
donne come ad esempio il divieto alle pubblicità
sessiste . Bhe che dire l’Islanda è il paese più
avanti del mondo .

Fonte:MODULO PROF
Notizia di attualità.
La pandemia ha peggiorato la questione di disparità di genere. Molte
donne hanno perso il proprio lavoro maggiormente colpite nei settori
più in crisi. Poi l’aumento di violenze domestiche del 73%,dopo un
primo periodo all’inizio del confinamento in cui spesso le vittime non
riuscivano neanche a denunciarli per il controllo da parte degli abusanti.
27 novembre 2020

FONTE:Www.fsnews.it
GRANDI DONNE DELLA STORIA
Rita-Levi Montalcini è stata una delle più grandi neurologhe della storia . Per lei
sicuramente non è stato semplicemente, sia perché la neurologia era una materia
molto complicata sia perché essendo una donna ha attraversato un sacco di ostacoli .
Essendo ebrea ha subito continue persecuzioni nel corso della vita . Oltrepassando
tutte le battaglie è anche riuscita a prendere un premio nobel per la scienza . Insieme
a sua sorella ha fondato l’associazione Rita-Levi Montalcini Onlus , che si occupa di
portare l’istruzione alle donne africane

Freeda .

RITA- LEVI MONTALCINI


Elena Lucrezia Cornaro Psicopia è stata la prima donna laureata della storia . Essendo
nata da una famiglia nobile l’istruzione primaria di certo non è mancata . Il padre aveva
di fatto notato che lei aveva un gran talento nello studio , nella musica e nel canto . Il
padre quindi scelse per lei una carriera di studi cattolici ; anche se lei non era molto d
accordo. Ma per non deludere il padre decise di proseguire gli studi desicandosi alla
teologia. Iscriverla all’università non fu facile ma grazie alla potenza di suo padre riuscì ad
entrare e a laurearsi in teologia. Fu cosi la prima donna laureata della storia

Libro sulle grandi donne

ELENA LUCREZIA CORNARO


Michelle Obama è stata la quarantaquattresima first lady Americana , tra qui la prima
afroamericana . Michelle ha sempre creduto che nella vita per diventare qualcuno si doveva
studiare e impegnarsi. Riuscì anche ad ottenere una laurea ad Harvard . In uni dei suoi
primi lavori conobbe Barack Obama che in futuro diventò suo marito e presidente degli
Stati Uniti. Lei ha aiutato un sacco suo marito nella campagna elettorale,stando fuori di
casa anche varie notti . Ormai il mondo sa che oltre ad essere stata un First Lady è anche
una grandissima e potentissima donna .

Libro sulle grandi donne .

MICHELLE OBAMA