Sei sulla pagina 1di 8

CAMERA DEI DEPUTATI

74 LUNEDÌ 13 OTTOBRE 2008

XVI LEGISLATURA

BOLLETTINO
DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI

INDICE

ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO E TURISMO (X) ....... Pag. 3

INDICE GENERALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » 8

N. B. Sigle dei gruppi parlamentari: Popolo della Libertà: PdL; Partito Democratico: PD; Lega Nord Padania:
LNP; Unione di Centro: UdC; Italia dei Valori: IdV; Misto: Misto; Misto-Movimento per l’Autonomia:
Misto-MpA; Misto-Minoranze linguistiche: Misto-Min.ling.; Misto-Liberal Democratici-Repubblicani:
Misto-LD-R.
PAGINA BIANCA
Lunedì 13 ottobre 2008 — 3 — Commissione X

X COMMISSIONE PERMANENTE
(Attività produttive, commercio e turismo)

S O M M A R I O
SEDE REFERENTE:
Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di
energia. C. 1441-ter Governo (Seguito dell’esame e rinvio) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
ALLEGATO (Emendamenti 16. 0. 500. e 18. 0. 100. del Governo) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

SEDE REFERENTE elettrica ubicati in mare ») pronunciato,


per estraneità della materia, nella seduta
Lunedì 13 ottobre 2008. — Presidenza dello scorso 2 ottobre, in analogia con
del presidente Andrea GIBELLI. — Inter- quanto in precedenza dichiarato sugli
viene il sottosegretario di Stato dello svi- identici emendamenti 17.0.4 Marinello e
luppo economico Adolfo Urso. 17.0.5 Berruti. La Presidenza, alla luce
delle numerose e varie norme introdotte
La seduta comincia alle 17.30. nel testo successivamente a tale pronuncia,
concernenti la materia dell’energia, (di cui
agli articoli 16-bis, incentivazione e poten-
Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizza- ziamento del settore energetico, e 16-ter,
zione delle imprese, nonché in materia di energia. misure per l’efficienza energetica) ritiene
C. 1441-ter Governo. che l’emendamento possa essere dichia-
(Seguito dell’esame e rinvio). rato ammissibile, così come gli identici
citati emendamenti di iniziativa parlamen-
La Commissione prosegue l’esame del tare. Anche per tale articolo aggiuntivo il
provvedimento, rinviato nella seduta del 9 termine per la presentazione delle propo-
ottobre scorso. ste subemendative è fissato alle ore 19.

Andrea GIBELLI, presidente, avvisa i Massimo POLLEDRI (LNP) sottolinea


colleghi che, come annunciato nella scorsa con apprezzamento che il tenore dell’ar-
seduta, è stato presentato l’articolo aggiun- ticolo aggiuntivo è decisamente cambiato,
tivo del Governo 16.0.500; il termine per la recuperando e valorizzando buona parte
presentazione dei relativi subemendamenti del lavoro compiuto dal relatore.
è fissato alle ore 19.
Informa inoltre che il Governo ha al- Andrea GIBELLI, presidente, nessun al-
tresì richiesto alla Presidenza il riesame tro chiedendo di intervenire, rinvia il se-
del giudizio di inammissibilità sull’articolo guito dell’esame.
aggiuntivo 18.0.100 (concernente « Im-
pianti eolici per la produzione di energia La seduta termina alle 17.50.
Lunedì 13 ottobre 2008 — 4 — Commissione X

ALLEGATO

Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle


imprese, nonché in materia di energia. C. 1441-ter Governo.

EMENDAMENTI 16. 0. 500. E 18. 0. 100. DEL GOVERNO

Dopo l’articolo 16 è inserito il seguente: spetto delle norme e procedure vigenti, in


base alle migliori tecniche disponibili, nel-
« ART. 16-bis. l’ambito di priorità e indirizzi di politica
(Agenzia per la sicurezza nucleare). energetica nazionale e nel rispetto del
diritto alla salute e all’ambiente. Linee
1. È istituita l’Agenzia per la sicurezza guida e criteri di funzionamento dell’Agen-
nucleare. L’Agenzia svolge le funzioni e i zia sono stabiliti dal Governo. L’Agenzia
compiti di autorità nazionale per la rego- mantiene e sviluppa relazioni con le ana-
lamentazione tecnica, il controllo e l’au- loghe agenzie di altri paesi e con le
torizzazione ai fini della sicurezza delle organizzazioni europee ed internazionali
attività concernenti gli impieghi pacifici di interesse per lo svolgimento dei compiti
dell’energia nucleare, la gestione e la si- e delle funzioni assegnate, anche conclu-
stemazione dei rifiuti radioattivi e dei dendo accordi di collaborazione.
materiali nucleari, la protezione dalle ra- 5. L’Agenzia è la sola autorità nazio-
diazioni, nonché le funzioni e i compiti di nale responsabile per la sicurezza e la
salvaguardia degli impianti e dei materiali salvaguardia nucleare.
nucleari, comprese le loro infrastrutture e In particolare:
la logistica.
a) Le autorizzazioni rilasciate da am-
2. L’Agenzia è composta dalle strutture
ministrazioni pubbliche statali in riferi-
dell’attuale Dipartimento nucleare, rischio
mento alle attività di cui al comma 1, sono
tecnologico e industriale dell’Istituto Su-
soggette al preventivo parere obbligatorio
periore per la Protezione e la Ricerca
e vincolante dell’Agenzia;
Ambientale (ISPRA) e dalle risorse del-
l’Ente per le Nuove tecnologie, l’Energia e b) L’Agenzia ha la responsabilità del
l’Ambiente (ENEA), attualmente preposte controllo e della verifica ambientale sulla
alle attività di competenza dell’ Agenzia gestione dei rifiuti radioattivi;
che le verranno associate.
3. L’Agenzia svolge le funzioni di cui al c) L’Agenzia svolge ispezioni sugli
comma 1, senza nuovi o maggiori oneri, né impianti nucleari nazionali e loro infra-
minori entrate a carico della finanza pub- strutture, al fine di assicurare che le
blica e nel limite delle risorse umane, attività non producano rischi per le po-
strumentali e finanziarie disponibili a le- polazioni e l’ambiente e che le condizioni
gislazione vigente, di cui al successivo d’esercizio siano rispettate;
comma 15. L’Agenzia opera con indipen- d) Gli ispettori dell’Agenzia, nell’eser-
denza di giudizio e di valutazione e in cizio delle loro funzioni, sono legittimati
piena autonomia tecnico-scientifica, rego- ad accedere agli impianti e ai documenti e
lamentare, organizzativa, gestionale, finan- di partecipare alle prove richieste;
ziaria e contabile.
4. L’Agenzia per la sicurezza nucleare e) Ai fini della verifica della sicurezza
garantisce la sicurezza nucleare nel ri- e delle garanzie di qualità, l’Agenzia ri-
Lunedì 13 ottobre 2008 — 5 — Commissione X

chiede ai soggetti responsabili per il pro- 7. Il Presidente ha la rappresentanza


getto, la costruzione e l’esercizio degli legale dell’Agenzia, ne convoca e presiede
impianti nucleari, nonché delle infrastrut- le riunioni. Per la validità delle riunioni è
ture pertinenziali, la trasmissione di dati, richiesta la presenza del Presidente e di
informazioni e documenti; almeno due membri. Le decisioni del-
f) L’Agenzia emana e propone rego- l’Agenzia sono prese a maggioranza dei
lamenti, standard e procedure tecniche e presenti.
pubblica rapporti sulle nuove tecnologie e 8. Sono organi dell’Agenzia il Presi-
metodologie, anche in conformità della dente, i membri e il Collegio dei revisori
normativa comunitaria e internazionale in dei conti.
materia di sicurezza nucleare e di radio- Il Direttore generale è nominato colle-
protezione; gialmente dall’Agenzia all’unanimità dei
suoi componenti e svolge funzioni di di-
g) L’Agenzia può imporre misure cor- rezione, coordinamento e controllo della
rettive, diffidare i titolari delle autorizza- struttura.
zioni e, in caso di violazioni, irrogare Il Collegio dei revisori dei conti, nominato
sanzioni pecuniarie di importo compreso dal Ministro dell’economia e delle finanze, è
tra i 25 mila ed i 150 milioni di euro, composto da tre componenti effettivi, di cui
sospendere e revocare le autorizzazioni; uno con funzioni di presidente scelto tra di-
h) L’Agenzia ha il potere di proporre rigenti della Ragioneria Generale dello
ad altre istituzioni l’avvio di procedure Stato, e da due componenti supplenti.
sanzionatorie; 9. I compensi spettanti ai componenti
gli organi dell’Agenzia sono determinati
i) L’Agenzia svolge attività di infor- con decreto del Presidente del Consiglio
mazione verso il pubblico, anche in col- dei Ministri, sentiti il Ministro dell’econo-
laborazione con altri organismi e istitu- mia e delle finanze, il Ministro dell’am-
zioni, e corsi relativi ai casi di emergenza. biente e della tutela del territorio e del
6. L’Agenzia è organo collegiale composto mare e il Ministro dello sviluppo econo-
dal Presidente e da quattro membri. Il Presi- mico. Con il medesimo decreto è definita
dente del consiglio dei ministri nomina di- e individuata anche la sede dell’Agenzia.
rettamente il Presidente, due componenti su In sede di prima applicazione, e comunque
designazione del Ministro dell’ambiente e per l’anno 2009, gli oneri derivanti dal-
della tutela del territorio e del mare e due l’attuazione del presente comma sono co-
componenti su designazione del Ministro perti a valere con le risorse allo stato
dello sviluppo economico. Prima dell’ado- disponibili dell’ISPRA e dell’ENEA.
zione del decreto di nomina, le competenti 10. Gli organi dell’agenzia durano in
Commissioni parlamentari esprimono il carica sette anni.
loro parere e possono procedere all’audi- 11. A pena di decadenza il Presidente,
zione delle persone individuate. Il Presi- i membri dell’Agenzia ed il Direttore ge-
dente e i membri dell’Agenzia sono scelti tra nerale non possono esercitare, diretta-
persone di indiscussa moralità e indipen- mente o indirettamente, alcuna attività
denza, di comprovata professionalità ed ele- professionale o di consulenza, essere am-
vate qualificazione e competenza nel settore ministratori o dipendenti di soggetti pub-
della tecnologia nucleare, della gestione di blici o privati né ricoprire altri uffici
impianti tecnologici, della sicurezza nu- pubblici di qualsiasi natura, ivi compresi
cleare, della radioprotezione, della tutela gli incarichi elettivi o di rappresentanza
dell’ambiente e della sicurezza sanitaria. La nei partiti politici né avere interessi diretti
carica di componente dell’Agenzia è incom- o indiretti nelle imprese operanti nel set-
patibile con incarichi politici elettivi, né pos- tore. I dipendenti delle amministrazioni
sono essere nominati componenti coloro che pubbliche sono collocati fuori ruolo o in
abbiano interessi di qualunque natura in aspettativa, in ogni caso senza assegni, per
conflitto con le funzioni dell’Agenzia. l’intera durata dell’incarico.
Lunedì 13 ottobre 2008 — 6 — Commissione X

12. Per almeno dodici mesi dalla ces- sferite all’Agenzia per la sicurezza nu-
sazione dell’incarico il Presidente, i mem- cleare, nel limite di 50 unità. Con decreto
bri dell’Agenzia ed il Direttore generale del Ministro dello sviluppo economico ver-
non possono intrattenere, direttamente o ranno individuate le risorse di personale
indirettamente, rapporti di collabora- dell’organico dell’Ente per le nuove tecno-
zione, di consulenza o di impiego con le logie, l’energia e l’ambiente e di sue società
imprese operanti nel settore di compe- partecipate, che verranno trasferite al-
tenza, né con le relative associazioni. La l’Agenzia per la sicurezza nucleare, nel
violazione di tale divieto è punita, salvo limite di 50 unità. Il personale conserva il
che il fatto costituisca reato, con una trattamento giuridico ed economico in go-
sanzione pecuniaria pari ad una annua- dimento all’atto del trasferimento. Con
lità dell’importo del corrispettivo perce- successivi decreti dei rispettivi Ministeri,
pito. All’imprenditore che abbia violato sono trasferite le risorse finanziarie ne-
tale divieto si applica la sanzione am- cessarie alla copertura degli oneri deri-
ministrativa pecuniaria pari allo 0,5 per vanti dall’attuazione del presente comma.
cento del fatturato e, comunque, non Con gli stessi decreti sono individuate le
inferiore a euro centocinquantamila e corrispondenti riduzioni delle piante or-
non superiore a euro dieci milioni, e, nei ganiche delle Amministrazioni cedenti.
casi più gravi o quando il comporta- 16. L’Agenzia provvede all’autonoma
mento illecito sia stato reiterato, la re- gestione delle spese per il proprio funzio-
voca dell’atto autorizzativo. I valori di namento.
tali sanzioni sono rivalutati secondo il La gestione finanziaria si svolge in base
tasso di variazione annuo dei prezzi al al bilancio di previsione approvato dall’
consumo per le famiglie di operai e Agenzia entro il 31 dicembre dell’anno
impiegati rilevato dall’ISTAT. precedente a quello cui il bilancio si
13. Entro tre mesi dall’entrata in vigore riferisce. Il contenuto e la struttura del
della presente legge, con decreto del Pre- bilancio di previsione, il quale deve co-
sidente del Consiglio dei Ministri, su pro- munque contenere le spese indicate entro
posta del Ministro dell’ambiente e della i limiti delle entrate previste, sono stabiliti
tutela del territorio e del mare e del mediante regolamento, che disciplina an-
Ministro dello sviluppo economico è ap- che le modalità per le eventuali variazioni.
provato lo statuto dell’Agenzia, che stabi- Il rendiconto della gestione finanziaria è
lisce i criteri per l’organizzazione, il fun- approvato entro il 30 aprile dell’anno
zionamento, la regolamentazione e la vi- successivo ed è soggetto al controllo della
gilanza della stessa in funzione dei compiti Corte dei conti. Il bilancio preventivo e il
istituzionali definiti dalla legge. rendiconto della gestione finanziaria sono
14. Entro tre mesi dalla data di ema- pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della
nazione del decreto di cui al comma Repubblica italiana.
precedente e secondo i criteri da esso 17. Fino alla data di pubblicazione del
stabiliti, con decreto del Ministro dell’am- regolamento di cui comma 14, le funzioni
biente e della tutela del territorio e del trasferite all’Agenzia per la sicurezza nu-
mare, d’intesa con il Ministro dello svi- cleare per effetto della presente legge
luppo economico, è approvato il regola- continuano ad essere esercitate dal Dipar-
mento che definisce l’organizzazione e il timento nucleare, rischio tecnologico e
funzionamento interni. industriale dell’Agenzia per la protezione
15. Con decreto del Ministro dell’am- dell’Ambiente e per i servizi tecnici già
biente e della tutela del territorio e del disciplinata dall’articolo 38 del decreto
mare, verranno individuate le risorse di legislativo n. 300 del 30 luglio 1999, o
personale dell’organico del Dipartimento dall’articolazione organizzativa dell’Isti-
nucleare, rischio tecnologico e industriale tuto superiore per la protezione e la
dell’Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale nel frattempo eventual-
la ricerca ambientale, che verranno tra- mente individuata con il decreto di cui
Lunedì 13 ottobre 2008 — 7 — Commissione X

all’articolo 28, comma 3, del decreto-legge Dopo l’articolo 18, inserire il seguente:
25 giugno 2008, n. 112, convertito in legge,
con modificazioni, con legge 6 agosto 2008, « ART. 18-bis
n. 133. Sono fatti salvi gli atti adottati e i
(Impianti eolici per la produzione di energia
procedimenti avviati o conclusi dallo
elettrica ubicati in mare).
stesso Dipartimento o dall’articolazione di
cui al precedente periodo sino alla mede-
1. Nell’allegato II alla parte seconda del
sima data.
decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152 è
18. L’Agenzia può essere sciolta per
aggiunto, dopo il punto nr. 7), il seguente:
gravi e motivate ragioni, inerenti il suo
7-bis) : « Impianti eolici per la produzione
corretto funzionamento ed il persegui-
di energia elettrica ubicati in mare »; nel
mento dei suoi fini istituzionali, con de-
successivo allegato III, al punto c)-bis,
creto del Presidente del Consiglio dei Mi-
sono aggiunte, dopo le parole « energia
nistri, sentiti il Ministro dell’ambiente e
elettrica », le parole « sulla terraferma ».
della tutela del territorio e del mare e il
2. In relazione ai progetti di cui al
Ministro dello sviluppo economico. In tale
punto 7-bis dell’allegato II alla parte se-
ipotesi, con lo stesso decreto, potrà essere
conda del decreto legislativo 3 aprile 2006,
nominato un commissario straordinario,
n. 152, le procedure di valutazione di
per un periodo non superiore a diciotto
impatto ambientale avviate prima dell’en-
mesi, con il potere del Presidente e dei
trata in vigore della presente legge sono
membri dell’Agenzia, eventualmente coa-
concluse ai sensi delle norme vigenti al
diuvato da due vice commissari. ».
momento del loro avvio. »
16. 0. 500. Il Governo. 18. 0. 100. Il Governo.
Lunedì 13 ottobre 2008 — 8 — Indice Generale

INDICE GENERALE

X Attività produttive, commercio e turismo


SEDE REFERENTE:
Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di
energia. C. 1441-ter Governo (Seguito dell’esame e rinvio) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
ALLEGATO (Emendamenti 16. 0. 500. e 18. 0. 100. del Governo) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

Stabilimenti Tipografici
Carlo Colombo S. p. A.

€ 0,35
*16SMC0000740*
*16SMC0000740*