Sei sulla pagina 1di 21

022809

Collegio dei Sindaci

VERBALE n. 38/2020

Il giorno 12 novembre 2020, alle ore 10,00, in videoconferenza, si riunisce


il Collegio dei sindaci con la partecipazione dei seguenti componenti:

Giorgio Danieli
Danilo Giovanni Festa
Rita Graziano sindaco supplente (v. convocazione prot. n.
0012.05/11/2020.0001373)
Giacinta Martellucci
Mariano Martone
Elisabetta Moffa
Pietro Voci

Il Collegio è presieduto dal sindaco Mariano Martone, quale sindaco più


anziano ai sensi dell’art. 2401 del codice civile.

Assiste alla seduta, altresì in videoconferenza, il Magistrato della Corte dei


conti delegato al controllo, consigliere Antonio Buccarelli.

Sono inoltre collegati, in videoconferenza, i dirigenti Caterina Mongiardo e


Francesco Quaranta, i funzionari Paolo Carletti, Claudia Dalla Santa, Enzo
De Martino, Silvia Dominici e Fabrizio Selvaggio.

°°°

L’ordine del giorno reca (v. nota di convocazione prot. n. 0001372 del
05.11.2020):

1. determinazioni del Presidente;


2. deliberazioni del Consiglio di amministrazione;
3. deliberazioni del Consiglio d’indirizzo e vigilanza;
4. determinazioni del Direttore generale;
5. determinazioni dirigenziali;
6. esame delle risposte alle osservazioni/rilievi del Collegio;
7. varie ed eventuali.

°°°
022810

Collegio dei Sindaci

2. Deliberazioni del Consiglio di amministrazione

Con nota prot. 0061.06/11/2020.0007796 (0012.06/11/2020.


00001382.E) è stato convocato il Consiglio di amministrazione, per il
giorno 11 novembre 2020, alle ore 11,00, con il seguente ordine del
giorno:
Approvazione verbale seduta del 30 settembre 2020;
Doc. n. 83 Convenzione tra l’INPS e il Ministero degli Affari
Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) per il
pagamento del debito relativo agli importi maturati, a titolo di
trattamento di fine servizio e di trattamento di fine rapporto,
dagli ex dipendenti dell’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente
(ISIAO), in liquidazione coatta amministrativa;
Doc. n. 84 Richiesta di rimborso delle spese legali presentata
dall’ex dipendente sig. […], già funzionario di vigilanza in forza
presso la sede di Pozzuoli, in quiescenza dal 1° ottobre 2010 –
Procedimento penale R.G.N.R n. 26016/10 concluso con
sentenza di assoluzione emessa dal Tribunale di Napoli;
Varie ed eventuali.

Il Collegio, in sede di controllo successivo, esamina le seguenti


deliberazioni e formula le osservazioni e considerazioni sotto riportate.

✓ deliberazione n. 74 del 28 ottobre 2020 – “Conferimento


dell'incarico dirigenziale di livello non generale di Responsabile della
"Struttura tecnica per l'innovazione tecnologica e la trasformazione
digitale", ai sensi dell'art. 19, comma 6, D.lgs. n. 165/2001”;
Con l’atto in epigrafe il Consiglio di amministrazione ha deliberato
l’attribuzione dell’incarico indicato in oggetto, per la durata di tre anni a
decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.
Il Collegio conferma quanto già osservato nei propri verbali 40 del 31
ottobre 2019 e 26 del 16 luglio 2020. Con l’occasione, rinnova la richiesta
di conoscere la dotazione di personale con incarico dirigenziale attribuito ai
sensi dell’art. 19, commi 5-bis e 6, d.lgs. n. 165/2001 e la relativa
percentuale sulla complessiva dotazione organica dirigenziale dell’Istituto.

✓ deliberazione n. 75 del 5 novembre 2020 – “Aggiornamento


Sistema di Misurazione e Valutazione della Performance”.
Con l’atto in epigrafe il Consiglio di amministrazione ha deliberato
l’aggiornamento del sistema di misurazione e valutazione della

2
022811

Collegio dei Sindaci

Performance, adottato con determinazione dell’Organo munito dei poteri


del Consiglio di amministrazione n. 32 del 4 marzo 2020, per allineare il
sistema alle modifiche introdotte, tra l’altro, nel Cruscotto Qualità (che
hanno cambiato il sistema di calcolo di alcuni obiettivi), rettificare quindi le
correlate modalità di calcolo, correggere alcuni refusi ed adeguare il
sistema ad un mutato assetto organizzativo (costituzione di nuovi uffici
centrali).
Di seguito le principali modifiche adottate:
• Par. 5.1 (“Risorse umane”): esplicitata la formula dell’indicatore
“presenza”;
• Par. 5.2.2 (“indicatori delle direzioni centrali”): per i dirigenti centrali
il superamento dell’obiettivo per la spesa per missioni e
straordinario comporta uno scostamento negativo; scostamento
nullo nel caso di spese inferiori al budget assegnato;
• Par. 14.1.1 (“Tabella con gli obiettivi dei dirigenti che operano sul
territorio”) e Par. 14.1.2 (“Tabella con il peso dei singoli obiettivi
all’interno della struttura”): oltre all’adeguamento al nuovo
Cruscotto della Qualità, pubblicato con messaggio n. 3083/2020 e
all’aggiornamento rispetto alle competenze delle Direzioni centrali di
prodotto, è stata rivista la struttura di alcuni obiettivi e quindi sono
stati ritarati alcuni pesi; sono inoltre stati soppressi (su proposta
della DC Entrate) due sotto obiettivi progettuali e quindi modificati i
pesi di due obiettivi: “Incremento accertamento entrate” e
“Riduzione del numero di posizioni assicurative incomplete”;
• Par. 16.1.1 (“Struttura degli obiettivi”): viene specificato che per il
Coordinatore distrettuale di Roma, per la valutazione dei risultati del
Piano nazionale di Solidarietà a distanza, si considerano i risultati del
Coordinatore regionale Lazio; per i Coordinamenti medico legali e
per i responsabili di DCM si valuta l’ambito metropolitano, non quello
regionale;
• Allegato D (“Struttura obiettivi Direttori centrali”) adeguato
l’indicatore di qualità alla nuova struttura del Cruscotto Qualità come
da messaggio Hermes n. 3083/2020 ed inserita la struttura degli
obiettivi per il nuovo ufficio “Progetto smaltimento giacenze TFR-
TFS”;
• Allegato E (“Obiettivi Prospettiva Sviluppo dei direttori centrali”):
eliminato l’obiettivo di “Razionalizzazione logistica” della DC
Patrimonio e Investimenti e aggiornati in aumento, visti gli obiettivi
intermedi raggiunti, gli obiettivi 1 e 2 della DC Organizzazione e
Comunicazione.

3
022812

Collegio dei Sindaci

L’Organismo Indipendente di Valutazione, con nota


0031.22/10/2020/0000331, ha espresso il proprio parere positivo
preventivo all’aggiornamento, ex art. 7, comma 1, d.lgs. n. 150/2009 e
s.m.i., raccomandando nuovamente ulteriori aree di miglioramento del
Sistema, da implementare già dal prossimo ciclo di performance, tra cui:
• una scala di valutazione della dirigenza che ne valorizzi le differenti
performance, per evidenziare le eccellenze e i risultati distintivi dei
dirigenti dell’istituto;
• rendere più oggettiva l’attribuzione del Bonus reputazionale
(riscontri empirici e progetti innovativi a sostegno della proposta di
attribuzione);
• esplicitare le regole di valutazione di professionisti e medici;
• definire e specificare la metodologia di valutazione della
performance del personale delle Aree.
Il Collegio, nel prendere atto delle modifiche apportate al Sistema di
misurazione e valutazione della Performance, raccomanda, in sede di
adozione del prossimo sistema di misurazione e valutazione, di procedere
alle integrazioni suggerite dall’OIV.

✓ deliberazione n. 76 del 5 novembre 2020 – “Piano della


Performance 2020 – 2022. Modifiche relative all’anno 2020”.
Con l’atto in epigrafe il Consiglio di amministrazione ha deliberato
l’adozione di alcune modifiche ed integrazioni al “Piano della Performance
2020-2022” di cui alla determinazione n. 33 del 4 marzo 2020, per
adeguare i target 2020 al contesto esterno come modificato dalla
pandemia e per correggere alcuni refusi.
Le modifiche sono state effettuate sul Piano della Performance,
sull’Allegato tecnico e sulle Tabelle integrative, per recepire l’impatto
dell’emergenza sanitaria sull’attività produttiva ed organizzativa
dell’Istituto.
Pertanto, sono stati rivisti alcuni target in diminuzione, ad esempio
l’incremento dell’accertamento delle entrate, che dai 9 miliardi previsti
scende a 6 - anche per il blocco dell’attività ispettiva -, la definizione delle
richieste di aggiornamento della posizione assicurativa o gli interventi di
sussidiarietà, nonché l’indicatore di efficacia economico-finanziaria della
produzione (IEEP), sia per le sospensioni decise dalla normativa
emergenziale che per la prevalente necessità di dare rapidamente
corso all’erogazione di taluni prodotti emergenziali previsti dalla normativa
speciale che hanno attratto risorse dalle attività ordinarie. Sono stati
invece rivisti in aumento gli obiettivi che hanno presentato risultati

4
022813

Collegio dei Sindaci

intermedi superiori al previsto, quali quelli del progetto ECO, nonché gli
obiettivi di dismissione del patrimonio da reddito di alcune Direzioni
Regionali.
Inoltre, sono state aggiunte prestazioni introdotte dall’emergenza
pandemica, quali il “bonus baby sitting” e la CIGO, CIGD e FIS con causale
COVID.
Sono stati poi introdotti gli obiettivi del nuovo “Progetto smaltimento
giacenze TFS-TFR”, la cui titolarità è stata assegnata a decorrere dal 1°
marzo 2020 (target di 3500 posizioni da definire).
Infine, il ricorso massiccio allo smart working ha comportato la necessità
di sterilizzare alcuni indicatori relativi al miglioramento del benessere
interno, così come la notevole mole di neoassunti ha reso necessario
rivedere alcuni indicatori riguardanti la formazione.
In aggiunta a ciò sono stati modificati gli obiettivi di alcuni progetti ed
espunti altri, come il “decentramento delle rilevazioni contabili”, l’obiettivo
correlato alla “Razionalizzazione logistica”, così come lo “Sviluppo
collegamento banca dati AGEA …”, non realizzabile per fattori esogeni, e il
“Miglioramento della lavorazione domande di ricongiunzione ex L.
45/1990”.
Anche gli obiettivi dei professionisti legali sono stati rimodulati, in
considerazione del blocco dei procedimenti di esecuzione disposto dalla
normativa emergenziale, e quelli dei professionisti tecnico-edilizi, anche
per la necessità di attenersi alle “diminuzioni di spese di funzionamento”
imposte dalla legge 160/2019.
Si riporta di seguito una sintesi delle principali modifiche.

Unità di misura Det. O munito poteri cda 33/2020 Peso % Deliberazione 76 Peso %
Incremento accertamento Entrate Euro 8.899.456.680 45 5 930.504.582 50
Progetto definizione RVPA Pezzi giacenti 712 823 20 801.341 25
Progetto Eco-contrazione giacenze dett. dir. 3 77 2018 Pezzi definiti 68 003 15 139.213 15
Riduzione contenzioso giudiziario col personale Nuovi giudizi 216 20 318 20
Obiettivo sussidiarietà Omogeneizzato 148.173 87.967
Riduzione giacenza ricorsi DICA Ricorsi DICA giacenti 2 848 3.068
Indicatore di Efficacia Economico-Finanziaria della Produzione Euro 11.354.028.658 8 264.355.659
Obiettivo Piano di dismissione logistica Numero unità/valore catastale 433/36.150.000 631/51.520 000
Incremento degli incassi per spese legali Euro 16.390 072 10.952.370

Il Collegio prende atto.

✓ deliberazione n. 77 del 5 novembre 2020 – “Piano della


Vigilanza ispettiva 2020”.
Con l’atto in esame il Consiglio di amministrazione, su proposta del
Direttore generale, ha adottato il documento indicato in epigrafe, in linea

5
022814

Collegio dei Sindaci

con il Documento di Programmazione della vigilanza per il 2020, adottato


dall’Ispettorato Nazionale del lavoro in data 28 febbraio 2020 ed integrato
in data 15 giugno 2020.
Il Piano, oggetto di condivisione in sede di Comitato operativo ai sensi
dell’art. 12 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 149, presenta
caratteristiche di eccezionalità rispetto agli anni precedenti, in
considerazione della pandemia che ha colpito il Paese. Pertanto, le azioni
precedentemente pianificate hanno subito una significativa rimodulazione
sia negli ambiti di intervento di rilevanza nazionale che in relazione
all’impiego di parte del personale ispettivo, indirizzato alle attività di
collaborazione con la Direzione centrale Antifrode, Anticorruzione e
Trasparenza, soprattutto in tema di controlli sulle prestazioni previste dal
decreto-legge n. 18/2020.
In considerazione di tali elementi, gli obiettivi fissati dal Piano della
Performance 2020-2022, riguardanti gli accertamenti contributivi e le
minori prestazioni da vigilanza ispettiva, sono stati rimodulati dal Consiglio
di amministrazione dell’Istituto.
Il documento in oggetto è strutturato in due parti:
− la prima interamente dedicata agli effetti dell’epidemia, con la sintetica
descrizione delle stime di impatto sul sistema economico-produttivo,
alle principali misure adottate dal Governo per il sostegno alle famiglie,
agli impatti sull’operatività del personale di vigilanza e alle principali
attività effettuate nel periodo di sospensione degli accessi ispettivi;
− la seconda parte è costituita dai risultati conseguiti nel corso del 2019,
dagli obiettivi di Performance organizzativa relativi all’indicatore di
efficacia economico-finanziaria della produzione, dalle aree di intervento
di rilevanza nazionale per il 2020, dai progetti e collaborazioni previste,
dalle azioni programmate a livello territoriale e dagli interventi formativi
previsti per l’anno in corso.
In riferimento agli impatti dell’emergenza sulle attività di vigilanza
ispettiva, l’Amministrazione ha fatto presente che, essendo stati sospesi
gli accessi ispettivi sul territorio, i principali obiettivi perseguiti sono stati
la concentrazione dell’attività sulla definizione delle pratiche ancora aperte
e l’attività di supporto nella verifica dei requisiti e nella liquidazione delle
prestazioni legate all’emergenza COVID-19.
A far data dal 5 giugno 2020 le attività sono regolarmente riprese, per cui
gli ispettori di vigilanza sono impegnati nella notifica dei verbali, nella
ultimazione degli accertamenti in corso, negli accertamenti sulle aziende
segnalate dalla Direzione centrale Antifrode Anticorruzione e Trasparenza

6
022815

Collegio dei Sindaci

e negli accertamenti urgenti per problematiche di vario titolo inerenti


all’erogazione delle prestazioni a sostegno del reddito.
Per ciò che riguarda le principali aree di intervento di rilevanza nazionale,
così come rimodulate in linea con l’aggiornamento della programmazione
INL avvenuta nel mese di giugno 2020, il Piano è suddiviso in focus:
1) focus controlli antifrode sulle prestazioni previste dal decreto-legge n.
18 del 2020 legate all’emergenza COVID-19 e collaborazione tra DC
Antifrode Anticorruzione e Trasparenza e DC Entrate;
2) focus caporalato;
3) focus progetto FAMI SU.PR.EME;
4) focus Collaborazione SoSe;
5) focus procedure di emersione lavoro irregolare;
6) focus attività in corso.
Il documento si conclude con l’attività formativa 2020 evidenziando che,
nel corso dell’anno, si sono tenuti approfondimenti tecnici tra ispettori
INPS e personale INL in occasione delle attività di vigilanza aventi ad
oggetto le prestazioni emergenziali erogate e sono state già programmate
ulteriori sessioni formative, in considerazione dell’andamento della
situazione epidemica contingente.
Il Collegio, pur in considerazione della contingenza dettata dagli eventi
pandemici in atto, non può che evidenziare che una corretta
programmazione degli interventi richiede una tempestiva adozione dei
piani in argomento, che deve necessariamente avvenire all’inizio dell’anno
di riferimento.

✓ deliberazione n. 78 del 5 novembre 2020 – “Piano della vigilanza


documentale 2020”.
Con l’atto in esame il Consiglio di amministrazione, su proposta del
Direttore generale, ha adottato il Piano della Vigilanza documentale 2020
in attuazione delle linee strategiche contenute nella relazione
programmatica del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza per gli anni 2020-
2022, adottata con deliberazione n. 12 del 29 maggio 2019 e tenendo
conto delle Linee guida gestionali per l’anno 2020 di cui alla
determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di
amministrazione n. 116 del 18 ottobre 2019.
In tale ottica, la Direzione centrale Entrate ha determinato il volume
dell'accertamento contributivo e delle minori uscite attese nell'anno 2020
per ogni singola struttura territoriale ed ha esplicitato, nella parte finale,
“le direttrici fondamentali di cambiamento e gli sviluppi operativi
proposti”.

7
022816

Collegio dei Sindaci

Nella premessa del documento in esame l’Istituto ha fatto presente che


“nel corso dell’anno la situazione determinatasi a seguito dell’emergenza
sanitaria ha comportato effetti anche relativamente all’attività di Vigilanza
documentale”. Inoltre, la necessità di prevenire frodi nell’ambito delle
nuove prestazioni introdotte dalla legislazione in ambito COVID-19, ha
determinato che l’attività degli operatori del settore si è dovuta
concentrare sui controlli relativi alla corretta fruizione degli ammortizzatori
sociali, in accordo con la Direzione centrale Antifrode, Anticorruzione e
Trasparenza e la Direzione centrale Entrate.
Di conseguenza, sono state apportate modifiche agli obiettivi previsti nel
Piano della Performance 2020-2022, sia per le maggiori entrate che per le
minori uscite.
Il Piano è articolato nei seguenti punti:
• risultati ottenuti nel 2019;
• le attività sviluppate nel 2020;
• evoluzioni future dell’attività di vigilanza documentale;
• ulteriori possibilità di sviluppo: “sfruttare” la massa dei dati contributivi;
• conclusioni.
Nell’ambito del secondo punto del Piano, l’Amministrazione ha sottolineato
l’istituzione della nuova struttura della Direzione centrale Antifrode,
Anticorruzione e Trasparenza che “ha attratto nella sua gestione tutte le
attività di contrasto alle posizioni assicurative fittizie”, precisando, però,
“che gli obiettivi economici sia in termini di maggiori entrate che in termini
di minori uscite, restano in capo alla Direzione Centrale Entrate”.
Tra le altre attività inserite nel Piano in oggetto per l’anno 2020, sono
state descritte:
• l’introduzione di CASCO-REV;
• il ridisegno della piattaforma Mo.Vi.Do e il collegamento con
l’indicatore di efficacia economico-finanziaria della produzione
(I.E.E.P.);
• le nuove attività di recupero delle agevolazioni;
• le attività tese al controllo sul massimale contributivo ex art. 2,
comma 18 della legge n. 335/1995;
• l’aggiornamento della procedura Pegaso per il recupero della
contribuzione virtuale in edilizia, rilasciata nell’anno 2010.
Il Collegio rinvia alle medesime considerazioni espresse al punto
precedente in ordine al piano di Vigilanza ispettiva.

8
022817

Collegio dei Sindaci

✓ deliberazione n. 79 del 5 novembre 2020 – “Conferimento ad


interim dell’incarico dirigenziale di livello generale “Direzione di
Coordinamento metropolitano di Milano”.
Con deliberazione in oggetto è stato disposto il conferimento ad interim
dell’incarico di Direttore di Coordinamento metropolitano di Milano in
favore del Direttore regionale Lombardia.
Come noto, la sostituzione del dirigente è contemplata nel dettato dell’art.
62 CCNL del 1° agosto 2006, quadriennio normativo 2002-2005, biennio
economico 2002-2003, tutt’ora applicabile in quanto il contratto collettivo
nazionale di lavoro relativo al personale dell’area funzioni centrali triennio
2016 – 2018, firmato il 9 marzo 2020, all’art. 1, comma 10, dispone che
“Per quanto non espressamente previsto dal presente CCNL, continuano a
trovare applicazione le disposizioni contrattuali dei precedenti CCNL, ove
compatibili e non sostituite con le previsioni del presente CCNL e con le
norme legislative, nei limiti del D.Lgs. n. 165/2001”.
Nel prendere atto il Collegio raccomanda, anche in questo caso, il
rispetto della normativa di applicazione dei limiti retributivi recata dall’art.
23-ter decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201; art. 1, commi 471, 472,
473, 474 legge 27 dicembre 2013, n. 147.

3. Deliberazioni del Consiglio di indirizzo e vigilanza

Il Consiglio di indirizzo e vigilanza è stato convocato per il giorno 12


novembre 2020, ore 13,30, con il seguente ordine del giorno:
1) Approvazione verbale delle sedute del 1 ottobre 2020;
2)Effetti operativi della delibera Civ n. 1/20: piano delle attività del
Consiglio ed individuazione del fabbisogno delle risorse professionali e
finanziarie per lo svolgimento delle proprie attività istituzionali.
Discussione ed eventuale deliberazione;
3) Piano della Comunicazione 2020 approvato dal Consiglio di
Amministrazione con deliberazione n. 59 del 30 settembre 2020.
Discussione ed eventuale deliberazione;
4) Varie ed eventuali.

4. Determinazioni del Direttore generale

✓ Nota del Direttore generale, prot. n. 0064.04/11/2020.0051149


(0012.04/11/2020. 0001366.E) – “Trasmissione delle determinazioni
del Direttore generale ai sensi dell'art. 8 del Regolamento di

9
022818

Collegio dei Sindaci

Organizzazione dell'Istituto adottato con deliberazione del Consiglio di


Amministrazione n. 4 del 6 maggio 2020 – Ottobre 2020”.
Con la nota in epigrafe il Direttore generale ha comunicato le
determinazioni direttoriali (dalla n. 287 alla n. 302), adottate nel mese di
ottobre 2020, rese disponibili mediante caricamento su server dedicato.

Il Collegio, in sede di controllo successivo, in riferimento alla


documentazione trasmessa osserva quanto segue:

✓ determinazione n. 290 del 12 ottobre 2020 – “Comando presso la


Regione Autonoma Sardegna - Ufficio di gabinetto dell'Assessore del
turismo, artigianato e commercio, ai sensi della L.R. della Regione
Autonoma Sardegna n. 32/1988 e s.m.i. - dipendente […], C4/sanitario, in
forza alla Direzione Provinciale di Cagliari”.
Il Collegio prende atto di quanto rappresentato nell’atto in esame in
merito al differimento della data di inizio e, conseguentemente, della data
di conclusione del comando già autorizzato con determinazione n. 241 del
30 giugno 2020.

In ordine alle seguenti determinazioni, sulla base della documentazione


pervenuta, non si formulano osservazioni:

✓ determinazione n. 287 del 1° ottobre 2020 – “Progressioni verticali


verso le posizioni iniziali delle Aree professionali B e C – istituzione delle
sottocommissioni regionali”;
✓ determinazione n. 288 del 1° ottobre 2020 – “conferimento "ad
interim" dell'incarico di Responsabile di Unità Operativa Semplice
Territoriale Roma 4”;
✓ determinazione n. 289 del 5 ottobre 2020 – “conferimento "ad
interim" dell'incarico di Responsabile dell'Unità Operativa Complessa
medico legale di Genova con funzione di coordinamento regionale Liguria”;
✓ determinazione n. 292 del 12 ottobre 2020 – “Progetto
smaltimento giacenze Trattamento Fine Servizio e Trattamento Fine
Rapporto - Integrazione determinazione n. 234/2020”;
✓ determinazione n. 293 del 15 ottobre 2020 – “Proroga comando
presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze del dottor […], dirigente
di II fascia in servizio presso la Direzione provinciale Inps di Catania”;
✓ determinazione n. 294 del 19 ottobre 2020 – “Conferimento ad
interim dell'incarico di Responsabile dell'Unità Operativa Complessa
medico legale di La Spezia”;

10
022819

Collegio dei Sindaci

✓ determinazione n. 295 del 19 ottobre 2020 – “Messaggio Hermes


n. 3366 del 17 settembre 2020 - Incarichi dirigenziali di livello non
generale - Individuazione del Responsabile dell'Area "Pensioni" presso la
Direzione di coordinamento metropolitano di Milano”;
✓ determinazione n. 296 del 19 ottobre 2020 – “Messaggio Hermes
n. 3366 del 17 settembre 2020 - Incarichi dirigenziali di livello non
generale - Individuazione del Responsabile dell'Area "Flussi contributivi,
vigilanza documentale e ispettiva" presso la Direzione provinciale di
Salerno”;
✓ determinazione n. 297 del 19 ottobre 2020 – “Messaggio Hermes
n. 3366 del 17 settembre 2020 - Incarichi dirigenziali di livello non
generale - Individuazione del Responsabile dell'Area “Protezione sociale e
coordinamento amministrativo delle aree manageriali” presso la direzione
centrale studi e ricerche”;
✓ determinazione n. 298 del 19 ottobre 2020 – “Messaggio Hermes
n. 3366 del 17 settembre 2020 - Incarichi dirigenziali di livello non
generale - Individuazione del Responsabile dell'Area “Entrate contributive,
vigilanza documentale e ispettiva, Pensioni” presso la Direzione regionale
Umbria”;
✓ determinazione n. 299 del 22 ottobre 2020 – “Selezione per
l'attribuzione delle posizioni organizzative di responsabile dell'agenzia
complessa di Napoli Soccavo e di responsabile dell'agenzia complessa di
Olbia - approvazione esiti;
✓ determinazione n. 300 del 22 ottobre 2020 – “Messaggio Hermes
n. 3366 del 17 settembre 2020 - Incarichi dirigenziali di livello non
generale individuazione del Responsabile dell'Area pensioni ammortizzatori
sociali inclusione sociale invalidità civile credito e Welfare presso la
Direzione Regionale Molise”;
✓ determinazione n. 302 del 28 ottobre 2020 – “Rinnovo dei
componenti della commissione di cui all'art. 6 del “Regolamento per
l'erogazione del contributo straordinario in favore degli iscritti
all'assistenza magistrale” approvato con determinazione presidenziale n.
42 del 14 maggio”.

✓ Nota del Direttore centrale risorse umane prot. n.


0003.03/11/2020.0025890 (0012.03/11/2020.0001360.E) -
“Azzeramento posizioni organizzative in Direzione generale e azzeramento
posizioni di RTSP sul territorio nazionale”.
Con la nota in epigrafe la Direzione centrale risorse umane ha trasmesso
la determinazione del Direttore generale n. 303 del 2 novembre 2020.

11
022820

Collegio dei Sindaci

All’esito della ridefinizione delle posizioni organizzative di Responsabile di


team e di Titolare di funzioni di elevata professionalità, assegnate alle
strutture di Direzione generale con determinazione direttoriale n. 291 del
12 ottobre 2020, conseguente alla riorganizzazione iniziata con la
determinazione dell’Organo munito dei poteri del C.d.a. n. 119 del 25
ottobre 2019 – Ordinamento delle funzioni centrali e territoriali dell’Inps -,
l’azzeramento delle posizioni organizzative summenzionate è propedeutico
alla riattribuzione delle stesse con le modalità indicate nella
determinazione direttoriale n. 276 del 7 agosto 2020.
Il Collegio chiede di essere aggiornato sulla definizione del procedimento.

5. Determinazioni dirigenziali

✓ Nota del Direttore generale, prot. n. 0064.03/11/2020.0050808


(0012.03/11/2020.0001362.E) – “Trasmissione delle determinazioni
adottate dalle Direzioni centrali nel corso del quarto bimestre 2020”.
Con la nota in epigrafe il Direttore generale ha reso disponibili, mediante
caricamento su server dedicato, le determinazioni indicate in oggetto.
Il Collegio avvia l’esame.

6. Esame delle risposte alle osservazioni/rilievi del Collegio

✓ Nota del Direttore generale, prot. n. 0064.06/11/2020.0051840


(0012.06/11/2020.0001380.E) – “Riscontro verbale del Collegio dei
Sindaci n. 33 del 1° ottobre 2020 - Determinazione n. 553 del 6 novembre
2019 - "Sig......, B/1 presso la Filiale Metropolitana di Roma Flaminio.
Definizione del procedimento disciplinare”.
Nel verbale in oggetto questo Collegio aveva chiesto “di essere informato
in merito alle azioni di recupero del danno erariale quantificato dalla Corte
dei conti in 863.563,98 euro”, in esito al procedimento disciplinare con il
quale si era provveduto, tra l’altro, al licenziamento senza preavviso del
Sig. […], dipendente dell’Istituto in servizio presso la Filiale metropolitana
di Roma Flaminio, posizione economica B/1.
Con nota prot. 0016.16/10/2020.0002607, l’Ufficio procedimenti
disciplinari e della responsabilità amministrativa ha fatto presente che, a
seguito di sentenza n. 1 del 7 gennaio 2015, con la quale la Corte dei
conti del Lazio aveva condannato il dipendente in questione al pagamento
di 863.563,98 euro, oltre accessori e spese, per indebite prestazioni
previdenziali erogate, la Direzione regionale Lazio dell’Istituto, sentita
l’Avvocatura regionale, aveva segnalato ai competenti Uffici di procedere a

12
022821

Collegio dei Sindaci

trattenere l’intero ammontare del TFS dovuto al dipendente, superando


l’importo del cd. quinto pignorabile, in applicazione dell’istituto
giurisprudenziale della compensazione indiretta (Cass. ord. n.
10132/2018; Cass. sent. n. 1513/2019).
L’Ufficio procedimenti disciplinari ha inoltre comunicato che la Direzione
regionale Lazio ha iscritto a ruolo il credito erariale di 980.594,19 euro,
mentre l’importo riscosso risulta pari a 254,72 euro. Il debitore ha
impugnato la cartella di pagamento notificata innanzi alla Commissione
tributaria provinciale dell’Aquila, con udienza fissata al 4 dicembre 2019. Il
Sig. […] è risultato altresì titolare di una quota di proprietà immobiliare nel
Comune di Lanciano (CH). Pertanto, la Direzione regionale Lazio ha
chiesto agli Uffici amministrativi e legali competenti per il territorio
dell’Abruzzo di procedere a iscrivere ipoteca legale sul predetto immobile a
tutela del credito erariale.
L’Amministrazione ha fatto presente che sono state avviate azioni di
ripetizione degli indebiti nei confronti dei percettori delle prestazioni
concesse dal Sig. […], “pur nella consapevolezza che dette operazioni non
consentiranno un ristoro integrale del danno subito dall’Istituto”. Al
riguardo, l’ex dipendente ha fatto istanza di accesso a documentazione
amministrativa per conoscere lo stato dei procedimenti di recupero, i cui
importi andrebbero portati a scomputo del debito erariale.
Infine, il competente Ufficio ha comunicato che procederà al monitoraggio
dello stato dei predetti recuperi presso le competenti strutture territoriali.
Il Collegio chiede di essere informato sulla definizione del procedimento
di recupero.

✓ Nota del Direttore generale, prot. n. 0064.06/11/2020.0051841


(0012.06/11/2020.0001381.E) – “Verbale del Collegio dei Sindaci n.
35 del 22 ottobre 2020 – Determinazione del Direttore generale n. 286 del
23 settembre 2020 – Retribuzione di risultato dirigenti, professionisti e
medici – Valutazione relativa all’anno 2019”.
Con la nota in oggetto è stato trasmesso il riscontro col quale la Direzione
centrale risorse umane, ha fornito la documentazione richiesta da questo
Collegio con il verbale n. 35 del 22 ottobre 2020.
In particolare, con riferimento al CCNI 2019 personale dirigente, si prende
atto della correzione dell’errore materiale nella stesura definitiva e dei
pareri favorevoli espressi dal Dipartimento della Funzione pubblica e dal
Ministero dell’Economia e delle finanze – Dipartimento della Ragioneria
generale dello Stato; si evidenzia però quanto scritto dal Dipartimento
della Funzione pubblica nella nota n. 8055 del 10/02/2020 riguardo alle

13
022822

Collegio dei Sindaci

anticipazioni della retribuzione di risultato, che possono essere erogate


solo previa attestazione del raggiungimento, sia pure pro-quota, dei
risultati misurati secondo il sistema di valutazione in uso: “anche
l’anticipazione mensile prevista al comma 7 del citato art. 5 può essere
asseverata solo a tale condizione” – anticipazione mensile di 90 Euro per
risultati conseguiti dai dirigenti nella realizzazione di specifici progetti
speciali stabiliti dall’Ente.
Per quanto attiene ai CCNI 2019 di professionisti e medici, con riguardo
all’art. 7, comma 6, del contratto dei professionisti e art. 7, comma 4, del
contratto dei medici, relativi alla redistribuzione di eventuali risorse non
utilizzate della retribuzione di risultato in presenza di un grado di
realizzazione degli obiettivi attestato su percentuali inferiori al 100%, il
Dipartimento della funzione pubblica nella nota n. 41645 del 23 giugno
2020 ribadisce le perplessità già espresse in occasione delle certificazioni
degli omologhi CCNI 2017 e 2018 e conclude: “sul punto si rimanda alle
prudenti valutazioni di codesto Ente, previo coinvolgimento dell’OIV”.
Il Collegio invita l'Amministrazione a dare seguito alle raccomandazioni
formulate nelle note del Dipartimento della Funzione pubblica.

✓ Nota del Direttore generale, prot. n.


0064.09/11/2020.0052289.U (0012.09/11/2020.0001392.E) -
Verbale del Collegio dei Sindaci n. 30 del 10 settembre 2020. Note del
Magistrato della Corte dei Conti delegato al controllo prot. nn.
0071.03/09/2020.0000271.U, 0071.04/09/2020.0000723U- “Affidamento
della rappresentanza e difesa dell'INPS, unitamente all’Avvocatura interna,
al Prof. Avv. (...) del Foro di Roma nel giudizio d'urgenza e nell'eventuale
fase del reclamo. Determinazione n. 10 del 29 gennaio 2020 - Ricorso ex
art. 700 c.p.c. innanzi al Tribunale di Roma, R.G. 727/2020, proposto dal
dott (...) (rif. Prot. INPS.0071.30/06/2020.0000545U)". Verbale del
Collegio dei Sindaci n. 31 del 17 settembre 2020: - Deliberazione n. 53 del
9 settembre 2020 - "Ricorso al Tribunale di Roma, sez. Lav., R.G.
40504/2019, proposto dall’ Avv. [...]; - Nota del Magistrato della Corte dei
Conti delegato al controllo prot. 0071.15/09/2020.0000764.U - “Corte di
Appello di Milano, Sezione Lavoro, sentenza 69/2020 del 15 luglio 2020
[...] - Rettifica testo verbale n. 30 del settembre 2020 “Note del
Magistrato della Corte dei Conti n. 0071.03/09/2020.0000721.U e
0071.04/09/2020.0000723”.
Con la nota in oggetto e relativi allegati il Direttore generale ha fornito
riscontri in ordine alle richieste formulate da questo Collegio nei propri
verbali 30 e 31 del 2020.

14
022823

Collegio dei Sindaci

In particolare, nei verbali in esame, il Collegio aveva chiesto di ricevere


una relazione nella quale fosse specificato: «se è stato rispettato il
combinato disposto degli articoli 2, comma 1, lett. b) e 3, del regolamento
n. 308 del 2011; le percentuali di cause “vinte” dal professionista suddetto
ed in particolar modo le vertenze riguardanti la determinazione n. 139, del
3 Ottobre 2018».
Al riguardo, il Direttore generale ha trasmesso nota a firma del Direttore
centrale risorse umane, prot. n. 0003.22/10/2020.0022983.U, che ha
fatto presente quanto segue.
In primo luogo, con riferimento al rispetto delle disposizioni del
regolamento adottato con determinazione n. 308/2011, recante la
disciplina dell’affidamento d’incarichi legali a professionisti del libero foro,
il Direttore centrale, nel fornire gli elementi richiesti, ha precisato che la
questione era già stata affrontata nei documenti trasmessi con nota prot.
n. 0064.07/11/2019.0038656 e nota prot. n. 0064.08/06/2020.0022179.
Con riferimento ai contenziosi scaturiti dalla determinazione presidenziale
n. 95/2019, con la quale sono state ridotte le liquidazioni di buonuscita
relative a professionisti e medici, eliminando dal computo le voci
indennitarie accessorie, l’Amministrazione ha fatto espresso rinvio alla
nota prot. n. 35748 del 24/10/2019, già esaminata nel verbale n.
44/2019.
Il Collegio rinvia a detto verbale confermando i rilievi formulati nel
verbale n. 32/2019, riferiti ad «atipicità e (…) parziale incoerenza dello
specifico procedimento seguito per i conferimenti in parola che, a fronte di
una selezione nazionale, si è concluso restringendo gli affidamenti ai
professionisti del Foro di Roma».
Con riguardo alla determinazione n. 10 del 29 gennaio 2020, esaminata
nel verbale n. 4/2020, con la quale è stato affidato al Prof. Avv. […]
l’incarico di rappresentare l’Ente nel giudizio introdotto dal Dott. […] con
ricorso ex art. 700 c.p.c., l’Amministrazione, nel rimandare a quanto già
rappresentato con nota prot. n. 10129 del 1/6/2020, ha ribadito che il
regolamento citato «non esclude la possibilità di ricorso a professionisti del
libero foro in aggiunta all'attività difensiva esercitata dai legali dell'Ente
nei giudizi, come quello instaurato dal nominato dirigente di prima fascia,
di particolare rilevanza sia per la materia sottesa che per i gravi fatti
riportati nel ricorso». La nota in questione è stata già esaminata nel
contesto del verbale n. 22/2020, nel quale il Collegio aveva invitato
«l’Istituto ad implementare compiutamente le possibili fattispecie di difesa
in genere, in occasione della già sollecitata revisione del Regolamento».

15
022824

Collegio dei Sindaci

Con riferimento alla determinazione n. 30 del 24 gennaio 2020, con la


quale l’Organo munito dei poteri del C.d.a. aveva attribuito al Prof. Avv.
[…], congiuntamente all’Avvocatura dell’Istituto, la difesa legale avverso il
ricorso ex art. 700 c.p.c. proposto dal Dott. […], l’Amministrazione ha
ancora una volta ribadito che si tratta di «modalità difensiva non esclusa
dal citato Regolamento».
Per quanto riguarda le suddette determinazioni il Collegio chiede lo stato
di attuazione della revisione del citato Regolamento, più volte richiesta.
Circa le percentuali di cause vinte dal professionista in parola,
l’Amministrazione non ha fornito valori numerici, limitandosi a far presente
che «il professionista ha vinto, con sentenze definitive, quattro cause in
Cassazione (Avv.ti […], Dott.ssa […]), tre avanti al Tribunale (Ing. […],
Avv. […] e Dott. […]) una avanti al TAR Puglia (Avv. […]), mentre ne ha
persa una avanti al Consiglio di Stato (Avv. […]) in materia di accesso agli
atti e una neanche definitiva avanti alla Corte d'Appello di Milano (Avv.
[…])».
Il Collegio chiede al riguardo un elenco dei contenziosi complessivamente
affidati al professionista in esame.
Rileva, più in generale, che nel sito istituzionale INPS, nella sezione
"Professionisti Legali", non è possibile visualizzare l’elenco degli avvocati a
cui l’INPS può conferire incarichi legali per il patrocinio e la
rappresentanza in giudizio, suddiviso nei rami di attività del diritto civile e
commerciale, amministrativo, lavoro, penale e tributario, come previsto
dal regolamento recato dalla citata determinazione n. 308/2011. In ogni
caso chiede che copia di tale registro venga messa a disposizione del
Collegio dei Sindaci.
Infine, nel trattare la nota del Magistrato della Corte dei conti delegato al
controllo prot. 0071.15/09/2020.0000764.U
(0012.15/09/2020.0001126.E) - “Corte di Appello di Milano, Sezione
Lavoro, sentenza 69/2020 del 15 luglio 2020 - Condanna dell'INPS al
risarcimento del danno cagionato dall’avv. (...)” riportata nel verbale
30/2020, il Collegio aveva «invitato l’Istituto a valutare l'adozione di
provvedimenti in autotutela». Come noto, con la sentenza citata, poi
impugnata dall’Istituto in Cassazione, la Corte d’appello di Milano aveva
riconosciuto all’Avv. […] il risarcimento del danno subito, oltre alle spese
di lite, a seguito dell’affidamento (con determinazione del Direttore
generale n. 139 del 3 ottobre 2018) all’Avv. […] dell’incarico di
Coordinatore Metropolitano dell'Ufficio Legale di Milano.
Al riguardo l’Amministrazione, nel riportare quanto evidenziato dal
Coordinatore generale legale con apposita nota, ha fatto presente che

16
022825

Collegio dei Sindaci

«Non è stato riconosciuto il diritto dell’Avv. […] all'incarico in questione né


annullato il provvedimento di conferimento all’Avv. […]. L'Amministrazione
ha provveduto a dare provvisoria esecuzione alla sentenza nella sua
(unica) parte dispositiva ottemperando alla formulazione di condanna che
riguarda il risarcimento parziale riconosciuto all’Avv. […], risultando invece
non previste altre statuizioni che obbligano l'Istituto ad assumere
provvedimenti demolitori o revocatori dell'incarico conferito all’Avv. […],
attenendo ai legittimi poteri organizzativi e discrezionali spettanti
all'Amministrazione quale datore di lavoro. Precisato ciò, non può
configurarsi alcun danno erariale per le indennità da corrispondere all’Avv.
[…] in quanto dovute per l'effettivo svolgimento dell'incarico conferitole;
l’Istituto, invece, si esporrebbe ad azioni risarcitorie con profili di danno
erariale qualora dovesse revocare l'incarico all’Avv. […], in quanto
rimuoverebbe gli effetti a lei favorevoli del provvedimento che ha
ingenerato il suo legittimo affidamento a ricoprire l’incarico per la durata
quadriennale. A maggior ragione nel caso in cui, come nella fattispecie, vi
siano profili per ottenere l'annullamento della sentenza della Corte
d'Appello in Cassazione. Lo stesso importo riconosciuto all’Avv. […] è stato
corrisposto con espressa riserva di ripetizione proprio in quanto la
questione è ancora sub iudice dal momento che la sentenza non è
definitiva e sarà impugnata con ricorso per Cassazione».
Il Collegio ribadisce l’esigenza di un’attenta valutazione in relazione a
possibili provvedimenti in autotutela al fine di evitare ulteriori contenziosi
e conseguenti rischi di ulteriori condanne per risarcimento danni che
graverebbero sulle finanze dell’Ente.
Il Collegio ribadisce, altresì, l’assoluta carenza di motivazione della
deliberazione consiliare n. 71/2020 in relazione ai profili di legittimità che
giustificherebbero il ricorso in Cassazione.

✓ Nota del Direttore generale, prot. n. 0064.09/11/2020.0052313


(0012.09/11/2020.0001395.E) – “Riscontro verbali del Collegio dei
Sindaci n. 31 del 17 settembre 2020 – ‘Esame delle risposte alle
osservazioni/rilievi del Collegio – Nota del Direttore generale, prot. n.
0064.03/08/2020.0031520 [… Servizi di custodia, gestione, indicizzazione,
classificazione informatica, supporto logistico e organizzativo degli archivi
di deposito della Direzione Generale e delle Direzioni Regionali INPS …]’”.
Con la nota in epigrafe il Direttore generale ha trasmesso la nota prot. n.
0017.04/11/2020.0130906 della Direzione centrale risorse strumentali e
centrale unica acquisti, della Direzione centrale benessere organizzativo,
sicurezza e logistica, e della Direzione centrale patrimonio e archivi con la

17
022826

Collegio dei Sindaci

quale sono stati forniti riscontri alle richieste formulate nel verbale in
oggetto.
Il Collegio avvia l’esame.

7. Varie ed eventuali

Partecipazione dei rappresentanti del Collegio ai comitati


amministratori

In data 6 novembre 2020, il sindaco Martone ha partecipato al Comitato


amministratore del fondo di solidarietà della provincia autonoma
di Trento i cui componenti, all’unanimità, hanno approvato tutte le
proposte della struttura territoriale.

In data 10 novembre 2020, il sindaco Martellucci ha partecipato alla


riunione del Comitato amministratore del Fondo Pensioni Lavoratori
Dipendenti, fino alle ore 10,00. Nel corso della riunione sono stati trattati
i punti iscritti all’OdG e sono state accolte le proposte della tecnostruttura.

In data 11 novembre 2020, il sindaco Martellucci ha partecipato alla


riunione della Commissione centrale per l'accertamento e la
riscossione dei contributi agricoli unificati - CAU. Nel corso della
riunione sono stati trattati tutti i punti iscritti all’OdG e sono state accolte
le proposte della tecnostruttura.

In data 11 novembre 2020, il sindaco Moffa ha partecipato alla riunione


del Comitato di vigilanza per le prestazioni previdenziali dei
dipendenti civili e militari dello Stato e loro superstiti. Nel corso della
riunione sono stati trattati i punti iscritti all’OdG fino al n. 40, nonché
quelli iscritti ai numeri 64, 65 e 66. Sono state accolte le proposte
dell'Amministrazione, salvo per il ricorso di cui al punto 24, ritirato per
approfondimenti.

°°°

✓ Nota del Magistrato della Corte dei conti delegato al controllo


dell’Ente, prot. n. 0071.30/10/2020.0000932 (INPS.0012.
30/10/2020.0001351.E), - “GIAS - Riunione del 28 ottobre 2020 –
punto 2) all’o.d.g. - Doc. n. 1573 Sospensione dell'esecuzione della
decisione assunta dal Comitato Provinciale di Viterbo sul ricorso

18
022827

Collegio dei Sindaci

presentato (omissis) avverso il provvedimento di reiezione della domanda


di assegno sociale. Proposta di annullamento (Scadenza 90 gg: 29 ottobre
2020)”.
È pervenuta per conoscenza a questo Organo di controllo, la nota in
oggetto indirizzata al Presidente del Comitato Amministratore per la
Gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni
previdenziali.
Il ricorso in oggetto si riferisce alla revoca ab origine di un assegno sociale
già liquidato dalla sede di Viterbo, disposta a seguito della presunta
percezione – da parte della ricorrente - di un assegno di mantenimento in
realtà mai percepito. Il Comitato provinciale di Viterbo, nella seduta del 29
luglio 2020, aveva accolto il ricorso, motivando in ordine a due condanne
emesse in sede penale nei confronti dell’ex coniuge della ricorrente per
mancata corresponsione dell’assegno di mantenimento. Il Comitato
provinciale rilevava anche che “l’ex coniuge, da novembre 2007
percepisce una pensione di inv.civ., tale da non poter corrispondere,
eventualmente, un assegno di mantenimento”.
Successivamente il Direttore provinciale sospendeva l’esecuzione della
decisione di accoglimento del ricorso per il mancato esperimento da parte
della ricorrente degli atti esecutivi previsti dagli artt. 474 e ss. del codice
di procedura civile.
Nel corso della seduta del 28 ottobre u.s. il Comitato Amministratore per
la Gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni
previdenziali ha accolto la proposta della Direzione Generale di annullare il
provvedimento adottato dal Comitato provinciale di Viterbo, favorevole
alla ricorrente, poiché “le sentenze penali di condanna nei confronti dell’ex
coniuge (…) non sono di per sé sufficienti per il recupero delle somme
spettanti”.
Con la nota in epigrafe il Magistrato della Corte dei conti delegato al
controllo dell’Ente ha segnalato al Presidente del Comitato che sulla
fattispecie esiste un consolidato orientamento giurisprudenziale della
Suprema Corte di Cassazione (da ultimo, sentenza Sez. VI, n.
14513/2020) che collega il riconoscimento della prestazione sociale non
alla mera titolarità dei redditi ma alla loro effettiva percezione.
Il Collegio, nel condividere l’analisi del Magistrato della Corte dei conti,
chiede all’Istituto di effettuare i dovuti approfondimenti, anche
eventualmente al fine di indirizzare le strutture territoriali in conformità
con i consolidati orientamenti giurisprudenziali.

19
022828

Collegio dei Sindaci

✓ Nota del Direttore generale prot. n. 0064.04/11/2020.0050976


(0012.04/11/2020.0001364.E) - “ACN per la medicina fiscale
convenzionata INPS”.
Con la nota in epigrafe, il Direttore generale ha trasmesso al Presidente di
questo Collegio, per il seguito di competenza, l’ipotesi di Accordo collettivo
nazionale per la medicina fiscale convenzionata INPS, sottoscritta in data
30 luglio 2020, redatta ai sensi del d.lgs. 25 maggio 2017, n. 75 e
dell’Atto di indirizzo di cui al DM 2.08.2017, con allegata l’apposita
relazione illustrativa e tecnico-finanziaria.
Il Collegio prende atto.

✓ Nota del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Direzione


generale per le politiche previdenziali e assicurative, prot. n.
0012265.04-11-2020 (0012.04/11/2020.0001368.E) - “INPS -
Direzione regionale Lombardia. Verifica amministrativo - contabile
eseguita dai Servizi ispettivi di finanza pubblica, dal 21 gennaio al 20
febbraio 2019 (S.I. 6728/II).”.
Con la nota in epigrafe il Ministero del lavoro e delle politiche sociali,
tenuto conto delle controdeduzioni fornite dall’Istituto, con nota n.
0003.03/08/2020.0014432, ha considerato superati alcuni rilievi, ha
formulato raccomandazioni e ha richiesto ulteriori elementi informativi per
le residue irregolarità.
Il Collegio invita l’Istituto a fornire i riscontri richiesti dal Dicastero
vigilante e ad adottare tutti gli atti conseguenziali, informandone anche
lo scrivente Organo di controllo.

°°°

La riunione termina alle ore 12,00

°°°

20
022829

Collegio dei Sindaci

IL COLLEGIO DEI SINDACI

f.to Giorgio Danieli

f.to Danilo Giovanni Festa

f.to Rita Graziano

f.to Giacinta Martellucci

f.to Mariano Martone

f.to Elisabetta Moffa

f.to Pietro Voci

21