Sei sulla pagina 1di 5

comprensione scritta Livello B2

Il conto, lo scegli tu!

Svolgimento
Prima di leggere l’articolo l’insegnante scrive il titolo dell’articolo alla lavagna
Milano, la pizzeria nella quale il conto lo scegli tu: marketing o rivoluzione?
e chiede agli studenti di rispondere alle seguenti domande:

a) Ti piace la pizza? Se sì, quale?


b) Quanto spendi di solito per una pizza nel tuo paese?
c) Quanto vorresti spendere?
d) Secondo te, che cosa significa “il conto, lo scegli tu”?

Questa pagina può essere fotocopiata esclusivamente per uso didattico - © Loescher Editore

www.italianoperstranieri.loescher.it/
italianoperstranieri@loescher.it
1. Leggi l’articolo e verifica le tue ipotesi.

Milano, la pizzeria nella quale il conto lo scegli tu: marketing o rivoluzione?

"La pizza marinara può costare 5, 6 o 7 Euro. A seconda del voto che il cliente assegna
all'esperienza presso il nostro locale: è un modo per essere meritocratici¹, per spingerci
a lavorare di più e meglio e per far sentire i clienti più a proprio agio², in un periodo di
crisi".

Paolo Polli, proprietario di Ambaradan, l'ultima nata tra le pizzerie milanesi, riassume
così il particolare progetto che ha messo in piedi³: a scegliere il totale del conto è
l'avventore⁴.
Il meccanismo è molto semplice: dopo aver consumato il proprio pasto, il personale⁵
richiede di dare una valutazione. Le votazioni possibili sono tre: migliorabile (ovvero un
5, un'insufficienza, come al liceo), buono ed eccellente.

Esclusi dai voti solo l'acqua, "sarebbe stato troppo difficile per i prezzi", caffè e le
bibite in lattina, "anche se sono artigianali“.
Si può invece esprimere il proprio gradimento anche per quanto riguarda le birre
artigianali, il vino e i cocktail, che possono essere ordinati come dopo cena o anche in
abbinamento alla pizza scelta.

Una classica pizza e birra, se non si vuole eccedere in antipasti o pizze dal condimento
particolare, potrà costare tanto 10 quanto 14 Euro. Una vera rivoluzione.

L'idea è venuta a Paolo Polli, proprietario del locale, "dopo aver riflettuto a lungo sulla
mia esperienza come cliente e su quelle altrui⁶" e dopo essersi più volte chiesto perché
dover "pagare lo stesso prezzo sia che mi trovi bene in un locale, sia a fronte di una
cattiva esperienza". Nel momento in cui ha progettato il suo locale ha quindi messo
nero su bianco⁷ questa formula assolutamente innovativa e improntata "alla
meritocrazia" che serve anche "a me e a noi per migliorarci", oltre che ad essere un'idea
di marketing "in cui crediamo molto".

"Il surplus tra il prezzo di una pizza valutata come buona, ovvero il costo reale della
pizza, e una valutata come eccelente, va al personale di sala. È un modo di gratificare
un lavoro molto importante". I giorni passati dall'apertura sono pochissimi, "ma già vedo
un progressivo miglioramento del lavoro dei ragazzi in sala. Penso sia come dare un
premio produzione, sullo stile delle grandi aziende".

Un metodo di lavoro molto social, improntato all'attenzione al singolo cliente e alla


volontà di ognuno di esprimere concretamente la propria valutazione.

Liberamente tratto da:


Di Lara De Luna (29/01/2018)
http://www.repubblica.it/sapori/2018/01/29/news/milano_ambaradan_la_pizzeria_dove_scegli_tu_quanto_pagare-187533318/

Questa pagina può essere fotocopiata esclusivamente per uso didattico - © Loescher Editore

www.italianoperstranieri.loescher.it/
italianoperstranieri@loescher.it
2. Leggi ancora l’articolo e indica quali affermazioni sono presenti nel testo.

SÌ NO
1. Scegliere il prezzo è un vantaggio sia per il proprietario sia per il
cliente.

2. Il proprietario del locale ha pensato a questa iniziativa per riprendersi


dal periodo di crisi.

3. Tutte le bibite sono escluse dalla valutazione perché hanno prezzi fissi.
4. Questo progetto è frutto anche di esperienze personali pregresse.
5. Il personale di sala guadagna esclusivamente in base alle valutazioni
dei clienti.

6. Questa nuova formula influisce sulla motivazione del personale.

LESSICO

1. meritocratico
fondato sul merito (qualità, valore)

2. sentirsi a proprio agio


stare bene, sentirsi bene in una situazione. Contrario: sentirsi a disagio.

3. mettere in piedi
realizzare / aprire / avviare un’attività

4. l’avventore
il cliente

5. il personale
i dipendenti di un’azienda

6. altrui
degli altri

7. mettere nero su bianco


mettere per iscritto, chiarire bene
si usa quando si parla di contratti per stabilire gli accordi fra le parti
Soluzioni

N.2
Sì: 1 ; 4 ; 6

Questa pagina può essere fotocopiata esclusivamente per uso didattico - © Loescher Editore

www.italianoperstranieri.loescher.it/
italianoperstranieri@loescher.it
comprensione scritta Livello B2

Il conto lo scegli tu!

Svolgimento
Prima di leggere l’articolo l’insegnante scrive il titolo dell’articolo alla lavagna
Milano, la pizzeria nella quale il conto lo scegli tu: marketing o rivoluzione?
e chiede agli studenti di rispondere alle seguenti domande:

a) Ti piace la pizza? Se sì, quale?

a) Quanto spendi di solito per una pizza nel tuo paese?


b) Quanto vorresti spendere?
c) Secondo te, che cosa significa “il conto lo scegli tu”?

Questa pagina può essere fotocopiata esclusivamente per uso didattico - © Loescher Editore

www.italianoperstranieri.loescher.it/
italianoperstranieri@loescher.it