Sei sulla pagina 1di 15

Equipaggiamento

FNA

L’equipaggiamento per eseguire l’agoaspirato è semplice e poco costoso.


E’ formato da siringhe da 10 ml, aghi da 23 G e 25 G, vetrini per citolo-
gia, vetrini coprioggetti e un holder (pistola) per siringhe.
Tecnica a
mano libera

A) La posizione del paziente è supina con collo iperesteso; B) la siringa è


montata sull’holder ; C) il nodulo è individuato dall’operatore (tecnica a
mano libera); D) con un movimento rapido si inserisce l’ago e si aspira.
Preparazione
vetrino

A) L’ago è rimosso rapidamente dalla siringa; B) 5 ml di aria so no


aspirati nella siringa e l’ago è riposizionato sulla siringa; C) il materiale è
depositato sul vetrino, i vetrini sono contrassegnati col nome del
paziente; D) con il vetrino coprioggetti si striscia il materiale che viene
immediatamente fissato.
Tecnica
capillarità

Dopo il posizionamento dell’ago nel nodulo, vengono eseguiti pic coli


e rapidi movimenti di rotazione e di “avanti e indietro” finchè non
compare il “materiale” nell’hub dell’ago. Il materiale è quindi
recuperato posizionando l’ago in una siringa montata sul suo holder.
Effetti
estetici

Subito dopo l’FNA si applica una lieve compressione per pochi mi nuti
ed un piccolo cerotto. In alcuni casi è richiesta l’applicazione di ghiaccio
per alcuni minuti.
FNA
ecoguidato I

Ago

FNA di nodulo misto. Si noti la punta dell’ago iperecogena all’interno


del nodulo.
FNA
ecoguidato II
Ago

FNA di nodulo anecogeno denso. Si noti la punta dell’ago iperecogena


all’interno del nodulo.
Svuotamento
cisti tiroidea

Ago

Fase finale di uno svuotamento di una cisti tiroidea. Si notino la punta


dell’ago iperecogeno e le pareti della cisti che tendono a collassare.
FNA
nodulo solido
Ago

FNA di nodulo solido. L’ago ( iperecogeno) è posizionato nella porzione


periferica del nodulo per un ulteriore campionamento (secondo prelievo).
Nodulo
colloide

Cellule follicolari normali con nuclei uniformi e citoplasma chiaro.


(Papanicolau x100).
Tiroidite
di Hashimoto

A) Un gruppo di cellule di Hürthle, con ampio citoplasma e nucleoli


prominenti circondate da numerosi linfociti. (Pap x60). B) aspirato
ipercellulare con linfociti e cellule di Hürthle (May-Grünwald-
Giemsa (MGG) x250)
Tiroidite
subacuta

Cellule giganti multinucleate in un misto di cellule infiammatorie sullo


sfondo. Assenza di colloide. (Papanicolau x64).
Carcinoma
papillifero

A) Cellule follicolari con nuclei grandi ed irregolari, incisure nucleari e


cromatina chiara. (Papanicolau x400). B) Il preparato istologico mostra
il tipico aspetto a papille.(Ematossilina-eosina x50).
Carcinoma
midollare

A) Il preparato cellulare si colora positivamente per la calcitonina con


immunoperossidasi (x100). B) perdita della coesione tra le cellule.
L’amiloide è presente sotto forma di sostanza amorfa colorata in blu,
in stretto contatto con le cellule neoplastiche. (Papanicolau x400).