Sei sulla pagina 1di 4

I SETTORI DELL’ECONOMIA ITALIANA

BONUS
E EXPORT:
Le leve
del Sistema Casa
I SETTORI DELL’ECONOMIA ITALIANA

BONUS
E EXPORT:
Le leve
del Sistema Casa
SISTEMA CASA

IL SETTORE
DEL MOBILE
TRA ALTA
QUALITÀ LA PRODUZIONE È
E LOW COST CONCENTRATA
4 AL NORD
6

GLI ALTRI COMPARTI,


E LA NECESSITÀ
DI UNA
RIVOLUZIONE L’OREFICERIA:
GREEN UNA TRADIZIONE
2 8 CHE SI RINNOVA 3

12
L’ANALISI
FINANZIARIA
E DEL RISCHIO
DI INSOLUTI
NEL SETTORE
8
SISTEMA CASA

In tre anni e mezzo il bonus


IL SETTORE sotto il profilo distributivo che
tecnologico/produttivo. Oltre il
fiscale ha garantito acquisti
DEL MOBILE TRA ALTA
70% delle circa 80mila imprese
investe infatti in ricerca, per 4,5 miliardi
sostenibilità e innovazione.
di euro salvaguardando
QUALITÀ E LOW COST Molti negozi di tradizione
soffrono la concorrenza delle 10.000 posti di lavoro
grandi catene, anche estere,
che scalano il mercato con
prezzi contenuti. La visita
all’esposizione del negozio
tradizionale è inoltre sempre più
sostituita da micro-momenti di
contatto online con il
coinvolgimento di nuovi settori.
Come la moda, che registra
collezioni più ricche e vendite in
aumento per le divisioni home
di Armani, Diesel, Fendi e
Versace.
Il saldo commerciale della filiera americano. In Giappone
4 è il più alto tra tutti i competitor sempre più aziende aprono 5
internazionali (Cina esclusa) e negozi o avviano partnership
rappresenta poco più del 2% con distributori locali.
dell’export nazionale (circa 10 L’import di settore rappresenta
L’Italia è prima in Europa miliardi di euro per i soli mobili, una quota modesta riferita al
in aumento del 3% nel 2017). totale nazionale (inferiore
per numero di imprese e addetti Sorprende la tenuta complessiva all’1%) anche se vivace (+4%
nel legno e arredi dei mercati extra Ue, anche se nel 2017). Si registra un boom
con andamenti differenziati, di flussi di legno provenienti dai
nonostante il supereuro. Dalla Paesi extra-Ue, dato che
Russia (dopo tre anni di crollo) conferma l’importanza delle
Un settore che ci vede nella L’Italia brilla nel Sistema Casa e al Mercosur i mobili italiani, regole europee per contrastare
posizione di leader: primi in il dato delle vendite medie per soprattutto se in legno, il commercio illegale attraverso
Europa per numero di imprese e azienda, circa mezzo milione piacciono. Gli affari restano informazioni e controlli.
addetti nel legno e arredamenti, di euro, conferma il primato però lontani dai livelli pre-crisi e Il mercato interno mantiene una
terzi al mondo per bilancia nella fascia alta di gamma. la presenza italiana nel mondo certa dinamicità grazie alle
commerciale nei mobili per Questo sta attirando le è minacciata dai concorrenti a 860mila agevolazioni del bonus
sedersi, con intelaiatura di attenzioni dei fondi di basso costo, Cina e Polonia. fiscale legato alle ristrutturazioni
legno e imbottiti. Non solo: investimento che vanno a Anche la Germania è un edilizie, che hanno favorito
secondi solo ai cinesi nei caccia dei big lasciando in competitor agguerrito e in acquisti per 4,5 miliardi di euro
componenti, che tuttavia molti casi la gestione alle crescita, ma l’Italia conserva il in tre anni e mezzo,
utilizzano tecnologie più famiglie. primato in alcuni importanti contribuendo alla salvaguardia
arretrate rispetto alle nostre. È un settore in evoluzione sia mercati, come quello di 10mila posti di lavoro.