Sei sulla pagina 1di 16

Principi e Metodologie della

Progettazione Meccanica
Corso del II anno della laurea magistrale
in ingegneria meccanica

ing. F. Campana
a.a. 10-11

•Iter di progetto (secondo il modello di Pighini – Design for Quality)


•Lista dei requisiti (o capitolato di progetto)

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Iter di progettazione
Progettare un prodotto significa definire la struttura e la modalità di realizzazione
di un sistema in modo tale che esso possa assolvere a delle specifiche
richieste.
Questo avviene attraverso un iter che, nel caso più generale (ovvero definizione
di prodotti innovativi), è composto dalle seguenti fasi:
1. Indagini di mercato per definire le specifiche del cliente e valutare la concorrenza
2. Progettazione concettuale (avamprogetto e definizione dei concept)
3. Progettazione di massima
3. Progettazione esecutiva

Esigenza Progetto Progetto di Progetto esecutivo


concettuale massima

Pianificazione del processo di


Prodotto produzione
Produzione
finito

N.B. La necessità di modellare l’iter di progettazione (sorta nella seconda metà del ‘900) ha
rappresentato un punto chiave per la messa a punto delle procedure informatiche di supporto
allo sviluppo prodotto (PLM/PDM) e per la definizione di strategie industriali ottimizzate
(progettazione per la qualità, total quality management).
Principi e Metodologie della progettazione meccanica
1. La progettazione concettuale: in cui si definisce il principio di funzionamento ed
un primo schema di massima (arrangiamento) del sistema
2. La progettazione di massima: in cui si procede al dimensionamento ed
all’ottimizzazione dell’arrangiamento dei componenti
3. La progettazione esecutiva: in cui si indicano e risolvono tutte le problematiche di
assemblabilità e funzionalità del sistema
4. La progettazione della fabbricazione del sistema: in cui si risolvono tutti i problemi
legati a come produrre il sistema

La progettazione concettuale ha il compito di definire i principi di funzionamento del sistema dando un


prototipo di avamprogetto che successivamente verrà dimensionato ed ottimizzato nella fase di
progettazione di massima e poi esecutiva. Il livello di dettaglio nella definizione delle singole parti
cresce esponenzialmente man mano che si procede dalla fase concettuale a quella esecutiva. Il
prodotto finale della fase esecutiva è il progetto della fabbricazione del sistema in cui, oltre alla
sua forma e dimensione, si fissano i requisiti di fabbricazione, le tolleranze e le rugosità

Ogni singola fase presuppone specifici documenti che attestano il lavoro e lo stato del
progetto, i disegni (o tavole) di progetto sono senza dubbio i documenti più importanti. In
funzione della fase di progetto si distinguono:

• disegni di avamprogetto (schizzi a mano, rappresentazioni concettuali) (progetto di massima)

• disegni costruttivi (tavole di complessivi, di sottogruppi, di componenti)


componenti) (progetto esecutivo)

• disegni di fabbricazione (indicazioni tolleranze, rugosità


rugosità, sovrametalli, …) (per chi deve produrre)
(per l’l’archiviazione)
• disegni “come costruito”
costruito”

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


La lista dei requisiti
Il capitolato o lista dei requisiti è il primo documento ufficiale di sviluppo prodotto e
rappresenta il punto di partenza per l’impostazione del design for quality.
Metodi concorrenti sono il Quality Function Deployment (QFD) e l’Axiomatic Design (di cui si
daranno cenni successivamente).
La soddisfazione del cliente si traduce in requisiti di qualità (o proprietà) da formalizzare in
opportuni elenchi in grado di qualificare e quantificare la richiesta.
Poiché il progetto oltre ai requisiti di qualità dovrà avere dei requisiti tecnici di funzionalità e
performance distinguiamo due classi di proprietà: le proprietà interne e le proprietà
esterne.

Le p. interne sono tutte le prerogative fisiche del sistema, ovvero tutti gli aspetti di pertinenza
specifica dell’ingegnere:
resistenza (statica, a fatica, a frattura, …), rigidezza, rivestimento, resistenza alla corrosione, durezza,
formabilità, resilienza, … (comportamento dei materiali)
controllo delle traiettorie, comportamento dinamico, rapporti di trasmissione, scelta degli elementi e degli
organi funzionali, … (meccanica e dinamica delle strutture, costruzione di macchine, turbomacchine,
elettrotecnica, oleodinamica, … )
tolleranze di forma e costruttive, modalità di fabbricazione ed assemblaggio (tecnologia)

Le p. esterne sono gli aspetti del sistema percepiti dal cliente o da operatori diversi dal progettista
che vengono a contatto con il sistema durante il suo ciclo di vita. La qualità è quindi la
realizzazione come da specifica delle proprietà esterne interessanti per il cliente.

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Le proprietà esterne
direttamente percepita da
Proprietà esterna Scopo della progettazione orientata cliente azienda ambiente

Proprietà funzionali
N.B. Realizzare le funzioni richieste è l'obiettivo minimo • Le modalità di
della progettazione!
Ottimizzare i valori di targa del sistema garantendone la
realizzazione di
Prestazioni del S.M. robustezza (Robust Design) x queste proprietà e
Definire e garantire la probabilità che il sistema compia la quindi il loro grado
Affidabiltà sua missione con successo per la durata di tempo x
prestabilita
di eccellenza sono
Ridurre/eliminare il rischio di danno per l'operatore e/o funzione delle
Sicurezza l'ambiente circostante x
proprietà interne
Ottimizzare l'interfaccia uomo-macchina nel rispetto della
Ergonomia fisiologia umana x del sistema
Estetica Ottimizzare l'aspetto e la percezione del sistema x
• le tecniche di
Applicare quanto previsto dalle norme legislative/tecniche
Rispetto degli standard/norme x x progettazione
Attitudine alla manutenzione Semplificare/ridurre le operazioni di manutenzione x orientata(#) sono
Semplificare le operazioni di trasporto del sistema
Attitudine al trasporto x finalizzate ad
Ottimizzare le procedure di assemblaggio in produzione ottimizzare
Attitudine all'assemblaggio x
e/o esercizio
Ottimizzare la scelta del processo produttivo e la sua proprietà
fabbricazione
Attitudine alla fabbricabilità x
sequenza specifiche
Rendere possibile in maniera agevole la riciclabilità del
Riciclabilità sistema x

Eliminare/minimizzare le consegue dannose per


Sostenibilità ambientale l'ambiente (uomo, natura, società) a seguito della x (#) progettazione
realizzazione, dell'uso e dello smaltimento del sistema orientata o design for X
Minimizzazione dei costi del sistema (costi di sviluppo,
Costo produzione, gestione) x

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Le proprietà esterne
•Alcune proprietà sono tra loro interconnesse. Ad es. la fabbricazione e
l’assemblaggio influenzano fortemente il costo del sistema. La sicurezza implica
affidabilità ma non il viceversa. Le prestazioni risentono dell’affidabilità e del rispetto
degli standard.
•Alcuni legami sono più o meno forti a seconda del Sistema da progettare. Il
progettista è libero di scegliere le priorità sulla base delle considerazioni fatte nella
fase di chiarimento del compito.

Sostenibilità ambientale
Rispetto degli standard

Att. alla manutenzione

Att. alla fabbricazione


Attitudine al trasporto

Att. all'assemblaggio
Prestazioni del S.M.
Prop. Funzionali

Riciclabilità
Ergonomia
Affidabiltà

Sicurezza

Estetica

Costo
Proprietà esterna 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
1 Proprietà funzionali x x x x x
2 Prestazioni del S.M. x x x x x x
3 Affidabiltà x x x x x x
4 Sicurezza x x x x x x
5 Ergonomia x x x x
6 Estetica x x x x
7 Rispetto degli standard x x x x x x
8 Attitudine alla manutenzione x x x x x
9 Attitudine al trasporto x x x x
10 Attitudine all'assemblaggio x x x x
11 Attitudine alla fabbricazione x x x
12 Riciclabilità x x x x
13 Sostenibilità ambientale x x x x
14 Costo x

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Il processo di progettazione
• Lo scopo della progettazione è quello di definire come realizzare un sistema
in grado di compiere le operazioni richieste secondo quanto indicato dal
committente (= cliente)
• La progettazione è un processo di concretizzazione che porta dall’idea di
partenza (=l’esigenza di compiere un dato processo in un dato modo) alla
stesura del disegno esecutivo (= formalizzazione del sistema per rendere
possibile la sua produzione).
• Questo processo può essere distinto in due fasi:
– la progettazione concettuale o funzionale
– la progettazione esecutiva
• Ciascuna di questi fasi è a sua volta un insieme di fasi e loop di verifica e
correzione.
• A monte c’è la fase di chiarimento del compito che impone:
– la definizione e la quantificazione dei requisiti di progetto (sia interni che esterni,
sia attesi che inattesi dal cliente);
– la valutazione dello stato dell’arte e delle problematiche funzionali legate alla
scelta dei diversi principi fisici (detti anche principi tecnologici) con cui può
operare il sistema in via di progettazione.

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


richieste del cliente, vincoli aziendali

Chiarimento del compito

lista dei requisiti

Scelta del principio tecnologico* * N.B. in alcuni casi lo stato


dell’arte ed i vincoli aziendali
fanno anticipare la scelta del
principio tecnologico alla fase di
Studio della funzione chiarimento del compito.
Concept Design

Analisi degli attuatori

tabella morfologica

Schemi concettuali e scelta


dello schema ottimale

Progetto di massima (o preliminare)

disegni di massima

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Il processo di progettazione:
il chiarimento del compito
• Il primo passo necessario alla corretta impostazione del
progetto consiste nel chiarimento del compito ovvero
nella collezione ed organizzazione dei requisiti del
sistema.
• In questa fase occorre focalizzare:
– cosa deve realizzare il sistema e come deve farlo
– che tipo di operando (= input primario) deve trasformare
– In quale ambiente e circostanze
Sistema da
progettare operatore

Output primari
Input primari
processo Output secondari
Input secondari

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Il processo di progettazione:
il chiarimento del compito
• L’analisi del processo che dovrà compiere il sistema serve a mettere
in luce:
– su quale principio fisico si baserà il sistema
– un insieme di requisiti interni su cui basare la fattibilità tecnologica del
sistema stando allo stato dell’arte attuale.

• Il documento che formalizza questa fase è la lista dei requisiti (o


capitolato/specifica di progetto). Il suo scopo consiste nel riepilogare
le proprietà (= i requisiti) che dovrà avere il sistema. Può essere
realizzata come una tabella suddivisa per proprietà. Le proprietà
devono essere:
– dettagliate nelle eventuali proprietà interne che le realizzano,
– quantificate dove possibile con valori di targa od intervalli plausibili,
– ordinate in base a priorità messe in luce proprio dal chiarimento del
compito.

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Il processo di progettazione:
il chiarimento del compito
A titolo di esempio si illustrano due casi studio. Il primo riguarda il progetto di
un tavolino ribaltabile per sedili di treno, il secondo una cioccolatiera. Si noti
come l’assegnazione iniziale sia più scarna rispetto all’elenco della lista dei
requisiti.

Esempio 1: Sviluppare il progetto (funzionale


ed esecutivo) di un tavolino
ribaltabile per sedili di treno.
Si consideri un ingombro
max 30°
massimo di 400 x 350 mm ed
un’altezza da terra di circa 800
mm.
Il sistema deve essere
ergonomico, di facile
assemblaggio e fabbricazione,
non deve prevedere
manutenzione ed il suo utilizzo
deve essere sicuro.

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


PROPRIETA’
DETTAGLI *R *D/A
ESTERNE

1 Requisiti SM ribaltabile per il sostegno di oggetti utili durante un viaggio


Lista dei requisiti funzionali/ in treno (libri, bicchieri, PC…). x
Prestazioni del
sistema Descrizione dell’ancoraggio:
il SM si ancora al sedile anteriore. L’inclinazione dello
schienale (max 30°) può essere regolata mediante scorrimento in
avanti della seduta; un guscio solidale a terra, cui sono fissati i x
braccioli, contiene il sedile fino a 1100 mm di altezza.

Distanza da terra dei braccioli 700 mm


x
Lista estratta dall’elaborato a.a. 06-07 di

Ingombri del SM Larghezza 400 mm


Flavia Campanelli, Francesco Morè

Profondità 350 mm x
Altezza da terra 800 mm
Ingombro minimo se inutilizzato
x

Carico massimo di esercizio (in condizioni di massimo sbalzo) 100 N


x
e Luciana Rutilo

Carico massimo di progetto 200 N


x

Freccia massima 5 mm
x

Possibilità di regolare la posizione


(leggio) x

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


PROPRIETA’ DETTAGLI
ESTERNE *R *D/A

2 Ergonomia Modalità di utilizzo intuitiva e senza


sforzi x

Semplicità di azionamento
x

Presenza vano portaoggetti e


portabibite x

Lista estratta dall’elaborato a.a. 06-07 di


Sistema di facile pulizia

Flavia Campanelli, Francesco Morè


x

Sistema in grado di garantire una


corretta postura x

3 Sicurezza Evitare aperture inattese


x

Evitare usi impropri del sistema

e Luciana Rutilo
x

Assenza spigoli vivi


x

Assenza di parti meccaniche scoperte


x

Evitare che gli oggetti scivolino


x

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


PROPRIETA’ ESTERNE DETTAGLI *R *D/A

4 Fabbricabilità e Impiego del minor numero di componenti


assemblabilità x

Impiego di componenti standard


x

Facilità di assemblaggio in fase di

Lista estratta dall’elaborato a.a. 06-07 di


montaggio x

Flavia Campanelli, Francesco Morè


5 Affidabilità e manutenibilità Durata prevista Illimitata
x

Manutenzione dei meccanismi Assente x

e Luciana Rutilo
6 Estetica Impiego di materiali e finiture appropriati
x

7 Costo Costo di fabbricazione massimo 40 €


x

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Esempio 2
Specifica del cliente
S i r e a liz z i il p r o g e tto d i u n a c io c c o la tie r a c h e c o n s e n ta d i p r e p a r a r e (a p a r tir e d a p o lv e r e e
liq u id o ) la b e v a n d a , m a n te n e r la c a ld a e m e s c e r la .

S i r e n d a p o s s ib ile la p r o d u z io n e d i a lm e n o 5 litr i d i b e v a n d a , la te m p e r a tu r a d i p r e p a r a z io n e s ia
a l m a s s im o 7 0 ° C , m e n tr e q u e lla d i r e g im e s ia in c lu s a tr a 4 0 ° C e d i 5 0 ° C .
T e m p o d i p r e p a r a z io n e d e l c o m p o s to : c ir c a 3 0 m in u ti.

La m a c c h in a d e v e e s s e r e in g r a d o d i:
- in d ic a r e la q u a n tità d i liq u id o in s e r ita /la q u a n tità d i c io c c o la to r e s ta n te
- p r e im p o s ta r e la d u r a ta d i p r e p a r a z io n e
- r e g o la r e a u to m a tic a m e n te la t e m p e r a tu r a u n a v o lta f is s a to il v a lo r e (n o n s i r ic h ie d e u n a
a c c u r a te z z a e s tr e m a )
- m is c e la r e c o n c o n tin u ità il c o m p o s to u n a v o lta p r o n to e v ita n d o g r u m i
- c o n s e n tir e la m e s c ita

I n g o m b r i d i m a s s im a : 2 5 0 x 3 0 0 x 5 0 0 m m . P e s o d i m a s s im a ≤ 1 0 k g
P o t e n z a m a x r ic h ie s ta : 1 K W , a lim e n ta z io n e d o m e s tic a .

S i c u r i l’e r g o n o m ia d e ll’a z io n a m e n to /u tiliz z o e d e ll’e v e n tu a le tr a s p o r to (s a ltu a r io )


C a r a tt e r is tic h e d i m a n u te n z io n e : f a c ile p u liz ia d e lle p a r ti a c o n ta tto c o n il c io c c o la to
C a r a tt e r is tic h e d i s ic u r e z z a : s e c o n d o g li s ta n d a r d o v v e r o c e r tif ic a z io n e C E

I l p r e z z o d i f a b b r ic a z io n e s ia in f e r io r e a i 3 0 0 e u r o

Principi e Metodologie della progettazione meccanica


Lista dei requisiti R=richiesto
D=desiderato
O=omesso

Entro la soglia di ?
Coincide con requisiti di Sicurezza

Principi e Metodologie della progettazione meccanica