Sei sulla pagina 1di 23

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI

A cura di Rossella Segurini


Azienda Usl di Ravenna - U.O. Direzione Amministrativa dell’Assistenza Distrettuale
Procedimenti Amministrativi Sportello Unico

  1
ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERIMATIVI
Cosa si indende per:

¾ Cittadini comunitari: si intendono i cittadini provenienti dai paesi appartenenti alla


Unione Europea, cioè Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia,
Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania,
Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica
Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria
L’ambito di applicazione è esteso anche a Svizzera e agli stati appartenenti allo
Spazio Economico Europeo: Islanda , Liechtenstein, Norvegia.

¾ Cittadini stranieri: si intendono i cittadini provenienti da Paesi che non


appartengono alla Unione Europea (art.1, comma 1 D.Lgs. n. 286/1998).

¾ Residenza/Effettiva dimora: lo straniero è iscritto al Servizio sanitario nazionale,


unitamente ai familiari a carico, negli elenchi degli assistibili dell’Asl nel cui territorio
ha la residenza ovvero, in assenza di essa, nel cui territorio ha effettiva dimora. Per
luogo di effettiva dimora si intende il luogo indicato nel permesso di soggiorno.
La persona che non ha fissa dimora si considera iscrivibile presso la Asl ove ha il
domicilio.

Chi può autocertificare


I soggetti che possono autocertificare, oltre ai cittadini italiani, sono:

1. I cittadini dell’Unione Europea


2. I cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia limitatamente ai dati
verificabili presso le pubbliche amministrazioni italiane, fatte salve le disposizioni
contenute nelle leggi e nei regolamenti concernenti la disciplina dell’immigrazione e
la condizione dello straniero.
Per completezza d’informazione si rappresenta che:

a) non possono essere sostituiti da autocertificazioni:

- i certificati sanitari, medici e veterinari

- i certificati di origine, di conformità CE, di marchi e brevetti;

b) I dati contenuti nella carta di identità o in altro documento di riconoscimento, in


corso di validità, hanno lo stesso valore dei corrispondenti certificati; per attestare
nome, cognome, data di nascita o residenza, ad esempio, è sufficiente l’esibizione
del documento di riconoscimento.

  2
CITTADINI COMUNITARI - ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO
NAZIONALE

Tipologie

Il cittadino dell’Unione che ha diritto a soggiornare nel territorio nazionale per un periodo
superiore a tre mesi, può ottenere l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale, trovandosi
nelle seguenti condizioni:

1. è un lavoratore subordinato o autonomo nello Stato;


2. è familiare, anche non cittadino dell’Unione, di un lavoratore subordinato o
autonomo nello stato;
3. è familiare di cittadino italiano;
4. è in possesso di un diritto di soggiorno permanente maturato con almeno 5 anni di
residenza in Italia;
5. è un disoccupato iscritto nelle liste di collocamento o iscritto ad un corso
professionale
6. E’ titolare di uno dei seguenti formulari comunitari: E106, E109, E120, E121 o
equivalente modello S1

Il cittadino dell’Unione, già lavoratore subordinato o autonomo sul territorio nazionale, che
ha avuto l’iscrizione per periodi superiori a tre mesi, mantiene la titolarità del diritto
all’iscrizione nelle seguenti ipotesi:

1. è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata dopo aver


esercitato un'attività lavorativa per oltre un anno nel territorio nazionale ed è iscritto
presso il Centro per l'impiego, ovvero ha reso la dichiarazione, di cui all'articolo 2,
comma 1, del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, così come sostituito
dall'articolo 3 del decreto legislativo 19 dicembre 2002, n. 297, che attesti
l'immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa;
2. è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata al termine di un
contratto di lavoro di durata determinata inferiore ad un anno, ovvero si è trovato in
tale stato durante i primi dodici mesi di soggiorno nel territorio nazionale, è iscritto
presso il Centro per l'impiego ovvero ha reso la dichiarazione, di cui all'articolo 2,
comma 1, del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, così come sostituito
dall'articolo 3 del decreto legislativo 19 dicembre 2002, n. 297, che attesti
l'immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa. In tale caso,
l'interessato conserva la qualità di lavoratore subordinato per un periodo di un
anno;
3. segue un corso di formazione professionale. Salvo il caso di disoccupazione
involontaria, la conservazione della qualità di lavoratore subordinato presuppone
che esista un collegamento tra l'attività professionale precedentemente svolta e il
corso di formazione seguito.

Per familiare si intende:

1. il coniuge

  3
NB: ai sensi della legislazione italiana vigente, la persona convivente non può,
attualmente, essere considerata familiare.

2. i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge;


3. gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge.

La compartecipazione alla spesa sanitaria nazionale dei cittadini comunitari iscrivibili al


SNN, è quella prevista per i cittadini italiani.

1 DOCUMENTAZIONE DA RICHIEDERE PER L’ISCRIZIONE AL SSN DEI CITTADINI


Documentazione da richiedere per l’iscrizione al SSN dei cittadini comunitari

Tipologia assistito Documenti da presentare Validità


Lavoratore stagionale • Contratto di lavoro • Pari alla scadenza
che resta in Italia per meno di • Documento d’identità del contratto di
3 mesi • Autocertificazione di domicilio lavoro, massimo
tre mesi

Lavoratore stagionale • Autocertificazione di domicilio • Pari alla scadenza


con permanenza superiore a 3 • Contratto di lavoro attestante il del contratto di
mesi rapporto di impiego e la durata lavoro
• Documento d’identità

Lavoratore subordinato per • Documento di identità valido • cittadino che


periodi superiori a 3 mesi • Ricevuta della richiesta di presenta ricevuta
iscrizione anagrafica per il anagrafica e
regolare soggiorno o attestato di contratto di lavoro:
regolare soggiorno rilasciati dal 3 mesi
Comune. • cittadino con
• Contratto di lavoro attestante il attestato di
rapporto di impiego e la durata regolare soggiorno
e contratto di
lavoro:1 anno
rinnovabile se il
contratto di lavoro
è a tempo
indeterminato.
• Se il contratto è a
tempo determinato
l’iscrizione al SSN
deve essere
effettuata fino alla
naturale scadenza
del contratto, se
inferiore all’anno, o
di anno in anno se
di durata
superiore.

Lavoratore autonomo nello • Documento di identità valido • Se il cittadino


Stato • Ricevuta della richiesta di presenta, oltre alla
per periodi superiori a 3 mesi iscrizione anagrafica per il documentazione
regolare soggiorno o attestato di richiesta, la
regolare soggiorno rilasciati dal ricevuta
Comune. anagrafica: 3 mesi
• autocertificazione di iscrizione • Se il cittadino

  4
alla Camera di Commercio o ad presenta, oltre alla
un albo o ordine professionale. documentazione
richiesta,
• Autocertificazione di apertura l’attestazione
partita Iva o apertura posizione anagrafica di
Inps (per piccole imprese es. regolare
edili,elettricisti, idraulici può soggiorno: 1 anno,
essere presentato anche rinnovabile
autocertificazione circa il
Documento Unico di Regolarità
Contributiva –DURC- rilasciato
dall’Inps)
Familiare, anche non cittadino • Documento di identità valido • pari al familiare
comunitario, di un lavoratore • Ricevuta della richiesta di titolare di
subordinato nello Stato iscrizione anagrafica per il autonomo diritto di
regolare soggiorno o attestato di soggiorno
regolare soggiorno rilasciati dal
Comune.
• Certificato di matrimonio tradotto
o, per i figli, certificato di nascita
tradotto con maternità/paternità o
certificazione nucleo familiare
• Contratto di lavoro del titolare di
cui è familiare, attestante il
rapporto di impiego e la durata;
• Carta di soggiorno rilasciata dalla
Questura se non cittadino di uno
stato membro Ue
Familiare, anche non cittadino • Documento di identità valido • pari al familiare
comunitario, di un lavoratore • Ricevuta della richiesta di con autonomo
autonomo nello Stato iscrizione anagrafica per il diritto di soggiorno
regolare soggiorno o attestato di a cui è legato
regolare soggiorno rilasciati dal
Comune.
• Certificato di matrimonio tradotto
o, per i figli, certificato di nascita
tradotto con maternità/paternità o
certificazione nucleo familiare
• Autocertificazione di iscrizione
alla Camera di Commercio o ad
un albo o ordine professionale
del titolare di cui è familiare
• Autocertificazione possesso
partita Iva o apertura posizione
Inps
• (per piccole imprese es. edili,
elettricisti, idraulici può essere
presentato anche
autocertificazione del Documento
Unico di Regolarità Contributiva –
DURC- del familiare con
autonomo diritto di soggiorno (es.
marito) rilasciato dall’Inps.
• Carta di soggiorno per cittadini
non UE
Familiare a carico di cittadino • Documento di identità valido • Un anno
italiano • Ricevuta della richiesta di rinnovabile
attestazione anagrafica per il
regolare soggiorno o attestato di
regolare soggiorno rilasciato dal
  5
Comune.
• Autocertificazione di familiare a
carico

Donne soggette alla tratta • Attestazione del Questore o • Pari alla durata
(art.18 D.lgs.286/1998) dichiarazione dell’Ente che del programma di
gestisce il programma di assistenza ed
assistenza ed integrazione integrazione
sociale sociale
• Documento d’identità
Ex lavoratore in stato di • Documento di identità valido • Un anno
disoccupazione involontaria • Ricevuta rilasciata dal comune di
richiesta di iscrizione all’anagrafe
o attestato di regolare soggiorno
rilasciato dal Comune.
• autocertificazione di iscrizione
presso il Centro per l'Impiego
• Dichiarazione del datore di lavoro
attestante il rapporto di impiego
cessato o la lettera di
licenziamento o il contratto di
lavoro a tempo determinato
(scaduto).
Ex lavoratore (con precedente • . eri cittadino • pari alla durata del
rapporto di • Documento di identità valido corso di
lavoro) iscritto a corso di • Ricevuta rilasciata dal Comune di formazione
formazione richiesta di iscrizione anagrafica professionale,
professionale o attestato di regolare soggiorno massimo un anno
• Autocertificazione/Certificato (se il
corso non è gestito da ente o
ufficio della P.A.) di iscrizione al
corso professionale contenente la
durata (il corso deve essere
collegato al precedente lavoro
svolto)

munitario si intendono
Studente • Modello E106 o equivalente S1 Rilascio Allegato 1 Circ.
in possesso del Mod. E 106 o • Autocertificazione del corso di RER 23/2004 per
equivalente S1 formazione professionale o di assistenza MMG, PLS,
studio frequentato prestazioni, ricoveri; non
• Documento d’identità ha diritto a Team

• Validità: pari alla


durata del corso di
studi riportata nel
mod. E106/S1, al
massimo un anno

Lavoratore distaccato - • Documento di identità valido Rilascio Allegato 1 Circ.


familiare di disoccupato RER 23/2004 per
• Modello E106 o equivalente S1 assistenza MMG, PLS,
prestazioni, ricoveri; non
ha diritto a Team
• Ricevuta o attestazione di
iscrizione anagrafica o residenza
(contestuale o successiva alla • Validità: come da
iscrizione, max entro 90 gg. mod. E106 o S1
da riportare
  6
dall’iscrizione SSN) sull’allegato 1,
max 1 anno
rinnovabile
Richiedente la • Modello E120 o equivalente S1 • Rilascio Allegato 1
pensione/Familiare • Attestazione anagrafica o Circ. RER
del richiedente la pensione (in residenza in Italia 23/2004 per
attesa del rilascio della • Documento d’identità assistenza MMG,
pensione) PLS, prestazioni,
ricoveri; non ha
diritto a Team
• Pari a quella
indicata nel mod.
E120 o S1 da
riportare
nell’Allegato 1,
massimo un anno.
Pensionato/Familiare di • Modello E121 (o E33) • Pari a quella
Pensionato • Attestazione di richiesta indicata nel mod.
anagrafica o residenza in Italia. E121 o S1; se non
• Documento d’identità indicato un anno
rinnovabile
Familiare di lavoratore • Modello E109 o equivalente S1 • Pari a quella
• Attestazione anagrafica o indicata nel mod.
residenza in Italia. E109 o S1; se non
• Documento d’identità indicato un anno
rinnovabile
Titolare di Attestazione di • Attestazione di soggiorno • iscrizione SSN a
soggiorno permanente permanente tempo
indeterminato
• Documento d’identità
N.B.: l’attestazione di soggiorno
permanente esonera
l’interessato dalla conservazione
dei requisiti previsti dal D. Lgs.
30/2007 per il riconoscimento del
diritto al soggiorno
Documenti da chiedere all’assistito

Tipologia dell’assistito Documenti da chiedere all’assistito

FIGLI MINORI NATI IN ITALIA DI CITTADINO/A COMUNITARIO ISCRITTO AL SSN


I figli minori nati in Italia di cittadino/a comunitario iscritto al SSN hanno diritto
all’iscrizione al SSN.

CASI DI NON ISCRIVIBILITA’ AL SSN


Non sono iscrivibili al SSN:
• i possessori di Tessera Europea di Assicurazione Malattia TEAM in temporaneo
soggiorno in Italia, ma hanno diritto alle prestazioni sanitarie medicalmente
necessarie con compartecipazione alla spesa alla pari dei cittadini italiani
• I cittadini comunitari, titolari di “attestato di regolarità di soggiorno” rilasciato dal
Comune di residenza che non rientrano nelle categorie sopra esposte. Va loro
indicato di sottoscrivere per sè e per i propri familiari, un’ assicurazione privata.

FAMILIARI CHE NON RISULTANO AVERE CITTADINANZA COMUNITARIA


I familiari, a carico di cittadino comunitario, che non risultano avere cittadinanza
comunitaria, in possesso della sola ricevuta di richiesta alla Questura della carta di

  7
soggiorno in qualità di familiare di cittadino comunitario, hanno diritto all’iscrizione
temporanea al SSN.

MADRE DI MINORE ITALIANO


La cittadina comunitaria, madre di minore italiano, che soggiorna sul nostro territorio per
un periodo superiore a tre mesi, ha diritto all’iscrizione obbligatoria al SSN.

ASSICURAZIONE SANITARIA PRIVATA


I cittadini comunitari che non rientrano nelle categorie aventi diritto all’ assistenza SSN
sopra esposte, devono provvedere ad attivare un’assicurazione privata che, di norma,
deve avere i seguenti requisiti:
• di essere valida in Italia prevedere la copertura integrale dei rischi sanitari (art. 7
comma 1, lettera b, lettera c della direttiva 2004/38)
• avere una durata annuale con indicazione della decorrenza e scadenza
• indicare gli eventuali familiari coperti e il grado di parentela
• indicare le modalità da seguire per la richiesta del rimborso

  8
ENI – Europeo non iscritto

In applicazione della nota del Ministero della Salute prot. DG RUERI/II/3152/P/I.3.b/1


/2008 e sulla base dei criteri applicativi indicati dalla Regione Emilia-Romagna con note
prot. PG/2008/50529 che individua quali beneficiari solamente i cittadini rumeni e bulgari,e
prot. PG/2009/96745, al fine di assicurare a tali cittadini la tutela del diritto alla salute
ancorché privi della necessaria copertura, con contabilizzazione separata delle prestazioni
erogate, è stata adottata la determinazione n. 225/09 in cui, in analogia ad altre Aziende
regionali, si è previsto quanto segue:

ai cittadini comunitari rumeni e bulgari che:

- sono privi di copertura sanitaria

- si trovano nella condizione di non poter richiedere l’iscrizione al SSR o disporre


della Tessera Sanitaria Europea (TEAM) o documento sostitutivo

- soggiornano in Italia da oltre tre mesi

vanno fornite le prestazioni indifferibili ed urgenti (cioè le cure che non possono essere
differite senza pericolo per la vita o danno per la salute della persona) così come indicato
nella nota ministeriale sopra citata. Tra queste sono comprese anche le prestazioni
sanitarie relative:

- alla tutela della salute dei minori, ai sensi della Convenzione di New York sui
diritti del fanciullo del 20/11/1989, ratificata e resa esecutiva con la legge 27 maggio
1991, n. 176;

- alla tutela della maternità e all’interruzione volontaria di gravidanza, a parità di


condizione con le donne assistite iscritte al SSN, in applicazione delle leggi
29.7.1975 n. 405 (istituzione dei consultori familiari) e 22.5.1978 n. 194 (norme per la
tutela sociale della maternità e sull’interruzione volontaria della gravidanza) e del
D.M. 10.9.1998 (aggiornamento del decreto ministeriale 6 marzo 1995 concernente i
protocolli di accesso agli esami di laboratorio e di diagnostica strumentale per le
donne in stato di gravidanza ed a tutela della maternità).

Nei confronti di tali persone debbono essere attivate, anche per motivi di sanità
pubblica nazionale:

- le campagne di vaccinazione

- gli interventi di profilassi internazionale

- la profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive


ai sensi della vigente normativa nazionale.

Tutte le prestazioni sono erogate a parità di condizione con il cittadino italiano per quel che
riguarda l’eventuale partecipazione alla spesa (TICKET).

L’assistenza è prestata con utilizzo del ricettario del SSN.


  9
Presso gli Sportelli Unici Distrettuali di Ravenna, Faenza e Lugo e presso gli Uffici
Accettazioni Ricoveri dei Presidi Ospedalieri di Ravenna, Faenza e Lugo viene rilasciata ai
cittadini neocomunitari aventi diritto una tessera contraddistinta da un codice ENI -
Europeo Non Iscritto, che l’utente dovrà esibire ad ogni accesso, di durata semestrale,
eventualmente rinnovabile.
Tale modalità consentirà all’Azienda USL di Ravenna di tenere una contabilità separata
finalizzata all’azione di recupero e/o negoziazione nei confronti degli Stati competenti.

La tessera ENI sarà rilasciata a seguito della presentazione di valido documento di


riconoscimento e di sottoscrizione di apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

  10
CITTADINI STRANIERI – ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO
NAZIONALE
ISCRIZIONE OBBLIGATORIA
E’ prevista l’iscrizione obbligatoria al servizio Sanitario Nazionale per i cittadini stranieri
regolarmente soggiornanti che provengono da paesi non dell'Unione Europea che:
- abbiano in corso attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo o siano in stato
di disoccupazione e iscritti ai Centri per l’Impiego
- siano in possesso di un permesso di soggiorno o di ricevuta di rilascio/rinnovo per
motivi di:
• lavoro subordinato (anche stagionale)
• lavoro autonomo
• motivi familiari (per cittadini entrati in Italia con visto per ricongiungimento familiare
o che richiedono la coesione familiare)
• adozione e affidamento
• attesa acquisizione della cittadinanza italiana
• protezione sociale prevista dall’art.18
• minore età
• cure mediche: solo per gravidanza
• richiesta di asilo
• asilo politico, umanitario, protezione sussidiaria.

I cittadini stranieri possono iscriversi al SSN recandosi presso la sede dell'Azienda USL
del luogo di residenza o di effettiva dimora. L'iscrizione permette la scelta del medico di
base e il rilascio della tessera sanitaria.
L’assistenza sanitaria spetta anche ai familiari a carico regolarmente soggiornanti e
viene assicurata fin dalla nascita ai minori figli di extracomunitari iscritti al SSN nelle more
dell’iscrizione al servizio stesso

A CHI VIENE ASSICURATA L’ASSISTENZA SANITARIA


L’assistenza sanitaria viene assicurata fin dalla nascita ai minori nati in Italia, figli di
stranieri iscritti al SSN anche nelle more dell’iscrizione SSN; spetta anche agli altri
familiari a carico regolarmente soggiornanti.

DETENUTI E INTERNATI
I detenuti e gli internati, compresi i detenuti in semilibertà o con forme alternative di pena,
anche se non in possesso del permesso di soggiorno, hanno diritto all'iscrizione al SSN.

IL PERSONALE RELIGIOSO titolare di permesso di soggiorno per motivi religiosi che


svolge una regolare attività lavorativa documentata, può ottenere, previa presentazione di
documentazione comprovante lo svolgimento della regolare attività lavorativa, l'iscrizione
obbligatoria al SSN.

STRANIERO CON PERMESSO DI SOGGIORNO PER ASSISTENZA MINORE che


svolge una regolare attività lavorativa può essere iscritto al SSN, previa presentazione di
documentazione comprovante lo svolgimento della regolare attività lavorativa, per la
durata del contratto di lavoro.

STRANIERO CON PERMESSO DI SOGGIORNO PER RESIDENZA ELETTIVA titolare di


pensione contributiva italiana può ottenere l’iscrizione obbligatoria al SSN.
  11
Documentazione da richiedere per l’iscrizione al SSN dei cittadini stranieri

TIPOLOGIA DOCUMENTI VALIDITA’


ASSISTITO DA PRESENTARE
LAVORO SUBORDINATO • Passaporto Se residente:
• Premesso di soggiorno • iscrizione SSN per la
valido, se scaduto con durata del permesso di
ricevuta postale che soggiorno;
attesta la richiesta di Se domiciliato:
rinnovo del permesso di • iscrizione per la durata
soggiorno. del contratto di lavoro o
Se non residente o con permesso pari alla scadenza del
di soggiorno privo del motivo del permesso di soggiorno,
soggiorno o con ricevuta occorre comunque al massimo un
anche: anno, eventualmente
• Contratto di lavoro o rinnovabile.
ultima busta paga o Se in possesso di ricevuta per
autocertificazione di rilascio/rinnovo permesso di
iscrizione al Centro per soggiorno iscrizione SSN per un
l’Impiego anno dalla data della ricevuta.
• Dichiarazione circa il
domicilio nel territorio
della nostra Ausl.
LAVORO AUTONOMO • Passaporto o carta di Se residente:
identità • iscrizione SSN per la
durata del permesso di
• Permesso di soggiorno soggiorno;
valido, se scaduto con
Se domiciliato:
ricevuta postale che
• iscrizione per un anno
attesta la richiesta di
rinnovabile.
rinnovo del permesso di
soggiorno Se in possesso di ricevuta per
rilascio/rinnovo permesso di
Se non residente o con permesso soggiorno:
di soggiorno privo del motivo del • iscrizione SSN per un
soggiorno o con ricevuta occorre anno dalla data della
anche: ricevuta.

• autocertificazione circa
l’iscrizione alla Camera di
commercio, albi o registri
o possesso della partita
IVA

ATTESA OCCUPAZIONE • Passaporto o carta di Se residente:


identità • iscrizione SSN per la
durata del permesso di
• Permesso di soggiorno soggiorno;
valido, se scaduto con
Se domiciliato:
ricevuta postale che
• iscrizione pari alla durata
attesta la richiesta di
del permesso di
rinnovo del permesso di
soggiorno se inferiore
soggiorno
all’anno, al massimo per

  12
• Se non residente o con un anno rinnovabile.
permesso di soggiorno
privo del motivo del • Se in possesso di ricevuta
soggiorno o con ricevuta per rilascio/rinnovo
occorre anche permesso di soggiorno
autocertificazione circa iscrizione SSN per sei
l’iscrizione al Centro per mesi dalla data della
l’Impiego. ricevuta.

• Passaporto o carta di Se residente:


MOTIVI FAMILIARI identità • iscrizione SSN per la
durata del permesso di
• Permesso di soggiorno soggiorno;
valido, se scaduto con
Se domiciliato:
ricevuta postale che
• iscrizione per un anno
attesta la richiesta di
rinnovabile.
rinnovo del permesso di
soggiorno Se in possesso di ricevuta per
rilascio/rinnovo permesso di
Se con permesso di soggiorno soggiorno iscrizione SSN per un
privo del motivo del soggiorno o anno dalla data della ricevuta.
con ricevuta occorre anche:
• nulla-osta rilasciato dalla
Prefettura.

Se non residente occorre anche


• dichiarazione di domicilio
nel territorio della nostra
Ausl.
MOTIVI FAMILIARI Passaporto o carta di identità del Iscrizione per sei mesi dalla
genitore nascita.
Nuovo nato figlio di genitori
regolarmente soggiornanti iscritti • Permesso di soggiorno Al rinnovo chiedere permesso di
SSN valido del genitore, se soggiorno aggiornato completo di
scaduto con ricevuta “allegato minori” o ricevuta di
richiesta aggiornamento
postale che attesta la
permesso di soggiorno; scadenza
richiesta di rinnovo del assistenza pari a quella del
permesso di soggiorno genitore.

• Ricevuta per richiesta


aggiornamento permesso
di soggiorno, se già in
possesso

• Autocertificazione per
nascita figlio

• Codice fiscale figlio (se


già in possesso)

ADOZIONE E AFFIDAMENTO • permesso di soggiorno o Se residente:


ricevuta postale che
N.B.: per i minori stranieri adottati
  13
o in attesa di adozione da parte attesta la richiesta di • iscrizione SSN per la
di cittadini italiani non è più permesso di soggiorno durata del permesso di
richiesto il permesso di soggiorno. soggiorno;
• passaporto con visto di
ingresso per Se domiciliato:
adozione/affidamento, • iscrizione per un anno
oppure in assenza di visto rinnovabile.
provvedimento di affido
• documento di identità Se in possesso di ricevuta per
rilascio/rinnovo permesso di
• codice fiscale del minore soggiorno iscrizione SSN per un
(se già in possesso)
anno dalla data della ricevuta.

MINORE ETA’ • passaporto (se in Se residente:


possesso)
• ricevuta della Questura • iscrizione SSN per la
attestante la richiesta di durata del permesso di
rilascio del permesso di soggiorno;
soggiorno
• dichiarazione dei Servizi Se domiciliato:
Sociali della presa in • iscrizione per un anno
carico del minore, i quali rinnovabile.
provvederanno
all’iscrizione al SSN Se in possesso di ricevuta per
• l’iscrizione al SSN può rilascio/rinnovo permesso di
essere effettuata anche soggiorno iscrizione SSN per un
da un tutore o affidatario
anno dalla data della ricevuta.

MOTIVI DI SALUTE PER • passaporto • Iscrizione al SSN fino alla


GRAVIDANZA • ricevuta della Questura scadenza prevista sulla
attestante la richiesta di ricevuta della Questura, al
permesso per cure massimo fino a sei mesi
mediche con riferimento
dalla nascita del bambino.
alla gravidanza (art. 19,
comma 2, lett. d)
• L’iscrizione SSN è
prevista anche per il
bambino fino a sei mesi
dalla nascita.

ATTESA ACQUISIZIONE DELLA • passaporto • iscrizione SSN per la


CITTADINANZA ITALIANA • permesso di soggiorno durata del permesso di
rilasciato per attesa soggiorno
cittadinanza, se caduto • Con ricevuta validità pari
con ricevuta postale che a un anno dalla data della
attesta la richiesta di ricevuta
rinnovo del permesso di
soggiorno

PERSONALE RELIGIOSO CHE • passaporto Se residente:


SVOLGE ATTIVITA’ • permesso di soggiorno
LAVORATIVA valido se scaduto con • iscrizione SSN per la
ricevuta postale che durata del permesso di
attesta il rinnovo del soggiorno;
permesso di soggiorno
• contratto di lavoro Se domiciliato:
  14
• o attestazione dell’Istituto • iscrizione per un anno
Centrale per il rinnovabile o fino alla
Sostentamento del Clero scadenza del permesso di
soggiorno se minore
all’anno

Se in possesso di ricevuta per


rilascio/rinnovo permesso di
soggiorno iscrizione SSN per
un anno dalla data della
ricevuta.
RICHIEDENTI ASILO • Passaporto • Con permesso di
• Permesso di soggiorno o soggiorno validità pari a
ricevuta della Questura quella del permesso di
per la richiesta di soggiorno (massimo un
permesso di soggiorno
anno rinnovabile)

• Con ricevuta validità pari


a quella indicata sulla
ricevuta o per tre mesi
rinnovabili

ASILO POLITICO, • Passaporto Se residente:


UMANITARIO, PROTEZIONE • Permesso di soggiorno o
SUSSIDIARIA ricevuta per richiesta • iscrizione SSN per la
permesso di soggiorno durata del permesso di
soggiorno;

Se domiciliato:
• iscrizione per un anno
rinnovabile.

Se in possesso di ricevuta per


rilascio/rinnovo permesso di
soggiorno iscrizione SSN per tre
mesi

ione dell’assistito Documenti da richiedere all’assistito


Ricorso
I cittadini che hanno inoltrato ricorso contro il provvedimento di diniego del rinnovo del
permesso di soggiorno mantengono l’iscrizione al SSN; in questo caso è possibile
prorogare l’assistenza per tre mesi eventualmente rinnovabili; devono presentare copia del
ricorso depositato. necessari per l’iscrizione al

.1. Casi Particolari


PERDITA DEL DIRITTO ALL’ISCRIZIONE AL SSN
Si perde il diritto all’iscrizione nei seguenti casi:
- per scadenza del permesso di soggiorno, eccetto i casi in cui l’interessato esibisca
la documentazione comprovante la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno o
il permesso di soggiorno rinnovato
- per mancato rinnovo, revoca o annullamento del permesso di soggiorno ovvero per
espulsione eccetto nei casi in cui l’interessato esibisca la documentazione
comprovante la pendenza del ricorso contro i suddetti provvedimenti;
  15
- in caso di modifica del motivo del permesso di soggiorno, da cui consegua il venir
meno della possibilità di iscrizione al SSN.
ISCRIZIONE VOLONTARIA

I cittadini stranieri regolarmente soggiornanti, che non rientrano tra le categorie per le quali
è prevista l’iscrizione obbligatoria al SSN, sono tenuti ad assicurarsi contro il rischio di
malattie, infortunio e maternità:
- stipulando un’apposita polizza assicurativa, con Istituto Assicurativo Italiano e/
o straniero valido sul territorio italiano . Tale copertura dà diritto alle prestazioni
previste dalla polizza
oppure
- effettuando l’iscrizione volontaria al SSN; ciò comporta il pagamento di un
contributo annuale

Può effettuare l’iscrizione volontaria al SSN il cittadino straniero in possesso di un


permesso di soggiorno rilasciato per:
• residenza elettiva
• studio
• motivi religiosi
• motivi sportivi (per attività agonistica)
• ricerca scientifica
• inserimento nel mercato del lavoro
• tirocinio formazione professionale volontariato

• I giornalisti corrispondenti ufficialmente accreditati in Italia e dipendenti


regolarmente retribuiti da organi di stampa, quotidiani e periodici, ovvero da
emittenti radiofoniche o televisive straniere.
• I dipendenti stranieri delle Organizzazioni Internazionali operanti in Italia.

• Il personale accreditato presso rappresentanze diplomatiche e Uffici Consolari, con


esclusione del personale assunto a contratto in Italia per il quale è possibile
l’iscrizione al SSN.
• Chi svolge attività sportiva agonistica.
• I cittadini stranieri collocati alla pari.

Attenzione: i cittadini stranieri che sono entrati in Italia per motivi di:
- turismo
- affari
- cure mediche
non possono fare l'iscrizione volontaria, ma possono accedere alle prestazioni ed ai servizi
erogati dal SSN dietro pagamento per intero delle relative tariffe.

Il versamento per l’iscrizione volontaria va effettuato sul c/c postale n. 569400 intestato
a Amministrazione P.T. C.S.S.N Regione Emilia Romagna

Il contributo forfettario annuale (anche se la permanenza è inferiore all’anno) per


• studenti e borsisti è pari a Euro 149,77, non dà copertura per familiari a carico; il
permesso di soggiorno per studio e formazione consente di svolgere un’attività

  16
lavorativa fino a 20 ore settimanali anche cumulabili per 52 settimane fermo
restante il limite di 1040 ore annuali ma l’iscrizione al SSN rimane volontaria.
• collocati alla pari, non dà copertura per familiari a carico, è di Euro 219,49.

Il contributo minimo previsto per stranieri con permesso di soggiorno rilasciato per
motivazioni diverse da quelle sopra esposte, valevole per eventuali familiari a carico, è
pari a Euro 387,34.

Tipologie particolari

• Cittadini stranieri ultrasessantacinquenni con permesso di soggiorno per


ricongiungimento familiare
Il decreto legislativo 3 ottobre 2008 n. 160 ha stabilito che il genitore
ultrasessantacinquenne, ricongiunto con il proprio figlio, non ha diritto all’iscrizione
obbligatoria al Servizio Sanitario Nazionale ma è tenuto a stipulare una polizza
assicurativa sanitaria privata, valida in Italia, o all’iscrizione volontaria al Servizio
Sanitario Nazionale, pagando un contributo il cui importo è da determinarsi con
decreto del Ministero della Salute, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle
Finanze, da adottarsi entro il 30/10/2008.

Poichè il decreto di determinazione del contributo per l’iscrizione volontaria al SSN non è
stato ancora emanato ed essendo pervenute segnalazioni in ambito regionale circa la
difficoltà per le persone straniere ultrasessantacinquenni non appartenenti all’UE di
ottenere un’assicurazione sanitaria privata, la regione Emilia-Romagna, con nota prot.
PG/2010/188856 del 23/07/2010, ha previsto la possibilità di procedere all’iscrizione
volontaria al SSN mediante il versamento di un contributo forfettario annuale, non
frazionabile, pari a euro 387,34, salvo conguaglio nel caso vengano definite diverse tariffe
in ambito nazionale. Pertanto, ai fini dell’iscrizione volontaria al SSN, il cittadino straniero
ultrasessantacinquenne che abbia presentato un’istanza di ricongiungimento familiare in
data successiva al 5 novembre 2008 (data di entrata in vigore del decreto) deve
presentare:

- Passaporto con visto di ingresso per ricongiungimento familiare


- Nulla osta al ricongiungimento familiare rilasciato dallo Sportello Unico per
l’Immigrazione c/o la Prefettura o ricevuta/permesso di soggiorno se il cittadino
straniero ne è già in possesso
- Ricevuta del versamento di euro 387,34 effettuato sul conto corrente postale n.
569400 intestato a Amministrazione P.T.C.S.S.N. Regione Emilia-Romagna.
- Certificazione in ordine al reddito (facendo riferimento all’anno precedente la
richiesta attuale di iscrizione volontaria SSN) o, in alternativa, autocertificazione
circa il reddito.
L’iscrizione volontaria al SSN sarà valida fino al 31 dicembre dell’anno in corso.

Per ottenere il rinnovo dell’iscrizione per l’anno successivo, occorre effettuare nuovamente
il versamento di euro 387,34 (salvo diversa nuova indicazione) sul sopraindicato conto
corrente della Regione ripresentando agli sportelli i documenti sopra citati.

N.B.: i cittadini stranieri ai quali è stato rilasciato un permesso di soggiorno per motivi
familiari prima del 5 novembre 2008, al compimento del sessantacinquesimo anno di età,
  17
ed anche in caso di rinnovo del permesso stesso, continuano ad avere diritto all’iscrizione
obbligatoria al SSN.

Si precisa, inoltre, che il genitore ultrasessantacinquenne di cittadino che ha acquisito la


cittadinanza italiana ha diritto all’iscrizione obbligatoria al SSN.

• Studenti figli a carico di cittadini stranieri già regolarmente soggiornanti


gli studenti, figli a carico di cittadini stranieri, già iscritti al SSN ai quali al 18° anno è
rilasciato un permesso di soggiorno per studio, non sono tenuti al pagamento del
contributo volontario, ma devono mantenere l’iscrizione obbligatoria al SSN.

Durata dell'iscrizione volontaria


L’iscrizione volontaria ha la durata del permesso di soggiorno comunque non oltre il 31
dicembre di ciascun anno solare.
Il contributo per l’iscrizione volontaria non è frazionabile e non ha decorrenza retroattiva.

Prestazioni riconosciute allo straniero con iscrizione volontaria


Gli stranieri iscritti al SSN tramite il versamento del contributo volontario, hanno parità
di trattamento rispetto ai cittadini italiani:
- possono scegliere il medico di medicina generale o pediatra;
- compartecipano alla spesa sanitaria, cioè al pagamento del ticket;
- nei casi in cui è estesa la copertura sanitaria anche nei confronti dei familiari a carico
(vedi pagg. 16 e 17) sono garantiti gli stessi livelli di assistenza .del permesso di
Documenti da richiedere per l’iscrizione volontaria al SSN dei cittadini stranier
Documenti necessari per l’iscrizione
TIPOLOGIA DOCUMENTI VALIDITA’
ASSISTITO DA PRESENTARE
RESIDENZA ELETTIVA • passaporto (con visto di • Fino al 31/12 dell’anno in
ingresso per residenza corso o fino alla scadenza
elettiva) del permesso di
• ricevuta postale soggiorno se inferiore
attestante la richiesta del
permesso di soggiorno o N.B.: nel caso di rinnovo del
• permesso di soggiorno permesso di soggiorno in corso
• copia del bollettino che d’anno, resta valido, per
attesta il versamento del quell’anno, il versamento
contributo effettuato.

STUDIO • passaporto (con visto di • Fino al 31/12 dell’anno in


ingresso per studio) corso o fino alla scadenza
• ricevuta postale del permesso di
attestante la richiesta del soggiorno se inferiore
permesso di soggiorno o
• permesso di soggiorno N.B.: nel caso di rinnovo del
• copia del bollettino che permesso di soggiorno in corso
attesta il versamento del d’anno, resta valido, per
contributo quell’anno, il versamento
effettuato.
MOTIVI RELIGIOSI • passaporto (con visto di • Fino al 31/12 dell’anno in
ingresso per motivi corso o fino alla scadenza
religiosi) del permesso di
• ricevuta postale soggiorno se inferiore
  18
attestante la richiesta del
permesso di soggiorno o N.B.: nel caso di rinnovo del
• permesso di soggiorno permesso di soggiorno in corso
• copia del bollettino che d’anno, resta valido, per
attesta il versamento del quell’anno, il versamento
contributo effettuato.
MOTIVI SPORTIVI • passaporto (con visto di • Fino al 31/12 dell’anno in
ingresso per motivi corso o fino alla scadenza
sportivi) del permesso di
• ricevuta postale soggiorno se inferiore
attestante la richiesta del
permesso di soggiorno o N.B.: nel caso di rinnovo del
• permesso di soggiorno permesso di soggiorno in corso
• copia del bollettino che d’anno, resta valido, per
attesta il versamento del quell’anno, il versamento
contributo effettuato.
RICERCA SCIENTIFICA • passaporto (con visto di • Fino al 31/12 dell’anno in
ingresso per ricerca corso o fino alla scadenza
scientifica) del permesso di
• ricevuta postale soggiorno se inferiore
attestante la richiesta del
permesso di soggiorno o N.B.: nel caso di rinnovo del
• permesso di soggiorno permesso di soggiorno in corso
copia del bollettino che attesta il d’anno, resta valido, per
versamento del contributo quell’anno, il versamento
effettuato.
TIROCINIO • passaporto (con visto di • Fino al 31/12 dell’anno in
FORMAZIONE ingresso per tirocino/ corso o fino alla scadenza
PROFESSIONALE formazione professionale) del permesso di
• ricevuta postale soggiorno se inferiore
attestante la richiesta del
permesso di soggiorno o N.B.: nel caso di rinnovo del
• permesso di soggiorno permesso di soggiorno in
• copia del bollettino che corso d’anno, resta valido, per
attesta il versamento del quell’anno, il versamento
contributo effettuato.
VOLONTARIATO • passaporto (con visto di • Fino al 31/12 dell’anno in
ingresso per volontariato) corso o fino alla scadenza
• ricevuta postale del permesso di
attestante la richiesta del soggiorno se inferiore
permesso di soggiorno o
• permesso di soggiorno N.B.: nel caso di rinnovo del
• copia del bollettino che permesso di soggiorno in
attesta il versamento del corso d’anno, resta valido, per
contributo quell’anno, il versamento
effettuato.

Motivo della richiesta del permesso di

  19
giorno
enti necessari per l’iscrizione
IMMIGRATI DESTINATI AL SOGGIORNO TEMPORANEO SUL TERRITORIO
REGIONALE – PSU

A seguito della situazione di grave instabilità politica e sociale verificatasi all’inizio del 2011
in diversi Paesi del Nord Africa, un consistente numero di cittadini di quei Paesi sono
approdati nel nostro territorio. Al fine di fronteggiare l’emergenza, sono state disposte, con
Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 81
dell’8/04/2011, misure di protezione temporanea per i cittadini stranieri provenienti dai
Paesi Nord Africani. In particolare si è disposto che a questi stranieri venga rilasciato un
permesso di soggiorno per motivi umanitari della durata di sei mesi.
In Emilia-Romagna, con DGR 11/04/2011 n. 487 si sono adottati i primi provvedimenti
urgenti per avviare le operazioni di accoglienza dei rifugiati dei Paesi del Nord Africa.
Al fine di garantire agli immigrati una adeguata assistenza sanitaria su tutto il territorio
regionale, la Regione ha fornito indicazioni alle Aziende sanitarie affinché ai soggetti
individuati l’Azienda rilasci un tesserino di validità semestrale, eventualmente rinnovabile,
denominati PSU (Permesso Soggiorno per motivi Umanitari), riportante i dati anagrafici e
un codice identificativo denominato PSU.

Il codice PSU è composto di 16 caratteri, costruito in analogia al codice STP assegnato


agli stranieri temporaneamente presenti; tale codice dovrà essere riportato su tutte le
prescrizioni specialistiche a carico del SSN nel campo dedicato al Codice Fiscale al fine di
rendicontare le prestazioni erogate.
Le prestazioni saranno erogate senza alcun onere economico a carico dei soggetti
interessati.
Ai migranti dovranno essere fornite le cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti e
indifferibili; tra queste devono ritenersi incluse le prestazioni sanitarie relative :

- alla tutela della maternità e della gravidanza, a parità di condizioni con le


donne assistite iscritte al SSN, in applicazione delle leggi 29 luglio 1975 n.
405, 22 maggio 1978 n. 194 e del decreto ministeriale 10 settembre 1998;
- alla tutela della salute dei minori, ai sensi della Convenzione di New York sui
diritti del fanciullo del 20 novembre 1989, ratificata e resa esecutiva con
legge 27 maggio 1991, n. 176;
- ai programmi di medicina preventiva e alle prestazioni di cura a esse
correlate, a tute della salute individuale e collettiva;
- agli interventi preventivi, curativi e riabilitativi degli stati di
tossicodipendenza (DPR 9/10/90 n.309 e successive modificazioni e
integrazioni, in particolare: Titolo VII, Capo II, Titolo X “Servizi per le
tossicodipendenza” e Titolo XI “Interventi preventivi, curativi e riabilitativi”).

  20
L'organizzazione aziendale prevede che, di norma, il tesserino PSU venga rilasciato
presso le strutture dedicate, in sede di prima visita.
Tuttavia, nel caso in cui i migranti in questione si presentino allo Sportello unico, al fine del
rilascio del tesserino sanitario PSU, devono presentare il permesso di soggiorno
elettronico per motivi umanitari con validità semestrale.
E’ opportuno, onde evitare errori nella individuazione della tipologia di soggetto, richiedere
al migrante il documento rilasciato dall’autorità competente denominato “Titolo di viaggio
per stranieri”; infatti, come precisato dalla Regione, restano invariate le norme previste dal
D.Lgs. 286/98 e della successiva circolare del Ministero della Sanità n. 5/2000 relative
all’iscrizione obbligatoria al Servizio Sanitario Nazionale degli stranieri con status di
rifugiato o con domanda di riconoscimento un corso (cioè a questi stranieri non deve
essere rilasciato tesserino PSU ma può essere iscritto al SSN).
Gli operatori rilasceranno il tesserino PSU attraverso lo specifico programma informatico,
analogo al programma utilizzato per il rilascio dei tesserini STP.

  21
CITTADINI STRANIERI NON REGOLARMENTE SOGGIORNANTI - STP

Gli stranieri non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno,


temporaneamente presenti sul territorio nazionale, non hanno diritto all’iscrizione al
SSN.

Sono comunque garantite:


- le cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti (non differibili senza pericolo per
la vita o danno per la salute della persona) o comunque essenziali
(prestazioni sanitarie, diagnostiche e terapeutiche relative a patologie non
pericolose nell’immediato e nel breve termine, ma che potrebbero determinare
maggiore danno alla salute o rischi per la vita) per malattia e infortunio.
- interventi di medicina preventiva e prestazioni di cura ad essi correlati, a
salvaguardia della salute individuale e collettiva, e precisamente:
- tutela sociale della gravidanza e maternità
- tutela della salute del minore
- vaccinazioni secondo la normativa e nell’ambito di interventi di prevenzione
collettiva autorizzati dalla Regione
- gli interventi di profilassi internazionale
- profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive e bonifica degli eventuali focolai
- tutte le attività finalizzate alla tutela della salute mentale, siano esse inquadrabili
come trattamento sanitario obbligatorio, o come interventi di altro tipo, secondo
quanto previsto dalla Legge n. 180/1978.

Le prestazioni devono essere pagate per intero se il cittadino non è indigente,


mentre se dichiara lo stato di indigenza deve pagare il ticket.
Il cittadino indigente non paga il ticket, a parità di trattamento con i cittadini italiani, per le
seguenti prestazioni:
- le prestazioni sanitarie di primo livello (medici di base)
- le urgenze di Pronto Soccorso
- le esenzioni per età, per bambini di età inferiore a 6 anni, adulti di età
- superiore a 65 anni
- lo stato di gravidanza
- le patologie esenti dal ticket certificate

Codice STP
L’assistenza sanitaria nei confronti degli stranieri privi di permesso di soggiorno viene
erogata attraverso il rilascio di un tesserino con codice individuale STP (Straniero
Temporaneamente Presente) che identifica l’assistito per tutte le prestazioni erogabili con
finalità prescrittive e di rendicontazione.
Il codice STP è un codice identificativo composto da 16 caratteri.
- Tre caratteri costituiti dalla sigla STP
- Tre caratteri costituiti da codice istat relativo alla regione
- Tre caratteri costituiti da codice istat relativo alla Asl che attribuisce il codice
- Sette caratteri per il numero progressivo attribuito al momento del rilascio.

Validità del codice STP


Il codice STP ha validità su tutto il territorio nazionale e durata di sei mesi.

  22
E’ rinnovabile in caso di permanenza dello straniero sul territorio nazionale.
Al fine del rilascio del tesserino STP, le informazioni da chiedere allo straniero, qualora
non fosse possibile esibire un documento di identità, sono:
- nome, cognome, sesso, data di nascita, nazionalità.

Il codice STP deve essere utilizzato per.


- La prescrizione su ricettario regionale di prestazioni sanitarie (esami clinico-
strumentali, visite specialistiche, ecc.)
- La prescrizione di farmaci erogabili
- La rendicontazione, ai fini del rimborso da chiedere da parte della Asl al Ministero
dell’Interno e alla Regione, delle prestazioni erogate.

C:\Documents and Settings\usermdb\Documenti\manuale stranieri.doc

  23