Sei sulla pagina 1di 3

15/1/2018 Gmail - messaggio automatico - richiesta presa in carico

Daniele Viganò <daniele.vigano8@gmail.com>

messaggio automatico - richiesta presa in carico


appuntamenti.milano@vigilfuoco.it <appuntamenti.milano@vigilfuoco.it> 10 gennaio 2018 18:21
A: daniele.vigano8@gmail.com

Gentile Utente,

a breve la sua richiesta per effettuare la visura del fascicolo sarà presa in carico.

A partire dal 18 dicembre 2017 per fissare un appuntamento con i responsabili dell’istruttoria tecnica, già assegnatari
di un fascicolo specifico, si può inviare direttamente la comunicazione all’interessato utilizzando i seguenti indirizzi di
posta elettronica:

tommaso.dilena@vigilfuoco.it carlo.cardinali@vigilfuoco.it
davide.fratantonio@vigilfuoco.it maurizio.pendini@vigilfuoco.it
luca.cerbino@vigilfuoco.it dario.albano@vigilfuoco.it
michele.castore@vigilfuoco.it edoardo.cavalieridoro@vigilfuoco.it
elvio.porcedda@vigilfuoco.it salvatore.saddi@vigilfuoco.it
vincenzo.surace@vigilfuoco.it giuliano.santagata@vigilfuoco.it
gianpaolo.vietri@vigilfuoco.it mario.oliva@vigilfuoco.it
paolo.cugliari@vigilfuoco.it carlo.zappulla@vigilfuoco.it
paolo.tomola@vigilfuoco.it vito.detullio@vigilfuoco.it
vito.cristino@vigilfuoco.it gianluigi.tangari@vigilfuoco.it
paolo.munno@vigilfuoco.it luciano.roncalli@vigilfuoco.it
antonio.durante@vigilfuoco.it ernesto.pagani@vigilfuoco.it

Se non ha necessità di fissare un appuntamento con una persona specifica, già assegnataria di un’istruttoria tecnica,
durante l'orario di apertura al pubblico è comunque disponibile un servizio di ricevimento, senza appuntamento,
effettuato da personale tecnico.

Orari apertura al pubblico


Via Messina 35 Milano
lun - mer - ven dalle ore 08.00 alle ore 12.00
mar - gio dalle ore 13.30 alle ore 17.00

http://www.vigilfuoco.it/sitiVVF/milano/

http://www.vigilfuoco.it/sitiVVF/milano/viewPage.aspx?s=281&p=24161

MODALITA' DI COMUNICAZIONE CON L'UFFICIO

invio di istanze e/o documentazione nell'ambito dei procedimenti di competenza dell'Ufficio di Prevenzione incendi
utilizzare l'indirizzo com.prev.milano@cert.vigilfuoco.it

comunicare con l'Ufficio per richiesta informazioni utilizzare l'indirizzo prevenzione.milano@vigilfuoco.it

richiedere appuntamenti per visure pratiche


appuntamenti.milano@vigilfuoco.it

Le comunicazioni devono essere inviate ad uno solo degli indirizzi secondo le indicazioni suddette.

L’oggetto delle comunicazioni deve contenere gli elementi identificativi della richiesta noti al richiedente (numero
pratica, indirizzo attività, nominativo dell’incaricato dell’istruttoria tecnica, ecc.)

https://mail.google.com/mail/u/0/?ui=2&ik=495d5d0756&jsver=gsVJRc6BJNU.it.&view=pt&msg=160e116e626990b8&search=inbox&siml=160e11… 1/3
15/1/2018 Gmail - messaggio automatico - richiesta presa in carico

Si ringrazia per la collaborazione

Regole di presentazione pratiche di prevenzione incendi tramite invio


telematico (posta certificata)

1)Tutte le istanze digitali vanno presentate inviando mail esclusivamente da casella di posta certificata all'indirizzo
com.prev.milano@cert.vigilfuoco.it

Firma digitale:
2) Ogni documento allegato alla mail deve essere firmato digitalmente. Alla mail vanno allegati unicamente i file .P7M
generati dall'apposizione della firma digitale, evitando di allegare anche i file originali prima dell'apposizione.
Formato originale a cui apporre firma digitale: preferibilmente PDF/A (per archiviazione a lungo termine);

3) La documentazione tecnica, le dichiarazioni e le certificazioni devono essere firmate in digitale dal professionista
incaricato;

4) le istanze, le segnalazioni, le attestazioni e le altre dichiarazioni rese da parte del titolare dell'attività possono
essere presentate in una delle seguenti forme:
– firmate digitalmente dal titolare,
– firmate dal titolare con firma olografa sul documento cartaceo, scandite e successivamente firmate in digitale da
parte del professionista incaricato,
– firmate in digitale solo dal professionista incaricato qualora in possesso di procura speciale del titolare dell'attività
(da allegare e firmare digitalmente da parte del professionista) per la sottoscrizione di tutta la documentazione,
progettuale e non, e le dichiarazioni varie. La delega al ritiro delle attestazioni presente sui modelli di presentazione
non è sufficiente per la presentazione del modello stesso;

Caratteristiche dei file:


5) file singolo per ogni documento, regolarmente nominato, così da individuarlo facilmente (es. “mod pin.1”,
“documento ident. richiedente”, “attestazione versamento”, “dich prod”, ecc.);

6) file preferibilmente non scanditi ma trasformati in PDF dall'originale, verificando la correttezza e completezza dei
documenti originati. Quando è necessario scandire documenti (es. di dichiarazioni di conformità), occorre salvare il
file generato preferibilmente come PDF (evitare BMP, PNG, TIFF, ecc.);

7) dimensioni contenute dei file. Evitare il più possibile l'invio di email multiple per singola istanza. Nell'eventualità gli
allegati generassero una dimensione eccedente a quella massima di invio, è fondamentale spedire in un'unica mail
TUTTE le documentazioni essenziali all'accettazione formale ovvero TUTTI i modelli PIN inerenti alla istanza
presentata e TUTTI gli allegati citati come essenziali in tali modelli PIN. La restante documentazione (per esempio: la
documentazione al punto A del "mod. pin 2.1 2014 asseverazione") può essere spedita con email differente e
tempestivamente successiva;

8) contenuti chiari ed intelligibili, in particolare gli elaborati tecnici;

9) apporre sempre le quote agli elaborati grafici (dimensioni locali, lunghezze percorsi di esodo, larghezze U.S.,
corridoi ciechi, altezze locali ed edifici, ecc.) e produrli nel rispetto delle indicazioni presenti all'allegato I, punti a.2 e
b.2 del D.M. 07 Agosto 2012. Nominare le eventuali tavole in modo da individuare rapidamente il contenuto (es.
pianta piano primo, schema impianto rivelazione incendio, ecc.);

10) relazioni tecniche, redatte secondo i principi stabiliti dall'allegato I punti a.1 e b.1 del D.M. 07 Agosto 2012,
complete di dati essenziali ma evitando contenuti non necessari o non pertinenti (copie di testi normativi, schemi
segnaletica, valutazione del rischio in attività normate);

11) non allegare file compressi (.zip, .rar, ecc.);

Oggetto della email:


12) oggetto completo con motivo presentazione (istanza di parere di conformità, presentazione SCIA, voltura,
presentazione rinnovo periodico, invio documentazione integrativa, ecc.), n° pratica (se esistente altrimenti
specificare pratica nuova), nome ditta, indirizzo attività, n° attività DPR 151/2011 oggetto della richiesta o della
comunicazione.
In necessità di inviare più di una singola mail per istanza (a causa di limiti nella dimensione massima degli allegati) è
obbligatorio inviare, nella prima mail, TUTTI i documenti essenziali ovvero tutti i modelli d'istanza PIN, le relazioni
tecniche e gli elaborati grafici a firma del tecnico asseverante, le ricevute degli oneri versati, le dichiarazioni di
conformità, il documento del responsabile dell’attività in caso di delega. E’ possibile quindi inviare successive e
tempestive mail secondarie con gli allegati, inerenti la pratica, ma non essenziali per il vaglio formale ovvero certificati
di prova, visure camerali, omologazioni, ecc. E' opportuno mantenere lo stesso oggetto per ogni mail successiva
aggiungendo, in coda allo stesso, il testo "invio allegati complementari alla
corrispondenza del xx/xx/xx".

https://mail.google.com/mail/u/0/?ui=2&ik=495d5d0756&jsver=gsVJRc6BJNU.it.&view=pt&msg=160e116e626990b8&search=inbox&siml=160e11… 2/3
15/1/2018 Gmail - messaggio automatico - richiesta presa in carico

https://mail.google.com/mail/u/0/?ui=2&ik=495d5d0756&jsver=gsVJRc6BJNU.it.&view=pt&msg=160e116e626990b8&search=inbox&siml=160e11… 3/3