Sei sulla pagina 1di 133

ISTRUZIONI D’USO

AB 500-3 / AB 600-3

23AB / 24AB / 25AB / 26AB


Serie

15.05.2013
Edizione

2313876_00_it
Cod. art.

© Joseph Vögele AG 2013


Editore Joseph Vögele AG
Joseph-Vögele-Straße 1
67075 Ludwigshafen
Germany
Phone: +49 (0) 6 21 / 81 05 - 0
http://www.voegele.info

Numero del documento BAL_XXAB_2313876_00_it


Traduzione delle istruzioni di funzionamento originali

Data della prima edizione 15.05.2013

Data revisione 15.05.2013

Copyright © Joseph Vögele AG 2013


Non è permesso consegnare a terzi o riprodurre questo documento, né
utilizzarne il contenuto o renderlo comunque noto a terzi senza la nostra
autorizzazione esplicita. Ogni infrazione comporta il risarcimento dei
danni subiti. Sono riservati tutti i diritti derivanti dalla registrazione di un
brevetto, di un modello d'utilità o di un modello ornamentale.

2 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Indice

INDICE
1 In generale.............................................................................................................. 9
1.01 Introduzione................................................................................................................................. 9
1.01.01 Modifiche / Riserve.............................................................................................................10
1.01.02 Imballo e conservazione a magazzino.............................................................................. 11
1.01.03 Segnali e simboli di queste istruzioni................................................................................ 11
1.01.04 Segnali di sicurezza........................................................................................................... 11
1.01.05 Diciture di segnalazione.....................................................................................................13
1.02 Documentazione........................................................................................................................14
1.03 Utilizzo....................................................................................................................................... 14
1.03.01 Utilizzo conforme alle disposizioni..................................................................................... 14
1.03.02 Presumibile applicazione errata.........................................................................................15
1.03.03 Pericoli residui.................................................................................................................... 15
1.04 Tutela ambientale...................................................................................................................... 16
1.05 Smaltimento............................................................................................................................... 16
1.06 Dichiarazione di incorporazione................................................................................................ 17
1.07 Targhetta tipo............................................................................................................................ 18
1.08 Indicazioni sull’emissione acustica e sulle vibrazioni............................................................... 19
1.08.01 Livello di potenza sonora...................................................................................................19
1.08.02 Livello di pressione acustica.............................................................................................. 19
1.08.03 Indicazioni sulle vibrazioni per l’utente.............................................................................. 19
1.09 Dati tecnici................................................................................................................................. 19
1.10 Qualifica del personale e obblighi.............................................................................................19
1.10.01 Equipaggiamento protettivo personale.............................................................................. 22
1.11 Indicazioni generali di sicurezza............................................................................................... 23
1.11.01 Manuale di sicurezza......................................................................................................... 23
1.12 Zona di pericolo........................................................................................................................ 23
1.12.01 Distanza di sicurezza fra zona di lavoro e zona di circolazione........................................ 24
1.13 Segnaletica................................................................................................................................ 24
1.13.01 Schema della segnaletica.................................................................................................. 24
1.13.02 Cartelli utilizzati.................................................................................................................. 24

2 Descrizione........................................................................................................... 27
2.01 Indicazioni d’uso ed avvertenze................................................................................................30
2.02 Parete anteriore.........................................................................................................................30
2.02.01 Lamiera laterale..................................................................................................................31
2.04 Tamper.......................................................................................................................................32

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 3 / 133


Indice

2.05 Spianatore................................................................................................................................. 33
2.06 Vibrazione (Palancola TV)........................................................................................................ 34
2.07 Lardone di compressione (palancola TP)................................................................................. 35
2.08 Sospensione.............................................................................................................................. 36
2.09 Supporto momento torcente......................................................................................................37
2.11 Lamiera raschiante.................................................................................................................... 38
2.13 Regolazione in altezza.............................................................................................................. 39
2.13.01 Regolazione meccanica in altezza.................................................................................... 39
2.14 Impostazione del profilo del tetto..............................................................................................40
2.14.01 Impostazione idraulica del profilo tetto.............................................................................. 40
2.15 Rivestimento / Copertura...........................................................................................................41
2.16 Passerella.................................................................................................................................. 42
2.17 Salita.......................................................................................................................................... 43
2.18 Slittone laterale..........................................................................................................................44
2.18.01 Slittone laterale regolabile idraulicamente (opzione)......................................................... 45
2.18.02 Slittone laterale ribaltabile (opzione)..................................................................................46
2.20 Sagomatore spigoli....................................................................................................................47
2.21 Visualizzazione posa................................................................................................................. 48
2.22 Impianto idraulico...................................................................................................................... 50
2.22.01 Blocco attacchi lardoni di compressione (palancole TP)................................................... 50
2.22.02 Componenti idrauliche........................................................................................................51
2.23 Alimentazione di tensione 24 V................................................................................................ 52
2.24 Riscaldamento 400 V................................................................................................................ 52
2.27 Parete anteriore, allargamento..................................................................................................54
2.28 Tamper, allargamento............................................................................................................... 55
2.29 Spianatore, allargamento.......................................................................................................... 56
2.30 Vibrazione - Allargamento (Palancole TV)................................................................................57
2.31 Lardone di compressione, allargamento (palancole TP).......................................................... 57
2.32 Lamiera raschiante, allargamento.............................................................................................58
2.33 Sostegno, allargamento............................................................................................................ 59
2.34 Rivestimento / copertura, allargamento.................................................................................... 60
2.35 Passerella, allargamento........................................................................................................... 60
2.36 Impianto idraulico, allargamento............................................................................................... 61
2.38 Riscaldamento, allargamento.................................................................................................... 62

3 Comando............................................................................................................... 65
3.01 Allestire la palancola................................................................................................................. 65
3.01.01 Impostare lo spessore di posa.......................................................................................... 66

4 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Indice

3.01.02 Regolare la larghezza di posa...........................................................................................66


3.01.03 Impostare il profilo tetto o la sezione trasversale.............................................................. 67
3.01.04 Regolazione dell’altezza dei dispositivi di estrazione........................................................ 68
3.01.05 Rilevare la frequenza dei lardoni di compressione (palancole TP)................................... 70
3.01.06 Regolare la corsa del tamper (palancola TP)....................................................................71
3.02 Regolare l'altezza del pannello laterale.................................................................................... 72
3.03 Mettere in funzione la palancola...............................................................................................73
3.04 Posare il manto stradale........................................................................................................... 73
3.05 Trasportare/caricare la palancola..............................................................................................74
3.05.01 Portare gli slittoni laterali ribaltabili nella posizione di trasporto (opzione).........................78

4 Manutenzione........................................................................................................79
4.00 Speciali indicazioni di sicurezza............................................................................................... 79
4.01 Indicazioni d’uso ed avvertenze................................................................................................79
4.02 Parete anteriore.........................................................................................................................80
4.02.03 Impostare la distanza tra lamiera laterale / lamiera di tenuta............................................81
4.04 Tamper.......................................................................................................................................82
4.04.04 Lubrificare supporto tamper............................................................................................... 82
4.04.05 Posizione nominale lardone tamper.................................................................................. 83
4.04.06 Impostare l’altezza tamper.................................................................................................84
4.05 Spianatore................................................................................................................................. 85
4.05 Vibrazione (Palancole TV)........................................................................................................ 86
4.07 Lardone di compressione (palancole TP)................................................................................. 87
4.07.01 Controllare e regolare il gioco dei lardoni di compressione.............................................. 87
4.07.02 Regolare la frequenza lardoni di compressione................................................................ 89
4.08 Sospensione.............................................................................................................................. 90
4.09 Supporto momento torcente......................................................................................................91
4.11 Lamiera raschiante.................................................................................................................... 92
4.13 Regolazione in altezza dei dispositivi di estrazione................................................................. 92
4.13.01 Regolare l’asta filettata di regolazione...............................................................................92
4.13.02 Impostare l'angolo di registrazione della palancola estraibile............................................93
4.14 Impostazione del profilo del tetto..............................................................................................95
4.15 Rivestimento / Copertura...........................................................................................................95
4.16 Passerella.................................................................................................................................. 95
4.17 Salita.......................................................................................................................................... 95
4.18 Slittone laterale..........................................................................................................................96
4.20 Sagomatore spigoli....................................................................................................................96
4.21 Visualizzazione posa................................................................................................................. 96

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 5 / 133


Indice

4.22 Impianto idraulico...................................................................................................................... 96


4.23 Alimentazione di tensione 24 V................................................................................................ 96
4.24 Riscaldamento 400 V................................................................................................................ 97
4.27 Parete anteriore, allargamento..................................................................................................97
4.28 Tamper, allargamento............................................................................................................... 98
4.28.04 Lubrificare supporto tamper............................................................................................... 98
4.29 Spianatore, allargamento.......................................................................................................... 98
4.30 Vibrazione - Allargamento (Palancole TV)................................................................................99
4.31 Lardone di compressione, allargamento (palancole TP).......................................................... 99
4.32 Lamiera raschiante, allargamento.............................................................................................99
4.33 Sostegno, allargamento............................................................................................................ 99
4.34 Rivestimento / copertura, allargamento.................................................................................... 99
4.35 Passerella, allargamento........................................................................................................... 99
4.36 Impianto idraulico, allargamento............................................................................................... 99
4.38 Riscaldamento, allargamento.................................................................................................... 99

5 Tabelle................................................................................................................. 101
5.01 Dati tecnici............................................................................................................................... 101
5.01.01 Pesi...................................................................................................................................101
5.01.02 Dimensioni........................................................................................................................ 102
5.01.03 Ambiti di regolazione........................................................................................................102
5.01.04 Larghezze di lavoro..........................................................................................................102
5.02 Schema di manutenzione........................................................................................................103
5.03 Coppie di serraggio................................................................................................................. 104
5.04 Tabella lubrificanti................................................................................................................... 105
5.05 Documentazione a parte......................................................................................................... 107
5.05.01 Documentazione sulla palancola..................................................................................... 107
5.06 Opzioni.....................................................................................................................................108

6 Installazione e trasformazione..........................................................................109
6.01 Montare il dispositivo di allargamento.................................................................................... 109
6.01.01 Smontare il pannello slittone laterale e le travi portanti...................................................109
6.01.02 Smontare la lamiera di chiusura......................................................................................112
6.01.03 Predisporre i giunti a denti curvi......................................................................................113
6.01.04 Collegare gli allargamenti................................................................................................ 114
6.01.05 Montare il supporto.......................................................................................................... 118
6.01.06 Montare copertura, lamiera raschiante e staffa di protezione......................................... 119
6.01.07 Montare lo slittone laterale.............................................................................................. 120
6.01.08 Montare il sagomatore spigoli..........................................................................................123

6 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Indice

6.02 Schema di allargamento......................................................................................................... 123


6.02.01 Schema di allargamento 5.0 m (AB 500-3) o 6,0 m (AB 600-3)......................................124
6.02.02 Schema di allargamento 5,5 m (AB 500-3) o 6,5 m (AB 600-3)......................................125
6.02.03 Schema di allargamento 6,5 m (AB 500-3) o 7,5 m (AB 600-3)......................................126
6.02.04 Schema di allargamento 7,0 m (AB 500-3) o 8,0 m (AB 600-3)......................................127
6.02.05 Schema di allargamento 7,5 m (AB 500-3) o 8,5 m (AB 600-3)......................................128
6.02.06 Schema di allargamento 8,0 m (AB 500-3) o 9,0 m (AB 600-3)......................................129
6.02.07 Schema di allargamento 8,0 m (AB 500-3) o 9,0 m (AB 600-3)......................................130
6.02.08 Schema di allargamento 8,5 m (AB 500-3) o 9,5 m (AB 600-3)......................................131

REVISIONI........................................................................................................... 133

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 7 / 133


8 / 133
In generale
Introduzione

1 IN GENERALE
1.01 Introduzione
NOTA

In questo capitolo trovate importanti indicazioni utili per l’utente per


l’azionamento ed il funzionamento della macchina, nonché per l’utilizzo
delle presenti istruzioni d’uso.

Questo macchinario VÖGELE è un prodotto della vasta gamma di


macchine per costruzioni stradali della VÖGELE.
La lunga esperienza di VÖGELE, nonché i più moderni processi di
produzione e controllo garantiscono la massima affidabilità dei nostri
macchinari. Le istruzioni per l’uso sono parte integrante della macchina!

Queste istruzioni d’uso valgono solo in connessione con il


manuale di sicurezza. Si prega di osservare:
Queste istruzioni per l’uso sono state appositamente scritte per l’utente
che opera sul cantiere e per le persone incaricate di eseguire la
manutenzione.
La finalità delle presenti istruzioni d'uso è quella di consentire all'utente di
mettere in funzione la macchina in sicurezza e di sfruttare le possibilità di
impiego offerte dalla macchina stessa.
Tali istruzioni forniscono inoltre delle importanti indicazioni sul
funzionamento degli aggregati e dei sistemi.
A questo proposito vengono impiegate delle specifiche definizioni. Per
non andare incontro ad equivoci si consiglia vivamente di adottarle in
modo univoco.
Su questa macchina può operare solo personale qualificato ed istruito in
tal senso.
Si devono osservare le istruzioni d’uso, il manuale di sicurezza e
le norme e prescrizioni vigenti sul luogo d’impiego (ad es. norme
antinfortunistiche).

L’uso di queste istruzioni d’uso Vi facilitano:


 l’imparare a conoscere la macchina;
 l’evitare disturbi e malfunzionamenti causati da un azionamento
improprio.

L’osservanza delle istruzioni d’uso:


 aiuta ad evitare rischi e pericoli;
 aumenta l’affidabilità nell’impiego sul cantiere;
 aumenta la durata della macchina;
 evita costi di riparazione e tempi passivi.
Conservare sempre le presenti istruzioni d'uso a portata di mano
nell'apposita custodia.
Qualora doveste ricevere da noi altre informazioni per la macchina (ad
es. Informazioni tecniche aggiuntive), anche queste indicazioni sono da
osservare e da allegare alle istruzioni d’uso.
In caso non si comprendano le istruzioni d’uso o singoli capitoli di esse,
occorre contattarci e chiedere chiarimenti prima d’intraprendere l’attività
prevista.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 9 / 133


In generale
Introduzione

La Joseph Vögele AG non si assume alcuna responsabilità per il


sicuro funzionamento della macchina:
 in caso di maneggio che non corrisponda all’utilizzo consueto.
Non si ha diritto alla copertura di garanzia in caso di:
 errato azionamento;
 manutenzione carente. In caso di garanzia, va dimostrato l'uso di
carburante diesel e olio motore consentiti.
 uso di mezzi d’esercizio errati;
 impiego per finalità diverse da quelle indicate nelle istruzioni d’uso.
Le condizioni di garanzia e di responsabilità delle condizioni generali
di compravendita della Joseph Vögele AG non vengono ampliate dalle
indicazioni che precedono.

Nel contesto del miglioramento e dello sviluppo tecnico, ci riserviamo il


diritto di apportare modifiche senza previo avviso.
La riproduzione e la diffusione, tanto meno a scopi concorrenziali, delle
indicazioni e figure contenute in queste istruzioni per l’uso è proibita.
Le traduzioni dei testi vengono eseguite secondo scienza e coscienza.
Non ci si assume alcuna responsabilità per errori di traduzione e per tutte
le conseguenze da ciò derivanti, anche se la traduzione è stata effettuata
da noi o su nostro incarico.
Determinante per tutte le rivendicazioni di garanzia e responsabilità è e
rimane comunque solo il testo tedesco.
Tutti i diritti d’autore restano espressamente riservati.
Vi auguriamo il miglior successo con la Vostra macchina VÖGELE!
NOTA

Per il trattore e la palancola sono disponibili rispettive istruzioni


d’uso separate. Una finitrice funzionante (ai sensi della normativa
sui macchinari) si ha solo da una sicura combinazione fra trattore e
palancola.
Le relative istruzioni d’uso fanno sempre riferimento l’una all’altra e
devono essere essenzialmente osservate insieme con il manuale per la
sicurezza.
In caso di macchinari speciali valgono le istruzioni d’uso originali del
macchinario di serie e le istruzioni di funzionamento integrative della
macchine speciali. Nelle istruzioni d’uso integrative vengono chiarite le
particolarità delle macchine speciali.

1.01.01 Modifiche / Riserve


Facciamo il possibile per la correttezza e l’attualità di queste istruzioni
d’uso. A beneficio della conservazione del nostro vantaggio tecnologico,
può essere necessario effettuare senza preavviso modifiche del prodotto
e del suo azionamento. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per
disturbi, malfunzionamenti, mancati funzionamenti e danni da ciò
derivanti.
Si prega di voler osservare anche informazioni aggiuntive eventualmente
in dotazione alla fornitura.

10 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Introduzione

1.01.02 Imballo e conservazione a magazzino


Per garantire una sufficientemente protezione durante la spedizione, i
prodotti sono stati accuratamente imballati.
Al ricevimento della merce si deve controllare che l’imballo e la merce
non presentino danni.
In caso di danneggiamento gli apparecchi non possono essere messi in
funzione. Anche cavi danneggiati e collegamenti a spina sono un rischio
per la sicurezza e non possono essere utilizzati.
Vi preghiamo in questo caso di rivolgervi al Vostro fornitore VÖGELE.
Se gli apparecchi, dopo aver tolto l’imballo, non vengono subito messi in
servizio, questi devono essere protetti da umidità e sporco.

1.01.03 Segnali e simboli di queste istruzioni


I segnali ed i simboli di queste istruzioni servono per aiutarvi ad utilizzare
le istruzioni e l’apparecchio in modo rapido e sicuro.
NOTA

Informazione
Quest'indicazione segnala informazioni sull’uso più efficace o quello più
praticabile dell’apparecchio e di queste istruzioni.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

 Sequenze d’azione
La sequenza definita delle operazioni Vi facilita un corretto e sicuro uso
dell’apparecchio.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

 Risultato
Qui trovate descritto l’esito di una sequenza di operazioni.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

(1) Numero di posizione grafica gruppo di componenti


I numeri di posizione nelle rappresentazioni grafiche di gruppi di
componenti sono riportati nel testo fra parentesi ().
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

[1] Numero posizione grafica pezzi singoli


I numeri di posizione nelle rappresentazioni grafiche di singoli/e pezzi/
componenti sono riportati nel testo fra parentesi [ ].

1.01.04 Segnali di sicurezza


Il segnale di sicurezza rappresenta in forma figurata una fonte di pericolo.
I segnali di sicurezza nell’intera documentazione tecnica corrispondono
alla norma armonizzata EN 61310 Parte 2: Sicurezza dei macchinari -
Indicazione, contrassegno ed azionamento o direttiva CE 92/58/CEE
- Prescrizioni minime per il contrassegno finalizzato alla tutela della
sicurezza e/o della salute sul posto di lavoro (Ordinanza sulla sicurezza
del lavoro).
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione di un pericolo generale


Questo segnale di avvertimento indica le attività, che in virtù di una serie
di cause, potrebbero comportare dei pericoli.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo di scossa elettrica


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo di scosse elettriche che
potrebbero avere conseguenze anche mortali.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 11 / 133


In generale
Introduzione

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo dovuto a carichi pendenti


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo di una possibile caduta
di oggetti con conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo dovuto a parti rotanti


Questo segnale di avvertimento indica pericoli dovuti a parti rotanti della
macchina che potrebbero avere conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo di scivolamento


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo di una possibile caduta
dovuta a scivolamento che potrebbe avere conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo di inciampo


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo di una possibile caduta
dovuta a inciampo che potrebbe avere conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo di schiacciamento


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo dovuto a possibile
schiacciamento con conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo di schiacciamento


Questo segnale di avvertimento anteposto alle attività indica il
pericolo dovuto alle cinghie o alle catene scoperte in movimento, con
conseguenze anche mortali.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo di schiacciamento


Questo segnale di avvertimento indica le attività, che potrebbero
comportare dei pericoli di schiacciamento.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo di schiacciamento


Questo segnale di avvertimento indica le attività, che potrebbero
comportare dei pericoli di schiacciamento.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo dovuto a superfici molto calde


Questo segnale di avvertimento indica un possibile pericolo dovuto a
superfici molto calde.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione del pericolo di esplosione, presenza di batterie


Questo segnale di avvertimento indica un possibile pericolo dovuto a
liquidi e gas corrosivi.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo dovuto a sostanze infiammabili


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo dovuto a sostanze
infiammabili che potrebbero avere conseguenze anche mortali.

12 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Introduzione

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo dovuto a sostanze esplosive


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo dovuto a sostanze
esplosive che potrebbero avere conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica il pericolo dovuto a sostanze tossiche


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo dovuto a sostanze
tossiche che potrebbero avere conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Avvertimento del pericolo di caduta


Questo segnale di avvertimento indica il pericolo dovuto a possibile
caduta con conseguenze anche mortali.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione di pericolo alta pressione


Questo segnale di avvertimento indica un possibile pericolo, con
conseguenze anche mortali, dovuto a sistemi sotto pressione.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione che indica la radiazione laser


Questo segnale di avvertimento indica le attività, che potrebbero
comportare dei pericoli di radiazione laser.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Avvertimento pericolo di rovesciamento


Questo segnale di avvertimento indica le attività, che potrebbero
comportare dei pericoli di rovesciamento.

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Segnalazione del pericolo di trascinamento


Questo segnale di avvertimento indica le attività che potrebbero
comportare il pericolo di schiacciamento con conseguenze anche mortali,
dovuto a coclee o nastri a raschiamento rotanti.

1.01.05 Diciture di segnalazione


NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Indica un pericolo imminente. Se non viene evitato, serie lesioni e persino


la morte possono esserne le conseguenze.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Definisce una possibile situazione di pericolo. Se non viene evitata, serie


lesioni e persino la morte possono esserne le conseguenze.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Definisce una possibile situazione di pericolo. Se non evitata, può


provocare lesioni lievi o poco significative.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Definisce una possibile situazione di pericolo. Se non evitata può


AVVISO provocare danni materiali.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 13 / 133


In generale
Utilizzo

1.02 Documentazione
Una copia di questo manuale deve poter essere accessibile in ogni
momento al personale autorizzato per tutta la vita utile della macchina.
Accertarsi che, in caso di riacquisto della macchina vengano forniti i
relativi manuali.
Queste istruzioni devono essere lette insieme alle istruzioni per l’uso da
compilare da parte del gestore/imprenditore.
Prima di impiegare la macchina, leggere attentamente e comprendere le
presenti istruzioni per l’uso.
Esse servono per impratichirsi nell’esecuzione di lavori/attività da
svolgere con la macchina.
Queste istruzioni per l’uso contengono importanti indicazioni per utilizzare
la macchina in modo sicuro ed appropriato.

La loro osservanza aiuta a:


 evitare rischi e pericoli;
 ridurre costi di riparazione e tempi passivi;
 aumentare l’affidabilità e la durata della macchina.
A prescindere da queste istruzioni sono da osservare le leggi, gli
ordinamenti, le direttive e le norme vigenti nel Paese d’impiego e sul
luogo d’utilizzo del macchinario.
Queste istruzioni per l’uso descrivono il funzionamento della macchina.
Queste istruzioni d'uso sono valide solo se consultate insieme ai manuali
per la sicurezza della ditta Joseph Vögele AG. I relativi manuali per la
sicurezza sono indicati 107 sul lato.
Una copia di questo manuale per la sicurezza deve essere in qualsiasi
momento disponibile per l’utente incaricato di manovrare la macchina.

1.03 Utilizzo
1.03.01 Utilizzo conforme alle disposizioni
La macchina corrisponde allo stato attuale della tecnica e alle
disposizioni di sicurezza vigenti al momento della sua messa in
commercio, nell’ambito del suo utilizzo conforme alle finalità d’impiego
per cui è destinata.
Dal punto di vista costruttivo non è stato possibile evitare né il prevedibile
uso errato, né i pericoli residui, senza limitarne la funzionalità conforme
alle disposizioni.

La macchina è concepita:
 per posare a strati i materiali edili, per costipare e spianare i materiali
destinati alla pavimentazione delle superfici della circolazione
stradale.
L’uso della macchina è previsto solo per l’impiego industriale all’interno di
cantieri chiusi.
La macchina deve essere azionata da personale istruito in tal senso
secondo le disposizioni contenute nella documentazione tecnica.
Ogni utilizzo non conforme alle disposizioni ed alle finalità d’impiego
proprie della macchina, ovvero tutte le attività eseguite con essa non
descritte in queste istruzioni rappresentano un impiego improprio non
consentito ed esulano dall’ambito di responsabilità del produttore.

14 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Utilizzo

1.03.02 Presumibile applicazione errata


In caso di un ragionevolmente presumibile utilizzo improprio della
macchina viene annullato l’obbligo di garanzia del produttore. In tal caso
la responsabilità andrà esclusivamente a carico del gestore.

Utilizzi da considerarsi tali sono:


 trasporto di persone
 l’abbandono della postazione di comando durante il funzionamento
 la messa in funzione e l’utilizzo della macchina al di fuori della
postazione d’azionamento
 l’azionamento della macchina a passerella di servizio alzata
 spruzzaggio con apparecchi di pulizia ad alta pressione o estintori
 rimozione dei dispositivi di protezione
 inosservanza delle frequenze di manutenzione
 mancata effettuazione delle misurazioni e dei collaudi atti
all’identificazione precoce di danni
 la non sostituzione delle parti soggette ad usura
 mancata effettuazione dei lavori di manutenzione o riparazione
 lavori di manutenzione o riparazione eseguiti in modo errato.
 Deposito di oggetti nei punti all'interno della macchina che non sono
progettati come vani portaoggetti.

1.03.03 Pericoli residui


I pericoli residui che potrebbero derivare dalla macchina sono stati
analizzati e valutati fino dall’inizio della sua progettazione e costruzione.
I pericoli residui sussistenti vengono segnalati nella documentazione.

I pericoli residui possono essere evitati osservando le seguenti


prescrizioni:
 le speciali segnalazioni d’avvertimento applicate alla macchina
 indicazioni generali di sicurezza contenute in queste istruzioni e nel
manuale sulla sicurezza
 segnalazioni speciali contenute in queste istruzioni
 istruzioni nel manuale per la sicurezza
 istruzioni per l’uso del gestore.
Il pericolo di morte e di lesioni per le persone che lavorano con la
macchina può avere origine da:
 applicazione errata
 maneggio inappropriato
 trasporto
 assenza degli impianti di protezione
 elementi costruttivi difettosi o danneggiati
 Maneggio/utilizzo da parte di personale non istruito e qualificato in tal
senso.
 emissione di rumori.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 15 / 133


In generale
Smaltimento

Il pericolo per l’ambiente derivante dalla macchina può avere


origine da:
 maneggio inappropriato
 fuoriuscita mezzi d’esercizio (lubrificanti, ecc.).
I danni materiali alla macchina possono avere origine da:
 maneggio inappropriato
 inosservanza delle prescrizioni di funzionamento e manutenzione
 mezzi d’esercizio inappropriati.
I danni materiali ad altri oggetti presenti nel raggio d’azione della
macchina possono avere origine da:
 maneggio inappropriato
Le limitazioni nel rendimento o nella funzionalità della macchina
possono avere origine da:
 maneggio inappropriato
 Mancata o impropria manutenzione / riparazione.
 mezzi d’esercizio inappropriati.

1.04 Tutela ambientale


Materiali d’imballo, detergenti e materiali di lavorazione usati o resti di
questi devono essere addotti al riciclaggio, rispettando le disposizioni in
materia di tutela dell’ambiente, vigenti sul luogo d’impiego.

1.05 Smaltimento
La protezione dei principi vitali naturali è un compito prioritario. Uno
smaltimento a regola d’arte evita effetti negativi sull’uomo e sull'ambiente
e consente il riciclaggio di preziose materie prime.

Mezzi d’esercizio
Smaltire i mezzi d’esercizio secondo le rispettive specifiche e le relative
prescrizioni vigenti in loco.

Materiali (metalli, materie plastiche)


Per poter effettuare uno smaltimento a regola d’arte dei materiali, questi
devono essere assolutamente esenti da sostanze estranee al materiale
specifico per cui viene scelta una precisa forma di smaltimento. Pulire i
materiali da sostanze estranee ad essi attaccate.
Smaltire i materiali secondo quanto indicato dalle normative nazionali.

Elettricità/ Elettronica
Le componenti elettriche/elettroniche non sottostanno alla direttiva WEEE
2002/96/CE ed alle rispettive leggi nazionali (in Germania ad es. alla
ElektroG).
Avviare le componenti elettriche/elettroniche direttamente ad una
struttura specializzata per il riciclaggio.

16 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Dichiarazione di incorporazione

1.06 Dichiarazione di incorporazione


La dichiarazione di incorporazione fa parte della documentazione della
Vögele AG - disponibile a parte - e vi viene fornita alla consegna della
macchina.
Il contrassegno CE della macchina è parte integrante della targhetta tipo.
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Il simbolo contrassegna la conformità alle direttive UE in vigore che


riguardano il prodotto - dunque la macchina - e che prescrivono un
contrassegno CE. Queste valgono per le combinazioni finitrice -
palancola applicata.

Dichiarazione di incorporazione
Ai sensi della direttiva CE relativa alle macchine 2006/42

Con la presente
Joseph Vögele AG
Joseph- Vögele- Str. 1
67075 Ludwigshafen · Germany

dichiara che la quasi-macchina sotto indicata

Denominazione: palancola

Tipo: .....................................................................
Serie: .....................................................................
N° ID veic.: .....................................................................

corrisponde alle prescrizioni delle seguenti direttive CE incl. integrazioni.


2006 / 42 / CE Direttiva relativa alle macchine

Norme armonizzate applicate:


EN 500-1 Macch. mobili per costruzioni stradali – Sicurezza
(Parte 1: Requisiti comuni)
EN 500-6 Macch. mobili per costruzioni stradali – Sicurezza
(Parte 6: Requisiti specif. per finitrici stradali)

La quasi-macchina può essere messa in funzione, solo dopo che sia stato
constato che il macchinario in cui deve essere incorporata la quasi-macchina
soddisfa le disposizioni delle direttive:
2006 / 42 / CE Direttiva relativa alle macchine.

La documentazione tecnica specifica relativa alla maccnina è stata redatta


conformemente all’Allegato VII Parte B.
Responsabile per la compilazione della documentazione tecnica rilevante:
Sig. Klaus Oettinger, Joseph Vögele AG, Joseph- Vögele- Str. 1,
67075 Ludwigshafen, Germany

Ludwigshafen,
Data
Martin Buschmann
Direttore rep. sviluppo e costruzione
Traduzione della dichiarazione originale di incorporazione/dichiarazione del fabbricante it

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 17 / 133


In generale
Targhetta tipo

1.07 Targhetta tipo

Fig. 1-1: Targhetta tipo


[1] Numero di identificazione [2] Targhetta tipo
[3] Fianco laterale

I dati della palancola sono incisi sulla targhetta tipo [2].


La targhetta tipo [2] è rivettata - rispetto alla direzione di marcia della
finitrice - sul fianco laterale destro [3] della palancola. Il numero di
identificazione [1] della palancola si trova sotto la targhetta tipo [2].
L’intera targhetta tipo ha il valore di un certificato e non può essere
modificata e resa irriconoscibile.
Inserire i dati della targhetta tipo nella seguente tabella:
Definizione Dati
Serie / Tipo
N° ID della palancola
Anno di costruzione
Peso
Tab. 1-1: Dati della targhetta tipo

18 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Qualifica del personale e obblighi

1.08 Indicazioni sull’emissione acustica e sulle vibrazioni


NOTA

Non possono essere effettuate sulla macchina modifiche che comportino


un aumento delle emissioni acustiche.

 Indossare se necessario l'equipaggiamento protettivo personale


acustico (paraorecchie).
 Leggere ed osservare quanto riportato nel manuale sulla sicurezza.
 Prestare attenzione affinché tutti i dispositivi di protezione siano
montati e funzionanti.
 Non apportare modifiche alla macchina.

1.08.01 Livello di potenza sonora


Il livello di potenza sonora è indicato al Cap. "Tabelle" della rispettiva
macchina.
Rilevamento ed esecuzione ai sensi della direttiva CE 2000/14/CE,
EN ISO 3744 e EN 500-6.

1.08.02 Livello di pressione acustica


NOTA

Mentre si lavora con la macchina è possibile che, nelle immediate


vicinanze della macchina e alle postazioni di comando, venga superato
il livello consentito di esposizione quotidiana al rumore (Lex,8h) pari a
80 dB(A).
 Indossare se necessario l'equipaggiamento protettivo personale
acustico (paraorecchie).
Incertezza di misura secondo EN ISO 11201.

1.08.03 Indicazioni sulle vibrazioni per l’utente


Vibrazioni su tutto il corpo
Nell’impiego secondo le norme, i ponderati valori effettivi
dell’accelerazione delle vibrazioni su tutto il corpo al posto di comando
ed ai posti di comando esterni pari a aw = 0,5 m/s² - ai sensi della norma
EN 1032: 2003 - non vengono superati.

Vibrazioni su mani e braccia


Nell'impiego secondo le norme, i ponderati valori effettivi
dell’accelerazione delle vibrazioni su mani e braccia pari a ahw = 2,5 m/s²
- ai sensi della norma EN 1032: 2003 - non vengono superati.

1.09 Dati tecnici


I dati tecnici della macchina sono indicati al Cap. "Tabelle" (vd. pagina
101).

1.10 Qualifica del personale e obblighi


I lavori alla macchina devono essere eseguiti soltanto da personale
autorizzato.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 19 / 133


In generale
Qualifica del personale e obblighi

Il personale autorizzato deve:


 aver compiuto il 18 anno di età;
 essere istruito per il pronto soccorso e saperlo mettere in pratica;
 aver letto e compreso il manuale sulla sicurezza;
 conoscere a saper applicare le prescrizioni antinfortunistiche e le
indicazioni di sicurezza per la macchina;
 essere addestrato e istruito in conformità alle regole di
comportamento in caso di malfunzionamenti;
 essere fisicamente e mentalmente idoneo a poter esercitare le proprie
competenze, gli incarichi e le attività sulla macchina;
 essere adeguatamente addestrato e istruito in relazione alle proprie
competenze, attività e incarichi da eseguire sulla macchina;
 aver compreso quanto indicato dalla documentazione tecnica per quel
che riguarda le competenze, gli incarichi e le attività da svolgere sulla
macchina e saperlo mettere in pratica.

Prima di attivare la macchina leggere:


 le istruzioni per l’uso,
 il manuale sulla sicurezza.
La macchina può essere manovrata autonomamente solo da
persone:
 addestrate nella conduzione della macchina,
 che hanno dimostrato all’imprenditore la loro capacità in merito,
 che si può prevedere eseguano in modo accurato gli incarichi loro
affidati.
L’imprenditore o l’azienda deve stabilire la persona a cui affidare la
conduzione della macchina.

20 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Qualifica del personale e obblighi

Attenersi alle prescrizioni qui appresso riportate:


 Si raccomanda d’impratichirsi dell’uso della strumentazione della
macchina.
 La macchina può essere manovrata solo quando si conosceranno a
fondo tutti gli elementi di comando e il loro funzionamento.
 Si raccomanda di prendere dimestichezza con il proprio campo
d’attività.
 La macchina può essere usata solo per l’impiego previsto.
 Per il trasporto ed il montaggio di parti di allargamenti o pezzi
accessori pesanti occorre impiegare degli adeguati mezzi di
sollevamento.
 Portare l’equipaggiamento protettivo come per es. scarpe di sicurezza
e protezione per l’udito.
 Se si localizzano dei difetti ai dispositivi di sicurezza, informarne
immediatamente il servizio di vigilanza.
 Se si localizzano altri difetti che potrebbero pregiudicare il sicuro
funzionamento della macchina, informarne immediatamente il servizio
di vigilanza.
 Se si localizzano difetti che potrebbero mettere in pericolo le persone,
fermare subito la macchina.
 Se sulla macchina si constatano modifiche e trasformazioni non
autorizzate dal costruttore che potrebbero pregiudicarne il sicuro
funzionamento, informarne immediatamente il servizio di vigilanza.
 Badare che la macchina si trovi sempre in uno stato tale da poter
accedere alla circolazione senza rappresentare un pericolo.
 Fare attenzione che vengano osservate le scadenze dei prescritti
controlli periodici per la sicurezza.
 Osservare:
– i contrassegni di sicurezza,
– i contrassegni per la tutela della salute,
– come pure le indicazioni di sicurezza fissate alla macchina.
 Leggere le prescrizioni e le indicazioni di sicurezza aggiuntive per i
casi speciali redatte dal gestore/imprenditore.
 Controllare la completezza e la leggibilità di
– contrassegno di sicurezza,
– contrassegno per la tutela della salute,
– indicazioni di sicurezza (cartelli, adesivi, pittogrammi).
 Prima di iniziare il lavoro, informarsi sulle misure di
– pronto soccorso
– e le possibilità di salvataggio (medico di guardia, vigili del fuoco,
elicottero).
 Assicurarsi che sia disponibile la cassetta del pronto soccorso con il
contenuto prescritto.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 21 / 133


In generale
Qualifica del personale e obblighi

Persona addetta alle indicazioni


Gli addetti alle indicazioni sono necessari quando la visuale per il
conducente è impedita.
Il direzionamento autonomo di macchinari può essere affidato solo a
persone:
 addestrate nelle indicazioni di manovra (della macchina),
 che abbiano dimostrato di aver preso parte con successo a lezioni
istruttive in tal senso,
 che hanno dimostrato all’imprenditore la loro capacità in merito,
 che si può prevedere eseguano in modo accurato gli incarichi loro
affidati.
L’imprenditore o l’azienda devono stabilire la persona a cui affidare il
compito di fornire indicazioni per le manovre da effettuare con la finitrice.
Al fine di evitare equivoci, si consiglia di impiegare per le segnalazioni
gesti inequivocabili della mano come ad es. quelli definiti dalla normativa
tedesca BG "Sicurezza e salute sul posto di lavoro" (BGV A 8).

Attenersi alle prescrizioni qui appresso riportate:


 Prendere dimestichezza con le dimensioni della finitrice e
dell’autocarro a pianale ribassato.
 Indossare indumenti con applicazioni catarifrangenti.
 L’indicazione avviene mediante radiotelefono (per es. quando si
eseguono operazioni di carico con la gru), oppure tramite gesti della
mano (per es. per dirigere la finitrice nella retromarcia).
 Il significato dei segnali d’indicazione deve essere chiarito senza il
minimo dubbio tra il conducente e l’addetto alle indicazioni.

Personale di servizio
Il personale di servizio è responsabile affinché:
 i segnali di sicurezza e indicazione disposti sulla macchina siano
perfettamente leggibili;
 durante i lavori di riparazione e manutenzione la macchina è protetta
contro utilizzi non autorizzati.
 le riparazioni vengano concordate con il produttore;
 la macchina venga azionata solo quando il suo stato risulta
ineccepibile e se completamente funzionante.

1.10.01 Equipaggiamento protettivo personale


L’equipaggiamento protettivo personale va indossato in tutte le attività
praticate sulla macchina descritte in queste istruzioni.

Esso include per esempio:


 scarpe di sicurezza,
 guanti protettivi,
 protezione per l'udito (paraorecchie),
 indumenti con applicazioni catarifrangenti.
Vanno rispettate tutte le normative statali e locali in vigore relative
all'equipaggiamento protettivo personale (per es. caschi).

22 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Zona di pericolo

1.11 Indicazioni generali di sicurezza


1.11.01 Manuale di sicurezza
Leggere il manuale di sicurezza, messo separatamente a disposizione
dalla Vögele AG.
Esso è parte integrante delle istruzioni d’uso e funzionamento.

1.12 Zona di pericolo

Fig. 1-2: Zona di pericolo


[1] Zona di pericolo

Durante lavori di montaggio e trasporto non possono sostare persone


nella zona di pericolo della macchina.
Per lavori di manutenzione e pulizia è possibile accedere alla zona di
pericolo solo:
 in caso di macchina ferma e bloccata;
 da parte di personale autorizzato e competente.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 23 / 133


In generale
Segnaletica

1.12.01 Distanza di sicurezza fra zona di lavoro e zona di circolazione

Distanza di sicurezza +
1
2

spazio per barriere

Fig. 1-3: Distanza di sicurezza fra zona di lavoro e zona di circolazione


[1] Zona di circolazione [2] Zona di lavoro

Per la grandezza della distanza di sicurezza fra zona di lavoro e zona di


circolazione devono essere osservate le prescrizioni nazionali in materia.
In Germania vale quanto di seguito indicato:
 direttive per la sicurezza del posto di lavoro sulle strade (RSA)
 Ulteriori condizioni tecniche contrattuali e direttive per le opere di
messa in sicurezza dei posti di lavoro sulle strade (ZTV-SA 97) [3]
 Ordinanza relativa ai cantieri incl. le annesse "Regolamentazioni per
la sicurezza del lavoro sui cantieri" (RAB) [5]

1.13 Segnaletica
1.13.01 Schema della segnaletica
Lo schema della segnaletica si trova nel catalogo pezzi di ricambio.

1.13.02 Cartelli utilizzati


NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Questa sezione indica la specifica funzione della segnaletica.


La descrizione della segnaletica rilevante ai fini della sicurezza è riportata
nel manuale di sicurezza!
NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Punti di rizzatura sulla macchina


Per rizzare la macchina (per es. durante il trasporto con un autocarro
a pianale ribassato) impiegare solo gli occhioni appositamente
contrassegnati.

24 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


In generale
Segnaletica

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Tensione di corrente pericolosa (Prese da 230 / 400 V AC)


Per il riscaldamento palancola. Cavi e componenti sono conduttori di
tensione - sussiste il pericolo di lesioni gravi o morte! Prima dei lavori di
manutenzione, spegnere il motore ed estrarre la chiavetta di accensione.
2101550

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Regolazione in altezza dispositivi di estrazione

-7258

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

3
2
2 1
1
0
0
1
1
2
2
3 4 cm
3 %
Impostazione del profilo del tetto
46-1826-6829

%
cm cm
%
2.5m 2.5m

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Raetschengriff im Werkzeugkasten Indicazione impugnatura arpionismo


Handle of ratchet in the tool box
Manche de cliquet dans la caisse à outils
Mango de carraca en el cofre de útiles

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55
Scala dispositivi di estrazione
60 65 70 75 80 85 90 95 100 105 110

NOTA DI TUTELA AMBIENTALE

Manutenzione del supporto dell’albero tamper


Vengono indicate le frequenze di manutenzione e la quantità di
lubrificante per ingrassare il supporto dell’albero del tamper.
3
50 h / 2 cm

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 25 / 133


26 / 133
Descrizione

2 DESCRIZIONE
NOTA

Per tutte le attività osservare le indicazioni contenute nel manuale sulla


sicurezza.

In questo capitolo vengono descritti gli elementi costruttivi della


palancola.
I numeri di posizione nelle rappresentazioni grafiche di gruppi di
componenti sono riportati nel testo fra parentesi ( ).
I numeri di posizione nelle rappresentazioni grafiche di singoli/e pezzi/
componenti sono riportati nel testo fra parentesi [ ].
NOTA

Le funzioni della palancola vengono in parte comandate dal quadro di


comando della finitrice.
Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 27 / 133


Descrizione

17

21
14

8
17

13
9
18
22
24 20
23
16

Fig. 2-1: Componenti della palancola


(1) Avvertenze d'uso e avvisi, (8) Sospensione (vd. pagina
non illustrati (vd. pagina 36)
30)
(9) Supporto momento torcente (11) Lamiera raschiante, non
(vd. pagina 37) rappresentata (vd. pagina
38)
(12) Sostegno, non (13) Regolazione in altezza (vd.
rappresentato pagina 39)
(14) Impostazione del profilo tetto (15) Rivestimento/copertura (vd.
(Copertura a ribalta) (vd. pagina 41)
pagina 40)
(16) Passerella (vd. pagina (17) Salita (vd. pagina 43)
42)
(18) Pannello laterale (vd. pagina (20) Sagomatore spigoli (vd.
44) pagina 47)
(21) Visualizzazione posa (vd. (22) Impianto idraulico (vd.
pagina 48) pagina 51)
(23) Alimentazione di tensione a (24) Riscaldamento 400 V(vd.
24 V (vd. pagina 52) pagina 52)

28 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione

Fig. 2-2: Componenti della palancola (palancola TV)


(2) Parete anteriore (vd. pagina (4) Tamper (vd. pagina 32)
30)
(5) Spianatore (vd. pagina (6) Vibrazione (vd. pagina
33) 34)

4 5

Fig. 2-3: Componenti della palancola (palancole TP)


(2) Parete anteriore (vd. pagina (4) Tamper (vd. pagina 32)
30)
(5) Spianatore (vd. pagina (7) Lardone di compressione
33) (vd. pagina 35)

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 29 / 133


Descrizione
Parete anteriore

2.01 Indicazioni d’uso ed avvertenze


La segnaletica (indicazioni d'uso e di pericolo) deve essere applicata
sulla palancola e risultare perfettamente leggibile. Le indicazioni di
pericolo poste direttamente sulla palancola devono assolutamente essere
rispettate.
Un quadro complessivo della segnaletica è riportato nel catalogo pezzi di
ricambio.
Le indicazioni d’uso e le avvertenze (1) sono descritte le capitolo "Cartelli
utilizzati" (vd. pagina 24).

2.02 Parete anteriore

Fig. 2-4: Parete anteriore


[1] Fascia in nastro di acciaio [2] Parete anteriore
per molle
[3] Tamper

La parete anteriore (2) chiude a tenuta la palancola tramite una fascia in


nastro di acciaio per molle [1] al tamper [3].

30 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Parete anteriore

2.02.01 Lamiera laterale

Fig. 2-5: Lamiera laterale


[1] Lamiera laterale

La lamiera laterale [1] impedisce che la mescola cada dietro la palancola


base, quando i dispositivi di estrazione sono completamente fuori.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 31 / 133


Descrizione
Tamper

2.04 Tamper

Fig. 2-6: Tamper


[1] Biella tamper [2] Attacco allargamento tamper
[3] Lardone tamper

Il tamper (4) è un gruppo di costipazione della palancola.

32 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Spianatore

2.05 Spianatore

2
1

Fig. 2-7: Spianatore (dispositivo di estrazione)


[1] Lamiera spianante [2] Telaio spianatore
(dispositivo di estrazione)

Le lamiere spiananti riscaldabili [1] sono fissate sul telaio spianatore [2].

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 33 / 133


Descrizione
Vibrazione (Palancola TV)

2.06 Vibrazione (Palancola TV)

Fig. 2-8: Vibrazione


[1] Attacco allargamento [2] Unità di vibrazione
vibrazione

La vibrazione (6) costipa il materiale di pavimentazione. La vibrazione si


ha tramite un albero rotante di sbilanciamento.

34 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Lardone di compressione (palancola TP)

2.07 Lardone di compressione (palancola TP)

5
3
2
1

Fig. 2-9: Lardoni di compressione (palancola TP)


[1] Viti di fissaggio [2] Eccentrico
[3] Guida lardone di [4] Cilindro lardone di
compressione compressione
[5] Sospensione lardone di [6] Lardone di compressione
compressione

La posizione del lardone di compressione (7) viene impostata con la


sospensione [5] ed il cilindro lardone di compressione [4].

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 35 / 133


Descrizione
Sospensione

2.08 Sospensione

Fig. 2-10: Sospensione


[1] Tubo guida [2] Intelaiatura palancola base
[3] Intelaiatura dispositivo di [4] Cilindro idraulico
estrazione

La sospensione (8) della palancola estraibile è costituita dell'intelaiatura


[2], [3] con cilindro idraulico [4] e tubo guida [1].
La sospensione consente una regolazione in larghezza senza scossoni e
scatti, garantendo con ciò la massima precisione di profilo.

36 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Supporto momento torcente

2.09 Supporto momento torcente

Fig. 2-11: Supporto momento torcente


[1] Corsoi [2] Guida di scorrimento

Il supporto del momento torcente (9) è costruito per eseguire


l’allineamento assiale delle parti estraibili della palancola ed è regolabile.
Questa garantisce una ritrazione ed una fuoriuscita dei dispositivi di
estrazione senza tensione, per cui nulla s’inceppa o si blocca.
Gli elementi di estrazione della palancola scorrono sulle guide di
scorrimento [2] e vengono condotte per mezzo dei corsoi [1].

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 37 / 133


Descrizione
Lamiera raschiante

2.11 Lamiera raschiante

2
1

Fig. 2-12: Lamiera raschiante


[1] Lamiera raschiante [2] Asta filettata

Le lamiere raschianti regolabili in altezza (11) consentono una posa


ottimale della mescola di materiale durante la pavimentazione.
Le lamiere raschianti (11) vengono fissate alla palancola base mediante
quattro viti di fissaggio.
La regolazione in altezza viene eseguita sull'asta filettata [2].

38 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Regolazione in altezza

2.13 Regolazione in altezza


2.13.01 Regolazione meccanica in altezza

Fig. 2-13: Regolazione meccanica in altezza


[1] Asta filettata di regolazione [2] Vite autobloccante
[3] Scala

Attraverso la regolazione in altezza (13) viene impostato il livello fra


dispositivo d’estrazione e palancola base.
I dispositivi di estrazione della palancola con regolazione in altezza (13)
sono spostati indietro.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 39 / 133


Descrizione
Impostazione del profilo del tetto

2.14 Impostazione del profilo del tetto


2.14.01 Impostazione idraulica del profilo tetto

Fig. 2-14: Impostazione idraulica del profilo tetto


[1] Motore idraulico [2] Sensore
[3] Catena di trasmissione

40 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Rivestimento / Copertura

2.15 Rivestimento / Copertura

Fig. 2-15: Rivestimento / Copertura


[1] Rivestimento / Copertura

Il rivestimento / copertura (15) protegge l’azionatore dal rumore e la


palancola da sporco ed umidità.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 41 / 133


Descrizione
Passerella

2.16 Passerella

Fig. 2-16: Passerella


[1] Passerella

La passerella (16) si compone di due parti e può essere sollevata per il


trasporto.

42 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Salita

2.17 Salita

Fig. 2-17: Salita


[1] Salita [2] Gradino inferiore

Il gradino inferiore [2] può essere sollevato per il trasporto.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 43 / 133


Descrizione
Slittone laterale

2.18 Slittone laterale

4
2

6
1

Fig. 2-18: Slittone laterale


[1] Catena [2] Asta filettata di regolazione
in altezza
[3] Supporto per rivelatore [4] Trave portante slittone
di altezza (dispositivo di laterale
livellamento)
[5] Pannello laterale [6] Sagomatore spigoli

Lo slittone laterale (18) provvede ad un ben definito bordo di chiusura del


materiale di pavimentazione.
La regolazione in altezza del pannello laterale [5] avviene tramite l’asta
filettata di regolazione [2]. A seconda delle condizioni di posa e dello
spessore del rivestimento stradale vengono montati sagomatori di spigoli
[6] diversi.

44 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Slittone laterale

2.18.01 Slittone laterale regolabile idraulicamente (opzione)

Fig. 2-19: Slittone laterale regolabile idraulicamente


[1] Pannello laterale [2] Interruttore

La regolazione in altezza del pannello laterale [1] avviene sullo slittone


laterale a regolazione idraulica mediante l'interruttore [2].

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 45 / 133


Descrizione
Slittone laterale

2.18.02 Slittone laterale ribaltabile (opzione)

Fig. 2-20: Slittone laterale ribaltabile


[1] Trave portante slittone [2 ] Sicura per il trasporto
laterale

Per ridurre il lavoro di montaggio/smontaggio sul cantiere, vi è la


possibilità di montare la trave portante dello slittone laterale nella
versione ribaltabile. Nella posizione di trasporto le travi portanti degli
slittoni laterali [1] vengono ribaltate indietro e bloccate tramite una sicura
per il trasporto [2].
NOTA

Questa versione è possibile solo per la palancola base.

46 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Sagomatore spigoli

2.20 Sagomatore spigoli

Fig. 2-21: Sagomatore spigoli


[1] Pattino [2] Sagomatore spigoli, obliquo*

*Opzione
Il pattino ovvero il sagomatore spigoli (20) (opzione) esegue la chiusura
laterale del rivestimento stradale.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 47 / 133


Descrizione
Visualizzazione posa

Barra termica sagomatore spigoli (Opzione)

1
2

Fig. 2-22: Barra termica sagomatore spigoli (Opzione)


[1] Slittone laterale [2] Attacco elettrico
[3] Barra termica sagomatore
spigoli

Con la barra termica sagomatore spigoli [3] è possibile raggiungere un


migliore scivolamento del sagomatore spigoli.
La barra termica sagomatore di spigoli [3] viene collegata elettricamente
alla presa rossa dell'allargamento corrispondente.

2.21 Visualizzazione posa


 Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.
NOTA

48 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Visualizzazione posa

Livella a bolla d’aria

Fig. 2-23: Livella a bolla d’aria


[1] Livella a bolla d’aria

Le livelle a bolla d’aria [1] indicano la sezione trasversale della palancola


rispetto alla linea orizzontale.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 49 / 133


Descrizione
Impianto idraulico

2.22 Impianto idraulico


2.22.01 Blocco attacchi lardoni di compressione (palancole TP)

4
2

Fig. 2-24: Impianto idraulico


[1] Conduttura di sfiato [2] Attacco sfiato
[3] Attacco passaggio [4] Blocco attacchi

50 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Impianto idraulico

2.22.02 Componenti idrauliche

Fig. 2-25: Componenti idrauliche


[1] Tubi flessibili idraulici [2] Lamiera

Sulla lamiera [2] sono incisi i rispettivi contrassegni per l’attacco.


NOTA

Per ulteriori informazioni sugli attacchi idraulici vd. lo schema degli


attacchi idraulici.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 51 / 133


Descrizione
Riscaldamento 400 V

2.23 Alimentazione di tensione 24 V

Fig. 2-26: Presa di corrente (dispositivi di estrazione della palancola)


[1] Presa posto esterno di
comando

2.24 Riscaldamento 400 V

Fig. 2-27: Riscaldamento


[1] Barra termica lardone [2] Barra termica lamiera
tamper spianante

52 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Riscaldamento 400 V

Fig. 2-28: Sagomatore spigoli


[3] Barra termica sagomatore
spigoli

Fig. 2-29: Prese di corrente


[1] Presa riscaldamento
per sagomatore spigoli /
allargamento

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 53 / 133


Descrizione
Parete anteriore, allargamento

Per mantenere una buona struttura superficiale ed evitare


contemporaneamente che il materiale per la posa si attacchi e si addensi,
le palancole sono dotate di un sistema elettrico di riscaldamento (24).
Il riscaldamento (24) della palancola viene attivato/disattivato attraverso
il quadro di comando e il posto esterno di comando. Il processo di
riscaldamento dura ca. 20 minuti.
NOTA

La durata del processo può variare a seconda delle diverse condizioni


metereologiche.

Il riscaldamento è assicurato mediante un interruttore automatico di


sicurezza disposto nella cassetta riscaldamento della finitrice.
La temperatura massima del riscaldamento viene impostata sul display
della finitrice.

Sistema di controllo riscaldamento (opzione)

Fig. 2-30: Sistema di controllo riscaldamento


[1] Spia di controllo lamiera [2] Spia di controllo tamper
spianante

Il sistema di controllo del riscaldamento rileva eventuali disturbi/guasti


al riscaldamento e li segnala. Le barre termiche dispongono ciascuna
rispettivamente di un sistema di controllo riscaldamento.
Il sistema di controllo riscaldamento si trova sulla palancola base e su
tutti gli allargamenti, eccetto che sull’allargamento di 0,25 m.

2.27 Parete anteriore, allargamento


Vedi paragrafo "Parete anteriore" di questo capitolo.

54 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Tamper, allargamento

2.28 Tamper, allargamento

Fig. 2-31: Tamper, allargamento


[1] Lardone tamper [2] Attacco palancola base
tamper

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 55 / 133


Descrizione
Spianatore, allargamento

2.29 Spianatore, allargamento

2
1

Fig. 2-32: Spianatore, allargamento


[1] Lamiera spianante [2] Telaio spianatore
[3] Eccentrico [4] Ausilio per il montaggio
rapido

56 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Lardone di compressione, allargamento (palancole TP)

2.30 Vibrazione - Allargamento (Palancole TV)

Fig. 2-33: Vibrazione, allargamento


[1] Attacco allargamento
vibrazione

2.31 Lardone di compressione, allargamento (palancole TP)


Vedi paragrafo "Lardone di compressione" di questo capitolo.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 57 / 133


Descrizione
Lamiera raschiante, allargamento

2.32 Lamiera raschiante, allargamento

Fig. 2-34: Lamiera raschiante, allargamento


[1] Prolunga lamiera raschiante [2] Allargamento lamiera
per palancola base raschiante
[3] Asta filettata

Gli allargamenti lamiere raschianti (32) vengono montati alla parete


anteriore dell'allargamento.

58 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Sostegno, allargamento

2.33 Sostegno, allargamento

Fig. 2-35: Sostegno, allargamento


[1] Allargamento [2] Asta di sostegno

Il sostegno (33) collega l’allargamento esterno [1] con il dispositivo di


estrazione della palancola di base.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 59 / 133


Descrizione
Passerella, allargamento

2.34 Rivestimento / copertura, allargamento

Fig. 2-36: Rivestimento / copertura, allargamento


[1] Rivestimento / Copertura

Vedi paragrafo "Rivestimento / Copertura" di questo capitolo.

2.35 Passerella, allargamento

Fig. 2-37: Passerella


[1] Passerella

Vedi paragrafo "Passerella" di questo capitolo.

60 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Impianto idraulico, allargamento

2.36 Impianto idraulico, allargamento

Fig. 2-38: Impianto idraulico, allargamento


[1] Conduttura di sfiato [2] Attacco sfiato
[3] Attacco passaggio [4] Blocco attacchi

Vedi paragrafo "Impianto idraulico" di questo capitolo.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 61 / 133


Descrizione
Riscaldamento, allargamento

2.38 Riscaldamento, allargamento

3
1

Fig. 2-39: Riscaldamento, allargamento


[1] Barra termica lamiera [2] Barra termica lardoni di
spianante compressione
[3] Barra termica lardone
tamper

62 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Descrizione
Riscaldamento, allargamento

Fig. 2-40: Spine e prese, allargamento


[4] Presa riscaldamento per [5] Spina riscaldamento per
allargamenti allargamenti

Vedi paragrafo "Riscaldamento" di questo capitolo.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 63 / 133


64 / 133
Comando
Allestire la palancola

3 COMANDO
NOTA

Per tutte le attività osservare le indicazioni contenute nel manuale sulla


sicurezza.

Questo capitolo descrive come vengono azionate e regolate le


componenti e la palancola.
I numeri di posizione nelle rappresentazioni grafiche di singoli/e pezzi/
componenti sono riportati nel testo fra parentesi [ ].
NOTA

Le funzioni della palancola vengono in parte comandate dal quadro di


comando della finitrice.
Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

3.01 Allestire la palancola


NOTA

Per tutte le operazioni di regolazione della palancola, è necessario


bloccare quest'ultima sul blocco palancola contro svergolamento e
torsione tramite l'apposito dispositivo.

Allestire la palancola  Costruzione palancola (vd. pagina 109 sgg).


– Portare i dispositivi di estrazione della palancola alla larghezza di
lavoro.
– Applicare gli elementi di allargamento.
– Montare e allineare lo slittone laterale.
 Disporre la palancola pronta all’impiego (vedi le istruzioni d’uso della
finitrice).
– Riscaldare la palancola.
– Far funzionare ad un basso numero di giri i gruppi di costipazione.
Test di funzionamento dei gruppi di costipazione.
 Avviare la finitrice.
 Impostare la posizione nominale (vedi capitolo seguente).
– Impostare lo spessore di posa.
– Impostare il profilo tetto o la sezione trasversale.
– Regolazione in altezza dei dispositivi di estrazione.
NOTA

Numero giri tamper e numero giri vibrazione e pressione del lardone di


compressione si impostano mediante il posto esterno di comando della
finitrice.
Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

 La palancola è allestita.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 65 / 133


Comando
Allestire la palancola

3.01.01 Impostare lo spessore di posa

2
3

Fig. 3-1: Posizione nominale della palancola


[1] Cilindro livellatore [2] Misura rullo compressore
[3] Spessore nominale [4] Spessore di posa

La posizione nominale della palancola viene impostata tramite i cilindri


livellatori [1].
Qui vanno considerati lo spessore di posa [4], la misura rullo
compressore [2] e l’angolo di registrazione palancola.
Altezza, profilo tetto ed inclinazione trasversale vengono letti tramite
livella a bolla d’aria e le scale:
 Cilindro livellatore
 Impostazione del profilo del tetto
 Regolazione in altezza dispositivi di estrazione
 Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

3.01.02 Regolare la larghezza di posa


La larghezza di posa può essere regolata in modo continuo dal posto
esterno di comando.
In tal senso sono possibili due velocità di processo.
 Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

66 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Comando
Allestire la palancola

AVVERTENZA
Pericolo di schiacciamento
Le parti della macchina in fase di rientro ed uscita possono provocare
gravi lesioni, con conseguenze anche mortali.
 Prima di far rientrare/far uscire i dispositivi di estrazione, assicurarsi
che non si trovino persone oppure oggetti nella zona di possibile
pericolo.
 Verificare che i dispositivi di sicurezza siano completamente montati.

3.01.03 Impostare il profilo tetto o la sezione trasversale


Impostazione idraulica del profilo tetto

Fig. 3-2: Impostazione idraulica del profilo tetto


[1] Catena di trasmissione [2] Motore idraulico
[3] Sensore

AVVERTENZA
Pericolo di schiacciamento
Le parti della macchina in fase di rientro ed uscita possono provocare
gravi lesioni, con conseguenze anche mortali.
 Prima di far rientrare/far uscire i dispositivi di estrazione, assicurarsi
che non si trovino persone oppure oggetti nella zona di possibile
pericolo.
 Verificare che i dispositivi di sicurezza siano completamente montati.
Regolare idraulicamente il profilo tetto
NOTA

Il profilo tetto viene regolato dal posto esterno di comando della finitrice.
Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 67 / 133


Comando
Allestire la palancola

3.01.04 Regolazione dell’altezza dei dispositivi di estrazione


Regolazione meccanica dell’altezza dei dispositivi di estrazione

Fig. 3-3: Regolazione meccanica dell’altezza


[1] Asta filettata di regolazione [2] Vite autobloccante
[3] Scala

Fig. 3-4: Sostegno, allargamento


[4] Viti di fissaggio [5] Mensola di fissaggio

68 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Comando
Allestire la palancola

AVVERTENZA
Pericolo di schiacciamento
Le parti della macchina in fase di rientro ed uscita possono provocare
gravi lesioni, con conseguenze anche mortali.
 Prima di far rientrare/far uscire i dispositivi di estrazione, assicurarsi
che non si trovino persone oppure oggetti nella zona di possibile
pericolo.
 Verificare che i dispositivi di sicurezza siano completamente montati.
Regolazione meccanica  Abbassare la palancola o effettuare la regolazione durante la posa.
dell’altezza dei dispositivi di
 Svitare le viti autobloccanti [2].
estrazione
 A puntone montato, svitare le viti di fissaggio [4] della mensola [5].
 Regolare l’altezza tramite le aste filettate di regolazione [1].
 Leggere l’impostazione sulla rispettiva scala [3].
 Proseguire con la regolazione, fino a quando si sarà raggiunto il
valore desiderato.
 Verificare la regolazione sulla rispettiva scala [3].
 Stringere le viti autobloccanti [2].
 Stringere le quattro viti di fissaggio [4] della mensola di fissaggio [5].
 L’altezza è ora impostata.
Regolare l’altezza sempre in modo uniforme.
NOTA

Le scale offrono valori di confronto. I valori indicati non sono valori


assoluti.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 69 / 133


Comando
Allestire la palancola

3.01.05 Rilevare la frequenza dei lardoni di compressione (palancole TP)

1 2

Fig. 3-5: Frequenziometro


[1] Filo indicatore [2] Frequenziometro
[3] Scala 1/min [4] Anello di regolazione
[5] Scala Hertz

Con il frequenziomentro [2] si può rilevare la frequenza del lardone di


compressione.

Rilevare la frequenza lardoni  Tenere il frequenziometro [2] presso uno dei lardoni di compressione.
di compressione
 Ruotare l’anello interno del frequenziometro [2] sino a che la punta del
filo indicatore [1] descriva il cerchio massimo.
 Leggere la frequenza sulla scala [5] del frequenzimetro [2].
 La frequenza dei lardoni di compressione è rilevata.

AVVISO
Pericolo di un danno alla macchina
Una frequenza dei lardoni di compressione non correttamente impostata
potrebbe danneggiare la palancola.
 La frequenza di lavoro del lardone di compressione è di 68 - 72 Hz ed
è impostata dalla fabbrica.
 Per la regolazione, l'olio deve aver raggiunto la temperatura di
esercizio.
NOTA

Le modalità di regolazione della frequenza lardoni di compressione è


descritta nel capitolo "Manutenzione". (vd. pagina 89).

70 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Comando
Allestire la palancola

3.01.06 Regolare la corsa del tamper (palancola TP)

5
4

Fig. 3-6: Regolare la corsa del tamper (palancola TP)


[1] Albero tamper [2] Vite di fissaggio
[3] Fenditura [4] Numero corsa tamper
(tacche)
[5] Bussola eccentrica

La corsa del tamper corrisponde normalmente a 4 mm. Il tamper deve


avere sempre la stessa corsa lungo tutta la larghezza di posa.

Impostare la corsa tamper  La palancola deve essere appoggiata su un fondo solido e piano.
 Bloccare la palancola contro un suo involontario spostamento.
 Estrarre la chiave di accensione.
 Rimuovere la vite di fissaggio [2].
 Ruotare l’albero tamper [1] contro la bussola eccentrica [5], sino a
che il numero di corsa tamper [4] desiderato, che si trova sull’albero
tamper [1], appare nella fenditura [3] della bussola eccentrica [5].
 Montare la vite di fissaggio [2].
 La corsa tamper è ora impostata.
Impostare sempre allo stesso modo la corsa tamper per la palancola e
quella per gli allargamenti.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 71 / 133


Comando
Regolare l'altezza del pannello laterale

3.02 Regolare l'altezza del pannello laterale


(opzione, solo con slittone laterale a regolazione idraulica )

2
2

Fig. 3-7: Regolare l'altezza del pannello laterale


[1] Interruttore su [2] Interruttore giù

Regolare l'altezza del  Premere l'interruttore verso l'alto [1] e verso il basso [2]:
pannello laterale
– Interruttore su [1]: Regola il pannello laterale anteriore (in direzione
di marcia) verso l'alto o verso il basso.
– Interruttore giù [2]: Regola il pannello laterale posteriore (in
direzione di marcia) verso l'alto o verso il basso.
 Il pannello laterale è stato regolato in altezza.

72 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Comando
Posare il manto stradale

3.03 Mettere in funzione la palancola


Verificare quanto segue, prima di mettere in servizio la palancola:
 Collegamento della palancola al trattore (meccanico, elettrico ed
idraulico).
 Il funzionamento dei dispositivi di sicurezza
– Passerella
– Salita
– Staffa di protezione
– Rivestimenti
 La passerella della palancola deve passare sopra l'intera larghezza di
pavimentazione.
 la tenuta del serbatoio e delle condutture dell’olio idraulico
 la stabilità dei collegamenti a vite
 Controllare in modo particolarmente accurato prima di un prolungato
periodo di lavoro oppure successivamente ad un prolungato periodo di
fermo della macchina.
 Lubrificare i punti cuscinetti.
Lo schema di manutenzione e la tabella lubrificanti sono riportati in
queste istruzioni d'uso.

3.04 Posare il manto stradale


Per poter posare il rivestimento stradale, la palancola deve essere
allestita (vd. pagina 65).

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 73 / 133


Comando
Trasportare/caricare la palancola

3.05 Trasportare/caricare la palancola

Fig. 3-8: Punti di rizzatura


[1] Punti di rizzatura

Sono da osservare le vigenti prescrizioni antinfortunistiche e di categoria


(UVV, DIN, VDI) e le regolamentazioni specifiche dei singoli Paesi.

PERICOLO
Pericolo dovuto a carico pesante
La palancola potrebbe scivolare; sussiste il pericolo di lesioni con
conseguenze letali.
 Quando l’operazione di carico viene eseguita con una gru, impiegare
i punti di aggancio previsti ed osservare il peso d’esercizio della
palancola.
 Leggere il manuale sulla sicurezza.
 Utilizzare un dispositivo di sollevamento idoneo/le attrezzature per il
sollevamento della palancola.
 Osservare i cartelli di pericolo posti sulla palancola.
 Non entrare o soffermarsi nella zona di pericolo.

AVVERTENZA
Pericolo dovuto a larghezza eccessiva
Larghezza o altezza eccessiva possono comportare danni a persone e
cose.
 Smontare tutte le componenti.

74 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Comando
Trasportare/caricare la palancola

Preparazione carico  Liberare la macchina dallo sporco più grossolano.


palancola
 Bloccare tutti i pezzi singoli a sè stanti (ad es. cassette, rivestimenti).
 Far rientrare il dispositivo di estrazione della palancola.
 Smontare l’allargamento della palancola.
 Smontare tutte le componenti.
 Portare eventualmente gli slittoni laterali ribaltabili nella posizione di
trasporto (vd. pagina 78).
 Sollevare il gradino inferiore della salita.
 Alzare le passerelle di servizio sollevandole e piegarle in modo da
impedirne la riapertura (vd. pagina 76).
 Fissare l'asta filettata di regolazione con l'anello in gomma per
impedirne la torsione (vd. pagina 77).
 La palancola è pronta per il carico.
NOTA

Le singole operazioni sono descritte nei rispettivi capitoli.

Carico della palancola con  Osservare il peso d’esercizio della palancola.


carrello elevatore a forca
 Ora il carico della palancola con un carrello elevatore a forca è stato
effettuato.
NOTA

Fissare la palancola al mezzo di trasporto con adeguati mezzi applicati ai


previsti punti di rizzatura [1].

In abbinamento ad un trattore:
 Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 75 / 133


Comando
Trasportare/caricare la palancola

Alzare le passerelle di servizio sollevandole e piegarle in modo da


impedirne la riapertura

4
1

Fig. 3-9: Alzare le passerelle di servizio sollevandole e piegarle in modo da


impedirne la riapertura
[1] Perno [2] Passerella
[3] Gradino [4] Spina a molla

 Estrarre la spina a molla [4] dal perno [1].


 Estrarre i perni [1] dal foro.
 Alzare e piegare le passerelle di servizio [2].
 Infilare i perni [1] nel foro e bloccare con la spina a molla [4].
 Le passerelle di servizio sono piegate e bloccate.
NOTA

Le passerelle di servizio vengono riaperte operando nella sequenza


inversa.

76 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Comando
Trasportare/caricare la palancola

Fissare l'asta filettata di regolazione

Fig. 3-10: Aste filettate per la regolazione in altezza


[1] Manovelle [2] Anello in gomma

 Fissare le manovelle con l'anello in gomma per impedirne la torsione.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 77 / 133


Comando
Trasportare/caricare la palancola

3.05.01 Portare gli slittoni laterali ribaltabili nella posizione di trasporto


(opzione)

Fig. 3-11: Slittoni laterali nella posizione di trasporto


[1] Passerella [2] Salita
[3] Trave portante slittone [4] Sicura per il trasporto
laterale

 Smontare lo slittone laterale.


 Trasportare la finitrice su un autocarro.
 Scendere dalla finitrice tramite il dispositivo di salita [2].
 Ripiegare la passerella [1] verso l’alto.
 Ripiegare le travi portanti degli slittoni laterali [3] all'indietro e applicare
la sicura di trasporto [4].
 Lo slittone laterale si trova in posizione di trasporto.

AVVERTENZA
Pericolo di caduta
Quando lo slittone laterale si trova nella posizione di trasporto, le azioni di
salita e discesa non sono sicure poiché sussiste un pericolo di caduta.
 Non salire sulla macchina quando lo slittone laterale si trova in
posizione di trasporto.
 Non saltare mai giù dalla macchina.
NOTA

Dopo il trasporto si dovranno rimuovere nuovamente le travi portanti dello


slittone laterale e la passerella dalla posizione di trasporto per garantire
una discesa in sicurezza dalla finitrice.

78 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Indicazioni d’uso ed avvertenze

4 MANUTENZIONE
NOTA

Per tutte le attività osservare le indicazioni contenute nel manuale sulla


sicurezza.

4.00 Speciali indicazioni di sicurezza


In questo capitolo sono descritti tutti i lavori di manutenzione e
riparazione che sono da svolgere o da affidare a una persona esperta.
Le quantità di riempimento e le frequenze di manutenzione sono indicate
nello schema di manutenzione (vd. pagina 103).
La specifica per grassi ed oli è riportata nella tabella dei lubrificanti (vd.
pagina 105).
NOTA

Dopo aver eseguito i lavori di riparazione e manutenzione, tutti i


dispositivi di sicurezza e i rivestimenti devono essere riportati in
posizione.
NOTA

Verificare la tenuta di viti e dadi e all’occorrenza stringerli! Le coppie di


serraggio sono indicate nella relativa tabella (vd. pagina 104).

Per garantire il perfetto funzionamento della palancola e per ridurne


l’usura, è assolutamente necessario osservare gli intervalli di
manutenzione e cura. Ciò comprende tra l’altro i lavori di pulizia,
ingrassaggio, lubrificazione e oliatura degli elementi costruttivi e dei
componenti.
NOTA

Tutti i lavori di cura e manutenzione riportati in questo capitolo devono


essere effettuati solo da personale specializzato, istruito dalla Vögele AG.
Ciò comprende anche i lavori di riparazione al sistema elettrico, idraulico
e all’impianto frenante, nonché al motore.

Osservare le seguenti indicazioni di sicurezza:


 I lavori di cura, manutenzione, riparazione e pulizia, come pure la
rimozione di guasti funzionali devono essere eseguiti solo a motore
spento!
 Molte funzioni vengono pilotate dal quadro di comando della finitrice.
 Bloccare la finitrice contro l’imprevista messa in funzione, affinché non
possa mettersi in movimento.
 Sostare la finitrice su un fondo stabile e piano.
 Spegnere il motore ed estrarre la chiave di accensione.
 Osservare le indicazioni di sicurezza per evitare lesioni ed infortuni.

4.01 Indicazioni d’uso ed avvertenze


Fare attenzione che le indicazioni d’uso e d’avvertimento siano state
applicate e che siano chiaramente leggibili.
 Sostituire i cartelli danneggiati.

AVVERTENZA
Pericolo causato dall'assenza di indicazioni d'uso e pericolo!
L'assenza di segnaletica può provocare serie lesioni con conseguenze
anche mortali.
 Azionare la macchina soltanto dopo aver applicato tutte le indicazioni
d'uso e pericolo.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 79 / 133


Manutenzione
Parete anteriore

4.02 Parete anteriore

4 5

7
3

Fig. 4-1: Impostare la parete anteriore


[1] Tamper (lardone tamper) [2] Distanza
[3] Fascia in nastro di acciaio [4] Parete anteriore
per molle (lamiera di tenuta)
[5] Controdado [6] Esagonale
[7] Perno di fissaggio [8] Rivestimento

 La parete anteriore della palancola base ed i dispositivi di estrazione


devono essere periodicamente puliti.

Impostare la parete La parete anteriore è agganciata ai perni di fissaggio [7]. Viene regolata
anteriore con le teste esagonali [6] sui perni di fissaggio [7] e fissata con i
controdadi [5].
 Smontare il rivestimento [8] (interno ed esterno).
 Svitare il controdado [5] con l’apposito attrezzo.
 Regolare la fascia in nastro di acciaio della parete anteriore con
le teste esagonali [6] in modo che la fascia in nastro di acciaio [3]
presenti rispetto al tamper [1] un gioco da 0,5 mm a 1 mm.
NOTA

La fascia in nastro di acciaio non deve essere precaricata.

 Controllare successivamente la distanza [2] tra tamper [1] e fascia in


nastro di acciaio per molle [3] e all’occorrenza correggerla.
 Serrare i controdadi [5].
 Montare il rivestimento [8] (interno ed esterno).
 La parete anteriore è ora regolata.
Le pareti anteriori devono essere accuratamente pulite dopo ogni
impiego.

80 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Parete anteriore

4.02.03 Impostare la distanza tra lamiera laterale / lamiera di tenuta

3
4

1 5

Fig. 4-2: Impostare la distanza tra lamiera laterale / lamiera di tenuta


[1] Viti di fissaggio [2] Lamiera laterale
[3] Tamper [4] Fascia in nastro di acciaio
per molle (lamiera di tenuta)
[5] Distanza

 Portare il tamper [3] nella posizione inferiore di corsa.


 Svitare le viti di fissaggio [1].
 Impostare una distanza [5] di ca. 2 mm tra lamiera laterale [2] e fascia
in nastro di acciaio per molle [4] .
 Stringere le viti di fissaggio [1].
 La lamiera di tenuta è ora regolata.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 81 / 133


Manutenzione
Tamper

4.04 Tamper
4.04.04 Lubrificare supporto tamper

Fig. 4-3: Tamper


[1] Nipplo di lubrificazione [2] Nipplo di lubrificazione
supporto tamper dispositivi supporto tamper palancola
di estrazione base

 Lubrificare periodicamente i nippli di lubrificazione [1], [2] sul supporto


tamper.

82 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Tamper

4.04.05 Posizione nominale lardone tamper

3
1
4

Fig. 4-4: Allineare il lardone tamper


[1] Lamiera spianante [2] Lardone tamper
[3] Listello d'usura [4] Spigolo anteriore

Per la sostituzione dei pezzi usurati occorre allineare di nuovo l'albero


tamper al livello della lamiera spianante.

Posizione nominale lardone Eseguire una regolazione con corsa di 4 mm.


tamper/ listello d'usura  Far ruotare con la mano l’albero del tamper.

La corsa del tamper è di 4 mm. Il lardone tamper [2] nella posizione


inferiore di corsa deve trovarsi 1 mm più in basso rispetto al listello
d'usura [3]. Lo spigolo inferiore del listello d'usura [3] deve coincidere in
altezza con lo spigolo anteriore [4] della lameria spianante [1].
 La posizione nominale lardone tamper/ listello d'usura è ora verificata.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 83 / 133


Manutenzione
Tamper

4.04.06 Impostare l’altezza tamper

1 4

Fig. 4-5: Impostare l’altezza tamper


[1] Controdado [2] Vite di regolazione
[3] Albero tamper [4] Cuscinetto tamper

L’impostazione dell’altezza dell’albero tamper avviene tramite le viti di


regolazione sui cuscinetti tamper [5].
 Svitare i controdadi [1].
 Svitare le viti di fissaggio dei cuscinetti tamper.
 Regolare l’altezza del cuscinetto tamper [5] con la vite di regolazione
[3]. Per una corsa tamper di 4 mm il lardone tamper deve trovarsi,
nella posizione inferiore di corsa, 1 mm sotto lo spigolo della lamiera
spianante.
 Serrare le viti di fissaggio dei cuscinetti tamper.
 Stringere il controdado [1].
 Verificare la regolazione ed eventualmente ripetere l’operazione.
 L’altezza tamper è ora impostata.
NOTA

La manutenzione alla palancola va eseguita sempre sia sul lato destro


che su quello sinistro.

84 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Spianatore

4.05 Spianatore

Fig. 4-6: Sostituire la lamiera spianante


[1] Lamiera spianante [2] Tirante a vite

AVVERTENZA
Pericolo dovuto a carico pesante
La lamiera spianante è pesante e, cadendo, può essere causa di gravi
lesioni!
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 In caso di carico pesante, non sopravvalutare le proprie forze.
 Richiedere l’ausilio di una seconda persona oppure utilizzare un
utensile idoneo.

Sostituire la lamiera  Staccare le barre termiche della cassetta terminale e liberare il cavo
spianante che va alla lamiera spianante.
 Posizionare delle travi squadrate sotto la lamiera spianante.
 Svitare tutti i dadi di fissaggio dai tiranti a vite [2] della lamiera
spianante.
 Smontare la lamiera spianante [1] con le barre termiche ed estrarla
dal basso.
 Posizionare le barre termiche sulla nuova lamiera spianante. Prestare
attenzione all'allineamento.
 Montare la lamiera spianante [1] operando nella sequenza inversa a
quella descritta.
 La lamiera spianante [1] è ora sostituita.
NOTA

Utilizzare sempre dadi speciali nuovi (vedi Catalogo pezzi di ricambio).


Osservare le coppie di serraggio riportate nella relativa tabella (vd.
pagina 104).

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 85 / 133


Manutenzione
Vibrazione (Palancole TV)

4.05 Vibrazione (Palancole TV)

Fig. 4-7: Lubrificare la vibrazione


[1] Nipplo di lubrificazione [2] Nipplo di lubrificazione
vibrazione dispositivi di vibrazione palancola base
estrazione

 Lubrificare regolarmente l’unità di vibrazione dai nippli di lubrificazione


[1], [2].

86 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Lardone di compressione (palancole TP)

4.07 Lardone di compressione (palancole TP)


4.07.01 Controllare e regolare il gioco dei lardoni di compressione

2
1

Fig. 4-8: Lardoni di compressione (palancola TP1)


[1] Lardone di compressione [2] Vite di fissaggio
[3] Eccentrico [4] Guida lardone di
compressione

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 87 / 133


Manutenzione
Lardone di compressione (palancole TP)

Fig. 4-9: Lardoni di compressione (palancola TP2)


[1] Lardone di compressione [2] Vite di fissaggio
[3] Eccentrico [4] Guida lardone di
compressione

Controllare e regolare gioco  Controllare con un calibro il gioco fra guida lardone di
compressione [4] e lardone di compressione [1].
Il lardone di compressione [1], quando non soggetto a sollecitazione,
deve avere rispetto alla guida del lardone di compressione [4]
e all'impianto lamiera spianante / angolo sui due lati un gioco di
ca. 0,5 fino a 1 mm.
 Svitare le viti di fissaggio [2].
 Svitare la vite di sicurezza all’eccentrico [3].
 Regolare il gioco con l’eccentrico [3].
 Stringere la vite di sicurezza all’eccentrico [3].
 Stringere le viti di fissaggio [2].
 Il gioco è ora controllato e regolato.

88 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Lardone di compressione (palancole TP)

4.07.02 Regolare la frequenza lardoni di compressione

Fig. 4-10: Regolare la frequenza dei lardoni di compressione (palancole TP)


[1] Volantino frequenza lardoni [2] Motore d'azionamento
di compressione
[3] Valvola di registro

Regolare la frequenza  Portare l’impianto idraulico alla temperatura d’esercizio.


lardoni di compressione
 Regolare la frequenza dei lardoni di compressione sul volantino [1] del
motore di azionamento [2] della valvola di registro [3].
 La frequenza lardoni di compressione è ora regolata.

AVVISO
Pericolo di un danno alla macchina
Una frequenza dei lardoni di compressione non correttamente impostata
potrebbe danneggiare la palancola.
 La frequenza di lavoro del lardone di compressione è di 68 - 72 Hz ed
è impostata dalla fabbrica.
 Per la regolazione, l'olio deve aver raggiunto la temperatura di
esercizio.
NOTA

Ambiti di regolazione della frequenza dei lardoni di compressione, vd.


pagina 102.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 89 / 133


Manutenzione
Sospensione

4.08 Sospensione

Fig. 4-11: Sospensione


[1] Tubi guida

 Pulire periodicamente i tubi guida [1] e lubrificarli con silicone.

90 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Supporto momento torcente

4.09 Supporto momento torcente

4
1

Fig. 4-12: Supporto momento torcente


[1] Corsoi [2] Guida di scorrimento
[3] Vite ad eccentrico [4] Controdado

 Pulire e lubrificare periodicamente guide di scorrimento [2] e supporto


del momento torcente.

Verifica dell'usura  Verificare lo stato del supporto del momento torcente.


Durante il funzionamento, i corsoi [1] non devono avere gioco; in caso
contrario dovranno essere regolati.

Regolare i corsoi  Bloccare la palancola in posizione di trasporto contro svergolamento.


 Verificare il gioco tra corsoi [1] e guide di scorrimento [2].
 Allentare il controdado [4] della vite superiore ad eccentrico [3].
Regolare solo il corsoio superiore.
 Con una vite ad eccentrico [3] ridurre a zero il gioco dello scorsoio [1]
e della guida di scorrimento [2] rispetto all'impianto.
 Far rientrare ed uscire completamente una volta la palancola estraibile
a controdado allentato, per ottimizzare la regolazione.
 Bloccare e fissare la regolazione impostata con controdadi [4].
 I corsoi sono ora regolati.
Sostituire i corsoi Se i corsoi [1] dovessero risultare usurati, occorrerà sostituirli.
 Svitare le viti di fissaggio dei corsoi [1].
 Applicare manualmente nuovi corsoi [1] e fissarli senza gioco.
 Ora i corsoi sono sostituiti.
NOTA

La manutenzione alla palancola va eseguita sempre sia sul lato destro


che su quello sinistro.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 91 / 133


Manutenzione
Regolazione in altezza dei dispositivi di estrazione

4.11 Lamiera raschiante


 Pulire accuratamente le parti interne delle lamiere raschianti dopo
ogni impiego.

4.13 Regolazione in altezza dei dispositivi di estrazione


4.13.01 Regolare l’asta filettata di regolazione

1
4

Fig. 4-13: Regolare l’asta filettata di regolazione


[1] Vite a testa cava esagonale [2] Catena
[3] Asta filettata di regolazione [4] Boccola filettata

 Abbassare la palancola.
 Svitare la vite a testa cava esagonale [1] fuori dalla flangia.
 Con un attrezzo idoneo stringere un po’ la boccola filettata [4].
 Svitare la boccola filettata [4] di 45°, sino a che il foro della vite di
sicurezza sia libero.
 Stringere la vite a testa cava esagonale [1].
 L’asta filettata di regolazione è ora regolata.
Regolare sempre tutte e quattro le aste filettate di ogni palancola
estraibile.
 Le aste filettate di regolazione e le catene devono essere pulite e
lubrificate ad intervalli regolari.

92 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Regolazione in altezza dei dispositivi di estrazione

4.13.02 Impostare l'angolo di registrazione della palancola estraibile

2
7

Fig. 4-14: Regolare l’asta filettata di regolazione


[1] Riga [2] Spigolo anteriore lamiera
spianante palancola base
[3] Spigolo posteriore lamiera [4] Spigolo posteriore tamper
spianante palancola base
[5] Distanza [6] Distanza
[7] Spigolo posteriore lamiera
spianante palancola
estraibile
NOTA

L’impostazione dell’angolo di registrazione può essere effettuata solo da


personale specializzato in tal senso.

Presupposto:
 Il gioco fra corsoi e guida di scorrimento è verificato ovvero regolato
(vd. pagina 91).

AVVISO
Prestare attenzione quando si solleva/abbassa la palancola
Essa potrebbe cadere subito dopo essere stata sollevata e di
conseguenza danneggiarsi.
 Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.
 Verificare che la palancola poggi con entrambi i bracci sui perni e che
sia bloccata.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 93 / 133


Manutenzione
Regolazione in altezza dei dispositivi di estrazione

AVVERTENZA
Pericolo di schiacciamento
La palancola che si abbassa e si alza potrebbe essere causa di lesioni
con conseguenze anche mortali.
 Prima di sollevare la palancola, assicurarsi che non si trovino persone
oppure oggetti nella zona di possibile pericolo.
 È vietato sostare sotto la palancola.
Impostare esternamente  Estrarre la palancola e poggiarla sul blocco palancola contro lo
l'angolo di registrazione svergolamento.
della palancola estraibile  Riassiemare completamente la palancola.

 Tenere la riga [1] all’altezza delle aste filettate di regolazione esterne


sotto le lamiere spiananti.
 Regolare il dispositivo d’estrazione tramite la regolazione in altezza, in
modo tale che la riga giaccia sui tre punti [2], [3] e [7].
 Misurare la distanza [6]. A ca. 30 mm [5] dietro lo spigolo posteriore
tamper [3] deve esservi una distanza [6] di ca. 1 mm fra riga e lamiera
spianante.
 Sciogliere le catene all'asta filettata di regolazione.
 Effettuare la regolazione dell’asta filettata di regolazione anteriore con
l’idoneo attrezzo.
 Misurare la distanza ed eventualmente ripetere l’operazione di
regolazione.
 L'angolo di registrazione della palancola estraibile è impostato
esternamente.

Impostare internamente  Estrarre la palancola e poggiarla sul blocco palancola contro lo


l'angolo di registrazione svergolamento.
della palancola estraibile  Far uscire la palancola, sino a che le aste filettate di regolazione ed i
corsoi siano dritti in piedi.
 Tenere la riga [1] all’altezza delle aste filettate di regolazione interne
sotto le lamiere spiananti.
 Regolare il dispositivo d’estrazione tramite la regolazione in altezza, in
modo tale che la riga giaccia sui tre punti [2], [3] e [7].
 Misurare la distanza [6]. A ca. 30 mm [5] dietro lo spigolo posteriore
tamper [4] deve esservi una distanza di ca. 1 mm fra riga e lamiera
spianante.
 Sciogliere le catene all'asta filettata di regolazione.
 Effettuare la regolazione dell’asta filettata di regolazione anteriore con
l’idoneo attrezzo.
 Misurare la distanza ed eventualmente ripetere l’operazione di
regolazione.
 L'angolo di registrazione della palancola estraibile è impostato
internamente.
 L'angolo di registrazione della palancola estraibile è impostato.

94 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Salita

4.14 Impostazione del profilo del tetto


Impostazione idraulica del profilo tetto

1
2

Fig. 4-15: Impostazione idraulica del profilo tetto


[1] Catena di trasmissione [2] Viti di fissaggio
[3] Motore idraulico

Verificare regolarmente la corretta tensione della catena di trasmissione


ed all'occorrenza registrarla.

Controllare e tendere la  Controllare la tensione della catena di trasmissione [1] al centro. La


catena di trasmissione catena di trasmissione può presentare un allentamento massimo di 5-
6 mm.
 Svitare le viti di fissaggio [2].
 Tirare indietro il motore idraulico [3].
 Stringere le viti di fissaggio [2].
 La catena di trasmissione è ora tesa.
 Le aste filettate di regolazione e la catena di trasmissione devono
essere pulite e lubrificate ad intervalli regolari.

4.15 Rivestimento / Copertura


 Mantenere pulito ed asciutto il rivestimento / copertura.

4.16 Passerella
 Mantenere pulita ed asciutta la passerella.

4.17 Salita
 Mantenere pulita ed asciutta la salita.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 95 / 133


Manutenzione
Alimentazione di tensione 24 V

4.18 Slittone laterale


 Pulire accuratamente le parti interne ed esterne degli slittoni laterali
dopo ogni impiego.

4.20 Sagomatore spigoli


 Pulire accuratamente il sagomatore spigoli dopo ogni impiego.

4.21 Visualizzazione posa


 Mantenere pulita la visualizzazione posa.

4.22 Impianto idraulico


L’impianto idraulico non richiede manutenzione.

4.23 Alimentazione di tensione 24 V


PERICOLO
Pericolo dovuto a scosse elettriche
Cavi e componenti sono conduttori di tensione - sussiste il pericolo di
lesioni mortali!
Determinati cavi e componenti sono conduttori di tensione quando il
motore è acceso.
 I lavori all’impianto elettrico possono essere eseguiti solo a motore
spento.
 Dopo aver disattivato il motore, attendere 3 minuti. Solo poi sarà
possibile iniziare i lavori all’impianto elettrico.
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Osservare il manuale sulla sicurezza.
 Effettuare regolarmente un controllo visivo delle prese e delle spine
dell'alimentazione di tensione da 24 V.

96 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Parete anteriore, allargamento

4.24 Riscaldamento 400 V


PERICOLO
Pericolo dovuto a scosse elettriche
Cavi e componenti sono conduttori di tensione - sussiste il pericolo di
lesioni mortali!
Determinati cavi e componenti sono conduttori di tensione quando il
motore è acceso.
 I lavori all’impianto elettrico possono essere eseguiti solo a motore
spento.
 Dopo aver disattivato il motore, attendere 3 minuti. Solo poi sarà
possibile iniziare i lavori all’impianto elettrico.
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Osservare il manuale sulla sicurezza.
 Effettuare regolarmente un controllo visivo delle prese e delle spine
dell'alimentazione di tensione da 400 V.
 Effettuare regolarmente un controllo visivo dei riscaldatori a
immersione.

4.27 Parete anteriore, allargamento


Vedi paragrafo "Parete anteriore" di questo capitolo.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 97 / 133


Manutenzione
Spianatore, allargamento

4.28 Tamper, allargamento


4.28.04 Lubrificare supporto tamper

Fig. 4-16: Tamper


[1] Nipplo di lubrificazione
supporto tamper
allargamento.

 Lubrificare periodicamente i nippli di lubrificazione [1] sul supporto


tamper.

4.29 Spianatore, allargamento


Vedi paragrafo "Spianatore" di questo capitolo.

98 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Manutenzione
Riscaldamento, allargamento

4.30 Vibrazione - Allargamento (Palancole TV)

Fig. 4-17: Lubrificare vibrazione allargamento


[1] Nipplo di lubrificazione

 Lubrificare regolarmente l’unità di vibrazione dai nippli di lubrificazione


[1].

4.31 Lardone di compressione, allargamento (palancole TP)


Vedi paragrafo "Lardone di compressione" di questo capitolo.

4.32 Lamiera raschiante, allargamento


Vedi paragrafo "Lamiera raschiante" di questo capitolo.

4.33 Sostegno, allargamento


Il sostegno non richiede manutenzione.

4.34 Rivestimento / copertura, allargamento


Vedi paragrafo "Rivestimento / Copertura" di questo capitolo.

4.35 Passerella, allargamento


Vedi paragrafo "Passerella" di questo capitolo.

4.36 Impianto idraulico, allargamento


Vedi paragrafo "Impianto idraulico" di questo capitolo.

4.38 Riscaldamento, allargamento


Vedi paragrafo "Riscaldamento" di questo capitolo.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 99 / 133


100 / 133
Tabelle
Dati tecnici

5 TABELLE
5.01 Dati tecnici
NOTA

Questa sezione comprende tutti i dati tecnici rilevanti per il


funzionamento e l’uso della palancola.
I dati tecnici completi della palancola sono riportati in una
documentazione separata della Vögele AG.

5.01.01 Pesi
Definizione Unità Valore
Palancola AB 500-3 TV (23AB) kg 3250
Palancola AB 500-3 TP (24AB) TP 1 kg 3600
TP 2 kg 3900
TP2 Plus kg 4220
Palancola AB 600-3 TV (25AB) kg 3650
Palancola AB 600-3 TP (26AB) TP 1 kg 4000
TP 2 kg 4350
TP2 Plus kg 4750
Raschietto preliminare, serie (AB 500-3) kg 100
Raschietto preliminare, serie (AB 600-3) kg 120
Slittone laterale, Set kg 360
Regolazione in altezza Niveltronic kg 25
Tab. 5-1: Pesi della palancola base

Definizione Unità Palancola TV Palan- Palan- TP2 Plus


cola TP1 cola TP2
Allargamento 0,25 m, Set kg 240 280 300 -
Elemento di allargamento kg 740 810 880 960
0,75 m, set (con raschietto
preliminare)
Elemento di allargamento kg 1160 1260 1400 1580
1,25 m, set (con raschietto
preliminare)
Prolunga lamiera raschiante, kg 50
Set
Supporto, Set kg 50
Tab. 5-2: Pesi degli elementi di allargamento
Queste indicazioni sono importanti per il trasporto e il carico della
palancola.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 101 / 133


Tabelle
Dati tecnici

5.01.02 Dimensioni
Definizione Larghezza Profondità
di trasporto
23AB 1,28 m
24AB TP1/TP2 2,55 m
1,41 m
24AB TP2 Plus
25AB TV 1,28 m
26AB TP1/TP2 3,00 m
1,41 m
26AB TP2 Plus
Tab. 5-3: Dimensioni della palancola
Queste indicazioni sono importanti per il trasporto e il carico della
palancola.

5.01.03 Ambiti di regolazione


Dimensioni/Ambiti di regolazione Unità Valore
Profilo tetto % da -2,5
% a +5,0
Regolazione in altezza dispositivi di TV mm da -20,0
estrazione %a
+25,0
TP mm da -20,0
%a
+35,0
Inclinazione trasversale dispositivi di estrazione % fino a 2,0
Corsa tamper TV mm 4
TP1/TP2 mm 2/4/7
TP2 Plus mm 4/7/9
Tab. 5-4: Ambiti di regolazione

5.01.04 Larghezze di lavoro


Palancola Unità Settore di Larghezza
estrazione massima
AB 500-3 TV m
8,50
TP1/TP2 m 2,55 - 5,00
AB 500-3 TP
TP2 Plus m 7,50
AB 600-3 TV TV m
9,50
TP1/TP2 m 3,00 - 5,95
AB 600-3 TP
TP2 Plus m 8,50
Tab. 5-5: Larghezze di lavoro
Larghezze di lavoro massime a seconda del trattore.
NOTA

Le larghezze di lavoro massime dipendono dal relativo trattore e dalla


versione di compressione della palancola.
 Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.

102 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Tabelle
Schema di manutenzione

5.02 Schema di manutenzione


Intervalli di manutenzione della palancola prescritti da Vögele AG:
Componente Lavori di Materiale, parti Ogni 8 h Ogni 50 h Ogni Vedere
manutenzione di ricambio 500 h pagina
Parete anteriore pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Lardone tamper pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Spianatore pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Lardoni di compres- pulire Agente distaccante X
sione antiadesivo
Lamiera raschiante pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Rivestimento / Coper- pulire Agente distaccante X
tura antiadesivo
Scale e passerelle pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Slittone laterale pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Sagomatore spigoli pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Visualizzazione posa pulire Agente distaccante X
antiadesivo
Raccordi a vite controllare X
Parete anteriore controllare X 80
Lamiera di tenuta controllare X 81
parete anteriore
Tamper, albero carda- lubrificare Grassi lubrificanti X 82
nico e cuscinetto speciali 11)
Posizione nominale, X 83
lardone tamper
Lardone tamper, X 84
altezza tamper
Spianatore controllare X 85
Vibrazione lubrificare Grassi lubrificanti X 86
speciali 11)

Gioco lardone di com- controllare / regolare X 87


pressione
Frequenza lardoni di regolare X 89
compressione
Sospensione tubi pulire, lubrificare Grassi lubrificanti X 90
guida speciali 41)

Supporto momento tor- pulire, lubrificare Grassi lubrificanti X 91


cente speciali 41)

controllare X
Regolazione in altezza lubrificare, oliare Grassi lubrificanti X
speciali 1, 2 1)

controllare X 92
Impostazione del pro- lubrificare, oliare Grassi lubrificanti X 95
filo del tetto speciali 1, 2 1)

Alimentazione di ten- Controllo visivo prese X 96


sione e spine
Tab. 5-6: Schema di manutenzione

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 103 / 133


Tabelle
Coppie di serraggio

Componente Lavori di Materiale, parti Ogni 8 h Ogni 50 h Ogni Vedere


manutenzione di ricambio 500 h pagina
Riscaldamento 400 V Controllo visivo barre X 97
termiche
Controllo visivo prese X
e spine
Tab. 5-6: Schema di manutenzione
1) Vedi tabella lubrificanti in queste istruzioni
2) solo in caso di sollecitazione estrema
L’abbreviazione “h” significa ore di funzionamento.

AVVISO
Pericolo di un danno alla macchina
Parti di ricambio difettose o lubrificanti errati possono compromettere la
vita utile della macchina.
 Utilizzare solo ricambi o lubrificanti originali Vögele o approvati dalla
Vögele AG.
 Osservare la tabella lubrificanti a pagina 105.

5.03 Coppie di serraggio


In questo paragrafo sono illustrate in modo tabellare le coppie di
serraggio per viti e dadi.
NOTA

Verificare periodicamente la tenuta di viti e dadi e all’occorrenza


stringerli.
NOTA

Le coppie di serraggio riportate nelle tabelle valgono solo per le viti con
testa e per i dadi con filettatura regolare (coefficiente di attrito µtot. = 0,09,
viti con rivestimento a lamelle zincato, argentate), salvo diversamente
indicato.

Dimensioni Coppie di serraggio MA (Nm)


8.8 10.9 12.9
M4 2,4 3,6 4,8
M5 4,8 7,0 8,3
M6 8,3 12,2 14,3
M8 20 - 34
M10 39 58 68
M12 68 100 117
M14 109 160 -
M16 165 243 284
M20 334 476 -
M22 448 - -
M24 574 818 -
M30 1145 - -
Tab. 5-7: Coppie di serraggio per filettature regolari

104 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Tabelle
Tabella lubrificanti

Dimensioni Coppie di serraggio MA (Nm)


8.8 10.9 12.9
M8x1 21 31 36
M10x1 43 64 74
M10x1,25 42 61 72
M12x1,25 73 107 126
M12x1 75 111 130
M14x1,5 116 170 199
M16x1,5 174 255 298
M18x1,5 260 370 432
M20x1,5 360 512 599
M22x1,5 478 680 796
M24x2 611 871 1019
M27x2 887 1263 1478
M30x2 1230 1751 2050
Tab. 5-8: Coppie di serraggio per filettature fini

Dimensioni Coppie di serraggio MA (Nm)


Classe di resistenza 100
M8 40
M10 80
M12 125
M16 300
Tab. 5-9: Coppie di serraggio per Verbus Ripp®, Inbus Ripp®, Tensilock Ripp®

Dimensioni Coppia di serraggio MA


(Nm)
M12 60
Tab. 5-10: Coppia di serraggio per perni ad innesco lamiere spiananti

5.04 Tabella lubrificanti


La tabella lubrificanti intende offrire un primo orientamento per quanto
riguarda la manutenzione dei macchinari VÖGELE. Essa non sostituisce
tuttavia il consiglio dell’addetto alla lubrificazione o i consigli dei
costruttori di motori, ingranaggi e cambi.
Nell’interesse della tutela dell’ambiente è assolutamente necessario
effettuare, dopo ogni manutenzione o cambio dell’olio, uno smaltimento
appropriato dell’olio usato.
I lubrificanti per condizioni d’impiego speciali non fanno parte di questa
tabella lubrificanti.

Solo con l’impiego dei lubrificanti indicati o di altri


comprovabilmente simili rispondiamo della copertura di garanzia
per i nostri macchinari!
Per codice articolo e dimensioni contenitori vedere catalogo "Parts and
More".
**Le sigle della HVBI - l’Associazione Generale dell’Industria Tedesca
delle Costruzioni - contrassegnano i "lubrificanti raccomandati" per
macchinari da costruzioni e veicoli.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 105 / 133


Tabelle
Tabella lubrificanti

Tabella lubrificanti
Ambito d’impiego Specifica Sigla HVBI Gruppo lubrifi- Lubrificante WIRTGEN
** canti GROUP

Olio motore SAE 10W-40 EO 1040 C ----- WIRTGEN GROUP


API-CI-4 Engine Oil
DEUTZ DQC III-05 10W-40
SAE 15W-40 EO 1540 C ----- WIRTGEN GROUP
API-CI-4 Engine Oil
15W-40
Olio per ingranaggi e cambi SAE 90 GO 90 G4 WIRTGEN GROUP
standard API-GL5 Gear Oil
Ambito d’impiego: MIL-L-2105 B 85W-90
Ingranaggi standard con additivi EP
(olio per ingranaggi ipoidi) SAE 80 W-90 ------
API-GL5
MIL-L-2105 C/D
con additivi EP
Olio per ingranaggi e cambi SAE 75 W-90 NRS ----- WIRTGEN GROUP
speciale API-GL4/GL5 Gear Oil
Ambito d’impiego: MIL-L-2105 E 75W-90
Ingranaggi con elevate esi- MT-1
genze termiche con additivi EP
Olio idraulico Olio idraulico HLP Hyd 0530 H2 WIRTGEN GROUP
Ambito d’impiego: DIN 51524-2 Hydraulic Oil
AT da -10°C a +40°C con additivi EP HVLP 46
ISO-VG 46
Bio-olio idraulico Bio-olio idraulico BIO-E-HYD 0530 ----- -----
Ambito d’impiego: VDMA 24568 Tipo HEES
AT da -10°C a +40°C (esteri sint. saturi)
ISO VG 46
PANOLIN HLP Synth 46
Grassi lubrificanti standard KPF2K-20 MPG-D S1 WIRTGEN GROUP
con additivi EP Multipurpose Grease
Classe NLGI 2
Grassi lubrificanti speciali KP2R-20, senza silicone con MPG-C S2 WIRTGEN GROUP
additivi EP Friction & Roller
Ambito d’impiego: Bearing Grease
elevate esigenze termiche
(impianti di lubrificazione cen-
trale)
Lubrificante adesivo LUB-A S4 ----
Ambito d’impiego:
trasmissioni a catena aperte,
ruote dentate, funi metalliche
Grasso fluido per cambi ed MPG-F ----- -----
ingranaggi
GP00N-20
Grasso al silicone per tubi tele- NRS S5 WIRTGEN GROUP
scopici delle palancole estraibili Telescop.
Tube Grease
Carburante diesel DIN EN 590:2010-05 ----- ----- -----
Agente protettivo per Agente protettivo per sistema ----- ----- -----
sistema refrigerante refrigerante
ASTM 4985
DEUTZ TR
0199-99-1115

Tab. 5-11: Tabella lubrificanti

106 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Tabelle
Documentazione a parte

5.05 Documentazione a parte


Oltre a queste istruzioni, sono disponibili materiale informativo ed
ulteriore documentazione sulla palancola o sulla finitrice.
I documenti sono disponibili nella loro lingua madre. Se necessario,
mettersi in contatto con il servizio post-vendita.
I documenti elencati sono parte integrante delle istruzioni d’uso ai sensi
della direttiva UE 2006/42/UE.

5.05.01 Documentazione sulla palancola


Componente Documento Numero del documento
Palancola Catalogo pezzi di ricam- 2257900
bio 23AB
Catalogo pezzi di ricam- 2257903
bio 24AB
Catalogo pezzi di ricam- 2257904
bio 25AB
Catalogo pezzi di ricam- 2257906
bio 26AB
Tab. 5-12: Documenti della Joseph Vögele AG

Lingua Numero del Lingua Numero del


documento documento
Tedesco 2086358 Greco 2093959
Tedesco US 2086367 Polacco 2093960
Inglese 2086364 Ungherese 2093961
Inglese US 2086365 Sloveno 2093962
Francese 2093949 Estone 2093963
Francese US 2093474 Lettone 2093964
Spagnolo 2093950 Lituano 2093965
Spagnolo US 2093476 Slovacco 2093966
Italiano 2093951 Romeno 2093968
Olandese 2093952 Russo 2093969
Portoghese 2093953 Turco 2093970
Danese 2093954 Cinese 2093971
Svedese 2093955 Croato 2093972
Finlandese 2093956 Serbo 2093973
Norvegese 2093957 Ebraico 2093974
Ceco 2093958 Bulgaro 2093967
Tab. 5-13: Manuale sulla sicurezza della Joseph Vögele AG

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 107 / 133


Tabelle
Opzioni

5.06 Opzioni
Definizione Valore
Regolazione profilo tetto idraulico
Sensori per la visualizzazione posa Vibrazione, tamper
Allargamento 0,25 / 0,75 / 1,25 m
Sistema di controllo riscaldatori ad Palancola base,
immersione Allargamento 0,75 / 1,25 m
Barra termica per pattino elettrico
Barra termica per sagomatore spi- elettrico
goli
Sagomatore spigoli, Set 3 / 6 / 12 cm, obliquo
Tab. 5-14: Opzioni della palancola

108 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

6 INSTALLAZIONE E TRASFORMAZIONE
NOTA

Per tutte le attività osservare le indicazioni contenute nel manuale sulla


sicurezza.

6.01 Montare il dispositivo di allargamento


Per ottenere un ottimo risultato lungo l’intera larghezza di costruzione,
sulla finitrice vengono montati degli allargamenti elicoidali e dei canali in
lamiera.
Le larghezze di posa consentite dipendono dal tipo di trattore.
 Leggere le istruzioni per l’uso separate della finitrice.
NOTA

Per poter montare gli allargamenti coclee e palancola, devono essere


smontati gli slittoni laterali e le rispettive travi portanti.

6.01.01 Smontare il pannello slittone laterale e le travi portanti

3
5
2

Fig. 6-1: Slittone laterale


[1] Catena [2] Trave portante slittone
laterale
[3] Asta filettata di regolazione [4] Viti di fissaggio
in altezza
[5] Pannello laterale

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 109 / 133


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

AVVERTENZA
Pericolo dovuto a carico pesante
Lo slittone laterale è pesante e, cadendo, può essere causa di gravi
lesioni!
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Non sopravvalutare le proprie forze.
 Richiedere l’ausilio di una seconda persona oppure utilizzare un
utensile.

Smontare lo slittone laterale  Appoggiare lo slittone laterale a terra.


 Spostare verso il basso l'asta filettata per la regolazione in altezza [3],
sino a che le catene [1] siano allentate.
 Sganciare le catene [1] dalle aste filettate per la regolazione in altezza
[3].
 Estrarre in avanti il pannello slittone laterale fuori dalla trave portante
slittone [2] e deporlo.
 Svitare le viti di fissaggio [4] dalla trave portante dello slittone laterale
[2].
 Mettere da parte la trave portante dello slittone laterale [2].
 Slittone laterale e trave portante sono ora smontati.
Smontare lo slittone laterale regolabile idraulicamente (opzione)

5
4

2
1
6

Fig. 6-2: Slittone laterale regolabile idraulicamente


[1] Trave portante slittone [2] Catena
laterale
[3] Pannello laterale [4] Regolazione in altezza
[5] Interruttore a levetta [6] Viti di fissaggio

110 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

AVVERTENZA
Pericolo dovuto a carico pesante
Lo slittone laterale è pesante e, cadendo, può essere causa di gravi
lesioni!
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Non sopravvalutare le proprie forze.
 Richiedere l’ausilio di una seconda persona oppure utilizzare un
utensile.

Smontare lo slittone laterale  Appoggiare lo slittone laterale a terra.


regolabile idraulicamente
 Con l'interruttore a levetta [5], spostare verso il basso la regolazione in
altezza [4], sino a che le catene [2] siano allentate.
 Sganciare le catene [2] dalla regolazione in altezza [4].

Fig. 6-3: Attacchi, slittone laterale regolabile idraulicamente


[7] Spina per interruttore a [8] Attacco idraulico
levetta

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 111 / 133


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

PERICOLO
Pericolo dovuto alla fuoriuscita dell’olio idraulico sotto pressione
L’olio dell’impianto idraulico si trova sotto pressione - sussiste il pericolo
di lesioni!
 Abbassare il bunker materiale.
 Disconnettere tutti gli aggregati per il trasporto.
 Spegnere il motore ed estrarre la chiave di accensione.
 Dopo lo spegnimento del motore attendere 1 minuto sino a che la
pressione si sia ridotta.
 Applicare la segnalazione d’avvertimento sul quadro di comando.
 Assicurare la finitrice contro un’imprevista riattivazione ovvero messa
in funzione.
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Estrarre la spina [7] e l'attacco idraulico [8] sulla palancola di base.
 Estrarre in avanti lo slittone laterale fuori dalla trave portante slittone
[1] e deporlo.
 Svitare le viti di fissaggio [6] dalla trave portante dello slittone laterale
[1].
 Mettere da parte la trave portante dello slittone laterale [1].
 Slittone laterale e trave portante sono ora smontati.

6.01.02 Smontare la lamiera di chiusura

Fig. 6-4: Lamiera di chiusura


[1] Lamiera di chiusura [2] Viti di fissaggio

112 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

Smontare la lamiera di  Svitare le viti di fissaggio [2] fuori dalla lamiera di chiusura [1].
chiusura
 Mettere da parte la lamiera di chiusura [1].
 La lamiera di chiusura è ora smontata.

6.01.03 Predisporre i giunti a denti curvi

1
4

Fig. 6-5: Giunto a denti curvi


[1] Perno di arresto [2] Giunto a denti curvi
[3] Attacco allargamento tamper [4] Scanalatura di
posizionamento

 Controllare regolarmente lo stato d'usura della dentatura del giunto a


denti curvi [2] ed eventualmente sostituirlo.

Predisporre il giunto a denti  Premere il perno di arresto [1] del giunto a denti curvi [2] e spingere
curvi completamente all’interno il giunto a denti curvi [2]. La freccia sul
giunto a denti curvi [2] deve trovarsi in linea con la scanalatura di
posizionamento [4].
 I giunti a denti curvi sono ora predisposti.
Predisporre sempre tutti i giunti a denti curvi degli alberi tamper e
vibrazione.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 113 / 133


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

6.01.04 Collegare gli allargamenti

1 3

Fig. 6-6: Allargamento


[1] Eccentrico [2] Ausilio per il montaggio
rapido
[3] Fori per le viti di fissaggio
NOTA

Le superfici frontali e gli elementi di connessione devono essere puliti e


sgombri da vernice.

Collegare gli allargamenti L’ausilio per il montaggio rapido [2] deve trovarsi in posizione orizzontale.
 Controllare l’agilità di movimento degli eccentrici [1].
 Svitare i controdadi degli eccentrici [1].
 Girare in alto le orecchie degli eccentrici.
 Poggiare la palancola su ceppi di legno.
 Agganciare in posizione l’allargamento utilizzando l’ausilio di
montaggio rapido [2].
 Ribaltare dritto, perpendicolare verso il basso, l’ausilio per il
montaggio rapido [2].

AVVISO
Pericolo di un danno alla macchina
La palancola e gli allargamenti possono cadere di colpo e venir
danneggiati.
 Muovere l’allargamento sulla palancola solo quando le viti di fissaggio
sia state ben avvitate.

114 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

 Stringere le viti di fissaggio sino a che la testa sia paro con il foro.
 Allineare la flangia.
 Controllare con una riga la posizione delle lamiere spiananti fra loro.
Le lamiere spiananti devono giacere per l’intera larghezza su un unico
piano.
 Con gli eccentrici [1] allineare fra loro allargamenti e lamiere spiananti.
 Fissare con controdadi l’impostazione.
 Serrare le viti di fissaggio. Osservare le coppie di serraggio riportate
nella relativa tabella 104.

Palancole TP: Lardoni di compressione

Fig. 6-7: Lardoni di compressione (palancola TP)


[1] Lardone di compressione [2] Blocco di rasamento
[3] Vite a testa cava esagonale

 Avvitare con viti a testa cava esagonali [3] e blocchi di rasamento [2] i
lardoni [1] dell’allargamento ai lardoni di compressione della palancola
estraibile.
I lardoni devono giacere per l’intera larghezza su un unico piano.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 115 / 133


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

Attacco al sistema idraulico lardone di compressione

3
1

Fig. 6-8: Impianto idraulico punto di passaggio


[1] Conduttura di sfiato [2] Conduttura sfiato superiore
(passaggio)
[3] Attacco sfiato inferiore

PERICOLO
Pericolo dovuto alla fuoriuscita dell’olio idraulico sotto pressione
L’olio dell’impianto idraulico si trova sotto pressione - sussiste il pericolo
di lesioni!
 Abbassare il bunker materiale.
 Disconnettere tutti gli aggregati per il trasporto.
 Spegnere il motore ed estrarre la chiave di accensione.
 Dopo lo spegnimento del motore attendere 1 minuto sino a che la
pressione si sia ridotta.
 Applicare la segnalazione d’avvertimento sul quadro di comando.
 Assicurare la finitrice contro un’imprevista riattivazione ovvero messa
in funzione.
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
Se non è previsto un ulteriore allargamento, la conduttura di sfiato [1]
deve essere montata nell'attacco sfiato inferiore [3].
Se è previsto un ulteriore allargamento, la conduttura di sfiato [1]
dell'attacco sfiato inferiore [3] deve essere smontata e rimontata
nell'attacco sfiato superiore (passaggio) [2].
La conduttura sfiato inferiore [3] deve essere chiusa.

116 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

Dispositivo di riscaldamento - Allargamento

Fig. 6-9: Prese di corrente


[1] Presa riscaldamento

PERICOLO
Pericolo dovuto a scosse elettriche
Cavi e componenti sono conduttori di tensione - sussiste il pericolo di
lesioni mortali!
Determinati cavi e componenti sono conduttori di tensione quando il
motore è acceso.
 I lavori all’impianto elettrico possono essere eseguiti solo a motore
spento.
 Dopo aver disattivato il motore, attendere 3 minuti. Solo poi sarà
possibile iniziare i lavori all’impianto elettrico.
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Osservare il manuale sulla sicurezza.
Osservare le seguenti indicazioni:
 Per tutti i lavori di manutenzione all’impianto elettrico osservare il
manuale sulla sicurezza.
 La finitrice deve sostare su terreni stabili e piani.
 Estrarre la chiave di accensione.
 Realizzare il collegamento all’alimentazione di corrente tramite la
presa per il riscaldamento [1].
 L’allargamento è ora collegato.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 117 / 133


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

6.01.05 Montare il supporto

4
2

1
5

Fig. 6-10: Supporto


[1] Asta di sostegno [2] Viti di fissaggio
[3] Perno [4] Controdado
[5] Mensola di fissaggio

Montare il supporto  Montare con le viti di fissaggio [2] la mensola di fissaggio [5] al
dispositivo di estrazione e all’allargamento.
 Montare l’asta di sostegno [1] con perni [3] al dispositivo di estrazione
e all’allargamento e bloccare con vite di fissaggio.
 Svitare il controdado [4] sull’asta di sostegno [1].
 Ruotare l’asta di sostegno [1] e, così facendo, regolarne la lunghezza.
La lamiera spianante deve messa in piano con un rasamento.
 Stringere il controdado [4] sull’asta di sostegno [1].
 Il sostegno è ora montato.

118 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

6.01.06 Montare copertura, lamiera raschiante e staffa di protezione

Fig. 6-11: Montare copertura, lamiera raschiante e staffa di protezione


[1] Lamiera raschiante [2] Copertura
[3] Staffa di protezione [4] Punti di montaggio

AVVERTENZA
Pericolo dovuto a carico pesante
La lamiera raschiante è pesante e, cadendo, può essere causa di gravi
lesioni!
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Richiedere l’ausilio di una seconda persona oppure utilizzare un
utensile idoneo.
 Non sopravvalutare le proprie forze.
Montare copertura, lamiera  Montare la copertura [2] sugli allargamenti.
raschiante e staffa di
 Montare sugli allargamenti la staffa di protezione [3] e le lamiere
protezione
raschianti [1] ai predisposti punti di montaggio [4].
 Copertura, lamiera raschiante e staffa di protezione sono ora montate.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 119 / 133


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

6.01.07 Montare lo slittone laterale

3
5
2

Fig. 6-12: Slittone laterale


[1] Catena [2] Trave portante slittone
laterale
[3] Regolazione in altezza [4] Viti di fissaggio
[5] Pannello slittone laterale

AVVERTENZA
Pericolo dovuto a carico pesante
Lo slittone laterale è pesante e, cadendo, può essere causa di gravi
lesioni!
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Non sopravvalutare le proprie forze.
 Richiedere l’ausilio di una seconda persona oppure utilizzare un
utensile.

 Centrare la trave portante dello slittone laterale [2] per mezzo di perni
guida sull’intelaiatura palancola.
 Stringere le viti di fissaggio [4].
 Inserire il pannello [5] nella trave portante dello slittone laterale.
 Agganciare il pannello dello slittone laterale [5] nelle catene [1] della
regolazione in altezza [3].
 Verificare la tenuta di tutte le connessioni meccaniche.
 Lo slittone laterale è montato.

120 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

Montare lo slittone laterale regolabile idraulicamente (opzione)

3
2 6

Fig. 6-13: Slittone laterale regolabile idraulicamente


[1] Trave portante slittone [2] Catena
laterale
[3] Pannello laterale [4] Regolazione in altezza
[5] Interruttore a levetta [6] Viti di fissaggio

AVVERTENZA
Pericolo dovuto a carico pesante
Lo slittone laterale è pesante e, cadendo, può essere causa di gravi
lesioni!
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Non sopravvalutare le proprie forze.
 Richiedere l’ausilio di una seconda persona oppure utilizzare un
utensile.

 Centrare la trave portante dello slittone laterale [1] per mezzo di perni
guida sull’intelaiatura palancola.
 Stringere le viti di fissaggio [6].
 Inserire il pannello [3] nella trave portante dello slittone laterale [1].
 Agganciare il pannello dello slittone laterale [3] nelle catene [2] della
regolazione in altezza [4].
 Verificare la tenuta di tutte le connessioni meccaniche.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 121 / 133


Installazione e trasformazione
Montare il dispositivo di allargamento

Fig. 6-14: Attacchi, slittone laterale regolabile idraulicamente


[7] Spina per interruttore a [8] Attacco idraulico
levetta

PERICOLO
Pericolo dovuto alla fuoriuscita dell’olio idraulico sotto pressione
L’olio dell’impianto idraulico si trova sotto pressione - sussiste il pericolo
di lesioni con conseguenze letali!
 Abbassare le pareti bunker.
 Appoggiare a terra la palancola.
 Spegnere tutti gli aggregati di convoglio e costipazione.
 Spegnere il motore ed estrarre la chiave di accensione.
 Dopo lo spegnimento del motore attendere 1 minuto sino a che la
pressione si sia ridotta.
 Applicare la segnalazione d’avvertimento sul quadro di comando.
 Assicurare la finitrice contro un’imprevista riattivazione ovvero messa
in funzione.
 Indossare equipaggiamenti protettivi personali.
 Collegare la spina [7] e l'attacco idraulico [8].
 Lo slittone laterale con regolazione idraulica è montato.

122 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.01.08 Montare il sagomatore spigoli

5
1

Fig. 6-15: Sagomatore spigoli


[1] Riscaldamento [2] Viti di fissaggio
[3] Sagomatore spigoli [4] Pannello slittone laterale
[5] Spigolo inferiore lamiera
spianante
NOTA

Lo slittone laterale deve essere regolato in altezza in modo tale che


l’inizio del pezzo obliquo del sagomatore spigoli si trovi alla stessa
altezza dello spigolo inferiore della lamiera spianante.
 La finitrice deve essere disposta su terreni solidi e piani e bloccata in
modo da non potersi spostare autonomamente.
 Alzare e bloccare la palancola.
 Inserire ed avvitare il sagomatore spigoli [3] sullo slittone laterale [4] e
avvitare con le viti di fissaggio [2].
 Inserire riscaldamento [1] nella presa riscaldamento.
 Il sagomatore spigoli è ora montato.

6.02 Schema di allargamento


Gli elementi di fissaggio sono visibili sul catalogo pezzi di ricambio.
Sui disegni è rappresentato rispettivamente il lato sinistro.

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 123 / 133


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.01 Schema di allargamento 5.0 m (AB 500-3) o 6,0 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 5 m
:6
m

Fig. 6-16: Schema di allargamento 5,0 m o 6,0 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Supporto sinistro 1
4 Supporto destro 1
5 Slittone laterale sinistro 1
6 Slittone laterale destro 1
Tab. 6-1: Schema di allargamento 5,0 m o 6,0 m

124 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.02 Schema di allargamento 5,5 m (AB 500-3) o 6,5 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 5,5
:6
,5 m
m

Fig. 6-17: Schema di allargamento 5,5 m o 6,5 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Supporto sinistro 1
4 Supporto destro 1
5 Slittone laterale sinistro 1
6 Slittone laterale destro 1
7 Allargamento 0,25 m sinistra 1
8 Allargamento 0,25 m destra 1
Tab. 6-2: Schema di allargamento 5,5 m o 6,5 m

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 125 / 133


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.03 Schema di allargamento 6,5 m (AB 500-3) o 7,5 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 6,5
:7
,5 m
m

Fig. 6-18: Schema di allargamento 6,5 m o 7,5 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Lamiera raschiante per montaggio allargamento 2
4 Lamiera raschiante 0,75 m 2
5 Supporto sinistro 1
6 Supporto destro 1
7 Slittone laterale sinistro 1
8 Slittone laterale destro 1
9 Allargamento 0,75 m sinistra 1
10 Allargamento 0,75 m destra 1
11 Sostegno 1, allargamento 0,75 m sinistra 1
(775 mm)
12 Sostegno 1, allargamento 0,75 m destra (775 mm) 1
Tab. 6-3: Schema di allargamento 6,5 m o 7,5 m

126 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.04 Schema di allargamento 7,0 m (AB 500-3) o 8,0 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 7 m
:8
m

Fig. 6-19: Schema di allargamento 7,0 m o 8,0 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Lamiera raschiante per montaggio allargamento 2
4 Lamiera raschiante 0,75 m 2
5 Supporto sinistro 1
6 Supporto destro 1
7 Slittone laterale sinistro 1
8 Slittone laterale destro 1
9 Allargamento 0,75 m sinistra 1
10 Allargamento 0,75 m destra 1
11 Allargamento 0,25 m sinistra 1
12 Allargamento 0,25 m destra 1
13 Sostegno 1, allargamento 0,75 m sinistra 1
(775 mm)
14 Sostegno 1, allargamento 0,75 m destra (775 mm) 1
Tab. 6-4: Schema di allargamento 7,0 m o 8,0 m

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 127 / 133


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.05 Schema di allargamento 7,5 m (AB 500-3) o 8,5 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 7,5
:8
,5 m
m

Fig. 6-20: Schema di allargamento 7,5 m o 8,5 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Lamiera raschiante per montaggio allargamento 2
4 Lamiera raschiante 1,25 m 2
5 Supporto sinistro 1
6 Supporto destro 1
7 Slittone laterale sinistro 1
8 Slittone laterale destro 1
9 Allargamento 1,25 m sinistra 1
10 Allargamento 1,25 m destra 1
11 Sostegno, allargamento 1,25 m sinistra 1
(1208 mm)
12 Sostegno, allargamento 1,25 m destra (1208 mm) 1
Tab. 6-5: Schema di allargamento 7,5 m o 8,5 m

128 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.06 Schema di allargamento 8,0 m (AB 500-3) o 9,0 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 8 m
:9
m

Fig. 6-21: Schema di allargamento 8,0 m o 9,0 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Lamiera raschiante per montaggio allargamento 2
4 Lamiera raschiante 1,25 m 2
5 Supporto sinistro 1
6 Supporto destro 1
7 Slittone laterale sinistro 1
8 Slittone laterale destro 1
9 Allargamento 1,25 m sinistra 1
10 Allargamento 1,25 m destra 1
11 Allargamento 0,25 m sinistra 1
12 Allargamento 0,25 m destra 1
13 Sostegno, allargamento 1,25 m sinistra 1
(1208 mm)
14 Sostegno, allargamento 1,25 m destra (1208 mm) 1
Tab. 6-6: Schema di allargamento 8,0 m o 9,0 m

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 129 / 133


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.07 Schema di allargamento 8,0 m (AB 500-3) o 9,0 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 8 m
:9
m

Fig. 6-22: Schema di allargamento 8,0 m o 9,0 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Lamiera raschiante per montaggio allargamento 2
4 Lamiera raschiante 0,75 m 4
5 Supporto sinistro 1
6 Supporto destro 1
7 Slittone laterale sinistro 1
8 Slittone laterale destro 1
9 Allargamento 0,75 m sinistra 2
10 Allargamento 0,75 m destra 2
11 Sostegno 2, allargamento 0,75 m sinistra 1
(1440 mm)
12 Sostegno 2, allargamento 0,75 m destra 1
(1440 mm)
Tab. 6-7: Schema di allargamento 8,0 m o 9,0 m

130 / 133 BAL_XXAB_2313876_00_it © Joseph Vögele AG 2013


Installazione e trasformazione
Schema di allargamento

6.02.08 Schema di allargamento 8,5 m (AB 500-3) o 9,5 m (AB 600-3)

AB
AB 500
60 -3:
0-3 8,5
:9
,5 m
m

Fig. 6-23: Schema di allargamento 8,5 m o 9,5 m

Posi- Denominazione Quantità


zione
1 Lamiera raschiante sinistra 1
2 Lamiera raschiante destra 1
3 Lamiera raschiante per montaggio allargamento 2
4 Lamiera raschiante 0,75 m 4
5 Supporto sinistro 1
6 Supporto destro 1
7 Slittone laterale sinistro 1
8 Slittone laterale destro 1
9 Allargamento 0,75 m sinistra 2
10 Allargamento 0,75 m destra 2
11 Allargamento 0,25 m sinistra 1
12 Allargamento 0,25 m destra 1
13 Sostegno 2, allargamento 0,75 m sinistra 1
(1440 mm)
14 Sostegno 2, allargamento 0,75 m destra 1
(1440 mm)
Tab. 6-8: Schema di allargamento 8,5 m o 9,5 m

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 131 / 133


132 / 133
REVISIONI

REVISIONI
Modifiche alla palancola AB 500-3/AB 600-3:
Data N° di revisione Modifica (Descrizione) Valido a partire
dal N° palancola:

© Joseph Vögele AG 2013 BAL_XXAB_2313876_00_it 133 / 133