Sei sulla pagina 1di 2

Mi presento…

Mi chiamo Marianna Luce, natalità italiana dal “cuore” anglosassone. Vivo a Cassano delle Murge,

un tranquillo e verdeggiante paesino di 12.000 abitanti in provincia di Bari, ma mi sento “cittadina del mondo”
…adoro viaggiare e allargare i miei orizzonti.

Sono specialista di inglese, per scelta e non per caso, nella scuola Primaria Paritaria Madre Clelia Merloni di Bari.
Ho conseguito il diploma di Liceo Linguistico con il massimo dei voti e mi sono laureata in Lingue e Letterature
Straniere con 110 e lode. Mi risulta difficile autocelebrarmi, preferisco raccontarmi attraverso il mio lavoro e le
mie passioni.

Da bambina ho frequentato assiduamente un’associazione culturale dove ogni attività ludico-creativa si svolgeva
in inglese. Ho avuto la fortuna di approfondire la lingua inglese e francese fin da ragazzina, studiando all’estero
durante i mesi estivi, tra Francia, Inghilterra e America. A 16 anni ho frequentato la “Lake Forest Academy” di
Chicago e a 17 ho seguito corsi alla “Boston University”.

Prima da studentessa, poi da docente, mi sono specializzata all’estero in formazione metodologico-didattica e “da
sempre” impartisco lezioni private a studenti di ogni ordine e grado. Per tre anni ho fatto lezione di didattica della
lingua inglese a docenti prevalenti della Scuola Primaria e ho tenuto corsi all’Università della terza Età. Dal 2007
sono tutor per la preparazione agli esami per le certificazioni Trinity e Cambridge.

Trascorro le mie estati in Inghilterra per mantenermi “in allenamento” con docenti madrelingua, e da 20 anni
organizzo vacanze studio per ragazzi a partire dai 10 anni. E’ fuor di dubbio che il modo migliore di imparare una
lingua sia “viverla”. La cultura inglese comprende tutto, da un’opera di Shakespeare a come ci si saluta, come si
fa la fila o si beve il tè. Ci sono cose che si imparano solo stando sul posto e non si leggono sui libri di scuola. Ragion
per cui, scrivo articoli sulla “cool-tura” inglese in un giornale locale per solleticare la curiosità per la civiltà British,
un itinerario sociologico-linguistico in cui inserisco anche “idioms” e “tips” della lingua inglese, consentendo ai
miei lettori di viaggiare e imparare qualcosa, pur restando comodamente seduti in poltrona. Non escludo la
possibilità in futuro di scrivere un libro. Collaboro con case editrici nella revisione di materiale didattico per la
scuola primaria. Amo leggere, scrivere, disegnare, dipingere e “creare”.

La mia attitudine artistica è una risorsa nell’insegnamento della lingua e ricorro sempre al disegno come elemento
sostitutivo della traduzione. L’arte figurativa mi supporta, inoltre, nel creare e strutturare lezioni C.L.I.L. durante
la programmazione scolastica annuale. L’inventiva è mia alleata nello scrivere racconti in inglese che mi diletto a
trasformare in copioni teatrali da drammatizzare, attingendo così ai miei studi letterari, teatrali e cinematografici
che hanno arricchito il mio percorso universitario.

L’inglese mi piace e adoro insegnarlo soprattutto ai bambini; ritengo che la lingua straniera sia un segmento
irrinunciabile della formazione e della crescita personale sin dall’infanzia, sfruttando le stesse strutture mentali e
cognitive che ci permettono di parlare la nostra lingua madre fin da piccoli. I bambini infatti sono predisposti
all’apprendimento, percepiscono suoni che gli adulti non distinguono, non confondono le impostazioni sintattiche,
non hanno paura di fare gaffe e soprattutto possono ricavare le regole semplicemente ascoltando i parlanti, senza
studiare mnemonicamente, ma rendendo la grammatica “naturale”. Ero appena maggiorenne quando sono
entrata per la prima volta come maestra in una classe, e, nonostante siano trascorsi tanti anni, ho ancora in me
l’entusiasmo che provavo i primi tempi. Credo nel mio lavoro, mi piace, mi gratifica e, perché no, mi diverte. Certo,
le difficoltà sono molte, soprattutto perché si è responsabili “di cuccioli di uomo” e con loro mi metto in gioco
continuamente, con rinnovato entusiasmo, con creatività e con la piena coscienza della mia professione e
professionalità.

Nell’a. s. 2014/15 ho partecipato al concorso “Leggi, Scrivi, Azione” del Giffoni Film Festival e, inaspettatamente, i
miei alunni delle classi 3e, 4e e 5e hanno vinto con le rispettive tre sceneggiature in L2. La curiosità degli alunni è
un alleato e la voglia di reinventarmi continuamente nasce dal desiderio di offrire risorse sempre più stimolanti e
creative per l’apprendimento della lingua inglese, motivare grandi e piccini all’ apprendimento con la gioia di
imparare.

Cerco sempre di offrire supporti didattici innovativi e accattivanti, per stimolare l’interesse per l’inglese nei miei
alunni, così ho creato un “Web Site” dove bambini e ragazzi possano trovare risorse appropriate alle loro esigenze
per imparare la lingua straniera; un contenitore di schede, giochi, esercizi interattivi, video, link Inglesi riconosciuti
dal British Council e attività propedeutiche all’apprendimento: www.mariannaluce.weebly.com.