Sei sulla pagina 1di 12

Continuità in più variabili 3 10 2019

Analisi I f D 112 DEIR e x E D

mi Det richiamo f si dice continua in x se


E o 3 S so tale che
e D le xd S D I flat fca 2 E

2 Def equivalente f si dice continua vi x se

tt nitorno I di fix 3 nitorno È


di tale che
e Dnt D fa e I

Legame basta pensare a I feat E flette


e Ì S X t s

Def equivalente f si dice continua vi x se

lim file flea


Xo
ED

In più variabili f D IR DER Red

il Def f si dice continua in P se

E o 3 S so tale che

P e D Il P P.lk S D I ftp.fcpd 2E
i norme
i
P
pt aflp
Is the
cimi a meno

a e
2 La def li rimane anch'essa valida
in più variabili a
patto di definire
gli intonsi in maniera coerente
in Mm con ritorno Ì di po di
raggio S si deve intendere l'insieme

PER Il p_poli e s

cioè il cerchio vi 112 o più ni generale


la palla n dimensionale ni Rm
centrato in p di
raggio S

mucrone
studiare la continuità di una
funzione data in più variabili
Continuano a valere i teoremi dell'analisi I

Somma prodotto composizione quoziente


di funzioni continue sono ancora
funzioni continue Inoltre le funzioni
di me variabile interpretate come
funzioni di più variabili mantengono
la continuità che hanno in una variabile
G fix 41 FÈ
solo da dipende
ma

è
definita come funzione di due variabili
Per studiarla inizio a studiare

glxi.ie
Come funzione di una variabile

Don Lg 413

Quindi Daimler x
y e M et 1,13
Dom Cf il bordo è
compreso

1 i

e i
Il grafico ha la
forma di una galleria
un mezzo cilindro
Le curve di livello sono coppie di rette
verticali fcx.nl ho a te ho

1 la n Kao e 04k E1

la curva è vuota se ho c o
oppure le 1
ai
µ tre
N B la
gu è continua su Don Lg
quindi fle.gl guy rimane
continua su tutto il suo dominio
G flag ln
x te
f t 5

studiamo la continuità
Domine x n
y o a
f 5 o

4 Io esclude l'asse delle

f t 5 so X t 54 o
y 0

V LO 1
x t 54 4 Lo

D 47 È a 4 a v
Ya È n yo

X D sopra alla retta y È n 470


V sotto 1 420
Il dominio è
la zona verde
Lasse eretta
blu sono escluse

N B la funzione è continua in tutto


il suo dominio perché è composizione
somma prodotto ecc di funzioni cantine
è cont è continua
gfce.nl
dove è definita
e è cont Io e è canto

lui 5 è continua
dove è definita
È cfatf.IS f è
dove
cant µ
414
IEI440
dove

Esempio La funzione di ieri ombrello rotto


2
f K y 4
742
è continua su tutto il suo dominio
D pillo ok in quanto combinazione
di funzioni continue
È possibile estenderla per continuità

nell'origine Cioè è possibile trovare


un valore a tale che ponendo

fix y IÌ se Kid Coco

a se lei o o

la f risulti continua anche in Cao


e NON è possibile
È o
o
Ha Ragione intuitiva
Pr µ per l'omino blu
o l'unico valore
ragionevole è a 1

o 1 Per l'omino rosso


l'unico valore è a 1

Ragione più formale comunque fissiamo


il valore di figo a verrebbe violata
la def di continuità in porco o
Infatti in qualunque ritorno e
di po lo o esistono contemporaneamee
te punti blu E a
punti rossi Pa
tali che
ftp 1efCPa s

Quindi se E è piccolo è ui possibile


avere contemporaneamente
f Pi ftp.t lEe flPa ftp.lke
1
ma hai
1
Mmm
4
Esempio file 4

banche 112 l 10,01

Si può estendere
per continuità
vi covi

Se mi muovo lungo una retta


m al vedo i valori
4am

f mx
mx

m
6

Quando l'omino si avvicina all'origine


nel limite vede il valore

a
II flame _figo È o

questo vale mela quindi muovendoci


lungo rette per l'origine vediamo o come
valore limite Quindi se è possibile
estendere per continuità il valore candidato
è
fio o 0 a o è l'unico
candidato possibile
Tuttavia se mi muovo
lungo una
parabola 4 mè vedo
1
fix mè
4 8 m 4
m

e nel limite vedo il valore

III f le.mil
che non solo è o ma dipende
anche da quale parabola scelgo
Morale il fatto che esiste un valore
limite D lungo ogni retta
a non
garantisce che la funzione sia
estendibile per continuità Quindi
l'estensione per continuità in più variabili
è un problema delicato
mmm
40
Ast y
esempio fcx.nl
Dourif trillo o

Se pongo flo ho un'estensione


o 0
continua Si capisce bene andando
ai coordinate polari

nop4oflx.ql
ti
h8CosoI8tl4o

L'Coo P mo

quindi fix y E ho t r ovvero

Ifl P E Il Pil Il Pil Peace

In definitiva quando t Cad cioè

quando Il Pil do si fa che f P o

mmm
Il concetto i concetti possibili di derivata

Analisi I sia f D R DEIR x E D con

f definita almeno in un intorno di


Allora f si dice derivabile in se

3 finito limfcx.tn fkol m


h o h
Oppure in modo equivalente se
esiste un numero me IR tale che

flx.tl fCxo tm.hto h per hero

il numero nn si indica con L'ix 1

più mmmil primo obiettivo


variabili è

quello di studiare la
pendenza
del grafico di f p con Pe Rn questa
pero dipende dalla direzione in cui ci
muoviamo

Iii
grafico ai P
Dipende dalla direzione
fled in cui vado
É

i Se nel piano x y
i
cartina geografica
i
mi muovo da Po lungo
la direzione 1 sul
grafico mi sto muovendo lungo la
curva viola la pendenza che vedo quindi
è la pendenza della curva viola pensata
come grafico di analisi I disegnato sul
piano verde verticale tutto ciò dipende
dalla diaria ne salta all'inizio
questo motiva la seguente

DÌ Iia f D IR DEIR e
f
definita almeno in un intorno di Red
Sia poi Ve 112 un qualunque vettore
che interpreto come DIREZIONE lungo
cui muovermi nel dominio di f a

partire da P v è il vettore verde nel


disegno Considero la funzione
di una variabile
get ftp.tt.v te IR

se Hull 1 tdice di quanto mi


mi
sono mosso da Pa in direzione v
Il grafico di
g se Il VII
1 è la
curva viola nel disegno
Quindi definiamo la pendenza del
grafico di f nel punto po in
direzione V come la derivata

g lol
Quindi operativamente
lol ftp.ttvl f
Linderman g figo E

come è naturale attendersi


Il numerog
lo
si chiama

derivata direzionale di f nel


punto po lungo la direzione v