Sei sulla pagina 1di 1

Il saggio, il gatto ed il topolino

In una notte gelida un vecchio trovò fuori dalla sua porta un topolino
magrissimo e quasi morto di freddo. Il saggio prese il topolino e lo ospitò in
casa sua. Da quel momento la vita del topolino fu piacevole. Tuttavia, il
topolino non sembrava felice. Il saggio era preoccupato e gli chiese: <<Che
cos’hai piccolo amico?>>. Il topolino rispose: <<Tu sei molto buono con me, e
io a casa tua sto bene, ma c’è il gatto...>>. Il saggio guardò il topolino e gli
disse: <<Tu non devi avere paura del gatto. Lui ha molte cose da mangiare e
non vuole fare del male a un topolino!>>. Il piccolo animale rispose: <<Lo so,
ma io ho molta paura! Tu hai dei poteri magici. Trasformami in un gatto, per
favore!>>. Al saggio non sembrava una buona idea, ma fece una magia e
trasformò il topolino in un grosso gatto nero. Il giorno dopo, il gatto nero uscì
dalla camera del vecchio saggio ma, quando vide il gatto di casa, tornò subito
dentro la stanza e si nascose sotto al letto. Il saggio allora gli disse: <<Che
cos’hai amico? Hai ancora paura di quel gatto?>>. Il gatto nero rispose: <<Sì,
ho ancora paura! Ti prego, trasformami in un grosso cane, che abbaia
forte!>>. Il saggio allora lo trasformò in un grande cane nero. Il giorno dopo il
grande cane nero uscì dalla camera del vecchio saggio, andò in cucina e lì
trovò il gatto. Ma quando lo vide iniziò a tremare e andò a nascondersi sotto
al letto del vecchio saggio. Il vecchio saggio gli disse: <<Che cosa succede? Hai
ancora paura del gatto? Perchè tremi?>>. Il cane nero rispose: <<Sì, ho ancora
paura! Per favore, trasformami in una grande tigre con i denti aguzzi!>>. Il
saggio disse allora: <<Va bene , amico mio. Farò quello che vuoi tu!>>. E
trasformò il cane in una grande tigre. Il giorno dopo la tigre uscì dalla stanza
del vecchio saggio, andò nel giardino e incontrò il gatto. Il gatto saltò
sull’albero per la paura, ma la tigre iniziò a tremare e corse nella stanza del
vecchio saggio. Il saggio allora gli disse: <<Perchè sei qui? Hai ancora
paura?>>. La tigre gli rispose: <<Sì, adesso sono grande e ho denti aguzzi, ma
ho ancora paura del gatto!>>. Il saggio allora guardò la tigre e disse: <<Adesso
capisci, mio caro amico. L’apparenza non è importante! Da fuori sei una
grande tigre, ma hai ancora il cuore di un topolino!>>.