Sei sulla pagina 1di 2

Il Consolato italiano di Bahìa Blanca inaugura il “Caffè Letterario”, un viaggio nella vita e nelle

opere di Luciano de Crescenzo e nella città di Napoli.

Mercoledì 16 Maggio si è rinnovato l’appuntamento con la letteratura italiana del Consolato Generale
italiano di Bahía Blanca, nella cui sede si è celebrata l’inaugurazione del “Caffè Letterario”, una
nuova iniziativa di promozione della lingua e della cultura italiana, nata dal Gruppo di Lettura su Luigi
Pirandello, organizzato dal consolato lo scorso anno . Il tema del “Caffè Letterario” per il 2018 sarà
“Napoli: mito e realtà. Un viaggio nella cultura partenopea alla scoperta della narrativa di Luciano De
Crescenzo”. L’organizzazione di tutti gli incontri sarà curata dal Consolato, con l’importante sostegno
delle coordinatrici di questa iniziativa: María Cristina Medori, Sonia Vital Fernandez e María Virginia
Orlandi.

María Cristina Medori ha aperto l’incontro dando il benvenuto al numeroso pubblico che ha riempito il
salone principale del Consolato, sottolineando come il grande entusiasmo che ha accompagnato il
Gruppo di Lettura dello scorso anno abbia condotto a questa nuova iniziativa, aggiungendo però una
piccola novità: il caffè. Al piacere della lettura infatti, si aggiungerà il gusto di condividere una tazza
della bevanda più amata dagli italiani, quale perfetta occasione per condividere un momento, come
illustrato da De Crescenzo in alcuni suoi libri e video. La Dott.ssa Sonia Vital Fernandez ha ricordato
come parlando di Luciano De Crescenzo sia impossibile non parlare di Napoli: una città con una storia
millenaria, simbolo di una gran mescolanza di culture che hanno plasmato la città che tutti noi
conosciamo. Inoltre, la Prof.ssa María Virginia Orlandi ha voluto evidenziare come Napoli sia una città
che vive e si nutre di miti e leggende a partire dal mito della sua fondazione: storie che ancora oggi
perdurano nel cuore dei napoletani e che hanno sicuramente ispirato la filosofia e l’amore per la
mitologia dell’autore partenopeo.

Prima dell’intervento degli ospiti presenti, con apprezzamento e sorpresa di tutti i partecipanti, è stato
proiettato un video di saluto dell’Ambasciatore italiano a Buenos Aires, Giuseppe Manzo, che ha
condiviso “virtualmente” una tazza di caffè con il numeroso pubblico presente e ha ricordato la
tradizione napoletana del “caffè sospeso”.

Successivamente, il Console Generale Antonio Petrarulo, ha delineato la traiettoria artistica e


professionale di Luciano De Crescenzo, evidenziando come, più di altri e con la semplicità propria dei
maestri della scrittura, abbia contribuito a promuovere nel mondo non solo un’immagine profonda di
Napoli, ma anche la “filosofia” della città. All'incontro hanno preso parte anche il Direttore dell'Istituto
Culturale Municipale di Bahía Blanca, Ricardo Margo, ed il Dirigente Scolastico Giampiero
Finocchiaro. Margo - conduttore per lungo tempo della trasmissione radiofonica dal titolo "Café por
medio" - ha ricordato ai presenti come la diffusione in Argentina dei caffè come luoghi d'incontro
tragga origine dalla tradizione italiana, qui giunta con i primi migranti, facendo poi cenno al connubio
tra caffè e tango presente in alcuni testi artistici. Il Prof. Finocchiaro ha invece illustrato la nascita dei
caffè letterari in Europa, per poi concentrarsi sulla figura di De Crescenzo come elemento di continuità
proprio della tradizione artistica e culturale partenopea. Infine, dopo aver condiviso un caffè con i
partecipanti, sono stati letti due brani ('Il Caffè Sospeso' ed 'Il Libridinoso') e proiettati tre video di
presentazione dell'autore.

I prossimi appuntamenti saranno caratterizzati da un argomento specifico, seppur inquadrato nel tema
generale del Caffè Letterario ( si parlerà, ad esempio, della mitologia legata alla città, del concetto di
famiglia, della tradizione culinaria, etc.) e sarà aperto da un esperto. Dopodiché, lo stesso argomento
sarà approfondito attraverso i testi – in lingua italiana – di Luciano De Crescenzo. L’adesione per i
prossimi incontri, che si terranno a cadenza mensile, si è registrata numerosa ed entusiasta, segnale che
la valorizzazione e la diffusione del patrimonio culturale e linguistico italiano continua ad essere
apprezzato e richiesto nella città di Bahía Blanca.