Sei sulla pagina 1di 3

Infortuni associati alla corsa:

una revisione sistematica


Samuele Passigli

La corsa è associata con un rischio maggiore di infortuni da


sovraccaricorispetto ad altre attività aerobiche, come il camminare, il
nuoto e il ciclismo. Come per gli altri sport, il processo di comprensione
dell’eziologia e dei fattori di rischio degli infortuni associati alla
corsa (RRI) deve iniziare dall’individuare i disturbi più frequenti.

Per minimizzare gli effetti dell’eterogeneità degli studi sulle variabili di


outcome di interesse, gli autori delle revisioni sistematiche hanno spesso
utilizzati criteri di inclusione/esclusione molto rigidi per definire
l’epidemiologia dei RRI. Di conseguenza, nelle revisioni precedenti è stato
incluso un numero limitato di studi. Un approccio alternativo, meno
sensibile e potenzialmente soggetto a bias maggiori, consiste nell’utilizzare
criteri di inclusione più vasti per permettere di includere una popolazione
maggiore (es. runner principianti, amatoriali e professionisti, triatleti, etc.)
e una più vasta classificazione degli infortuni. Inoltre, con questa strategia,
può essere effettuata un’analisi dei sottogruppi tramite gli studi che
descrivono con precisione gli infortuni per genere o per patologia specifica.

L’obiettivo primario di questa revisione (36 studi inclusi, 18 prospettici e


18 retrospettivi) è stato determinare la proporzione dei RRI nei runner
maschi e femmine per distretto anatomico. Un obiettivo secondario è stato
identificare le specifiche patologie (riferite dal runner o diagnosticate da un
professionista).

I risultati di questo studio, in linea con quelli delle revisioni precedenti,


hanno mostrato che la maggior parte dei RRI (~70%) si verificano
al ginocchio o nelle regioni distali rispetto al ginocchio, sia nei
maschi sia nelle femmine. Gli infortuni a anca e coscia sono il 14%.
Comunque, nonostante i distretti soggetti a infortunio siano gli stessi nei
maschie e nelle femmine, le proporzioni per ciascun distretto sono
differenti. Le femmine hanno una proporzione maggiore di infortuni al
ginocchio (40% di tutti gli infortuni), rispetto agli uomini che hanno una
proporzione simile al ginocchio (31%) e al complesso piede/caviglia (26%).
Questa differenza potrebbe essere la conseguenza di differenze strutturali o
funzionali. I RRI più frequenti sono il dolore femororotuleo e la
tendinopatia achillea.

Proporzione degli infortuni per distretto anatomico.

Proporzione degli infortuni per patologia.

Francis P, Whatman C, Sheerin K, Hume P, Johnson MI. The


Proportion of Lower Limb Running Injuries by Gender,
Anatomical Location and Specific Pathology: A Systematic
Review. J Sports Sci Med. 2019 Feb 11;18(1):21-31.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30787648

Fisioterapista, MSc, OMPT


Passione Evidence-Based. Con la speranza di diventare un
Fisioterapista migliore
https://samuelepassigli.wordpress.com/