Sei sulla pagina 1di 12

Prima gli esseri umani

Auditorium dell’Assunta, 18 luglio 2018: spettacolo “l’Isola”, realizzato dallo SPRAR di Molfetta con la regia di Francesco Tammacco della compagnia “Il Carro dei Comici”
Foto: G. Daloiso

Dall’Antologia Ma dai c’è la mamma balena


“La pacchia è strafinita” papà pescecane che gioca con te
che pacchia sarà tutto un trito
poltiglia in pastiglia la pappa sarà

Pacchia bambina Si gioca alla pesca del mare


le reti son piene di già
Aylan, Sajida, venite calzoncini dai mille colori
di biscotto è la barca sul mare sandaletti spaiati a metà
caramello le vele ed i remi
cioccolato la stiva e i sedili. Quando poi siete stanchi alla riva
sonni eterni potrete dormire
È una pacchia una pacchia davvero far la nanna definitiva
acqua fresca ed arancia per tutti una pacchia da far impietrire!
non tremate sono solo dei flutti
e tra poco farete gluglùùùù Rita Ceci
Da 4 mesi i lavoratori della SIA
non ricevono lo stipendio EDITORE
GlobeGlotter

E i sindaci fanno finta di non conoscerli. E le opposizioni tacciono REGISTRAZIONE


Iscriz. Reg. Periodici
Tribunale di Foggia
a parecchi mesi il servizio di lazione della società di revisione le fatture mensili, aggravandone n. 414

D Igiene Ambientale, gestito dal-


la SIA per conto del sindaco
di Trinitapoli e di altri otto comuni,
KPMG spa del 2015 consegnata
agli amministratori dell’epoca. A
tal proposito riproponiamo
artatamente la situazione. Poi con
procedure molto discutibili hanno
affidato a terzi la gestione dei rifiuti
del 31/03/2006

è in evidente crisi. l’articolo già pubblicato su questo obbligandosi a pagare un corrispet- DIRETTORE
Oberata da debiti milionari non giornale nel dicembre 2017. tivo mensile di circa 20.000 euro RESPONSABILE
Nico Lorusso
riesce più a garantire i livelli minimi In questi anni nulla è stato fatto superiore a quello dovuto alla SIA.
dei servizi affidati. L’impianto di per eliminare “almeno” le criticità La conseguenza di questa folle REDAZIONE
bio stabilizzazione è fermo, la di- più gravi elencate nella relazione politica è che a fine mese i lavora- Antonietta D’Introno
scarica chiusa,i rifiuti trasportati lasciando incancrenire la situazione. tori delle ditte esterne ricevono lo
giornalmente in provincia di Taran- Oggi siamo sull’orlo del fallimento stipendio mentre i lavoratori della
to con un pesante aggravio dei costi. con le conseguenze drammatiche SIA si indebitano. DIREZIONE REDAZIONE
La SIA è in procinto di fallire per 300 famiglie che è facile imma- Al di là delle ipocrite parole via Staffa 4
e trecento lavoratori rischiano di ginare. usate in numerose conferenze stam- 76015 Trinitapoli BT
perdere il posto di lavoro. pa, resta il fatto che una società un t. 0883 634071
www.ilpeperoncinorosso.it
Di fronte a questo disastro i sin- tempo efficiente, è stata portata info@ilpeperoncinorosso.it
Come si è arrivati a tanto? daci che fanno? sull’onda del fallimento e 300 fa-
Le ragioni sono molteplici ma Addossano alla SIA ogni re- miglie sono state buttate nella di-
sostanzialmente si riassumono nella sponsabilità facendo finta di non sperazione.
STAMPA
incapacità amministrativa dei sin- sapere che la SIA è la loro società Per il sindaco di Trinitapoli è Grafiche Del Negro
daci dei nove comuni. Essi pur sulla quale avrebbero dovuto eser- comunque un bel record . Dopo via Zuppetta, 6
avendo il potere di controllo com- citare un controllo pieno e continuo. aver fatto fallire l’unione dei Co- 76015 Trinitapoli BT
pleto sulla società hanno guardato Non solo! Da un lato cercano di muni ora lotta per il fallimento della t. 0883 631097
altrove quando non hanno addirit- allontanare da sé la responsabilità SIA! delnegrolina@virgilio.it
tura consentito comportamenti am- dell’imminente fallimento dall’altra Il re Mida trasformava in oro DISTRIBUZIONE
ministrativi al di sotto dei canoni ne approfittano per ricavarsi uno tutto ciò che toccava, il sindaco di Gigino Monopoli
minimi di efficienza ed economici- spazio autonomo e illegale di ge- Trinitapoli fa fallire tutto quello
tà. stione in proprio del servizio. A che tocca.
Il tutto è ben descritto nella re- tale scopo non pagano più alla SIA TESTI DI:
Angelo Andriano
Franco Carulli
Luca Carulli
Rita Ceci
Antonietta D’Introno
Simone Oggionni

FOTO DI:
Autori vari
Archivio GlobeGlotter

Questo numero
è stato chiuso in redazione
il 3 agosto 2018

Un lavoratore della SIA disperato minaccia di buttarsi da un palo che sovrasta Piazza della Repubblica a Cerignola. (da lanotiziaweb Cerignola, 11 luglio 2018)
Sindaco, meno polemiche e più fatti
La società di revisione KPMG spa a dicembre 2015 consegnò al consorzio SIA una lunga relazione
in cui si dava conto della attività svolta e si elencava una serie di criticità in merito alla gestione
della discarica, ai contratti di erogazione dei servizi comunali, alla situazione economico-finanziaria,
alla organizzazione del personale
ANTONIETTA D’INTRONO nando di Puglia, incaricò
una società specializzata
(la KPMG spa) di com-
el 1998,i comuni di piere una indagine cono-
N Trinitapoli, Ceri-
gnola, Ortanova,
San Ferdinando di Puglia,
scitiva sulla gestione del-
la SIA.
La società di revisio-
Margherita di Savoia, ne a dicembre 2015
Carapelle, Stornarella, consegnò al consorzio
Stornara e Ordona, si co- una lunga relazione in cui
stituirono in consorzio si dava conto della attivi-
per la gestione integrata tà svolta e si elencava una
del servizio di raccolta e serie di criticità in merito
smaltimento dei rifiuti alla gestione della disca-
prodotti nei comuni stes- rica , ai contratti di ero-
si. gazione dei servizi comu-
Il consorzio a sua nali, alla situazione
volta costituì con capitale economico-finanziaria,
interamente pubblico una alla organizzazione del I lavoratori della SIA occupano la Sala Comunale di Cerignola
società, la SIA (Società personale.
di Igiene Ambientale) a 1) In merito alla gestione leggi e regolamenti Non solo! Fu rilevato male sistema di controllo.
cui affidò nel 2.000 la ge- della discarica la so- ed il mancato rispetto come moltissimi fornitori Queste riportate sono
stione integrata del servi- cietà rilevò il rischio del codice degli appal- venissero scelti su base solo una piccola parte
zio. di mancato rispetto ti. fiduciaria senza una qual- delle anomalie riscontrate
Nel 2014, l’allora della normativa am- 2) Riguardo ai contratti che procedura di selezio- dalla KPMG.
amministratore del con- bientale, del lavoro, di erogazione dei ser- ne pubblica,agivano sen- A questo punto sorge
sorzio Michele Lamac- fiscale, contributiva e vizi comunali, la so- za avere firmato un spontanea una domanda:
chia, sindaco di S. Ferdi- possibili violazioni di cietà di revisione formale contratto e ri- che cosa è stato fatto dal
rilevò che il corrispet- scuotevano i corrispettivi sindaco di Trinitapoli per
tivo annuo contrat- in base alla semplice pre- riportare la gestione della
tualmente definito per sentazione delle fatture, SIA nell’ambito della re-
ciascun comune, non queste non venivano sot- golarità amministrativa,
è stato determinato toposte ad un formale contabile,della efficienza
sulla base di un piano controllo della corrispon- e della economicità e
economico che, te- denza tra quanto richiesto della lotta agli sprechi?
nendo conto dei costi e quanto fornito. Si tratta Si ha l’impressione
attesi, assicuri di forniture per centinaia che per distrarre i citta-
un’adeguata margina- di migliaia di euro. dini dalla sostanza dei
lità alla SIA. 4) La SIA, infine, paga i problemi si preferisce,
3) Per quanto riguarda la propri debiti nel giro come al solito, insultare
situazione economico- di 5 mesi e riscuote i i critici. Ora esaurita la
finanziaria la relazio- propri crediti all’in- fase della lotta con i ma-
ne evidenzia che la circa dopo un anno! nifesti sentirà il sindaco
SIA ha difficoltà, così Situazione paradossa- il dovere di informare i
come è organizzata, a le considerato che i cittadini su quello che
conseguire risultati debitori della SIA so- ha fatto o cosa ha inten-
economici positivi. I no prevalentemente i zione di fare per affron-
costi di esercizio che comuni che ne hanno tare le criticità rilevate
nel 2010 ammontava- il controllo. dalla società di revisio-
no ad euro 2.831.000 Sotto l’aspetto di or- ne? Prima di ciò non è
,nel 2014 salgono ad ganizzazione del perso- lecito sottrarre al bilan-
euro 3.444.000 e che nale la relazione eviden- cio del comune, e di con-
la SIA rispetto a so- zia come i dipendenti seguenza ai cittadini, ul-
cietà analoghe (AMIU non vengano assunti a teriore danaro.
Trani, AMIU-Puglia seguito di procedura con-
ecc) registra una mag- corsuale come si dovreb-
giore incidenza del be per la natura pubblica RISTAMPA DELL’ARTICOLO
costo del personale della società e che sulla PUBBLICATO A PAG. 2
nel valore della produ- attività del personale DE IL PEPERONCINO ROSSO
zione. manca un adeguato e for- N. 4 - DICEMBRE 2017
Quando gli italiani erano brutti sporchi e cattivi
All'inizio del grande esodo gli Italiani furono oggetto, oltre che di sfruttamento,
di numerosi episodi di xenofobia
A cura di FRANCO CARULLI censivano separatamente Il Quota Act del 19 Act, approvato nel maggio zione degli anni venti po-
gli Italiani del Nord e maggio 1921 limitava il 1924, che riduceva le quote sero fine all’im-migrazione
quelli del Meridione co- numero degli stranieri di ciascuna nazionalità al italiana negli Stati Uniti,
braccianti Italiani, co- me appartenenti a due raz- ammesso annualmente, e 2 per cento dei rispettivi stabilendo delle quote per
I me quelli Marocchini
o dell’Europa dell’Est
oggi in Italia, accettavano
ze diverse: una “celtica”
e l’altra “mediterranea”.
In Brasile la presenza
per nazionalità, al 3 per
cento del numero dei ri-
spettivi connazionali stabi-
connazionali residenti ne-
gli Stati Uniti nel 1890.
Con la prima quota che
ogni nazionalità, discrimi-
narono di fatto tra le popo-
lazioni del nord Europa e
paghe più basse dei brac- Italiana era così forte da litisi negli Stati Uniti nel limitò l’emigrazione euro- quelle dell’Europa Sud
cianti locali; ad Aigues generare conflitti con i 1910. Questa legge venne pea vennero ammessi Orientale codificando il
Mortes, in Francia, nove brasiliani di altra prove- applicata fino al 1 luglio 42.000 italiani , nel 1924 pregiudizio antimeridiona-
italiani furono assassinati nienza. Gli Italiani veniva- 1924, quando entrò in vi- il numero scese a 5645. le.
con un banale pretesto da no considerati commer- gore il National Origins Le leggi sull’immigra-
una folla di lavoratori cianti disonesti al punto da
francesi nel 1893. Stessa definirli e chiamarli
sorte toccò ad undici sici- “carcamano” dal gesto di
liani a New Orleans nel calcare la mano alterando
1901, accusati di apparte-
nere alla Mafia. Oltre a
il peso misurato dalla bi-
lancia. Come appellativo È SEMPRE
queste vere e proprie stragi
gli episodi di pestaggi o
omicidi singoli furono
dispregiativo verso gli ita-
liani negli Stati Uniti veni-
vano usati anche epiteti co-
LA STESSA STORIA…
molto numerosi. La xe- me “dago” e “wop” Tra la fine dell’800 e l’inizio del 900 dalla regione Veneto
nofobia ideologica ebbe (Italiano o straniero dalla emigrarono, su una popolazione di 3 milioni, quasi due
molte forme: pelle scura, usato in senso milioni di veneti poveri verso le nazioni più ricche di risorse
“Abbiamo all’incirca in dispregiativo anche per
questa città trentamila Portoghese, Spagnolo, come l’America, il Brasile e l’Argentina. Il testo della canzone
italiani, quasi tutti prove- Messicano). che segue potrebbe benissimo diventare la colonna sonora
nienti dalle vecchie pro- In Australia il colore degli attuali sbarchi in Italia dei disperati che scappano,
vince napoletane, dove, della pelle mediterranea come i 36 milioni di italiani nel mondo, da povertà, guerre
fino a poco tempo fa, il dei meridionali fu un
brigantaggio era l’industria evidente fattore discrimi- e repressioni.
nazionale. Non è strano nante: i siciliani furono
che questi briganti portino considerati ‘semi-
con sè un attaccamento per coloured’, come nel censi-
le loro attività originarie” mento Statunitense del Canzone degli immigrati veneti
era scritto sul New York 1911, dove erano definiti
Times il 1° gennaio 1894. “non white”. Il primo Go-
La violenza veniva verno in carica in Austra- “Dalla Italia noi siamo partiti
indicata quindi come un lia, collegato a quello In- Siamo partiti col nostro onore
prodotto di importazione, glese, tendeva a formare Trentasei giorni di macchina e vapore,
connaturato alla cultura e una società di etnia anglo-
alla tradizione degli im- celtica operando un pro- e nella Merica noi siamo arrivà
migrati Italiani. gramma politico definito Merica, Merica, Merica,
Gli Italiani del Meri- della “White Australia”. cossa saràlo 'sta Merica?
dione erano accusati di Negli Stati Uniti
essere sporchi, rumorosi, d’America, diminuito il bi- Merica, Merica, Merica,
arretrati come qualità della sogno di manodopera a un bel mazzolino di fior.
vita e nelle relazioni in- basso costo, furono votate E alla Merica noi siamo arrivati
terpersonali, e di praticare alcune fondamentali leggi non abbiam trovato né paglia e né fieno
rituali religiosi primitivi, volte a frenare l’im-
di trascurare l’istruzione migrazione. Dal giugno Abbiam dormito sul nudo terreno
dei figli, di costringere in 1920 al giugno 1921 furo- come le bestie andiam riposar.
una condizione di assoluta no registrati negli Stati E la Merica l'è lunga e l'è larga,
subordinazione la donna Uniti più di 800.000 nuovi
all’interno della famiglia. immigrati, provenienti per l'è circondata dai monti e dai piani,
I Siciliani erano in- due terzi dall’Europa me- e con la industria dei nostri italiani
seriti nel censimento del ridionale e orientale: il abbiam formato paesi e città.
1911 come “non white”, Congresso votò d’urgenza Canção dos imigrantes
non bianchi, di pelle scura una legge approvata per
e comunque le statistiche alzata di mano.
Ma perché continua a “fare politica”?
La domanda è stata rivolta ad una vecchia militante comunista, un po’ fuori moda, in tempi in cui il web
ha sostituito le azioni di leggere, parlare, guardarsi negli occhi e stringersi la mano
ANTONIETTA D’INTRONO disfatta della sinistra”. La politica non è qual- le soluzioni meno rispet- Carta Costituzionale, la ri-
Confesso che prima di ri- cosa di astratto che prati- tose dei bisogni dei più de- vendicazione di una infor-
spondere ho rigirato la do- cano soltanto persone com- boli della società. mazione libera e corretta;
uesta domanda me manda a me stessa con petenti. POLITICA è la Si, io faccio politica, • per trasmettere ai più
Q l’hanno fatta alcuni
studenti scout in va-
canza sulla Murgia barese.
due, tre perché ansiosi.
Non volevo essere retorica
e ricordando il mio antico
nostra scelta quotidiana di
vita. Coloro che affermano
con disgusto che “non si
“cioè vivo, respiro e
combatto” per queste mo-
tivazioni:
giovani quello che ho im-
parato senza far prevalere
il passato sul presente;
Mi avevano presentata impegno di docente di non interessano di politica” so- • per assicurare il “pasto • per non vivere nella
come una militante della dire mai chiacchiere morte no le persone più pericolo- fisso” non solo alla mia dorata solitudine del mio
sinistra radicale e pertanto ai ragazzi, le parole mi son se perché danno una delega famiglia e ai miei concitta- EGO e condividere le bat-
il verbo”continua” sotto- venute fuori direttamente in bianco a furbi e falsi dini ma anche a tutti gli taglie della vita con com-
intendeva “nonostante la dal cuore. profeti di scegliere per loro abitanti del mondo; pagni che hanno i miei
• per risolvere i problemi stessi obiettivi;
miei che sono “uguali e • per eliminare le disegua-
precisi” a quelli di tutti i glianze scegliendo di stare
cittadini, come il verde dalla parte più scomoda,
pubblico, la raccolta diffe- cioè quella di coloro che di
renziata e la gestione dei solito hanno sempre torto;
rifiuti, il libero accesso alle • per poter guardare ne-
strutture pubbliche e le gli occhi voi, sicura di fare
iniziative che qualificano la il mio dovere di adulta, di
scuola di stato, il rispetto dei insegnante e di comunista.
diritti civili e della nostra

Con l’ordinanza n. 38 del 16 luglio scorso, il sindaco


ordina ai braccianti di Trinitapoli di non lavorare in campagna
dalle 12,30 alle 16,30.
INTERVISTE DI
Dice di preoccuparsi… della loro salute! Per chi disob- MEZZA ESTATE
bedisce è prevista una multa di 500 euro.
Nel mese di agosto, sul sito
Al di là della incompetenza del primo cittadino in
internet Corriereofanto.it
materia di disciplina dell’orario di lavoro, informiamo il
sindaco che i braccianti alla salute, a differenza dei loro (sezione sociale) saranno
padroni, ci hanno sempre pensato perché tornano da pubblicate, a firma della
campagna a mezzogiorno, pranzano, si riposano e poi, in professoressa Antonietta
caso di necessità, ritornano nei campi con la “difrescata” D’Introno, interviste a persone
per fare la “sopragiornata”. che, dalla natìa Trinitapoli, hanno
I cittadini e i visitatori della nostra città, in agosto, “migrato” nel mondo portando
invece, si aspettano altro. Avrebbero voluto: qualche sempre il loro paese nel cuore e
intervento efficace per una città pulita, una maggiore cura lasciando nelle loro attività
del verde pubblico, la correzione dei cartelli turistici ancora
professionali i segni indelebili
sbagliati, una segnaletica studiata per regolare il traffico
e non per favorire le ubbìe degli amici e azioni di controllo della cultura di origine.
per evitare schiamazzi notturni. I lettori avranno il piacere di
E invece devono accontentarsi di… un colpo di sole! imbattersi in: MICHELE
Trinitapoli, 1º agosto 2018
TR I G L I O N E , S A L V A T O R E
GIANNELLA, TO N I N O
SEZIONE DI
D’AMBROSIO, LUCIA DI FIDIO
TRINITAPOLI e FRANCESCO PAGANO.
l coraggio di cambiare, il dovere di andare oltre
Di seguito il testo dell’intervento di Simone Oggionni all’Assemblea nazionale
di Articolo UNO - Mdp del 22 luglio 2018 a Roma che ha avviato la fase costituente di Liberi e Uguali
SIMONE OGGIONNI

vere coinvolto e mo-


A bilitato qualche mi-
gliaio di militanti in
poche settimane, in pieno
luglio, è il segno di una
vitalità di cui dobbiamo es-
sere orgogliosi.
Ma non basta, serve una
scossa, per la nostra orga-
nizzazione e tutta la sinistra
italiana.
Non basta perché la
sconfitta del 4 marzo non
è nata il 4 marzo, ma tanti
anni prima. Lo abbiamo
detto in tanti e tante volte:
la sconfitta della sinistra,
la vittoria di Salvini sono
la fine di una corsa che co-
mincia da lontano.
Perché, certo, hanno pe-
sato il progetto incompiuto
di Liberi e Uguali, una lea-
dership oggettivamente ina-
deguata, l’idea di una lista
percepita dagli elettori co-
me una scialuppa di salva- Barletta, 16 luglio 2018. Assemblea provinciale della BAT di Artico 1 MDP
taggio per sbarcare in par-
lamento e non, invece, la Perché non c’è tempo. con il massimo dell’unità lare, democratico. quell’avviso.
promessa di un partito. Si consolida nel Paese un possibile, in Parlamento e Che noi dobbiamo spin- Dato che quell’obiettivo
Ma la sconfitta appunto governo di razzisti e incom- nel Paese. Il massimo gere affinché si consolidi non lo abbiamo ancora
nasce prima, in due approc- petenti, nel quale i razzisti dell’unità e il minimo del anche sul terreno della po- raggiunto dico: teniamo la
ci, in due prospettive, pa- prevalgono sugli incompe- settarismo. Basta parlare litica e della sua organizza- barra dritta, continuiamo a
ralleli e sbagliati, di cui sia- tenti. Il governo Salvini, del Pd, siamo in una fase zione. Provando ad andare veleggiare controvento.
mo fino in fondo non il governo Conte. nuova, diversa. Noi dobbia- oltre. Oltre i nostri recinti Provando a dire cose
responsabili. Un governo che ai di- mo uscire dalla dimensione che sono con ogni evidenza semplici ma vere anche
Da una parte quella sini- sperati che vengono in na- del commento, del contro- del tutto insufficienti. rispetto a quello che vo-
stra, quel centro-sinistra che ve dalla Libia dice che “i canto a quelli che ci sono Perdonatemi se nel dirlo gliamo essere.
non ha capito la globalizza- porti italiani li possono vicini. Altrimenti diventa parlo di noi, faccio appello 1. Un partito popolare,
zione, che ha puntato tutto vedere soltanto in un’ossessione. E le osses- a un pizzico di orgoglio di innanzitutto. E badate che
sulla terza via rimuovendo cartolina”. Che vuole sioni sono sempre sintomo partito, di comunità: ormai popolare è una cosa molto
il grande scandalo delle di- schedare i rom, come nel di subalternità, anche quan- un anno e mezzo fa abbia- diversa da populista! Po-
seguaglianze e il riscatto 1938. Che denuncia su do sono presentate come mo fondato Articolo Uno polare vuol dire che ti ri-
della sofferenza viva del carta intestata del mini- rivendicazione di purezza con lo scopo di dare vita conosci nel popolo, che gli
lavoro come propria ragione stero degli Interni un in- e di autonomia. a un nuovo grande sogget- appartieni, che ne conosci
sociale; e dall’altra parte la tellettuale impegnato nel- Ho letto persino critiche to democratico e progres- i problemi, le passioni, le
sinistra radicale che ha scel- le battaglie antimafia alla rivista Rolling Stone, sista al servizio del Paese. pulsioni. Mentre sei po-
to in questi anni la strada come Saviano. Che lavora perché non è troppo di sini- Non una ridotta minorita- pulista – come Salvini,
comoda ma senza uscita per la flat tax e per i con- stra. O critiche a qualche ria che alle elezioni euro- come il movimento cinque
della testimonianza, tra vel- doni, e si rimangia nel de- maglietta rossa perché era pee prepara l’ennesima stelle e persino come
leitarismo e marginalità. creto dignità tutte le pro- firmata Lacoste. lista sommatoria di tutte qualche pezzo qua e là
Ecco, noi: noi che ab- messe di dignità che il Contro questo governo le schegge della sinistra della sinistra in Europa –
biamo questa storia alle Movimento Cinque Stelle viva Rolling Stone, viva le radicale, ma un grande quando per recuperare
spalle e che siamo consape- aveva sbandierato in magliette rosse: occorre una soggetto democratico, consenso costruisci un fe-
voli degli errori compiuti campagna elettorale. linea unitaria nel senso to- progressista, popolare, ticcio in cui il popolo possa
abbiamo il dovere di agire, Un governo che va gliattiano del termine. Un con cultura di governo. riconoscersi e rincorri gli
di provare a cambiare tutto. combattuto e contrastato fronte largo, ampio, popo- Io rimango di istinti peggiori.
“Prima gli esseri umani,
Noi dobbiamo essere
popolari e non populisti!
2. Seconda parola
d’ordine: la discontinuità.
ingrediente, il più importan-
te: è il protagonismo del
nostro popolo, della nostra
gente. Ogni processo poli-
prima gli sfruttati” è lo
Occorre avere coraggio,
proporre un nuovo terreno
di ricerca e di proposta. Di-
tico fatto a tavolino, in ma-
niera verticistica e burocra-
tica, è destinato a fallire: è
slogan proposto in piazza
scontinuità radicale rispetto
al centrosinistra degli ultimi
vent’anni. Lo ha detto bene
Bersani: di idee e di facce.
una legge ferrea della poli-
tica.
Non possiamo andare
avanti con assemblee o
da Articolo 1 MDP/LeU
Perché non puoi togliere convention in cui applau- trovare soluzioni umane
tutele al mercato del lavoro, diamo e deleghiamo in che abbattano i muri dei
rinunciare a ogni politica bianco, o con commissioni “nazionalismi”. Il parla-
industriale, privatizzare, e comitati promotori che mentare ha poi spiegato
impoverire una parte consi- sono lo specchio di accordi che la sinistra europea non
stente del Paese e poi chie- pattizi tra pochi, di patti tra sostiene un’accoglienza
derti perché crolli nei con- componenti. C’è in questo senza regole ma ha votato
sensi. E aggiungo: occorre persino una questione mo- innanzitutto una riforma
un rinnovamento nei gruppi rale, di dignità, di rispetto del Trattato di Dublino, ap-
dirigenti, a tutti i livelli. nei confronti di noi stessi. provata dal Parlamento Eu-
Ben intesi: al netto di quei Costruire i gruppi diri- ropeo e mai discussa dai
capitani che proprio perché genti è un lavoro faticoso capi di stato e di governo
sono disponibili a fare i che vive solo di democra- dell’Unione. La riforma
mozzi dimostrano di essere zia, in un processo nel qua- prevede una CONDIVI-
veri capitani! le si deve riconsegnare per SIONE DI RESPONSA-
3. Occorre poi una iden- davvero lo scettro della so- ANTONIETTA D’INTRONO riceve ma anche per chi dà BILITÀ DEGLI STATI
tità chiara. A volte mi pare vranità a chi milita, a chi aiuto. Al di là della disu- MEMBRI che sostituisce
che noi abbiamo paura del- ha passione, a chi è la vera mana propaganda leghista, il criterio (pessimo!) del
le parole. E invece le parole anima della sinistra italiana. ul pannello di apertura non c’è da vergognarsi se Paese di primo approdo
dicono chi sei, qual è la tua
storia, quali sono le tue ra-
dici e qual è il tuo orizzonte.
Ed è un processo che ha
a che fare non con le circo-
lari emesse da Roma ma
S dell’incontro pubbli-
co, che Articolo 1
MDP/LeU ha organizzato
si afferma a gran voce che
non si possono lasciare
persone (es-se-ri u-ma-ni!)
con un meccanismo di ridi-
stribuzione tra tutti i paesi
della UE dei richiedenti
Sono strumenti di lotta po- con la cura del territorio, a Trinitapoli venerdì 22 a marcire in mezzo al ma- asilo e impone sanzioni su
litica e di battaglia cultura- con l’inchiesta sociale, con giugno, era scritto “Prima re. fondi strutturali per i Paesi
le. Io vorrei un partito labu- la conoscenza metro per gli esseri umani, prima gli È arrivato invece il mo- che violano gli obblighi di
rista, vorrei un grande metro delle nostre città. È sfruttati”, uno slogan con- mento di promuovere ri- accoglienza.
partito del lavoro e sociali- un processo che ha a che trocorrente proposto da una flessioni collettive, senza C’è, purtroppo, una
sta. Che per questo sta dalla fare non con le piattaforme comunità poco avvezza a sconti, e di porre domande grande contraddizione in
parte di una generazione di digitali, che sono lo spec- farsi coinvolgere dai pre- difficili, alle quali bisogna seno al governo leghi-
precari sfruttati e sottopa- chio di una visione distorta giudizi e dall’indifferenza. dare delle risposte, trovan- sta/pentastellato. L’Italia
gati, frustrati e depressi. Sta e virtuale della politica, ma Gli oratori della serata, do il coraggio di raccontare deve decidere da che parte
con i riders, con i lavoratori con le sezioni fisiche, pian- l’avvocato on. Arcangelo quello che molti preferisco- stare, se con i Paesi medi-
della scuola, con i disoccu- tate come presidi di demo- Sannicandro e il parla- no ignorare. Arcangelo terranei e coloro che chie-
pati. E che per questo ha crazia in ogni quartiere. mentare europeo Massimo Sannicandro, ad esempio, dono solidarietà, oppure
una visione internazionali- Dal protagonismo della Paolucci, hanno cercato di si è chiesto perché questa con Orban e l’Austria,
sta, alza lo sguardo dalle nostra gente – da una de- far riflettere “la piazza” sul folla di disperati fugge dal- l’asse a cui punta Matteo
nostre miserie e si interroga mocrazia vera, a tutti i li- tema dell’immigrazione, la propria patria e rischia Salvini che è disposto a
sul mondo insieme a San- velli – potrà nascere quello un argomento che sta su- la morte in mare. E la ri- sacrificare gli interessi ita-
ders e Corbyn, alle espe- che noi vogliamo. scitando sentimenti xeno- sposta “impopolare” è che liani per un’alleanza tutta
rienze di governo in Grecia, Questa conferenza è fobi, soprattutto in seguito nel mondo ci sono 70 stati politica che ha come fine
in Portogallo, in Spagna. E l’ennesimo atto di amore alle esternazioni del neo coinvolti nelle guerre, 29 lo smantellamento della
che per questo sa che e responsabilità nei con- ministro Matteo Salvini soltanto in Africa, e che UE. Nel frattempo si pren-
l’Europa è la nostra storia, fronti di quel che siamo sulle sedicenti “crociere” gran parte delle armi che dono decisioni gravi, ille-
il nostro presente e il nostro e abbiamo organizzato. dei migranti. vengono utilizzate in questi gittime dal punto di vista
futuro. Certo, deve cambia- Abbiamo già deluso e Quando chi ha potere feroci e sanguinosi conflitti internazionale e soprattutto
re: la sua architettura costi- sbagliato troppe volte. parla al basso ventre e non vengono vendute da traffi- vili e disumane, perché la
tuzionale, il segno di fondo Siamo già stati delusi alla testa o al cuore della canti italiani. I poveri non battaglia sulla condivisione
delle sue politiche econo- troppe volte. Ora dobbia- gente significa che il mo- dichiarano guerre, le subi- europea non deve essere
miche, persino il suo ruolo mo cambiare musica e mento è grave. E la demo- scono soltanto e l’unica fatta sulla pelle di esseri
nella politica internaziona- non sbagliare più. E se crazia non se la passa bene. speranza che hanno di so- umani, divenuti gli
le. Ma non esiste un nazio- sbaglieremo ancora, per- Nessuno ha formule magi- pravvivere è scappare. “ostaggi” del nuovo corso
nal-sovranismo di sinistra, ché nella vita si sbaglia, che ma questo è il tempo Certo, ha sottolineato leghista. La sinistra farà
non esiste una sinistra ita- vorrei che si potesse dire dello studio e della fatica Massimo Paolucci, l’Italia l’impossibile affinché la
liana chiusa nei confini na- che lo abbiamo fatto in di comprendere le ragioni è più esposta, per vicinanza parola SOLIDARIETÀ
zionali, disinteressata a go- prima persona. Liberi, degli ultimi della terra, alle coste africane, agli diventi il leitmotiv di tut-
vernare e trasformare protagonisti delle nostre spingendo tutti gli stati eu- sbarchi ma questo non im- ta l’Europa, storicamen-
l’Europa. scelte. ropei a trovare le soluzioni pedisce alle forze progres- te culla della civiltà.
Infine serve un ultimo meno traumatiche per chi siste italiane ed europee di
Le storie terribili della “pacchia” salviniana
Si chiamano Kaled, Alì oppure Omar, Isoke ed hanno tutti corpo, testa e anima come noi. Un’unica differenza:
noi siamo per fortuna stanziali ed essi scappano dai loro paesi per evitare morte, malattie, fame e torture
ANTONIETTA D’INTRONO si possa fare per rimuovere
i pregiudizi che sono
l’anticamera della repres-
erto, ci sono anche in sione.
C Italia persone che vi-
vono di stenti e che
hanno storie drammatiche
È per questo che sareb-
be forse più efficace com-
battere la xenofobia cono-
di vita alle loro spalle, ma scendo, ad esempio, Kaled
questo non significa che si e la sua la storia. Il ragazzo,
debba diventare indiffe- proveniente dal Sudan, è
renti alla sofferenza di altri stato rinchiuso in Libia in
esseri umani e addirittura una cella piccolissima di
bollarli come malavitosi e un campo profughi,senza
pericolosi. spazio per stendere le gam-
Al di là delle soluzioni be. È riuscito a scappare
politiche che richiede la da una finestrella che si
problematica dell’immi- affacciava sul mare. La for-
grazione a livello europeo, Auditorium dell’Assunta, 18 luglio 2018. La prof.ssa Antonietta D’Introno organizzatrice dello spettacolo “L’isola” tuna lo ha aiutato perché
ritengo che bisogna so- insieme con uno degli attori. ha trovato un anziano libi-
prattutto conoscere la gente co che gli ha dato da bere
da vicino per avere un’idea Di storie simili ce ne sono tante e non basterebbe il nostro piccolo giornale per raccontarle e da mangiare e lo ha fatto
di cosa significa il pre- fuggire in mare con un
giudizio. tutte. Rimane soltanto da sperare che i lettori non considerino anche la sofferenza di serie gruppo di altri profughi che
Anni fa mi è stato A o di serie B. Non dimentichiamo che nei campi di concentramento tedeschi c’erano i Rom, gli hanno dato 2 biscotti e
chiesto di presentare il li- una bottiglietta d’acqua
bro scritto da una ragazza i gay, i testimoni di Geova, gli ebrei e i comunisti che avevano commesso il grave delitto che sono bastati per 6 gior-
nigeriana, Isoke Aikpitanyi di essere nati Rom, gay,Testimoni di Geova, ebrei e comunisti. Ora per gli xenofobi dell’ultima ni in mare, prima dello
(Le ragazze di Benin city, ora esiste il reato di essere nati in Africa, in Pakistan o in Messico. Purtroppo la madre sbarco in Sicilia.
edizioni Melampo) che era Kaled è vivo ed ora, do-
stata costretta a prostituirsi degli imbecilli è sempre incinta. po mesi trascorsi in centri
per restituire la somma di di accoglienza, ha final-
danaro che malavitosi strada a vendere il proprio carne umana. Ho racconta- perfetto italiano una decina mente raggiunto amici in
(italiani e nigeriani) ave- corpo ai circa 9 milioni di to questo episodio della di minuti, riuscì a trasfor- Toscana dove dipinge e
vano chiesto ai suoi geni- clienti italiani che compra- mia vita di promoter di li- mare un comportamento a studia per prendersi un di-
tori per portarla in Italia e no questo tipo di merce bri perché ricordo i risolini dir poco imbarazzante in ploma di maestro d’arte.
darle un futuro meno mi- senza scandalizzarsi del maliziosi che il pubblico comprensione, simpatia e Di storie simili ce ne
serevole. Fu vittima come colore della pelle. maschile, più o meno colto, interesse. Soprattutto gli sono tante e non basterebbe
tante sue coetanee, di ieri Oggi Isoke è sposata, della libreria di Bisceglie, uomini presenti, ipnotiz- il nostro piccolo giornale
e ancora di oggi, della ha figli italiani, scrive libri, mostrò all’apparire della zati all’inizio dalla bellezza per raccontarle tutte.
tratta delle nuove schiave e ha creato un’associazione giunonica Isoke. La ragaz- statuaria della ragazza, a Rimane soltanto da spe-
che venivano poi messe in per combattere la tratta di za, dopo aver parlato in metà serata avevano tutti rare che i lettori non consi-
uno sguardo ammirato e derino anche la sofferenza
commosso mentre ascol- di serie A o di serie B.
tavano Isoke che, rivol- Non dimentichiamo
gendosi a loro, disse che che nei campi di concen-
“l’amore è un sentimento tramento tedeschi c’erano
che non si compra come i Rom, i gay, i testimoni di
un oggetto e che la felicità, Geova, gli ebrei e i comu-
anche di un momento, è nisti che avevano commes-
qualcosa che si “condi- so il grave delitto di essere
vide” con una persona li- nati Rom, gay,Testimoni
bera e non con uno schia- di Geova, ebrei e comuni-
vo”. sti. Ora per gli xenofobi
Quella sera ho verifi- dell’ultima ora esiste il re-
cato, insieme con il pub- ato di essere nati in Africa,
blico, che prima di espri- in Pakistan o in Messico.
mere un giudizio su Purtroppo la madre de-
qualcuno è necessario gli imbecilli è sempre in-
conoscere la sua storia cinta.
Auditorium dell’Assunta, 18 luglio 2018. Gli attori dello spettacolo “L’isola” ospiti dello SPRAR di Molfetta personale e capire che cosa
I pensieri degli ospiti dello Sprar di Molfetta,
riportati nella mostra fotografica DAY OFF
“Sto per lasciare la Libia, sto per entrare nel mare,
prega per me! L’ultima chiamata prima di partire è
stata per mia madre. Nel viaggio dalla Libia all’Italia
non ho dormito per due giorni. Ho solo pregato.”
“Attraverso il mare, I trust God, mi sono affidato a
Dio. Dio mi ha aiutato ad arrivare qui. La mia vita è
così: mare da un lato, mare dall’altro, e io nel mezzo.
Tutto può succedere. Il mare può venire da qui o da
lì, tu non lo sai mai!”
“After a hard time is a good time. Prima era un tempo
duro, forse un giorno arriverà un bel tempo e adesso
lo sto cercando.”
“Molte persone hanno paura: è musulmano, è terrorista.
Loro non me lo hanno mai detto ma è nella loro mente.
Straniero, musulmano, terrorista… e spostano i loro
bambini, per paura. Questo mi ferisce, mi ferisce
molto.”
“Anche se tu sei cristiana e io musulmano, e qualcun
altro è di un’altra religione, non c’è differenza, tutti
siamo uguali. Noi stiamo insieme.”
“Io voglio imparare bene la lingua, ho bisogno della
lingua italiana, sono interessato a continuare la mia
istruzione. Non so se sarà possibile, ma mi piacerebbe
essere un biologo, conosci biologo?”
In questo nuovo posto c’è gioia, c’è pace, c’è tranquillità.
Parlo con le persone che sono intorno a me. Ieri non
era così, ero tutti i giorni in una situazione di oppression.
Mi colpivano, mi costringevano. Oggi no, something is
changing in my life.
“Se trovi delle persone che danzano su un piede, occorre
mettersi su un piede, per non fare la differenza. Così
è nella mia testa.”
“MAALMIHII WACNAA WAA AY
BILOOWDEEN” (trad.: I giorni migliori sono cominciati)
“C’è bisogno di tempo per capirsi, per fidarsi l’un
l’altro.”
Scatti di genialità
L’ingegnere ventiduenne Flavio Labianca studia di giorno
e crea e progetta di notte foto e cortometraggi
grammatica e sperimen-
tando per trovare il mio
stile: una meta, per certi
versi, ancora lontana.

Cosa si nasconde dietro


un’immagine?
Dipende. Alcune volte
c’è una storia, altre volte
solo un’idea, oppure l’ispi-
razione del momento.
Cerco sempre di segnarmi
tutte le idee che arrivano
nei momenti più assurdi in
modo tale da avere degli
appunti da riprendere
quando mi sento poco
ispirato.
Capita spesso, però, che The dance of the rising sun
trovi interessante una
persona o una particolare fortunato perché c’era tanta una storia o esprimere sem-
scena e cerchi di fotogra- gente e sapevo che, se aves- plicemente un sentimento.
farla per comunicare, anche si sbagliato, non avrei più È più facile scattare in que-
se in minima parte, le potuto ottenere quello scat- ste condizioni, in quanto
emozioni che mi ha su- to. cerco sempre, insieme ad
scitato. Così sono nate “The Altre volte, invece, par- altra gente, di preparare tut-
Flavio Labianca Greatest Gift” (Il regalo to con una precisa idea, co- to in anticipo, in modo tale
più grande) e “Revo- me ad esempio raccontare da poter ottenere il risul-
LUCA CARULLI iniziato a studiare fotogra- lutionary Virtue” (Virtù
fia e a sperimentare da au- rivoluzionaria).
todidatta, in maniera assi- La prima è un ritratto
ggi è facile puntare il dua, dal 2016. di un uomo anziano che ha
O dito contro le “nuove
leve” e associare la
parola “ragazzo” a quella
Decido di intervistare
Flavio con lo scopo di far
conoscere un ragazzo che
catturato la nostra atten-
zione nelle strade di Poli-
gnano, il quale, quando gli
di “fannullone“. rappresenta una generazio- abbiamo chiesto il per-
Far di tutta l’erba un ne intrepida, creativa, stu- messo di fotografarlo, ha
fascio vuol dire essere poco diosa e piena di tante risor- iniziato a raccontarci delle
attenti, se poi in un piccolo se. storie che sembravano
paese come Trinitapoli, vaghi ricordi, piccoli
spiccano figure come Come è nata la tua pas- sprazzi di gioia che lo fa-
quella di Flavio Labianca. sione per la fotografia? cevano sorridere. È stato
Nato il 6 settembre Risalire ad un momento un momento davvero
1996 a Canosa di Puglia ha preciso è difficile. La mia emozionante perché gli
conseguito la maturità passione principale è sem- abbiamo regalato momenti
scientifica nel 2014 presso pre stata la cinematografia. di grande felicità.
il Liceo Scientifico di All’inizio scattare foto era “Revolutionary Virtue”,
Margherita di Savoia. Dal solo un modo per capire invece, è stata scattata a
2014 al 2017 ha frequen- come funzionasse una foto- Parigi. La scena dei due
tato il corso di Laurea camera, quali fossero le re- vecchietti ha catturato su-
Triennale in Ingegneria gole per creare una buona bito la mia attenzione in
Gestionale presso il Poli- immagine e quali fossero i quanto era in netto con-
tecnico di Bari, concluso criteri di scelta di luci e trasto con tutto il resto.
nel 2017 con il consegui- colori per raccontare una Mentre i turisti si accalca-
mento del titolo di Laurea. storia. Con il passare del vano e si spostavano fret-
Attualmente è iscritto al tempo, però, ho cercato di tolosamente, questa coppia
primo anno del corso di dividere i due aspetti, con- procedeva lenta. Mi è
Laurea Magistrale in In- centrandomi sulla fotogra- sembrata un’immagine
gegneria Gestionale presso fia come mezzo espressivo d’altri tempi.
lo stesso Politecnico. Ha a sé stante, studiando la Sono stato davvero Blowing in the wind
Non è sempre facile, an-
zi non lo è quasi mai. Ho
scoperto che mi piace dedi-
carmi alla fotografia soprat-
tutto durante la notte. In
genere, quindi, cerco di fis-
sare dei momenti della
giornata in cui dedicarmi
allo studio e altri in cui de-
dicarmi alle foto o ai video
e di seguire la programma-
zione il più fedelmente pos-
sibile. Revolutionary Virtue
È sicuramente impe-
The Greatest Gift gnativo cercare di incastra- senta per te? il quale mi sono appassio-
re i vari impegni durante il È impossibile risponde- nato al cinema perché riten-
tato che voglio. obiettivo una persona com- giorno, ma è uno sforzo che re con un solo film. Nella go sia un film perfetto da
L’aspetto che più mi pletamente priva di ogni aiuta a tenere la mente sem- lista dei miei film preferiti, ogni punto di vista. Per me
piace del fotografare gente difesa. Questo ti insegna a pre attiva ed allenata. ci sono sicuramente Il Set- rappresenta ciò a cui un
è sicuramente il collega- comprendere la gente e a All’inizio è stressante, ma timo Sigilli di Bergman, cineasta deve aspirare.
mento che si crea tra il fo- rispettare la fragilità di cia- i risultati arrivano con il Pulp Fiction di Tarantino, C’era una volta in Ame-
tografo e il soggetto, che è scuno di loro. tempo. Ran di Kurosawa, 2001: rica, invece, è il film che
un’intesa davvero speciale. Odissea nello Spazio di Ku- sento più “vicino”. Tutta la
Credo che dovrebbero pro- Come riesci a distribuire La società odierna, spes- brick e C’era una volta in narrazione è un’elabo-
vare tutti la sensazione di i tuoi impegni durante la so, impedisce a molti gio- America di Sergio Leone. razione della nostalgia,dei
avere di fronte al proprio giornata? vani di ricavarsi uno spa- Questi ultimi due sono sentimenti come l’amicizia
zio per esprimere il quelli a cui mi sento parti- e dell’attaccamento ai va-
proprio talento artistico: colarmente legato anche se lori di un passato dai quali
che consiglio daresti a per motivi differenti: 2001: il protagonista non vuole e
questi ragazzi? Odissea nello spazio è sem- non può staccarsene. Un
Bisogna difendere il pre stata la mia fonte di vero capolavoro.
proprio diritto di espressio- ispirazione, il motivo per
ne artistica ad ogni costo e,
per farlo, è fondamentale
crearsi un ambiente in cui
questo desiderio venga col-
tivato. Circondarsi di gente
che ha passioni simili o,
meglio, complementari alla
propria, può essere una no-
tevole spinta.
Io ho iniziato facendo
foto e video per una com-
pagnia teatrale di Barletta,
gli ex “Figli d’Arte”, ora
“Teatro delle Lanterne” e
questo mi ha consentito di
conoscere tante persone
con le quali collaboro an-
che al di fuori della realtà
associativa. Ci supportiamo
a vicenda e grazie all’aiuto
reciproco, miglioriamo
ogni giorno di più. Credo
che questa sia la chiave.

Per concludere: sei un


grande appassionato di
cinema, qual è il tuo film
Summer lights preferito e cosa rappre- Luca Carulli l’intervistatore fotografato dall’intervistato
Angelo, ma perché mai vuoi studiare
Filosofia all’Università?
È la domanda in assoluto più frequente e incredula che fanno ragazzi e adulti allo studente
del Liceo Staffa di Trinitapoli quando gli chiedono cosa voglia fare dopo la maturità
infatti il pensiero dei fi- rie-TV, libri, video ecc.), renderla davvero liquida per-
losofi come un sistema di plasmano continuamente il ché possa insinuarsi dovun-
consigli, degli strumenti nostro immaginario, defini- que ci sia qualcuno disposto
per vivere la realtà. scono la nostra sensibilità. a mettersi in ascolto della
Allo stesso tempo le narra- complessità della realtà e di
La filosofia è un modo zioni create da registi, scrit- sé stessi.
come un altro di mettere tori e sceneggiatori sono pie- “Mind in Pop” nasce
ordine all’esistenza. ne di quelle stesse intuizioni con l’intento di avvicinare
Perciò la filosofia si che hanno animato le parole le persone non alla storia
sporca continuamente le dei filosofi. Perciò parlare della filosofia presentando
mani nella realtà, altro che della filosofia della cultura il pensiero dei vari filosofi,
mondo delle nuvole! E deve POP mi è sembrato un mo- ma ai concetti stessi, alla
continuare a farlo! Non do perfetto per mantenere “filosofia applicata”. E lo
abbiamo bisogno di intel- viva la filosofia al di là della fa parlando delle storie
lettuali che usino paroloni rigidità manualistica che la che ci appassionano, delle
incomprensibili o ripro- sua immagine suscita. Un esperienze narrative POP
pongano le solite formulette modo per sfatare il mito del- che chiunque viva nel
contro ogni interlocutore, la filosofia come qualcosa XXI secolo sa essere una
ma di filosofi che usino il di astruso e complesso e di parte fondamentale della
pensiero per dire qualcosa farle sporcare le mani, di propria vita.
di autentico, che ci scuota
nel profondo: solo in questo
modo la filosofia può di-
ventare qualcosa di utile per
Chi è Angelo Andriano
chi ne fa esperienza. Per Angelo Andriano, 18 anni, vive a Trinita-
tutte queste ragioni ho poli e frequenta il Liceo Classico. L’amore
ANGELO ANDRIANO per sfondare nel mondo del- aperto un blog dove parlo
la musica, da un ingegnere di filosofia e cultura Pop. per la filosofia e la letteratura, i film e le serie-
che spera di progettare un Per arrivare alle persone c’è Tv, lo hanno spinto ad aprire un blog di divul-
vviamente la risposta grattacielo a New York, o bisogno di parlare anche alle gazione culturale: Mind in Pop. La filosofia

O più semplice sarebbe:


perché amo il McDo-
nald’s! Quella più difficile
da un imprenditore che fon-
da un’azienda. La filosofia
è utile per chi la ama, per-
loro emozioni, e i prodotti
della cultura POP (film, se-
della cultura Pop.

da comprendere, prima di ché per tutta una serie di


tutto per me, è: perché mi fattori contingenti e casuali,
piace la filosofia. Molto
banalmente. Quando pen-
siamo alla filosofia forse
si ritrova a parlare un certo
linguaggio specifico per
creare la sua identità. Ed è
“La pacchia è strafinita”
pensiamo al vecchio pro-
fessore del liceo che ci
asfissiava con il noumeno
di Kant e ci tediava con il
un caso che questo linguag-
gio sia per me la filosofia,
per Elton John la musica e
per Einstein la fisica. Ciò
a Trinitapoli in ottobre
famigerato spirito di Hegel, che facciamo, lo facciamo RITA CECI La strapacchia è finita!”. punto “La pacchia è
fatto sta che l’immagine prima di tutto per noi stessi, Mossi dall’indignazione strafinita”, che ora gli au-
che ci suscita è quella di per essere individui diversi e dal bisogno di reagire, tori, complessivamente
“polverosità”. Infatti il da ogni altro. Quando Spi- el mese di giugno, un gruppo di poeti facenti 35, stanno portando in va-
punto su cui insistono i
detrattori della filosofia è
la sua inutilità pratica, il suo
noza o Hegel elaboravano
il loro pensiero non lo face-
vano inutilmente, nel senso
N mentre si consuma-
vano le terribili an-
gherie sui migranti che
capo a Versante Ripido,
fanzine online per la dif-
fusione della poesia, han-
rie parti d’Italia (in otto-
bre anche a Trinitapoli)
per una lettura ed una ri-
scollamento dalla realtà: si che in quel momento stava- morivano in mare senza no risposto all’invito del flessione collettiva su
accusa il filosofo di vivere no rispondendo a una ne- poter trovare porti dispo- poeta Paolo Polvani, con quanto sta accadendo nel
in un mondo tutto suo. Ma cessità irriducibile che la nibili all’accoglienza, il versi appassionati, ironi- nostro Paese. L’intento e
questa è un’immagine ab- loro vita gli aveva imposto: Ministro dell’Interno ci, altrettanto provocatori, la speranza sono di recu-
bastanza ingenua della fi- stavano rispondendo alle Matteo Salvini faceva co- dando luogo ad un espe- perare, attraverso la poe-
losofia. Essa è solo uno dei domande e cercando di ri- noscere il suo illuminato rimento di poesia colletti- sia, il senso di fratellanza
tanti linguaggi in cui solvere i problemi che la pensiero attraverso pa- va che ha prodotto un in- e solidarietà messo in cri-
l’uomo cerca di creare una vita mette di fronte a ognu- role paterne: “come papà teressante risultato. Da si dalla diffusione a reti
grande storia per sé stesso, no di noi, quei problemi darò sempre battaglia tali versi è nata una breve unificate della cultura
non diversamente da un con cui noi ci confrontiamo all’immigrazione: i nostri antologia di scritti poetici dell’odio.
cantante che usa la sua voce tutti i giorni. Io considero porti resteranno chiusi! e in prosa, dal titolo ap-