Sei sulla pagina 1di 126
l Cera Bond caaeo | Gaetano Rametta FILOSOFIA COME «SISTEMA DELLA SCIENZA> Introduzione alla lettura della Prefaione alla Fenomenologia dello spiito di Hegel ae Pia Linn ope Ka, Bete, Slings ‘Kant 1785 Plone Ro Map ie Sephee te tehen Aten dr Wie ‘vb Bert i pe 38-8 tp Jobe wage own meni 4a A, Soca Ba 1S (8. "a 178 ngs i rai Kn cine BT Tarp et EE ag pm ea eo Tie 14 lr dn pir sere Cia pry Send 8 Tie ic Ter, on ei ede ins (os lin Ge Bat Soar id 70/0 = Cun yoann, ami GAL 2 ce pp Mish dk Tighe, Findon Sette Ss mma aren ‘he « So i on po on snp Ag GAT a ri cy Sop tae a Tso Siig SDS own in Sn sas gen Fe Sting fe Came Sin ie A pk Lae Shao Tod Somer Se aa Bl 180° Cam, Seeing 180 = ina Spins Psp sw Bk Wipp. 1s 2k ise De For, pone Sa mio “hana oc nod emer Ba 1007 (=) “4 Ccapitato 1 LINIZIO DELLA sPREFAZIONE> ita sPrefarione & una prefasions? ini della Psa lla Fen. ha come suo tatto cteminantequelo di carateszzare I coeetio steso \Teprefaiones in sent aporeseo. sero, Hegel nega {i fonabi che al'nterno ei una prefaione pou ‘Eore fora sdeguata esposirione della vert, sia nel tein a unvanitpasione stein di hee "lima; ma propo. negando tle possi, affer ‘ot ce laprefrione a uno svt floofico ow solani ijn), be adalnitrapeontraias (ine sans eta coay (ep. 1 PAL, F 1), op fla (Gelisone fais fore pio celeb nella son dell, ‘waa moderna. Sirus ordi comprendere come, dichirando la ontradittoriets duns prefsione, sia posse pro hore una prefcone; an adduura far leas quella ontaldione per date ino alls Pao S pote ‘eins mputare a Hegel sto di non prendere trop” povsul rio obicront che eh presenta ne confront lates di severe una pretuione, visto che proprio Tis sta aceingendo a prodame un ‘Tle obierone, che verrebbe a clpre la coerenza login dela Vere quat ancora prima che esa comin, ppourebbe fara nalere com ants ld fre, a quanto Hegel sesso preclude I facie acsppaton, che cons screbbe ne sostenere lopportania empiric, la con ‘saesuine ormai raat fa precedere prop seri ‘Se una cpreariones, col compito dtr let afuniverto, per es! ancora seonoscat, dell nora ‘pera. Ina, proprio nel plans quese neceath ‘contgent idea dla sprearonestomerebe a ler ‘mas anche per Hegel nonowante econ le serons (he domebbero conde questi afar. ‘videntemente, unica via dsc per salnaguarde re a coerenza della Vorade st nell approfondire i Senso della nostra domaida, eo cos igi, (Ba sgniieacominesare tna Von, snes rapporto al ero & np She chlo # dion poke no initia cio che os tava aecingendo a compere, poiché appunto Tinpress nisia negando se ses eH rope ftubiiia: Dial parte ee Hegel werivese una bretnione slo per venire a pal con quelle che ogg ‘hiameremmo esgenze sedi, allora saree i fnerente rsperto quel vero, per fendere it que leva coneadeto Fea di prefvione, Per sare Consitensalogica dei posrione hegcliana, sri ders dt peer leraione un'le ipofe pre $n C9 mace pr consequence Vora icine sloeun'n itoopees ae a er omde Step at gee eesneeg! are Raion), web proprio enere spl che ne sagan I ‘Exton loge indeandone a exspo ewe i igi. io el porat prof “Hint dla eer non née nf scontato; nom 2 deto nemmeno che deb necemalamente tratare {un eto nico, ol forevoles oslo efiorevo tec al eto begelano, Lisl cate che enon ‘ou aver uog se non al termine della nor ltr, Zppare dungue opportanocomincasa proprio esa ‘aro pil da Welna in che com Hegel coga Finda {ex dla forma-Vords in tlaione nope lo ‘ea ~ us opera in cll vero seo doebhe pert renespont 1.2. Ch co's wan prefesions? Hegel rene che una prefsione ne! senso ornaio determine (wecondo ia cnsuemdine, ep 1:38) Agta a forieina splegavione oun carmen srt, eos ene 0 0 3» presentare 3. ugeisequensce, eee (aoe ieee oeeraccnneepediioere Sees Soe event gateueemnneetead aoe wae Sonatas a ” ser cod agomentsto conto dd che sicondo i ce ‘ctdinersintend per Varede Hegel proce a dete tune postiamente a sa posse epee al conces, 1G dels lego, « con® ses (plictsmente) & ‘Sissel etre pes aso sprefazinessiaenon S, ‘a purttempo,unssemplice pretsionee (pr Slt: PH Ts Pts), Ta cries hegeiana alla pretesa che Il significa dt sano stn Rovio equaiga alfenuncatone di cid he eno 8 proparreive come su0 acopoy,€ vlia 3 Ship lnconcesione secondo la quae Inert sure ‘Seanel splice sett peniene Taper” ‘Ghverebe asgaiieare cel proces deli imo- sais Homies ero fondo see isp ‘Saleancnute dela vest, Ques ultima ta, Pitvechbe gl adegestamente pes nel ria, Sate de exponsione road cont ‘ao tees cok nu ges farce, ‘ee cod nishvaloo che un semplee acorn vol nconvesiate, de ratebbe pole so ‘Roars una ola Balmeate pont alle conelison Salis a conceltone dels pefone secondo 1a conmetatines now & cos innorea come pore 2ane a rina vt ae nt deo ato presse Toner aaalzo pia ater conceione dela FS ero andcne i sh forma pln «no Tots (nga deme sacientemente pata en SEeolo Eigulfil vero # mero rsa) ‘Sil in ae L ques condone prempposs, slo semen tactenente lavas qs toi ‘Reneride nue & pone pretended esporre, ‘tumprefaione, salad del propria rceren ate ib eke solo atrnern ques ulema @ stato conseguto ' } I | det cmon proce conte, dhe a consent dt Fegngen Per ede effcace awa sgomentasone Hegel ser un paragon deinato spear il eonoiia Geta del ono eso. Puch nonin eee fos 2rGte amcor pce acl alge wens Teantenta € ie delate pr ad ear cunta o esl sn opener Tindagne. ‘prelate Teepe ln Seaver fe coutnnlanelsemplce ils, nae def operat ‘Shtrcheremmo to ean pla nl, quanto pit {pate nt ogee sur pu pao le ‘Sola e1 pnagg Verizon de ge dela {face clo wed dl cor dal mondos ae Siinte ape i Ho aug capil, in eo tages bal hres condo come so es (Cale Tis shee ques opraione non arebe in fondo) spre no sper? In fle we dare ver) {et emplectente cd chescare pelo Fee! | Sipe arb davon protbente «| eee ‘ima semplie comodamente legge prelates: / ‘Ties dela quale no posemmo comprendere i Tiulato dello scien, senza aver suo mimamente ‘hognodileggerecmesitare que'lmo (prepramen- | tersene emu aver arto biogno di amin). Stree precipitow, da parte nora, pretendere dt peptone ee ed ced (flssia€euenalmente nel elemento dl rivers {isp Tn eile, abiamo qu un eempio di quanto poco "ehuneisione dun niu portiacomprendere sen » iquest lino, se so vene separa dl fra che ha natal ne consesiment. Che nel lon ele) ‘mento delluniermifa Fei alla ni masima| {creer che ous isc orzonte pl compen | {$BraPincerad del quale I wert e senso eo delle | us scnace ness Hegel dein conte Fin contents acnget ase tna pcm Ga bench ses uo sau parce apes 2 Screw cbivalmente ne, dees a sean con ‘point del ate do ner par pace pechcoen Ma omerchdo pi sentiment, non poe ss aun septa Meee fee Sse. ee cep pe ae ‘Saprendcte ao che ema a cums ence Cee Hepple quant tegen oes fal een al oy eign Soe io ict eeee e pr se puie commanten ot cic car dee Cok, omen ee Oe ‘Bllone ila a =pcione. | » Ccapitato 2 SAPERE E NONSAPERE est ions Ht wynenet lS 21 sapere ed parieslare gsi modo, poi aia © genernete Ino cle bun dey ee spread ae ga stone pursed tisendnena che eat Scteidre Prendano empl lf emote forte es ‘Aeshna onan denna andl conga min tae wc dene pra ¢ loa) «oda deren a cm peti 3 Sano aatplams Saat coe i essa una branca specializzata all'interno della ‘edi ep a gee Sel wpe went ‘is th 8 nolntte Ere un opera A seaaie W esas oe esta pee so ‘pede dpa, pen we eee Ede generat Alcott in quadina at Sater pee ners inc cet ‘cal quam nl one occyreacacd Farr Slo ppnden eget ec fe dl une ducing: slo ipipadconerdon det suo Sencha connl dele econ pode ‘inane, nt elas cnecre cere gues Sic Gb quan apant eno noses rae ‘Sone sl, hog als doe dl ance a campo del npere com la cretion di gure come quel Idelleyerto, dello pedals, del professre, dello siesta ‘Orn, fore proprio perehé tl selenzerivestomo in medintamente na ales Bata overo cco. tno acutslaente ambit indagine e procedure ‘Beeealconcacine in ete come valde (un process di ‘pcrnizasone progresa, che proprio nella Germ in del period di Feel andavasisteratcament fer tmandon}y non sree di conosrerle, di sapere wre ano, aemmeno quando rene posted {insides generals, tne ain ot una rapprenen oe deg sopt & de ial lm, cut ene crt ogo Neteaso della ai] polemics deat biti speci ogee alle contoreic Sct dag ip ce a lov aver inrapreo in ‘Glrmania tctentmente » Kant Ma a possone che owcne rive una portaia generale. Int, se ‘Branamo che dle sna prdeobtsia cononesian, ‘Bis popes sl padronegpandle nel lo ec Fda, appnto peel ene one fran, ees ori Solan in pparcas che nec lori gusta Brige auelleemens delPaniveralie) sree gt ‘henndnenie pote dal snomento acl ne pe Ei a sappresemone geneaes dello sopo cet Stag “knche non mppsmo stamente seco ‘eget intenda con tniomoli pl dice che qed {ten -eccinde inset pores 0). Ma boiim0 2 | { | | | | t = | 2ppena vino come i eparcolare sn opto indy ‘eds pare a quele discipline che, cube 'aatomi, ‘ngone dete sparcolars propo pera delisiazione {allo amblto¢ dle loo toda diicereaAmesewo' (he a filoufa 5 atu nell elemento del universe, € (he gues ultimo contengain sil pardcoare, la lows | (doh necemaramente contenere im x la rene an | les quelle wena, chee foricono la conoxcenza | (el partclare tw quent partcolare Thats, ques io non 8 presenta come tle se ‘nom poiche viene isttuito ad oggeto di studio da una fpeiicadscipina, da uno speio sapere. La nodne ‘fees del pariolarecontiene in sé na scompossione (una difrensisione di cid che a unrntuone pur ‘mente lmmediata (se ea fosse dere posi) appa firebbe come un tut'unoindiferensita,o prlomeno In india uaid con sé Di conseguenss, per contenere In s€ i parucolare, Tunivermle deve contenere in la {esione sulle scene, che didono scparsno, org Ma eeuiiente quate, per afermare che Ponies ia dela Siosoia contene also inter particle? 222. Teapere conde al nonsupere? Abbiamo vio che i particolarenon& che iti 4 pte opera sl ee das Non ne ptclare nod in quanto get conten Geopor di uivinenrlone consti: Hon ester: ei pin te lies ee Irlecn + Ueeobanh, Nella Vora Hegel emer. questa att pro duuiee di eperation ieesnan gundo vers 4 ‘tere deauo (Pont) Mamon mo ancora fh staan a a pote lore a ut, Ceca inant ape melo come Tus ‘ale gunn cameo dt aeaastone el. 5, fa contenere a opr € @ dott a una dione e tone del rai all be dT pee ea a ere dna Api slew a le rhe it Se, aame va eee violas che al lappa gik pina af secre ques rd in parscoure ella Difoeascht de 180, ed | in Cite nd Wien dls suerte), sono dite ‘proprio conto {testa vol a limitare dl sapere ad rs parila, of negate post ero | Foon end come ddineese elrnbeeadSoe | ‘eo dic ce, rigonducendole 2 uni, pouebbe dare |“ uel sapere vn seno complenbo.eemaico. | “Sues alma ieee posisone che Hegelinuende ve, dungue mowrare che [Geteane quate nonmpae dora comune ‘Seip aps come bce nope ano re. Ma chi compie tale distinzione, dowrebbe essere Ah vols alle | distin, owero sapere sla cb che & Py te ; i | | | sapere, sia eb che sare Stains cog Heompreso nel sapere Sula ase le wpomestaione, Hegel rdene dt our cnfre quel of he ricnomosTapere Uifis come pee parcolare).conteto nom tro 1 pi comprensivo fapere-(ee allora porebhe dr SERBS Geass notpeehe dowreboe presenare tulle le conoscenze empiriche epartcoar di que prt mo sapere: a perch elevandone [ sult tule Fineiasehe, potrebbe presenta UI sorgere di quest ‘sda dal atluto, iil Jove rtornare in eso), _non-apere. Quest ulimo os, Se atin dae res oe para aera elnte ‘Sraaenefuor condo wot n quo pare, {oa corignari anche perhe mpere i exo suo ‘Ens ccerebe altered safer, sendendon ‘Shin dels fondancnate ncooscaa delfewere © deer ‘Mie dal cso dl ampere non & comungue com ub ce come boguaininder anand: se € da chi gol colo erg sa. scopert> © interpret? 28. Fchte @ilcireolo del sapere ( Rives) Tellaea doin cell pers per de propria _mentr ls dover dal orsere a sneasorenat ce an eons flwoespd et igre ses dl quel sciatica ae aa eoeo oo concn Tene i nt dente ne del mgr be Ho ines allo ewo ato seat ‘liste des Hee eqonalente al etrifesine ‘De leper compe ned tin guano pre, alpen ‘Gove dec conden! & pot dle ure “emienul ce wimonetn corona come spe se Nave low sigs dotina del mere, poiché sen gut nn ‘Babe dberna el pers quan orn dl gale oe CGupiiche relat! he sooo le sa fares Bee aids poscdone cratered sdcnshea {fam in ene cel gol concetto origina del ‘Sour chef peneneliomeno i pone te Pinal ens che Alenia come dina del spore tive ance dvi del sauté dele eta, fib cheende lessens poprment ta oner fore ‘Patasione dels eoncuena Ta flwfa sa propetamente,allor, come oot Seam onerous ce dona dc ce delle sen Inala {nso spp genio sngplre atlas dea nea, ‘hon: doin dese ede dre alerts 6 1 mera epsemologao metodo dtr. “pate da ih alsa dell tde- sco elcome soqunea ta sempreriane (Giper alee Wine des ota 0, ce Fo Jeno pera allcar gio lima nel Yomacdel "Ftv, lhe sve vincoao i reaiine del oven sentiment de pont drm dels cor ‘Bm fit Eh vers Ganga ceenta coogi ‘Srrudone dua ont propamente cents con ‘fmscendil dell lt no e ao. ‘Abia vito nt ce I apee sro nom era he nomen ol Tastes coras come {he ponendod suionomatnent da Xin guano co. ‘Boum che mda come conic lo, nt sen, ‘Shere che costco bs di elas cas pone ‘runt le (orero fe quanto sutocinceor)& eto {a Tduc auoin ded eosin nom pendent, frorenicte fonda mio ce non oa Forgiaa [Ev aoponone, nc om dé nell ato in {iis pone E opi prché ovo save spear Semente che momento ine anon pad non Spel come Biro; poche non fowe ber, on erst tu che hte neg jn mule ce Hebtecomegue da guena sprees? torneo propelanente come Fee Sern npopeo, al pepe da wextice ‘Dal Sue me spre ction appa gi some eel iopondr ak demanded sens tino parte ‘ki pinape sopemo delVesi eda eae con {aastocosenr (1 To; ain ogo dip anil el snc, a eran dt wegen ‘oslo llinconllaba del’ opposione dio. © 2 nomig. identi con sé densi a roverebbe dyn-~ “or contraddeu dal atuazione cnctet del sea, ‘he shoces in una opposiva nom ident ‘ale train sven fehlano appar fname umierispetio al nso principio, a eters Soa allo Sess Fete per realizzare n'esposiione propriamen- te adentjfea dalla SlosofiaTnvece i attare 1 elo Meiers ua iii (lo =o) e rate dll esposior fe, exo seis nell loro contrddieria non identth (opposidoneaintemo dello amolato, do dive nome divs). ‘Maal poi dotrins des conrad atraneoa En eres, non ¢ propramente neppure un tema enon @ un Stem, a esa viene a mancare propio ft forma dlls sent alla quale cht ole condure iT flonfie-La coclisone dell cea hegeanasuona dung, ella dare, come diagnos dl licat ‘ill proget chino di dotrinadeliaacenra@andato 24. apereePinfinito ‘Tormamo al pont da cu eravamo pari proble- ‘madi come lumomaly in quanto elemento dla flor sofia, posacontenere ins partsae Abbiamo det ‘he Tegel iene pousle endure a soludone ule problems solos i parScolare ene a cere compre oda un sop pid levato rispetio a quell ee al part ” fo ee sae dere eens ree Ba mer Go cos Fa _Schesoson voles comprendee sper nel suo seco aiare «Henin queue sc 39 ‘B2diia Qo tects oo) non diene i permis sell aa Gtisimapada che sso. tun del prin prncpo dead da pelcpl ree = Minoo cinks da pence dane, 5 ponepc Ge dtc, ere docu (Sel. "Salone anoles cae repre dea eg gee ela sutopsiione dio eapere dan ick dapere sae geo (Beto aio che Tppae eb coniciea Be (Gecessaamente opposa al now) fa dst nella sua alfdeale ds, rappresencit- punta da Toda! primo prindpla La cosclenza lta ore ia eta 7 ‘ena anche no Sones a Na questo signa che i che solamente esiste 2.9 ‘a aon gue Ri io vee Stan elu ejartez loll, poche gue ing Saas tenplicmnente Aliment to verrebbe zamsente acon to, e danque autiuioo dell’essere. Ma per pensare tale Zaiile Gioge andar tale bse em Sia oom ean dele, Mponaione the gun orale aden een © appre contador ee dace. Feat de tanga ea ge al eo atoms, says per Tietone dl nonsipere nl sapere! endo EoReS tac Func pee peep Sle sacl cuca lnia lle mint oe ‘Stotiapere aloe sae picpo Mave perce eh capevaltine gerne tac. ae ec cpamena topes nn (inn pp pra oa ps Tee nee ta elexient nel old) anginal Non pane nw EE pprtoadie quan panes Gia | ‘eit ce pe gl nn Sl res con Siicsa pion tseeapin goo commun, Bharat unten d dicate, Capes olmpamant in eonepere oak pet Timpeetidl perl pee lca ala cr rt, gcla dena che eo. ‘Sets cal sperma pet mppetnon ae Tiana dlpere tend shana a fal Sines come ngs dl sapere, nese) ‘Ors, pice a dotiina della sieora sl @ moat contador: pokché dungue lo sesso tents, di Tinitare i sapereal paricolare el fio, ed olrepae ‘aoin dissin dun ofinio colto non pi da sper, seo a un nomespere 2 relat impo: ea ‘jes Hegel sa un vy uaa dk comprendre ‘Meco a pared ce eno aio ip Baap, Dn! un pl ampio ed Seas ern toni igor dl fas Ginn tendendo content del sapere anche que ino, Co comtadiingue progeshepesne ‘az I formscenin dels fst Tape {oro che Fe ses tenant compere, sta ae ‘ip con na courins dels oor ‘sce ques poison an nee ema sit pret el ep 8 ls Vode, ani Hoge Tenet vera gue nl I ele pod ere ‘shun ecient dense (PH. E oreo ‘etbe po dui) on hein Pee ae nO Pe ‘tae pet ol eon ad aan ‘Diop aceon, b pessone began: Colabo- wc cela anda dsc ola adele Tinncnsd pocrdeporreliuo nome dome del spy, Seca ie spent hee sono propane: (0): pole he non no compen in eat Joo rt fl so dels woes da Hohe ag del pes aniane Sale eal Hagel sem laren dchaitoen Geena Darmmsiauonca Tick que ulima or doat alla pretend ler coors in lows a saa © ee, manenen fa cintnio in oppoiionerecroc, ~excadendo tapers dln prints tdi, fled pet ela veer a 1 ve tm ie ein, iene tegument dca rope 0 2 isa Sane) cafe ae igor dumps Peck repaints cesT pena dairy it elatatedevenre finite spc, nl weve um Stoo ones Sood iin Geta a ne BE Soene tna pod see depo {acl fase pret sls dared sce ‘Sn creo itn oppose na, a 5 iin che sins onepto per ppone al Pim ecomtonolr s ael feassar ee onesie or eae aS Sista poh dene, delete ln dela ies tonno reactant elena ‘Sst data cn propo cod ea pores feo al in sk oppo tpt tgue he openers, ones mon flan pn $e CJsnlnng pore factor el per rtm dtraggoo, pict rendeno race Tis, dos po noah fant tlie lms te Sete fae “oper dal pie dquo ee inayat ck Skroowe i conseppotsone ny deta See pa Hop que doe msi en capitolo 3 LUNIVERSALE E PARTICOLARE {4.1 problema delfuniverse nella log formale “Tornlamo cos alinso, quando a wanava di com prendre che fento potest rvessre la formulanone condo calmer € element neil aso [cesetuientessimvore, Riera come tale ‘gesinat Hegel diese de esa tacciude in si are ‘Che com signi, allora, sunivealte? Che cosa sige che es erachinde na paroles? Forse, ora abbiamo qualche celementor in pid per ‘pire quests parole. La quesdone del rapporo ta par ftblare euniverleepsie inf colinguago della Jogi il medesimo problema che abiamo oF oa visto ‘sper come poliwe dt rp ra oul fina Veeiamo perch Thnanstutt,dobbismn incerrogareilenso eit modo quel racchisere: com’ che Tunversesracchivde ln afeilpcicolare? Solo i chiasimenta dale domane ‘incomicnte di detrminare i senso deluntesle qul Inquesione, ed'nendere dunquelealzedue formulate tn precedenra ‘A guard, sappiamo gid x non alto come Ia ripont non and format © ot, che el caso del ‘porta univenaleeparicolre non pou walle s emmplicemente di una loro. cntappestone. 1 testo guia ele inf che secondo ¢racchitso nel telnn che dunque univenle in quessonc non escude purcolce das, ben fo conten a oriamo allo che Peniverales ca para Hegel rach no parolre secondo i apport “ponte pees comets nla login fore Thee fdr canals) arvereedeito {un cto mado (ado como ene marae oad Thoumentoueae),petenete wale ‘Pe pr socio eu (es, aomo> come ‘SSimale dott dl inguagsi, ragone, eicro>) ‘Rater enerebbe nels deinione dl parca, Ina la defnsione saree indipendente pet 4 [Gusts al qua ulm oer putcolre aon ace 6 Dagallose peice spadae sono animal, mi eames (ines come gener) nom ® n/m, népappagalo, pase spade. Per, eicdendo da sil parcolae, nos sltanto Vniversle cess dieser, poiché nom sraechinder pit mula sotto is. Eso produce anche Favtonomia Sel pacolare, nel senso che quesukimo a ler ‘come indlferente a conro al unverale da i to, ‘gl alot partcolari lf sto «Ah Cano interns ino verso Faltor Gib) ‘Cou, Tuniveral che doves contenere i partclare sotto i mowta aaa vl di difnde dal paricolare, i non potersalfermare come unierane,G viene ‘espreso da Hegel, quando dell universe generiea dice fe eo stot € per se seo (ib). ‘Vicevers,piché ad femur non &Funiverae in quanto tale, bens Je spec parca, Hegel pd dice hesono sper sts que une, invece del genre ee le Sdowebbe condure ad unis Mia mineolando! dl p> orto col genere ese sscolgono da che ne donee Fealizare Tune che per pele in upport reer ‘roca. Col exe Briscono con lo wicolrs aehe dll feltone «dal legume di asc con lel, Wrapporto tail generee le sue speci, omero ls forma pit alta con cul a la tenato 8 concepte reliione ra univer ei parscolaranterno dell, Toga formale, core pee sempre isc di vcade- ela un rapporto omer msinine del parole dell universle, «cers. ‘termine cmesunzione» Hegel lo riprende da Kon, to impiega a designare la relarione t mdinasione ‘he ratntenalee parties sata allel di ado ‘mero di connessione ta un soggeto & un predieato 6 potin elanone atravero Jo et della copa es, PBL 1M, p80) “Tle dominatza pad awenie in ambedue le dire sion, eseritar da parce del predict (at delle ‘ele astatt) aul oggcto (at del parbcclare e, pet bopposiione, del conceto), o vicewera. A ces & ‘camunque sconnessa opposes (Ib pl; EM. 78), ‘ cacuta exprime nell ilar dela deter fione che Finstaura ti poi dela rearone: Gasca fei du cerca di mantenere ¢ di alfermare se tex ‘mediante souomissone (Rengeng) af dtl'alros (Gos p- 8%: 1M, p60) predcat sige di uanemere ‘otitis ilsoggeto I soggeta di eweumere ota se {predict 82. Ole sumone 2B powtbile superae Vindfferensa séciproca del purcolsre © dellunivenale? £ posile togiere la Sossuncione?O in all termini aor: come sabe Deasibile un'univeralit che foe spe ss? asa dowebbe,sananstto, nom ester daa Ye terenze dei partion, ma toncenee le diferente ‘peclchefropriea asco dex nea ua ses det nixon. Dato lat, peiché universe non seebbe pit estermo e separato nei confront del parcolare, (qo limo uscrebbe dalfiniferenea sane conont detruniersle ia nelconond degli alt parca, Vniverlesarebbe posto come psi in s¢ mote Dl, he i divde in parse allo sesso mode nuovo togie questo dividers (ib, I11sTML p. 108); le species da parte loo, verrebbers poste sia rpporte ” reciprocaemplicemente sole come moment dunk intro del genres (). I tal modo Puniversle escrebbe di esere astro i pariolare indiferent: Sieve cnerebero. compara come la ot Tino net confront dlaliro, toglerebbe I rapport iviolena e sibordinasione, con ei caseuno del due hel gindie petende di sotiomouare e di sumere Faluo sotto dae Ma alors tase forma da gin ‘anche nel ut fra gh daft, woe in ute mod morta ‘Tawerione della Vardescondo Ta quale Punk sete dell lou rset in prior, Dresuppone danque a eyfasone daletien delntera {ogica debe lie cossinge, enti ens0 igor, Mviostrrione couples dels cienza della loge Ma non ert fore proprio quero sauointendimento crginario’ Non vole ea dihiarare i propostor fegliano el coraie la flonfia cme satema della sons? La sewn Fon dove figurazeaolo conte Ia [pm pod alesis, che wrebie dorato aol rum seonda porte cotta appunto dal rpoiione tua anos clenaa dela loc, Que ulin opera ‘eed la uc, in tre eppe sucesso aleuni ann {lope quando rtcolstone dl sistema nele sue diver fe component ayers secondo una forma modal Flopeti a quella pensata nel 1807 Per quanco evant, Sater pero di modiieazion! ta da invesie slo [igure partzion interac del stems, non pd ora a foncezine ilotica d foudo, che prope la Vorede prime, ‘Cost non deve sorprendeze che sin dalnxo que- Culmalmplici un sacle ipensamento de rappor ry ia univenalee paricolare. Tale rpensamentoawie- fein ndmelutle unit con la iformularione del ro ema dei rapport Gta ean, con a asfrtna- lone seme dilateod quest due concethe asa one seul dela contain che a erst, fn Kant ein Fiehts, inet capitate 4 ANATOMIA IE CONVERSAZIONE Certo, ancora non sappamo che coma id csaamente sigue, come ule props vec aleve atasine ‘oncreta Ma almeno,siplamo ln che deaione Hegel fist muovendo, Pouinmo, sopmttto, rprendere ‘icoro ml natomin lege! moa don amare roppo quests senza. Andi da come ne parla emerge senza dbo che per i ‘anatomla on @ una sen: cln un ale aggregato c ceonosceme, che non a buon duo por it nome dt ‘ena, unt convernsione malo eopoe fener st rnon & a soto divers all manirs storia ¢ senza ‘oncet, incu pala anche del content ses0, ch ‘quest ner nscalece» (cpm. 1; P19, 2), ‘Daun it, rat dl ft che anatomia nm age Ateoeuein quant ns pic lo mmembrain par che ‘considers eparscment ina dallas, aramdadala ‘connesonereaprocaento cu tevano nel ngs, "asa pero deve attendere che questo sa moi deve est ‘est ucelderl in via di pinepio (quando ed non ‘engaanched fo, per consented wspeinents) In wppresione del tepe animaio © othe soa commented membrane ed enaizara dininguendo Isolando te sue sngote spars (ener, seat ec), issn Gia 8 quanto Hogel medesino explicit nella a etninione dellnatomia: la conoscnza dele part ‘st eorpe secondo loro esee non wsente> ibs FT), ‘eonaente di splegare perché eg impleght I warming ‘ors enon Invece quello di menineorganiehe- Que- ‘tcl, ita arebbero le pars, ms nom pid inte Come tl ower separate cpl das determinasio- te sambievte con Teale; sarebbero piutoxo part tis doe comprese nella lore fuazione patclare Chto la tated organic, nla oro reiproc elaine Cgnemione dinamien, Brea ina majo dltngaien elec wor mes oc im queta tie hegetiana dell'nato- tna, che nella Voredevedremo rpetwamenteentare in campo quando st water di cicare un modelo fonosctvo che non perviene ad ogenizacionein un sf ‘iain ele cononcenze vengono dungue accidental. fuente accumulate Tuna sullalra e aczanto alls ‘Tali diucpline saranno alors mors nel dupe reno per al maneano di connessione organiaalleointemo,¢ ‘sembrano lator dell ggeto cul logon. ‘a qu sto gi areal ale Ino delle notre ‘consideraion, «cot alla eran concettale dale eatin. ‘Non atta semplicemente di constaare fat che tae metafrica# ea stesaconcetiainente condone ta 2 esa stem telcolo dl una prospetiva cores eal vero che in ext contre tata un concer ‘one delavixe del onganisno, chen queghanisiert ‘dats afermando sul sear dele eto proms: fe dalla katana Cites dl gan, e che ea Sata alla ‘be dl tent di conti ina filowta della nature ‘em conforme, Contovesa tt ogg la questone a quant le nosint di tee dl corganimor aban ‘ondiionato ts frnmione del concen hegelano di “Sinema ae cio ademe tua funsionedetermiante In rapporte a que'shimo, ose non a piutiow ls no one disses, che Hegel and formulando sla ‘core dele rilesson teplogichee stericoppobtcke gio. ‘anil ad ener pois cle proietata alla conceioe Gal natura e del ent. Ad ogni odo, i texto della Varmeci reseata formal wena compenctrsione de doc arpel per, per nls watt jananatuto dl esami fre quale funlone eat esercld nell economia det Targomentione gels. ‘Abbiamo appena ito come Vanatomia da selenra mrt nel reno dupe inseparable che esa mana ‘wganioneitera ed @ pari tempo scenes da ‘Ma Hegel sossene anche che, nonostanteFanato- sis port ll nome di scenva, non To porta per acenr,siensa > vente}, Hegel pot com tee che, pokhé gl agregat ccdono i vient, ¢ Siecrers solo del vente & poll everor sapere, [justuldie doe dimeere condone dares, fe fnalmente nmumereorprizasone cfr aque Be egl ht nome di tone Coa un ot inten eso rigor, etna dla ima diventa on pleonasor inf eH Sema & feazzato In senso proprio, eso non pid non essere ‘etic; ei aienza& atta a senso propo, on on iestize fa sea Pp come quetulina conse i vente, aetant cesar an lg oer dole he me Sper me "Ma poicé la wali del pee fe muna om i 80 vere Ssematco, astema> iene a indie, s000 rofl del sapere, quel medio che gonna {eerentalcoro aninata Ta modo, Hegel pub ‘lesgnare i tema dla cen come Yunis pon Jesttusone dl sper in forma ogo, a compa ‘recipi dels flow onan (0 ne [ion termine che eg non imple pr nde a Joma afi di ordinament, ower ina conrasione ‘Sheil mpere imporedie mud un ene ndierente ‘ees; bens ll posto per epimere a forma in ci Content steo danicamente peg) ‘Loppodslone stema ~ agreguo merge come pli ua ola rgginta La quale Vacate el ‘Exo mca it propio ie omero eichaone deg ag reg dl'univero della senza, e Pnsturazione in ‘redaresoquenzadelieequasionismpere=snra seo ‘a= sea; sstema = vert vert ita; via = sapere: tate compresenelTunico termined flan 42, losis ¢convernrione ‘Lazatomia pod cos condurre, wasnt a tema dt ‘lente, abbastanzaLontane da ses. ‘a volo in appacenan Tut pit che Hegel dice, sul mi cota, ancora qualeoa ot che una disci. resul ov scopo sed alr general sil non sarebbe pol mato diver dalla maniera im eu casa procede bello ato del so ogget. Ih veri li nom inpioga Ia parole eincusiones, ma un tenine che ica poco dopo inn conte {lee che leeralmente oraponde al nso scone ‘Seles (meriton cpr Srrap- PH 1, F204). ‘hice in entrambi cas ata contest polemic, pote setbate che Hegel non amae troppo eo ‘eae, Ma sappszo, dalla sua biograi, che on era a. Forse, non ama conversze di Slow Ma leggen- o stenamente tall espovers, cl accorgamo che el hon intende dite neppur ques; ann, aferma che Pespossione det propst personal punt i visa sulla ‘lola wmantiene nella conversziane so posto ade- suato» (op. PHL, F). “Alera ub dar sempicemente chee non amas se vedere in filewfa sidotta a argomento di conver fione, 1 quello che no! gl Intenderemmo come ‘eno dintrattenimente Ei eft, in poche righ compare due volte il termine serie, riferito alla Fowl econtappost all conersaone. Tppere spiame che oon ti Gla hanno unlloe Sosshre comporame necetueste sc {Gn Gi Arsoteta, aceano ala frmom definisione dl. "ome pina ichiaata, ne forsale, che ared- be pomto condurre a coneguenze fore diverse spe quelle invece provoc april de infath che Ihdgmo & sole animale che rides (Pot en, 67°86 f Toma raggiunge In ma deninazione pid dogma losofando,domebbe rsilare che sflonfos& Tuomo ‘he no sltanto pd spite, a che esprime ques, ‘a mpiena el saper rider maj degh alr ‘inepoche pil rece, po saplamo dignicato che Natuche dave al aperidere_ Coro, in queue caso Jn prosper da ei guard aso rm tamente ‘cia Hspeso a quel aro, che sembra qua, shire un rapport tae due. Eppure esta ft che i ro compare fn una possione mtalizo che lnsigicante oa el pron, alPepoca a cI Blowin ‘ghinse pr con die a pre atari a nel: ‘endo, quando srteneva che aflossia aves aggunto ‘rsua mani ulin quela della morte ‘Veramente, i quest ulm cas la forma dua sarebhe eobiig, perché non mppiame ancora ses ‘rat deff epoca che nol ses og siamo vendo, si ‘momento del wale compimente del flosofre sa d+ ‘ero glunt, se nol per nom siamo, almeno ia pro ‘peut Sloss, dei smplicl sora, Tnvece,posiamo dive che Hegel il quale perro ton dspeezeav iris, non atribuiea a quest tino areolar re losoche, e separa la sid dal 30 Cerio, come ogni com ela netic, una west che non iene pt rida che in qa mos non Sese compress ins iso apposto, non sac sata Slctabie per Hegel. Any eg Tanebbe piston {inital weil petal della torte Teta 8 cuanto cen che se stema l lwoare non fetvene ma rider seston ‘anbra dug che disor argent ein lene ecto pons ier, ale ef. alze oceaons {ee ojcome sella dsleties, per per tie "Goro della senzan, fone indore cotenere Ghnsorts dipole eto, lege Srebbe oerene na ola di con a prope epora, Conuesepoats dalfadernarl del forma tops ‘Santer sole non sotto nelambi dela Jroduloncmateraleymenche, pis lobalnente ela onmuone de appor scl Si comunicasone et Tone pr lo seo motivo che dale parce dela oes ear o mtanento worcoconeet he Invest I terine Kovsertin i coneaione ale ‘formant inno sca storia del endow Tapurclaccomeriones vee a indleare, vero la fine dl Seuccent tn contend comune © apport espn uomin petal quel neste tahinerene oeiico, che donna sel wer ele {elason men oe ita pid complatmente ‘Sprinere font gato ded conporanene dele ‘Sloat Soma a domino dels produsone ¢ deo Sli a converte commana prep laia Scperaone dala mension poe dllo at, [rc conc igare enol po spoblizato [etelogo pctotonhse, Propo in eoneenzs ry ' questa duplice dsloczione, eta es ise eal des one i luge prego per espinere ed eserciare et deposone a entrate fn relavone con {prop ‘Tih ce lalingua tesa esprime nepal Gtlighat (Gecievolenas). Altraero la praca della eonvesaio- the non slit dents possblle caliae la propa ‘Peronalit con Tlinarae gusto ele maniere Pit. Fo, promiorenda lo wilppe delle quails sia a ‘owe dun code dk comportment che implica fpareipaione aun dacono comune e dcipinamento ‘gh ina, lsconverssone promiowe i pragma della cura in part tempo rsp al singoo ed alfintero ‘genera L'ambitod'nteone con propel simi che in Soe cada contac cos ad alararela sera che ‘pelfagire deh inci ( dll unasaith el suo com plow) viene = oecupare Febbedienea all Lge merle Frvero is eonformit deliacondotse dei comportamen ib stan delrenere umano come soggeto ibero © Fasonale, Ling! dal venir concept soo come ono sp: $odinuatenment,fnaizato ala risorwsione decor oe dello gpicto nel tempo rma Ubero dal ath {et eco (msone che pele wen atti), la cone sermtioneapparedngue ancora eaendle pet mente tere in motos proceso della czraone "Non priv dl sgsifest a conversarione appar, st oat occ, anche we consdersta otto profile ettion ‘Sot in apporto alla salaguaria delle sfacolit deg Sadi dalla loro Viduaione a singole ¢ uate ld, rchio che (come emblemacaneate dios to le Tat malledurarion ec daltons Seller) iva sete come incombente per esansone e Pat Tens che anda aunsmendo a divsone sore dele siti ede avr o Ma propo quando tal proces persengono al paste dala ao eondeslone ede; quando, con le pale es Yrs pit ha roto ol mond, dura Bn ‘ogy dele cuore rappresntars ed procinto di pep nel pas (Gy 11; PHT Flora anche Tings medic, ete parole che primaarerano ws ‘guia, era engono a perdelo oa cambio. Unssine rasormaztone di contensio semaatico © oot abies, alee, lnperola Knoerston er camprendere fa diesone del cambiamento che la {are enalo a Sete © Otocento, uno sodo deck sho # rppreetato ancora una volt dal penser di ant Nela sa Anopabia ragmatic (1798) uowiano fn acanto alimpio del termine nel senso sopra ‘pono, conemporanea rise della sua porta ‘oncetnee wemantica, La convereione viene Pre ‘Senta seandole determiaziot cordate (in part 19 14 Dates morale pmaa™ ei § 8, “De moe focal lop; Kant 1798, rp. pp. 151155 77288 AP, ap pp. 8687 « 16179). Tot ‘a pice ba watasione in senso pragmatic ole ‘emia cacato che esa vest per Tuono inte to come cane Hho (onero come soggeto cpace di tone mel, xa appre necesaramente reborn: taaliana monde che sla consented ine ste iter come condaione dela logge moral. adage € gut della conversanone stl i frokio pagmateon rengono dung = dipendere (fstacomapeolena che ta gion praca emerge tll esione erseotarcenentale ‘Ora se ia Kats esprime, da queso lato, una ae rin nel process della uraformazione storie ‘nected Komen, poss verve cont re come in Hegel pit 9 meno die anni dopo, tle (rasormazione appala pelomene implictamente come ‘Fmpiva infnt sconversione> appare nella Vora (Gehrapponta nea ozo alla seret (Ema) del con or bens anche alla sprfondiie ct uta pote eatingere (cpr 4c), Pernegason,sembra dungue (he alla convermone Hegel sbaien crater della foonseied ¢ dela nonprofondit, contrapponendola (Goa a quanto ep chiama sconces Tette cont che in frimenta aquest lao Hegel preci che ws profon nom &qualeos ches poss Megiunger senza tow (Anaongung cpm 55,PHAL F ‘Bye sea clayro> (At, pe 70, PH 48, F58), ob ‘ham constae che same gn al periodo in ci fa fie slmorosdeterminano a siparionefondamente Ie dele atv socal in serie e nonsere,prfonde © tnomprofonde, ncesare © mperine Il tera ritrato ‘le prize, quelo che marsianamente si dfniva come tempo di lyre scalmente neceatio,appare come i ‘trpo che non vene pes, oa produtramentevesio ¢fialirnto. Ad eno contappone tempo libero dal Jor, sbordinato ala iprodusione del forza e delle cherie da reivesire In eso Lavoro e tempo i avoro igmemano perid Popposione Ua sé e loo oppest, {Nbordinand step libero al consumo del bent pro- {ate alla iprodrtone delle condion,entro ext I soar ¢produre posto solgersed extenderssu seal sempre pio alata, Ter econveeones entra fr pte di questo tempo hero © non immedintamente rrumenale ome mero fango © intatenimento, come ativia nonneces ‘sla ta dungue anche non profanda e nonsria. Fs densa un modo come un alo per ‘om signin aft flere non ancora Soba. Fst ‘presenta porto sofanto inno delacatras (-p Foi), poiché in esa mapere non @ enana io ala fora iia rman vero non #8 ancora elerato calla Serie dea via pienas (cp. 4 it). Gi significa che tapers, qu non ncaa sae. tata resta da chieders perché Hegel abbia Jntrodoto tema dels eonveravione in wna feqaenz i argoment vold a mostare la conaesione ta sapere ‘cecienm, a dichirare lletore che scope del bea che Saceiage leggere& quello dar dimetter alla lowoia Sean tata a anowperi sapere, drealzarlacome stato sapere (crept. 5 leit). ‘Ora, abiamo visto che Hegel non critica a conver- sasionein quanto ale, main quanto prtenda data » sedere in cea una modal eposvone adegusta per Ii flowa. Ean non fo &¢ nom pud exerlo, propo pore dal punto dst dela forma, nom sitematicn Boner wena, non dinaua cid che ema dice, ma Jie disor opinion’ e punt dvisa che prune ome adeguat logget ‘Valeo canto, proprio perché la forma 2 oxsinta a affermazoni hin und hr spachnden, anche I conte ‘nut viene alltotat in manera eteraaesuperieale: alma egpeeere punt evita € onions scope ‘igafca che arebbe il lsofare; ma non si penetra {nc che laflosoa&concreamente divenuta, nom & fl moerge lla epleneerar delle we doterminaciont ‘Concetta, Allinadeguaters dells forma conieponde ‘Gongue la estan de contenu, e weer, Hegel cham quenta modalia a alrontre un argo. rento. Rasonieen, Ravornonet. Non & un caso che ‘questo termine rappresent la forma germanizzata di tna parola ances, e cela Francia sa pene dove la ‘conversrones &nata es @ slp, ‘Comungue, ora dovebbe exer chiro perehé Hegel Iimpieg Kinenationin de conten polemic Ei woale caticare le medaliepisemeogiche atraveso cul la ‘conversion l molge, clot wile respingere Pestensior te del modeilo comerazionale alla ratarione della ‘losofa, che pud awenie solanco in fara sentica La sconversaione raniocinanter (remiernde Kare sation, p48; PLL 80, F 39) appre Hegel radkamente Inadegusta proprio ispeo& questa sma. 463. Comvertasionee anstomin Ma qui discos port unatravlt ail snatomia i esa, Hegel dice che sarebbe in realt ben pid uaa dela Slosafia a dventare tema dl conversrion, ‘Sembraindubbiamenteun'lfermatione paadossae Ingo, perché va conto le rappreentaziol corent secondo esi proprio Ia flora sarbbe pis ata ad ‘sere agoment di conversrioe sul sol il genera, polché vm seas olsun nell erento dell ainerale Poi, perehé molto dificmente cara capitate dconver- sare anatomia piutoso che dl losofa (ance se forse onc capita spe d desterenemmeno di que ule tna). Probatiimente, dovendo seg, converse di ‘lonofaetebe reno pil aires che non pte: ‘ipare a una conversazione sa ne aso eee. Ad ‘ogni modo, abbiame appurato che wid che Hegel hain sente nom anol eis dela Kinaesatn come tle ‘a de modell dl spre in esa contenuto quando los ‘ola presente come adeguato ala conoscena dell ‘oases, sera che os Satta forse dun aro esempio dt usurpasione? 1No,@ sempre loses rigeara sempre Yanatomia. a effet, Fespevione del propsio punto di vin, Tescogtione dl moti per semteneio I contappe- Sone ad eso i alti punt vista sont da ali ‘otis, questo movimento sania trega de ragionare © elTopinare, non procede per accumulazione asst tate d tele di problemi? Non soriga unque a ‘um aggregnto?E che corr era santo? Ess, che 5 pride sclenra del corpo, ® costa ueldere quel tino the dichiara dialer conemere: © propa Pet ‘queso non To conoscr 2 Finch? il sapere dstugge oo cut woe sapere, eso disrogge steno come sapere, Ma questo & ev. {aie se, come in anatomia, eso perme eran ne nico, silolonei confront did che dvrebbe cost fel sv0 contenuto, La dstuzione dl vvente procede ‘dunque di par paso con Pestraneitt del conoteere al ‘onoscuto, con Tester del sapere +d che inex ‘dneebbe eer saputo, ‘Nella conversone, almeno, tle procedimente s ssa informa fnew, poich esa, locals sul ver ‘ante dellinatenimento edelo wago, nom pretend IUnome di sciens,e aunque non vec, Ma quand i “sonniaenpretende di avalleare la Koroesatin dn ‘dere ll tempo dell serietd del loro, owero di Tsurpare il nome del sapere, i inlatp & Vanatomia on Te nue conseguenze Saperame che la chiusuraia deal del sapere poner aleune condison, alle quai nom poteva sven ‘Anata, esa bon poteva stu se non traf mando ralicalmente Mmporazione kantanfichtana det rapporto inion Tnolte, nom potera attuarsineppure assumendo impostasione del rapporto univaualepartielae nel senso della logics formnale (dove i primo & Vespa, secondo i coment; dove i primo sung il secondo & sus) ‘Adesso, conosciamo un’ara condizione, posta la quale 'atsarione del sapere in scenra:in pot eal: ‘as Veer el sapere in rappoto al sap, della Jorma i rapport al ont, del sega ne edo ‘et eggta capitolo 5 1. VERO EL. ALSO. 54. Lopinione Goethe, dhe ama le pst, nom er convint de soo con ai a dato ened mode, 819 emo, it Hegel pons che gi animal cotaisero na for sna ia pit cloata rape ale plate Malle a ete pane che ieimento ba Veda quando ole Cfempliicucilapportotesdinert ester Mose Stoncete des veri. eran he mod opt wrens oye comitse nel presente a eaione ala pose ‘et ne cle pons tee pec Comtemporance tan deo weno geo (P-y ioe dt) Macome ce magin diconmet sige {Ciquema sere? eante Popposione dl er ¢ {fb gn per Pope, soestanto eae ola Sender nt coon dw sem flmoBeo presen tcroaccardoocontaddisonee (2 PHLIO,4 3). {Smclatamente dopo, eg! aging: Esa ined a “et dese na a ome ria slg tno cont one Timor di pense che Hegel chiama opiniones, per itinguers dal pease conceal «propria tescientico, apparevncolato al principio del ozs tu, Eno iene che u’asersione sino verso fase senso Al n’oppotisione sco all interno della quale non ‘poss produrs leona mason Per opinion lero vero falo fo: tum nor data EFescusone del temo aiene proprio mala bate delle de , d- endo snon pioves che eioves, co8 ancora pote dre Tewere cost come & solo ia pal tempo enunciandolo Tale equivaenra delle strain contradaitore spetto all ewere eal vero porterebbe evidentemente Aitaseurde ogni nora prewea di dre qualeos, poiché ticendo gals nol vetremmo ia pal tempo a neat, ‘ poem dil solo in pari tempo negandolo. Ans, ‘Sb in fondo srebbe indifferent: se tte le aserzoni Sono vere io pote! die qualinque eo a proposio i [Gusunque coo, egal iealretant: non pe nism S immoralismo, ta perché ea funzionerebbe it noatro Fnguago ia schbe ancora, i nostro, un lingaggio?Proba- bilmenie no. And secondo Patone, propo nga 80 so vere in tal modo revo impossible ‘i conseguenza el tent d cestiie le bas per Japorsbiih dun inguagato sensto,o meglio: per una ‘caprensione smucta det Engage, Non © quest ult ‘no ifat che rende impossible dire essere cs come fia modo in eu leu! Bloso ane adit clu {he Platoue considera loro fdr, hanno pensato ser thes tattava di dre. Quando i pare, infat, sostene ‘he solo mere & « dunque che rlo Penere pub per ‘oni drs nel'asteraione, eg rendeimposbie dice {Unon as; ma propo in tal modo rende impossitile tle Teor, proprio intl modo rende mponiile ia generale dim ‘Goi il padze sto foriace i pret a aleunl, che non sono sink ver i di reclamare queso titolo pers, per pot in tal modo aseurare i last del padre. Percosor,aserite una cosa saree equialente [saserce la sua opposa, perehé proprio questo fanno {ie al pare: owero che, potendo enunciare la nga folamente Pesere, ttl che enuncia Ta Tinga & Indfferentemente enundazione dellewere, e dungue indiferentemente vero Pert ito indilerentemente vero, llora app tw vero che anche Tamersone: «niente vero, ert Ma se uguale ¢ ale che tt ealente tyro, ese ne continua + desgnare un‘amersone che dice Vemcre et ‘ome allora eter det dllanersione non pu venir Aistinto daltawerione che lo dice, onero cao #8 s= ‘onda delleamersonichel dicono,Poché le werzoni lo dicono ora i un modo, ora in un alo, ma son sempre ein ogni cao vere (etna init eee ot tome #), Veer rst in tant medi, quante sono le ‘Stedend che bv extncano, Llewere a ene pi 7 sono, come sstener il padre, ma dienta mol ower le ‘molec diese, contedditorie awersoni che lo dco- ‘bo. L opiniones aera co come wit del esere ‘Ora i non significa soz convadaie il padre, ‘ma render impouie I iscoro, posto che questa fin tonto fondamento nel! seria posto che eo jnenda inate die Taser dsl propriamente Per altoguardare i acto del padre, bsogm dunque wide padre, Solo veridendo it padre, si postono ascherare suo ls fighcoloro cot che Intendendo essere all stregua del padre, fniscono col rcondare Peers alfopnione ‘paren questone, Parmenide, nel so amore per Yesete, acre Wentibeaio die signif ins dello ‘Stowe exere Eg non avers visto che essere pod yoler fe da un lato see che donque nella propesione “esere do, queso @intendealferare che wane tere side Ma che, caro Ito, gi nella propossione “Veer ung, lo daa funsione di cllegare con esere {ino del pia delTesere: aon asrse che Vesere Densile deterina cit ame 2 (Sroige doe la funzione di poste in apporo dl predic, determison, attrib fm ener, rendendo posible Paserione che intende huncare non che bend ated ilo al cme). ‘Sentenendo i naa dl ale dsinsone, nok wei. ‘nol pace petehé inode la possi i di Choma @ Pas atua quando ad ex dicamor ere & opiniones, pei determiniamo Tewere i maniera incompatiie con Pemere, pre ina termin pred Chiamo delesere un abate che noa & delesere (Qua diciamo i fain, pice emonciamo ei ch om Ima non sel sen che aweriamo del essere che esto non a | j | 2 ens nel senso che lo aseriamo, ma non ea ome Sen al'opposo coal come mon fae Ia pons di iil flo atta dunque el rapporto praising, operosa quando i sage eum fn rapporta eon un fratizata, cl ale ive fam? in rapport La nagason vena allora posal, poiché possi divent awerite I en ever: ma non eh eas che Wisi lio dll ewer, bes nel nemo che de Tesere pd dein manierasbaglint, coe de eseere pad die coal come non Tntal modo, nol certo abbiamo wecio i pare. Per, ‘ucdendo i padre, ne abbiamo anche saagvardat i Jie, poich invoducendola poss dle vee detTenere, samo tus a cmtadive sia emer, sa fa posebiita dt amerilo, che mrebhe ince andata a ‘rts solamente sere fose stato pose dz; se ‘Gung ttl i che ano! veniam mente dire fee ‘sioner perisemplie ito chen sce sa 5.3 Hegel, Platonee Popaione “Tanto cata a Pte sca dingere iver dal fo Hppre, alee sera cer ata ben page to aici Hegel hin spines GB che Plane doveva ancora lotare per dieters da 8 Che elem intend 2 vlty come opntone ue uliea inti sre suo come ou fora Siinone platonic del ver del floes ee ‘erm rigetato gull che ct eters pray rere ‘Bet i ce & eto ter in quam det, ¢ che dang impose che dinguere i eo da ike ‘Tutava dalle parole di Hegel emerge che la vitoria {iPhone & sata amma dll opinione con comindion de tale da iaulae contoproducene perlaverta dela teora deo seo Patone, Qui noms tat dl stbiire fe cd che Hegel ripora allopiniones pond auten- famente # quanto inendeva dre Plone, o se nel ‘opiniones, punt in quanto tal, non ssa prodota ‘usa semplifcarone della tora, che non cra presente In Piatone, ech la caraterizra fovece el! opiniones Sa fo che per ques lima oppesione dl rer0 de fab sais, €deeadua co, da problema {Ge mete in mot ere dl pear, 2 90m ‘aco prota del ewer ede re, Ory conto ffdimento defopposzione treo i fat scgha Hegel “Signi questo che eg, conto immobilizan in ‘pposisione dela sine patonicn, mol ornare 2 ‘haroggere quella ditinione? I leo, Hegel eno Adorrebbe ornare asostenere a tesiche git opiniones veal templ di Platone sostenuto, omer che poiché tutto dd che det, ever in quanto € deo, avert ‘om @ allo dal opinione medcxion, "Ma Hegel, contesand pisone, non pd pi ek dere sua volts nel opiione, nemmeno sequela doves votenere un unio dia divers rspet alla rina. Taft dal moreno in ui el hare asx Enfopnione,dowebbe in pat tempo acceare come ‘era Fopnione oppor ala sa oero ccm oppo ‘hone del vero del fo, dowredbe in par temp tetera come ver contradicendo lsu saa cea Tin effets, Hegel non vuole sxe un pinione ad waakraopinone. Putosto, eg intend pore a fine al movimento stesso del ainerin flosfa,S wa ; i j { j ta dungue, per Iu, i sSutare opporione del vero © tel alo, seta perdeelaloro distin; di secogiere ‘oa dd che ia tora i Patone avers coegeito, ma Senza sumerne i rule nella forma di satca opp finone, che exo rceve nell pinione.Tuttarn, come per Plone il lascta di Parmenie poter eer custod- {osolo wecidenda coche neera sat fee cou pe Hegel isufato della eoia di Platone pad eer fn “rpatslianto in quanto venga supa entra ina dae ‘ina pi amps ‘Qu vediamo duague per la prima volta entrar in face la nosione hogelata dell Anfang Vedenda fubitoslfopera in niferimento a coneet ehiae, come Sppunto sono quelli del yero © del flo, poten {ome pit fackmenteenucleare le deterninazion, che a east asegna Hegel, 5. Disetiea delfopposisione Ma in elfen perehésifstare 'opposisone del vero del aio? Come preendere di saaguardaretl pensiero “af opinion, senza accetare quel opporone? Come ‘mantenere ua dinimeta concet del quali no & ln negizionedellaleo, retendendo in pati tempo di aggize al loro Gams? gel afrontal problema nel cy. 39 dlls Vorde (@H 2031, F 3032). Nelcpr 2 raved dsinguere Jn dversi dei sistem oso dalla loro sempicecon- traddizione, che deriva dalla concezione, propia a Fopinione, aul earttere ppostive delle ion iver di also, e sulla fst orverosnwapersblt tale ‘pposlalone. ep 39 ice qual consegueze questa a concesione dei rappors ra vero © fio rifle sala ‘keteminusone di aascuno del dveconeet Ta lero eontrapponione,abbiamo deto, & fea conte inmperabile. Ma ci compora che anche tal oncet desbano esere fsa Tunoseparetamente dal Trlr, dean id ene come tent ano ‘ears roe indipendentementedlstro. Queso eke che i uw este a prescindere da uot rap Dor col ilo, come ain eit rescind dal soi col ro ‘Un urine adeguato a esrimere la sitazion, in queso contest, quello dell'astats, nel senso a ‘puta, oat eB nel oon a alr (Om ero al mw oppose). Quando due conceit si Breane Fi in recproca oppossone, allo gi per questo eng ints come arta ma ie che wengono ites ‘neal sia die che vengono peppers po ‘hese i Jorg contenuto i determinane attraverso I lasnacon Taro, Toppisone non potrebbe pi eee ‘efi, omegl: ques aldmo cater dll opposiio- ne mete compres aliniero di un movimento ‘Sapo, inca Toppasione yerrebbe proaswalnonte a roa : i "Tutaria,venendos a frdureYopposiione, 3 im plcacheslverebberoaprodurre anche erin oppo. {a fimarione di que limi in oppassarebbe essa sta nena chereatn dum proce di prone © determinsione degli oppose. Quest ulmi in Toogo di prenpors verrebero a pra: ore contenu tw.noasrebbe assunto »probiematcamente come gid ‘hone onied dun opinion, ma Mlootcamente ‘morro unite proceso dl loro coneretodiomine ‘Manco dimoutra eines come diveni ome rosa nel eser-post enon semplicementepresyppos ‘Seontenst ala necesita del linen del oppo. Stone, sia deg seed oppor, Quest limi se loceat [interno di un’ oppostone, tomano inf a perdere JTenrttere dllenendinentt,poiehéGsandoe ia op port, tendono a esistere indipendentemente Erparstament,precindendo dal pert cdl oppo. ‘Shone nema. Ma proprio cod vengono a mirada iS ‘he es sono, owero appunto det procesualmente ‘eat ame domi dl openione ange ine Jallneredallsppota. L'ewerdivenuta dell ppodiane implica allora, per esa, diessere sempre ancors in via dh fineire: ower ce dl moraento ime esa potas ‘loro voll post trorano mamendin es oppose 3 appunto posta come i quanto pst, ot come im ‘osubiliat ad autonomizara ia artrazionecindipen- ‘Senza dal movimento del mo rile ‘Sierata peri d considera due apeti mela oro reciproca und. Daw lato, Popposzione nom pub non om poichéalrimendnon sandteopposcone «quad: ‘on sarebhe dvenuta: ia se nel movineni denier ‘iow divenze non saree, ei movimento dvrebae ‘ral Into, proprio in quanto & fasts, 'opposzione ‘nan pub non caer posta come role ero come operant nella tat del movimento concetiale, dk ‘uiesain tal modo emerge come un moment cos come ‘moment eranoiconcat che im leivenano a oppor Ma alors, e tale & In natura del opposicone, la ‘wits poo affemae santo come i ata aque So cine, e ib signin che cis & smatlonemde proceno posonee i togtiment, dime in cle Singoledeterminason! si preducono ex snnullano 6 Pere Hagel pd sciver, con una metafoa destin. ta rimanereclee, che sl yero& I tonto bacchico, dove non C8 tnembro che non a ebbyo= (ep. 47; PHL 5, 38), omvto: che pom raul namicamente es © peveidsteso flo ella tats dl movimento, Quest uk Eno ne Hulda Tide con sl tole dala ist © allinigiimento che alviment, spbrendol gh alti “tember, impede di confaize el proceso, di partecpare al ssionfor deilintero Ma ed igs ce nel vero non solo movimen- to,che anche 'oppoione del mevimento della quite tiene per eos die sola, e upat: spoiché egal mem bro, sel mentre x ola letantoimmediatamente si Foie, il tool & alsetanto la quietetasparente © emplices (ib), clot ancorm & x dune del proces ‘ato Ia forma Grcoare deiner "eco dungue in cos consi quell'elemento> ella ftosfin, che sn dais della Vorede st procamaa fee universe, Eso aropre ora non come conceto Shona univerate generico e formale, dae eater Aeterminatisl yoxerebberoexusi omeramente sn ine pout eswcre concepito come sotana inerte, ell {gud verebero predicate determinaron specific dal ‘Saget della concacenza ad eae ete, ene confront {cleui vente cara deimpertarbaalmenteimmota (iodiferente Lunia die st ata ells flosta Cuince con i oes co conse nel proceso, che a fpenera e percore {sok memend, e ques into mont ‘emt cosnacepto cla ma vere (b;P1134,F 37). ‘Veer, nell pinion, ol vaoe il fae spartengo- nao quel penser determinal, che senza snerimento ‘algoao per ewenze autonome, delle qual ens sopra, Yala sot sarebbero ole e Rise senza comunanva — ‘cn Fleas (pe 80; PH 30, F 90). Ma a damero Poppe Slane di vero e flo fom cod come Tintende Popo. dg, avers non potrebberappesentars nel! nto man Imooche produce ecomprendein sé lsu determing ‘on. nft solo wna di questedomebbe esere er, ad fsctasone del pss in quant fas. Ors, ons potre- ipimmaginsre onacolo pt grande apenetrareriflesin- mente nella vritd dela daletica El ep. 88 lo aveva puntialmenteandcipao:eLerapresentciontin proper Eto cosiniaeono impediments principale per accedere sa yeride (Cosi, aseme alle opposision’ dt fnito © infinite, universal partcolare, soggeto eoggetto,contenutoe forma, Hegel intende diamizare,scioglere, diane anche Topposzione de vero dl flo, Perd deseo non dl atrextamo pi semplicemente a conszxare una condxione nega, posta la ule now ‘Srebbe possbile realzare cd che Higel propane. (Qui, nol vediamo fnalmente proper fa solo ‘desma nella wa psi Ma appunto, non nel senso er cluurebe onnal ancora leita cniespporetl ite In quanto vero al mgotoin quant fas, Per laverid che in Hegel ghunge «pense eantna apposisione ra cop Pie concettatniesiche ptr pin pretender cartere {asolutena, né antomeno te earattere pot spare un opposto di contro al uo alo reel che noa riteneva adate a espronere la verth proposiio!singole, pure eaprime lama concerione in ‘nad quewe (Das Wa it das Gon, (pv. 20, PH 19,F 15). nes, forse, posiamo darero trovare Ia chive per acceso nel esters dela scenea> nella sa Vor Perehé qu, som solizno tate le epposson’ dann come in pact tempo poste e tlle; ma sopra, i prime che quel simtltanen porre toler quela Dradusone e dsiutione dei che ven prodott, non Ur hoge aan too a some seo; bens patos che in {quest movinento seatriece es eaiza Vunico nisl rake pos propriamente dir pation proprio perche Consist ella al dal roan "Go che dal proceso ist, i alt termini nom & quless di ipostateata e separnto oli proceso; pot hese cn oe, aremmo ancora prigioni iu’ oppo- ‘sone quelsinlao verre comtrappestoal movimento ‘decal procede,« pretenderebbe di fn come m0- mento lf, nla a vere conto alls. Ritorne= esnmo nsommaal punto dl partenza, ower al nine 5.5. File infinito ‘amino alla i senso io cl tune opposizont determinate sono pate, partendo dlls coppiafinito~ ‘Ques uta dow servers se poniam al altezea lll daletiea aon pil come oppesisione ta fnito © Inno, lena come opposisione a du fn. Conse ffucnza della btana dotrina della sclenza, cos come di fuel Slosofie che pretendewno disperareapere in UGrecone del nontapere, era ila fa relatvzaone {alfaswini Vasolutzesione del relatio, ower nfnitazrione del fit finiizaione defn ‘Qhest lin quanto fsa come oppo imitano se ‘Soa uno rp al ao, Ma iain che nel p- ‘poiione Tune édeterninato plo im qanto safer [Sr eomal'sao: e non vies nll ul contrappors, ons apo oppo Ma ama ener) pres rr eee ee ioe ates eae oe ete eee eee eae ase oe es a er ee ae eer reas Oe ears ies Screen SS ee oe ae ee SEE en ee aa a oppo "Gb che rela dalla oon del? opposcione & dun que il bgtinens dell opposisone, poche caacano det ‘Bemba desa, mente atrebbe dow lfermars waite Teathasone, owero bi nonideni on oppo, mo. sta dein con quest, © diffe wo etn ei con- {font dis sewo, Gascino implica poszione della tro cncino implica danguela su propria negazione, E poiché non sida oppesone senza opps a tess ppoizione viene meno o, come dirs Hegel nella agen, ‘a fondon (21 Grinds gt) ‘Tutasi,poché fino main quanto ato, 80 o in pari tempo noramente fon infinite veewersa, poiehé nfnt s nega in quanto infinit, eso torna a finvoltaa porre i ato. La neguaioe dellopposiione "mete dunque in gloco i termini chen lel erano oppo 15; porno pi in quot oppor. Gascano dei dive & Inf dimorratoin se sso eonradditra ascuno de ‘dues dimortrato identi con Voppost. O meglio, bs ‘imosrato di poter essere Went con 3€ © aiiene dalPeppoxo eltnto in quanto nonidentics con #6 © Henin al ppt. ‘Gd che dal opposzione fnitoinfsito propeamente emerge & dungue Tuneione di entra ma nom i inl dterninaions thea spice in nde ope {Come oppostinfat ess sono tol Ma senza comma sire inment, tena dar hugo allo zmeche ci treremmo {i fonte seo foe tatty di Una sempliee, eecproca ‘sion, Ptosto, proprio in quel times esi 8 ono reiprocamente post edungue ameati Ma appt ‘non pit come oppost, bens in quanto eleva ad uni pil ala mela old che comprende a suo ment ‘Gon ques’ timo termine, Hegel itende desguare Aeterminazion| parol -ad es qu fnitoeinfinito ‘quand ese vengono fle dalla loro sepratena ree ‘roca, e icomprese ent un conceto pit ampio. Di ‘qestukimo, ee costuacano alla aspet paral rb non pi tone reciprocament contappost, bens ‘sport collin artiolatione dinamica. 'Nelcato dla relzsione Brion, ale Sui cesone del epost, eu exito precipita nent che IWeomprende a so inurno, ma aan pid ln quanto op ost apres da Hegel come conceit del er nite Questo € tle proprio perche mos Tautotog mento cl va sogget it Binion in quanto enue come finito, a in quanto si contrapponga un ininito the pure, inch pi rex contappetn,& propriamente ‘anche into. yero lint presenta conta ‘ne interna al contrppont, foro slvr Pun nea tro, pone danque Funifcazione eit di entramb 56. Concreto ¢atatto (Chel movimento drislusione del fnito nellinfnit, ¢ di questultino nel primo, bencht presen Tanto _ngazione del oppest non product suo eto i nent, ‘pens da Inogo aun concep aot gp eg oppst ste, Hegel lo este nella svione del ‘Questultimo tine asume ini siguiente et- tere dll eer conerescint, dl exer dvoid che # im indisotbile unit cont ma alo TI wr innit € fappumto tale propio perché prumta nel della loro recprocaimplicazione, owero ela dinates coor nesione che saturisce dal otogliment dll sno nel Talito, guei due pent del Grito © dellnGinito che pretendavano fis eno inipendentemente dalla to, uno di onto alaluo. Leigisimento nel dent ton sé, che cascuno dei de pretend dalermare eres scope posible sokantod pes del ogimento {i quell identi oreo nella posione dell oppo « Selfidenth con epponto i fit tinnito, «Fini {08 finito. Quelimigldimenta& dengue poste tan to negandod), omer & inal, nel seo he le con ‘ion! che lo endono penal sno quel ese che ne ‘epliciano Timmanente contador e che dune to pongono, ager, come wn gid sepre tol, o Vice, post che pretendono assole in quin oppost sono da Hegel det ests Tole ttomine non hs pid che fave tanto coma gre {Ela vec lopen toa tor a expimere in primo Itogo i sgaifeno stmologien deemerseparttoda, Ufemereatofor dl determinate dala comnesio: tein eu cova con opto, iain generale dll Feiatone con ato. Tstosinece gis comple bene sito wotlines= to, costs wr manent ins el esos alla see tae (edn seg vedo melo perce). To ‘ia cau rapresnta on moment un pet npn ‘ies, pet por ello wogmento dln Ar nar ad cso sgniicheretie entail porto, ‘Strwre dunqutncontrdvioncon ladefinisone ste ‘Saquestlune Og paroles pub sare inqunio fn solo negando ci che exo m8, epelenda da sé Taluoe eo. Mapropri per hag dal exprimere ‘Sessa nn om ¢ Pa sn "IR poporiione Spm Omni ddeminaso agen ene pers sta condota le ie esteme ‘ogee dalla Gale probe deve exude fede uo a eh exo non & Main tl od moa {propor gue rout cmt quale esos pee Peneniose eso ed exdendo aro, 0 pone Frio ed oclne te sto dase. Ancora una ots, come per Toppsione Hinton, Fsolazazione {hr pricoreconduce als ceddcone del parole Conse te allen ae alla orconede a. "Voer prime puree dal egone ign perdb antedive dl proae poide quest lino po) For tt come nega. Ms prs come matic pen ” a contradnone del neg conse esto: ponendos, nega vrrebe affemrscome posi, come eset ‘Tutava,esendo nega esos genel momento ‘nals pone. Pear parenare in modo consent, ‘nero sea conta so concet, gen Sune propsio questo: pemarlo nella a contradrione co es mente vera, poral parole dal proces to che, pmendol, io toe, old dlls elaione ad a ‘20, wo die propriamente non pens, omer fee os come pot ernie le plein ale ‘andioni che ale posi consentona di pore, ech a ‘reerebbero piutosto come nating (Cero, Timpiego egeiano del termi conan © stat non contradice soltanto Paso che dem avers Couifcat a logea radionae ena anche signa fd est ondinartsmente stribite, Conon inti pet opinions, inglo oggetto fies a coma ie ‘determination equals ches wanfesan alla peeesior he Vicerer, lla maformepienezadh cache proprio et queso surebbe concreto,opinione eontappone I fetodentemiotez del nisl nemo dl gener dt ‘pede Chipudsdes,dicendo diqualcuno che el éun toma pretendere di aver restito ai nos och, in ‘questa determinaione ta molec dl aint, perc, Psion, ea legame vente costa Vind net {a ines unit In fondo, ering it Questo era ‘un uomor che ciude il Gals Caare di Shakespeare ‘ull dice dluomo qui in uestione, we separans> {qual frase dl suppode dramma, che solo conse 4 coglra nella sua inimitable rion, «Comoe & Sempicemente wn termine uniersle, waldo per et gl ‘ceri animat capac di dicoro edo, per Cicerone ‘ome per Pluto, pr Bro cme per Antonio, a Dalia daleticadomremmo fasece imprare ad invert- re wo dei termini, el a comprendee tale versione thon come un sempbce rovescamento, bens pinto ‘ome un ineramantge donq anche come una trasor- Suarione che non lates sansere} concet nel aceerin fe che spettans loro in precedenza, poiché ela nella foro veri, Asatto®peribin Hegel qulunguefarter Tire sa eto determinarione conceal, urs dela ‘nears lemente della siecle edeio Sato, che pretend dh outnominant separarsy solar el Padipendensa e nelfidens con sé: 1 eaendoseSuor fat proceso di ardecluione delfintero; 2 sinenlandox ‘hl eupporto ol diveno « alto: eine 8. sand elegans con sertewo enela differen oppostva Sto ab ce exo now Ma come abbiamo visor pro- peo questo «none t indispensable al parole, pro- if questo auonscontulace Gd che lo demi pa lolre © detrmnat ma in quanto determinato& wg fore in quanto nega, un fl. ‘hfermare i parelare significa eprimero nella eterinazione 3 iso propa, che To doveebbe ap- punto pore eontrarrin quant ale sn quanto tale, Freror come dina pero come un delimitato, perc Shor come un finite tlt, La dilate cv sogeto A poriclre conflict le aim vit a ‘hort ne fe iene Opn parca in quanto fletcrninato, ale cot come’ fnito &, in quanto parole detrminato, un acai te 5.7. universal come concreto Ma quis rovecament deta diletica non sembrano nm fone ee sone recess Eecaecasea manors res a es Stoards goer stacen meron fa 2S reintaoe onc ocean pa rrr ace es eras aasteakeremsoras nae Scmou teen capris peo Socaremsonencas sieves Co eee ti "She cette tie peetecs nes Secreta ssaas coat Bese eee eens foatatops nce Srintoou saan fe atarantasgsaceeuceans ee eee Seeeee ts pease. ee pe acemeneee ee ee Fares a ante ae gases Do a pe ees arene ees eee ees ieee Hgupdend sve pe oe op eae Seine totes eran eee nlc cee n cite qv tin neta prop. eri agene se pdr tenis proceed al > ons collemarin deplaitee progenies. {Era demminiaque io pode op oul sons ‘ison mg un siete ce per fe marae ira ede asl pele ontlalzun nfo cnt poni tet Sot ged pret cheer cee to ee oc iy eps emer en che mod appr Pentre of pre uo ere Span sett incon dle as pre incl titnns¢ del partcoe (Gi ce Maen cree seppte, popriamente un Spent loge ler ok Pe fe neo slo Tut del ges poet) pparnen apero dl dooce Actes puro ppt che ance tt a cone Ta qu wenn Sf near che fico arta dt Seaoto pct il ert tahoe frm own ato onset pas gto che mine sstaae nme nla dren Fe atroare lnm pari go ier dee de dasa deine irc dl pro ropes pan 2 ea Eline py de Ecce dteeso afters moreno, Se prema enn anche cl ‘Tale of wot a opin, nt nde "Sone ene ime) © rw eb Cone) ngs amen re od ie (SSRREG Sat oie enn nn ee ™ ettunane came notion’ gi cote, omeroprsipfse Tuna indipendentemente © wpormtment dala; propo era 8. qulfunierale,benche gener compare ta. “nella vet dun porn d contro alto aril ‘Glaneetodelf universal (.) eso sesola detamizata ‘etnivesale i conto alla partir (-) im quam ‘oppo alla parclass eo newounpariotrs (Hegel 1804/06, p. 110; LM, p. 107, Casco dei du si ova int fat» prescindere dal apport con alr newuno del de avon che ‘nel unit con alr, best dascano del duevimane sd ‘he ca prin indipendentemente dll'etrat in ea. fione. Ancora una voll, smbedve non recone dalle satu di presuppost Tuno pera, neato del de ca in par tempo prea del rapport con ao Ma alors: il rapport tai doe non in eal rapper, non rst clot dal dinamnico confi Yano nelfalzo. La congiunsione ta i due pub aver ogo solo travers un fn il sgeto della conoscena, che ‘bordina vol scopl pardicolre all universal sae ‘mendol soto di eno. Tale comprensione dell uno ne alto e ste altro non pede pereb mal se astunta in quest termine uacee di una volenza ed un inpsso ‘teenriate dal sapere mu 0 che rcondoto nell an ‘ere ven sapato i segno dl dominio asa cone Io siren rieoaduce soto di sé la nate, con cl il soto incesantement smpiras soggiogee iterate tense Foggen. Ma allor:5. queso apporo,poiché nom & un rp- porto, in higo ai condarre ad uni, mandene nella Aterena ed ana: poiehé dierent vengono ease ‘trae una relsone che nom ee ea siproducone neesranct indiferenzareipocs, che h carat s 2a gi da prima. La susunzione del uno (paricolre) soto Tazo (onierle), lung dal glee Tesvanet, ‘on fa che accremera tno al'oppoetione l confit (ed allinmiei reciproca un estaneo domina wn ests eo edd che domreble apparze come legame eee {Sprime come agg di determination! mare ex sho Thi del apere forse a parvena dna reclproca Lnierale arattos confita in quanto snivonal, ich x trova, in vested prscolae, posto convo t Un also parcolare. Quest uimo,veeers, sembra a fermars come il yero e proprio universe: ma cos ‘contrac exten in quant friar conse a ‘quellopposo da cul apparna meramentesusunt, cos ‘ome primo era coureuo a contraldirs come ues Ie, ed ariceree I. dcterminazione del secondo. Lo trap nella, uno al pone eo tg atravesoe in ‘te alFalro id awiene da ambede | n ‘Lusnesal i parcolare i parcolare universe medesimo sambio, sutonegarione e posisione dello ‘est enunciaa inrappore afinitoeinfinito-Luniersle tog im quanto strato, venta po stale ddomine Hom spectiche che pia esludera das, per nirorrs eae meramente gusopposo nella dfinlone del [arco Orvero ancor: univer # mole nell de- ferminasioal forsalon, © universal che frase ‘ine momen che eo steno oye in vols dene "Vcevera il paroles tole in quant patcol 1, perd nom pid ad opera d'un unwerale ad iso ‘Giraneo e somppost la risoluzione del parcoare si ‘infatl monrata immanent allo eno pardcolate, E tutta, ques limo non disolve in mimi ne scone pte per lsciar i novo campo libero al dominio de- 1% Yuniversleasrato Cid in eu eso conte, in past tempo cDinvith ais pone aso it con aio. ‘roviamo dunque a tra le fla di quest movinedo i oncett Dal lato dl enema emerge che ques fimo conse in verao proprio nel prs ce pone © simulaneamente tole dal'solamento {moi moment {lato del paral, che emo non mise 4e no in {qeanto compre, esposto, coinsolto nel procemo che lo {ogle in quanto asvau, per propriamente porlo nella sn vest in quanto membr fd dle, ‘Ora, con tle reciprocal passage def nivel nel paricolare,e veevers, non faccamo alo se 20 nunca I teria daletica del cma cero con ‘lone hegeliana secondo la quale ques timo & Uni femal ener unierml, in quanto inorimeato con pslesvo di determinavione, nel duplice semua pero eso 5 male poneno le difras dallo volgimento a nina in ids con s, pct quelle diferenze com prende come moment foriclan ai wn nico dens oncrto, poiché non are ala general della ‘0, non si coappne al parcolare, ben ques timo pone a determinazione sta propria, ove! athens lo ‘Suppo intoneieal particolare,perviene lo s8hpp0€ ala dnamiea atuasone di se wow, ‘Covi, come in eso @ ria la contradixone ts ik verse /astatio e parieolare/conereto,sretant aype tala ® quella di finite e infin, e in generale once {ppaiono mite le opposision’ che vengono 4 prods, ‘quando gi oppost pretendono asin qua op ost LUniomsle ones roca ls neon hina {atv infin poiché dimolend le Fnitenre nel mor {nent tex cle pone, eta se ses come menimedo loci season prorai one coe proces 7 che produce ¢ che riprende in se detenasionin cui ‘arcola, esponendatnela ow del sol contenu, ‘ onganizandog int modo a intra LUniverale concrete il vero infint, © i vero Infinit 21 Univerleconctetambedue queste propo. Seon dovremo dsnque imparare aude, quando all ‘ota lectra vedremo apparre, in figura wonfante © olu,dtermine hegellano det Bap 7” r | Capitto 6 MEETAFORE DI «AUFHEBUNGe: (GOETHE, HEGEL ELE PIANTE 1 Sens della metaora Gout, dicenimo, amar Je pant, Sembrerebe per die ose anche Hoge, to dhe propio al ve Rippo dea plantsegltinprontslametaora ce dowret be sempre alfopinone od dc sta lf fang la gemma compare quando shoes i fre, & pottehbe dre che qual viene confit da quests det fEnto i Rore wen dchinrato dal vt neste sn ‘ala planta ed ss0sabenta al posto quo come ‘eri qua alas (ep. 2 PHLTO,F2). Ta che com lo muppo dela pants appre itrstivo ‘spetoal'pinione? Hegel ceo pegs mmediatmente: ‘Queste forme non slo eiingoon, bend ache ‘esesiano come incompabi Puna con falta Ma la oro ida natura ne fin pal tempo moment dita (pn, in eu ene non slant on combatant, bens Fina & alretanto necesrie daa: esata questa une necesita comic leila dell interoe (i). 1 tennine Aafbung non corapare nel testo, Ma cS ‘rende questo breno tanto pid adato ad irae i ‘omtentio conceal, in quanto in eno appa tt {element che hanno accompagnato le now dels ‘ions ad ora Innansiato, icordiamo il conteto dela metafora, ‘i rata reifeae co che Topinione intende pee siversi> guard 2 different ase Hosoi. Pos ‘he fonda sulla contapporivone del yero ede lb, fea in quella divert ton st intavedere se non un ‘appore d sniraddisia cing direclprocaconfutzione seTano2 vero, Talo non pud non eer alse vieeer- ‘1, Coa opinione ragiona pereht, come abbiamo Ws, er lel ttm nm date, ‘Or, poiché Topnione considera cont cid che ad ‘om si manifests nll pereeione, Hegel feta su dl us Fenomene che alla pererione dowebbe perlomeno exc re nota persmosrare quanto sa aatsa eoncedone che opinione a a rapport del vero ede lo ed rio fille reason! intrcoent ta sistem Hlowoi EE tutta, @ evidente che Ia posta in gioco, nella smetafora che inpiega Hegel, & ben pital. Poiché a planta @assontssmbolo steno della oa nel 00s lupe organo, morrare, i iflermento x tale proceso, TTntadegeatesa de prenippost del’opnione aul ero € tl fal, sgnfica mosrae che quel stead presuppast Tendono impose cogliere laws, e dungue tanto eno sono ata comprendere una vl, che della ila ‘essa tla rappresentare la manifesazione pi ala ‘Viceverss,esemplfare con una metatora ata dal segno dl! ganache qe timo wiluppae diene proprio secondo quelle modal, che abbiamo visto props del Coneet, significa intodurre nel! pinione ees i germe della concerione dala, promo. tere dungue innabamento della coscens, di tlle 1 dal opnione eso spe, Tn pi ehe at lettor della Vrale per commpren ‘dere appieno a porata dlls mettor, abbas dovuto ntiporil decor della Vorndestessa, ower essere git jn posesso del sapere, che solo im sana ques wma prescaters come Concetta edeterminsson! del Concee fo. In un certo senso, alamo dowo leggere Hegel facendo fad emere Hegel: owero spend git ora quello ce Tegel sapesa gid quando seer quest et Tere; quando asegnava a ques lima anton da tidpare, per Mmmaginarone, c® che la Varga pi propramentel-aistema dellasclenrae el gainter, Ibrebberopoiadentfcamentedmostrato a aos the ade alle prime bamite di una cprefisoner, trtia ancora dl eomwe di preparare a quel baecanale the & la daletiea Ileorte dion det concee if tllmente porebbe non susctare aluiment resstenze € timor! da parte di quella che Hegel forte tener troppo abiuata af esr sori, da roppo tempo a proprio agio pele dieing, coe chime e talde, che & portrano nelfopinione ad evden. “Tutuvia, per mosvare a quest ulima che la contrad. zion, cod com xm I intend, ven conftat gi alo ‘oserandoil ico vegeta dla pant, ol &costretto a fruendere Vorgaico alla vegas del soo concede lec, a proictare mdi cao a compass cone 0. dala immanente di siluppo dell pants stews. He ‘iene cos! a pruppone a sua wl i suo conceto del ‘Concetan c on fone gi preliminarmente coninto dalla ver questo, lificimente forse x lscercbbe petuaderedalfandamnento della metafra che ost. 5 potrebbe dre, smerte Hegel. Che com? Che i Sore a la confutasione del bcd, Ma proprio in tle siertenza distansiante, che iia 2 non prendere rp poalla eterai termini impiegati el sea atu fpr 54; FHL 40, F) con eal cerea di wicalare ella coscienza il punto diva della dsc’ quasi cheque ‘ulna in fondo, non prendese del ato sal sexo ib che dice ela cascenma potesse dunque convinces della fos weit pena econ turban Tranquilizmato da {gue oi potrebbe dies, lletore dowenedunque ret {fe peruutin che, plchéllconcetospeculav non inten. ‘Ge dawrerosscnere quant enuncl eg pote con segnartallamaforsin quanto srplice matafra, dis. {quendo le sansion! des dalla pretesa identifiers fon In rel che quel concetodlciarerebbe appunto ‘meramente metaforica. ‘Ma popeoalloralaconcienrasitroverebbe expat 1a daletiea, una yolla che Ws sad inrodota soto le ‘entbianze dela metafors, mosrers faa sin oppo reno pendere sl sero se questuima, enue I proprio od che aie Nella cosa, ea srk rah penetrate come Tifione deat Hegel serie quand Entta della dflusione del ischiaranento amin 1 Gonceto, ce con I stusia #impadronsce de lenore € ella sua opinions non ara pois binogno di mascherar ‘con un sl peace dren; ed al travesimento del immagine wastairsdiretamente, polemizzando can ‘hisoaiene the -Tasoinn non dowebbe exere cone Dito, Bena ent ituton (cpm 6; PH 12, Fy in ‘recent che feddamente progredce, della cosa (de elton Neto er Sach pT P1113, 8 6 erg obits conee della polemical. A484) Moros dela metaora pure, non fut etorivennero pret ll prow sa mlfetewin portts di quer metafora, Uno fa ee quest, Goethe, protest con partiolare vemenz com {oil procedere hegeano, e nom & poco isrutv, per fk, lggere oramente le nic pale “Empossbie dive quleos id moseraen (ett Mona). Nolerdstaggere eterna reat della turamediante uno schereo vofistice di catvagenere mi senha ascoluamente indegno di un uomo ragionele ((). Quando (.) un eminent pero ilqule pene un'dea ben che cosa alga in 56 per se qual ‘maggior aloe es aul allore exe un prodigio- {© (agin) proceso naturale ~t proprio coh he traps trvsarin in manera soften, negated dlstruggela mediante parolee fax eheariiiorsmen- teal negano a vicenda, non sma che com reser a Secbetk dl 28XTI812, cit in Lowih 1988p 25 1977.3). identificarione del conertospeculto coldvenire nga dell natura che Hegel vleeimmpiegareadinn- Starione della wal de primo, ven al contrainte ‘da Goethe come drain da parte dels diketic, dela ature della sua nterna reall gid appre tanto pid aipeo in quanto Goethe rconoue Hegel owt Sel penmaioe seminente, oer del filo eche pene tre uideae ben che cos alga ns pers. Quin, Dench? non i queso luogo per apprendre la noi ‘ne goehiana dade ela in iferenra da quella sp ‘alta di Hegel, posiame owevare che, nels metafora ‘ela Verde Goethe smbea revare Tien dla ata ‘ome mluppo organic eto vient, Ein elle, Hegel ‘eso prin dela pana come dna suai onpnica nel ‘ao del cul dvenize st aterebe sla ita delfintero ‘Tata, i riconoscimentn della profondit di gue: sto pensiero sembra pronuadato apport per meg ss ‘farne stare la ditanaa_ da colui che ella Vora lo nunca Inf, bench Hegel coga dea el pro {los proceso naturale» che ex esprime (endente ‘erimento ala nozione di metamayos, che Goethe for ‘mld pote als base dele nie reerchenateraisiche), fg non riewe tutavia a conservrla int, ed anzh fm procedimenta adeno di un ues ragionevaler, Sastllerebbe sa negara ea dstoggeriaw ‘Goce i propoaitaernina conidanda di non sape- re che com dire: prché un conto mrebbe non vedere idea da parce duno senaato woppo immers inn Gai empeiche; nm inplgaile mre conportanene {o di un uomo che fal idea ba cota ed ites nel m0 talore¢ che conmotandeln nega, asieme ale dsr fgendo «eterna reall della materae, che dell'den © foncretaapparsione,e dalla quale quindl inseparable Tppere in quet fale sremtlinento In letters penene forse alla sa cloquenza pit impids, poche, Fel lenaio che le mclge, con tana magglorniderr, posse risonare le parole con le quali Goethe emunciae Iie sche conv ucdeVidea parole e fateh art Sciommente negano a vicenday, © dalle qua idea viene abut, cn expresione din eproigiow proceso atraes a pretesio per un indegno acherz soit ‘Ssheao str questo mao sarebbe laa hoger Enon wa tscuato nemmene i uo at che Goethe prone nei sock rigs quando tle chee gli nga perino la qual del buon gute, che ‘Genet eomtraitnguere stot dpi en it. atin gusto dello scherro hegeiano consis nel {ato che eso non solani non presenta comme una seherz, bens esercia proprio ma quell eterna naan ‘ela quale per Goethe troano comune adc lave ¢ table, In conoscenzae a poesia Proviamo dungue a esinara pid da vicno, le me rao queso umorsme Blosfco Hegel intr la ‘adel organismo vegetal come un proceso di recipro ‘xconfutavione, ines un element dichiredle alt ‘ese flo, per far emergere come vert di tats Feguale test che da un lato spnge dascuno & nega ed ‘agit in quanto memento iolto e strat (primo lcato dell Aypudungy; mente dall leo produce ¢ fon, ploprio in vith dell smtaddone eal uo ‘ogee momento wear che loser emer a fhe: in cul quel peimo st supera (econo sgnieato fel Auf. Ma oservando meg, non slo i Secondo momento soggiace m mi vl ad un analogo proceso di enfant cul eo ogi e ven wipers fo daun ero (oppure, se peferamo asuere i punto 4 sta a quest uno’ incu quit teen loge eb supea)sbens anche, e sopra in questo lei prim {ve sono condot al loro compat oer dev al ‘una forma dt esenza pi lsc | conan, waar alo interno (eo sigs dll Aung. Tterzosuebbe dungue la vrtd del reco, cost ‘come quesaltimo lo era stato risptto al primo, Esso Inf sta da un proceso dl confuttione, che ayer do dimostrato fl primi de, slant in questo tervo lnecin emerge a loro west ppure, nemmeno il tera rrebbe senza quel due fall Dire che esto & risltato,sgniea dire che eae sorge in vith dun prone che nom potrebbecompert Aa senza di loro. B giuo dungue lntendere quel testo come I veritt del primo e del secondo, iusto perc pure interpretarlo come sttuaiione della mc ‘ui quel movimento malyppo finalmente perviene 8 ‘Ma proprio in quanto &riaalito mete, ess0 non pd prosindere dal proceso che fo produce, la sa exsen- 2b quella vere soltanto ia quanto rao dun mov ‘eno che lo pone a esto finale, e dunque in eso ‘cogte ta unit con ‘ere dau lt, terzo aller come I sit) del proceso, pice in Bi ques ain perviene are Taare eome tel su rslaton tal senso, Hegel pub tle ceilwero€cesenrainent rut (-p 205 PHL SOF 18), Dallalvo, tain, in questo seine ‘obtiame intendere che al yer, fm quel treo, manea ‘neoraqualoss per exser non solanto sewendiaimente> ‘evo, bens per eserlo abet a vane Ma cb “he nanea, proprio i roms ds ek qel teen seat cee privat dl quale treat non assume spetto ‘vo ta quello del edery cu iene equlparato ne ‘apoverso sucesso. Per ee allo la Alowofia noe pot intendere né insu man proceio, neil process sea risulao ‘Nesuno del due rappresenta iat dasolo i deniente Irovimento della vta, mero il proceso, orentato [Pattuarione duno ssp che consent aquela do {anizarin un tero, cos eome al organist permet (Pi cinamicamenteriprodur: a cos non € esata fel sv spo, Bens nella sua auasons ni slat & Tatvo fetal, bens que lato msieme a uo d- ire lo eopo perf £T universe on vvente, come Tntendenza # ero slneo, che nea ancors dlls faveltayeil nado eat eileadavete, che a aban ‘ona la tendomen deeds (pr 8 PH TY, 3). elation vero eal fo, ed comporta che quate tod es pens pinione cmada il fenomeno del ates inadeguato a coio sia come pniasiong ia 6 come orgerzmsione dvi Alli sii opp ‘Dione dl wero del ao shvettto rigidamente a Sppone als comprensone del orgnico ata i ‘Bepne goed peniert ni ¢ igi, ghee {Sched eesmedelalre sonra co come Ingemima ei ore svonodimosrat fa anon sone {a sempicemente ans et ch ots non fo alarm dl oma er evan ne to conse {ed deal ad eras pi compiatsaetane Tao, non pit come fo, € un minnie del erie (cow 3 PES, F 3. na eter srt na vein an pit di poco dopo la mated lege, pur exprimendo rnc: mento per tascomparin di col che cham guide ‘emi othe intone dalma alu, rapeona dO ‘he ormal 2 compisto per sempre, non rinnaia 3 ‘eminare lactate eprsala vison dor del primo: fondant des desna aso denon (cf: LE, pI csp. 23). ‘Tuts dificimente Gocthc a tmentcao che pron gil nde mance to ‘gel snow aioe ao onto; e che {gel fondamentn ep aves dito menace Tn quella tarda formulazione,sembra sppena isona- re una bile eco del go che eg port una voles ‘lla Vor Epp, a ben vedere ques pn aa: one risa contertata gust als Tetea, come 4 Tose wattato a iopondere na domanda pra da Jemore parla che com pote mance quelle spatoe cial che atiicossmemte st negano ave ‘Solo cor na Tonia sonal ser come puta sofia segment ng dal cone 7 serra in forma saperata,non Je sarebbero sopra, ich gallos, l tempo dela loro prima apparzione, eano sltanto posto nego a zea Teel che se te tro atraversto una volta, escurato dalla ne pas egg dellindigavione per Texoma dela darions che fal andava eomplendo, toma soanamente ae ‘chinrarssmaon perehé ou debba eerare nel cox front di quel susguis di confutzioni,wn‘uhesiore ‘ofan, che lo colnvogerebe nel proceso sea fine di quelle, Tal confvtssonis eonftano das. Per he diguina al'erlzonte, ®sufiente ches selino per {Sd che no alfoecio che lecope nella mancta gin eth dallaloo atatoxa, con la edesina ere cor In quale intsnce, nella coneretezzairiduetile del feo ‘eno, la maniferazione originara dellidea Quato co ‘io, sollerato dala fica di icondare Tidea alfa ‘oss lingua del Conceto, pub ben sora! al esr the rckiedono, per non pedir, le acrobazie spect Inve det upg “Tusa, ¢ sintomatico che perimputare didi Ja dinleten, Goethe miss ques uina in rlazione a ‘quanto imecesarebbe edegnor dun woro rine “Anche qu, naturalmene, i atlerebbe di precsre meglio ilsenso questo voraboionel universe geen. Ma per i osc seop,@sufcente oservare come, nel ‘esta della prima leer, aragonevolezra dell unano sa ‘hiamata in causa, dau lat, in appre alla coneezo- he gocthinna defies dall'alzo, contapposta las ‘que dlfermarion’ contradditrie che no solo ‘gon @ vend, ma che in quanto engono proiettate {ull natura medesima, dtggono ance quest ultima e fan sctraa elt Hogel wis queo‘lverdeuo goethian, rdowo allo. schelero uma nominasione Sloofica Ball sche ‘ela dale, con leave affermasion che oat pongo ‘0, or tolgono strata di contrappore fa gine 22h coli che, wna volt colt ide, non tna pol a nega ea contradiria. ‘Came syed, in questa goethianaragionevoleza non {in gloco semplicemente appeal cbuom senso co ‘nes, bens Hl rconoscimetto dell'doe della sua ‘nseparbiita dal -prodigion proceso natures che esa ‘esprines. E notamo che in Goethe, benche sia leita Aire, come nol abbiame fata sopra, ce nella conereteza del fenomeno a manifesta Tides tava ql eg roe ‘cia a formatone,e indica nelides Yesprésone di ln «prodigios proceso naturales, non Nceverss in ‘questulino Fexpresione di quel: Anti ato che Fides sa espressione della natura ¢ della st seterna ‘ale, fa acquire siden tnt sntgior lores on 2 dunque ta nauua che lo sequineredbe, solo perché Tea perien, inex, al ppatire, Qui possamo misurare a distanea che separa i recupero goethiano deldea da ci che, perlomeno a partie da Niewsche, Sintende di conmito per «pit hismow, overo la separsrione dell universodellesere In due smondin: Pano dei qual, quello de sense fo satel), srebbe luogo del dialore, del fl © del faduco; mente Taltro sd eso oppesto, quello del sovrasensbile (0 intl), sree see del valor, fel vero e del eterno, 1a ragionevleza cl Goethe sembra ingenamente appellas mostra condi exvere tuto che ingen ‘Al contrat, él writ dela vstone sue propia che ol, nell'ntitiv evidenza & quel termine, vorebibe porre in nce, contrastandone maguri Pesenzsle semplia » con compen arte negate dla soca tegen "Ta conection goethiana non andr’ dunque commi- sais ompbeerasieafappeo che ei promincs ed data ron, ton diane ‘Gpingere ecngitare goa drut dela ne eT, est per ot amment siguiaivo che Perino Goethe, quando aor tons buon sto {loner ne strneno Foronte daun ato te d'uon poner wntenere la a conceion, conto dl {Sse are ela retain fore dl Yao ston fr len som agement, che gid Vormfe vee defo nina porn ors del m0 comune conto laragone colt: quello che acca {produ so ssaadeheris (Spherion cy 65 FH ‘ott, 63, Moostrum- © negative I nocciolo negate dela daletica non vimase dun que conencivion Goethe, Manonosante la penetasione ve guard, eTaseroria peremtoriet del suo gir dllo, eg non scope un elemento rimastocelat alla onsipevoleza de, che a daleticarggiuns in Hegel. "Non sappatno see el defnize smosrucsa que alt, piegne i termine mosis per contrsppor Terelemento dello sraolgimento deformante quello {elprodigo, che suacta ammirata meravigia «cherie {al veive naturale chlamandooungehare Certo & The ta matsce latin che im quel mason 8 esprime Iasi earpavireusarcolarone pit compless, ait ‘ura frac una onaminasone a de apo igi » he Goethe det dala dst, nied acute ‘meer ano eer ont space is capace a yeaa sco ivr cpr tl ran faq, oodenes {Hd ao che Spare reign pols dain til eforme che eadono al fuk unategaari¢ ‘unending che non wno sac per ners commen ‘eben putt roan nit nel at el ‘star eae an er gic Tevet po. testo, che reali insanity sacra fo Aven put tempo desgare coche rnp mira che {ntonge i Baie abit. Lspeto che nel memsnan ‘ai ld peo sistent he Inf scnfnaren reson opt el campos aan indefnin del naan eee mc mde Seon Detnendo prodigal dela metanorn, ‘Goede crea congo orn dela natura ¢ sraordinaiet dl men cas plc queso {ino accompagna, al ung del pri, mob del so gemelo deforma, gulls nomathia toe sempre posal perio of te Tmo, pecan deasant, del moran, ne ale 3 mons come portent cotrappone ase nel figs dl re {oli echogga he porte alors iniferentement Presence snot edits ol oto, o pees onsmente roel sipersnetoecedente; ar ‘ne che fsa a debits propor later dea qe ‘olunto doeebbe ener ponies, per qa us alin ster, adi nr conor i ‘aturaeallidca che eprime ‘Che al inion! sean vero Tako © veri ‘aso, rlonttamene omen, lavota dea repli a te del suo ondine porta con sf npr tempe,Volagio ‘leformante di che viene percepito come Bella Ana, forse proprio a belles che al toa, el mons so sett pl crudeleditonone ‘Digi lo atutoincerto della meraigia che suctail mont Has fila inf dll semplice stzzione ‘erctata uci fa parte dun ondine da to quello che, tmorandosene fun sppareinconsuetoe strana llr: ‘Zunento del meccanin di exludone dlordine me. ‘desmo d db che eomungue, conta sua esserua dary, ‘he pd appresentare ora una minacra ora forse ancor ‘it teniaimente lo spechio abbr, in ext quello on wiolveden rilewo per move d iconoscer la rope vera Tn ogni caso, a parte dal sigifcato di portento prod aino momaramembracondurre ia tesco al Gisone del suo oppost significa in dve termini ‘dnt che wono quell impingal da Goethe. In queso ‘envo, eo coniirebe replat e un'eecexone Shche rispetio ala tora hegena del inguaggio, che ervara fl tedesco In prerogative del'uaicasone ia ‘ino seo termine di sealeontaddie ener leis pid adato a enone le dino del rlesione ‘Deltacesone che del mens atin Finisee elt sco monster, Jo eo ages rca twseia nel signiieato, ce pare gh e proprio, delencr Ince dell omits Anche ques za, nat, pod sie ‘ns solo a patre dalla roma dna proporione ches ‘Sa ffermata come normale ‘Aus volts, mone qu in questione si eoverebbe anch'ero collocat allincoci tre senso proprio «ie proprio, lddove intl ease, se dsocato cle sul versa {elnteletualee morale, vrrebbe a conotare negate mente sa Vasone che infange la norma consacat, st ITdscors che va contro la magne (ora del aso ‘comune, ora db una specifies ta). In queso ca, ‘Peenormit in questione non saree allors pi tana in x. Probebilmene, Hegel avers gin mente qual ete che gl sarebbero ste volte come srt xenon ro [erché ne esi sat fatto beraglio in rapport a saga {ened Gb emerge con cinreara nel ep. 8 laddone eg ‘menrona i erimprovero, cas speso vate ag Sct fost, che ocomre leggere pit volte mate par, ‘ima che quenepousna venir capito (PH 48, ¥ 53). ‘Quant eg foe egualmente lontano sa dal const era il sapere piego dl och sa dal eonsiderarto ered alla porta mmadiate i ehlungue provi per 680 Sislstod interes, lo moerailseguto, quando cont camente precisa che quel rimprovero sdovrebve conte tere qualeoss di sconvenientee di definite, im modo tale che, se fsse motto, non consendrebbe pi lean fxcoro contarion (0). (Qs; Hegel non intend slant difendere lie di ‘us serittrain quanto saree lal peculiar. Noni iioeo la digit di un autore, malo sata che itn {Biagio assume nei confFont del Conceto in al wee rin ln maniera coa la quae i conten flow perviene 4 rappreientaione nel ingoaggio, Queso ei problema dello slo del caratere dla sestira flew fox questo & il punto allateza del quale Topinione laments la aici ches proverebe ne cpire un bro oso 1 flora, im quanto x expone linguisticamente, ‘on pad non esprimere i uo cantenuto entra forma ‘propsionale Ma proprio tale forma appareinsdeguats fq preventarione del contenuto specilaio, Nello {conto ail conto ela forma dela proposione che legge, opinione rests confuse per comprendere ade _guatimente cb che nella propossione ea inte, © foaretearleggeria en rimeditarla sila sed quanto nel fstempo tate espoteeLapropotiioneSlwoticn, poiché & propersone, nega opinione de rapporte ile del oggeto e predicato, e del eompertamento ‘onsuelo del sspere. Il content filoofco della pro- posizione disrugge questo comportamento e Inna ‘pinione opinioneexperace che intends lriment fda come ess intendeva e questa cortevione della sua ‘piniane costage i sapere a dtorare sll propos ‘lone eda comprendera, or, diersamentes (0b) ‘Qualeearcbbe i erapporta abies tr woggetio € predicato a ca a feruce Hegel? Che com dabiamo Intendete per scomportamento consueto del sapere? ‘rovamh a pense come awiene la formatione a ‘ana propossone neal ad un soggettosatubulscono ei predica. ‘Generalmente, si presuppone di posedere un'iden, per quanto aga c general, del agg questions. Ve Sto ces vata di flsofa, poniamo che questo ogee ‘prima Faso Nol possediano queso asluto come (38 vert eat deve dntgers i nentroaforzo conosco. ‘Ora in quela parol sawoltos, non si @ deo ancora ie doce in ele lesson sa, owero ch che ‘om noi dabbiamo intendere quando Gevamno sit promunciata quella paola La darn die che Folate propeamente sla, dowebhve eer! fornita dal reiet che viene con exo ellegato. Ponendo, ad ex, {he Tassolao sa ose nol toviatno ent soltanto ‘gelesen, owero nel predict, db che perdene a {Quel sogget. Ai, questimo non masini se ‘on vaghe aspetaeoasocaron, prima che predic to lo detrminane no sua modo deere (cf. epm 23, PH20s, F175). "Tuto, come awene I selerione dei predicai da asbuie al soggetto? Hata accade, se non vuole appar ome eaule oarbitaria atraersavicerea dos, on qual argomentaYattiburione oVescusone di lan determina prediesto nel confront del soggetto presuppose ‘Una ota eto i predcato,Popinione viene di aer hinsodentmente eon col soggeto proposisio- fale ed poterlomae in sf ofero di sinclar dal ogee, In eu conoscenra gl sata fraita nel pred ‘ato, per valtare atonomamenteadegusterra meno (tae stusbusione,casninare | mod che ad ese har 8 no condoto esprimere acordo 0 diceordo all termin,Topisionestene, una volta perv nya llaconoacenma del predcsto, i poertornare ad ‘ercitaré beramente il proprio agionament ed sb ‘ras cost del contenuto deat nella proposone trata. Esso diventa inf solato i say neste ci Fopinione fa seorere i predicatescoyta el ‘Rison ‘Ora @ proprio tale Slt ne confront del contenuto he Fopinione wova fpita nella Letra dh un testo ‘losoteo. Ta quest limo, int sl soggeto non compa reall stegus dl suppor immobile peta a predict ‘heapparrebbero nel suo confron indent ee ‘opsnione speteree ati o meno walls ated ‘moth. Alcontario, poche roggeto dela Hosoi CConceto in vere di Univerale concreto, ewo nen si lai pra dls predia omer dale determine ‘on ie swige th quel prediat, opinione non [puo dungue semplicemente toate ins, per abbando- ‘ar alsin del suo Ronn em tom a peditae-osacolna, over subsice, con esresione di Hrgel, un emraceipe proprio nel predcsto, quando eda di ser chino cons ol roggeto, ema tora coral prese conquest uizo,eimece di tomarein se, Slvede costea a indie in quell, omero a el omtento meses (tcp. 6; PH 42 5, F495), ‘La proposione fleofica dismugge cat a fora etl, propedsione aiarery fl sam tenon POE mostra nela Toro int quel due termini che a propor Sione lcerebbeintendere come semplicement dif ron D's parte, quella disrarone non comport i ‘oro ¢ sempiice annilament dels forma pea vit {neno dell opposiiene ede opponin un densi ind » foitae pov di anoselgineno (ce gy. 61:FHA8 5; Fats), Plutoso, Ia proposzione viene a subire quel mede- Simo nplgenento diag ee abiamo vito craters rei araiocome figura prdileta del sapere. Nemmeno |i proposione pu esere pi ines in maniera pars: mente nrg compe panagyo wnidiresionale dain eto a un predict: inquest ulime, ina, prime s ‘trora nell'denth com xe. Ans, se prim, owero in ‘ested sogget, posedeva tale identi soto alla ste gua di wuoto presupposto,adeso, nella dteminasons he compare & predicato, in qullidenti con sf 8 & per la prima vol pst in quella detrminazione, 2 ‘Beakneute dato wa contenuto. a Voredetesimonia di questa inidvebi dla gomentare flowico a proceso dimortativ lary ‘monrando nel tesiar pid ampis din intero ceo ‘quello steso movimento che colavage a proposiione ‘loro, costrngendo il etore a manna 63 che ‘volta inyola ta sro, Col come casun caporerso, ‘roporisone o priodo sl vchiudono, nella pence del foro sigaitiato, slo alla ce dlinero che s va sol |gendo allonteso modo ques ula sriewein ogo 4 quel. Hen hai Pon, che non sprofonda nella nate dellndisinsione, e che nelPartcolaione delle die 100 Capitelo 8 POSIZIONE DEL. PROBLEMA 81. Come va ates Fast? Lopinione comprende la diversi dl sistem oso fic non asta come I progreaivo wolginento della ver 18 (deforicrtend Eth de Wath), quanto ali ‘veri vee stant a contradiziones (cp 2 ct) ‘Da cos incapactti dell opinion dtm a dipende- 1s, davemmo ofmal sper, Ancora nen sappiamo, jnvece, che senso stibuize «quel «progressing svg mento della verity ‘a un lt, sera atari dun senso dstint vispet toa quello dell Universleconcretae del procemo a= ‘ero ll quale ques limo evlge le se determinaiont Inambit aretamente amctuals oreo in quell che (questa Vora chiama ji 0 fla yeaa (ep PH 30,F 30, Dalal, @ xidente che 'Univerale coneret non potrebhe ariclars in dems sel Glos, dlspost {raat in manirs tale da arcchire progesioamnde {Tcontenut, se gi In se stesso non procedese per lbppe of inccrporedone di iomentl sempre pe ‘omplesse areola (owero sempre pit conor) TH nod cul siamo gq peti rane © quello del rapporto ta sna esta tra elevaione della filosofia ‘fetiema della selena © sapere anoluton, dt uta pane carat temporalmente diveniente dela vert ll soho sean, alata I pmo elemento che dobbiamo porre a tema, ia quent sens, & la suture ilelgce propia, secondo FHlgel, deta ragione (Venu). Sentiamo come epi ses sos expeime, in propio, nel epy. 22 sla ragione & Teer conforms fine...) Ma come anche Arle ‘etermina anatars come operaeconformeaun fine, i1fine €Timmediato, ui, Fimmobil, che € as tno los con gtr (PHL 20, F162), “Anche qui, 6 troviamo ale preze con un brano al rente statist, che presenta avers vl appro- fondimenta edi lewara possib. Vedlamo intanto a "iprodumme, schematiamente, i pastaggi. Innansitit, ‘sto cominca con affermazione secondo cil agione BE epra cnfrme ou fg qin, segue iferimento fd Arintocie ed alla nia concesione dlls nara e del ‘nso itil: infin, Heyel interpreta ques lino ome seg La conclaione appare dunque che per pense il concetto del fn neces rcondaro His norene dog ‘Ma che cos significa, in questo contest la parola ogg sidenerente non soggetoempitin eto, bens quello che ormai eonoscamo came Universal ‘oneteo, over come Coneeto, oreo ancora come ‘ert, lute svatinito, movimento dll Aspetug, ‘he abbiamo vio exempiifeao nella metafora dlls planta, indica infatehe Ta vert & proces, mov mento, dvenze a tale movimento Hegel aes faite Fimento, quando impiegail termine mgrtie Potremmo Serine, per non scumbiarlo can Ti ito, con law ‘alucol iver & intro, ld & appunto perché ero & Aufl ma poiche vero & Aufbung vero &Soggetto: Secondo lama sone, che x deve gus ‘ore soln con Tepossone del tea ses pend {ato dalimtendere edalespeimere i vero non come sstnen, Bens alretanto come Saget ep 17; PHL IFS). ‘Nella proposicione del ep. 20: ero &nteo>, noi non abbiame tomato se am la fermulaione, dal panto ‘ivisa dllasuarealimsone efferusle e conte dic ‘hei ep. 17afferma intent dl conecrone generale dela yerith Ma notamo follasone chews questo puto ‘onvaddisingue i periodare hgeliano. Dippin, la Iegasione de nero ccome ston spare caress con Medsone, e senza atenuaiont. Hege dé nom dic! ‘ett dl pensre i vero non soy come stay ma aint come sogget, ens alferma, con ia neg Fone asta, chet vero sempicerent nova pens ome soxtanza. Poi pe, quand stad aflermare Ia ‘pepriavione, eli intoduce unatemiarione, che not fra sata prepara in precedenea Hoge feria inf thei vero va pensto alan come soggett, owero: ‘om solionts come sogget. TNelPesser penal come seguro nega a de lemminasione dae che lo idcem a semplice ssa ‘ed abbiamo la prima semple nepaione ‘Tutuvia, aspeto dela satnvalit aon pub exsere semplicementeftoin uel ver, che ora woe intent ‘ere ed atfermare come Soggetio. Se cot fst, teat terebe di conreppruna sone airs, un anine a un'azs ole, quel vero non sarebbe neppare pil tale, poiché si allermerchbe asratammde conse ab pol ostanziale, che recondo la loge dell'oppriione ‘errebbe poste ello sesso momento in e fone slo ‘laren negate. ec Tepe sosamnledevener ep, ma on tenpicoete; bento ean eam de Aang nccthune roo tlt apis {tn dren sperm «dong ane ome Samco quel wr che de scandocome ogee ths A quan cll Faatnce pen Swe delo entre citar, neal, Ttutca di quca pone ogo alse, Fiche eau quel alu non casa report nprecdent nn ny etre contestant sis ody in quanto nog che tends iment Su come 8) iene; per co dre dt, dl' ems que priors, neo. {feat rappono dln sta del Soggeto ache Taney Diquat alaetanos Inco per co dra per Sn recent roars spore ta ‘nae un leur anche dees ¢ meno anode Poche indent, Fasinmeri che coneadding ute psi dl pnt nel a pone Eoonta, pose ogre lined tare She icon non i oeppse con proce fmnicmpien cares om equa de Agere “Renfree pone dle ee pe can procede non neat pee hatin ovanas aed dl, che pate commpiss no moments gus sles corona dee negvon deaflrmaton che sae ate ro. rn lng solamente deco per to ato Ea stems eget tee ingen Ceuta Sige pore eer Same SREorre Se Somme por mn gira, cestingerc forse a roman, per la trea volt wu qu Yspertura del didanetsimo eapovero, Peche a ben gardae: non slant neem pot intedere hein quel periodo-s comunicaa ia manier divers da {qta eo elletarnente nom intend nie! psi Adopotrebbe comunicare qaleona dl sicora dm pet ‘oad che eso sesso, aa oll, non intendeme cf “Ad og modo, assmendo che i yer dan ato no 2 (olamente) sosansa,poich devewere ine ed eater: ‘9 altanto come Sot; e intendende tle rapport ‘elsenso dun auperamentoche tole conservando, od ‘mn innalramento che conserva syperando,nsuls che la SactoeaVene ricondota al erzzonte dell gti ‘Abbiam visto quale sia i nego che quest lan er rine astume nel contest di cui sta tratando: ewo & Imedesino di Coneeto, 9 Usiveraleconcreto. nv, ron sppiamo ancora che co sige preisasnente i termine stostanza (Sultan) Hegel clo dice nel prio Ao patoxo completo che segue! la sostanvalite ae hit in sé tanto universal oI madi dl oper Seo, come anche quela che 8 emo inmediatezz por aaperes ib). “Tle deinone della norone di stance presuppo- rnecome anenuin a olionetasendentle Kania hela radicalzazione che ad ets era sat impres da Fiche. Abbiamo vito come in questo i see fosse stato posto a principio mypremo del dotting dela selena nella forms dell tases aaa, om ‘ero dello che pone incondaionatamente se tro {Ge lsu prope aude pone tale mo etre fro, lorero coniente dé fnel ato in cul pone. Tm cle eguaglianzn dello con se, hte tenta i pensar unit originaria che deve necesssiamente sta Fesfondamente dite le ulterior disinsion, afinche ‘qeste sano pom. Tale principio noa rappresenta pereid solamente it convenes dell che pone Fe steso; Bena! In par tempo, proprio per questo, e589 “enecerarimente ident dl sopyetae del ogg 1 & tle asolotmente senza vlteriore medion (Geue 1704/05, p. 26; FDS, p. 81, nos aggiont alla seconds ezine dela Gnd del 180) ‘Solos port da ques posone, Hegel pad arcls. ‘rela nee sora deconceta di sostanza che, da Spinor, {unge sno 2 ai A proponto di Spinors, el sccenna Sent nominario al fo che ls a deiione dk Dio ome unc sora indgnd epoca incu tale determi fsone fr ennai, piché con i au visitor ct peteepiva che in que sontanra«l'asoconiensa ® sl fanto anda fondo, nan conserva (G17; PETS, F 13s); owerosa rent ocuramente (Hegel pod expe ‘mera ia ques termini solo sla ase del formulaione he di questo problem aerano consent Ta wet Wa teendettal, le iche alo spinor da pare di Tchte), che fn quella sostana Spinora pretender di [nse n oto aume,sensa lettre a sa Vola se Yue, che quelTesere mea posto © feo © ancora senza ileere il spr, dal qual eporit quale quelle era sao pos Tmmediatanente dopo, Hegel precisa che, ll sts: so moda in eat non & sonenbie volerscparae Vie {al sere, sietancowilterale esata appate tentatww oppost, clot quello di separae it sper: dal Fewer, oreo a aolutzzare, dl contro alla sostanea, |mevimento pro del ones Tale pose, meramente contaria (dar Cadi) 106, ‘pet a quella di Spinoe, ise i pensar in quanto pensarey (iby F 14), scindendo dungue sapere dale ssc. La Diff det 1801 anes in Reino’ i osenitore di questa dotrina, che ayes trom I sit rim formulasione nel Compo dt be Bar, ‘cto Tanno precedente. In quel saggo, Hegel erica ‘ale conceione in que tern ll pene i (om ‘vin Renbld- (2.2) non ident dc sagged og eto (), ben Foggeto @ una materia posts pr‘ Dense ei pense pertanto non ealrg che un ogg vcs (Fogel 1801, p88, SCs. 108, pena nn ate dew pti ower wn conta: pose, un fnto, un at, qulors eso venga sparta Galfesere, qulora donque Hl gt che pense venga ‘conerpito come sepaato dll go del suo pene atcamno dungue bene atesone «mn ienticre questa porsone con quell di Fite Anz, conteappo- endo Tasolatzasione del sae quella dll em tembra qualche Hagel yoga rallecre, su questo nto ale agomentnon da sont ela Die Sob dove coneerione cana venir igorosamente ‘sine da quella qui im question, per pterewcte ‘icacementecolptain quello che queso gga presenta ome il nucleo profondo della dowrina dela wien {ot di non ser toto penaren6 il pene senza Pes ene essere sna l mpere, bens Torgiarined sso {2 wid envambisma di non euerersaita nell impr: si peravernuovmenteinteso que nit cone gen fageto sagt per aver dunquevistetlo oe ani ‘lPambito del sco [Nel ep 17 dela Vor acta dla poison ache fsa pensarein quanto pensaesvene tava condota seguendo un divers ableuvo, Per eeeare dintendere ar quale, pud ere ule, da parte nostra, apprfondie i oso paso indiewo 82, Intuldone tascendentale ¢ Hllenione nea Dit. erecta Rlcondamna come Diflmescerappresentase it nel mo solo, Pemunciaaione duns prospect flown per cet vers india, e ose non del wto consapevole Sil steno Scheling. Qued ultimo avers infat sno ad Allorainerpremto Tevoluione del suo peasiero pel Sento du’ ets del princi iealitil dll aioe © della kid da alla natura tale da contiguare una posivioneautonoma, ma non incompatible pet la Sehtiana dotrna dlls scienza, ‘Viceversa,obltivo di Hegel venta imostrare che 5 tayo flosofesdell'smico non rappresentano un fempice completmento ed smplamento del sisterna Sdhtano, aé antomeno il mero =perfesonament» ‘quale Schelling, secondo Toten parse dello sexo Fiche, ssarebbe linia a vole cntibuire in relaio. 1 alla dosrina della senza; bens che Fvisulad ines ‘onseguld eonducono in real fur ale Verizonte Seterminto da ques tins, 1 Sion del ealisno tscndetale, che Schelling pubblca nel 1500, © la Davillng meiner Sponsor ‘Philsphig detTanno seguente,costuscono pee Hegel Ja prime espsonstematiche di una Slosofia che nom 4 area alle oppossion’ fiehsane di finioinfnto, Soggetoogget,spiritonania, bens le eogie ne loro seaturie a una originaria ed ure tent, che Scheling dichiarva conoxctile non pi per via concet 18 w aa tual € disor, henst mediante Patt del! intisione fridlatuale Ala lool vena coat Glmente mostrate laditeione per user dalla Smog Tavera co ‘nara dan lao Kant, quand wera negato valve como. Sei alle ie della raion stews Ft In como sccara umana all'ambito meramente eipiico © foramen dalla To seta Fiehts, pando non ra fin apace di unificae into e infin. ‘Nallesporelsiemafctiano,e al confrontare a quest limo quello schelinghiano, Hegel prende du Ae apertanente Ie pari dt Schelling. In pa! tempo, (ldensiando come non si posa ort it paar di empl -completament>o sperfevionamentin, el i ‘ende afermare I tonomi cx a noe filowoia¢ pe vena, e Finsanabile fata che cons &prodota 1 ‘ett ala prospeutna eriteotrascendentale dl Kate di Hehe Lobiewivo del sggio heglino appare quindi ex dente! dtinguendein yn ci principio tattered Fete sistema di Scheling,asumendo la posrione dello ‘i conoa quella delfaltro, nonin loco sempicemen teu problema di cometcaza interpreta, ben, bet pit valicalmente, la dimortrarione che la owls @ Tralmentelsciata alle spalle le opposiion® frie che Tavevano vincoat alls cononcerien del fe & ‘adesso in grat, aman inde a ela dl dagetins che ‘recieve la ivtuiona kandona di lappropriars dell, ‘onescenza dell sslato effin. ‘Si pud ben comprendere dunque che Hegel, pur ichiarando di Unitas! ad espositonie confront tra sistem altri, proprio atrecane questa stemtien i texpretarione espema il suo pervonale punto di vt, ‘ole confront al soma di Sling 00 Ina termini ato che Hegel present come cou ‘igo nna a Diffrons tra ve site, e chee park tempo intenda tle conlitto aa afore ai quello “schelnghinn, nom sguiea che di ques ulimo el, ‘pur condvidendoneisirazione e bien el fondo, se olga in pr tempo fate le solusion. Al contraro,po- prloatrarersl senffoniorePesposicine del penaera UE Scheling, Hegel ittodaceformolasion «impos ‘olovone dei problems specu secondo Tnee che, Tench in questo teri non a trovno svluppate nelle loro conseguene, producono comungue uno sat ‘petal remain nome del quale 5 presentano, ‘Qui, powsamo segnalare soltanto quella forse pid riteyate in rpprto al testo della, Ve, omero Ik ‘determinasione che Hegel frnisce dl conceto di a {ola ire ak quel, a4 eo elles, sine inal "Nel Sim det 1800 Ia nosione del asoluamente identicow vene da Schelling intew come ll principio fseoistor dll'ntera flout In quant tale, eo & ‘punto anche =n astlutamente sempllces, perid Svat ala posse deere ant seomprese quanto ‘Sposto per concetis, Gib significa che Tasoatamente ‘Meatico pub ewere soltann isto, e tale intazlone “pub ewer wlan uaatusione non senile, best iMtlletuale, in quanto ext non sha ad oggeto N Fobieino afi soggetivo, ns Tawolstanente dente on ne soggetive ni iettnom, Tale intone rs presenta per Schelling oF ogano data a oso, Thu, polché esa €unintsione emeramente a= tera, che per se ste non pud dieatare di nuovo ‘tts pote strat al dub d =ripoare ‘di uniluone meramentesoggetinay, se nom fos no ‘wna ssecoia inuziones, che me cosuacs la Forma bitte peri aso cniveraiment rconoscitae Tale seconds» intizones rappresent, pee Sebel, relate Gos egfl pud define Teintstone exten: ome equelaintelletuale dent chictvar (cf Shel ling 1800p. 624. € norm, ST, p. 2985), ‘i siamo dilunga su questo rano, poiché exo ben dena nom sotanto la formarione del conceto dl. asoluto come sasotamenteidenteos, che gia peril pensiro schelinghiano del period immedintamente accesso vers 4 cosiuie, sot il nome di alle Sdenity it panto a volta della concezone Blosfea © detTesposiione sistemas; bent epic con ciate sail legame che vincola ln norione deldentih org ‘arias con quella dintisione inlet inti re ested, in quanto forma abietata dels prima. Nels Dank del'anno sequent, Schelling pce della contrurione del mo sistema partie dietamente ‘hidenid asta, ches dale prime bate del opera fe determina alla lace delfdea dri come eotale iniferenrs del soggettive del oggetvn (61). Poche leragione, in quanto asl, 2 ina mayo ct m0 con Tienda smoltar (§ 9, cd viene a direc solo la ‘tegoria ch ndifiromaconsnte dl pense alone ‘ua propels erga, onero eli wn eccedenza ‘petal eppostione di oggeto coe. Schelling BOL ssp pp. 114. 118, bpp. Sle 38). ‘Ora, cole s expr Hegel nella Differ sa questo modo deco, che rguarda dietamente fa de ‘erminaione del concet danas, cod come i mado fel ager che lo comeerne? ‘roviamo arlegere, con la uingatera che neces. simpone fe pagine che apronosleaptnn «Confront m ‘ral principio dela osoiasehellinghlano e ichnoe (Glegel 1801, pp. 8238; SC, pp. 77m). Tegel, con tna dihiaasione che intende afermare {ka subit, inmanal a euore, che samo perenul ad wn fro smbito di pensero, pre dicendo che, a ilferenza {quanto aeenia in Fiche, oil prinlpo del ents ¢ 4 prindpio avolio deliniro sistema schelinghane ‘loose ssema coincidonos (Ib, p68 SC, p. 7). Ea prosegue mosvando come, ~per tgiere kr csiones, Embedue gl oppo (owerosogget © oggeto) deb fo esee a loro volta tte come aed a deputatai Scheling lk noone daldendt cat: ve vengono {ol come soggeto coggett, in quanto sono pos come deni. Nelfasoluta identi, soggeuo e oggetto sono seri uno altro econ od annientas (5 SC. 78). ‘Tutava, Hegel procede sotlinenado la paral questa dione del sogetne del oggetoneident- ‘asso poiché sno aquesto punto guage Mosore Jn gencrale che non race a pervenive a astema> (), 3 quate content dl lato negatvo, che sprofonda ogni {ito nellifatos (Ub) Ta altel trmint perenie tegimento del opposzionetamite In sprenine deg ‘oppo, ei loro annulment nell oyiarta ei ‘entrambi, 2 un momento sennizo Recesaio per Ia Also, poi costiuisce I superamento dela sisi tevin oppo edge liparoment dln dea (titel ivece Fete testa oxinatamente legato, "Ets, tle dracon dl fro costsce appar to slo wn mamta, owero eae a filowofa non pd tures. Fermars qui sigaicherehbe infact {fre in par emp a posit del se eanque tants [ila possbliad eondurre questulimo a ssa Hegel pore deface quest aspeti del Glonfare pur | ‘amente notin, in quanto appuntoannullae distr: fle Bere, ma non consente, se suwolzatoy di FitGtare propramente tn spe: ste questo aspetio negative @ exo stesso principio, allor eso uot pd Ietier capo al sapere, poichéognt sapere, da un ao, ‘otra in pri tempo nell fers della fntetae (ib). Tal termini come non & posible ima da a- ere senza ape, cost non & potibile mpere senza de feminacioy,owvero senza che da un Ito eso non ent sellasfera dela iter, di i® che appa in quanto eterminato €Fimitato e in quanto lito & fia ‘Necesario & dung per condi i floware a ema, dsugges opposition ein in east oppost ta alitnto necestaro & om arma a tale apetio ‘meramente ngatien C38 & quanto tnece fa quella che Hegel, con tein che pure a ritror lpm 7 dell Var chiama Sdséman La fanaa slate rea queraintsxione della hice incolore> Gi). ‘Ora, Scdmer® propriamente esis che, pro- tesoal cogtiment inant dll aol, brian gue sta tensone esperiensale tito cia che ete corned terminato finito, eto cid che lo oxtacol nel sd Aesderio dimmergerste smile nel wi del fat ‘Voglamo iperare wn nico eetpiod'impiego non Inegeliano di questo termine, perene non sll in sé significa, ma perce anche atene divettamente a Fordine dlie quesion! qui wate, icordiamo che i nostro peiplo atom alla Dit fees © comsincato dal problema dell trast lone dll sostanza in Soggeto, che clea posto nel pe 17 della Verna e he a tale Iuogo exo dow + ondurc, La nodione della sostnza camara in plo, ama volta, nome di Spinoes. Ort, li filewta di que. us limo era sata al cento, in Germania dl furtbonde polemiche che, aperte da Jacobi sla corta a quanto fq avebbe appreso, nel corso di un eollogo att ‘cn Lessing poco prima della morte di questultino, fille spinorimmo che Lesing medeimo gi arebbe ‘manifexamentedichiarato dh profesare,Hnirono ben reno col coimlgere question pid general, gua ‘and non solo natura della flowofa di Spinows in ‘apport teem e atesno, Ibert fats, e cos tin; bend convoglarono,ateaserso a dscusione del pensieo del grande olandse na sere ch problemi ¢ {kprespetineatinend Dio e mondo, Hosoi eigions, ‘spore © fede, coinveigendo persnalits quali Goethe Herder, olue allo eso Jacobi, e cstimendo eo una sorgente tural che accondaria tra quelle che al ‘mentarono a nasi dll'ealion. Pu Flerder che, per eifedere Spinoza dal secu ser formlto wn stems che dovera condutre, se Sininto ino alle me entreme conseguense ll’ aeime fmero alla negazione di Do e della religion, da un it, ed al fatima owero alla negaione dellaiberthe detfagice morale, dalfalero, defini Spine un «mete 2 racer Schwarner (cin Veer, Hoa, ‘Torino 1963, p. 123) Eg iatendeva cos eidezalare ‘ome Vepione fondamentale del 30 stema fee ‘comtadiint propeto da quogl peti che citi de Inspioriamo, pri fx tt Jaco, volevano diostare ‘ncompail ol suo penser. “Tata, n quella defiatone herderana, ce viene ernaulata nell opera Gat. Bin prac (prima ed. 1787, secon ed, 1800), scogliefrse co dun sho che lo seso Herder avevain precedenza conosco inter ‘oa pensierodiSpinors Nellis tensone metafsco- Tr ee ete ieacae fee Pine conmo cof scene ac open eet faa aoe neat eaaeaarrere eee Encino gfenearae eee ane a Sek carers ok ek pee oceans o ee oetetaneerare ee ae eee pe chet Seema ete eee as ao Sener Sienna pie eee aad ieee ene Sicascerengen creeeccumese Signa Fence mean ee ee Seruecantfens ns etrgge wee pt ego Sinope bene wa Tals Yor a cones, Hegel 908 mtr ler cee Pasar Slepocs twa ct ‘Sant camaro eae ant: Secon, empresa ‘Sms al sy tan le ter piopathnen pashan fo ‘eolata cane co ect hc endure po {Enec mola come cne enmr ropa Foci qututine w emrine qua soatouna Tip ropa esate sce no ok ce sg ie -notmene seperate Flee Sse ‘wns tonne Schl aie pi poral de meee lips det ve eur ch ga nag nl Tone Serna ifn, gota no Clones eo Ma non testo rn a Yon Vero lnc Soe ge aber dele eam nein Df Aas et che ele ‘Sins ana pom aire tmecon Fon comet gngre aeone Crap, anne altro un same hs foe restos oper Hog pod fu aged Sno ene» goa Etna acetal ur motets oe ‘oper ceo cmt emepce eg 10, Pesca ale ropes dt'itason inet con Yas opt mips no ud on apace Ine nips menus ae 16 oli sgaitca dire: lmitxione; ¢ dire linitzone, Signa de: relasone con alto, dipendenza da alo, nia fnteza,dlcontoallunith all acaulaceche Der quella scala fantasia stata ck coglere imme ‘iaamente mite annullamento del dain, ‘Ora, per indlcare il rma conctiva che quel "acral nts ragyiunge nelle oreo conte db ‘ees meramente apinad pomederee dlsapere, Hegel pega del termini, cui Tumportanza non pu vente sovtolinestaabbastanza Fal pari cot dina itusione elite incolores: « damero, in questa exresone, ‘ogni parolaandrebbe atentamente median ‘Nels Hegel non presenta ina cia ‘plc di ianioneintellettale di Scheling nant ‘meno identifi questa intudone dela celta fant site conc che per Scheling cova -crganos sew el lvoe. Tate, limitandoc ad una psa Ai caratere terminological implant concettal ‘ben meiterebbero dense aluiment miappste, note to come Hegel impieghi, © proprio nel entes pit ‘oncetualmente dees, il termine di tenamdoile “Anshun over d intone rascendentle vec ‘gallo pit erent al testo 6 vo, di nizione cling Giiamo ad es. atime eapoverso del caitlo che ‘samo estninando, Sata un bro parscolzmente {ndcatvo, poiché Hegel aceinge a presente, forma, (Schelling TSOP, loc ct, Coen ml, GR). Viewer, gut Hegel pala espiciae ‘hente de shictiarione che intiione eacendenale produce in rapporto ae sesa quando s esta nella Foran dlls sileione loroSea. T fatto che Finubione tacendentale pervenge @ stietcor tramite resione implica perio anche Tin'accentuaione pit marats della fanzine chelate fission viene a eserctare in rapport alla conoscensa ‘easoluto. Seheling, nel pan cat sopra avers Achlarato mon necenare neppure di dimodrzione> Timpouibiiea tanto di scogiee, quato i exporres agolamente identcostranite concet. Or que- so colimento wramiteconcet=cossponde alla Dip fooscnipegeliana il ermine rflasng asi seria Zone metodic, conseguente «sistema, condota 8 pare dalla ronsmdontle Anche lle ‘Sone propriamente flops Lintulione uascendenta enon soltanto dunque s! obit, bens wi bietiva proentandar in forma d ifessone. Tm modo, Hegel pone le bal per un intennen to fufcament detonate ellison intellettale, poiché tuo che in wn toon awenga nell fi ‘af comporta che esa ata dall'sbito dll tne ‘seoneetiale interior, entroi quae restr cllocata {im Schelling. Poiché nella tesa’ owfia Tituvome Stelle periene a quella sett nirersimente ‘eonosuta, che Scheling tener di potrleatiibu ‘esoloin vir del Fina totele tale venta ‘concetslmente determina in rpportalasua eo. Alone sttematcn, Ena non rea pit qulcot d'sntenos e perc st sone, soggeua a dubbio dl tones e dell. {anno Il suo baneo dk prova& la fra da soma ch "Hein anata rganizande co come, veers, Ver Sere una flosoia bata © meno ml principio deliden- 1 asa deg oppost, decide dl suo exere 0 meno ‘sfenuin prota dela specuasones (Tegel 101 p.7, SGip. 00) Peri, Hegel pad onoscere che la lvobia <4 Fiche» porsiede un cartereateateamente specu. ‘vo, poiché & importa sala baw dela sntellektele Anschauung» (i, p. 764; SC. p94), megareimece le caraere al sis in el ssa realization forma d exponsione (Dotlung) Certo, dacoro di Hegel proce mosrando he le ‘lost, ints come aitteasnedfotease sedan fusion rend, © ttenéa ancora econdionate, poicke &comunque il prodoto di unatiia comps al epata fldane Strata qn ancora dina obit tivazione soggestn, alla quale non G's pub arrestee suo olvepasareFarzzonte del soggetooggeto pi ‘nents voggetsvo del stems fchian. Perc Ile sone, per coglere intiione wascendentle nella purer, deve ancora astarre da queso soggetie, ‘fiche ea (Tinie reson Gt) non Sa per Send sot nd opting ne atocoscienza oppenta sa ‘materia né materia oppona al atocoscienz, Bens en td sual)» (by p77 8, p- OS arate mi CR). ‘Ma appunto, anche quexo cogimento dell identi ‘solu in quanto principio orignario non pud andare ‘Ggiunto dalla poasionee dal rganinzaionein total ‘a Sstematche de different, owero delle Gaiteze ia ‘quanto al del nocidenticn« velativo. Solo Taccogi- ‘mento dela ifewione a momento integrante dente ‘done, che in Hegel chiansa uascendentle, consente inti di produre un sr dell sso, che non eon fonda que lime co a sce incolores eu lorie a Schade, nscambi I ntusione che di quella hice s econtenta col -prncpio asoluto> deavtentea «spe ‘aslner, ‘Percip Hegel, contro Ia Schae,pd aflermare: “Neasotua ident tote soggeto oggeto, ma ‘ich es sna mle aso, nt ses tmp sss. ‘noe queso loro susstere& cb che rende poste un a0 ae sapere, poiché nel sapere 2 paniabnate posta Is lxo ‘eparsiones (by p. 68; $C p78 cio iy GR). cor: «Cor come ven ft volte identity altos (ees fata vale la prac.) La lowfia deve fencedere al separa i dito i separate soggeto © foggeto, ma in quanto lo pone asoatamenteinseme AV ie oppostaallsseparaione,eaaloponesclento ‘ome condizionato, coal ome una ale dents ~ che € ‘ondionatsdallannallare degli oppor @ anche folesmto relat, Me Tass 8m eid et denies oppor of exer xno ent _poronamentin eat (OSC, p. TBs tno CA) ‘Quando Hegetecrivewrandeendentle Anarhatngs, ons tat allora dun mutamento terminologico che Jani ina termini concetal del problem In questa