Sei sulla pagina 1di 2

Università della Calabria

Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica / Chimica - DM 270


Appello di Sistemi Elettrici/Industriali del 4 Febbraio 2014
Prof. Daniele Menniti

Esercizio 1
Con riferimento al circuito in Fig.1 determinare l’espressione nel dominio del tempo della tensione VC(t) e
della corrente IC(t) nel condensatore e tracciarne l’andamento qualitativo per t>0 e il valore assunto per
t=5ms, 20 ms e 35 ms.

R1= 7Ω
R2=5Ω
R3= R4= R5= R6= R8= 10Ω
R7=50Ω
J1=10A
J2=5A
E1=100V
E2=200V
E3=100V
C=50µF
VC(0-)=168.5V
t1=10 ms
t2=25 ms
Fig. 1

Esercizio 2
Con riferimento al circuito in Fig.2 determinare:
2.1 la corrente I e la potenza attiva e reattiva erogata dal generatore J1;
2.2 una volta nota la corrente I dal punto precedente, si calcoli mediante il Teorema di Compensazione la
nuova corrente I* che si ottiene quando all’impedenza Z6 viene collegata in serie l’impedenza Z7*.

Fig. 2
J 5A; J 6 j5A; E 5V; E 10 j5 V; E 1 j10V; 1Ω; 2Ω; 4Ω;

1 2Ω; 8Ω; 3Ω; 5Ω; ! " 2 4Ω.
Università della Calabria
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica / Chimica - DM 270
Appello di Sistemi Elettrici/Industriali del 4 Febbraio 2014
Prof. Daniele Menniti

Esercizio 3

Con riferimento al circuito monofase illustrato in Fig. 3, considerando che il nucleo, di sezione S, abbia una
permeabilità relativa pari a µr (con µ>>µ0 ovvero flusso disperso nullo) ed ipotizzando che sia privo di
perdite per isteresi e che le perdite dovute alle correnti parassite e la resistenza degli avvolgimenti siano
trascurabili, determinare:
3.1 i vettori rappresentativi delle correnti i1(t) ed i2(t) e della tensione presente ai capi dell’avvolgimento
secondario e2(t);
3.2 la potenza attiva e reattiva erogate dal generatore e1(t);
3.3 la potenza attiva e reattiva assorbita complessivamente dalle tre impedenze Z2 , Z3 e Z4.

Fig. 3

N1 = 150
N2 = 50

Z 2 = 10 + j30Ω

Z 3 = j15Ω

Z 4 = 5 + j15Ω
π
e1 (t ) = 230 2 sin(ωt + )
3
µ0 = 4π ⋅ 10−7
µr = 600
f = 50Hz