Sei sulla pagina 1di 41

5° CIRCOLO DIDATTICO “SANDRO PERTINI”

VIA NEGRONI – 87100 COSENZA


Fondamenti antropologici dei diritti umani
Maestro Giuseppe Tricoci
Mail: giuseppetricoci1989@libero.it
CLASSE : IV

PEDIODO : APRILE

DURATA DELL’UNITA’ DIDATTICA : 2 LEZIONI

MATERIALI :

-PC

-Proiettore

-Casse

-Questionari : V F ; completamento
CONTENUTI :
Convenzione sui diritti dell’infanzia;

Art. 7
Art. 27
Art. 18
Art. 14
Art. 17
Art. 6

LUOGO DI REALIZZAZIONE : aula

TEMPO DI REALIZZAZIONE : 3 ore


LEZIONE 1
Ciao bambini, sapevate
di avere dei diritti?
Ve lo spiego in “parole
semplici”
Prestate attenzione!
CONVENZIONE INTERNAZIONALE
SUI DIRITTI DELL’INFANZIA

La convenzione dei diritti dei bambini è stata


approvata dall’ONU il 20 novembre 1989 a
New York ed è entrata in vigore il 2
settembre 1990.
La Convenzione sui diritti dell'infanzia
rappresenta lo strumento normativo
internazionale più importante e completo in
materia di promozione e tutela dei diritti
dell'infanzia.
1913 Nasce l’idea di un’associazione internazionale per la
protezione dell’infanzia.

1919
Viene creato il Comitato di protezione dell’infanzia.

1942 La Società delle Nazioni adotta la Dichiarazione


di Ginevra sui diritti del bambino

L’Organizzazione delle Nazioni Unite (O.N.U.) riprende


la Dichiarazione di Ginevra ed obbliga i popoli a
1946 seguirla formalmente . Lo stesso anno l’O.N.U. crea
l’UNICEF, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia.
1948 Viene formata la Dichiarazione universale dei
diritti dell’uomo.

L’O.N.U. adotta la Dichiarazione dei diritti dei


1959 bambini.

Anno intenzionale del bambino. La Polonia propone


1979 di lavorare ad una Convenzione sui diritti del
bambino.

La Convenzione sui diritti dei bambini è depositata


1989 all’O.N.U.
Viene approvata dall’Italia.
1991 Da quel giorno in poi, tutti, grandi
e piccini, sono tenuti a rispettarla e a
metterla in pratica, nei confronti
delle bambine e dei bambini.
PROTEZIONE
SOPRAVVIVENZA PARTECIPAZIONE
La convenzione riconosce
Gli Stati riconoscono al al bambino il diritto di La convenzione
bambino il diritto di essere protetto contro riconosce al bambino
avere una giusta tutte le forme di il diritto di vivere in
alimentazione acqua sfruttamento, contro i quanto <persona>.
potabile, un alloggio maltrattamenti. Essa Il bambino ha il
decente, le cure definisce i suoi diritti diritto di pensare e
mediche necessarie ed davanti alla giustizia. di esprimersi
Pertanto, il bambino liberamente; come ha
anche il diritto di potrà esprimersi, avere
avere un nome e una diritto all’istruzione ha
un avvocato dire la sua anche diritto ai
nazionalità opinione. passatempi e ai giochi
che sono indispensabili
al suo sviluppo.
Test d’ingresso
VERO O FALSO
1) Avere un nome è un tuo diritto
V F

2) Avere del cibo,dei vestiti e una casa è un tuo diritto


V F

3) Essere educato dai tuoi genitori non è un tuo diritto


V F

4) Pensare quello che vuoi e manifestare la tua religione è un tuo diritto


V F

5) Raccogliere informazioni dai giornali,radio e TV non è un tuo diritto


V F

6) Dire sempre ciò che pensi non è un tuo diritto


V F
LEZIONE 2
Pinocchio

nel Paese dei diritti


E in tutti i paesi del nostro mondo,
per quanto grande, per quanto tondo:
ad ogni bambino che nasce, si sa,
va dato un nome da mamma e papà.
Un nome intero, un nome grande,
un nome vero, un nome importante.
E fu così che a questo marmocchio
fu dato il nome d’un pino: Pinocchio.
Art 7

di avere un nome al
che il tuo nome deve
momento della tua
essere scritto
nascita

Hai il diritto

di acquisire una
di conoscere i tuoi
cittadinanza e di avere genitori e ad essere
una nazionalità accudito da loro
Pinocchio arrabbiato, Pinocchio affamato,
Pinocchio assetato, Pinocchio scappato,
Pinocchio che schiaccia il grillo parlante,
Pinocchio che dorme, Pinocchio sognante.
Stropiccia le mani e comincia a tremare,
sognando di un freddo, un gelo polare
ai suoi piedi di legno, che presto accostò
alla fiamma del fuoco, che così li bruciò.
Art 27
a uno standard di
vita ad avere garantiti
sufficientemente cibo,vestiti e alloggio
buono

Hai diritto

Se i tuoi genitori non possono permettersi


queste cose,il governo deve aiutarli
Tornato il babbo con pialla e con lima,
fa i piedi a Pinocchio più belli di prima.
Si mette a pensare e decide che è ora
per il burattino di andarsene a scuola.
Venduta la giacca per pochi quattrini
Geppetto compra quaderni e pennini.
L’abbecedario, il vestito e il cappello,
e via dal maestro, pronto all ’appello.
Art 18

sui tuoi genitori in sui tuoi genitori in


quanto devono fare quel quanto sono
che è meglio per te responsabili della tua
educazione

Hai diritto

I tuoi genitori devono collaborare per farti crescere


S’avvia Pinocchio alla nuova impresa,
ma dietro l ’angolo una grande sorpresa:
c’è il mondo fantastico di un burattino
che sta dietro il sipario d’ogni teatrino.
E non importa s’è costato una giacca,
tra un sillabario e una bella baracca
Pinocchio sorride e dubbi non mette
scegliendo il teatro delle marionette.
Art 14

di pensare quello di manifestare la


che vuoi tua religione

Hai diritto
Va verso casa contando i suoi soldi,
ma presto incontra due manigoldi:
un gatto cieco e una volpe azzoppata
che in fatto di soldi è molto informata.
Dice la volpe: “Ho un segreto grosso,
si va all ’osteria del gambero rosso,
mentre si prende un po’ da mangiare
si discute dei soldi, per farli fruttare.
Art 17

di raccogliere informazioni dai


giornali,televisioni,radio e
libri di tutto il mondo

Hai diritto

gli adulti devono assicurarsi


che tu riceva delle informazioni
che puoi capire
Pagato un buon conto, finita la cena,
cambiati i modi, cambiata la scena,
il gatto e la volpe da dotti e sapienti
si trasformarono in due delinquenti.
Volevano avere dal buon burattino
i cinque soldini chiamati zecchino.
Pinocchio impaurito urlando, scappò,
non molto lontano purtroppo arrivò.
Art 6

alla vita e tutti devono riconoscerlo

Hai
diritto
• Hanno affermato che il bambino debba crescere in un
clima di felicità,di amore e di comprensione.

• Rendendo l’insegnamento primario obbligatorio e


gratuito a tutti i bambini.

• Si impegnano ad assicurare al bambino la protezione e le


cure necessarie al suo benessere e alla sua sicurezza.

• Si impegnano a proteggere il bambino contro ogni


forma di lavoro.
• Proteggono il bambino contro ogni forma di violenza,di
abbandono,di maltrattamento e sfruttamento.

• Ogni bambino privato della sua famiglia ha diritto ad una


protezione e ad aiuti dallo Stato.

• Adottano ogni provvedimento per diminuire la mortalità dei


bambini.

• Assicurano a tutti i minori l’assistenza medica e le cure


sanitarie necessarie,sopratutto quelle primarie.
Sono obbligati a rispettare i diritti
in essa enunciati e a garantirgli
ad ogni bambino senza alcuna
distinzione di razza, di colore, di
sesso, di lingua,di religione,di
opinione politica.
Test d’uscita
VERO O FALSO
1) Avere un nome è un tuo diritto
V F

2) Avere del cibo,dei vestiti e una casa è un tuo diritto


V F

3) Essere educato dai tuoi genitori non è un tuo diritto


V F

4) Pensare quello che vuoi e manifestare la tua religione è un tuo diritto


V F

5) Raccogliere informazioni dai giornali,radio e TV non è un tuo diritto


V F

6) Dire sempre ciò che pensi non è un tuo diritto


V F
COMPLETAMENTO

Alla nascita ogni bimbo riceve un ………………. questo nome viene


scritto nel registro del tuo paese.
Quando sei nato tu, i tuoi genitori l’hanno fatto.

Per poter crescere, servono amore e affetto, ma anche soldi.


Sono tutte cose che ricevi dai ………….....

I tuoi genitori sono responsabili della tua ……………….

Ogni bambino può scegliere una ………………… che può professarla


liberamente.

Così come hai il diritto di pensare, di parlare, di sentire e di credere


quello che vuoi, hai pure il diritto di informarti e di ricevere
informazioni dai ……………..,dalla …..……………. e dai ……………….

Ogni bambino ha il diritto alla ……………,i bambini non devono patire


la fame, devono poter ricevere le medicine quando sono malati, aver
tempo di giocare e di studiare.

nome - genitori - educazione - religione - giornali - TV -


libri - vita
RISPOSTE ESATTE SU UN CAMPIONE
DI 20 ALUNNI (test d’ingresso)
12

10

8 1)V
2)V
6 3)F
4)V

4 5)F
6)F

0
1)V 2)V 3)F 4)V 5)F 6)F
RISPOSTE ESATTE SU UN CAMPIONE
DI 20 ALUNNI (test d’uscita)
25

20

1)V
15 2)V
3)F
4)V
10
5)F
6)F
5

0
1)V 2)V 3)F 4)V 5)F 6)F
Non si tratta di sapere quali e quanti siano
questi diritti, ma quale sia il modo per
garantirli, per impedire che vengano
continuamente violati.

Norberto Bobbio