Sei sulla pagina 1di 1

Fibroma all'utero 19/05/2008

Gaia da Mantova
Categoria/Argomento: Apparato genitale

Richiesta
Gent.li Sigg., vorrei sapere se possibile sperare in un riassorbimento di un fibroma extra-
uterino, evitando cos l'operazione. La fisioterapista con la quale sto seguendo un percorso
"energetico" a tale scopo, mi ha detto che essenziale capire la causa emotiva-emozionale
che ha generato il fibroma. A me sembra di non avere scheletri nell'armadio, ma
evidentemente non ho metabolizzato qualche esperienza passata. Grazie sin d'ora per la
vostra risposta.
Gaia

Risposta
Cara Gaia,
ti ricordo che come scritto anche sul nostro sito che l'associazione ALBA non si occupa di cure
quindi possiamo darti solo una risposta generale sul fibroma.
Il termine FIBROMA un termine generico e si tratta di un tessuto con un comportamento un
po' particolare, a met tra il comportamento dei tessuti innervati dal Cervelletto e da quelli
innervati dal Midollo cerebrale. Cresce in conflitto attivo ma poi non viene caseificato, resta.
Riguarda il corpo dell'utero e la presenza del fibroma indica che c' una crescita di
"protezione" come per produrre una insensibilit al contatto: stacco la mia sensibilit e quindi
il contatto.
Si riferisce quindi ad un sentito conflittuale di "contatto che voglio e non voglio allo stesso
tempo" (es: vorrei un figlio ma non da quest'uomo, ma da un'altro. Oppure: vorrei fare
l'amore con lui, ma non voglio perch so che ha un'altra donna".
Puoi quindi intuire che quello che pu sembrare una semplice e facile rilettura dei sintomi alla
luce delle 5 Leggi Biologiche non pu prescindere da un colloquio diretto con la persona
interessata vista la complessit dell'argomento che richiede domande e risposte precise.