Sei sulla pagina 1di 1

Ernia inguinale

06/01/2008

Maria Teresa da Villa Verucchio

Categoria/Argomento
Apparato muscolo scheletrico - vasi linfatici
:
Richiesta
Buongiorno abito in provincia di Rimini, ho seguito parecchie
conferenze. Vorrei avere informazioni sull'ernia inguinale: mio marito
circa 12 anni fa stato operato di ernia inguinale a destra, 6 anni fa a
sinistra. Da alcuni mesi sente fastidio a destra come se si ripresentasse
il problema. Vorrei sapere cosa dice la N.M.G. a proposito di questo
argomento e quali sono i consigli. Aspetto fiduciosa. Ringrazio
anticipatamente e cordialmente saluto
Risposta
Per quanto riguarda l'argomento ERNIA si tratta di una rottura, spesso
dovuta a molte recidive per un conflitto (in relazione alla
localizzazione, in questo caso) di "svalutazione nell'avvinghiare e
trattenere", si tratta di muscolatura striata tessuto di origine
mesoderma recente del Mesoderma. In CA riduce e si assottiglia e
durante la fase di soluzione PCL A, gonfia e delicata e pu strapparsi,
o per un fatto meccanico (movimento brusco) o per recidiva.
Trattandosi di tessuto del Neoencefalo, in generale fondamentale la
lateralit per stabilire precisamente la relazione del conflitto. Per una
persona destrimane la parte destra del corpo in relazione a padre,
partner o colleghi mentre la parte sinistra in relazione a madre ,figli o
nipoti , per una persona mancina esattamente linverso.
COSA E' POSSIBILE FARE: l'ernia pu creare disturbo pi che altro
nella fase di soluzione e se piccola pu cicatrizzarsi da sola, se
grossa si pu operare, ma solo il medico (che conosce le leggi
biologiche) e la persona stessa che in base alla sua situazione possono
valutare cosa occorra fare.