Sei sulla pagina 1di 3

La preminenza delle forme nuove e peculiari dellesperienza e della memoria nellambiente urbano.

Benjamin interpreta Baudelaire come un allegorista urbano moderno (p. 275 Gilloch)
Per B gli scritti di Baudelaire danno espressione alla frammentazione dellesperienza nella metropoli
dellOttocento, dovuta allavvento della folla anonima e alla mercificazione del campo della cultura,
sottoposta alla logica senza scrupoli delle relazioni di scambio capitalistiche.
Attingendo da Georg Simmel, B identifica lesperienza dello shock come il segno distintivo della vita
metropolitana.
Ci a sua volta ha importanti conseguenze per la MEMORIA in epoca moderna. B cerca di elaborare la
complessa relazione tra:
- il contemporaneo scenario urbano
- il soggetto che ricorda (con riferimento allinteressantissima nozione, elaborata da Proust, di una mmoire
involontaire)
B era affascinato dal capolavoro di Proust Alla ricerca del tempo perduto. (p. 276)
Gli scritti di B su Baudelaire sono segnati in modo indelebile da un senso di amarezza e di desiderio
nostalgico. Nel dischiudere il contenuto di verit della poesia di Baudelaire, la critica immanente doveva
rivelarlo a sua volta come un sognatore fuori dal tempo e fuori da ogni comparazione, come una figura
malinconica che detestava le pretese borghesi e la mediocricit della sua epoca. Baudelaire lotta per trarre
in salvo, dandole voce, la trasformazione dellesperienza che avveniva in epoca moderna: nella modernit
compresa, si intende, come ROVINA DELLESPERIENZA STESSA. Interessandosi a Baudelaire, B tentava di
salvare dal naufragio un lirico che scrisse nelle circostanze pi avverse, rivolgendosi a lettori mal disposti e
che a stento potevano capire un poeta, il quale invece poteva capire anche troppo agevolmente i ruoli
disprezzati dello straccivendolo, prositituta e emarginato. (p. 278)

Io voglio mostrare come Baudelaire sia inserito nel 19esimo secolo, e la visione di questo deve essere vista
fresca come quella di una pietra che sia stata confitta nel suolo di una foresta per decenni, e la cui impronta
giaccia di fronte a noi in pristina chiarezza p.280
Qui B sottolinea il carattere attuale e la necessit stessa della sua lettura di Baudelaire. Bench egli si
preoccupi del ruolo di Baudelaire allinterno del secolo 800, solo ora ci si mostra. Della significativit del
poeta e del suo verso rimasta solo unimpronta, una traccia nel presente. Benjamin esamina l immagine
postuma del poeta.

p.284
Per Adorno il materiale assemblato da B era privo del necessario supporto teorico e di uninterpretazione
adeguata. Adorno percepiva una preoccupante tendenza a equiparare condizioni materiali concrete
prevalenti
con pratiche culturali e forme letterarie IN MODO IMMEDIATO. Ci comprendeva due elementi:
- da un lato una concezione dellesperienza metropolitana in termini di riflessi crudi e meccanici;
- dallaltro una visione della poesia di Baudelaire come semplicistico riflesso di processi sociali determinanti
e di caratteristiche economiche, piuttosto che come espressione complessa di tali processi.
Agli occhi di Adorno, B aveva sacrificato le preziose intuizioni dellilluminazione profana per il pi rozzo e
banale degli approcci marxisti. Occorre pi dialettica, occorre pi mediazione e bisogna eliminare i motivi
brechtiani.

La poetica allegorica di Baudelaire coglie il totale impoverimento della vita umana soggetta alla forma della
merce. Con il suo interesse per lincontro con la moltitudine urbana che provoca nellindividuo uno schok, il
poeta d espressione alla frammentazione dellesperienza coerente e mostra come questultima venga
sostituita da una grande massa di impressioni discontinue e disparate!!! (p. 289)
Baudelaire cos presenta lesperienza moderna come soggetta ai processi che sono di importanza decisiva
per Benjamin: rovina e mortificaione, inebriamento (o intossicazione) e interruzione, noia e malinconia.
p.293
Gli scritti di Baudelaire sono testimonianze della rovina dellesperienza urbana moderna. Nella sua
contemplazione saturnina e nella sua rappresentazione colma di spleen dellesistenza metropolitana,
Baudelaire si apre alla pi profonda esperienza possibile della vita moderna, e a tutto ci che nella vita
moderna antagonistico alla capacit stessa di esperienza.
Questo assume molte forme: innanzitutto implica un profondo senso di straniamento dal mondo fisico e
dallambiente sociale prevalente, e un sentirsi fuori dal tempo (per B Baudelaire non trov nel suo tempo
niente che gli piacesse). Ambiente nemico dellintimit e della reciprocit, Parigi era sia necessaria per
lattivit estetica di Baudelaire, sia un luogo di alienazione permanente. In secondo luogo vi un senso di
rassegnazione pessimistica di fronte allinarrestabile, rovinoso corso degli eventi. La futilit e la monotonia
delle cose conduce a quellennui che Baudelaire temeva pi di ogni altra cosa.
in terzo luogo elemento eroico in Baudelaire: nonostante lo svuotamento si incontra nei suoi scritti
unostilit verso il mondo moderno e un impulso a sfidarlo, a bloccarlo nel suo procedere predeterminato, a
portarlo a un punto di arresto.

p.294
Baudelaire un pensatore chiave della modernit. Sospendere il flusso degli eventi in mezzo al suo scorrere
stesso non un mero desiderio sorto da un melanconico disprezzo: anche, per Baudelaire, un imperativo
estetico fondamentale, poich in esso risiede la possibilit di dare forma al moderno. Baudelaire insiste sul
fatto che il dovere principale dellartista moderno DIPINGERE LEFFIMERA BELLEZZA DEL MOMENTO
PRESENTE. Il pittore della vita moderna abbandona il suo studio e prende le strade metropolitane.

295
tale figura diviene l astuto osservatore e lattento cronista della bellezza nelle manifestazioni piu minute e
nella piu moderna forma.
secondo Baudelaire i disegni a penna e inchiostro di Costantin Guys hanno infinitamente piu valore delle
grandi tele e dei soggetti formali dei pittori delle accademie. Immagini del pittore sconosciuto guys danno
forma piu genuina alle miriadi di visioni del caleidoscopio urbano. Esemplificano nuovi modi di percezione e
di rappresentazione e in particolare una sensibilit spiccata per tutto quello che fugace e transitorio.
il vero pittore della vita moderna pu imparare dalle tecniche degli antichi maestri, ma non deve mai
imitare lo stile e i soggettti del passato. Piuttosto egli deve ingegnarsi a ESTRARE LETERNO DALLEFFIMERO.
Il vero artista sceglie come materia e soggetto ci che alla moda, con l intento di far s che la sua
rappresentazione di esso possa trascendere il fato della moda e ACQUISTI IL DIRITTO DI DIVENTARE
ANTICHITA.

296
baro, ozioso, dandy, straccivendolo, prostituta, lesbica, detective e collezionista: queste figure si prestano
alle pi eloquenti esperienze del moderno e le esemplificano. Da esso sono marchiare e rovinate. Allo
stesso tempo tali figure segnano l implacabile, ancorch futile, opposizione alle tendenze e ai gusti
contemporanei: la mercificazione e la rovina, massificazione e razionalizzazione, sobriet e propriet.
il falenur come la prostituta e il giocatore d azzardo, funge da figura dell intensificazione e della
disintegrazione dellesperienza nella citt moderna. Inoltre il flaneur offre a B uno STRUMENTO EURISTICO
per esplorare le esperienze e le memorie del paorama cittadino, con un modello e un metodo per la sua
stessa lettura dell ambiente metropolitano contemporaneo.

297
il flaneur eroico nell esemplificare momenti contraddittori della citt: da un lato la rovina dell esperienza e
la frammentazione della amemoria; dallaltro la decifrazione del significato e il ricordo dei momenti passati.
descrizione FLANEUR

Lesperienza dello shock il primo carattere distintivo dellesperienza metropolitana e la firma definitiva
della modernit stessa. Con grande smacco di ADORNO, B qui si ispira allopera di SIMMEL. Sia per B che
per Simmel il moderno individuo urbano soggetto a un surplus di stimoli e sensazioni che minacciano di
sovraccaricare e travolgere la coscienza umana.
Lesperienza integrata, intelligibile (Erfahrung) sostituita da una sovrabbondanza di
particelle di esperienza (Erlebnisse) discontinue, disparate e disordinate.
Erlebnis si riferisce non tanto allesperienza stessa quanto al residuo lasciato nellinconscio.

299
il poeta e o pittore eroico tenta vanamente di cogliere, dandovi forma, questo flusso di fenomeni, per
ricostituire e riconfigurare lesperienza di fronte a tutto questo disintegrarsi. Tale ambizione ha il suo prezzo:
crescente eccentricit, obsolescenza e invecchiamento assurdi, nevrastenia. La flaneria conduce
inesorabilmente allo spleen e alla malinconia.

Labbandono dellErfharung e la prevalenza dellErlebnis danno luogo a una profonda trasformazione nel
carattere della MEMORIA.
- Da un lato la citt patria di unamnesia determinata dalla sovrastimolazione dei sensi e dallesaurimento,
una tendenza a dimenticare che porta a identificare erroneamente qualcosa di nuovo con ci che in realt
sempre lo stesso, il che condanna l individuo a una fatidica ripetizione (figura dello scommettitore);
- dallaltro lato gli incontri abrasivi e l eccesso di stimoli cui soggetto l individuo urbano moderno lasciano
cicatrici profonde e indelebili nellinconscio. Queste tracce possono perdurare ma NON sono accessibili
allattivit conscia del ricordare.
Erlebnis come particolare forma di memoria che assomiglia alla dimenticanza: la nozione di Proust della
MEMOIRE INVOLONTAIRE.
= tentativo di concettualizzare unesperienza intima e interessante: il potere delle sensazioni pi banali e
effimere (es. odore e gusto della madeleine inzuppate nel t, i profumi di vari arbusti e fiori) di risvegliare
ricordi, inaspettatamente e inesplicabilmente dormienti da lungo tempo, delle esperienze di infanzia.