Sei sulla pagina 1di 2

L'agricoltura l'attivit umana che consiste nella coltivazione di specie

vegetali. Lo scopo principale dell'agricoltura quella di ottenere prodotti dalle


piante, da utilizzare a scopo alimentare e non, ma sono possibili anche altre
finalit che non prevedano l'asportazione dei prodotti.

Tradizionalmente, nella cultura italiana, l'agricoltura popolarmente riferita


allo sfruttamento delle risorse vegetali a fini alimentari, mentre lo sfruttamento
delle corrispondenti risorse di origine animale, l'allevamento, ne quasi ritenuta
antitetica. A fini scientifici e giuridici, comunque, entrambe le materie sono
comunemente riunite nella pi vasta accezione di agricoltura, che abbraccia la
coltivazione delle piante (arboree, erbacee), l'allevamento degli animali e lo
sfruttamento delle foreste.

Indice [nascondi]
1 Agricoltura, agronomia e raccolta
2 Storia dell'agricoltura
2.1 Origini
2.2 Nuove piante
2.3 La prima rivoluzione agricola
2.4 La seconda rivoluzione agricola
2.5 Agricoltura moderna
2.6 Sviluppo italiano
3 Anno internazionale dell'agricoltura familiare
4 Agricoltura e arte
5 Note
6 Bibliografia
7 Voci correlate
8 Altri progetti
9 Collegamenti esterni
Agricoltura, agronomia e raccolta[modifica | modifica wikitesto]
I fattori naturali della produzione vegetale sono i seguenti:

Fattori biologici-mutrofici intrinseci: sono tali le basi genetiche che influenzano


l'anatomia, la morfologia (biologia) e la fisiologia delle singole specie agrarie e
le caratteristiche specifiche dei loro prodotti.
Fattori biologici estrinseci: sono tali le relazioni ecologiche che si instaurano
fra le specie agrarie e gli altri organismi viventi (piante, animali,
microrganismi) che popolano l'ecosistema naturale, con interazioni di competizione,
predazione, parassitismo, simbiosi, neutralismo, ecc.
Fattori climatici: sono tali i fenomeni dovuti all'interazione dell'atmosfera e del
sole con la superficie terrestre nelle sue diverse componenti (litosfera,
idrosfera, biosfera). I principali fattori climatici che influenzano la produzione
vegetale sono la radiazione solare, la temperatura, le precipitazioni o
idrometeore, il vento, l'umidit atmosferica, l'evapotraspirazione, la composizione
chimica dell'aria. Di minore rilevanza diretta invece la pressione atmosferica.
Fattori pedologici: sono tali i fenomeni dovuti all'interazione del terreno con
l'idrosfera, l'atmosfera, il sole, l'idrosfera e la biosfera. Il terreno un
ambiente complesso, derivato dalla pedogenesi, generato dall'equilibrio fra la
litosfera e gli altri elementi che interagiscono sulla superficie terrestre. Sono
fattori pedologici le propriet fisiche del terreno, le propriet chimiche, le
propriet biologiche, che nel complesso concorrono a determinarne la fertilit.

La vita quotidiana di agricoltori all'opera su una terrazza delle Cinque Terre


(particolare di un murale a Riomaggiore)
A differenza della semplice raccolta dei prodotti naturali della terra,
l'agricoltura una tecnica che interviene modificando i fattori naturali della
produzione vegetale allo scopo di incrementare, in qualit e quantit, il prodotto.
La raccolta, infatti, sfrutta la produzione naturale del tutto subordinata alle
esigenze specifiche delle piante e alle dinamiche dell'ecosistema senza alcun
intervento dell'uomo. L'agricoltura prevede invece l'intervento dell'uomo nel
correggere, a suo favore, le condizioni intrinseche ed estrinseche che determinano
la produzione vegetale.

Gli interventi dell'uomo che concorrono a delineare un'attivit agricola,


distinguendola da quella della semplice raccolta, sono ad esempio i seguenti:

Interventi sui fattori biologici intrinseci: sono tali ad esempio la selezione, il


miglioramento genetico, le biotecnologie, l'ibridazione, la potatura, l'innesto, la
densit di piantagione. Nel complesso questi interventi concorrono a indirizzare la
naturale tendenza produttiva delle singole specie agrarie verso specifiche esigenze
dell'uomo.
Interventi sui fattori biologici estrinseci: sono tali ad esempio il diserbo, la
fitoiatria e la difesa dei vegetali in senso lato, che mirano a contenere i
fenomeni di antagonismo biologico, altri come la consociazione o forme pi o meno
avanzate di biotecnologia (micorizzazione, batterizzazione e altre forme di inoculo
di organismi simbionti), mirano a promuovere fenomeni di sinergia biologica. Altri
ancora, come l'avvicendamento colturale, hanno un ruolo complesso nel determinare
l'equilibrio fra antagonismi e sinergie.
Interventi sui fattori climatici: sono tali ad esempio gli apprestamenti protettivi
mirati a ridurre l'influenza negativa del clima o potenziarne quella positiva fino
a correggere drasticamente uno o pi fattori. Sono interventi sui fattori climatici
l'allestimento di frangiventi, di opere di protezione dal freddo (serra, tunnel,
pacciamatura, ecc.), l'irrigazione. Meno palese il ruolo svolto da altre pratiche
agricole in quanto si tratta di forme di adattamento a condizioni climatiche
esistenti: sono tali la scelta dell'epoca di semina, il trapianto, la scelta
varietale, la densit di piantagione, l'orientamento dei filari, alcune lavorazioni
del terreno, ecc.
Interventi sui fattori pedologici: sono i pi complessi perch trattasi di azioni
che possono modificare contemporaneamente differenti propriet del terreno. Sono
tali le lavorazioni del terreno e l'ammendamento, che influenzano principalmente
(ma non solo) le propriet fisiche, la fertilizzazione, che influenza
principalmente le propriet chimiche ma ha un ruolo non secondario anche su quelle
fisiche e biologiche, l'irrigazione, che influenza le propriet fisiche, chimiche e
biologiche, ecc.

Coltivazione in serra delle fragole


L'agronomia una scienza applicata che studia il ruolo dei singoli fattori della
produzione vegetale e le interazioni reciproche, elabora le tecniche agricole con
il coordinamento dei fattori a differenti livelli, al fine di ottimizzare la
produzione ai fini economici. Per estensione agronomia e agricoltura sono talvolta
usati come sinonimi, tuttavia, a rigore l'agronomia una scienza applicata
collegata alle altre scienze (biologia, chimica, fisica, geologia, ecc.), il cui
ambito principale d'applicazione l'agricoltura. L'agricoltura invece un insieme
di tecniche che riassumono le conoscenze empiriche tramandate di generazione in
generazione in una pratica millenaria e quelle tecniche fornite dalla ricerca
scientifica in campo agronomico. Le varie forme di agricoltura derivano dal ruolo
ponderale che hanno, da un lato, l'agronomia e, dall'altro, la tradizione.