Sei sulla pagina 1di 2

Il particolare, e non frequentemente esplorato,

sound tenore-trombone “pianoless” permette di


cogliere al meglio le sonorità dei due solisti, che
va HERNICA SA
insieme intrecciano un fitto dialogo, e di apprezzare
erati X
la solidità di Angiuli e lo spettacolare swing di De op Circolo culturale e ricreativo

Co

A
Krom.

IL SAX……?!

Una costante di queste rassegne jazz è stata finora la


presenza di grandi sassofonisti in primo piano. Infatti il sax, 3a Rassegna
che deve il suo nome all’inventore dello strumento, il belga
Otto Sax, ha assunto dai tempi di Coleman Hawkins e Lester
Young ed ha tuttora un ruolo di rilievo nella musica jazz. Va
Anagni - Jazz
detto che verso la fine degli anni ‘60 la produzione artigianale
di questo ed altri strumenti è andata sempre più scivolando
verso una produzione seriale ed industriale che ha ridotto la Davide Grottelli
resa armonica dello strumento: una lastra metallica lavorata Convitto Principe di Piemonte
dalle macchine industriali non può avere le stesse
caratteristiche timbriche di una lastra battuta a mano da un
I.N.P.D.A.P.
sapiente artigiano. L’anno scorso, su mia richiesta, sono stato
invitato a visitare il piccolo laboratorio di una ditta italiana Venerdi 30 Luglio 2010 ore 20,30
che da diversi anni ha ripreso a costruire sax in maniera
artigianale (ovviamente non in quantità industriali, visto che
impiega una decina di lavoratori, quasi tutti di famiglia) ed
Introspective Drumless
esporta strumenti di assoluta qualità in tutto il mondo, nel
Giancarlo Boccitto
Quartet
solco di quella tradizione, che vede in Antonio Stradivari un
esempio del genio, tutto italiano (ci sia concesso un po’ di ore 22,00
orgoglio italico), applicato al campo della musica, che tra le
arti è forse quella che arriva più diretta al cuore ed ai
sentimenti, capace di farci piangere o ballare, o magari,
semplicemente muovere a tempo il piedino! Il fascino del
Davide Grottelli
paesino, Quarma, .....arroccato sui monti a ridosso del lago di “Echoes” trio
Orta (quasi al confine con la Svizzera), la disponibilità della
famiglia Rampone nel mostrarmi ogni aspetto della Federica Zammarchi
Sabato 31 Luglio 2010 ore 20,30
lavorazione dei vari saxes, e la bellezza autentica di un
laboratorio operoso ed armonioso, mi hanno commosso. La
rassegna Anagni Jazz del 2009 e questa del 2010 hanno in
Federica Zammarchi 4et
comune la presenza di grandi sassofonisti (senza nulla Feat.
togliere agli altri validissimi musicisti) che la ditta
Rampone&Cazzani ha collaborato ad invitare alla nostra
Gianluca Renzi
piccola-grande rassegna, che si avvale anche della
esposizione di una serie di strumenti veramente notevoli, per
“Dido & other tales”
ragioni puramente artistiche ed estetiche. Sabato 31 Luglio, ore 22,00
a latere delle esibizioni musicali, sarà possibile ammirare un
esposizione di sax della ditta Rampone & Cazzani, presentati
dal tecnico Francesco Stella del laboratorio “Lo Strumento”
in Norma (Lt). Emanuele Cisi
Emanuele Cisi
“Northern side”
VENERDI 30 LUGLIO ore 20,30 Orchestra dell’Associazione Nazionale Musicisti di ore 22,00
Introspective Drumless Jazz), ricordiamo la partecipazione alla “B.O.B. Emanuele Cisi “Northern side”
Big Band” diretta da Gianni Oddi e Doriano
Emanuele Cisi (sax tenore), Humberto Amesquita
Quartet Beltrame (1986), alla “Sband’Atina“ diretta da
(trombone), Francesco Angiuli (contrabbasso),
Giancarlo Schiaffini, (Festival Jazz di Atina 1987).
Danilo Bughetti (tromba e flicorno), Alberto Di Sebastiaan De Krom (batteria).
Con Tullio De Piscopo” a “Jazz Image”2001, Roma
Gianfelice (Sax), Giancarlo Boccitto (chitarra), A 45 anni, Emanuele Cisi è uno dei musicisti più
villa Celimontana; con “Francesco Citera” (con il
Mauro Arduini (contrabbasso) apprezzati della scena jazz europea. Ha inciso
quale ha registrato il disco “Momenti” 2003), con
sette cd a suo nome e decine come co-leader o
“Amii Stewart” (tour 2001-2003).
Introspective drumless quartet rappresenta un sideman, in vari paesi europei per etichette
progetto musicale di quattro giovani e promettenti italiane e straniere (tra cui Blue Note, Universal);
artisti locali, che nasce senza l’ausilio della ha collaborato con alcuni dei più importanti
SABATO 31 LUGLIO ore 20,30
batteria; esso vuole essere un veicolo per musicisti della scena mondiale come Clark Terry,
evidenziare come regole e conoscenza non legano Federica Zammarchi 4et Jimmy Cobb, Billy Cobham, Nat Adderley, Aldo
un’artista, ma gli concedono ogni volta, la liberta’ Feat. Romano, Daniel Humair, Enrico Rava, Paolo
di sperimentare strade nuove, presentando brani Fresu, Sting e molti altri.
originali e standards poco “frequentati”. Gianluca Renzi Da anni è intensa la sua attività all’estero: in
“Dido & other tales” Francia ha registrato due dischi a suo nome e ha
collaborato stabilmente con alcuni dei nomi più
ore 22,00 Federica Zammarchi (Voce, comp. & arrang), illustri della scena transalpina.
Marco Bonini (chitarra), Gianluca Renzi Nel 2008 sono stati pubblicati 3 nuovi progetti
“Echoes” Trio - Davide Grottelli (contrabbasso), Roberto Pistolesi (batteria). discografici, tra cui uno realizzato in Belgio con un
Davide Grottelli (sassofoni, flauto, live quintetto co-diretto da lui insieme a Bart DeFoort
Federica Zammarchi è una cantante/compositrice, (e di cui fa parte anche Sebastiaan De Krom) che
electronics), Marco Siniscalco (basso elettrico, live
di origine toscana, che si avvicina stilisticamente ha ottenuto il premio Django d’Or come miglior
electronics), Armando Croce (batteria); Ospiti:
al jazz europeo (Norma Winstone, Kenny Wheeler) disco dell’anno. A fine agosto dello stesso anno si è
Sanjay Kansa Banik (tablas indiane), Marina
e con una vena compositiva tendente alle esibito, unico artista europeo, al prestigioso
Macchia (voce), Antonio Di Benedetto (zampogna).
pubblicazioni blue note degli anni ‘60 (Shorter, Detroit International Jazz Festival con una
Hubbard ecc.). Ha pubblicato un disco per formazione americana.
Davide Grottelli, polistrumentista raffinato e
l’etichetta pugliese Dodicilune (Koinè 002 - 2009) Nel 2009 ha compiuto una tourné negli Stati Uniti
compositore ed esecutore di musica anche per
dal titolo “Fires ‘n Pyres”, con Marco Bonini (Guit) con il progetto Detroit - Torino Urban Jazz Project,
teatro, danza e spettacoli multimediali, usa il jazz
Gianluca Renzi (Bass) Ettore Fioravanti (Drums) esibendosi anche al fianco di Jerry Bergonzi.
come linguaggio per esprimere con grande
e l’intervento su alcuni brani di Aldo Bassi Questo nuovo quartetto di Emanuele nasce
sensibilità emozioni che spesso si concretizzano in
(Trumpet & F.horn) e Paolo Recchia (Alto e all’insegna dello swing e dell’amore del leader per
visioni ricche di colori ed umori che spesso ci
Soprano sax). Presenta alcuni brani tratti dal la grande tradizione del Jazz, e
passano accanto senza che ce ne accorgiamo.
lavoro discografico ed arrangiamenti di pezzi contemporaneamente dalle sue continue
Quella del trio di Davide Grottelli è una musica
inerenti alla tradizione jazzistica e non in un frequentazioni del nord Europa. E’ infatti in Belgio
densa di Echi delle musiche del mondo. Le
concerto dal titolo “Dido & Other Tales”, che incontra e collabora stabilmente col batterista
composizioni, tutte del leader, sempre inscritte in
avvalendosi della collaborazione di Marco Bonini Sebastiaan De Krom ormai da qualche anno, e in
una forma “jazzistica”, sono comunque intrise di
alla chitarra, Roberto Pistolesi alla batteria e, di Olanda che ritrova il giovane e talentuoso
sonorità, metriche, colori, tipici delle musiche
ritorno per un breve periodo da New York, Francesco Angiuli.
tradizionali, affondando le radici nel solco più
Gianluca Renzi al contrabbasso. In un programma articolato tra composizioni
autentico della tradizione popolare. Ad arricchire
il concerto, la presenza di diversi ospiti, che con il originali e personali rivisitazioni di standards, il
loro apporto, contribuiranno a colorare la già varia sassofonista esprime appieno il suo talento
tavolozza sonora. improvvisativo, supportato da una sezione ritmica
Di Davide, membro della G.O.A. (Grande di fuoriclasse.